LIVE Tour de France, DIRETTA tappa di oggi: pagelle e classifiche aggiornate. Ewan batte Bennett e Nizzolo

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

MONDIALI 2020: VARESE RITIRA LA CANDIDATURA, LOTTA APERTA TRA FRANCIA E ITALIA

PROMOSSI E BOCCIATI DI OGGI

COME STANNO I FAVORITI? BERNAL SEMPRE AVANTI, ROGLIC…

TOUR DE FRANCE 2020: PERCORSO CHE STRIZZA L’OCCHIO A JULIAN ALAPHILIPPE

LA VITTORIA TATTICA DI EWAN: SCELTA DI TEMPO PERFETTA CON VENTO CONTRARIO

IL PERCORSO ED IL PROGRAMMA DELLA TAPPA DI DOMANI

LA CLASSIFICA AGGIORNATA DEGLI ITALIANI

ORDINE D’ARRIVO DELLA TERZA TAPPA

LA CLASSIFICA GENERALE DEI FAVORITI AGGIORNATA

CALEB EWAN: “HO DATO TUTTO. RISCHIOSO PARTIRE DA DIETRO”

LE PAGELLE DELLA TERZA TAPPA

LE TOUR DU DIRECTEUR: ELIA VIVIANI E LA SCELTA SBAGLIATA COFIDIS; FRANCIA FAVORISCE ALAPHILIPPE

LA CRONACA DELLA VITTORIA DI EWAN, 3° GIACOMO NIZZOLO

LA CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA

TUTTE LE CLASSIFICHE: MAGLIA VERDE, BIANCA E A POIS

VIDEO: LA VITTORIA DI CALEB EWAN

17.50 Termina qui la DIRETTA LIVE dal Tour de France. Vi diamo appuntamento a domani con la quarta tappa della Grande Boucle da Sisteron a Orcières-Merlette. Buon proseguimento di serata!

17.49 Classifica generale invariata con Julian Alaphilippe ancora in maglia gialla:

1 ALAPHILIPPE Julian Deceuninck – Quick Step 13:59:17
2 YATES Adam Mitchelton-Scott 0:04
3 HIRSCHI Marc Team Sunweb 0:07
4 POGAČAR Tadej UAE-Team Emirates 0:17
5 FORMOLO Davide UAE-Team Emirates ,,
6 BERNAL Egan INEOS Grenadiers ,,
7 3 DUMOULIN Tom Team Jumbo-Visma ,,
8 HIGUITA Sergio EF Pro Cycling ,,
9 MARTIN Guillaume Cofidis, Solutions Crédits ,,
10 CHAVES Esteban Mitchelton-Scott ,,

17.47 Ottima la prova del campione italiano ed europeo Nizzolo, che si conferma il velocista azzurro più in forma del momento. Buona prova da parte di Trentin e Bonifazio. Assente Elia Viviani, 33° al traguardo.

17.44 Ecco la volata vincente di Caleb Ewan:

17.39 Vittoria netta per l’australiano della Lotto Soudal. Rimasto intruppato all’inizio della volata, ha poi fatto uno slalom per superare tutti quanti accanto alle transenne, trionfando con una bici di vantaggio su Bennett. Questa è la sua quarta vittoria al Tour.

17.38 Secondo posto per Sam Bennett, terzo per Giacomo Nizzolo!

17.37 VITTORIA DA BRIVIDI PER CALEB EWAN!

17.36 ULTIMO CHILOMETRO! PARTE LA VOLATA!

17.35 Arriva anche la Lotto Soudal di Caleb Ewan e la Sunweb di Cees Bol! Grande agitazione in gruppo.

17.34 Kasper Asgreen e Julian Alaphilippe davanti a tutti per Sam Bennett. Ben messo anche Nizzolo.

17.32 Finale pericoloso, molto insidioso, ricco di spartitraffico. Meno 3 al traguardo.

17.31 A terra anche Wout Van Aert, che si esclude dalla volata di Sisteron!

17.30 Caduta della maglia a pois Cosnefroy e di alcuni uomini della Jumbo-Visma!

17.27 Compatta in testa al gruppo la NTT del campione italiano ed europeo Giacomo Nizzolo.

17.25 Forte vento contrario sulla corsa! Sgomitate per prendere le prime posizioni del gruppo.

17.22 12 chilometri al traguardo.

17.20 Finisce qui la fuga di Jerome Cousin! Gruppo compatto!

17.18 Si organizzano le squadre dei velocisti: la Deceuninck-Quick Step per Sam Bennett, la Cofidis per Elia Viviani, la NTT per Giacomo Nizzolo, e la Bahrain McLaren per Sonny Colbrelli.

17.14 Jérôme Cousin ha logicamente ottenuto il premio del corridore più aggressivo di oggi.

17.10 Dopo lo sprint intermedio, Alexander Kristoff è ancora in testa alla classifica a punti con un vantaggio di 12 punti su Peter Sagan.

17.05 Contatto visivo tra il gruppi e il battistrada che ha solamente 30″ di vantaggio.

17.00 Forte vento contrario sul battistrada Cousin, inseguito da un’agguerrita Deceuninck-Quick Step.

16.58 Ecco i risultati dello sprint intermedio di Digne-les-Bains, km 160.5:
1.      Jérôme Cousin, 20 punti
2.      Peter Sagan, 17
3.      Niccolo Bonifazio, 15
4.      Giacomo Nizzolo, 13
5.      Alexander Kristoff, 11
6.      Daniel Oss, 10
7.      Sam Bennett, 9
8.      Matteo Trentin, 8
9.      Bryan Coquard, 7
10.  Max Walscheid, 6

16.54 Soltanto 49″ di vantaggio per Jerome Cousin (Total Direct Energie). Siamo a 33 km dal traguardo di Sisteron.

16.51 17 punti per Sagan seguito da Niccolò Bonifazio, Giacomo Nizzolo e Alexander Kristoff. Con loro anche Matteo Trentin.

16.49 Cousin passa per primo allo sprint intermedio di Digne-les-Bains, ma adesso vedremo chi passerà davanti a tutti in testa al gruppo.

16.46 Grandissimo forcing da parte della Deceuninck-Quick Step della maglia gialla Julian Alaphilippe e del favorito di giornata Sam Bennett.

16.42 Cousin si prende il Col de l’Orme, ma la maglia a pois resta sulle spalle di Benoit Cosnefroy, ancora leader dei GPM dopo il ritiro di Perez.

16.38 45 km al traguardo e 1’48” per Cousin. Ci stiamo avvicinando alla regione della Provenza.

16.34 Ecco l’ultimo chilometro prima del traguardo di Sisteron:

16.30 Foratura per il campione europeo Giacomo Nizzolo (NTT Pro Cycling)!

16.28 Ci avviciniamo all’ultimo GPM di giornata.

16.23 55 km al traguardo e 1’37” di vantaggio per Cousin.

16.18 Precisazione sull’incidente di Anthony Perez. Prima ha subito una foratura nella discesa del Col des Lèques, poi si è scontrato con la sua stessa ammiraglia della Cofidis, cadendo a terra. Per lui rottura della clavicola sinistra.

