Seguici su

Live Sport

LIVE Nuoto, Mondiali 2024 in DIRETTA: CAPOLAVORO QUADARELLA! E’ d’oro negli 800 sl! Benedetta Pilato vola in finale nei 50 rana!

Pubblicato

il

Simona Quadarella
Quadarella/Lapresse

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

IL MEDAGLIERE DEI MONDIALI DI NUOTO

ORARI BATTERIE, SEMIFINALI E FINALI DI OGGI: GLI ITALIANI IN GARA

19.00. L’appuntamento è per domattina alle 7.30 per l’ultima sessione di batterie, grazie per averci seguito e buona serata!

18.59: Piccola delusione per la 4×100 stile libero mista che non è riuscita a centrare la gara da podio ma sono andati molto forte gli altri e non troppo forte i nostri: quinto posto per gli azzurri. Non è riuscita Anita Bottazzo a centrare la sua seconda finale iridata consecutiva e si è fermata in semifinale

18.58: Suona l’inno di Mameli all’Aspire Dome per Simona Quadarella che ha l’oro di Doha al collo.

18.57: L’Italia festeggia la nona medaglia del suo Mondiale che è un oro, il secondo in questo Mondiale di Simona Quadarella, al termine di una gara bellissima, nella quale l’azzurra ha sopravanzato in volata la tedesca Gose. Le altre buone notizie arrivano dalla semifinale dei 50 rana donne dove Benedetta Pilato ha centrato l’ingresso in finale con il terzo crono ma domani se la dovrà vedere con Meilutyte e Tang che sembrano avere qualcosa in più oggi e dalla semifinale dei 50 dorso maschili con Michele Lamberti che ha centrato l’accesso in finale con il sesto tempo. Ci saranno già due azzurri in finale domani pomeriggio, speriamo se ne aggiungano altri dalle batterie del mattino

18.56: Vince la Cina con 3’21″18, argento per l’Australia con 3′”21″78, bronzo per gli Stati Uniti con 3’22″28. Italia quinta con 3’24″40, anche col record italiano gli azzurri sarebbero rimasti giù dal podio

18.55: Male gli azzurri ma Miressi doveva fare la super frazione e non è andato sotto i 48″, anche Frigo non è andato sotto i 48″ lanciati, poi per le donne il compito era impossibile.

18.54: ORO CINA! Argento per l’Australia, bronzo per gli Usa, Italia quinta, mai in gara per il podio

18.53. Ai 300 Cina, Australia, Usa. Italia quinta

18.52: Ai 200 Cina, Usa, Australia, Italia

18.51: Ai 100 Cina, Australia, Usa, Italia. Azzurri praticamente fuori dalla zona medaglie, impossibile con un avvio così giocarsela per il podio

18.48. Queste le Nazionali al via nella finale:

1 SVK – Slovakia 3:31.67
2 USA – United States of America 3:28.76
3 AUS – Australia 3:25.30
4 CHN – People’s Republic of China 3:24.47
5 CAN – Canada 3:24.78
6 ITA – Italy 3:26.06
7 NED – Netherlands 3:29.23
8 HKG – Hong Kong, China 3:32.19

18.47. E’ il momento della 4×100 stile libero mista! Per l’Italia ci sono Miressi, Frigo, Morini e Tarantino. L’Italia è competitiva e va a caccia del primo podio in questa specialità

18.43: Per l’Italia arriva la nona medaglia, questo è, assieme a Budapest 2022, il Mondiale con maggior numero di medaglie conquistate dall’Italia. Prosegue l’età dell’oro dell’Italkia nel nuoto. Questi anni non li dimenticheremo!

