DIRETTA Giro d’Italia 2021 LIVE: Nizzolo spezza l’incantesimo. Magrini: “Bernal vince anche sullo Zoncolan”

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA FAGIANATA DI RICCARDO MAGRINI: “DOMANI VINCE BERNAL, NIBALI VIENE FUORI ALLA LUNGA”

LIVE Giro d’Italia 2021, tappa di oggi in DIRETTA: lo Zoncolan fa paura. Nibali e Ciccone: l’ora della verità

CLASSIFICA GIRO D’ITALIA 2021

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

GIACOMO NIZZOLO: “NON POTREI ESSERE PIU’ FELICE, MA IL MIO VALORE NON CAMBIA DOPO OGGI”

VIDEO LA VOLATA VINCENTE DI GIACOMO NIZZOLO

LE PAGELLE DELLA TAPPA DI OGGI

L’ORDINE D’ARRIVO DELLA TAPPA DI OGGI

BERNAL TRA ZONCOLAN E DOLOMITI

ZONCOLAN DECISIVO PER NIBALI, CICCONE E CARUSO

LO ZONCOLAN E LE ALTRE SALITE DURE D’EUROPA

LE PENDENZE DELLO ZONCOLAN

RISCHIO PIOGGIA SULLO ZONCOLAN

L’URLO LIBERATORIO DI GIACOMO NIZZOLO

IL MONTEPREMI DI GIACOMO NIZZOLO

TUTTE LE CLASSIFICHE DEL GIRO

MATEJ MOHORIC: “IL CASCO MI HA SALVATO LA VITA”

LA CRONACA DELLA VUELTA ANDALUCIA

EGAN BERNAL: “DOMANI SARA’ UNA BATTAGLIA”

EDOARDO AFFINI: “NON AVEVO PIANIFICATO L’ATTACCO”

PETER SAGAN: “NON ERA UNA VOLATA ADATTA A ME”

17.33 Grazie per averci seguito, ma rimanete su OA Sport. Troverete cronaca, classifiche, video, dichiarazioni, analisi, approfondimenti, pagelle, la Fagianata di Riccardo Magrini e tanto altro. Un saluto sportivo.

17.32 Giacomo Nizzolo si rilancia anche nella classifica a punti:

1 1 – SAGAN Peter BORA – hansgrohe 135
2 5 ▲3 NIZZOLO Giacomo Team Qhubeka ASSOS 126
3 3 – CIMOLAI Davide Israel Start-Up Nation 113
4 2 ▼2 GAVIRIA Fernando UAE-Team Emirates 110
5 4 ▼1 VIVIANI Elia Cofidis, Solutions Crédits 86

17.31 Immutata la classifica generale:

1 1 – BERNAL Egan INEOS Grenadiers 20 53:11:42
2 2 – VLASOV Aleksandr Astana – Premier Tech 0:45
3 3 – CARUSO Damiano Bahrain – Victorious 1:12
4 4 – CARTHY Hugh EF Education – Nippo 1:17
5 5 – YATES Simon Team BikeExchange 1:22
6 6 – BUCHMANN Emanuel BORA – hansgrohe 1:50
7 7 – EVENEPOEL Remco Deceuninck – Quick Step 2:22
8 8 – CICCONE Giulio Trek – Segafredo 2:24
9 9 – FOSS Tobias Team Jumbo-Visma 2:49
10 10 – MARTÍNEZ Daniel Felipe INEOS Grenadiers 3:15

17.30 L’ordine d’arrivo della tappa di oggi:

1 NIZZOLO Giacomo Team Qhubeka ASSOS 100 80 4:42:19
2 AFFINI Edoardo Team Jumbo-Visma 40 50 ,,
3 SAGAN Peter BORA – hansgrohe 20 35 ,,
4 CIMOLAI Davide Israel Start-Up Nation 12 25 ,,
5 GAVIRIA Fernando UAE-Team Emirates 4 18 ,,
6 OLDANI Stefano Lotto Soudal 15 ,,
7 PASQUALON Andrea Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux 12 ,,
8 KANTER Max Team DSM 10 ,,
9 VIVIANI Elia Cofidis, Solutions Crédits 8 ,,
10 GROENEWEGEN Dylan Team Jumbo-Visma 6 ,,

17.29 “Finalmente è arrivata, non posso essere più felice di così“, il commento a caldo di Nizzolo.

17.27 Edoardo Affini ha provato ad anticipare la volata con uno scatto da finisseur a 600 metri dall’arrivo. Nizzolo è stato il primo a reagire. E’ partito lunghissimo, a 300 metri dal traguardo. Ma è stata una volata imperiosa, ha vinto in maniera netta proprio davanti al sorprendente Affini! 3° Peter Sagan.

