Show Player

DIRETTA Tour de France, Grenoble-Meribel LIVE: Lopez sul podio della classifica generale. Tattica suicida di Landa, Roglic vede la vittoria



LIVE Tour de France 2020, tappa di oggi DIRETTA: ultimo tappone alpino, c’è una salita all’11,2% di pendenza media!

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

Loading...
Loading...

LE TOUR DU DIRECTEUR

LA CLASSIFICA GENERALE

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

LE PAGELLE DELLA TAPPA DI OGGI

L’ORDINE D’ARRIVO DELLA TAPPA DI OGGI

VIDEO HIGHLIGHTS 17MA TAPPA TOUR DE FRANCE

LA CLASSIFICA DEGLI ITALIANI: DAMIANO CARUSO 12°

LE ALTRE CLASSIFICHE DEL TOUR DE FRANCE

I CONVOCATI DELL’ITALIA PER I MONDIALI DI CICLISMO

LE CONVOCATE DELL’ITALIA PER I MONDIALI DI CICLISMO

TADEJ POGACAR ECCELLENTE

DAMIANO CARUSO VERSO LA TOP 10

LOPEZ DEVE GUADAGNARE IN VISTA DELLA CRONOMETRO

L’ERRORE TATTICO DELLA JUMBO-VISMA

PRIMOZ ROGLIC PADRONE

L’ANALISI DEI CONVOCATI DELL’ITALIA

LA TATTICA SBAGLIATA DI MIKEL LANDA

LE DICHIARAZIONI DI DAVIDE CASSANI

LE DICHIARAZIONI DI TADEJ POGACAR

LE DICHIARAZIONI DI PRIMOZ ROGLIC

LE DICHIARAZIONI DI MIGUEL ANGEL LOPEZ

IL PROGRAMMA DELLA TAPPA DI DOMANI

17.31 Grazie per averci seguito, ma rimanete su OA Sport. Troverete la classifica generale aggiornata, cronaca, analisi, dichiarazioni, video, pagelle, Le Tour du Directeur e tantissimo altro! Un saluto sportivo!

17.30 Damiano Caruso ha chiuso 13° di tappa a 3’30” da Lopez. E dire che ha lavorato per Landa…E’ 12° in classifica generale!

17.27 La classifica generale:

1 Primož ROGLIC PRIMOŽ ROGLIC 11 TEAM JUMBO – VISMA 74h 56′ 04” – B : 33” –
2 Tadej POGACAR TADEJ POGACAR 131 UAE TEAM EMIRATES 74h 57′ 01” + 00h 00′ 57” B : 32” –
3 Miguel Angel LOPEZ MORENO MIGUEL ANGEL LOPEZ 141 ASTANA PRO TEAM 74h 57′ 30” + 00h 01′ 26” B : 10” –
4 RICHIE PORTE 101 TREK – SEGAFREDO 74h 59′ 09” + 00h 03′ 05” B : 4” –
5 ADAM YATES 161 MITCHELTON – SCOTT 74h 59′ 18” + 00h 03′ 14” B : 12” –
6 RIGOBERTO URAN 71 EF PRO CYCLING 74h 59′ 28” + 00h 03′ 24” – –
7 MIKEL LANDA 61 BAHRAIN – MCLAREN 74h 59′ 31” + 00h 03′ 27” – –
8 ENRIC MAS 94 MOVISTAR TEAM 75h 00′ 22” + 00h 04′ 18” – –
9 TOM DUMOULIN 14 TEAM JUMBO – VISMA 75h 03′ 27” + 00h 07′ 23” – –
10 ALEJANDRO VALVERDE 91 MOVISTAR TEAM 75h 05′ 35” + 00h 09′ 31” – –

17.25 Roglic, considerando anche gli abbuoni, ha guadagnato 17″ su Pogacar. Ora guida la classifica con 57″ sul connazionale. Resta forse solo la tappa di domani come ultimo ostacolo, poi sabato avrà la cronometro per scatenarsi.