18.41:”Ero veramente stanca, si era messa male la gara perchè le altre sono partite forte, ho dato tutto quello che avevo, una delle gare più faticose che abbia mai fatto ma sono contentissima! Ho cercato di aspettare più tempo possibile per partire, dopo la virata è partita, ho detto: do tutto, quello che viene viene. E’ la vittoria dell’esperienza. Non sono al meglio della forma, l’esperienza mi ha aiutato tanto. Sono contenta”. Queste le dichiarazioni a caldo di Simona Quadarella

18.39: Bravissima l’azzurra a non cadere nella trappola di Fairweather che ha giocato tutte le sue carte nei primi 400 metri, calando vistosamente subito dopo, a quel punto Quadarella e Gose si sono messe una a fianco all’altra e se la sono giocata in volata. Smona Quadarella partiva sfavorita sulla carta ma a questi ritmi, in questa gara ha avuto qualcosa di più lei. UN ORO MERAVIGLIOSO

18.37: Uno sprint lungo 100 metri, Quadarella non è più veloce di Gose al traguardo ma stavolta di carattere, di determinazione, di cuore ha battuto la rivale che l’aveva sconfitta a Tokyo nei 1500. Quadarella fantastica, vince in 8’17″44, argento per Gose in 8’17″53, bronzo per Fairweather in 8’22″26

18.36: OROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO QUADARELLAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

18.35: Sono appaiate Gose e Quadarella a 50 dalla fine

18.34: Ai 700 Gose ha 7 centesimi su Quadarella

18.33: Ai 600 Gose, a 8 centesimi Quadarella, a quasi 2″ Fairweather

18.32. Ai 500 Gose, a 0″14 Quadarella, a 0″44 Fairweather

18.31. A metà gara Fairweather, a 0″04 Gose, a 0″27 Quadarella

18.30: Ai 300 Fairweather, a 0″62 Gose, a 1″27 Quadarella

18.29: Ai 200 Fairweather, a 0″47 Gose, a 1″43 Quadarella

18.28. Ai 100 Fairweather, Gose, Hein

18.24: CI SIAMO! C’è Simona Quadarella al via nella finale degli 800 stile libero. L’azzurra va a caccia del bis d’oro ma dovrà fare i conti con la neozelandese Fairweather, campionessa del mondo dei 400 stile libero e bronzo in questa gara a Fukuoka. Queste le protagoniste:

0 GOUGH Maddy AUS 8 JUN 1999 8:35.25
1 MELVERTON Kiah AUS 5 NOV 1996 8:35.22
2 HEIN Agostina ARG 24 APR 2008 8:29.44
3 FAIRWEATHER Erika NZL 31 DEC 2003 8:28.15
4 GOSE Isabel GER 9 MAY 2002 8:26.49
5 QUADARELLA Simona ITA 18 DEC 1998 8:27.80
6 THOMAS Eve NZL 9 FEB 2001 8:29.30
7 KESELY Ajna HUN 10 SEP 2001 8:32.88
8 KAJIMOTO Ichika JPN 7 MAR 2004 8:35.25

18.18: Questi i finalisti dei 50 dorso: Cooper, Armstrong, Coetze, Masiuk, Gonzalez, Lamberti, Andrew, Braunschweig

18.17. Vincono pari merito Coetze e Masiuk con 24″46, terzo posto per Gonzalez con 24″60

18.16. E’ IN FINALE MICHELE LAMBERTI! Partito fortissimo, tiene fino in fondo perdendo qualcosa solo nel finale e chiude con il personale di 24″68, quarto, è la prima finale iridata per lui

18.13. Questi i protagonisti della seconda semifinale dei 50 dorso:

1 KNEDLA Miroslav CZE 18 JUL 2005 25.14
2 YOON Jihwan KOR 30 JAN 2006 25.01
3 COETZE Pieter RSA 13 MAY 2004 24.75
4 MASIUK Ksawery POL 17 DEC 2004 24.58
5 GONZALEZ Hugo ESP 19 FEB 1999 24.72
6 LAMBERTI Michele ITA 3 NOV 2000 24.88
7 CHRISTOU Apostolos GRE 1 NOV 1996 25.03
8 JEFFCOAT Andrew NZL 22 JUL 1999 25.16

