Seguici su

Live Sport

LIVE Tour de Ski 2024, 20 km Dobbiaco in DIRETTA: Pellegrino ancora nella top10 tra gli uomini! Trionfo per Amundsen e Diggins

Pubblicato

il

Federico Pellegrino

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

13.39. Grazie per averci seguito, buona giornata e buon 2024!

13.38: Si chiude qui la nostra diretta da Dobbiaco. Il Tour de Ski 2023-2024 sembra avere trovato i suoi padroni: scalzare Amundsen e Diggins dalla prima posizione sarà molto complicato per gli altri protagonisti ma le sorprese sono dietro l’angolo. L’appuntamento è per mercoledì con la spinti in classico a Davos in Svizzera

13.36: Di Centa chiude al 38mo posto a 6’25”, Comarella 41ma a 6’55”, Sanfilippo è 43ma a 7’16”, Monsorno 54ma a 9’27”

13.34: Taglia il traguardo la prima delle azzurre, Caterina Ganz 33ma a 5’39”, ha subito un ritardo di 3 minuti e mezzo in questa gara

13.31: La classifica generale dunque dice Diggins in testa, a 47″ Carl, a 48″ Svahn, a 50″ Slind, a 52″ Weng, a 53″ Niskanen e Karlsson, a 56″ Ribom, a 1’18” Parmakoski

13.29: Carl seconda a 46″, Svahn terza a 48″ davanti a Sundling, poi nel giro di un paio di secondi Slind, Weng, Karlsson, Niskanen, Ribom a 55″, Parmakoski a 1’18”

13.28: Il trionfo di Jessie Diggins, lepre dal primo all’ultimo km di questa esaltante 20 km!

13.27. Diggins vicina al traguardo

13.26: Svahn ripresa dal gruppo di Karlsson, si stacca leggermente Ribom e dunque restano in sei all’inseguimento di Carl per il secondo posto

13.24: Al km 19.6: Diggins davanti, a 49″ Carl, a 54″ Svahn, a 1’01” Sundling, Ribom, Karlsson, Weng, Slind, Niskanen, a 1’15” Parmakoski, a 2’01” Brennan, Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober, a 2’07” Hennig

13.22: Al km 19 Diggins davanti, cambia la situazione dietro: a 54″ Carl, a 56″ Svahn, a 1’04” Sundling, Ribom, Karlsson, Weng, Slind, a 1’08” Niskanen, a 1’12” Parmakoski

13.19: Al km 18.3 Diggins davanti, a 56″ Carl e Svahn, a 1’09” Sundling, Niskanen, Ribom, Karlsson, Weng, Parmakoski, Slind, a 2’01” Hennig, Brennan, Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober

13.17: penultimo passaggio allo stadio, km 17.6: Diggins davanti, a 57″ Carl e Svahn, a 1’18” Sundling, Niskanen, Ribom, Karlsson, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’56” Hennig, Brennan, a 2’02” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober

13.13: Al km 15.2 Diggins davanti, a 58″ Carl e Svahn, a 1’23” Sundling, Niskanen, Ribom, Karlsson, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’41” Hennig, a 1’48” Brennan, a 2’01” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober

13.10. Al km 14.6 Diggins davanti, a 1’01” Carl e Svahn, a 1’25” Sundling, Niskanen, Ribom, Karlsson, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’40” Hennig, a 1’46” Brennan, a 2’03” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober. Ganz 31ma a 4’48”, Comarella 37ma a 5’25”, Di Cena 39ma a 5’30”

13.08: Al km 13.9 Diggins davanti, a 56″ Carl e Svahn, a 1’27” Sundling, Niskanen, Ribom, Karlsson, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’34” Hennig, a 1’43” Brennan, a 2’02” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober

13.05: Al km 13.2 Diggins sempre più sola davanti, a 53″ Carl e Svahn, a 1’27” Sundling, Niskanen e Ribom, a 1’32” Karlsson, Hennig, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’37” Brennan, a 2’03″” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober

13.01: Al km 10.8 Diggins davanti, a 47″ Carl e Svahn, a 1’22” Sundling, Niskanen e Ribom, a 1’36” Brennan, Karlsson, Hennig, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’59” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober. 31ma a 4’10” Ganz

