DIRETTA Giro d’Italia 2020 LIVE: Ulissi vince, Almeida guadagna 6” sui big. Nibali: “Giornate positive. E domani…”



CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA FAGIANATA DI RICCARDO MAGRINI: “NIBALI PUO’ PERDERE 1 MINUTO DA ALMEIDA. ARU HA AVUTO PROBLEMI CARATTERIALI”

Loading...
Loading...

LA CLASSIFICA GENERALE DEL GIRO D’ITALIA 2020

LA CRONACA DELLA TAPPA

LE PAGELLE DELLA TAPPA DI OGGI

LE DICHIARAZIONI DI ULISSI

LE DICHIARAZIONI DI ALMEIDA

VINCENZO NIBALI: “GIRO D’ITALIA PATRIMONIO INTERNAZIONALE, NON VA FERMATO. VEDO BENE KELDERMAN”

LE DICHIARAZIONI DI POZZOVIVO

LE DICHIARAZIONI DI FUGLSANG

LE DICHIARAZIONI DI VEGNI

LE DICHIARAZIONI DI DE GENDT

OTTO SUCCESSI PER ULISSI AL GIRO, MANCA UNA CLASSICA

VINCENZO NIBALI DEVE LIMITARE I DANNI A CRONOMETRO, POI ARRIVANO LE ALPI…

VIDEO HIGHLIGHTS DELLA TAPPA DI OGGI

TUTTE LE CLASSIFICHE DEL GIRO D’ITALIA

LA CLASSIFICA DEGLI ITALIANI

ORDINE D’ARRIVO DELLA TAPPA DI OGGI

LA STARTLIST DELLA CRONOMETRO DI DOMANI

ALLA SCOPERTA DELLA CRONOMETRO DI DOMANI

QUANTO PUÒ GUADAGNARE ALMEIDA?

GANNA SUPER FAVORITO PER LA TAPPA DI DOMANI

16.25 Grazie per averci seguito e buon proseguimento di serata. Un saluto sportivo.

16.23 Immutata la classifica generale, anche se Almeida ha guadagnato altri 6 secondi…

1 1 – ALMEIDA João Deceuninck – Quick Step 53:43:58
2 2 – KELDERMAN Wilco Team Sunweb 0:40
3 3 – BILBAO Pello Bahrain – McLaren 0:49
4 4 – POZZOVIVO Domenico NTT Pro Cycling 1:03
5 5 – NIBALI Vincenzo Trek – Segafredo 1:07
6 6 – KONRAD Patrick BORA – hansgrohe 1:17
7 7 – HINDLEY Jai Team Sunweb 1:25
8 8 – MAJKA Rafał BORA – hansgrohe 1:27
9 9 – MASNADA Fausto Deceuninck – Quick Step 1:42
10 10 – FUGLSANG Jakob Astana Pro Team 2:26

16.22 L’ordine d’arrivo della tappa di oggi:

1 ULISSI Diego UAE-Team Emirates 100 80 4:22:18
2 ALMEIDA João Deceuninck – Quick Step 40 50 ,,
3 KONRAD Patrick BORA – hansgrohe 20 35 ,,
4 GEOGHEGAN HART Tao INEOS Grenadiers 12 25 ,,
5 HONORÉ Mikkel Frølich Deceuninck – Quick Step 4 18 ,,
6 SAMITIER Sergio Movistar Team 15 ,,
7 FUGLSANG Jakob Astana Pro Team 12 ,,
8 BILBAO Pello Bahrain – McLaren 10 ,,
9 NIBALI Vincenzo Trek – Segafredo 8 ,,
10 HINDLEY Jai Team Sunweb 6 ,,
11 KELDERMAN Wilco Team Sunweb 5 ,,
12 EDET Nicolas Cofidis, Solutions Crédits 4 ,,
13 MAJKA Rafał BORA – hansgrohe 3 ,,
14 GUERREIRO Ruben EF Pro Cycling 2 ,,
15 MCNULTY Brandon UAE-Team Emirates 1 ,,
16 POZZOVIVO Domenico NTT Pro Cycling ,,
17 PEDRERO Antonio Movistar Team ,,
18 OOMEN Sam Team Sunweb ,,
19 KNOX James Deceuninck – Quick Step ,,
20 MASNADA Fausto Deceuninck – Quick Step ,,
21 BALLERINI Davide Deceuninck – Quick Step 0:23
22 DE GENDT Thomas Lotto Soudal ,,
23 SWIFT Ben INEOS Grenadiers ,,
24 SAGAN Peter BORA – hansgrohe ,,
25 VIVIANI Elia Cofidis, Solutions Crédits 0:39

16.20 Ulissi era il più veloce nel gruppetto di testa e non ha tradito le attese, anche se ha fatto più fatica del previsto. Che dire di Joao Almeida? Sulla penultima salita sbuffava e sembrava far fatica, sull’ultima invece la pedalata del lusitano era tornata brillante. E domani a cronometro può fare il vuoto…Convincente Vincenzo Nibali, che non ha lasciato neanche per un momento la ruota di Almeida nei momenti caldi della corsa.