17.24 Dopo 11 secondi posti, finalmente Giacomo Nizzolo ha vinto una tappa al Giro d’Italia. Nessuno lo meritava più di lui! Davvero bravissimo, era ora!

17.24 NIZZOLOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!! NIZZOLOOOOOOOOOOOOO!!! HA VINTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!! GRANDISSIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

17.24 AFFINI PROVA AD ANTICIPARE IL GRUPPO!

17.23 Viviani è ben posizionato oggi.

17.22 ULTIMO KM! Davanti Bora e Jumbo-Visma, ma risale anche la Cofidis!

17.22 Risalgono Sagan e Groenewegen. Occhio all’olandese…

17.21 2 km all’arrivo, rettilineo lunghissimo!

17.21 Arriva davanti la UAE di Fernando Gaviria. Con il colombiano i gregari Richeze e Molano.

17.20 3 km all’arrivo, da adesso in poi i distacchi verranno neutralizzati in caso di cadute.

17.20 Ganna ha pilotato davanti Bernal.

17.19 Ora la DSM a pilotare il plotone.

17.19 5 km al traguardo.

17.18 Nizzolo che era stato molto simpatico prima della partenza: “Punto al 2° posto“. Ha scherzato sul fatto di essere, sin qui, un eterno piazzato.

17.17 Ora si porta davanti la Qhubeka Assos di Giacomo Nizzolo.

17.16 GRUPPO COMPATTO! Fuggitivi ripresi a 7,3 km dall’arrivo.

17.15 Scatta Rivi, è l’ultimo fuoco di paglia prima dell’inevitabile ricongiungimento. Marengo e Pellaud rispondono.

17.15 Per l’Italia sarebbe bellissimo se vincesse Elia Viviani, primo ciclista della storia a venire insignito del ruolo di portabandiera alle Olimpiadi. Sarebbe un bel modo per festeggiare.

17.14 Davanti la Bora-hansgrohe di Peter Sagan e la Cofidis di Elia Viviani.

17.13 Il momento di gloria degli attaccanti durerà ancora qualche km. 21″ di vantaggio.

17.12 Dieci km al traguardo!

17.10 Si rialza il plotone e il vantaggio di Pellaud, Rivi e Marengo sale a 17″.

17.09 Sempre 14″, il gruppo non vuole riprendere troppo presto i fuggitivi.

17.08 10″ per Marengo, Rivi e Pellaud. Non hanno mai davvero creduto di potercela fare.

17.07 15 km all’arrivo.

17.06 Amici di OA Sport, oggi è la classica tappa di trasferimento. Poi da domani in poi, finalmente, non ci sarà più respiro…Salite a volontà!

17.05 Ormai solo 14″ per i fuggitivi, che a breve verranno riassorbiti.

17.03 Puccio, Moscon e Ganna scortano davanti Egan Bernal.

17.01 Scende a 29″ il margine del terzetto di testa.

17.00 20 km all’arrivo.

16.59 Davide Gabburo (Bardiani CSK Faizané) allunga leggermente in testa al gruppo per andare a salutare i parenti.

16.58 In questo Giro d’Italia, in tappe come quella odierna, vanno in fuga sempre le stesse squadre, ovvero le tre Professional italiane, e sempre con gli stessi corridori. Di sicuro non è un bello spettacolo da vedere.

16.57 Risale a 41″ il vantaggio di Rivi, Marengo e Pellaud.

16.56 I tre in fuga vengono tenuti a bagnomaria in attesa che si accendano le schermaglie in vista della volata.

16.54 Scende inesorabilmente il vantaggio di Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec). Hanno soltanto 20″ sul plotone guidato dalle squadre degli sprinter. – 24 alla fine.

16.51 25 km alla fine e soltanto 30″ di vantaggio per i tre valorosi del giorno!

16.48 40,8 km/h è la media dopo quattro ore di gara.

16.46 Ribadiamo ancora una volta i nomi dei tre fuggitivi: Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec).

16.44 Intanto iniziano ad organizzarsi le formazioni dei velocisti.

16.42 31 km alla conclusione e un solo minuto di vantaggio per i battistrada.

16.39 Sarà un finale di tappa totalmente pianeggiante su Corso Porta Nuova, a due passi dall’Arena di Verona, dove si disputerà una più che scontata volata di gruppo.

16.36 35 km al traguardo di Verona!