16.15 Foratura per Sam Bennett. Il velocista della Deceuninck-Quick Step è uno dei grandi favoriti di giornata.

16.13 Per Perez sospetta frattura della clavicola dopo una caduta in discesa.

16.09 RadioTour annuncia il ritiro di Anthony Perez (Cofidis), il leader virtuale dei GPM.

16.05 Ripresi Cosnefroy e Peters, con il plotone guidato dalla Deceuninck-Quick Step della maglia gialla Alaphilippe.

16.02 Gruppo allungatissimo alle spalle del duo dell’AG2R La Mondiale formato da Cosnefroy e Peters.

16.00 15″ di vantaggio sul gruppo per il giovane Cosnefroy, evaso assieme al compagno di squadra Nans Peters.

15.57 Nella ‘volata’ per il GPM, Cosnefroy è evaso dal gruppo con alle spalle Anthony Perez (Cofidis). Quest’ultimo peró è rimasto vittima di una foratura, mentre Cosnefroy ha proseguito con il suo attacco.

15.53 Cousin passa per primo al Col des Lèques. Secondo posto per la maglia a pois Benoit Cosnefroy (AG2R La Mondiale).

15.49 Tornando alla tappa di ieri, e alla vittoria di Julian Alaphilippe, ricordiamo questo è l’ottavo Tour de France consecutivo con almeno una vittoria di tappa per la squadra belga. Dal 2015 la loro prima vittoria è sempre avvenuta nei primi quattro giorni di gara.

15.44 Sisteron è una città molto cara allo stesso Cousin. In occasione della Parigi-Nizza del 2018 infatti, il francese vinse proprio la 5^ tappa con arrivo a Sisteron al termine della fuga di giornata.

15.40 Il gruppo sta tenendo a debita distanza il battistrada Cousin, che adesso ha 3’40” di vantaggio mentre siamo sul Col des Lèques.

15.36 Questo GPM è un’ascesa di 6.9 km al 5,4% di pendenza.

15.32 Cousin si trova a Castellane, ai piedi del Col des Lèques, con 2’30” di vantaggio.

15.27 90 chilometri al traguardo.

15.23 Il coraggioso fuggitivo:

15.19 A guidare il plotone ovviamente la Deceuninck Quick-Step della Maglia Gialla.

15.16 Ritardo del gruppo che diminuisce ancora: 2’30”.

15.13 100 chilometri al traguardo.

15.07 Occhio, torna a piovere sul gruppo.

15.05 Situazione ora stabile, con il transalpino che prosegue la sua corsa solitaria.

15.00 Cala il distacco del plotone da Cousin: 3’20”.

14.57 Per fortuna è cambiata la situazione meteo, non piove più sulla corsa.

14.55 110 chilometri al traguardo.

14.52 Prosegue l’azione solitaria del coraggioso Cousin.

14.48 Immagini dal gruppo:

14.44 Aumenta ancora il margine di Cousin: 4′ di vantaggio.

14.41 120 chilometri al traguardo.

14.38 Aumenta il vantaggio del fuggitivo, gruppo che rallenta ancora ed è a 3′.

14.35 Raggiunti dal gruppo Benoit Cosnefroy (AG2R La Mondiale) ed Anthony Perez (Cofidis).

14.32 Troviamo dunque un solo uomo al comando, Jerome Cousin (Total Direct Energie). Gli altri due transalpini dovrebbero essere a breve ripresi dal gruppo.

14.29 Cousin decide di attaccare in solitaria, si rialzano Perez e Cosnefroy.

14.27 Scelta tattica di Perez: il transalpino decide di non tirare più e farsi raggiungere dal gruppo, discussioni tra i fuggitivi.

14.22 Scollina anche il gruppo sul GPM a 2′.

14.19 Il transalpino dunque allunga nella classifica virtuale: due punti di vantaggio sul rivale.

14.17 Ancora una volta Perez prevale su Cosnefroy sul GPM.

14.13 Il gruppo ha rallentato l’andatura.

14.10 5,3 chilometri al 4,8% di pendenza media, nulla di trascendentale.

14.08 Prosegue l’azione dei tre fuggitivi con circa 2′ di margine sul gruppo.

14.05 Si torna a salire, ora il Col de la Faye.

14.03 140 chilometri all’arrivo.

14.00 Anche il gruppo scollina sul GPM.

13.58 Perez riesce a prevalere su Cosnefroy! Spettacolare la volata in cima al GPM. Al momento il corridore della Cofidis è Maglia a pois virtuale.

13.56 Fuggitivi che stanno per arrivare in vetta al primo GPM, sarà sfida per la Maglia a pois.

13.53 Prosegue la fuga a tre: Benoit Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Anthony Perez (Cofidis) e Jerome Cousin (Total Direct Energie).

13.50 Tantissima pioggia sul gruppo:

13.47 Immagini dal gruppo:

13.45 Andatura nettamente rallentata nel plotone visto il temporale, fondamentale che non ci siano cadute.

13.42 Corridori che si stanno tutti coprendo. Siamo sul primo GPM, Col du Pilon.

13.40 Tempesta sul GPM:

13.38 Corridori già con le mantelline, prime gocce di pioggia.

13.35 Attenzione al maltempo: la pioggia incombe, potrebbero esserci anche oggi problemi.

13.31 Un sorridente Julian Alaphilippe:

13.28 C’è ovviamente la Deceuninck Quick-Step in testa al plotone.

13.25 Fase piuttosto statica della gara: il vantaggio dei tre battistrada rimane stabile intorno ai 2’10”.

13.22 E’ stata superata la prima ora di corsa. Poco meno di 160 chilometri all’arrivo di Sisteron.

13.19 Tanta serenità in mezzo al gruppo, tra sorrisi e chiacchierate. Clima ben differente rispetto alla tensione avvertita durante la prima tappa.

13.16 Ieri ha convinto anche Egan Bernal, che ha pedalato con facilità ed è sempre stato vigile nelle posizione di testa del gruppo, mentre dubbi maggiori ci sono sulle condizioni di Primoz Roglic.

13.12 Tornando un po’ alla tappa di ieri, fantastico show di Julian Alaphilippe, che ha prima attaccato alla sua maniera sull’ultima salita e poi in volata ha battuto Marc Hirshi e Adam Yates. Il francese classe 1992 si è presentato ai microfoni visibilmente commosso e ha dedicato la vittoria al padre scomparso.

13.08 In testa al plotone ci sono gli uomini della Deceuninck-Quick Step: il gruppo sta ora recuperando qualcosina, 2’10” il distacco.

13.05 Ecco un’altra immagine dei tre battistrada.

13.01 Sono stati percorsi i primi 26 chilometri, ora ne mancano 172 al traguardo.

12.57 Attualmente il margine dei fuggitivi sul plotone è di 2’20”. Ricordiamo i nomi dei tre francesi in testa alla corsa: Benoit Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Anthony Perez (Cofidis) e Jerome Cousin (Total Direct Energie).

12.54 Nel frattempo, ecco un retroscena sul ruolo di Oliver Naesen che si era aggregato alla fuga salvo poi staccarsi: il suo compito era semplicemente quello di marcare Anthony Perez per favorire Benoit Cosnefroy in funzione della maglia a pois.

