America’s Cup 2021: la guida completa. Calendario, tv, favoriti, risultati. Luna Rossa in finale!

Ci siamo. Il momento tanto atteso è arrivato. La America’s Cup 2021 sta per iniziare, il trofeo sportivo più antico al mondo sta per essere nuovamente messo in palio. Venerdì 15 gennaio incomincerà la Prada Cup, ovvero la competizione che designerà chi sarà lo sfidante di Team New Zealand nel match race per il trofeo della ribattezzata vecchia brocca. Luna Rossa è pronta ad affrontare i britannici di Ineos Uk e gli statunitensi di American Magic: l’obiettivo è la vittoria, per poi giocarsi tutto contro i neozelandesi, padroni di casa nella baia di Auckland. Prada Cup dal 15 gennaio al 22 febbraio (doppio round robin, semifinale, finale), poi America’s Cup dal 6 al 15 marzo. OA Sport vi propone una guida completa per sapere tutto sulla America’s Cup.

RISULTATI SEMIFINALI PRADA CUP

Gara-1: Luna Rossa batte American Magic di 2’43”
Gara-2: Luna Rossa batte American Magic di 3’07”
Gara-3: Luna Rossa batte American Magic di 35″
Gara-4: Luna Rossa batte American Magic di 3’51”

CLASSIFICA SEMIFINALI PRADA CUP (AL MEGLIO DELLE 7 REGATE)

  1. Luna Rossa 4 punti
  2. American Magic 0

 

RISULTATI PRADA CUP (ROUND ROBIN)

  • 15 gennaio 

Ineos Team UK batte American Magic di 1’20”
Ineos Team UK batte Luna Rossa di 28″

  • 16 gennaio 

Luna Rossa batte  American Magic (gli americani non hanno terminato la regata)
Ineos UK batte American Magic di 4’59”

  • 17 gennaio 

Ineos batte Luna Rossa di 18″
Luna Rossa batte American Magic (gli americani non hanno terminato la regata

  • 23 gennaio

Ineos batte Luna Rossa di 33″
Ineos batte American Magic (forfait degli americani)
Luna Rossa batte American Magic (forfait degli americani)

CLASSIFICA FINALE ROUND ROBIN PRADA CUP

  1. Ineos Team UK 6 punti
  2. Luna Rossa 3
  3. American Magic 0

 

AMERICA’S CUP: LA GUIDA COMPLETA

 

CHI PARTECIPA ALLA AMERICA’S CUP 2021?

Team New Zealand difenderà il titolo. Il sodalizio neozelandese ha dunque il diritto di gareggiare in casa, ha stilato le regole e disputerà direttamente la finale della America’s Cup, con ovviamente l’obiettivo di conservare il trofeo. La sfidante uscirà dalla Prada Cup, il torneo tra i tre challengers: l’italiana Luna Rossa, i britannici di Ineos Uk, gli statunitensi di American Magic.

CALENDARIO AMERICA’S CUP: PROGRAMMA, DATE E REGATE

CALENDARIO PRADA CUP 2021

VENERDÌ 15 GENNAIO:

03.00 American Magic vs Ineos Uk

A seguire Ineos Uk vs Luna Rossa

SABATO 16 GENNAIO:

03.00 Luna Rossa vs American Magic

A seguire Ineos Uk vs American Magic

DOMENICA 17 GENNAIO:

03.00 Luna Rossa vs Ineos Uk

A seguire American Magic vs Luna Rossa

SABATO 23 GENNAIO:

04.00      Luna Rossa vs Ineos Uk
A seguire: le regate ‘fantasma’ di Luna Rossa ed Ineos UK contro American Magic*

DOMENICA 24 GENNAIO:

04.00      Ineos Uk vs Luna Rossa
A seguire: le regate ‘fantasma’ di Luna Rossa ed Ineos UK contro American Magic*

*Si tratta di una formalità regolamentare. Dopo entrambe le regate di sabato e domenica, ciascun concorrente dovrà partecipare a una “regata fantasma” contro American Magic; la regata verrà sospesa pochi minuti dopo la partenza e il Direttore di Regata potrà così assegnare il punto in classifica al team in regata. Non sarà applicata la regola che prevede una separazione di 25 minuti tra una regata e l’altra.