18.11: Cooper si aggiudica la prima semifinale con 24″12 che è nuovo record australiano, secondo posto per Armstrong in 24″43, terzo Andrew in 24″70, quarto Braunschweig con 24″74

18.06: Nella seconda semifinale dei 50 dorso c’è l’azzurro Michele Lamberti che può puntare alla finale. Questi i protagonisti della prima semifinale:

1 SANTOS Adrian ESP 18 AUG 2002 25.15
2 SARAVIA Ulises ARG 27 OCT 2005 25.02
3 ANDREW Michael USA 18 APR 1999 24.82
4 ARMSTRONG Hunter USA 24 JAN 2001 24.66
5 COOPER Isaac AUS 7 JAN 2004 24.75
6 BRAUNSCHWEIG Ole GER 15 NOV 1997 24.94
7 SEELIGER Bjoern SWE 11 JAN 2000 25.10
8 MAKRYGIANNIS Evangelos GRE 18 JUN 2000 25.18

18.00: Queste le finaliste dei 50 stile libero donne: Sjoestroem, Wasick, Douglass, Jack, Hopkin, Coleman, Fiedkiewicz, Ruck

17.58. Progressione impressionante di Sarah Sjoestroem che vince in 23″90 la seconda semifinale, secondo posto per Jack in 24″44, terzo per Hopkin in 24″51

17.55. Queste le protagoniste della seconda semifinale dei 50 stile libero:

1 KLANCAR Neza SLO 19 FEB 2000 25.05
2 HENIQUE Melanie FRA 22 DEC 1992 24.85
3 HOPKIN Anna GBR 24 APR 1996 24.70
4 SJOESTROEM Sarah SWE 17 AUG 1993 23.91
5 JACK Shayna AUS 6 NOV 1998 24.30
6 RUCK Taylor CAN 28 MAY 2000 24.84
7 JENSEN Julie Kepp DEN 3 JAN 2000 24.97
8 LYU Yue CHN 22 AUG 2006 25.10

17.54: Molto bene la polacca Wasick che va in progressione e chiude con 24″01, secondo posto per la statunitense Douglass con 24″24, terza Coleman con 24″65

17.50: In programma ora le due semifinali dei 50 stile libero donne. Torna Sarah Sjoestroem. Queste le protagoniste della prima semifinale:

1 BUSCH Kim NED 16 JUN 1998 25.08
2 STEENBERGEN Marrit NED 11 JAN 2000 24.86
3 COLEMAN Michelle SWE 31 OCT 1993 24.75
4 DOUGLASS Kate USA 17 NOV 2001 24.19
5 WASICK Katarzyna POL 22 MAR 1992 24.36
6 FIEDKIEWICZ Kornelia POL 5 AUG 2001 24.85
7 OSMAN Farida EGY 18 JAN 1995 25.01
8 ANTONIOU Kalia CYP 6 APR 2000 25.21

17.48: Non è stata sicuramente una gara di valore assoluto, però Matos Ribeiro pone la sua candidatura ad essere uno dei grandi protagonisti del futuro

17.47. Giovanissimo ma con la capacità di distribuire le energie di un veterano, il portoghese Matos Ribeiro che con 51″17 riesce a rimontare nel finale e a battere l’austriaco Bucher, secondo con 51″23, terzo il polacco Majerski con 51″32, quarto Korstanje che aveva condotto fino a 15 metri dal traguardo

17.46: DOPPIETTA D’ORO PER MATOS RIBEIRO! Il portoghese mette ancora una volta la mano davanti a tutti, argento per l’Austria con Bucher, bronzo per il polacco Majerski

17.45: Ai 50 Korstanje, Matos Ribeiro, Bucher

17.42: Finale incertissima dei 100 farfalla maschili. Questi i protagonisti:

1 KORSTANJE Nyls NED 5 FEB 1999 51.75
2 le CLOS Chad RSA 12 APR 1992 51.70
3 BUCHER Simon AUT 23 MAY 2000 51.39
4 MATOS RIBEIRO Diogo POR 27 OCT 2004 51.30
5 MAJERSKI Jakub POL 18 AUG 2000 51.33
6 MOLLA YANES Mario ESP 13 APR 2002 51.48
7 MILADINOV Josif BUL 23 JUN 2003 51.72
8 HARTING Zach USA 27 AUG 1997 51.78

