LIVE Vuelta a España 2020, la tappa di oggi in DIRETTA: vince Woods, terzo Valverde. Gruppo compatto


CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA FRAZIONE DI DOMANI: ARRIVO SUL TERRIBILE MONCALVILLO

Loading...
Loading...

LE PAGELLE DELLA SETTIMA TAPPA DELLA VUELTA

VUELTA 2020: ALEJANDRO VALVERDE UN LEONE INDOMABILE, SFIORA LA VITTORIA DI TAPPA A 40 ANNI

OMAR FRAILE: “WOODS NON COLLABORAVA”

VUELTA 2020: FORMOLO ENTRA NELLA FUGA GIUSTA, MA GLI MANCA IL GUIZZO PER GIOCARSI IL SUCCESSO

LA CLASSIFICA GENERALE DELLA VUELTA DI SPAGNA 2020

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

TUTTE LE CLASSIFICHE DELLA VUELTA DI SPAGNA 2020

VIDEO HIGHLIGHTS TAPPA DI OGGI

LE DICHIARAZIONI DI MICHAEL WOODS

LE DICHIARAZIONI DI RICHARD CARAPAZ

LE DICHIARAZIONI DI ALEJANDRO VALVERDE

Grazie per averci seguito, appuntamento a domani per seguire in diretta con noi la Vuelta a España 2020.

17.25 In testa alla graduatoria resta ovviamente Richard Carapaz, che ripartirà domani in Maglia Rossa.

17.24 Domani ottava tappa importante: da Logroño all’Alto de Moncalvillo, arrivo in salita durissimo con scontro diretto sicuramente tra i big della classifica generale.

17.22 Decima piazza per Davide Formolo.

17.21 Il grande battuto di giornata è Valverde, solo terzo, che voleva assolutamente il successo.

17.20 Sesto successo in carriera per Woods, il secondo alla Vuelta dopo una tappa nel 2018.

17.19 Il gruppo dei migliori arriva compatto a 56”.

17.18 Dovrebbe aver centrato la top-10 Davide Formolo.

17.17 Secondo Fraile, poi Valverde. Quarto Peters, quinto Martin.

17.16 VINCE WOODS! Il canadese ha trovato il momento giusto per andar via all’ultimo chilometro!

17.15 Il canadese ha guadagnato una ventina di metri, alle sue spalle Fraile prova l’inseguimento disperato.

17.14 All’ultimo chilometro va via Michael Woods!

17.13 2 al traguardo, scatti e controscatti, ma non si risolve la situazione.

17.12 3 chilometri all’arrivo, rallentamento davanti.

17.10 A 4 chilometri dal traguardo ancora compatto il drappello davanti: Woods, Valverde, Martin, Peters e Fraile dovrebbero giocarsi il successo.

17.09 Prova ad andarsene in solitaria Alejandro Valverde!

17.07 7 all’arrivo, a dividere i due gruppi 15”.

17.06 8 km al traguardo, situazione ancora apertissima.

17.05 Saltano totalmente gli accordi sia davanti che dietro.

17.04 Gran lavoro per Andrey Amador in gruppo: il Team INEOS Grenadiers sta limitando i danni ed è a solo 1’10” dalla vetta.

17.02 10 chilometri al traguardo.

17.00 Ora stanno perdendo un po’ di collaborazione davanti e invece il drappello alle spalle sta guadagnando spazio.

16.59 Ottimo accordo per il quintetto davanti, 25” di ritardo per il plotoncino degli inseguitori.

16.58 Tratto di discesa ora.

16.56 In cinque dunque davanti: Woods, Valverde, Martin, Peters e Fraile. Ad una decina di secondi gli inseguitori.

16.55 Scollina anche il gruppo, nessuno scatto tra i big.

16.53 Terminata la salita per Woods. Alle sue spalle arriva un quartetto formato da Valverde, Martin, Peters e Fraile.

16.51 Woods resta al comando con 15” sugli inseguitori, il canadese sta per scollinare.

16.50 Ultimo chilometro di salita, liberi tutti tra i fuggitivi. Saranno loro a giocarsi il successo di tappa visto che il gruppo è a più di un minuto.