17.23 L’ordine d’arrivo della tappa di oggi:

1 Miguel Angel LOPEZ MORENO MIGUEL ANGEL LOPEZ 141 ASTANA PRO TEAM 04h 49′ 08” – B : 10” –
2 Primož ROGLIC PRIMOŽ ROGLIC 11 TEAM JUMBO – VISMA 04h 49′ 23” + 00h 00′ 15” B : 6” –
3 Tadej POGACAR TADEJ POGACAR 131 UAE TEAM EMIRATES 04h 49′ 38” + 00h 00′ 30” B : 4” –
4 SEPP KUSS 16 TEAM JUMBO – VISMA 04h 50′ 04” + 00h 00′ 56” – –
5 RICHIE PORTE 101 TREK – SEGAFREDO 04h 50′ 09” + 00h 01′ 01” – –
6 ENRIC MAS 94 MOVISTAR TEAM 04h 50′ 20” + 00h 01′ 12” – –
7 MIKEL LANDA 61 BAHRAIN – MCLAREN 04h 50′ 28” + 00h 01′ 20” – –
8 ADAM YATES 161 MITCHELTON – SCOTT 04h 50′ 28” + 00h 01′ 20” – –
9 RIGOBERTO URAN 71 EF PRO CYCLING 04h 51′ 07” + 00h 01′ 59” – –
10 TOM DUMOULIN 14 TEAM JUMBO – VISMA 04h 51′ 21” + 00h 02′ 13” – –

17.22 10 secondi di abbuono per Lopez, 6 per Roglic e 4 per Pogacar.

17.21 Dumoulin a 2’12”. A 2’42” Carapaz, a 2’48” Valverde. Aspettiamo Damiano Caruso.

17.20 Oggi sfumano le chance di podio di Rigoberto Uran. Il colombiano arriva solo ora a 1’59”.

17.19 A 55″ Kuss, a 1’00” Porte. A 1’12” un ottimo Mas. 1’20” Landa e Yates.

17.19 Lopez vince la tappa! Roglic a 13″. Pogacar cede nel finale ed è terzo a 27″.

17.18 Si riavvicina Pogacar, ma Roglic si rialza sui pedali e lo allontana di nuovo.

17.18 200 metri all’arrivo, è fatta per Lopez.

17.16 Pedala caracollando con le spalle Pogacar. Sta dando tutto, ma oggi non è brillante come nei giorni scorsi. Certo, il suo livello è comunque altissimo.

17.16 Pogacar a 30 metri da Roglic, ma non riesce a chiudere il gap.

17.16 ULTIMO CHILOMETRO! Lopez avviato verso la vittoria. E’ già virtualmente terzo in classifica generale.

17.15 Lopez in testa con 13″ su Roglic e 16″ su Pogacar. Attenzione….

17.15 Reagisce Pogacar, che si porta a soli 6″ da Roglic!

17.15 Lopez può farcela per la vittoria. Ha 10″ su Roglic a 1300 metri dall’arrivo.

17.14 Roglic ha salutato Kuss e sta provando tutto solo a riprendere Lopez. Lo sloveno sta mettendo la parola ‘fine’ a questo Tour de France. Non solo si difende, ma guadagna quasi su tutti…Anche su una salita come questa.

17.13 POGACAR PERDE TERRENO DA KUSS E ROGLIC! Incredibile…

17.12 Lopez solo in testa a 2 km dall’arrivo con 5″ su Kuss, Roglic e Pogacar. I corridori avanzano tra due ali di folla, che mettono le mani addosso ai tifosi. Altro che distanziamento…

17.12 ACCELERAZIONE DI ROGLIC! Altro che difendersi! Pogacar risponde bene e non perde un metro. Si stacca Porte.

17.11 Ora Kuss si ferma per aspettare Roglic. Qui tatticamente la Jumbo-Visma ha sbagliato. Lopez solo al comando!

17.10 Kuss e Lopez in testa con 5″ su Roglic, Pogacar e Porte. Stranissimo l’attacco di Kuss, compagno di squadra di Roglic.

