Giro d’Italia 2020, la tappa di oggi Cervia-Monselice: percorso, altimetria, favoriti. Attenzione al Muro di Calaone!


Quest’oggi, venerdì 16 ottobre, andrà in scena la tredicesima tappa del Giro d’Italia 2020. Saranno 192 i chilometri da affrontare tra Cervia e Monselice in quella che, sulla carta, potrebbe essere una frazione riservata alle ruote veloci del gruppo, ma che in realtà, nei suoi ultimi 37 chilometri contraddistinti dal Muro di Roccolo e quello di Calaone, potrebbe regalare delle belle sorprese. Le loro pendenze impegnative potrebbero favorire i finisseur per un’ipotetica vittoria di tappa, ma anche creare qualche insidia per alcuni big della classifica generale, che dovranno stare molto attenti.

CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA LIVE DELLA TREDICESIMA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA 2020 DALLE ORE 11.10

Loading...
Loading...

PERCORSO

I primi 155 chilometri sono completamente pianeggianti. La prima vera bagarre avverrà a Rovigo, dov’è posizionato il primo sprint intermedio, e poi a Calzignano Terme, dov’è presente il secondo traguardo volante. Successivamente avrà inizio la prima salita di giornata, il GPM di quarta categoria di Roccolo: 4,1 chilometri all’8,3% di pendenza media, ma con l’ultimo chilometro addirittura al 13,4% di media. Dallo scollinamento mancheranno 30 chilometri al traguardo. Una discesa di 8 chilometri condurrà i corridori ad un altro GPM di quarta categoria, ovvero Calaone: 2,1 chilometri al 9,8% di pendenza media, e con la prima metà caratterizzata da punte all’11%. Dalla cima mancheranno 16 chilometri alla fine, di cui 4 in discesa, e gli ultimi 12 totalmente pianeggianti.

ALTIMETRIA

FAVORITI

Peter Sagan (Bora-hansgrohe) è il candidato numero uno per un attacco da lontano assieme a Diego Ulissi (UAE Team Emirates); entrambi già andati a segno in questa Corsa Rosa. Altri finisseur potrebbero essere Andrea Vendrame (AG2R La Mondiale), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), il super fuggitivo Simon Pellaud (Androni Giocattoli-Sidermec), due ragazzi in gran forma come Ben Swift (Ineos Grenadiers) e Brandon McNulty (UAE Team Emirates), o il leader dei GPM Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling).

Attenzione poi a Davide Ballerini, che potrebbe ricevere il via libera per giocarsi una vittoria di tappa da parte di una Deceuninck-Quick Step nuovamente pronta a supportare e difendere la maglia rosa Joao Almeida da possibili attacchi. Le squadre più temibili sono sicuramente il Team Sunweb di Wilco Kelderman, e la NTT Pro Cycling di Domenico Pozzovivo. E dopo una tappa come quella di Cesenatico, dove hanno deluso le aspettative, andranno verificati i possibili movimenti da parte della Trek-Segafredo di Vincenzo Nibali e l’Astana di Jakob Fuglsang. Attenzione alla Bora-hansgrohe di Patrick Konrad e Rafal Majka, che da una parte si sta giocando la generale, e dall’altra sogna la maglia a punti con Sagan.

In caso di un possibile sprint, non è da escludere una storica cinquina da parte di Arnaud Démare (Groupama-FDJ), anche se Sagan non resterà lì a guardare. L’Italia si affiderà in primis alla coppia della Cofidis formata da Elia Viviani e Simone Consonni. E attenzione, perchè nella lotta potrebbe inserirsi anche il colombiano Alvaro Hodeg (Deceuninck-Quick Step).

LIVE Giro d’Italia 2020, Cervia-Monselice in DIRETTA: i Muri di Roccolo e Calaone rendono il finale imprevedibile!

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Loading...

Lascia un commento

scroll to top