12.50 Un dato statistico interessante che riguarda Peter Sagan: delle 133 tappe del Tour de France a cui ha partecipato è solo la quinta volta che non indossa una maglia distintiva.

12.47 Dando una rapida occhiata alle quote dei book-makers, favoriti Sam Bennett (3.50) e Caleb Ewan (4.00), mentre il nostro Giacomo Nizzolo viene offerto a quota 11.00.

12.44 Ricordiamo che oggi, dopo le prime due tappe di scena a Nizza, i corridori abbandoneranno definitivamente la città della Costa Azzurra cominciando a spostarsi verso ovest.

12.41 Emblematico il dato della velocità media di fuggitivi e gruppo durante i primi 5 chilometri della corsa: 50.1 km/h contro 38.6 km/h.

12.38 Continua a crescere il margine degli attaccanti, che hanno ora 3’10” di margine sul plotone. Fuga che comunque non impensierisce più di tanto il gruppo.

12.35 Eccoli i tre fuggitivi, che provano a portare in alto la bandiera della Francia.

12.32 Il vantaggio dei tre battistrada sul plotone si aggira ora sui 2’45”.

12.29 Oliver Naesen si è staccato dalla fuga! Rimangono in tre (tutti francesi) in testa alla corsa: Benoit Cosnefroy, Anthony Perez e Jerome Cousin.

12.27 Ecco il video dell’attacco: Perez è scattato per primo, immediatamente seguito da Cousin, mentre i due uomini della AG2R La Mondiale, dopo un attimo di esitazione, hanno deciso di aggregarsi alla fuga.

12.24 Il gruppo lascia fare: il vantaggio dei battistrada ha già superato il minuto.

12.22 QUATTRO CORRIDORI SUBITO IN FUGA! Si tratta di Benoit Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Oliver Naesen (AG2R La Mondiale), Anthony Perez (Cofidis) e Jerome Cousin (Total Direct Energie).

12.20 SI PARTEEE! Cominciata la terza tappa del Tour de France 2020!

12.18 12.18 Quella di oggi, con i suoi 198 km, è la seconda tappa per lunghezza. Quasi 3000 i metri di dislivello.

12.15 Ecco un’immagine postata dal profilo Twitter della corsa transalpina.

12.12 I corridori sono partiti per raggiungere il chilometro zero.

12.09 In prima fila i proprietari delle maglie più prestigiose: ovviamente la maglia gialla Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), maglia verde per Alexander Kristoff (UAE Team Emirates), maglia bianca per Marc Hirshi (Team Sunweb) e maglia a pois per Benoit Cosnefroy (AG2R La Mondiale).

12.05 Quattro i GPM che i corridori dovranno affrontare oggi: il Col du Pilon (3a categoria, 8,4 km al 5.1% di pendenza media), il Col de la Faye (3a categoria, 5,3 km al 4.8%), il Col des Lèques (3a categoria, 6,9 km al 5.4%) e il Col de l’Orme (4a categoria, 2,7 km al 5%).

12.02 Lo start della frazione odierna è fissato per le ore 12.20. Si tratta di una tappa che, sebbene mossa nella prima parte, dovrebbe chiudersi con una volata. Favoriti, dunque, i velocisti: in primis, Sam Bennett (Deceuninck-Quick Step) e Caleb Ewan (Lotto Soudal), ma ci prova anche il nostro Giacomo Nizzolo (NTT Pro Cycling).

11.59 Ecco, invece, la CLASSIFICA DEGLI ITALIANI. Al momento il primo in graduatoria è Davide Formolo, mentre Fabio Aru ha già accumulato un distacco di 2’24” dalla testa.

11.56 Ecco la CLASSIFICA GENERALE aggiornata dopo le prime due tappe: maglia gialla attualmente indosso a Julian Alaphilippe.

11.53 Dopo le prime due frazioni circoscritte ai confini di Nizza, oggi i corridori partiranno ancora dalla città della Costa Azzurra per approdare, dopo 198 chilometri, a Sisteron, piccolo comune nella valle della Durance.

11.50 Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della terza tappa del Tour de France 2020.

CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLA TAPPA DI OGGI DEL GIRO D’ITALIA UNDER23 (LUNEDI’ 31 AGOSTO)

LA PRESENTAZIONE DELLA TERZA TAPPA

LA TERZA TAPPA IN TV

IL BORSINO DEI FAVORITI DELLA TERZA TAPPA

LA NUOVA CLASSIFICA GENERALE

LA CRONACA DELLA TAPPA

LE TOUR DU DIRECTEUR: PER IL BENE DI FABIO ARU, NON PARLIAMONE PIU’

EGAN BERNAL: “MI SONO DIVERTITO”

LE PAGELLE DELLA SECONDA TAPPA

IL MELANCONICO TRAMONTO DI FABIO ARU

IL GRANDE BLUFF DELLA JUMBO-VISMA

LA CLASSIFICA DEI FAVORITI

LA CLASSIFICA DEGLI ITALIANI

L’ORDINE D’ARRIVO DELLA TAPPA DI OGGI

VIDEO HIGHLIGHTS SECONDA TAPPA

LUCI ED OMBRE PER L’ITALIA

L’ITALIA FUORI DAL TOUR SI ESALTA

JULIAN ALAPHILIPPE: “DEDICO LA VITTORIA A MIO PADRE”

ADAM YATES: “NON HO MAI PENSATO DI BATTERE ALAPHILIPPE”

TOM DUMOULIN DOPO LA CADUTA: “STO BENE, MA SONO STATO STUPIDO”

LA SETTIMANA INTERNAZIONALE COPPI E BARTALI: IL PERCORSO AI RAGGI X

18.35 Grazie per averci seguito, ma rimanete su OA Sport. Troverete cronaca, classifiche, dichiarazioni, video, analisi, approfondimenti, pagelle e tantissimo altro! Un saluto sportivo!

18.34 Fabio Aru è giunto al traguardo a 2’09”. E’ andata meglio a Pozzovivo: 1’16” il ritardo del lucano.

18.34 La nuova classifica generale:

1 Julian ALAPHILIPPE JULIAN ALAPHILIPPE 41 DECEUNINCK – QUICK – STEP 08h 41′ 35” – B : 15” –
2 Adam YATES ADAM YATES 161 MITCHELTON – SCOTT 08h 41′ 39” + 00h 00′ 04” B : 12” –
3 Marc HIRSCHI MARC HIRSCHI 204 TEAM SUNWEB 08h 41′ 42” + 00h 00′ 07” B : 8” –
4 SERGIO ANDRES HIGUITA 74 EF PRO CYCLING 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
5 TADEJ POGACAR 131 UAE TEAM EMIRATES 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
6 ESTEBAN CHAVES 164 MITCHELTON – SCOTT 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
7 DAVIDE FORMOLO 134 UAE TEAM EMIRATES 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
8 EGAN BERNAL 1 INEOS GRENADIERS 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
9 RICHARD CARAPAZ 3 INEOS GRENADIERS 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
10 TOM DUMOULIN 14 TEAM JUMBO – VISMA 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
11 PRIMOŽ ROGLIC 11 TEAM JUMBO – VISMA 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
12 GREG VAN AVERMAET 111 CCC TEAM 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
13 NAIRO QUINTANA 81 TEAM ARKEA – SAMSIC 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
14 GUILLAUME MARTIN 121 COFIDIS 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
15 EMANUEL BUCHMANN 22 BORA – HANSGROHE 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
16 ALBERTO BETTIOL 72 EF PRO CYCLING 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
17 PIERRE LATOUR 34 AG2R LA MONDIALE 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
18 BAUKE MOLLEMA 104 TREK – SEGAFREDO 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
19 ENRIC MAS 94 MOVISTAR TEAM 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –
20 MAXIMILIAN SCHACHMANN 28 BORA – HANSGROHE 08h 41′ 52” + 00h 00′ 17” – –

18.32 Hanno convinto Egan Bernal e Nairo Quintana, sempre attenti e ben presenti nelle parti alte della corsa: il loro terreno arriverà più avanti.

