Bye bye Ben Ainslie. Ineos UK oscurata dall’eclissi di Luna Rossa

Bye bye Ben Ainslie. Game over. E’ finita. Ineos UK torna a casa. I profeti di sventura si sono sbagliati. “Luna Rossa tornerà a casa tra fiumi di lacrime“, aveva profetizzato qualche blogger d’Oltremanica. La boria e la supponenza dei sudditi della Regina è stata spazzata via dal ciclone Luna Rossa. Gli italiani hanno incassato le punzecchiature e le offese a testa bassa, senza cadere nelle provocazioni e rispondendo solo dove contava realmente farlo: in mare. Con i fatti il Team Prada Pirelli ha rapidamente sgretolato le certezze di chi si sentiva intoccabile e, forse, persino inattaccabile.

Come dimenticare le tante ingiurie delle ultime settimane? Tutto era iniziato dopo la prima regata del round robin, quando Luna Rossa aveva vinto un ricorso per l’outhaul irregolare di Britannia, costato un warning ed una multa di 5000 dollari agli inglesi. Ben Ainslie aveva definito addirittura “rozzo” il comportamento degli italiani, tra l’altro per il solo motivo di aver chiesto un semplice rispetto delle regole…

Il noto blogger Magnus Wheatley aveva addirittura definito ridicolo il modus operandi della compagine finanziata da Patrizio Bertelli, prevedendo un netto predominio da parte di Ben Ainslie. Quest’ultimo è un fuoriclasse della vela, nessuno lo mette in discussione: i quattro ori olimpici parlano per lui. Tuttavia ha approcciato la Finale di Prada Cup con supponenza e spocchia quasi fastidiose. Ancora domenica scorsa, dopo il 4-0 firmato da Luna Rossa, aveva dichiarato: “Oggi abbiamo regalato due punti“. Quasi a voler negare l’evidenza.

Ma non è certo finita qui…Ineos UK non ha mancato di pungere nuovamente Luna Rossa ancora una volta per aver chiesto il rispetto delle regole. Gli organizzatori e gli stessi britannici desideravano infatti riprendere le regate il 26 febbraio, ma il Challenger of Record ha fatto valere i propri diritti ed il regolamento, d’altronde, parlava chiaro: anche con un’allerta Covid di livello 2 si poteva gareggiare in ossequio al protocollo vigente e ratificato da tutti i team iscritti alla Prada Cup. Ciò nonostante Ben Ainslie ha definito gli italiani addirittura “machiavellici. Non hanno prospettiva e cambiano le regole in corsa”. Tutto questo alla vigilia della quinta regata…

Prada Cup, Ineos ha fatto ricorso contro Luna Rossa per le regate di ieri! E le foto da Facebook…

Ineos è stata completamente oscurata dall’eclissi di Luna Rossa. E’ stata una finale a senso unico, la barca italiana si è rivelata superiore in ogni condizione di vento. Ha asfaltato gli avversari, senza concedergli l’opportunità di reagire. I britannici, dopo il punto della bandiera ottenuto ieri, già pregustavano una rimonta dirompente, magari sfruttando il forte vento atteso da domani nel Golfo di Hauraki. Purtroppo per loro dovranno invece allestire il viaggio di ritorno. Luna Rossa si è rivelata due spanne sopra Britannia in condizioni di vento leggero, ha mostrato un vantaggio importante anche in fase di manovra, mentre con brezza più sostenuta le due barche sono sembrate equivalenti. Nel complesso i timonieri James Spithill e Francesco Bruni hanno inflitto delle severe lezioni in partenza a Ben Ainslie, che solo nella regata conclusiva è riuscito veramente a tirare fuori gli artigli, anche se non è bastato.

Nonostante torni a casa con la coda tra le gambe, Ben Ainslie non ha perso per nulla il suo atteggiamento sprezzante: “Complimenti a Luna Rossa. Ma torneremo e ci rivedremo!“. Speriamo non in Nuova Zelanda, verrebbe da dire. Ed ora per Luna Rossa si profilano all’orizzonte i  padroni di casa. Ed anche i neozelandesi non hanno di certo lesinato gli insulti nelle ultime settimane…

Federico Militello

Foto: Lapresse

L’ANALISI DI STEFANO VEGLIANI: IN ARRIVO NUOVI PEZZI PER LUNA ROSSA DALL’ITALIA

CALENDARIO AMERICA’S CUP, LUNA ROSSA-TEAM NEW ZEALAND: PROGRAMMA, DATE, ORARI, TV

PAZZESCO: RICORSO DI INEOS CONTRO LUNA ROSSA. TUTTO DA UNA FOTO PRESA DA FACEBOOK!

VASCO VASCOTTO: “DIO, TI PREGO DI DARCI POCO VENTO CON I NEOZELANDESI!”

LUNA ROSSA: SERVE L’IMPRESA DELLA VITA. I PRECEDENTI CON NEW ZEALAND FANNO RABBRIVIDIRE

COSA ASPETTARSI DA TEAM NEW ZEALAND? BARCA ESTREMA CON SOLUZIONI INNOVATIVE. MA NELLE WORLD SERIES…

LA CRONACA DI LUNA ROSSA-INEOS 7-1

LA CRONACA DEL 6-1 DI LUNA ROSSA

BYE BYE BEN AINSLIE: INEOS UK OSCURATA DALL’ECLISSI DI LUNA ROSSA. BORIA BRITANNICA SPAZZATA VIA

MAX SIRENA: “DEDICATA AGLI ITALIANI CHE SOFFRONO. LAVORIAMO PER GIOCARCELA CON NEW ZEALAND”

TEAM NEW ZEALAND: IL TIMONIERE E L’EQUIPAGGIO

JAMES SPITHILL: “NEW ZEALAND COME GLI ALL BLACKS, SARA’ UNA BATTAGLIA INFERNALE”

FRANCESCO BRUNI: “FAREMO DI TUTTO PER VINCERE LA COPPA AMERICA, E’ UNA PROMESSA”

VIDEO: LO SPETTRO DI TEAM NEW ZEALAND SI AGGIRA PER LA BAIA…

VIDEO: RIVIVI LE REGATE DEL TRIONFO DI LUNA ROSSA

VIDEO: LUNA ROSSA ALZA LA BANDIERA. “PRADA CUP WINNER”

JAMES SPITHILL: “HO GRANDE RISPETTO PER BEN AINSLIE”

VIDEO: LA FESTA A BORDO DI LUNA ROSSA CON LO CHAMPAGNE

VIDEO, LA PREMIAZIONE DI LUNA ROSSA: MAX SIRENA ALZA AL CIELO LA PRADA CUP?

BEN AINSLIE: “COMPLIMENTI A LUNA ROSSA, MA CI RIVEDREMO”

TUTTE LE VITTORIE DELL’ITALIA NELLA LOUIS VUITTON CUP/PRADA CUP

VIDEO: IL RIENTRO TRIONFALE IN PORTO DI LUNA ROSSA

IL REGOLAMENTO DELL’AMERICA’S CUP

IL SALUTO DI TEAM NEW ZEALAND A LUNA ROSSA IN LINGUA MAORI

VIDEO: IL TRIBUTO DI INEOS UK A LUNA ROSSA

QUANTI SOLDI HA GUADAGNATO LUNA ROSSA CON LA VITTORIA DELLA PRADA CUP?

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Prada Cup, Ineos ha fatto ricorso contro Luna Rossa per le regate di ieri! E le foto da Facebook…

Luna Rossa, 7 “rozzi” schiaffoni contro gli insulti: Ineos si inginocchia dopo mille offese e “torna a casa in lacrime”