16.18 Si tratta della seconda vittoria in questo Giro d’Italia per Diego Ulissi dopo quella di Agrigento. Si tratta dell’ottavo successo in carriera per il toscano nella Corsa Rosa.

16.16 Honoré ha tirato la volata per Almeida, ma aveva Ulissi alla sua ruota. Il toscano ha lanciato lo sprint ai 200 metri dall’arrivo ed ha resistito alla rimonta di Almeida e Konrad, rispettivamente secondo e terzo. Altri 6″ di abbuono dunque per la maglia rosa.

16.15 VITTORIA AL FOTOFINISH DI ULISSI! Il toscano l’ha spuntata per pochi cm su Joao Almeida, che stava rimontando di prepotenza!

16.14 ULTIMO KM! Diego Ulissi è già a ruota di Almeida!

16.13 Almeida sta correndo da padrone. 2 km all’arrivo: la maglia rosa si giocherà la vittoria allo sprint. Dovrà fare i conti con Diego Ulissi, che insegue il secondo successo di tappa in questo Giro.

16.12 3 km al traguardo.

16.11 Sempre Knox e Honoré a tirare il gruppo. C’è anche Masnada davanti, tre compagni dunque a disposizione di Joao Almeida.

16.10 De Gendt, Swift e Sagan si sganciano e provano a riportarsi sul gruppo di testa, ma è tardi. Con loro c’è anche Ballerini (Deceuninck-Quick Step), che ovviamente non darà un cambio.

16.09 Cinque km all’arrivo. Sempre 30″ da recuperare per Sagan e 45″ per Demare.

16.07 Caduta per Fabio Felline (Astana). Anche oggi Vincenzo Nibali è rimasto senza gregari.

16.06 E’ ormai quasi fatta per il gruppetto maglia rosa. 32″ sul gruppetto Sagan e 59″ su quello di Demare. Il favorito per la vittoria di tappa è Diego Ulissi.

16.04 Si mette male per Sagan. Sale a 20″ il suo ritardo dalla vetta. Demare a 44″ dal gruppetto maglia rosa. Almeida sta spremendo a fondo Masnada e Knox, il lusitano vuole giocarsi gli abbuoni!

16.03 10 km all’arrivo.

16.03 Almeida sta facendo lavorare a fondo la Deceuninck-Quick Step per non far rientrare Sagan e Demare. La maglia rosa vuole giocarsi la vittoria allo sprint e, soprattutto, conquistare i 10″ di abbuono. Non sarà facile perché c’è nel suo gruppo anche Diego Ulissi, che è più veloce sulla carta.

16.02 Demare invece paga 55″ dal gruppo maglia rosa. Sarà dura rientrare per il francese, ma potrebbe anche farcela se davanti si guardano.

16.01 La discesa sta per terminare, poi 11 km di pianura.

16.00 Circa 20 corridori nel gruppo maglia rosa. Sagan sta provando disperatamente a rientrare: per lui 15″ per ricucire il gap a 12 km dall’arrivo.

15.57 Guerreiro, già in maglia azzurra di leader dei Gran Premi della Montagna, ha preceduto Knox e Geoghegan Hart sulla vetta di Calaone.

15.56 Ripreso Tonelli. Guerreiro allunga e transita per primo al GPM. Sagan deve recuperare circa 20″.

15.55 ATTACCA GEOGHEGAN HART! Risponde Guerreiro. Nibali non risponde e guarda negli occhi Almeida. Lo Squalo vuole che sia la maglia rosa a ricucire…

15.54 Demare ha perso contatto. Sono rimasti in 20 nel gruppetto maglia rosa. Almeida adesso sta pedalando benissimo.

15.53 Riassorbito Bouchard, restano pochi secondi di vantaggio a Tonelli.

15.53 Ripreso Ulissi.

15.52 ATTACCA ULISSI! Si porta dietro Honoré, Nibali e Almeida, tutti gli altri perdono qualche metro!

15.51 Conti (UAE Emirates) prova a scremare il gruppo per il capitano Ulissi. Benissimo Ballerini in seconda posizione. Solo 20″ di vantaggio per Tonelli, che nel frattempo ha staccato Bouchard.

15.51 Allunga Valerio Conti. Potrebbe aprire la strada ad una azione di Ulissi?

15.51 INIZIATO LO STRAPPO DI CALAONE! Attendiamoci scatti, almeno da parte di chi vuole vincere la tappa.

15.50 Vincenzo Nibali si fa pilotare davanti da un compagno di squadra. Vuole imboccare davanti la salita.

15.49 Sta per iniziare la salita di Calaone. 2,1 km al 9,8% di pendenza media e punte dell’11%.

15.48 Fabbro si fa da parte, ora addirittura la FDJ di Demare in testa al gruppo maglia rosa!

15.47 Fabbro è stanco, rimane in testa a tirare e nessuno gli dà un cambio. Per questo il vantaggio di Tonelli e Bouchard è salito a 34″ a 20 km dall’arrivo. Rientrato Demare!