18.31 E’ mancata all’appello la Jumbo-Visma. Dopo aver dominato la tappa, il team olandese si è sfaldato sul più bello. Dumoulin è caduto, Van Aert non ha avuto le gambe per rispondere ad Alaphilippe, Roglic è sembrato faticare sull’ascesa conclusiva, perdendo progressivamente posizioni. Non segnali incoraggianti.

18.30 Peraltro Alaphilippe, per quanto vincente, non sembra nella condizione di forma straripante del 2020. Resta chiaramente un autentico fuoriclasse, che si impone anche quando non al 100%.

18.29 Alaphilippe ha fatto la differenza sulla salita finale. Solo Hirschi è riuscito a tenergli testa, poi Adam Yates è rientrato con uno scatto portentoso. Il francese si è confermato poi il più veloce allo sprint, indossando anche la maglia gialla. Il suo obiettivo è indossarla più a lungo possibile. Fino a Parigi? Molto difficile.

18,28 Bravo Alberto Bettiol, miglior italiano in decima posizione.

18.27 L’ordine d’arrivo di oggi:

1 Julian ALAPHILIPPE JULIAN ALAPHILIPPE 41 DECEUNINCK – QUICK – STEP 04h 55′ 27” – B : 15” –
2 Marc HIRSCHI MARC HIRSCHI 204 TEAM SUNWEB 04h 55′ 27” – B : 8” –
3 Adam YATES ADAM YATES 161 MITCHELTON – SCOTT 04h 55′ 28” + 00h 00′ 01” B : 12” –
4 GREG VAN AVERMAET 111 CCC TEAM 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
5 SERGIO ANDRES HIGUITA 74 EF PRO CYCLING 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
6 BAUKE MOLLEMA 104 TREK – SEGAFREDO 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
7 ALEXEY LUTSENKO 146 ASTANA PRO TEAM 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
8 TADEJ POGACAR 131 UAE TEAM EMIRATES 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
9 MAXIMILIAN SCHACHMANN 28 BORA – HANSGROHE 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
10 ALBERTO BETTIOL 72 EF PRO CYCLING 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
11 GUILLAUME MARTIN 121 COFIDIS 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
12 ESTEBAN CHAVES 164 MITCHELTON – SCOTT 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
13 DAMIANO CARUSO 63 BAHRAIN – MCLAREN 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
14 ALEJANDRO VALVERDE 91 MOVISTAR TEAM 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
15 PIERRE LATOUR 34 AG2R LA MONDIALE 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
16 MIGUEL ANGEL LOPEZ 141 ASTANA PRO TEAM 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
17 EGAN BERNAL 1 INEOS GRENADIERS 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
18 NAIRO QUINTANA 81 TEAM ARKEA – SAMSIC 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
19 JESUS HERRADA 124 COFIDIS 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
20 RICHARD CARAPAZ 3 INEOS GRENADIERS 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
21 PIERRE ROLLAND 218 B&B HOTELS – VITAL CONCEPT P / B KTM 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
22 TOM DUMOULIN 14 TEAM JUMBO – VISMA 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
23 KENNY ELISSONDE 103 TREK – SEGAFREDO 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
24 NICOLAS ROCHE 208 TEAM SUNWEB 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
25 ENRIC MAS 94 MOVISTAR TEAM 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
26 EMANUEL BUCHMANN 22 BORA – HANSGROHE 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
27 MIKEL LANDA 61 BAHRAIN – MCLAREN 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
28 PELLO BILBAO 62 BAHRAIN – MCLAREN 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
29 THIBAUT PINOT 51 GROUPAMA – FDJ 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
30 ROMAIN BARDET 31 AG2R LA MONDIALE 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
31 PRIMOŽ ROGLIC 11 TEAM JUMBO – VISMA 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
32 RIGOBERTO URAN 71 EF PRO CYCLING 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
33 DAVIDE FORMOLO 134 UAE TEAM EMIRATES 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
34 RICHIE PORTE 101 TREK – SEGAFREDO 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
35 SÉBASTIEN REICHENBACH 58 GROUPAMA – FDJ 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
36 LUIS LEÓN SANCHEZ 147 ASTANA PRO TEAM 04h 55′ 29” + 00h 00′ 02” – –
37 GORKA IZAGUIRRE INSAUSTI 144 ASTANA PRO TEAM 04h 55′ 46” + 00h 00′ 19” – –

18.25 Alaphilippe è la nuova maglia gialla con 4″ su Adam Yates e 7″ su Hirschi. Ricordiamo che contano anche i secondi di abbuono conquistati sul Col des Quatres Chemins.

18.23 Sprint ristretto. Yates era davanti, il gruppo stava per rientrare. Alaphilippe è partito ai -300 dall’arrivo, saltando Yates a velocità tripla. Hirschi ha provato la rimonta, ha recuperato, ma ha perso di una ruota.

18.22 VINCE ALAPHILIPPE DAVANTI A HIRSCHI! Tappa e maglia per il francese!

18.21 Alaphilippe davanti, ma rallenta per far passare Yates.

18.21 ULTIMO CHILOMETRO! C’è vento contrario!

18.20 In palio anche la maglia gialla. Alaphilippe non nasconde ambizioni di classifica. Vantaggio sempre di 18 secondi, ormai è fatta.

18.19 18 secondi. Non devono fare melina, il gruppo sta rinvenendo forte.

18.18 Alaphilippe favorito qualora siano i tre davanti a giocarsi la vittoria in uno sprint ristretto.

18.17 Ora 4,5 km all’arrivo, tutti in pianura. Sempre 20 secondi di vantaggio.

18.16 Astana e Movistar si mettono davanti a tirare, ma forse è tardi. 20″ di vantaggio per i fuggitivi. Se non si guardano…

18.15 6 km all’arrivo. C’è accordo tra Yates, Hirschi ed Alaphilippe.

18.14 Alaphilippe è un grande discesista, sta rischiando tantissimo. 21 secondi di vantaggio, è quasi fatta per gli attaccanti. Dietro tira la Ineos, ma senza una reale convinzione di andare a riprendere i fuggitivi.

18.13 8 km all’arrivo, quasi tutti in discesa. 16 secondi di vantaggio per gli attaccanti.