16.48 Ora Valverde con Peters provano a lanciarsi all’inseguimento, la Jumbo-Visma prova a seguire l’iberico.

16.47 Woods ha guadagnato già 25” sui rivali.

16.46 Il gruppo sta perdendo qualche secondo, probabilmente non attaccheranno gli uomini di classifica.

16.44 Ha guadagnato qualche metro di vantaggio il canadese della EF Michael Woods.

16.42 Scattano a ripetizione Bennett e Kuss tra gli uomini in avanscoperta. Valverde sulla ruota di ogni attaccante.

16.40 Sempre circa 1′ per gli attaccanti che stanno perdendo qualche elemento. C’è sempre Davide Formolo.

16.38 Ultimi 5 chilometri di salita, non si muovono ancora i big. Sempre la INEOS Grenadiers a gestire la situazione.

16.35 Fortissimo vento sulla corsa. I contrattaccanti guidati dalla Movistar di Valverde vanno a riprendere Godon. Gruppo a 1′.

16.33 Iniziata l’ascesa: il gruppo a tutta, distante 1’20” dai fuggitivi.

16.31 Godon lo approccia con una ventina di secondi sui 30 contrattaccanti. Il gruppo però non è lontano.

16.30 È il momento decisivo della tappa: ora il GPM di Puerto de Orduña (7.8 km al 7.6% di pendenza media).

16.28 Discesa a tutta per Godon davanti che va via in solitaria.

16.26 30 chilometri al traguardo.

16.24 Ora un tratto di discesa ripida.

16.22 Ora aumenta nettamente la velocità nel gruppo: tutti gli uomini di classifica si portano avanti, meno di 2′ di ritardo.

16.19 Ripresi i tre contrattaccanti dal drappello di inseguitori, a breve anche il trio di Valverde sarà raggiunto.

16.16 Un altro terzetto prova a muoversi: si tratta di Bennett, Cort Nielsen e Wellens.

16.14 30″ il distacco tra il terzetto al comando sugli altri fuggitivi del giorno. Gruppo a 2’15”.

16.11 Aumenta di poco il vantaggio di Valverde, Godon e Dewulf quando ci troviamo a 42 km dal traguardo.

16.08 Il folto gruppo dei fuggitivi si sta avvicinando ad Alejandro Valverde, Damien Godon e Stan Dewulf.

16.05 Chris Froome (Ineos Grenadiers) in testa al gruppo maglia rossa che ha un ritardo di 2’40 ” dal plotoncino di Alejandro Valverde.

16.02 Intanto Jannik Steimle (Deceuninck Quick Step) e Niki Terpstra (Total Direct Energie) hanno perso qualche metro dal gruppo dei fuggitivi.

15.59 Alejandro Valverde (Movistar), Dorian Godon (AG2R La Mondiale) e Stan Dewulf (Lotto Soudal) hanno 16 ” di vantaggio sui loro inseguitori a 55 km dalla fine. Il gap dal gruppo maglia rossa è di 2’30 ”.

15.55 Intanto lo sfortunatissimo Jay McCarthy è stato portato via in barella.

15.54 2’30” di vantaggio per i 38 uomini all’attacco. 55 km alla fine.

15.52 Intanto hanno allungato Alejandro Valverde, Damien Godon e Stan Dewulf.

15.49 Si tratta di Jay McCarthy! Non si conoscono le dinamiche della sua caduta.

15.48 Brutta caduta per un uomo della Bora-Hansgrohe!

15.46 Sono ben 18 le squadre presenti nella fuga:

Cofidis: Martin, Herrada, Lafay, Périchon
Movistar : Valverde, Verona, Rojas
Trek : Elissonde, Lopez, Eg
Sunweb: Power, Arensman, Storer
Jumbo : Bennett, Kuss, Martens
UAE: Formolo, Costa, Oliveira
Astana: Fraile, Aranburu
Lotto: Wellens, Dewulf
Total: Sicard, Terpstra
AG2R: Peters, Godon
EF: Woods, Cort Nielsen
Bora: Schelling
CCC: Zimmermann
Caja Rural: Lastra
Groupama: Ladagnous
Burgos-BH: Cabedo
Deceuninck: Steimle
NTT: De Bod
(Ineos Grenadiers, Mitchelton Scott, Bahrain-McLaren e Israel Start-Up Nation non hanno uomini al comando)

15.43 Sale a 2’08” il vantaggio dei 38 fuggitivi.

15.40 Alejandro Valverde è il miglior corridore in classifica nel gruppo degli attaccanti: 10 ° a 3’00 ”. Il divario dal plotone maglia rossa a 70 km dalla fine è di 1’30 ”.