16.33 Intanto, passerella d’onore per Edoardo Affini (Jumbo-Visma), che sta transitando dalla sua Mantova.

16.30 Ribadiamo ancora una volta i nomi dei tre fuggitivi: Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec).

16.27 Nel mentre, cambio di bici tecnico e tattico per Simone Consonni, l’ultimo uomo per la volata odierna di Elia Viviani sulle strade della sua Verona.

16.24 Il loro vantaggio infatti, è sceso a 1’23” a 46 km dalla conclusione.

16.21 L’accelerazione della Deceuninck-Quick Step ha ridotto pesantemente il vantaggio dei tre fuggitivi.

16.18 Ci prova anche l’Alpecin Fenix, ma in breve tempo le formazioni dei velocisti puri riprendono in mano le redini del gruppo.

16.15 Arriva anche la Deceuninck-Quick Step che incrementa il ritmo del gruppo!

16.14 Anche il gruppo arriva al traguardo volante con Dries De Bondt (Alpecin Fenix) e Thomas De Gendt (Lotto Soudal).

16.12 E passa per primo il trentino Rivi! Seguono Marengo e Pellaud.

16.09 Rivi prova ad anticipare gli altri due compagni di fuga!

16.06 Ci troviamo in prossimità del traguardo volante di Bagnolo San Vito.

16.03 In precedenza Gaviria ha affiancato l’auto del medico di gara poiché perdeva sangue dal naso.

16.00 60 km al traguardo e 2’38” di vantaggio per i fuggitivi.

15.57 Andatura molto regolare in corsa con una media sinora di 40,7 km/h.

15.54 Ribadiamo ancora una volta i nomi dei tre fuggitivi: Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec).

15.51 Ricordiamo che la tappa odierna passerà anche nei pressi di Bagnolo Po, terra di Learco Guerra, che 90 anni fa indossò la prima Maglia Rosa della storia del Giro.

15.48 Tornando alla corsa, ci troviamo a 70 km dalla conclusione e il vantaggio dei tre battistrada è di 3’30”.

15.45 Concludiamo con dei possibili outsider che potrebbero sorridere ai colori azzurri e che finora si son sempre ben comportati in volata, ossia Matteo Moschetti (Trek-Segafredo), Andrea Pasqualon (Intermarché Wanty Gobert), Filippo Fiorelli (Bardiani CSF Faizané) o Stefano Oldani (Lotto Soudal).

15.42 Attenzione anche al trionfatore di Foligno, il tre volte campione del mondo Peter Sagan (Bora-hansgrohe).

15.39 Contro di loro un agguerrito Fernando Gaviria (UAE Team Emirates), che finora è sempre andato vicino alla vittoria ma sbagliando un po’ i tempi, e il duo della Jumbo-Visma formato da Dylan Groenewegen e David Dekker.

15.36 Ghiotta occasione anche per il campione europeo e nazionale Giacomo Nizzolo (Qhubeka Assos) e per Davide Cimolai (Israel Start-Up Nation), gli eterni piazzati di questo Giro.

15.33 Dopo i ritiri di Caleb Ewan e Tim Merlier, l’Italia ha davanti a sé un’occasione d’oro in primis con il padrone di casa del giorno Elia Viviani (Cofidis), che non vorrà di certo mancare all’appello sulle sue strade, e soprattutto il giorno dopo l’elezione del veronese come portabandiera del nostro Paese alle Olimpiadi di Tokyo.

15.30 Soffermiamoci dunque sui favoriti del giorno.

15.27 Il gruppo prosegue nel suo inseguimento vero i battistrada che adesso hanno soltanto 2’40” di vantaggio.

15.24 Al chilometro 144,6 sarà presente il traguardo volante di Bagnolo San Vito.

15.21 Ricordiamo i nomi dei tre fuggitivi: Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec).

15.18 Grazie al forcing della formazione sudafricana il vantaggio dei tre fuggitivi è sceso a 3′.

15.15 Tornando alla corsa, il team Qhubeka Assos si è portato in testa al gruppo in favore di Giacomo Nizzolo.

15.11 Si è partiti da Ravenna, dove riposa il Sommo Poeta, per percorrere tutta la pianura del Ferrarese, del Polesine e del Mantovano fino a Verona, dove Alighieri visse in esilio.

15.08 La tappa odierna è totalmente dedicata al padre della lingua italiana, Dante Alighieri nel settecentesimo anniversario dalla sua morte.

15.05 Ricordiamo che il secondo e ultimo traguardo volante di giornata sarà quello di Bagnolo San Vito al chilometro 144,6.

15.02 Il gap tra i tre fuggitivi e il gruppo è sceso a 5’30”.

14.59 Ci troviamo oramai a metà tappa.

14.56 Ancora una volta, gran bella prova di forza da parte delle tre formazioni Professional azzurre invitate a questa Corsa Rosa.