17.10 Pogacar non è brillante, sta correndo in difesa. Carapaz perde contatto.

17.09 Kuss accelera e Roglic lo lascia andare! Lopez risponde subito, ora Pogacar è obbligato a lavorare in prima persona.

17.09 Ripreso Carapaz.

17.09 Nessun segnale di cedimento per Roglic, che ora mette Kuss in testa a dettare il passo. 3 km all’arrivo. Pogacar non piazza l’affondo.

17.08 Porte stringe i denti e rientra, ma sta facendo una fatica brutale!

17,07 Carapaz in testa con 10″ su Kuss, Roglic, Pogacar e Lopez. Gli altri tutti staccati!

17.07 SCATTA LOPEZ! Perdono terreno anche Porte e Mas!

17.07 Si stacca anche Yates! Restano Pogacar, Roglic, Kuss, Mas, Porte e Lopez davanti.

17.06 LANDA E URAN PERDONO TERRENO! Tattica suicida dello spagnolo: ha reso la corsa dura per tutto il giorno ed è stato uno dei primi a staccarsi….

17.06 Si stacca anche Dumoulin.

17.06 STA PER ATTACCARE POGACAR! Chiede a De la Cruz di accelerare….Si staccano Caruso e Valverde. Perde posizioni anche Landa!

17.05 ULTIMI 4 KM! Da qui in poi può succedere di tutto…

17.04 Damiano Caruso non ce la fa più, tra poco dovrebbe scattarsi. Dovrà salire con il suo passo, pensando alla classifica generale.

17.03 Non ha vinto un Giro d’Italia per caso, Carapaz. E’ un grandissimo scalatore, attenzione perché andarlo a riprendere non è scontato.

17.03 Carapaz torna a crederci, 41 secondi di vantaggio. Il problema è che il peggio deve ancora venire per l’ecuadoriano…

17.02 5 km all’arrivo, da adesso in poi la strada si impenna….

17.01 Il gruppetto maglia gialla si è allargato, perché l’andatura è più bassa.

16.59 Landa ha fatto lavorare la squadra tutto il giorno, ma ora sembra non stare benissimo. Ha chiesto a Damiano Caruso di rallentare. E infatti Carapaz guadagna tanto: 36 secondi! Da non credere…

16.58 Intanto è rientrato De La Cruz. Landa ha chiesto a Caruso di rallentare, incredibile! Infatti Carapaz torna a guadagnare: 24″.

16.57 Tra 2,5 km il tratto decisivo della salita. Non scenderà mai sotto il 9%, ma sarà spesso oltre l’11%. I corridori dovranno superare una rampa al 24% e una al 18%! Si può fare la differenza…E ribaltare tutto!

16.56 Bilbao si fa da parte, ECCO DAMIANO CARUSO! Sono rimasti in 13 nel gruppetto maglia gialla, tutti gli uomini di classifica!

16.56 Si stacca anche Van Aert. La Bahrein-McLaren sta provando ad isolare Roglic, rimasto comunque con Kuss e Dumoulin.

16.55 Carapaz resiste e mantiene 18″ di vantaggio. 7 km all’arrivo.

16.55 Izagirre si stacca, dunque è servito a poco per Lopez.

16.53 Tra poco Bilbao dovrebbe spostarsi. A quel punto toccherà a Damiano Caruso imprimere l’ultima stilettata prima dell’attacco di Landa.

16.51 Sta per finire l’avventura di Carapaz, solo 16″ di vantaggio.

16.51 8.5 km all’arrivo. Ricordiamo che gli ultimi 4000 metri saranno tremendi.

16.50 Carapaz solo al comando, Izagirre si lascia riassorbire per poter dare supporto a Lopez.

16.49 MICIDIALE BILBAO! Sta imponendo un ritmo che fa male! Si stacca anche Bennett, altro gregario perso da Roglic. Alla maglia gialla restano Kuss, Dumoulin (che sta faticando) e Van Aert.

16.48 Si stacca De la Cruz, Pogacar rimane senza compagni di squadra.

16.47 10 km al traguardo. Solo 32″ per Carapaz e Izagirre: per loro il destino è segnato.