15.46 Grande rimonta della FDJ, Demare sta per rientrare. Ma resisterà sullo strappo di Calaone?

15.45 Ora sta recuperando in maniera importante il gruppo Demare!

15.43 La situazione. Tonelli e Bouchard al comando con 28″ sul gruppetto Sagan e 1’00” su quello di Demare. Il francese non si arrende, ma a breve dovrà affrontare un altro strappo dove pagherà. Si sta mettendo bene per lo slovacco…

15.41 Scende a 25″ il vantaggio di Tonelli e Bouchard. Non hanno chance di vincere la tappa. Prosegue l’inseguimento della Bora-hansgrohe di Sagan, sempre guidata da Fabbro.

15.40 Tra 7 km inizierà il GPM di Calaone, quarta categoria ma molto esigente: 2100 metri al 9,8% di pendenza media e punte dell’11%.

15.38 Vincenzo Nibali e Fuglsang molto attenti nelle prime posizioni in discesa. E’ sempre Fabbro a dettare l’andatura.

15.37 Anche il gruppo al GPM. Sagan ha raggiunto l’obiettivo prefissato: imporre un’andatura forsennata e staccare Demare. Missione compiuta: deve ringraziare uno straordinario Matteo Fabbro. Chissà se a questo ragazzo verrà data un’occasione sulle Alpi…

15.36 La coppia di testa può gestire appena 35″ sul gruppetto maglia rosa, ormai composto da una quarantina di corridori. A 1’13” il gruppo con la maglia ciclamino Demare.

15.35 Bouchard transita per primo al GPM, alla sua ruota Tonelli.

15.34 30 km all’arrivo. Sbuffa la maglia rosa Almeida. Sta facendo fatica, le gambe sono più legnose rispetto ai giorni scorsi.

15.33 Demare ha già perso 32″ dal gruppetto maglia rosa, sempre tirato da uno straripante Matteo Fabbro.

15.33 Vanhoucke, Rota e Ravanelli provano a tenere duro e rimangono a 10″ da Tonelli e Bouchard. Sta per arrivare il tratto di salita al 13,4%! Una vera e propria rampa.

15.32 La parte dura della salita deve ancora arrivare. Demare viene scortato da 4 compagni di squadra, ma non sarà affatto semplice rientrare. Matteo Fabbro sta frantumando il gruppo maglia rosa, che ora dista appena 36″ dalla coppia di testa formata da Bouchard e Tonelli.

15.31 Abbastanza appesantita la pedalata di Joao Almeida, che si alza spesso sui pedali.

15.30 SI STACCA DEMARE! Sagan ha raggiunto il suo obiettivo. Nibali e Pozzovivo molto attenti.

15.29 Vanno via Bouchard e Tonelli davanti.

15.28 Che azione di Matteo Fabbro. Sagan sta bene e vuole rendere la corsa durissima per eliminare Demare dalla volata!

15.27 SI MUOVE LA BORA-HANSGROHE! Fabbro accelera bruscamente in gruppo, alla sua ruota il capitano Sagan! Lo slovacco vuole tagliare fuori i velocisti. Nibali sta curando la ruota di Almeida. Anche Ulissi nelle prime posizioni.

15.26 Bouchard e Tonelli vanno a riprendere Ravanelli.

15.25 INIZIATA LA SALITA DI ROCCOLO! 4,1 km all’8,3% di pendenza media e massima del 20%! Attenzione agli ultimi 1100 metri che hanno una pendenza media del 13,4%! E’ uno strappo che può fare malissimo…

15.24 Simone Ravanelli (Androni Giocattoli-Sidermec) prova ad allungare tutto solo! Sta per iniziare la salita!

15.23 La Bahrein-McLaren di Bilbao tira addirittura il gruppo con Capecchi e Tratnik.

15.22 Altissima ora l’andatura del gruppo. Scende a soli 50″ il vantaggio dei fuggitivi. Pellaud e Contreras si sono staccati. Sono rimasti davanti Bouchard, Tonelli, Vanhoucke, Ravanelli e Rota.

15.21 Si fa vedere nelle prime posizioni anche la Bahrein-McLaren di Pello Bilbao, terzo della classifica generale.

15.19 Fra 3 km inizierà il GPM di quarta categoria di Roccolo. 4,1 km all’8,3% di pendenza media!

15.15 Nel gruppo maglia rosa si porta davanti anche la Trek-Segafredo di Vincenzo Nibali. Oggi i compagni di squadra dello Squalo sono pimpanti.

15.13 Scende a 1’21” il vantaggio dei fuggitivi.

15.10 Arriva anche la NTT di Domenico Pozzovivo quando siamo in prossimità de GPM di Roccolo.

15.05 Deceuninck-Quick Step compatta nel gruppo dei big in protezione della maglia rosa di Joao Almeida.

15.00 60 km al traguardo e 2’06” il ritardo del gruppo. Continua la lunga attesa in vista del finale, che si delinea interessante. I corridori già vedono all’orizzonte i Colli Euganei.

14.55 Bora-hansgrohe in testa al gruppo della maglia rosa in supporto a Peter Sagan.

14.50 Sale a 2’14” il vantaggio dei fuggitivi. Gruppo comandato dalla Israel Start-Up Nation.

14.45 Ricordiamo i nomi dei sette battistrada: Geoffrey Bouchard (AG2R La Mondiale), Simon Pellaud e Simone Ravanelli (Androni Giocattoli – Sidermec), Rodrigo Contreras (Astana Pro Team), Alessandro Tonelli (Bardiani- CSF – Faizanè), Harm VanHoucke (Lotto Soudal) e Lorenzo Rota (Vini Zabù-KTM).