14.52 Ricordiamo i loro nomi: Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec).

14.49 Abbiamo nuovamente un terzetto al comando con 6’48” di vantaggio sul gruppo.

14.46 I due azzurri sono riusciti a rientrare su Pellaud.

14.43 Marengo e Rivi si stanno riportando sull’elvetico.

14.40 Circa 100 metri di vantaggio per Pellaud. Probabilmente il suo attacco è scaturito dal fatto che, come negli scorsi giorni. il suo avversario di fuga Marengo non gli ha concesso i punti al traguardo volante.

14.37 Intanto il ritardo del gruppo è salito a 6’16”.

14.34 Marengo e Rivi lo inseguono a 10″.

14.31 Pellaud prova ad attaccare tutto solo!

14.28 Anche il gruppo è transitato da Ferrara. Quattro punti per Fernando Gaviria che è riuscito ad anticipare Davide Cimolai.

14.23 Ed è Marengo a passare per primo al TV davanti a Rivi e Pellaud.

14.20 Siamo in prossimità del traguardo volante di Ferrara.

14.18 133 km al traguardo e 5’17” per i tre battistrada.

14.15 Ricordiamo che la frazione odierna non presenta alcun tipo di difficoltà altimetrica.

14.12 Ecco la situazione in corsa:

14.09 Ricordiamo i loro nomi: Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec).

14.05 Scende a 5’35” il vantaggio dei tre fuggitivi.

14.02 Il primo traguardo volante di giornata sarà quello di Ferrara, al chilometro 67,5.

13.59 Soltanto 39,1 chilometri percorsi nella prima ora di gara.

13.56 Continua a guadagnare il gruppo: margine che scende sotto i 6′.

13.54 150 chilometri all’arrivo.

13.52 In ogni caso calma piatta in gruppo, oggi giornata di trasferimento.

13.48 Ricordiamo che davanti ci sono sempre Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec).

13.46 Il margine inizia a diminuire, scendiamo sotto i 7′ di vantaggio per i tre attaccanti.

13.43 Si aggiunge anche un corridore della Qhubeka-Assos per Giacomo Nizzolo.

13.41 Ora a tirare il gruppo, oltre ad un uomo della Cofidis, anche uno della Jumbo-Visma e della UAE Emirates.

13.38 Siamo a 7′ di vantaggio per i fuggitivi.

13.36 160 chilometri al traguardo.

13.33 Ora, a prendersi la responsabilità dell’inseguimento, c’è proprio la Cofidis di Elia Viviani.

13.31 Immagini dalla corsa:

13.29 Davanti ricordiamo che ci sono tre uomini: Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec).

13.27 Oltre 7′ di vantaggio per i fuggitivi.

13.24 Groenewegen nella zona di partenza: “Mi sento bene. Ieri è stata una tappa davvero dura con tante salite. La squadra mi aspettava e negli ultimi chilometri siamo andati tranquilli, risparmiando energie per oggi”.

13.21 Gaviria prima del via: “Sarà più facile per tutti i velocisti lavorare con la squadra. Vedremo cosa succederà oggi. Vedremo chi ha le gambe alla fine”.

13.19 Il vantaggio dei tre fuggitivi sale oltre i 6′.

13.16 175 chilometri al traguardo.

13.13 Il più vicino in classifica generale è Pellaud, a più di un’ora e mezza dalla Maglia Rosa.

13.10 Prosegue l’avventura del terzetto formato da Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec).

13.06 Nessuna squadra in testa al plotone a dettare il ritmo.

13.03 Margine che continua ad aumentare, ci avviciniamo ai 4′.

12.59 Aumenta il divario: siamo oltre 3′.

12.57 Il gruppo è praticamente fermo.

12.54 Tanti corridori si sono già fermati per una pausa fisiologica.

12.52 Davanti Umberto Marengo (Bardiani-CSF-Faizanè), Samuele Rivi (EOLO-Kometa) e Simon Pellaud (Androni Giocattoli – Sidermec).

12.50 Oltre il minuto il vantaggio del terzetto.

12.48 Il gruppo ovviamente lascia fare.

12.45 Scattati Pellaud, Rivi e Marengo.

12.44 Vanno via tre corridori delle squadre Professional italiane.

12.42 Subito due uomini all’attacco.

12.40 Parte ufficialmente questa tredicesima tappa!

12.35 Corridori molto vicini al chilometro 0.

12.32 Oggi dovrebbero esserci meno difficoltà ad andare in fuga. Il gruppo dovrebbe lasciare subito andare gli attaccanti.