16.46 Roglic spesso in piedi sui pedali. Un piccolo segnale di allarme? E’ inusuale per lo sloveno, che di solito sale sempre regolare rimanendo seduto sul sellino.

16.45 Alaphilippe viene ripreso e staccato dal gruppetto dei favoriti.

16.44 Carapaz e Izagirre viaggiano con 40″ sul gruppetto maglia a 11 km dall’arrivo.

16.42 Bilbao sta dando una vera e propria fucilata. Solo 48″ di vantaggio per Carapaz e Izagirre. Roglic ha perso Gesink.

16.42 Carapaz si alza sui pedali e attacca. Izagirre risponde bene, si stacca Alaphilippe: il francese non rientrerà.

16.41 BILBAO ACCELERA! Lo spagnolo della Bahrein-McLaren mette in fila indiana il gruppo maglia gialla. Questo lascia presupporre un attacco imminente di Landa!

16.39 Lopez è rimasto senza gregari, ma davanti ha Izagirre in fuga. Potrebbe utilizzare lo spagnolo come appoggio.

16.38 Niente da fare per i fuggitivi, solo 1’20” di vantaggio.

16.36 Si stacca anche Landa, restano due gregari a disposizione di Landa, tra cui Caruso.

16.34 INIZIA A PIOVERE! Il clima renderà ancora più incerto questo finale!

16.34 26 corridori figurano nel gruppo maglia gialla. Attenzione a Porte, perché è nelle ultime posizioni…

16.33 Scende a 1’45” il vantaggio di Alaphilippe, Carapaz e Izagirre. Sempre Poels in testa a dettare il passo.

16.31 16,5 km all’arrivo, è una salita logorante.

16.30 Per il momento il gruppo non accelera e questo fa il gioco di Carapaz, ovviamente il più forte del terzetto di testa in una salita del genere.

16.29 E’ l’olandese Wout Poels (Bahrein-McLaren) a tirare il gruppo maglia gialla.

16.27 Sbuffa l’australiano Richie Porte. Sembra fare abbastanza fatica. E’ una sfinge invece il volto di Miguel Angel Lopez.

16.26 Carapaz detta l’andatura nel gruppetto di testa.

16.24 Sono rimasti ancora 4 corridori a Landa, tra cui l’ottimo Damiano Caruso, 13° della classifica generale. Per ora il passo imposto dalla Bahrein-McLaren è regolare, infatti il gruppo maglia gialla non guadagna niente su Alaphilippe, Izagirre e Carapaz. Per loro 2’09” di vantaggio.

16.23 Subito ripreso Alaphilippe.

16.22 Scatta Alaphilippe a 19,4 km dall’arrivo.

16.22 Sale a 2’14” il vantaggio del terzetto di testa.

16.21 Landa sembra salire senza fare fatica, così come Pogacar.

16.19 I primi 4 km della salita sono costanti tra il 7 e l’8%. Poi dall’8° al 12° un tratto facile al 6%. Ricordiamo che sono gli ultimi 4 km quelli che faranno malissimo. Chi va in crisi lì, può accusare anche un minuto o più.

16.17 Si staccano subito Kamna e Martin. Scende a 1’56” il vantaggio Di Carapaz, Alaphilippe e Izaguirre.

16.16 Saranno Ganna ed Affini a disputare la cronometro di Imola.

16.16 INIZIA IL COL DE LA LOZE! Qui, a nostro avviso, si decide il Tour de France 2020!

16.15 Intanto il ct Davide Cassani ha reso noto l’elenco dei convocati dell’Italia per i Mondiali di Imola:

Andrea Bagioli
Alberto Bettiol
Gianluca Brambilla
Damiano Caruso
Sonny Colbrelli
Nicola Conci
Matteo Fabbro
Davide Formolo
Fausto Masnada
Gianni Moscon
Vincenzo Nibali
Diego Ulissi
Giovanni Visconti

16.14 Si arriverà ad una altitudine di 2304 metri. E’ la vetta più alta di questo Tour de France. E qualcuno potrebbe pagare dazio…

16.12 Sempre davanti la Bahrein-McLaren di Landa, per ora la Jumbo-Visma lascia fare. Roglic non ha nessun interesse oggi a forzare il ritmo. E’ probabilmente la tappa peggiore per le sue caratteristiche e viene da pensare che oggi pensi a difendersi.