15.37 I corridori sono su un lungo falsopiano che conduce al traguardo volante di Izarra.

15.33 70 chilometri al traguardo e 1’30” di vantaggio per la maxi fuga.

15.29 Attualmente Sepp Kuss è il nuovo leader della classifica dei GPM.

15.24 GRANDE BAGARRE NEL GRUPPO DEI FUGGITIVI!

15.20 Gruppo maglia rossa costantemente comandato dalla Ineos Grenadiers.

15.16 Sono ben 38 i battistrada: Nans Peters, Damien Godon (AG2R La Mondiale), Sepp Kuss, Paul Martens, George Bennett (Jumbo-Visma), Robert Power, Thymen Arensman, Michael Storer (Team Sunweb), Carlos Verona, Jose Joaquin Rojas, Alejandro Valverde (Movistar Team), Ivo Oliveira, Rui Costa, Davide Formolo (UAE Team Emirates), Mikel Nieve (Mitchelton Scott), Oscar Cabedo (Burgos BH), Juan Pedro Lopez, Niklas Eg, Kenny Elissonde (Trek-Segafredo), Omar Fraile, Alex Aranburu (Astana), Michael Woods, Magnus Cort Nielsen (EF Pro Cycling), Georg Zimmermann (CCC Team), Tim Wellens,  Stan Dewulf (Lotto Soudal), Jose Herrada, Victor Lafay, Pierre-Luc Perichon, Guillaume Martin (Cofidis), Romain Sicard (Total Direct Energie), Jonathan Lastra (Caja Rural-Seguros RGA), George Zimmerman (CCC), Ide Schelling (Bora-hansgrohe), Matthieu Ladagnous (Groupama-FDJ), Jannik Steimle (Deceuninck Quick Step), Stefan De Bod (NTT), Niki Terpstra (Total Direct Energie).

15.14 Ecco i passaggi al GPM del Puerto de Orduña (km 67.3):
1. Sepp Kuss (Jumbo-Visma), 10 punti
2. Guillaume Martin (Cofidis), 6 punti
3. Rob Power (Sunweb), 4 punti
4. Nans Peters (AG2R La Mondiale), 2 punti
5. Alejandro Valverde (Movistar), 1 punto

15.13 I fuggitivi hanno 1’30” di vantaggio sul gruppo tirato dalla Ineos Grenadiers.

15.10 Pioggia sulla corsa!

15.08 Sepp Kuss conquista il primo posto al GPM.

15.05 Nans Peters (AG2R La Mondiale), Guillaume Martin (Cofidis), Sepp Kuss (Jumbo-Visma) e Robert Power (Team Sunweb) hanno guadagnato 20″ sugli altri fuggitivi. Siamo quasi in cima al Puerto de Orduña.

15.04 Abbiamo dunque 38 uomini all’attacco!

15.02 Il gruppo Valverde ha raggiunto la testa della corsa a 3 km dalla vetta. E ora Nans Peters (AG2R La Mondiale) cerca di allungare su tutti.

14.59 Alejandro Valverde (Movistar Team), Davide Formolo (UAE Team Emirates), Mikel Nieve (Mitchelton Scott), Quentin Jauregui (AG2R La Mondiale), Oscar Cabedo e Angel Madrazo (Burgos BH) sono a 30” dalla fuga. Jorge Arcas (Movistar) e Julen Amezqueta (Caja Rural-Seguros) sono stati ripresi dal gruppo, staccato a 58”.

14.56 3,5 km allo scollinamento quando ci troviamo a 96 chilometri dal traguardo.