14.40 Davide Ballerini (Deceuninck-Quick Step) presenta un taglio sul volto, ma non si conoscono le cause.

14.38 Scende notevolmente il vantaggio dei fuggitivi, che adesso hanno soltanto 1’25” sul gruppo.

14.33 Arnaud Demare si prede l’ultimo punto a disposizione al TV di Rovigo.

14.26 Ancora splendide immagini dalla corsa:

14.22 Ricordiamo che a dettare il ritmo nel plotone sono la Bora-hansgrohe per Peter Sagan e la Israel Start-Up Nation per Davide Cimolai.

14.19 Al comando ci sono Geoffrey Bouchard (AG2R La Mondiale), Simon Pellaud e Simone Ravanelli (Androni Giocattoli – Sidermec), Rodrigo Contreras (Astana Pro Team), Alessandro Tonelli (Bardiani- CSF – Faizanè), Harm VanHoucke (Lotto Soudal) e Lorenzo Rota (Vini Zabù-KTM).

14.16 Situazione invariata a 90 km dal traguardo: sempre 2′.

14.14 Rifornimento anche per il plotone.

14.12 Tra 20 km ci sarà il primo traguardo volante, quello di Rovigo.

14.09 Punto di rifornimento fisso per i fuggitivi.

14.04 Immagini dal gruppo:

14.01 Sembra essere molto convinta nell’inseguimento la Israel Start-Up Nation.

13.57 100 chilometri all’arrivo. Ancora un lungo tratto pianeggiante prima che si accenda la corsa.

13.51 Ricordiamo che davanti sono in sette: Geoffrey Bouchard (AG2R La Mondiale), Simon Pellaud e Simone Ravanelli (Androni Giocattoli – Sidermec), Rodrigo Contreras (Astana Pro Team), Alessandro Tonelli (Bardiani- CSF – Faizanè), Harm VanHoucke (Lotto Soudal) e Lorenzo Rota (Vini Zabù-KTM).

13.48 Israel e Bora per Cimolai e Sagan a dettare il ritmo in testa al plotone.

13.44 110 chilometri all’arrivo.

13.40 Ancora immagini dalla corsa.

13.36 Margine dei fuggitivi sempre sotto i 2′.

13.33 Anche la Israel Start-up Nation in testa al gruppo.

13.30 Immagini dal gruppo:

13.26 Ricordiamo che davanti ci sono Simone Ravanelli e Simon Pellaud (Androni-Giocattoli), Harm Vanhoucke (Lotto-Soudal), Alessandro Tonelli (Bardiani), Lorenzo Rota (Vini-Zabù), Rodrigo Contreras (Astana), Geoffrey Bouchard (Ag2r).

13.23 Ora netto rallentamento per il plotone, visto che i fuggitivi sono vicini.

13.19 È sempre la Bora-hansgrohe di Peter Sagan a gestire la situazione in testa al gruppo.

13.14 Margine degli attaccanti sceso sotto i 2′.

13.11 Sagan prima della partenza: “Vedremo nelle ultime due salite se riuscirò a stare con il primo gruppo”.

13.08 Davanti troviamo Harm Vanhoucke che nella prima settimana è stato protagonista, vestendo anche la Maglia Bianca.

13.04 Vantaggio dei fuggitivi che si tiene stabile sui 2’10”.

13.00 140 chilometri all’arrivo.

12.57 Scende a 2’30” il vantaggio dei battistrada.

12.53 145 chilometri al traguardo.

12.49 La Bora non vuole lasciare spazio alla fuga, il vantaggio dei battistrada scende sotto i i tre minuti.

12.45 Mancano 150 chilometri al traguardo.

12.40 In gruppo lavora la Bora-Hansgrohe di Peter Sagan.

12.36 Già tre minuti di vantaggio per i fuggitivi.

12.32 Questi i nomi dei sette corridori al comando: Simone Ravanelli e Simon Pellaud (Androni-Giocattoli), Harm Vanhoucke (Lotto-Soudal), Alessandro Tonelli (Bardiani), Lorenzo Rota (Vini-Zabù), Rodrigo Contreras (Astana), Geoffrey Bouchard (Ag2r).

12.27 E’ partita la fuga, ne fanno parte sette corridori.

12.20 Antonello Orlando annuncia in diretta su Rai Sport che nessun corridore è risultato positivo ai tamponi fatti tra ieri e oggi.

12.16 Molti vogliono andare in fuga oggi poiché, dato che nel finale ci sono due muri, non è detto che il gruppo andrà a prenderli.