16.11 Ricordiamo che Pogacar deve recuperare appena 40″ a Roglic. E’ tutto apertissimo per la maglia gialla…

16.09 2’12” di vantaggio per i fuggitivi. Il miglior Carapaz potrebbe anche resistere, ma è durissima. Diciamo che ha il 20% di possibilità di farcela. Non è impossibile, ma dovrà superarsi.

16.08 Mikel Landa ha spremuto a fondo la Bahrein-McLaren. Oggi vedremo finalmente lo spagnolo piazzare un affondo deciso, senza limitarsi a rimanere a ruota?

16.06 Tra 5 km inizierà l’ascesa finale. Un Hors Categorie di 21,5 km al 7,8% di pendenza media. Ultimi 4 km durissimi tra il 9,3 e l’11,2%, con punta massima del 24%!

16.05 Buongiorno amici di OA Sport da Federico Militello. Seguiremo insieme la scalata finale verso il Col de la Loze.

16.03 Il Col de la Loze (alt. 2304 m) sarà il terzo traguardo più alto della storia di una tappa del Tour de France, dopo il Galibier (2645 m) e il Granon (2413 m).

15.59 Presente al seguito della corsa anche il Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron.

15.53 34 km al traguardo e 2’40” di vantaggio per Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), Gorka Izagirre (Astana).

15.48 La Bahrain McLaren allunga notevolmente lungo la discesa verso Brides-les-Bains, dove avrà inizio la battaglia finale di Méribel.

15.43 Carapaz e Izagirre hanno raggiunto Alaphilippe. I tre hanno 2’34” sul gruppo. 43 km al traguardo.

15.38 Questa è la composizione del gruppo della maglia gialla: Primoz Roglic, Tom Dumoulin, George Bennett, Robert Gesink, Sepp Kuss, Wout van Aert (Jumbo-Visma), Mikel Landa, Pello Bilbao, Damiano Caruso, Wout Poels (Bahrain-McLaren), Valentin Madouas (Groupama-FDJ), Rigoberto Urán, Hugh Carthy (EF Education First), Warren Barguil (Arkéa-Samsic), Enric Mas, Alejandro Valverde, Nelson Oliveira, Carlos Verona (Movistar Team), Richie Porte, Kenny Elissonde (Trek-Segafredo), Tadej Pogačar, David de la Cruz, Jan Polanc (UAE Team Emirates), Miguel Ángel López, Omar Fraile (Astana Pro Team), Adam Yates (Mitchelton-Scott), Guillaume Martin (Cofidis).

15.35 Julian Alaphilippe allunga in discesa. Dietro di lui ci sono Richard Carapaz e Gorka Izagirre. Staccato Daniel Martin.

15.33 I passaggi al GPM del Col de la Madeleine:

1.      Richard Carapaz, 20 punti
2.      Julian Alaphilippe, 15
3.      Dan Martin, 12
4.      Gorka Izagirre, 10
A 1’25’’:
5.      Tadej Pogacar, 8
6.      Valentin Madouas, 6
7.      Damiano Caruso, 4
8.      Wout Poels, 2

15.29 Ma attenzione, perchè il vincitore della tappa odierna si aggiudicherà anche 40 punti per la classifica dei GPM.

15.27 Tadej Pogacar passa in quinta posizione al Col de la Madeleine ed è virtualmente la nuova maglia a pois!

15.25 Richard Carapaz passa per primo al Col de la Madeleine!

15.22 Fuggitivi prossimi allo scollinamento al Col de la Madeleine. Qualche goccia di pioggia sulla corsa.

15.18 Ci sono ancora cinque corridori della Jumbo-Visma nel gruppo principale per aiutare Primoz Roglic, ma Tadej Pogacar ha solo David De La Cruz, dopo che Jan Polanc si è lasciato sfilare dal plotone.