14.55 Sono ben 17 gli inseguitori degli altrettanti 17 battistrada. I loro nomi sono: George Bennett (Jumbo-Visma), Ivo Oliveira (UAE Team Emirates), Juan Pedro Lopez, Kenny Elissonde (Trek-Segafredo), Rob Power, Thymen Arensman, Mark Donovan (Sunweb), Omar Fraile (Astana), Michael Woods (EF Pro Cycling), Nans Peters (AG2R La Mondiale), Georg Zimmermann (CCC Team), Tim Wellens (Lotto Soudal), Guillaume Martin, Jose Herrada (Cofidis), Gino Mader (NTT), Jorge Arcas (Movistar), Romain Sicard (Total Direct Energie), Julen Amezqueta (Caja Rural-Seguros RGA), e Angel Madrazo (Burgos-BH).

14.52 Sono circa una decina gli uomini che si stanno riportando sulla fuga. Tra di loro ci sono la maglia a pois Tim Wellens (Lotto Soudal), Guillaume Martin (Cofidis), Omar Fraile (Astana) e Angel Madrazo (Burgos BH).

14.50 Alcuni atleti hanno perso contatto dal plotone dei big, mentre siamo sul Puerto de Orduña.

14.48 Altri corridori stanno provando ad evadere dal gruppo guidato dalla Ineos Grenadiers della maglia rossa Richard Carapaz.

14.44 Ecco i nomi dei 17 battistrada: Sepp Kuss (Jumbo-Visma), Jannik Steimle (Deceuninck Quick Step), Rui Costa (UAE Team Emirates), Niklas Eg (Trek Segafredo), Michael Storer (Sunweb) Alex Aranburu (Astana Pro Team), Ide Schelling (Bora Hansgrohe), Matthieu Ladagnous (Groupama FDJ), Magnus Cort Nielsen (EF Pro Cycling), Dorian Godon (AG2R La Mondiale), Stan Dewulf (Lotto Soudal), Victor Lafay, Pierre Luc Périchon (Cofidis), Stefan De Bod (NTT), José  Joaquin Rojas (Movistar), Niki Terpstra (Total Direct Energie) e Jonathan Lastra (Caja Rural-Seguros RGA).

14.40 1’40” di vantaggio per la fuga, dove sono presenti anche Niki Terpstra (Total Direct Energie) e Michael Storer (Team Sunweb).

14.37 Il Puerto de Orduña è un GPM di prima categoria di 7,8 chilometri, con una pendenza media del 7,7% e punte del 14% a circa un chilometro dal suo scollinamento.

14.33 Adesso i corridori dovranno affrontare una discesa abbastanza tecnica che li porterà alla prima scalata al Puerto de Orduña.

14.30 Il gruppo ha percorso 45,2 km nella prima ora.

14.29 Giornata nuvolosa ma fortunatamente al momento non c’è pericolo di pioggia.

14.27 Undici ciclisti provano a evadere ma il plotone reagisce immediatamente.

14.25 Appena superati i 40 km e il gruppo resta compatto.

14.23 Staremo a vedere per quanti chilometri il gruppo maglia rossa resterà compatto.

14.19 Gruppo compatto! Cavagna è stato ripreso dal plotone.

14.16 Situazione in continui divenire quando sono stati trascorsi i primi 35 km.

14.13 Ripresi i contrattaccanti. In testa resta da solo lo stoico Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step) con circa 10” di vantaggio.

14.08 Quattro corridori evadono dal gruppo si tratta di Juan Pedro Lopez (Trek-Segafredo), Tosh Van der Sande (Lotto Soudal), Jonathan Hivert (Total Direct Energie) e Hector Saez (Caja Rural-Seguros RGA).

14.05 La velocità media del gruppo e del fuggitivo dopo 20 km.

14.02 Il vantaggio del fuggitivo scenda a circa 12”.

13.58 In testa al gruppo ci sono diversi attacchi con l’intento di portare via una fuga ma dopo 20 km c’è solo Cavagna in avanscoperta.

13.54 Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step) porta a 30” il proprio vantaggio sul plotone.