12.58: Al km 10.2 Diggins davanti, a 48″ Carl e Svahn, a 1’22” Sundling, Niskanen e Ribom, a 1’34” Brennan, Karlsson, Hennig, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’57” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober

12.57: Al km 9.5 Diggins davanti, a 42″ Carl e Svahn, a 1’16” Sundling, Niskanen e Ribom, a 1’33” Brennan, Karlsson, Hennig, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’53” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober

12.54: Al km 8.8 Diggins davanti, a 40″ Carl e Svahn, a 1’10” Sundling, Niskanen e Ribom, a 1’28” Brennan, a 1’35” Karlsson, Hennig, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’51” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober. Ganz 35ma a 3’46”, è in un gruppo l’azzurra

12.48: Al km 6.4 Diggins davanti, a 38″ Carl e Svahn, a 1’02” Sundling, Niskanen e Ribom, a 1’13” Brennan, a 1’35” Karlsson, Hennig, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’49” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober. Ganz è 31ma a 3’23” assieme a Myhrvold

12.46: Al km 5.8: Diggins davanti, a 40″ Carl e Svahn, a 50″ Sundling, Niskanen e Ribom, a 1’08” Brennan, a 1’34” Karlsson, Hennig, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’46” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober

12.44: Al km 5.1 Diggins davanti, a 34″ Carl e Svahn, a 50″ Sundling, Niskanen e Ribom, a 1’05” Brennan, a 1’29” Karlsson, Hennig, Weng, Parmakoski, Slind, a 1’43” Andersson, Eiduka, Faehndrich, Stadlober. Ganz è 32ma a 3’01”

12.41: Al km 4.4 Diggins davanti, a 28″ Carl e Svahn, a 44″ Sundling, a 47″ Niskanen e Ribom, a 58″ Brennan, a 1’24” Karlsson, Hennig, Weng, Parmakoski, Slind

12.37. Al km 2 Diggins davanti, a 20″ Carl e Svahn, a 36″ Sundling, a 44″ Niskanen e Ribom, a 51″ Brennan, a 1’15” Karlsson, a 1’21” Hennig, Weng, Parmakoski, Slind. Ganz è 30ma a 2’38”

12.35: Al km 1.4 Diggins davanti, a 21″ Carl e Svahn, a 36″ Sundling, a 45″ Niskanen, a 52″ Brennan e Ribom, a 1’14” Karlsson, a 1’19” Hennig, Weng, Parmakoski, Slind

12.33: Ai 700 Diggins davanti, a 13″ Carl e Svahn, a 25″ Sundling, a 35″ Niskanen, a 43″ Brennan e Ribom, a 1’11” Hennig, Karlsson, Weng, Parmakoski

12.32 Partita anche la prima azzurra, Caterina Ganz

12.30: Partita Diggins

12.29: C’è il sole dopo la notte di neve su Dobbiaco, la neve non ha creato troppi problemi già in mattinata alla gara maschile e dunque gara regolare in vista

12.27: L’obiettivo delle azzurre, in particolare Caterina Ganz, buona protagonista della prima parte della Coppa ma deludente ieri, fuori dalle prime 30, è centrare la zona punti. Al via anche, a meno di rinunce dell’ultima ora, Federica Sanfilippo, Nicole Monsorno, Anna Comarella, Martina Di Centa, ieri tutte al di sotto delle aspettative e oggi chiamate ad un pronto riscatto. Non partono De Martin Pinter e Laurent, che hanno lasciato il Tour come da programma

12.25: Questa la generale prima della gara odierna: Diggins, a 7″ Carl, a 11″ Svahn, a 19″ Sundling, a 28″ Niskanen, a 35″ Brennan, a 38″ Ribom, a 58″ Hennig.

12.23: Alcune delle atlete più vicine a Diggins in classifica (Niskanen, Hennig, Carl, Brennan su tutte)  sono più specialiste della tecnica classica e dunque dovranno impostare la gara sulla difensiva, mentre le svedesi Linn Svahn e Jonna Sundling proveranno a restare in corsa su una distanza che non si addice alle loro caratteristiche di sprinter, mentre Frida Karlsson e Ebba Andersson, che non è al meglio, che se la cavano benissimo in libera, sono lontane circa un minuto in classifica che si potrebbe rimescolare in modo importante.