15.14 Matej Mohoric in testa al gruppo. Continua dunque il grande lavoro della Bahrain McLaren.

15.09 I battistrada sono a 4,5 km dallo scollinamento al Col de la Madeleine.

15.06 Soltanto 2’38” di vantaggio per Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), Gorka Izagirre (Astana) e Daniel Martin (Israel Start-Up Nation).

15.01 Da segnalare il ritiro di Mikel Nieve (Mitchelton-Scott).

14.58 Perde contatto la maglia a pois Benoit Cosnefroy (AG2R La Mondiale).

14.54 Sonny Colbrelli lascia il posto a Wout Poels in testa al gruppo della maglia gialla.

14.50 Davanti Martin e Alaphilippe accelerano nuovamente consapevoli della forte rimonta del gruppo che è a soli 3’35”. I battistrada sono ancora a 10 km dallo scollinamento.

14.47 Si staccano dal gruppo anche Marc Soler (Movistar), Daniel Martinez (EF Pro Cycling), Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), Pavel Sivakov (Ineos Grenadiers) e Alexey Lutsenko (Astana).

14.43 Davanti Alaphilippe e Martin cercano di recuperare un po’ di vantaggio, mentre Kamna è in difficoltà.

14.41 Rimonta davvero importante da parte della Bahrain McLaren, attualmente comandata da Sonny Colbrelli. Fuggitivi a soli 3’45”.

14.38 Altra giornata NO per Nairo Quintana (Arkea Samsic), che si è già staccato dal gruppo dei migliori. E manca davvero tanto all’arrivo.

14.35 Grande forcing da parte della Bahrain McLaren. Alcuni corridori si sono già staccati, e il vantaggio dei fuggitivi è sceso a 5’15”.

14.31 Anche il gruppo si trova sul Col de la Madeleine, ed è pilotato dalla Bahrain McLaren di Mikel Landa.

14.26 L’ultima volta che il Tour ha affrontato il Col de la Madeleine è stato in occasione della 12a tappa dell’edizione 2018. Il primo corridore a transitare in cima è stato proprio Julian Alaphilippe, attualmente in testa alla corsa con Martin, Carapaz, Kamna e Izagirre.

14.22 6′ di vantaggio per i fuggitivi. Mancano 80 km al traguardo. Gruppo comandato dalla Jumbo-Visma e dalla UAE Team Emirates.

14.18 5 km al Col de la Madeleine.

14.14 Ricordiamo che la prima ascesa di giornata, il Col de la Madeleine, è una salita d’hors categorie lunga 17,1 chilometri all’8,4%, e con punte del 10,8% nei suoi primi 4 chilometri. La vetta è a 2000 metri d’altitudine.

14.08 Il vantaggio dei battistrada è salito a 5’25”.

14.02 La Madeleine (alt. 2000 m) e La Loze (alt. 2304 m) sono le uniche due vette del 107° Tour de France ad oltre 2000 metri d’altitudine.

13.57 97 km al traguardo e 5’20” di vantaggio per i fuggitivi.

13.52 Ricordiamo i nomi dei cinque battistrada: Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), Lennard Kamna (Bora-Hansgrohe), Gorka Izagirre (Astana) e Daniel Martin (Israel Start-Up Nation).

13.47 Oggi il Tour de France passerà dal Col de la Madeleine per la sua 27esima volta.

13.43 Il vantaggio dei 5 battistrada si sta assestando intorno ai 4′. Dietro controlla la ‘solita’ Jumbo-Visma.

13.39 Sam Bennett estende il suo vantaggio nella classifica a punti:
1. Sam Bennett (Deceuninck-Quick Step), 278
2. Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), 231
3. Matteo Trentin (CCC Team), 218
4. Bryan Coquard (B&B Hotels-Vital Concept), p. 171
5. Caleb Ewan (Lotto-Soudal), 158
6. Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), 150
7. Wout van Aert (Jumbo-Visma), 131
8. Michael Morkov (Deceuninck-Quick Step), 120
9. Alexander Kristoff (UAE Team Emirates), 100

13.34 Ripreso Daryl Impey.

13.29 Bennett vince la volata e guadagna ancora su Sagan e Trentin.

13.26 Alaphilippe passa per primo al traguardo volante, attesa per la volata del gruppo.

13.25 A breve il traguardo volante.

13.23 Plotone che si è rialzato: 2′ di ritardo.

13.21 130 chilometri all’arrivo.