17.35: Queste le finaliste dei 50 rana donne: Meilutyte, Tang, Pilato, Enge, Van Niekerk, Kivirinta, McSharry, Hulkko

17.34: Questa è la vera Ruta Meilutyte! La lituana vince con 29″42, secondo posto per una buona Benedetta Pilato in 29″91, è in finale. terza Enge con 30″53

17.32: C’è Benedetta Pilato al via della seconda semifinale dei 50 rana. Queste le protagoniste:

1 YANG Chang CHN 16 SEP 2001 31.02
2 ANGUS Sophie CAN 12 MAR 1999 30.86
3 HULKKO Ida FIN 12 DEC 1998 30.36
4 PILATO Benedetta ITA 18 JAN 2005 29.89
5 MEILUTYTE Ruta LTU 19 MAR 1997 30.05
6 Mc SHARRY Mona IRL 21 AUG 2000 30.72
7 SZTANDERA Dominika POL 19 JAN 1997 30.91
8 ENGE Piper USA 9 JUN 2006 31.09

17.30: La cinese Tang con 29″80 si migliora ulteriormente in 29″80, seconda Van Niekerk con 30″56, terza Kivirinta con 30″57. Anita Bottazzo chiude al quinto posto con 30″89, lontana dai suoi migliori, non basterà per la finale

17.26: C’è Anita Bottazzo al via della semifinale dei 50 rana. Queste le protagoniste:

1 VERMEIREN Fleur BEL 21 JUN 2002 31.08
2 SLYNGSTADLI Silje NOR 1 APR 2004 30.86
3 KIVIRINTA Veera FIN 6 APR 1995 30.53
4 TANG Qianting CHN 14 MAR 2004 29.93
5 van NIEKERK Lara RSA 13 MAY 2003 30.28
6 HANSSON Sophie SWE 2 AUG 1998 30.83
7 BOTTAZZO Anita ITA 14 DEC 2003 30.94
8 PINHO RODRIGUES Ana POR 21 APR 1994 31.25

17.23: Ha subito messo in chiaro le cose la statunitense Curzan che ha distanziato le rivali ed ha gestito nel finale chiude con un ottimo 2’05″77, argento per la giovane australiana Barclay con 2’07″03, bronzo per un’altra giovane, la bielorussa Shkurdai con 2’09″08, poi Szabo-Feltothy, Bernat e Georgieva

17.22: E’ TRIPLETTA D’ORO PER CLAIRE CURZAN con 2’05″77, secondo posto per la australiana Barclay, bronzo per la bielorussa Shkurdai

17.21: Ai 100 Curzan, Barclay, Shkurdai

17.18. Terza finale di giornata, quella dei 200 dorso donne. Fari puntati su Claire Curzan può fare tripletta nel dorso. Queste le protagoniste:

1 MOLNAR Dora HUN 29 JUN 2006 2:10.31
2 GEORGIEVA Gabriela BUL 16 JUN 1997 2:09.95
3 SZABO-FELTOTHY Eszter HUN 4 JAN 2002 2:09.42
4 CURZAN Claire USA 30 JUN 2004 2:07.01
5 BARCLAY Jaclyn AUS 27 DEC 2006 2:08.85
6 SHKURDAI Anastasiya NIA 3 JAN 2003 2:09.76
7 BERNAT Laura POL 28 SEP 2005 2:10.00
8 COLBERT Freya Constance GBR 8 MAR 2004 2:10.67

17.16: Era dietro e neanche di poco Bukhov a cinque metri dal traguardo ma l’ucraino è riuscito a trovare l’arrivo perfetto beffando il super favorito della vigilia, McEvoy che sembrava aver messo nell’armadio i fantasmi che gli sono costati carissimi in carriera ma che invece sono tornati fuori tutti oggi