29 GENNAIO – 2 FEBBRAIO:

Semifinale Prada Cup (al meglio delle 7 regate, vince chi ne conquista quattro)

13-22 FEBBRAIO: 

Finale Prada Cup (al meglio delle 13 regate, vince chi ne conquista sette)

CALENDARIO AMERICA’S CUP 2021

Race 1 e Race 2: 6 marzo

Race 3 e Race 4: 7 marzo

Giornata dedicata a eventuali recuperi: 9 marzo

Race 5 e Race 6: 10 marzo

Race 7 e Race 8: 12 marzo

Race 9 e Race 10: 13 marzo

Race 11 e Race 12: 14 marzo

Race 13: 15 marzo

Giornate dedicate a eventuali recuperi: 16, 17, 18, 19, 20 e 21 marzo

COME VEDERE LA AMERICA’S CUP IN DIRETTA TV E STREAMING

Tutte le regate della Prada Cup e della America’s Cup saranno trasmesse in diretta tv, gratis e in chiaro, su Rai 2. Gli appassionati di vela e i tifosi di Luna Rossa potranno seguire l’evento sulla seconda rete generalista del network pubblico, il quale garantirà una copertura completa dell’evento nel cuore della notte.

Sky ha deciso di offrire un canale tematico, si chiamerà Sky Sport America’s Cup e accompagnerà gli abbonati per i prossimi mesi. La kermesse sarà fruibile anche in diretta streaming su Rai Play (gratis e in chiaro), su Sky Go e su Now TV (per gli abbonati).

DIRETTA LIVE scritta su OA Sport: cronaca in tempo reale, minuto dopo minuto, per seguire le regate nel cuore della notte. Tutte le emozioni di Prada Cup e America’s Cup in rigorosa diretta con ampio pre e post regata oltre a cronache, video, dichiarazioni, approfondimenti, analisi.

Prada Cup LIVE: come vederla in tv e streaming

IL REGOLAMENTO DELLA AMERICA’S CUP 2021

Le tre imbarcazioni che partecipano alla Prada Cup si affrontano tra loro in quattro round robin, per otto regate a testa. La prima classificata accede direttamente alla finale della Prada Cup, seconda e terza si sfidano in una semifinale al meglio delle sette regate (passa chi ne vince quattro). La finale della Prada Cup sarà al meglio delle 13 regate (trionfa chi ne conquista sette), la vincente andrà a sfidare Team New Zealand per la America’s Cup. Atto conclusivo sempre al meglio delle 13 regate.

America’s Cup 2021: con quanti nodi si può gareggiare e cosa succede se una regata viene cancellata

America’s Cup 2021: cosa succede se due o tre imbarcazioni terminano il round robin a parità di vittorie? Il regolamento

QUANTO DURA UNA REGATA?

Massimo 45 minuti da regolamento, ci si aggirerà attorno alle mezzoretta per ogni gara.

America’s Cup 2021: quanto dura una regata? C’è un tempo massimo da rispettare

LE PREVISIONI METEO PER LA PRADA CUP

Prada Cup, le previsioni meteo delle prime regate. Luna Rossa sorride: previsto vento leggero

I FAVORITI DELLA AMERICA’S CUP 2021

Team New Zealand parte con i favori del pronostico per difendere la Coppa America. Per la Prada Cup, invece, Luna Rossa e American Magic sembrano essere molto vicini tra loro e Ineos Uk dovrebbe essere costretta a inseguire.

Prada Cup, si comincia! Non c’è una favorita. Luna Rossa tra vento leggero e questione volanti

LE AMBIZIONI DI LUNA ROSSA

Luna Rossa si presenta particolarmente agguerrita all’appuntamento e punta a imporsi nella Prada Cup per poi giocarsi il tutto per tutto contro Team New Zealand. L’imbarcazione italiana ha chiuso le World Series in terza posizione, mancando il successo per un soffio e si sta evolvendo a livello tecnico. Si possono battere Ineos Uk e American Magic, poi bisognerà sfatare il tabù dei kiwi contro cui si è sempre perso in passato.