13.19 Forse il plotone si è definitivamente calmato. Cinque all’attacco con un inseguitore.

13.17 Prova a contrattaccare Daryl Impey.

13.13 Non si arrendono Matteo Trentin e Peter Sagan che provano nuovamente ad attaccare, con Bennett attentissimo.

13.11 Una trentina di secondi di vantaggio sul gruppo dal quale si muove Daniel Martinez.

13.09 Martin, Carapaz, Kamna, Alaphilippe e Izagirre provano ad andar via.

13.07 Nel frattempo davanti situazione in evoluzione, con Alaphilippe e Carapaz attivissimi.

13.05 Iniziano a staccarsi i velocisti: prima Greipel e poi Ewan.

13.03 Davanti troviamo Richard Carapaz, Luke Rowe (Ineos), Felix Grossschartner, Lennard Kämna (Bora-Hansgrohe), Mikael Chérel, Oliver Naesen (Ag2r La Mondiale), Tim Declercq, Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), Valentin Madouas (Groupama-FDJ) Toms Skujins, Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), Greg van Avermaet (CCC Team), Gorka Izagirre (Astana Pro Team), Thomas de Gendt, Roger Kluge (Lotto-Soudal), Chris Juul Jensen (Mitchelton-Scott), Nils Politt, Dan Martin, Tom van Asbroeck (Israel Start-Up Nation), Nikias Arndt, Soren Kragh Andersen (Team Sunweb).

13.01 Non si sono fermati gli scatti nel plotone.

12.58 Raggiunto De Gendt, 21 uomini davanti. Gruppo a 20”.

12.56 Un gruppetto si è lanciato all’inseguimento di De Gendt: sono una ventina di uomini.

12.53 150 chilometri all’arrivo.

12.50 All’attacco in solitaria Thomas De Gendt.

12.47 Si rimuove Matteo Trentin assieme a Sam Bennett. Sagan è ancora dietro.

12.45 Davanti scatta Niccolò Bonifazio con Cees Bol.

12.43 Qualche problema meccanico per Peter Sagan.

12.40 Gruppo ancora compatto. Anche oggi velocità altissima e non va via la fuga.

12.37 Molto attivo il Team INEOS Grenadiers che ci sta provando a ripetizione ad andare in fuga.

12.35 165 chilometri all’arrivo.

12.33 All’attacco Matteo Trentin, si muovono anche Sagan e Bennett. Riparte la battaglia per la Maglia Verde.

12.31 Scatta Thomas De Gendt, ovviamente partenza a tutta anche oggi.

12.29 SI PARTE! INIZIA QUESTA FRAZIONE DECISIVA!

12.26 Tutto pronto, poche centinaia di metri e ci sarà il via.

12.21 Immagini dal via:

12.17 Due ritiri: quello di Stefan Kung, ma soprattutto quello di Egan Bernal, detentore del titolo.

12.15 Partiti per il tratto di trasferimento! 6,5 chilometri da percorrere.

12.09 Ultimi momenti al foglio firma con i corridori che si stanno per incolonnare alla partenza.

12.06 Alle 12.15 la partenza fittizia, dopo il tratto di trasferimento alle 12.30 il via ufficiale.

12.04 Saranno 170 i chilometri da affrontare con partenza da Grenoble e arrivo in cima a Méribel – Col de la Loze, per quella che sarà la frazione regina di questa Grande Boucle. Solo un grande campione potrà conquistare il Col de la Loze. Il profilo della tappa odierna chiama all’appello coloro che si stanno contendendo la top ten della classifica generale, con la possibilità di un’ipoteca del podio finale di Parigi.