12.21: In campo femminile le sorprese non sono certo mancate nelle prime due giornate di gara, anche se la prima della classe nella generale è la favorita della vigilia, Jessie Diggins che ieri è riuscita a salire sul podio a tecnica classica e oggi potrebbe trovarsi a fare da lepre nella tecnica che predilige.

12.18: Tra poco la gara femminile

12.15: Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla diretta live della terza tappa del Tour de Ski 2023-2024, la 20 km pursuit a tecnica libera valida per la Coppa del Mondo di sci di fondo 2023-2024 in programma a Dobbiaco

11.04: Si chiude qui la gara maschile, l’appuntamento fra poco più di un’ora, alle 12.30 per la gara femminile che regalerà sicuramente emozioni forti. Grazie per averci seguito, buona giornata e buon anno. A più tardi!

11.03: In arrivo gli ultimi atleti, non ci sono altri italiani in gara

11.01: Sono arrivati altri due azzurri, Salvadori 52mo  e Daprà 53mo a 5’38”, 68) Noeckler a 9’14”

10.58. Questa la classifica generale del Tour de Ski dopo le prime tre tappe: 1) Amundsen, 2) Valnes a 32″, 3) Poromaa, Jenssen, Nyenger a 1’04”, 6) Moch a 1’05”, 7) Klee e Lapalus a 1’06”, 9) Pellegrino a 1’08”, 10) Scumacher a 1’09”, 11) Burman a 1’11”

10.57: Barp è crollato nel finale, è 35mo a 3’50”, 36mo Carollo a 3’54”, 39mo Ventura a 3’57”

10.56: Hyvarinen taglia il traguardo a 3’04” da Amundsen, distacchi pesantissimi, gli azzurri devono ancora arrivare

10.54: Sesto Moch, settimo Klee, ottavo Lapalus, nono uno stoico Pellegrino che difende la top 10 in classifica, decimo Schumacher

10.53: terzo posto per Jenssen a completare la tripletta norvegese, quarto Poromaa, quinto Nyenget

10.52: Il norvegese Amundsen vince la 20 km di Dobbiaco e vola in testa alla classifica, secondo posto per Valnes a 33″

10.51: Bravissimo l’azzurro a gestire il momento di difficoltà, ora è in coda al gruppetto, mentre i norvegesi di testa si avvicinano al traguardo

10.50: Pellegrino si riaggancia al gruppetto degli inseguitori ma ora c’è l’attacco di Lapalus

10.49: Al  km 19.6 Amundsen davanti, a 28″ Valnes, A 1’15” Burman, Poromaa, Moch, Klee,  Nyenget, Lapalus, Jenssen, a 1’20” Schumacher e Pellegrino

10.46: Al km 19 Amundsen davanti, a 26″ Valnes, Pellegrino perde contatto dai primi, deve cercare di gestire in questo finale l’azzurro. A 1’11” Burman, Poromaa, Moch, Klee,  Nyenget, Lapalus, Jenssen, a 1’20” Schumacher e Pellegrino

10.45: Al km 18.3 Amundsen davanti, a 21″ Valnes, a 1’22” Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Pellegrino, Lapalus, Jenssen. Si ritira Toenseth

10.42: Al km 17.6 Amundsen davanti, a 14″ Valnes, a 1’22” Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Pellegrino, Lapalus, Jenssen, a 1’57” Doennerstag, Veermeulen, Faehndrich, Boegl, Cyr, Golberg, Schely, Pralong, Notz

10.40: Aumenta il vantaggio di Amundsen su Valnes prima del penultimo passaggio allo stadio

10.38: Al km 15.2 Amundsen davanti, Valnes a 3″, a 1’15” Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Pellegrino, Lapalus, Jenssen, a 1’51” Doennerstag, Veermeulen, Faehndrich, Boegl, Cyr, Golberg, Schely, Pralong

10.37: L’attacco di Amundsen, Valnes prova a resistere ma perde qualche metro

10.34: Al km 13.9 Valnes e Amundsen, a 1’12” Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Pellegrino, Lapalus, Jenssen, a 1’45” Doennerstag, Veermeulen, Faehndrich, Boegl, Cyr, Golberg, Schely, Berglund, Pralong, Barp si stacca dal gruppo a 2’35”

10.31. Al km 13.2 Valnes e Amundsen, a 1’05” Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Pellegrino, Lapalus, Jenssen, a 1’36” Hyvarinen, Vuorinen, Doennerstag, Veermeulen, Faehndrich, Boegl, Cyr, Golberg, Schely, Berglund, Pralong