12.11 Continuano gli scatti, ma nessuno riesce a portare via un gruppetto.

12.06 Nuvole nere sopra il gruppo, molti corridori cercano la fuga.

12.00 Partiti!

11.56 La tappa sta per cominciare

11.48 Peter Sagan è arrivato alla partenza

11.41 Non dovrebbe avere problemi a difendere la maglia rosa, oggi, Joao Almeida

11.35 Data la presenza di due muri nel finale, Peter Sagan è il grande favorito della tappa odierna.

11.25 La maglia ciclamino Arnaud Demare non è sicura di poter essere competitiva oggi

11.18 Il profilo della tappa di oggi

11.10 Buongiorno a tutti amici ed amiche di OA Sport e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della tredicesima tappa del Giro d’Italia 2020

La presentazione della tappa odiernaLa cronaca della dodicesima tappaLe pagelle della dodicesima tappaLa Fagianata di Riccardo MagriniLa classifica attuale

LA TAPPA DI DOMANI CONEGLIANO-VALDOBBIADENE: I PAESI ATTRAVERSATI

LA TAPPA DI OGGI CERVIA-MONSELICE: PERCORSO, FAVORITI, ALTIMETRIA

LA FAGIANATA DI RICCARDO MAGRINI

LUCA SCINTO ATTACCA: “LE SQUADRE CHE VOGLIONO ABBANDONARE IL GIRO SI DEVONO VERGOGNARE. AL TOUR ERANO ZITTE…”

NUOVI TAMPONI AL GIRO D’ITALIA: TUTTE LE SQUADRE TESTATE TRA STASERA E DOMATTINA

SI FARA’ LO STELVIO? SPUNTA OTTIMISMO, MA C’E’ IL PIANO B CON TONALE E MORTIROLO

LA CLASSIFICA GENERALE DEL GIRO D’ITALIA

LA EF HA CHIESTO DI INTERROMPERE IL GIRO. L’UCI RIGETTA LA DOMANDA

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

LE PAGELLE DELLA TAPPA DI OGGI

VINCENZO NIBALI: “HO CAMBIATO LA MANTELLINA PER RESTARE ASCIUTTO: CERTE GIORNATE COSTANO CARO”

DOMENICO POZZOVIVO: “ABBIAMO MESSO IN DIFFICOLTA’ TANTE PERSONE”

VINCENZO NIBALI SENZA COMPAGNI DI SQUADRA: SQUALO COSTRETTO AL LAVORO SPORCO

VINCENZO NIBALI CERTOSINO CON LE MANTELLINE: SQUALO ATTENTISSIMO CONTRO FREDDO E PIOGGIA

DOMENICO POZZOVIVO FA LAVORARE LA NTT MA NON ATTACCA: LA SPIEGAZIONE TATTICA

JOAO ALMEIDA E LA FORZA DELLA DECEUNINCK: LA MAGLIA ROSA CON MASNADA E COMPAGNI

JAKOB FUGLSANG E L’ERRORE TATTICO DELL’ASTANA CON BOARO

TONINA PANTANI: “VOGLIO LA VERITA’ SU MIO FIGLIO. SO CHI E’ STATO, MA MI SERVONO LE PROVE”

MAURO VEGNI: “IL GIRO VA AVANTI SENZA OMBRE E ARRIVERA’ A MILANO. AVANTI A TESTA ALTA”

VIDEO HIGHLIGHTS TAPPA DI OGGI

LA CLASSIFICA DEGLI ITALIANI

TUTTE LE CLASSIFICHE

17.08 Grazie per averci seguito e buon proseguimento di serata. Un saluto sportivo.

17.06 Una tappa che in chiave classifica non ha detto nulla. Pozzovivo ha spremuto la squadra per tantissimi km, poi non ha attaccato; Nibali è rimasto prestissimo senza gregari; Almeida invece può contare su una formazione molto attrezzata, con Honoré, Masnada e Knox che lo hanno scortato in carrozza. La giornata odierna, con tantissima pioggia e freddo, potrebbe però rimanere nelle gambe e nel corpo di tanti corridori: gli effetti potremmo vederli nei prossimi giorni.

17.04 La classifica generale aggiornata. E’ uscito dai 10 l’austriaco Pernsteiner.

1 1 – ALMEIDA João Deceuninck – Quick Step 49:21:46
2 2 – KELDERMAN Wilco Team Sunweb 0:34
3 3 – BILBAO Pello Bahrain – McLaren 0:43
4 4 – POZZOVIVO Domenico NTT Pro Cycling 0:57
5 5 – NIBALI Vincenzo Trek – Segafredo 1:01
6 6 – KONRAD Patrick BORA – hansgrohe 1:15
7 7 – HINDLEY Jai Team Sunweb 1:19
8 8 – MAJKA Rafał BORA – hansgrohe 1:21
9 9 – MASNADA Fausto Deceuninck – Quick Step 1:36
10 11 ▲1 FUGLSANG Jakob Astana Pro Team 2:20