18.13 YATES BEFFA ALAPHILIPPE! 8 secondi di abbuono per il britannico, 5 per il francese, 2 per lo svizzero!

18.13 Ora lo sprint per i secondi d’abbuono in vetta alla salita.

18.12 Venti secondi di vantaggio per Alaphilippe, Yates e Hirschi.

18.12 Cambi regolari davanti, ripreso Soler.

18.11 Ora Formolo si mette a tirare per Pogacar.

18.10 Hirschi, Yates e Alaphilippe in testa con 12″ sul gruppetto tirato ora dalla Ineos di Bernal. Prova a muoversi anche Soler (Movistar).

18.09 COSA HA FATTO YATES! In poche pedalate ha ripreso Alaphilippe e Hirschi! 10 km all’arrivo.

18.08 PARTE AL CONTRATTACCO ADAM YATES! Landa prova a rispondere, ma rimbalza! Attenzione che Roglic perde posizioni! Si è sfaldata la Jumbo-Visma!

18.08 Scatta di nuovo Alaphilippe, ma non stacca Hirschi. Non è brillantissimo come l’anno scorso. Però il vantaggio sul gruppo sale a 14″.

18.07 CADUTO DUMOULIN! Incredibile! L’olandese si è distratto a guardare indietro ed è stato colpito da un corridore della Ineos!

18.06 10 secondi di vantaggio per Hirschi ed Alaphilippe.

18.05 Hirschi rientra su Alaphilippe! Dietro la Jumbo-Visma a tirare, Van Aert non ha avuto le gambe per rispondere al francese.

18.04 ALAPHILIPPE FA LA DIFFERENZA, ma Hirschi lo sta per andare a riprendere! Si stacca Daniel Martinez.

18.04 SCATTA ALAPHILIPPE! Rasoiata secca! Risponde solo lo svizzero Hirschi.

18.03 Bene davanti Bernal, Quintana e Bardet. C’è anche Kwiatkowski.

18.02 Jungels (Deceuninck-Quick Step) allunga il gruppo, Alaphilippe alla sua ruota. Il francese sta per attaccare!

18.01 INIZIA IL COL DES QUATRE CHEMINS!

18.00 C’è anche Domenico Pozzovivo nelle ultime posizioni del gruppo. Davide Formolo abbastanza indietro.

17,59 La maglia gialla Kristoff viaggia a 18 minuti dalla vetta.

17.58 Jumbo-Visma sempre davanti. Per come hanno corso, non possono non attaccare sul Col des Quatre Chemins.

17.57 RIENTRATO ANCHE DANIEL MARTINEZ! Numero del colombiano, vedremo se pagherà lo sforzo sulla salita conclusiva.

17.56 Gruppo ancora folto, composto da una cinquantina di corridori.

17.54 Valverde è rientrato, sta per farcela anche Martinez. Il colombiano ha speso tantissimo…E’ rimasto da solo.

17.53 ULTIMI 20 KM! Siamo a Nizza.

17.53 SIA VALVERDE SIA MARTINEZ VEDONO LA CODA DEL GRUPPO! Le ammiraglie li stanno aiutando…

17.52 Oliveira si ferma per aiutare Valverde.

17.51 22 km all’arrivo.

17.51 Anche Alejandro Valverde (Movistar) ha perso terreno per una foratura! Sta succedendo di tutto. E la bagarre ancora non è scoppiata…

17.50 E’ altissima l’andatura della Jumbo-Visma in testa, Martinez resta ad un minuto. Sarà durissima rientrare.

17.49 Recupera Martinez, ma non abbastanza. Un minuto il gap. Deve dare tutto il colombiano, scortato da Carthy.

17.48 Ora il britannico Carthy (EF) si ferma per aiutare Martinez. Una scelta forse tardiva. C’è anche Alberto Bettiol (EF) davanti.

17.47 L’ultima salita assegnerà dei secondi di abbuono a chi transiterà davanti in cima: 8″ al primo, 5″ al secondo e 2″ al terzo.

17.46 Daniel Martinez deve recuperare 1’12”, è da solo. I gregari della EF sono davanti con il capitano Uran.

17.45 28 km all’arrivo. Ci avviciniamo alla salita finale del Col des Quatre Chemins. 5,8 km quasi al 6% di pendenza media. I primi 2 km sono i più duri all’8,5%.

17.43 COLPO DI SCENA! Caduto in discesa Daniel Martinez (EF). Il colombiano ha vinto di recente il Giro del Delfinato, era uno dei grandi outsider. Oggi rischia di perdere tantissimo!

17.41 Arriva un annuncio da parte dell’Uci: la nuova sede del Mondiale verrà comunicata mercoledì 2 settembre.

17.40 Nessuno tentativo vero. Prima la Deceuninck e poi soprattutto la Jumbo-Visma hanno mantenuto l’andatura elevatissima.

17.39 L’irlandese Nicolas Roche (Sunweb) transita per primo al GPM del Col d’Eze.

17.37 Sempre Jumbo-Visma a dettare l’andatura, ben sei uomini giallo-neri davanti. L’andatura è alta.

17.36 Ultimo chilometro del Col d’Eze.

17.36 Non brillantissimo il veterano Valverde, abbastanza indietro nel gruppo.

17.35 E’ finito il lavoro di Devenyns, ora Jumbo-Visma compatta davanti.

17.34 Quintana nelle prime posizioni.

17.33 CADUTA A CENTRO GRUPPO! Finisce a terra il tedesco Kamna (Bora-hansgrohe).

17.32 3 km al GPM, è palese come i favoriti stiano attendendo la salita finale per muoversi.

17.30 8 minuti di ritardo per la maglia gialla Alexander Kristoff.

17.29 In testa Devenyns e Gesink, poi la Ineos di Bernal e la Bora di Schachmann. Occhio anche al tedesco.

17.28 Pinot nelle retrovie del gruppo principale.

17.27 Ora torna davanti la Jumbo-Visma con Gesink.

17.26 Si è piantato Powless, subito ripreso. Gruppo compatto. C’è Lutsenko di fianco ad Alaphilippe. Il francese sta scalpitando…Ma forse aspetterà la salita finale.

17.25 Ora Powless resta solo al comando. Il gruppo è tirato da Devenyns, gregario di Julian Alaphilippe.

17.24 Attacca l’americano Powless (EF) e si porta dietro l’instancabile Skujins, uno dei fuggitivi della prima ora.

17.23 Perdono contatto anche Sagan e Van Garderen.

17.23 Si stacca subito Daniel Martin (Israel Startup).

17.22 Inizia il Col d’Eze e si stacca subito Matteo Trentin. Sarà Van Avermaet dunque il capitano della CCC.

17.21 RIPRESI I FUGGITIVI! GRUPPO COMPATTO!

17.20 40 km all’arrivo!

17.19 Davanti anche la CCC di Trentin e Van Avermaet: chi dei due sarà il capitano?

17.18 I fuggitivi stanno per venire ripresi.

17.17 SCOPPIA LA CORSA! EF a ranghi compatti in testa a tirare prima del Col d’Eze! Solo 34″ per Lukas Pöstlberger (Bora Hansgrohe), Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT): a breve verranno ripresi.