10.28: Al km 10.8 Valnes e Amundsen, a 1’13” Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Pellegrino, Lapalus, Jenssen, a 1’22” Hyvarinen, a 1’33” Vuorinen, Doennerstag, Veermeulen, Faehndrich, Borgl, Cyr, Golberg a 1’39” Schely, a 1’42” Berglund, Pralong, a 1’50” Manificat, Johansson, Halfvarsson, Ogden, Notz, Anger, Chappaz, Barp

10.27: Al km 10.2 Valnes e Amundsen, a 1’13” Hyvarinen, Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Pellegrino, Lapalus, Jenssen, a 1’29” Vuorinen, Doennerstag, Veermeulen, Faehndrich, Borgl, Cyr, Golberg, Ogden

10.24: Al km 9.5 Valnes e Amundsen, a 1’16” Hyvarinen, Burman, Vuorinen, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Pellegrino, Lapalus, Jenssen, si stacca Ogden, a 1’35” Doennerstag, Veermeulen, Faehndrich, Borgl, Cyr, Golberg, Ogden, Barp si stacca, è a 1’55”

10.21: Al km 8.8 Valnes e Amundsen, a 1’16” Hyvarinen, Burman, Vuorinen, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Pellegrino, Lapalus, Jenssen, si stacca Ogden, a 1’43” il gruppo con Barp

10.17: Al km 6.4 Valnes e Amundsen, a 1’16” Ogden, Hyvarinen, Vuorinen, Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Pellegrino, Lapalus, Haeggstroem, Jenssen, a 1’40”, si stacca Chappaz, il gruppo con Barp, allungato, a 1’42”

10.16: Al km 5.8 Valnes e Amundsen, a 1’19” Ogden, Hyvarinen, Vuorinen, Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Chappaz, Pellegrino, Lapalus, Haeggstroem, Jenssen, a 1’40” il gruppo con Barp, che però è leggermente staccato da Halfvarsson che fa l’andatura

10.13: Al km 5.1 Valnes e Amundsen, a 1’08” Ogden, Hyvarinen, Vuorinen, Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Chappaz, Pellegrino, Lapalus, Haeggstroem, Jenssen, a 1’40” il gruppo con Barp

10.11: Al km 4.4 Valnes e Amundsen, a 58″ Ogden e Hyvarinen, a 1’12” Vuorinen, Burman, Poromaa, Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Chappaz, Pellegrino, Lapalus, Haeggstroem, Jenssen, a 1’37” il gruppo con Barp

10.09: Si fa più intensa l’azione dei due svedesi che stanno aumentando il vantaggio sugli inseguitori più immediati

10.07: Al km 2 Valnes e Amundsen, a 36″ Ogden e Hyvarinen, a 1’04” Vuorinen, Burman e Poromaa, a 1’11” Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Chappaz, Pellegrino, Lapalus, Haeggstroem, Jenssen, a 1’36” il gruppo con Barp

10.05: Al km 1.4 Valnes e Amundsen, a 33″ Ogden e Hyvarinen, a 57″ Vuorinen, a 1’03” Burman e Poromaa, a 1’14” Moch, Klee, Schumacher, Nyenget, Chappaz, Pellegrino, Lapalus, Haeggstroem, Jenssen

10.02: Ai 700 metri Valnes e Amundsen, a 34″ Ogden, a 37″ Hyvarinen, a 57″ Vuorinen, a 1’08” Burman e Poromaa, a 1’20” Moch, Klee, Schumacher, Chappaz, Pellegrino, Lapalus, Haeggstroem, Jenssen

10.01: Partito Federico Pellegrino

10.00: Partiti i primi due norvegesi

9.59: Dobbiaco, come tutta la Val Pusteria, è ricoperta di una coltre di neve caduta in nottata che sicuramente avrà fatto lavorare non poco gli addetti alla preparazione degli sci delle varie Nazionali. Non sono escluse sorprese in questo senso.

9.57: n casa Italia Federico Pellegrino cercherà di difendere la top 10 nella generale, nonostante una condizione non straordinaria e la sfortuna che ieri gli ha fatto perdere tanto tempo nel finale a causa della lieve nevicata che ha rallentato la pista. Per il resto al via una squadra ben nutrita con Paolo Ventura, Simone Daprà, Elia Barp, Giandomenico Salvadori e Martino Carollo.