17.00 L’ordine d’arrivo della tappa di oggi:

1 NARVÁEZ Jhonatan INEOS Grenadiers 100 80 5:31:24
2 PADUN Mark Bahrain – McLaren 40 50 1:08
3 CLARKE Simon EF Pro Cycling 20 35 6:50
4 ROSSKOPF Joey CCC Team 12 25 7:30
5 PELLAUD Simon Androni Giocattoli – Sidermec 4 18 7:43
6 MCNULTY Brandon UAE-Team Emirates 15 8:25
7 KONRAD Patrick BORA – hansgrohe 12 ,,
8 GUERREIRO Ruben EF Pro Cycling 10 ,,
9 ALMEIDA João Deceuninck – Quick Step 8 ,,
10 GEOGHEGAN HART Tao INEOS Grenadiers 6 ,,
11 MASNADA Fausto Deceuninck – Quick Step 5 ,,
12 KELDERMAN Wilco Team Sunweb 4 ,,
13 HINDLEY Jai Team Sunweb 3 ,,
14 VAN EMPEL Etienne Vini Zabù – KTM 2 ,,
15 BIDARD François AG2R La Mondiale 1 ,,
16 POZZOVIVO Domenico NTT Pro Cycling ,,
17 NIBALI Vincenzo Trek – Segafredo ,,
18 HONORÉ Mikkel Frølich Deceuninck – Quick Step ,,
19 BOARO Manuele Astana Pro Team ,,
20 FUGLSANG Jakob Astana Pro Team ,,
21 MAJKA Rafał BORA – hansgrohe ,,
22 BILBAO Pello Bahrain – McLaren ,,
23 HAMILTON Chris Team Sunweb ,,
24 PEDRERO Antonio Movistar Team ,,
25 O’CONNOR Ben NTT Pro Cycling ,,

16.58 Arriva a 8’24” il gruppo maglia rosa, regolato allo sprint dall’americano McNulty.

16.57 La tappa di domani, da Cervia a Monselice, è insidiosa. I Muri di Roccolo e Calaone potrebbero fare danni nel finale. Dalla vetta dell’ultimo GPM mancheranno 16 km all’arrivo.

16.54 Siamo in attesa dell’arrivo del gruppo.

16.52 Siamo a Cesenatico, nella città Natale di Marco Pantani. Il Pirata non è morto, vive nei nostri cuori. Ogni giorno. Grazie per sempre, grande Marco.

16.50 Padun, sfortunatissimo, chiude a 1’07” da Narvaez.

16.49 Jhonatan Narvaez (Ineos Grenadiers) vince la tappa di Cesenatico in solitaria!

16.48 Dopo Caicedo, l’Ecuador vince un’altra tappa in questo Giro d’Italia. Mica male…

16.48 Narvaez imbocca l’ultimo km. Sarà una passerella: 50″ su Padun, a 8′ gli uomini di classifica.

16.47 Ultimi 2000 metri.

16.46 Per la Ineos sta per arrivare la terza vittoria di tappa in questo Giro d’Italia dopo le due di Ganna. Ricordiamo che l’azzurro avrà a disposizione altre due cronometro per rimpinguare il bottino…

16.45 Narvaez sta per entrare a Cesenatico. Il ritardo del gruppo maglia rosa è salito addirittura a 7’30”: si sono completamente rialzati!

16.43 5 km al traguardo. Narvaez deve gestire 32″ sullo sfinito Padun. E’ fatta per l’ecuadoriano. Forse avrebbe vinto lo stesso, ma questa tappa è stata decisa da una foratura.

16.41 E’ finita per Padun, le gambe non rispondono più. La pedalata è diventata appesantita, goffa. Sale a 24″ il ritardo da un Narvaez che invece mulina le gambe con grande agilità a 6 km dall’arrivo.

16.40 Narvaez è un ottimo corridore. Quest’anno ha vinto la Settimana Internazionale Coppi&Bartali davanti al nostro Andrea Bagioli.

16.40 Joao Almeida si versa addirittura del tè caldo sul collo!

16.39 Guadagna Narvaez! 15″ su Padun. iniziano ad indurirsi le gambe dell’ucraino.

16.38 A 6’29” il gruppetto maglia rosa tirato dalla Deceuninck-Quick Step di Almeida.

16.37 10 km all’arrivo e 10″ a dividere Narvaez e Padun. Ora è più appesantita la pedalata dell’ucraino.

16.37 Anche Pozzovivo cambia la mantellina.

16.36 OTTO SECONDI! 11 km all’arrivo, è appassionante il duello tra Narvaez e Padun. L’ucraino sta dimostrando cuore e carattere. Non si è arreso alla foratura. La pioggia sta penetrando nei muscoli, nell’anima, ma nello spirito arde il fuoco di una vittoria da raggiungere a tutti i costi.

16.33 Sia Narvaez sia Padun stanno facendo una sorta di cronometro individuale. Restano 10″ di vantaggio all’ecuadoriano.

16.32 Padun ora sta andando a doppia velocità rispetto a Narvaez! Solo 12″ per chiudere il gap!

16.31 CI CREDE PADUN! Si porta a 18″ da Narvaez! L’ucraino è più forte dell’ecuadoriano in pianura!

16.30 15 km all’arrivo.

16.28 Giornata interlocutoria tra gli uomini di classifica. Pozzovivo sembrava voler fare fuoco e fiamme, ha spremuto la NTT, ma alla fine non si è mosso. Abbiamo capito che Nibali ha un problema molto serio: la squadra. Joao Almeida, invece, può contare su una affidabilissima Deceuninck-Quick Step. Il portoghese sabato dovrebbe guadagnare ancora tanto nella cronometro di Valdobbiadene. Poi, per staccarlo sulle Alpi, bisognerà inventarsi qualcosa.

16.26 28 SECONDI DI VANTAGGIO per Narvaez nei confronti di Padun. E’ durissima per l’ucraino. Mancano 18 km. Anche qualora rientrasse, il sudamericano è comunque più veloce.