Luna Rossa e l’obiettivo di sfatare il tabù New Zealand

CHE BARCHE SI USANO NELLA AMERICA’S CUP?

Si utilizzeranno i AC75 con foil che permetteranno praticamente di volare sul pelo dell’acqua.

A CHE VELOCITÀ VANNO LE BARCHE DELLA AMERICA’S CUP?

Con le giuste condizioni di vento queste imbarcazioni sono dei veri e propri fulmini. Si parla di boline con velocità sull’acqua a 33-34 nodi e Vmg (velocità di avanzamento ideale verso la boa) di 27-28 nodi, praticamente tre volte la velocità del vento reale. I lati di poppa vengono affrontati con punte di 49 nodi (probabilmente si supereranno i 50 alla prima regata con venti al limite massimo del consentito).

Cosa sono i nodi? L’unità di misura della velocità quando si è in ambiente marino. La possiamo convertire in km/h, giusto per essere compresi anche da chi è poco avvezzo alla vela e rendere un’idea della velocità di queste imbarcazioni: 1 nodo equivale a 1,852 km/h. Dunque i 50 nodi citati equivalgono a ben 92,6 km/h.

America’s Cup 2021, a che velocità vanno le barche? Missili spaventosi sull’acqua, si toccano i 50 nodi. E in km/h…

QUANTO PESANO LE BARCHE DELLA AMERICA’S CUP?

Gli AC75 pesano 6,5 tonnellate (6500 kg): si tratta di un tonnellaggio relativamente contenuto, pensato proprio per questa edizione della massima competizione velistica. Gli 11 atleti devono pesare complessivamente massimo 990 kg (sistem d sicurezza personali inclusi). Gli scafi sono lunghi 75 piedi, ovvero 22,86 metri.

America’s Cup 2021, quanto pesano le barche? Tonnellaggio contenuto. E la lunghezza degli scafi…

QUANTE PERSONE CI SONO SU UNA BARCA? CHI FORMA L’EQUIPAGGIO?

Su una barca sono presenti 11 atleti. Un timoniere (Luna Rossa ne ha due, uno per lato), un tattico (Luna Rossa non lo ha, ha scelto il doppio timoniere), un trimmer randa e otto grinder.

America’s Cup 2021, quante persone ci sono sulla barca? Equipaggio di medie dimensioni. E il peso…

LA FORMAZIONE DI LUNA ROSSA

Sul lato destro della barca figurano cinque uomini, sul lato sinistro ne sono presenti sei. I timonieri sono due, i quali avranno anche il ruolo di controllore di volo: da una parte l‘australiano James Spithill (vincitore di due Coppe America con BWM Oracle), dall’altra Francesco Bruni. Pietro Sibello sarà invece il trimmer randa, controllerà la vela più importante e sarà l’unico atleta che cambierà il lato durante la regata a seconda della tratta.

A completare la flotta saranno poi otto grinder. Chi sono? Gli uomini che azionano i grinder, ovvero i verricelli: sono composti da una torretta a cui si applicano due manovelle laterali, il cui moto viene trasmesso alla campana del verricello tramite alcuni ingranaggi e cinghie di trasmissione.

America’s Cup 2021, l’equipaggio di Luna Rossa: chi sale sulla barca? La formazione italiana: 2 timonieri e 8 grinder, chi sono?

VOLANTI E TIMONE, LE ARMI SEGRETE DI LUNA ROSSA

Luna Rossa attende di sapere se potrà utilizzare l’innovativa soluzione delle volanti, nel mirino di tutti gli avversari. E attenzione anche al nuovo timone già pensato dall’imbarcazione italiana.