17.15 Scende sotto il minuto il vantaggio dei sei al comando, ora 56 secondi.

17.14 Anche un uomo della EF di Uran, Higuita e Martinez in testa al gruppo.

17.13 Niente da fare per i fuggitivi, solo 1’05” di vantaggio.

17.10 Ci avviciniamo al Col d’Eze. 7,8 km al 6,1%, ma i primi due sono all’8,5%.

17.09 50 km all’arrivo.

17.08 Viene da pensare a questo punto che l’attacco di Van Aert sia quasi scontato sul Col des Quatre Chemins, ma anche Alaphilippe ha intenzioni bellicose….

17.07 Stabile il vantaggio degli attaccanti: 1’21” sul gruppo. La Jumbo-Visma li sta tenendo a bagnomaria.

17.04 La Jumbo-Visma, pilotata da Tony Martin, non sta lasciando spazio agli attaccanti.

17.03 55 km all’arrivo.

17.01 Sei uomini al comando: Lukas Pöstlberger (Bora Hansgrohe), Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT). 1’27” di vantaggio sul plotone.

16.59 Si stacca Sivakov (Ineos Grenadiers), ma è già un miracolo per il russo aver retto il passo sinora dopo le cadute di ieri.

16.58 Altro aggiornamento extra Tour de France. Fabio Felline (Astana) ha vinto il Memorial Pantani davanti al britannico Hayter ed al bielorusso Riabushenko.

16.57 Cosnefroy, Perez e Gogl hanno ripreso Postlberger, Skujins e Asgreen. Tornando in sei al comando.

16.56 60 km all’arrivo.

16.54 Siamo a 2/3 della discesa. Sul Col d’Eze si scatenerà la bagarre.

16.52 Il terzetto al comando è seguito a 17″ da Cosnefroy, Perez e Gogl. A 1’45” il gruppo, che ha rallentato. Pogacar è rientrato.

16.50 Davanti sono rimasti in 3: Postlberger, Skujins e Asgreen.

16.49 Crampi per Marcato (UAE Emirates).

16.48 1’32” il ritardo dalla vetta del plotone pilotato dalla Jumbo-Visma. A 2’18” Pogacar, che sta dando tutto per rientrare.

16.47 E’ dura per Pogacar, ha già perso 46″ dal gruppo dei favoriti.

16.46 Davanti Gogl, Perez e Cosnefroy perdono terreno!

16.45 Rallenta ora la Jumbo-Visma. Roglic evidentemente non se la sente di rischiare. E forse, al tempo stesso, vuole consentire a Pogacar di rientrare: in fondo sono entrambi sloveni, pur se di squadre diverse.

16.43 Forcing della Jumbo-Visma! Gruppo allungatissimo in una discesa molto difficile!

16.42 PRIMO COLPO DI SCENA! Foratura di Tadej Pogacar (Uae Emirates)! Polanc si ferma per aiutarlo, ma davanti la Jumbo-Visma ha attaccato in discesa!

16.41 Kristoff, che non è uno scalatore, è distante 5’34” dalla vetta. Si è goduto la maglia gialla per un giorno, non è poco. Con il norvegese anche Elia Viviani.

16.39 Lukas Pöstlberger (Bora Hansgrohe), Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT) mantengono solo 1’13” di vantaggio.

16.38 Gruppo principale allungatissimo in discesa. Qui i tornanti sono molto tecnici ed insidiosi.

16.37 Pinot (FDJ) nelle prime posizioni. Il francese sembra star bene dopo la caduta di ieri.

16.36 Sempre la Jumbo-Visma davanti. Stanno lavorando per Van Aert, ma chissà che non voglia già provarci anche Roglic…Oggi capiremo realmente come sta lo sloveno dopo la caduta al Giro del Delfinato.

16.35 78 km all’arrivo. 1’27” di vantaggio per i fuggitivi.

16.32 Il Col d’Eze, GPM di seconda categoria, misura 7,8 km ed ha una pendenza media del 6,1%. I primi due km però sono all’8,5%. Lì la corsa potrebbe scoppiare…

16.31 Lukas Pöstlberger (Bora Hansgrohe), Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT): sono i sei uomini al comando con 1’40” sul gruppo e 5’31” sulla maglia gialla. Ora una lunghissima discesa fino al Col d’Eze.

16.28 Sagan è stato ripreso dal gruppo con Bernal e Roglic.

16.27 Il gruppo dei favoriti, tirato dalla Jumbo-Visma, ha accelerato bruscamente nel finale della salita, portandosi ad appena 1’48” dalla vetta. Kristoff è sprofondato a 5 minuti e non rientrerà.

16.25 Ora una discesa di quasi 40 km!

16.24 Perez (Cofidis) transita per primo davanti a Cosnefroy e Gogl.

16.24 Attacca Gogl, rispondono Perez e Cosnefroy!

16.22 Schermaglie tra i fuggitivi in vista dello sprint per i punti (e i soldi) del GPM.

16.20 Ultimo chilometro di salita, la strada spiana al 6%.

16.18 Si mette male per Sagan. Cresce a 1’11” il ritardo. Dovrà inventarsi un numero in discesa. Dietro accelera la Jumbo-Visma: 3’08” per ul gruppo dalla vetta.

16.17 In sei al comando a 2 km dalla vetta del Col de Turini: Lukas Pöstlberger (Bora Hansgrohe), Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT). A 50″ Sagan, a 3’28” il gruppo principale, a 4’25” la maglia gialla.

16.16 RIENTRA COSNEFROY! Il francese sogna la maglia a pois!

16.15 Ora c’è la Jumbo-Visma in testa al gruppo dei favoriti, ma l’andatura non è irresistibile.

16.14 Sagan a 45″ dalla vetta, gruppo a 3’40”, Kristoff a 4’05”: il norvegese proverà a rientrare in discesa, non è alla deriva.

16.13 PAZZESCO COSNEFROY! Ha superato il momento di difficoltà ed ora sta andando a riprendere i 5 al comando! Solo 11 secondi da recuperare!

16.11 Per Formolo è una buona notizia che Kristoff si sia staccato: ora potrà giocarsi le sue carte in una tappa adatta alle sue caratteristiche, senza dover lavorare per l’ormai ex-maglia gialla.

16.10 SI STACCA KRISTOFF! La maglia gialla perde terreno, ora cambia tutto anche in chiave tattica: la UAE Emirates non tirerà più!

16.10 Cosnefroy ha ripreso e staccato Sagan nel tratto più duro al 10,8%.

16.08 Se nessuna squadra prenderà l’iniziativa, i fuggitivi possono iniziare a fare un pensierino alla vittoria.

16.06 3’50” di ritardo per il gruppo maglia gialla sempre tirato dalla UAE Emirate, che ha rallentato per non mandare Kristoff fuori giri.

16.05 Sagan si sta gestendo, sa che in discesa potrebbe rientrare. Ma mancano ancora 5 km al GPM.

16.03 Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT) e Lukas Pöstlberger (Bora Hansgrohe) al comando. Sagan a 21″, cerca di resistere e poi rientrare in discesa. Si arrende Cosnefroy a 50″. A 3’47” il gruppo maglia gialla, dove resiste anche il leader Kristoff.