17.14: Ancora una volta McEvoy sul più bello si perde e si fa sopravanzare di un solo centesimoo dalla grande sorpresa Bukhov, 21″44 contro 21″45, tempi per entrambi più alti rispetto a quelli fatti segnare ieri nei primi due turni, il bronzo è del britannico Proud che se la gioca fino in fondo ma chiude a 21″53, poi Andrew, Cooper, Simons

17.13: CHE SORPRESAAAAAAA!!! Vince l’ucraino Vladyslav Bukhov che vince in 21″44, argento per l’australiano McEvoy e bronzo per Proud

17.09: Tra poco la seconda finale di giornata, quella dei 50 stile libero uomini. Il grande favorito è Cameron McEvoy. Questi i protagonisti:

1 COOPER Isaac AUS 7 JAN 2004 21.74
2 GKOLOMEEV Kristian GRE 4 JUL 1993 21.72
3 PROUD Benjamin GBR 21 SEP 1994 21.54
4 McEVOY Cameron AUS 13 MAY 1994 21.23
5 BUKHOV Vladyslav UKR 5 JUL 2002 21.38
6 SEELIGER Bjoern SWE 11 JAN 2000 21.67
7 SIMONS Kenzo NED 13 APR 2001 21.73
8 ANDREW Michael USA 18 APR 1999 21.77

17.07: Un dominio assoluto quello della svedese Sjoestroem che non sbaglia mai l’appuntamento con i grandi eventi

17.05: Sarah Sjoestroem non finisce mai! Va a prendersi il sesto titolo consecutivo dei 50 farfalla con 24″63, argento per la francese Henique con 25″44, bronzo con la egiziana Osman con 25″67, poi Gallagher e Kohler

17.03: Si parte con la finale dei 50 farfalla donne! La battaglia per l’oro è al centro tra Sarah Sjoestroem e Melanie Henique:

1 THROSSELL Brianna AUS 10 FEB 1996 25.97
2 PERKINS Alexandria AUS 27 JUL 2000 25.81
3 OSMAN Farida EGY 18 JAN 1995 25.80
4 SJOESTROEM Sarah SWE 17 AUG 1993 25.08
5 HENIQUE Melanie FRA 22 DEC 1992 25.27
6 YU Yiting CHN 5 SEP 2005 25.81
7 GALLAGHER Erin RSA 18 DEC 1998 25.86
8 KOHLER Angelina GER 12 NOV 2000 25.98

17.01: La sessione odierna si chiude con la finale della 4×100 stile libero mista. L’Italia è in vasca con Miressi, Frigo, Morini e Tarantino, staffetta che può puntare in alto ma deve guardarsi da Cina, Usa, Australia, Olanda e Canada

16.59. Sarà molto probabilmente una battaglia a due per l’oro la finale degli 800 stile libero donne con Simona Quadarella che sfida la neozelandese Erika Fairweather, campionessa del mondo dei 400 stile. Nella mischia potrebbe inserirsi anche la tedesca Gose

16.57: Michele Lamberti andrà poi a caccia della prima finale iridata nella semifinale dei 50 dorso. L’azzurro è in semifinale con il settimo crono. Occhio allo spagnolo Gonzalez che punta alla sua terza medaglia iridata

16.55: Non si sono azzurre e ci sarà ancora Sarah Sjoestroem al via delle semifinali dei 50 stile libero donne. Anche qui il rischio notevole è che si gareggi per l’argento

16.53: Può accadere davvero di tutto in una finale apertissima dei 100 farfalla, dove il favorito potrebbe essere il giovane portoghese Matos Ribeiro ma sono più o meno tutti sullo stesso livello

16.51: Ci sono due italiane al via dei 50 rana donne, Benedetta Pilato che punta alla conferma del podio che riscatterebbe la brutta prova nei 100 e Anita Bttazzo che avrà bisogno di un netto miglioramento