America’s Cup, Luna Rossa migliora l’aerodinamica senza volanti. E spunta il nuovo timone…

I SOPRANNOMI DELLA AMERICA’S CUP

La America’s Cup può essere italianizzata col nome di Coppa America ed è così che tanti spettatori la conoscono nel nostro Paese. I soprannomi del trofeo, conosciuti in tutto il mondo, sono però principalmente due. “Coppa dalle 100 ghinee”: la ghinea è stata la prima moneta britannica ad essere coniata meccanicamente nel 1663, il suo valore originario era di una pound (sterlina) e la prima coppa era costata proprio 100 ghinee, una cifra davvero spropositata e che certifica ulteriormente il valore del trofeo. L’altro soprannome è quello di “vecchia brocca”: “vecchia” è dovuto alla sua longevità, “brocca” è la forma di questo trofeo.

GLI SPONSOR DELLA AMERICA’S CUP

Le aziende fanno a gara per essere sponsor delle imbarcazioni che scendono in acqua. La visibilità è enorme e gli investimenti sono milionari, i partner dei vari Yacht Club sono soprattutto multizionali e aziende di primissimo piano nel loro settore a livello globale.

Luna Rossa è supportata da Prada e Pirelli, ovvero due eccellenze rispettivamente nel settore della moda e degli pneumatici con il ruolo, per l’occasione, di co-title sponsor. L’imbarcazione italiana ha alle spalle anche Panerai nella veste di sponsor ufficiale. Il team nostrano sogna l’impresa, punta a vincere la Prada Cup per poi sfidare Team New Zealand per la conquista della vecchia brocca. I campioni in carica possono fare affidamento su grossissimi nomi tra cui Fly Emirates, Omega, Toyota, HP, McDonald’s.

A sfidare Luna Rossa nella Prada Cup saranno i britannici di Ineos Uk (il colosso della chimica è il title partner) e gli statunitensi di American Magic (supportati soprattutto da Airbus, TSI, BMW, Parker, Helly Hansen).

America’s Cup 2021: gli sponsor delle barche. Luna Rossa con Prada e Pirelli. New Zealand ha Emirates. Investimenti milionari

SOLDI E MONTEPREMI DELLA AMERICA’S CUP

Gli investimenti per realizzare questi scafi si aggirano intorno ai 120 milioni di euro per i challengers, mentre i padroni di casa potrebbero avere speso un po’ di meno visto che non hanno elevati costi logistici e di trasferta. Quanti soldi si guadagnano con la vittoria finale della America’s Cup? Non c’è una cifra ufficiale e riconosciuta, il montepremi per la conquista della vecchia brocca non è stato svelato. Quel che è certo è che i proventi principali dei team derivano dagli sponsor milionari.

America’s Cup 2021: quanto costano le barche? Investimenti milionari! Di Ineos il budget più alto

America’s Cup 2021: il montepremi e quanto si guadagna. Cifre milionarie per realizzare le barche

 

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI ALLA VIGILIA

Patrizio Bertelli: “La Coppa America non deve diventare la F1. Confermiamo gli AC75. Luna Rossa a livello degli altri”

Max Sirena attende una risposta sulle volanti di Luna Rossa: “L’aerodinamica è tutto. Ci saranno altri sviluppi”

LA STORIA DELLA AMERICA’S CUP

La Coppa America è il trofeo sportivo più antico al mondo. Stiamo parlando della competizione di vela più importante a livello globale, un vero e proprio pilastro prendendo in considerazione tutti gli sport più disparati. La competizione ebbe inizio addirittura il 22 agosto 1851: l’Italia non era ancora unita, giusto per dare un quadro dell’epoca di cui stiamo parlando.

Quel giorno, attorno alla celeberrima isola di Wight, amena località nella Manica a sud di Southampton (resa famosa in Italia dall’omonima canzone interpretata dai Dik Dik, cover del brano di Michel Delpech), 14 imbarcazioni britanniche battenti bandiera del Royal Yacht Squadron sfidarono il New York Yacht Club, presentatosi con la goletta America. E il trofeo non si chiamava nemmeno America’s Cup…

Quel giorno vinse proprio America (e ora è chiaro perché il trofeo porta questa denominazione), capace di infliggere addirittura otto minuti di distacco alla britannica Aurora. Il trofeo in palio era la “Coppa delle cento ghinee”, per i britannici era la “Queen’s Cup” ma gli americani tolsero subito l’appellativo di Coppa della Regina e divenne così la Coppa America. 170 anni fa la Regina Vittoria chiese chi arrivò secondo e le risposero con una frase poi diventata il motto della competizione: “Your Majesty, There Is No Second”.