16.00 Intanto una notizia extra Tour de France. Davide Ballerini ha chiuso al secondo posto la Classica di Bruxelles, battuto in volata dal belga Tim Merlier. Un pizzico di delusione per l’azzurro che puntava alla vittoria.

15.58 Sagan, come previsto, non si arrende: resta a 23″ dai cinque al comando. A 37″ Cosnefroy, poi a 3’32” il gruppo maglia gialla.

15.56 L’attacco di Gogl e Perez ha fatto sì che i fuggitivi portassero a 3’31” il vantaggio sul gruppo. Sagan a 25″, poco dietro lo slovacco c’è Cosnefroy.

15.56 Attenzione a Kristoff che sta resistendo, anche se la pedalata della maglia gialla appare appesantita.

15.55 Sagan paga già 23″ dalla vetta. Deve tenere duro perché a breve la salita spianerà per un paio di km.

15.54 I cinque al comando hanno 3’06” sul gruppo maglia gialla sempre tirato dalla UAE Emirates. Sostanzialmente non stanno né perdendo né guadagnando.

15.52 Gogl e Perez sono stati ripresi da Skujins, Postlberger ed Asgreen. Sono rimasti in cinque davanti. Staccati Sagan e Cosnefroy.

15.51 Davanti accelerano Gogl e Perez.

15.50 10 km al GPM. Fra 2 km un altro tratto al 10,4%: Sagan farà ancora fatica.

15.49 Rientrato Sagan. Gruppo tirato dalla UAE Emirates della maglia gialla. Marcato e Formolo in testa.

15.48 Sagan stringe i denti e prova a rientrare. Come detto, è una salita irregolare. In alcuni tratti è al 7%, in altri oltre il 10%.

15.47 Davanti si stacca Peter Sagan, troppo dura la salita per lo slovacco in questa fase.

15.46 Rientra Rigoberto Uran, scortato da Martinez e Higuita. Tutti e tre i colombiano potrebbero puntare alla classifica in questo Tour.

15.45 E’ Gogl a dettare l’andatura, a breve il primo tratto duro della salita al 10,3%.

15.44 Peter Sagan e Lukas Pöstlberger (Bora Hansgrohe), Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT) al comando con 3’14” sul gruppo maglia gialla.

15.42 Salto di catena per Rigoberto Uran (EF).

15.41 Per il momento i fuggitivi vanno di comune accordo, senza attacchi e con cambi regolari. Plotone a 3’23”. La Jumbo-Visma non sta forzando.

15.40 100 km all’arrivo.

15.39 Rientra agevolmente Kristoff. C’è la Jumbo-Visma di Roglic in testa al plotone.

15.37 Al quarto km della salita i corridori affronteranno un tratto al 10,3%. La strada si impennerà poi al 10,8% tra il 10° e l’11° km.

15.36 Foratura e cambio di bici per la maglia gialla Alexander Kristoff!

15.36 Sale a 3 minuti il vantaggio di Peter Sagan e Lukas Pöstlberger (Bora Hansgrohe), Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT).

15.35 Iniziato il Col de Turini! Vedremo se qualcuno dei favoriti farà fatica…

15.33 Il Col de Turini, GPM di prima categoria, misura 14,9 km ed ha una pendenza media del 7.4%, ma ben tre tratti sono superiori al 10%. E’ un’ascesa dura e molto irregolare.

15.32 E’ quasi terminata la discesa dal Col de la Colmiane. Poi inizierà subito la salita del Col de Turini.

15.31 Buongiorno amici di OA Sport da Federico Militello. Vivremo insieme questi ultimi 105 km della seconda tappa del Tour de France.

15.30 Due ore di gara, 110 chilometri all’arrivo.

15.28 Di nuovo tutti insieme i sette attaccanti: Peter Sagan e Lukas Pöstlberger (Bora Hansgrohe), Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT). Plotone a 2′.

15.26 Consueto lavoro per la Jumbo-Visma.

15.24 Asgreen, Perez, Cosnefroy e Gogl hanno guadagnato in discesa qualche metro sui tre inseguitori, tra i quali Sagan.

15.22 Lo scollinamento:

15.20 In gruppo discesa senza rischi per la Jumbo-Visma che l’ha presa in testa.

15.18 L’ordine d’arrivo sul GPM:

1.      Benoît Cosnefroy, 10 points
2.      Perez, 8
3.      Gogl, 6
4.      Asgreen, 4
5.      Skujins, 2
6.      Pöstleberger, 1

15.17 Ora scollina anche il gruppo a 2′ di ritardo.

15.15 Benoît Cosnefroy passa per primo sul GPM della Colmiane.

15.12 Cosnefroy davanti scatta per andare a caccia dei punti del GPM.

15.10 In difficoltà anche il campione d’Europa Giacomo Nizzolo.

15.08 Perdono contatto altri corridori dal gruppo, come Réza.

15.06 Si stacca Niccolò Bonifazio, acciaccato dopo le cadute di ieri.

15.04 Su questa salita si è imposto Nairo Quintana alla Parigi-Nizza.

15.00 5 chilometri allo scollinamento, 2′ di vantaggio per gli attaccanti.

14.56 Andiamo a riepilogare i sette attaccanti: Peter Sagan e Lukas Pöstleberger (Bora Hansgrohe), Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT).

14.53 130 chilometri al traguardo, ancora 8 per arrivare in vetta al GPM.

14.51 Andatura regolare sia per gli attaccanti che per il gruppo.

14.47 Ancora 10 lunghi chilometri prima dello scollinamento.

14.43 Vantaggio dei fuggitivi che diminuisce. 2’30”.

14.40 Marco Marcato in testa al gruppo. Gran lavoro dell’azzurro.

14.37 Media della prima ora vicina ai 45 km/h nonostante l’approccio della salita.

14.34 Vantaggio che rimane costante sui 3′.

14.30 Difficile che in gruppo qualcuno provi ad aumentare l’andatura, mancano ancora troppi chilometri all’arrivo.

14.27 Immagini dei fuggitivi:

14.24 La salita nel dettaglio:

14.22 Inizia ora, a circa 140 chilometri dal traguardo, il GPM del Col de la Colmiane (16,3 chilometri al 6,3%).

14.18 La corsa sta procedendo a velocità altissima, ci avviciniamo alla prima ascesa di giornata.

14.15 Margine degli attaccanti che resta sui 3′.

14.12 C’è sempre la UAE Emirates in testa al plotone.

14.10 Gran lavoro per Tony Martin.

14.08 150 chilometri all’arrivo.

14.05 Ricordiamo i nomi dei fuggitivi: Peter Sagan e Lukas Pöstleberger (Bora Hansgrohe), Benoît Cosnefroy (AG2R La Mondiale), Kasper Asgreen (Deceuninck Quick Step), Toms Skujins (Trek Segafredo), Anthony Perez (Cofidis), Michael Gogl (NTT).

14.02 Aumenta il margine dei fuggitivi: siamo sui 3′.

13.59 Wout van Aert in coda al gruppo, procede piano l’andatura del plotone.

13.57 2’38” di vantaggio per i battistrada.