12.29 Prende il via la corsa, ovviamente attesa per il via ufficiale, tra una decina di minuti.

12.28 Corridori schierati sulla linea di partenza.

12.26 Eccolo al villaggio di partenza:

12.24 Il più atteso oggi, sul traguardo di casa, è sicuramente Elia Viviani: l’azzurro sarà il prossimo portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi di Tokyo.

12.21 La frazione odierna nel dettaglio:

12.19 Peter Sagan, uno dei favoriti di oggi, pronto a confermare la Maglia Ciclamino:

12.16 La partenza ufficiale della corsa sarà alle 12.35.

12.14 Il via sarà dato alle 12.25. Ovviamente primo tratto di trasferimento, come ormai di consueto.

12.11 Corridori che ovviamente stanno completando le operazioni al foglio firma.

12.08 Tappa di pianura dedicata a Dante Alighieri nel settecentesimo anniversario dalla sua morte. Si parte da Ravenna, dove riposa in Sommo Poeta, per percorrere tutta la pianura del Ferrarese, del Polesine e del Mantovano fino a Verona, dove Alighieri visse in esilio.

12.05 Torna relativamente la calma in gruppo. Quella odierna sarà l’ultima chance ad hoc per i velocisti del gruppo della Corsa Rosa che, con ogni probabilità, avranno in mano le redini della corsa sin dalle prime battute.

12.02 Oggi in programma la tredicesima tappa, la Ravenna-Verona, di 198 chilometri.

12.00 Buongiorno e ben ritrovati con il Giro d’Italia 2021.

La presentazione della tredicesima tappaLa cronaca della dodicesima tappaIl trionfo di Andrea VendrameLe pagelleTutte le classifiche‘La Fagianata’ di Riccardo Magrini 

Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della tredicesima tappa del Giro d’Italia 2021, la Ravenna-Verona, di 198 chilometri. Quella odierna sarà l’ultima chance ad hoc per i velocisti del gruppo della Corsa Rosa che, con ogni probabilità, avranno in mano le redini della corsa sin dalle prime battute.

Tappa di pianura dedicata a Dante Alighieri nel settecentesimo anniversario dalla sua morte. Si parte da Ravenna, dove riposa in Sommo Poeta, per percorrere tutta la pianura del Ferrarese, del Polesine e del Mantovano fino a Verona, dove Alighieri visse in esilio. Qui avverrà un più che probabile sprint di gruppo.

Si transiterà anche da Bagnolo Po, terra di Learco Guerra che 90 anni fa indossò la prima Maglia Rosa della storia. Sono presenti due traguardi volanti: il primo a Ferrara, al chilometro 67,5, e il secondo a Bagnolo San Vito al chilometro 144,6. Finale totalmente pianeggiante su Corso Porta Nuova, a due passi dall’Arena di Verona.

Dopo i ritiri di Caleb Ewan e Tim Merlier, l’Italia ha davanti a sé un’occasione d’oro in primis con il padrone di casa del giorno Elia Viviani (Cofidis), che non vorrà di certo mancare all’appello sulle sue strade, e soprattutto il giorno dopo l’elezione del veronese come portabandiera del nostro Paese alle Olimpiadi di Tokyo. Ghiotta occasione anche per il campione europeo e nazionale Giacomo Nizzolo (Qhubeka Assos) e per Davide Cimolai (Israel Start-Up Nation), gli eterni piazzati di questo Giro.

Contro di loro un agguerrito Fernando Gaviria (UAE Team Emirates), che finora è sempre andato vicino alla vittoria ma sbagliando un po’ i tempi, e il duo della Jumbo-Visma formato da Dylan Groenewegen e David Dekker; ma soprattutto il trionfatore di Foligno, il tre volte campione del mondo Peter Sagan (Bora-hansgrohe). Concludiamo con dei possibili outsider che potrebbero sorridere ai colori azzurri e che finora si son sempre ben comportati in volata, ossia Matteo Moschetti (Trek-Segafredo), Andrea Pasqualon (Intermarché Wanty Gobert), Filippo Fiorelli (Bardiani CSF Faizané) o Stefano Oldani (Lotto Soudal).

OA Sport vi proporrà la DIRETTA LIVE testuale integrale della tredicesima tappa del Giro d’Italia 2021 dalle ore 12.00. Buon divertimento!

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Giro d’Italia 2021, inizia una corsa diversa. Zoncolan e Dolomiti, Bernal può fare il vuoto. Ma occhio alle sorprese…

LIVE Nuoto, Europei 2021 in DIRETTA: Quadarella è sempre d’oro! Incredibile argento per Panziera! Bronzo per Caramignoli e 4×200 donne