9.54: Doppio forfait importante questa mattina, non c’è l’azzurro Francesco De Fabiani che non è riuscito a smaltire i postumi da influenza e ha dovuto abbandonare, così come il britannico Musgrave. Si sono ritirati anche Graz, Hellweger e Chiocchetti, non adatti alle lunghe distanze

9.52: Questa la classifica generale prima della gara odierna: Valnes in testa, 2) Amundsen a 4″, 3) Ogden a 28″, 4) Hyvarinen a 38″, 5) Vuorinen a 53″, 6) Burman a 1’09”, 7) Poromaa a 1’18”, 8) Pellegrino e Nyenget a 1’24”, 10) Klee e Moch a 1’25”. Attenzione agli svedesi che possono provare la rimonta

9.49: In campo maschile si preannuncia una possibile battaglia a due tra Valnes e Amundsen che hanno un vantaggio considerevole su chi insegue e sono due specialisti della tecncina libera e potrebbero fare leva sul vantaggio per aumentarlo in corso d’opera. Alle loro spalle può francamente accadere di tutto con atleti in grado di rimontare da dietro e qualcuno dei battistrada che potrebbe non trovarsi a proprio agio con la tecnica libera.

9.46: Le due 10 km vinte dai finlandesi Niskanen e Hyvarinen, come previsto, hanno sparigliato le carte in classifica, anche se sia in campo maschile che in quello femminile la situazione è piuttosto fluida. I due leader della generale sono Jessie Diggins in campo femminile ed Eric Valnes tra gli uomini, due atleti che hanno le carte in regola per arrivare fino in fondo ma  gli avversari non mancano di certo per entrambi.

9.43: Si tratta del terzo di sette appuntamenti (l’ultimo in programma in Val Pusteria) della ormai consueta gara itinerante a cavallo tra la fine e l’inizio dell’anno, che quest’anno si disputa tutta tra Italia e Svizzera. E’ la XVIII edizione della manifestazione nata nell’inverno 2006-07 e foriera di un’autentica rivoluzione interna allo sci di fondo. Oggi sono in programma le gare ad inseguimento: partenza in base ai distacchi della classifica generale e dunque alla fine il responso del traguardo di Dobbiaco corrisponderà con la classifica generale al termine delle prime tre tappe.

9.40: Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla diretta live della terza tappa del Tour de Ski 2023-2024, la 20 km pursuit a tecnica libera valida per la Coppa del Mondo di sci di fondo 2023-2024 in programma a Dobbiaco

Programma, orari, tv e streaming delle 20 km di DobbiacoProgramma, orari, Tv e streaming del tour de Ski 2023/2024I favoriti del Tour de Ski maschile 2023Le favorite del Tour de Ski femminile 2023Cosa aspettarsi dall’Italia femminile al Tour de Ski 2023Cosa aspettarsi dall’Italia maschile al Tour de Ski 2023I convocati dell’Italia per il Tour de SkiCalendario Coppa del Mondo sci di fondoLa classifica di Coppa del Mondo maschileLa classifica di Coppa del Mondo femminileCronaca della sprint maschileCronaca della sprint femminile – Cronaca della 10 km femminile – Cronaca della 10 km maschile – Classifica Tour de Ski maschileClassifica Tour de Ski femminile

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della terza tappa del Tour de Ski 2023-2024, la 20 km pursuit a tecnica libera valida per la Coppa del Mondo di sci di fondo 2023-2024 in programma a Dobbiaco. Si tratta del terzo di sette appuntamenti (l’ultimo in programma in Val Pusteria) della ormai consueta gara itinerante a cavallo tra la fine e l’inizio dell’anno, che quest’anno si disputa tutta tra Italia e Svizzera. E’ la XVIII edizione della manifestazione nata nell’inverno 2006-07 e foriera di un’autentica rivoluzione interna allo sci di fondo. Oggi sono in programma le gare ad inseguimento: partenza in base ai distacchi della classifica generale e dunque alla fine il responso del traguardo di Dobbiaco corrisponderà con la classifica generale al termine delle prime tre tappe.