13.51 Bicicletta speciale per Chris Froome che sarà messa all’asta al termine della gara.

13.47 Ovviamente Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step) avrà bisogno del supporto di qualche altro fuggitivo per riuscire a prendere il largo.

13.42 De Bod è stato ripreso dal gruppo che insegue Cavaglia a 11”.

13.37 Stefan De Bod (NTT) a caccia del transalpino.

13.33 Subito all’attacco, manco a dirlo, Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step).

13.30 Roglic e Carapaz sono pronti a darsi battaglia per la maglia rossa.

13.25 L’altimetria della tappa di oggi.

13.19 La Vuelta torna a Vitoria, cinque anni dopo l’inizio dell’ultima tappa dalla capitale Alava. Nel 2015 la corsa è andata ad Alto Campo dove ha vinto Alessandro De Marchi.

13.15 La presentazione della tappa odierna.

13.11 L’avvio della seconda settimana della Vuelta a España 2020.

13.07 Il gruppo è in viaggio verso il km 0.

13.03 Anche alla Vuelta a España 2020 nel giorno di riposo sono stati effettuati i tamponi. Fortunatamente nessun positivo.

13.00 Buongiorno e benvenuti alla diretta live della settima tappa della Vuelta a España 2020.

La presentazione della tappa odiernaLa cronaca della sesta tappaLe pagelle della sesta tappaTutte le classifiche al termine della prima settimana Il borsino dei favoriti dopo la prima settimana 

Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della settima tappa della Vuelta a España 2020. La grande corsa a tappe iberica riparte verso la sua seconda settimana, con 159,7 chilometri insidiosi tra Vitoria-Gasteiz e Villanueva de Valdegovia. Anche quest’oggi potremmo assistere a qualche bella sorpresa in ottica classifica generale. C’è da aspettarsi una grande bagarre in occasione della seconda scalata al Puerto de Orduña, il cui scollinamento è piazzato a soli 18 chilometri dal traguardo.

I primi saliscendi avranno inizio dopo circa 20 chilometri di gara. Una breve discesa condurrà alla prima delle due scalate al Puerto de Orduña, un GPM di prima categoria di 7,8 chilometri con una pendenza media del 7,7% e punte del 14% a circa un chilometro dallo scollinamento. Dopo un breve su e giù fino a Salinas de Añana, un lungo falsopiano condurrà il gruppo al traguardo volante di Izara, posizionato al chilometro 117,3. Un’altra veloce discesa porterà i corridori alla seconda scalata al Puerto de Orduña, che terminerà a 18 chilometri dalla fine. Qui qualcuno potrebbe tentare un affondo lanciandosi in discesa. Dopo un altro breve saliscendi, gli ultimi 5 chilometri di gara saranno pressoché pianeggiati o comunque in leggero falsopiano. 

Primoz Roglic (Jumbo-Visma), che non è apparso in formissima nella frazione di domenica, avrà una ghiotta occasione per riscattarsi su un percorso molto adatto alle caratteristiche dello sloveno. Contestualmente, Richard Carapaz (Ineos Grenadiers) farà di tutto per difendere il suo primato; a dovrà fare attenzione a Hugh Carthy (EF Pro Cycling) e Dan Martin (Israel Start-Up Nation), che lo seguono subito a ruota nella classifica generale. Bisognerà poi capire la vera tattica in casa Movistar, visto che hanno tre uomini in top ten, ossia: Enric Mas, Marc Soler e Alejandro Valverde. Tra coloro che devono recuperare qualcosa in classifica, troviamo gli azzurri Mattia Cattaneo (Deceuninck-Quick Step) Davide Formolo (UAE Team Emirates). Abbiamo dunque Kenny Elissonde (Trek-Segafredo), Guillaume Martin (Cofidis) o Alexandr Vlasov (Astana). E attenzione, perchè la formazione kazaka, tra corridori fuori classifica, ha anche Luis Leon Sanchez e Alex Aranburu.

OA Sport vi proporrà la DIRETTA LIVE testuale integrale della settima tappa della Vuelta 2020 dalle ore 13.00. Buon divertimento! 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top