Fu l’inizio di un’epopea. Il New York Yacht Club difese il trofeo per addirittura 25 volte nell’arco di 132 anni! Uno degli sfidanti lo conosciamo praticamente tutti, ne parlano tutti i libri di storia e il suo nome a volte campeggia anche sulle nostre tavole: Sir Thomas Lipton, proprio il celeberrimo Barone del Tè. Organizzò cinque sfide tra il 1899 e il 1930: i suoi Shamrock presero delle sonore bastonate nelle acque della Grande Mela, ma il suo conto corrente lievitava a dismisura…

La seconda guerra mondiale frena un po’ la voglia di andare in acqua, NYYC conserva la sua imbattibilità dal 1958 al 1980. Poi la svolta: nel 1983 sei sindacati gettarono il proprio guanto di sfida, tra cui l’italiana Azzurra che fece conoscere la America’s Cup alle nostre latitudini. Nacque così la Louis Vuitton Cup (quella che nel 2021 è la Prada Cup) per decidere chi avrebbe avuto il diritto di sfidare i detentori del trofeo. Australia II, in difesa del Royal Perth Yach Club, riuscì nell’impresa di battere gli americani e spezzò il dominio secolare.

Gli americani si ripresero il trofeo quattro anni dopo, lo difesero anche nel 1988 e nel 1992, poi nel 1995 spuntarono i kiwi. Doppietta di Team New Zealand tra il 1995 e il 2000, poi l’incredibile doppio sigillo degli svizzeri di Alinghi (2003-2007), l’apoteosi degli americani di BMC Oracle (nel 2010 e nel 2017, con la pazzesca da rimonta a 1-8 a 9-8) e poi quattro anni fa la terza affermazione di Team New Zealand nelle Bermuda.

L’ALBO D’ORO DELLA AMERICA’S CUP

1851 America (USA, New York Yacht Club)
1870 Magic (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1871 Columbia (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1876 Madeleine (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1881 Mischief (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1885 Puritan (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1886 Maryflower (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1887 Volunteer (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1893 Vigilant (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1895 Defender (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1899 Columbia (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1901 Columbia (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1903 Reliance (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1920 Resolute (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1930 Enterprise (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1934 Rainbow (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1937 Ranger (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1958 Columbia (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1962 Weatherly (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1964 Constellation (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1967 Intrepid (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1970 Intrepid (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1974 Courageous (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1977 Courageous (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1980 Freedom (USA, New York Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1983 Australia II (Australia, Royal Perth Yacht Club), da challenger (sfidante)
1987 Stars & Stripes 87 (USA, San Diego Yacht Club), da challenger (sfidante)
1988 Stars & Stripes 88 (USA, San Diego Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1992 America (USA, San Diego Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
1995 Black Magic Team New Zealand (Nuova Zelanda, Royal New Zealand Yacht Squadron), da challenger (sfidante)
2000 NZL-60 Team New Zealand (Nuova Zelanda, Royal New Zealand Yacht Squadron), da defender (detentore del trofeo)
2003 Alinghi (Svizzera, Société Nautique de Genève), da challenger (sfidante)
2007 Alinghi (Svizzera, Société Nautique de Genève), da defender (detentore del trofeo)
2010 Oracle Team USA (USA, Golden Gaye Yacht Club), da challenger (sfidante)
2013 Oracle Team USA (USA, Golden Gaye Yacht Club), da defender (detentore del trofeo)
2017 Aotearoa Team New Zealand (Nuova Zelanda, Royal New Zealand Yacht Squadron), da challenger (sfidante)

Foto: Luna Rossa Press

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Prada Cup, Luna Rossa stellare! Asfalta American Magic 4-0 e approda in Finale!

Classifica semifinali Prada Cup: Luna Rossa travolge 4-0 American Magic, è in finale!