Show Player

Tour de France 2020: l’errore tattico della Jumbo-Visma. Primoz Roglic lascia andare Kuss, poi se ne pente



Fino ad oggi la Jumbo-Visma era stata praticamente perfetta e Primoz Roglic non aveva perso nemmeno un secondo dai rivali diretti nello scontro in salita. Nella diciassettesima tappa del Tour de France 2020, anche se in parte, qualcosa è cambiato: un errore è arrivato e lo sloveno è giunto a 15” dall’esultante Miguel Angel Lopez in vetta a Meribel.

Il cambio di scenario, con la Bahrain-McLaren a guidare il gruppo negli ultimi 50 chilometri, forse ha destabilizzato un po’ la squadra della Maglia Gialla che sull’ascesa conclusiva è andata in difficoltà, perdendo pezzo dopo pezzo tutti i vagoncini del proprio treno. L’unico a rimanere a dare sostegno a Roglic è stato un fenomenale Sepp Kuss: lo statunitense è riuscito a tenere il passo dei migliori tre scalatori del Tour (oltre al compagno di squadra anche Lopez e Tadej Pogacar). La superiorità numerica però non ha aiutato gli uomini della Jumbo-Visma che si sono fatti lasciar scappare il successo.

Loading...
Loading...

Negli ultimi due chilometri infatti Roglic ha provato a fare il buco allo statunitense, in modo da favorirlo in chiave vittoria di tappa. Lopez però non si è fatto sorprendere ed ha inseguito e scavalcato Kuss, costretto ad attendere il proprio capitano, visto che in ballo c’era lo scontro con Pogacar che poteva significare secondi guadagnati in classifica generale. Nulla di così grave, ma la situazione poteva essere gestita molto meglio. 

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top