Le due 10 km vinte dai finlandesi Niskanen e Hyvarinen, come previsto, hanno sparigliato le carte in classifica, anche se sia in campo maschile che in quello femminile la situazione è piuttosto fluida. I due leader della generale sono Jessie Diggins in campo femminile ed Eric Valnes tra gli uomini, due atleti che hanno le carte in regola per arrivare fino in fondo ma  gli avversari non mancano di certo per entrambi.

In campo maschile si preannuncia una possibile battaglia a due tra Valnes e Amundsen che hanno un vantaggio considerevole su chi insegue e sono due specialisti della tecncina libera e potrebbero fare leva sul vantaggio per aumentarlo in corso d’opera. Alle loro spalle può francamente accadere di tutto con atleti in grado di rimontare da dietro e qualcuno dei battistrada che potrebbe non trovarsi a proprio agio con la tecnica libera. Questa la classifica generale prima della gara odierna: Valnes in testa, 2) Amundsen a 4″, 3) Ogden a 28″, 4) Hyvarinen a 38″, 5) Vuorinen a 53″, 6) Burman a 1’09”, 7) Poromaa a 1’18”, 8) Pellegrino e Nyenget a 1’24”, 10) Klee e Moch a 1’25”. Attenzione agli svedesi. In casa Italia Federico Pellegrino cercherà di difendere la top 10 nella generale, nonostante una condizione non straordinaria e la sfortuna che ieri gli ha fatto perdere tanto tempo nel finale a causa della lieve nevicata che ha rallentato la pista. Per il resto al via una squadra ben nutrita con Paolo Ventura, Davide Graz, Simone Daprà, Elia Barp, Alessandro Chiocchetti, Dietmar Noeckler, Giandomenico Salvadori, Martino Carollo, Michael Hellweger.

Non si può prescindere dall’elenco dei grandi assenti che oggi sarebbero stati sicuramente protagonisti in campo maschile: non ci saranno i norvegesi Johannes Hoesfjot Klaebo, Simen Hegstad Krüger e Sjur Roethe, lontani dalla migliore condizione gli svedesi Calle Halfvarsson e, in campo femminile, Ebba Andersson, che fino a qualche giorno fa erano alle prese con il Covid, assenti anche Moa Lundgren ed Emil Danielsson e un atleta che sarebbe partito con i favori del pronostico oggi, il finlandese Iivo Niskanen. Già queste assenze abbassano in modo notevole il livello della competizione, soprattutto in campo maschile dove le assenze di Klaebo e Niskanen sono un fattore.

In campo femminile le sorprese non sono certo mancate nelle prime due giornate di gara, anche se la prima della classe nella generale è la favorita della vigilia, Jessie Diggins che ieri è riuscita a salire sul podio a tecnica classica e oggi potrebbe trovarsi a fare da lepre nella tecnica che predilige. Alcune delle atlete più vicine a Diggins in classifica (Niskanen, Hennig, Carl, Brennan su tutte)  sono più specialiste della tecnica classica e dunque dovranno impostare la gara sulla difensiva, mentre le svedesi Linn Svahn e Jonna Sundling proveranno a restare in corsa su una distanza che non si addice alle loro caratteristiche di sprinter, mentre Frida Karlsson e Ebba Andersson, che non è al meglio, che se la cavano benissimo in libera, sono lontane circa un minuto in classifica che si potrebbe rimescolare in modo importante. Questa la generale prima della gara odierna: Diggins, a 7″ Carl, a 11″ Svahn, a 19″ Sundling, a 28″ Niskanen, a 35″ Brennan, a 38″ Ribom, a 58″ Hennig.

L’obiettivo delle azzurre, in particolare Caterina Ganz, buona protagonista della prima parte della Coppa ma deludente ieri, fuori dalle prime 30, è centrare la zona punti. Al via anche, a meno di rinunce dell’ultima ora, Federica Sanfilippo, Nicole Monsorno, Anna Comarella, Nadine Laurent, Martina Di Centa, Iris De Martin Pinter, ieri tutte al di sotto delle aspettative e oggi chiamate ad un pronto riscatto.

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE della seconda tappa del Tour de Ski 2023-2024, la 10 km a tecnica classica valida per la Coppa del Mondo di sci di fondo 2023-2024 in programma a Dobbiaco: cronaca in tempo reale, minuto dopo minuto, per non perdersi davvero nulla. Si inizia alle ore 10.00 con la gara maschile e alle 12.30 con la gara femminile. Buon divertimento!

Foto: Pentaphoto

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online