12.02 Oggi in programma la DIRETTA LIVE della diciassettesima tappa.

12.00 Buongiorno e ben ritrovati con il Tour de France 2020.

Tour de France, la tappa di oggi Grenoble-Méribel Col de la Loze: percorso, favoriti, altimetria. Col de la Madeleine e Col de la Loze, qui si fa la storia

LA GUIDA TV DI OGGI

Buongiorno a tutti e benvenuti alla DIRETTA LIVE della diciassettesima tappa del Tour de France 2020. Saranno 170 i chilometri da affrontare con partenza da Grenoble e arrivo in cima a Méribel – Col de la Loze, per quella che sarà la frazione regina di questa Grande Boucle. Solo un grande campione potrà conquistare il Col de la Loze. Il profilo della tappa odierna chiama all’appello coloro che si stanno contendendo la top ten della classifica generale, con la possibilità di un‘ipoteca del podio finale di Parigi.

La prima metà della frazione non presenta alcun tipo di difficoltà altimetrica, se non lo strappetto di Allevard-les-Bains al chilometro 34,5. Subito dopo è posizionato il traguardo volante di giornata de La Rochette. Entrati nella regione della Savoia, i corridori affronteranno gli ultimi 43 chilometri pianeggianti del giorno, prima di mettere in campo tutte le forze necessarie per poter affrontare il temibile Col de la Madeleine; un’ascesa d’hors categorie lunga 17,1 chilometri all’8,4%, e con punte del 10,8% nei suoi primi 4 chilometri. La vetta è a 2000 metri d’altitudine.

Una lunga discesa condurrà a Brides-les-Bains, dove avrà inizio la battaglia finale di Méribel lungo la seconda ascesa d’hors categorie, di ben 21,5 chilometri, che conduce al traguardo del Col de la Loze, a quota 2304 metri s.l.m.. È una salita sfiancante, con una pendenza media del 7,8%, ma con punte del 24%. I primi 8 chilometri sono abbastanza regolari intorno al 7,5%. Una seconda fase ‘leggermente’ più dolce porterà ai 5000 metri conclusivi che presentano per l’appunto picchi del 24%. Saranno 21 chilometri devastanti che mieteranno molte vittime e faranno una selezione definitiva tra i primi posti della classifica generale. Questa giornata regalerà una certa dose di spettacolo per gli occhi dei tifosi, la gloria per chi conquisterà la tappa, e il sogno del primo posto sul podio parigino per chi, al termine della frazione, avrà addosso la maglia gialla.

E così Primoz Roglic, e la sua devastante Jumbo-Visma, si impegneranno a difendere il primato e attaccare, se necessario, i diretti avversari. Anzi, più semplicemente Tadej Pogacar (UAE Team Emirates). La maglia bianca tenterà il tutto per tutto per impensierire il connazionale; ma non sarà facile recuperare 40″. Dietro Rigoberto Uran (EF Pro Cycling) dovrà difendere il suo terzo posto virtuale dal connazionale Miguel Angel Lopez (Astana).

Ci sarà una bella lotta tra i convincenti Richie Porte (Trek-Segafredo), Adam Yates (Mitchelton-Scott), Mikel Landa (Bahrain McLaren) ed Enric Mas (Movistar), distanziati veramente di poco l’uno con l’altro. Ogni secondo sarà buono per scalare un posto nella top ten. Tra gli uomini ormai fuori classifica apparsi in buona forma, troviamo Richard Carapaz e Pavel Sivakov (Ineos Grenadiers), che potrebbero riscattare un Tour fino a qui negativo per la corazzata britannica; ma anche i francesi Warren Barguil (Arkea Samsic) e i due contendenti alla maglia a pois Benoit Cosnefroy (AG2R La Mondiale) e Pierre Rolland (B&B Hotels).

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE della diciassettesima tappa del Tour de France 2020 dalle ore 12.00, per non perdervi neanche un secondo di questa giornata che deciderà le sorti di coloro che si stanno giocando questa Grande Boucle. Buon divertimento!

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top