13.53 Il gruppo ha rallentato e Sagan e gli altri sei corridori che erano in testa con lui stanno prendendo il largo.

13.50 Foratura per Trentin dopo il traguardo volante, mentre Gaudu è riuscito a rientrare in gruppo.

13.46 Trentin brucia Sagan al traguardo volante

13.43 Per David Gaudu la situazione è veramente complicata.

13.37 Dopo 10 chilometri il gruppo di Sagan ha 20″ di margine sul grosso del plotone.

13.35 Si muove subito Peter Sagan, insieme a Cosnefroy, Asgreen, Pöstleberger, Skujins, Perez, Gogl e Trentin. Lo slovacco, con questa mossa, vuole anticipare i rivali al traguardo volante.

13.33 David Gaudu, uno dei gregari più importanti di Thibaut Pinot, molla subito le ruote del gruppo poiché sofferente a causa della caduta di ieri.

13.30 La partenza è stata ritardata poiché TJ Van Garderen ha avuto un problema meccanico.

13.25 Lo sprint intermedio si trova al chilometro 16, dunque ci vorrà un po’ prima che il gruppo lasci andare la fuga.

13.20 Splende il sole oggi a Nizza

13.14 Tre i GPM che verranno scalati oggi.

13.08 I corridori hanno ufficialmente iniziato la frazione. Non parte neanche Valls della Bahrain-McLaren.

13.04 Due sono i corridori che non partono oggi, entrambi della Lotto-Soudal: John Degenkolb e Philippe Gilbert.

13.00 La maglia gialla alla partenza di tappa

12.55 Oggi, dato il profilo altimetrico della frazione, potrebbe essere la giornata ideale per Davide Formolo.

12.51 Alexandre Kristoff oggi veste la maglia gialla. E’ praticamente impossibile per il norvegese, però, riuscire a difenderla, data la durezza della frazione odierna.

12.46 Andiamo a vedere l’altimetria della tappa odierna

12.42 I favoriti principali per il successo oggi sono Wout Van Aert e Julian Alaphilippe.

12.38 Nonostante le due cadute di ieri, Pavel Sivakov è ripartito oggi

12.34 Tre i GPM che verranno scalati oggi dal gruppo: Col de la Colmiane (16,3 chilometri al 6,3%), Col de Turini (15 chilometri al 7,4%) e Col d’Eze (7,8 chilometri al 6,1%)

12.30 Buongiorno amici ed amiche di OA Sport e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della seconda tappa del Tour de France 2020.

LA TAPPA DI OGGI: PERCORSO, ALTIMETRIA, FAVORITI. PRIMA BATTAGLIA IN MONTAGNA

IL BORSINO DEI FAVORITI DELLA TAPPA DI OGGI

SI RITIRANO GILBERT E DEGENKOLB

PROGRAMMA E ORARI TAPPA DI OGGI (DOMENICA 30 AGOSTO)

LE PREVISIONI METEO PER LA SECONDA TAPPA

EVENEPOEL RISPONDE ALL’UCI: “ERO A PIANGERE TRA LE BRACCIA DI MIO PADRE”

EGAN BERNAL: “DEVO RINGRAZIARE I MIEI COMPAGNI”

OGGI IL MEMORIAL PANTANI: PROGRAMMA, ORARI, TV, FAVORITI

GIRO D’ITALIA U23: LA PRESENTAZIONE DELLA TAPPA DI OGGI

IL PROGRAMMA DELLA CLASSICA DI BRUXELLES DI OGGI

LA CRONACA DELLA PRIMA TAPPA

LA CLASSIFICA GENERALE

IL PERCORSO DELLA SECONDA TAPPA

LE PAGELLE DELLA PRIMA TAPPA

LE TOUR DU DIRECTEUR: TRENTIN, ORA FA MENO MALE. BERNAL, NON UN BUON SEGNALE. E ALAPHILIPPE…

CHI SALE E CHI SCENDE DOPO LA PRIMA TAPPA

LA CLASSIFICA DEI FAVORITI

LUKE ROWE: “IN ASTANA HANNO FATTO LA FIGURA DEGLI STUPIDI”

TUTTE LE CADUTE DI OGGI: PINOT, QUINTANA, BENNETT E TANTI ALTRI

LE CONDIZIONI DI THIBAUT PINOT DOPO LA CADUTA

COME STA PAVEL SIVAKOV DOPO LA CADUTA

GIACOMO NIZZOLO: “STAVO BENE IN VOLATA, DELUSO PER IL RISULTATO”

TUTTE LE CLASSIFICHE: PUNTI, SCALATORI, GIOVANI

L’ORDINE D’ARRIVO

VIDEO: MIGUEL ANGEL LOPEZ CONTRO UN PALO!

LA CLASSIFICA GENERALE DEGLI ITALIANI

Il programma della prima tappa   –   Percorso e altimetria della frazione inaugurale

IL BORSINO DEI FAVORITI DELLA TAPPA DI OGGI

GUIDA TV: ORARI RAI ED EUROSPORT

LA GUIDA COMPLETA DEL GIRO D’ITALIA U23: FAVORITI, VELOCISTI E CACCIATORI DI TAPPE

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della prima tappa del Tour de France 2020. È finalmente giunto il momento tanto atteso da tutti gli appassionati di ciclismo: lo start della 107esima edizione della Grande Boucle che, rinviata di due mesi rispetto al calendario originale, ci terrà compagnia da oggi fino a domenica 20 settembre.

La Grand Depart avverrà dal Sud del Paese per la settima volta nella storia della corsa transalpina: la sede prescelta è Nizza, celebre città della Costa Azzurra che sarà la location esclusiva delle prime due tappe e il punto di partenza della terza. Saranno 156 i chilometri che i corridori dovranno affrontare nella giornata odierna: un esordio soft, vista la limitata presenza di asperità, e, di conseguenza, pensato per le ruote veloci. L’unico ostacolo lungo il percorso sarà la Côte de Rimiez, una salita di 5,8 chilometri con una pendenza media del 5.1%: dovrà essere ripetuta per due volte, ma a grande distanza dal traguardo. Estremamente probabile che questa frazione inaugurale si concluda con uno sprint a ranghi compatti al termine del lungo rettilineo finale sulla Promenade des Anglais. La prima maglia gialla dovrebbe dunque essere appannaggio di un velocista: i favori del pronostico sono dalla parte dell’australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal) e Sam Bennett (Deceuninck-Quick Step), ma il Tricolore può giocarsi una carta importante con Giacomo Nizzolo (NTT Pro Cycling), nei giorni scorsi laureatosi prima campione italiano e poi europeo.

La partenza è fissata da Nizza per le ore 14.15, mentre l’arrivo è previsto intorno alle ore 18.00. OA Sport vi propone la Diretta Live testuale con aggiornamenti costanti in tempo reale. Buon divertimento!

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

LIVE Sonego-Mannarino 1-6 4-6 6-2 3-6, US Open 2020 DIRETTA: il francese si impone in quattro set

Tirreno-Adriatico 2020: date, programma, orari, tv, streaming