16.25 Nibali, molto attento e con grande esperienza, va a cambiarsi la mantellina per la terza volta. Il problema è che deve andare sempre in prima persona all’ammiraglia: lo Squalo paga una squadra che oggi si è completamente sfaldata. E’ rimasto senza compagni già dai 60 km all’arrivo.

16.25 Boaro riassorbito dal gruppetto maglia rosa. E’ un gregario di Fuglsang.

16.24 Padun sta cercando una disperata rimonta nei confronti di Narvaez.

16.22 Ora Joao Almeida ha messo davanti i propri compagni di squadra per non prendere alcun rischio in discesa. Continua a piovere incessantemente, temperatura di 10°. Siamo in autunno inoltrato, d’altronde.

16.20 UNA FORATURA DECIDE LA TAPPA! Gomma bucata per Padun in discesa, Narvaez si invola tutto solo. Che disdetta pazzesca per l’ucraino.

16.19 Pozzovivo si sfila nelle ultime posizioni del gruppetto, dove è rientrato anche il compagno di squadra O’Connor. Alla fine l’azione della NTT del lucano non ha prodotto nessun effetto.

16.18 25 km all’arrivo. Saranno l’ucraino Padun e l’ecuadoriano Narvaez a giocarsi la tappa. Clarke a 2’10”, a 4’10” gli ex-fuggitivi a 6’18” il gruppetto maglia rosa.

16.17 Anche il gruppo transita al GPM. Non è successo nulla.

16.16 Si sfila O’Connor, ora Pozzovivo è in testa a dettare il passo. Vincenzo Nibali è risalito, ora è a ruota di Kelderman.

16.15 Gli uomini di classifica stanno per raggiungere l’ultimo km al 9,6% di pendenza media. Lì potrebbe incendiarsi la corsa.

16.13 Vincenzo Nibali è abbastanza indietro in questa fase nel gruppetto dei favoriti. Almeida e Kelderman tallonano Pozzovivo.

16.12 30 km all’arrivo. Padun e Narvaez al GPM. Da ora sarà solo discesa e pianura. L’ecuadoriano, sulla carta, è nettamente più veloce dell’ucraino in caso di arrivo allo sprint.

16.10 Sulla salita precedente Vincenzo Nibali aveva risposto con grande brillantezza all’accelerazione della NTT di Pozzovivo. Lo stesso si può dire anche per Joao Almeida. Meno brillante era apparso Fuglsang, che successivamente ha anche forato.

16.09 Clarke ormai si è arreso. Dopo la foratura è precipitato a 1’27” da Padun e Narvaez. A 6’50” il gruppo maglia rosa. Attenzione perché l’ultimo km è davvero duro. La sensazione è che Pozzovivo possa provare a portare via un gruppetto. Ma con chi?

16.08 Attenzione perché O’Connor sta frantumando il gruppo! Almeida però è attentissimo a ruota di Pozzovivo…

16.07 Si stacca Campenaerts, ora O’Connor in testa al gruppetto maglia rosa: è l’ultimo gregario a disposizione di Pozzovivo.

16.06 Masnada, Knox e Honoré: la maglia rosa Joao Almeida ha ancora a disposizione ben tre gregari…E’ dura attaccarlo…

16.05 FORATURA ANCHE PER PELLO BILBAO! Asfalto insidiosissimo! Lo spagnolo, terzo della generale, sta rientrando abbastanza agevolmente.

16.04 Domenico Pozzovivo ha spremuto a fondo la squadra. Proverà un attacco ora sul Gorolo? Il problema è che dal GPM mancheranno ancora 31 km, di cui 13 di pianura. Forse troppi.

16.03 Sfortunatissimo anche Clarke. Ha forato ed è stato costretto a cambiare la bici.

16.02 Subito Clarke torna a perdere dalla coppia di testa. L’australiano è a 50″. A 2’52” un altro gruppetto con i fuggitivi della prima ora, poi a 6’54” il gruppo maglia rosa. Oggi, dunque, i favoriti non avranno a disposizione abbuoni da spartirsi.

16.01 INIZIATA LA SALITA FINALE!

16.00 Clarke sta guadagnando, si trova a 30″ da Narvaez e Padun. L’australiano sta dando tutto, ma a breve in salita farà nuovamente tanta fatica!

15.58 Fuglsang, con grande fatica, sta rientrando sui favoriti dopo la foratura.

15.57 Fra 3 km i fuggitivi inizieranno l’ultimo GPM di giornata, Gorolo-San Giovanni in Galilea. E’ un quarta categoria di 4,4 km al 6,3% di pendenza media e massima del 14%. L’ultimo km però è molto duro, al 9,6% di pendenza media. Si muoveranno gli uomini di classifica?

15.55 Saranno Padun e Narvaez a giocarsi la tappa. Stanno andando fortissimo, sono due corridori giovani e di prospettiva. Sale a 6’02” il ritardo del gruppetto maglia rosa. E’ basso il ritmo imposto dalla NTT di Pozzovivo con il belga Campenaerts.

15.53 L’australiano Clarke si trova a 50″ dalla coppia di testa composta dall’ucraino Padun (Bahrein-McLaren) e dall’ecuadoriano Narvaez (Team Ineos Grenadiers).

15.52 Pozzovivo continua a far lavorare Campenaerts in testa al gruppetto dei favoriti. L’andatura però è calata molto.

15.51 FORATURA PER JAKOB FUGLSANG! Per nulla fortunato il danese in questo Giro d’Italia.

La presentazione della tappa odiernaLa cronaca dell’undicesima tappaLe pagelle dell’undicesima tappaLa Fagianata di Riccardo MagriniLa classifica attuale 

TUTTI I PAESI ATTRAVERSATI NELLA TAPPA DI OGGI CESENATICO-CESENATICO

Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della dodicesima tappa del Giro d’Italia 2020. Saranno 204 i chilometri da affrontare con partenza e arrivo a Cesenatico, per una frazione con 3800 metri di dislivello, che ricalca perfettamente il percorso della Gran Fondo Nove Colli, in un continuo susseguirsi di salite e di discese che non lasceranno neanche un attimo di respiro; anzi, potrebbero regalare dei bei colpi di scena in ottica classifica generale. Attenzione al meteo, che pare decisamente incerto.

Questo lungo saliscendi avrà inizio dopo 27 chilometri, anche se la corsa entrerà nel vivo al chilometro 76,9 con l’ascesa di Ciola: 6 km al 6,4%, con punte del 12% nella sua prima parte. Una veloce discesa condurrà al GPM di Barbotto (km 90,3), con un’impennata di soli 4,5 chilometri all’8,4% e picchi del 17% nel finale. Attenzione alla salita di Perticara, divisa in due parti ben distinte con 1,8 chilometri al 9,8% e punte del 16% fino a Montetiffi, e altri 8,1 chilometri al 4,7%, con picchi del 12%.

Dopo il traguardo volante di Novafeltre (km 130,4), ci sarà la picchiata verso Madonna di Pugliano (km 140,4) nei suoi 9,1 chilometri a gradoni con punte del 12%, e una media del 5,5%. L’ultimo GPM è presente al km 173,5, ed è quello di Gorolo-San Giovanni in Galilea, con la sua impennata di 4,4 chilometri al 6,3%, con un massimo del 14% nel finale. Dopo 10 chilometri ci sarà il traguardo volante di Savignano sul Rubicone, e gli ultimi 14 saranno totalmente pianeggianti.

Chi avrà il coraggio, l’inventiva per scombussolare la classifica generale, avrà tantissime occasioni per lanciare la sfida in questo susseguirsi di salite e discese. La corsa andrà smossa da lontano, non nel finale che non favorisce nessuno. Qualcuno potrebbe insidiare pesantemente la maglia rosa Joao Almeida e la sua Deceuninck-Quick Step per capire fin dove può arrivare il giovane portoghese. Ovviamente ne lui ne il Wolfpack staranno a guardare. Dunque potrebbe muoversi il Team Sunweb di Wilco Kelderman, attualmente secondo in classifica, con Jai Hindley nono, costringendo gli altri ad inseguire e a far scoppiare la bagarre nel gruppo dei big della generale. Attualmente è questa la formazione più forte in corsa.

Ma anche lo stesso Pello Bilbao (Bahrain McLaren), al momento terzo, ha già dimostrato di avere una bella gamba nella tappa di Tortoreto. Avrà di fronte un percorso adattissimo alle sue caratteristiche, e non teme affatto la possibile pioggia. La Trek-Segafredo invece, ha dei limiti. Vincenzo Nibali non può muoversi da solo troppo lontano dal traguardo, ha bisogno di Giulio Ciccone, e andrà verificata la condizione degli altri compagni di squadra. E cosa farà la Bora-Hansgrohe di Patrick Konrad e Rafal Majka? Attenzione perchè potrebbero essere due mine vaganti.

Abbiamo dunque Jakob Fuglsang (Astana), sfortunatissimo a Tortoreto, e con 2’20” da recuperare. La tappa odierna assomiglia alla Liegi-Bastogne-Liegi, la sua classica, ed è adattissimo su un percorso come quello della Nove Colli. Ci vogliono gambe, coraggio e voglia di muovere la corsa, come ha fatto finora Domenico Pozzovivo (NTT Pro Cycling) che, sfortuna a parte, si è sempre mosso in prima persona per far saltare il banco. Ha una grandissima condizione, si butta in discesa e si fa sempre vedere in salita. Potrebbe essere il primo uomo a muoversi, ma occhio alla pioggia.

Per la vittoria di tappa, pensando agli uomini ormai fuori di classifica, Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling) ha dalla sua parte una ghiotta occasione per incrementare il proprio vantaggio per la maglia dei GPM. Dietro di lui peró c’è un Giovanni Visconti (Vini Zabù Brado KTM) con una grinta da vendere, e colui ha battuto il siciliano sull’Etna, Jonathan Caicedo, compagno di squadra di Guerreiro. Pensando agli uomini da classiche, non è da escludere una doppietta da parte di Diego Ulissi (UAE Team Emirates).

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE della dodicesima tappa del Giro d’Italia 2020 dalle ore 10.30. Buon divertimento!

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top