16.49: La statunitense Claire Curzan può entrare nella storia come seconda atleta a vincere tutte e tre le gare della stessa specialità, ancora nel dorso. Era riuscito a McKeown nel dorso a Fukuoka, la statunitense è la grande favorita dei 200 dorso dopo aver vinto 50 e 100. Se non fa disastri le altre gareggiano per l’argento

16.47: Si prosegue con la finale dei 50 stile libero maschile. Peccato per l’assenza degli azzurri, il grande favorito è l’australiano Cameron McEvoy, dominatore delle batterie. Attenzione anche a Proud e al sorprendente ucraino Bukhov

16.45: Si parte con la finale dei 50 farfalla femminili con Sarah Sjoestroem super favorita ma che si dovrà guardare dalla francese Henique apparsa in grande condizione nei primi due turni

16.43: Quattro gli azzurri in gara a livello individuale e una staffetta per l’Italia che vuole tornare a salire sul podio. Due le possibilità di medaglia per gli azzurri questo pomeriggio, Simona Quadarella al via degli 800 sl e la staffetta 4×100 stile libero mista

16.40: Buongiorno e benvenuti alla diretta live della settima e penultima sessione di finali e semifinali dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar.

9.53: Per il momento è tutto, grazie per averci seguito e appuntamento alle 17.00 con la penultima sessione di finali e semifinali Buona giornata!

9.51: la mattinata porta all’Italia l’ingresso in finale della 4×100 stile libero mista che andrà a giocarsi una medaglia nel pomeriggio, gli ingressi in semifinale nei 50 rana di Benedetta Pilato e Anita Bottazzo nei 50 rana e di Michele Lamberti nei 50 dorso. Niente da fare, invece, per Chiara Tarantino nei 50 stile libero

9.50: Si chiude con un colpo durissimo per l’Italnuoto questa mattinata di gare, l’eliminazione di Paltrinieri e De Tullio. La realtà è che il modenese fa davvero fatica a sostenere un programma pieno come quello che si è imposto. E’ vero che non può essere al meglio ora ma da troppe manifestazioni fatica a fare bene tutte le gare e dunque si impone una scelta anche in vista di Parigi

9.48: I calcoli a volte portano a questo, del resto Paltrinieri non può tirare sempre, gli altri lo sanno e oggi Wellbrock ha impostato un ritmo che dava fastidio a uno degli avversari più temuti e alla fine stavolta il giochino è riuscito al tedesco

9.47: Questi i finalisti dei 1500 stile libero: Wellbrock, Aubry, Betlehem, Romanchuk, Schwarz, Wiffen, Fei, Tuncelli

9.46. A forza di fare i conti della serva per entrare come ottavo, l’azzurro Paltrinieri resta fuori dalla finale dei 1500. L’ultima batteria va all’irlandese Wiffen con 14’54″29, secondo il turco Tuncelli con 14’54″98, quinto De Tullio con 15’00″58, anche lui ovviamente eliminato

9.45: PAltrinieri eliminato clamorosamente dalla finale dei 1500. Non ci saranno azzurri in finale. Paltrinieri si fa superare da Tuncelli nel finale, chiude con 14’55″19

9.4: Ai 1400 Wiffen, Paltrinieri, Tuncelli

9.43: Ai 1300 Wiffen, Paltrinieri, Tuncelli

9.42: Ai 1200 Wiffen, Paltrinieri, Tuncelli

9.41: Ai 1100 Wiffen, Paltrinieri, Tuncelli

9.40: Ai 1000 Wiffen, Paltrinieri, Tuncelli. Sta rischiando qualcosa Gregorio Paltrinieri

9.38: Ai 900 Wiffen, Paltrinieri si satcca un po’ e Tuncelli è molto vicino

9.37: Agli 800 Wiffen, Paltrinieri, Tuncelli

9.36: Ai 600 Wiffen, Paltrinieri, Tuncelli

9.35: Ai 500 Paltrinieri, Wiffen, Tuncelli

9.34: Ai 400 Paltrinieri, Wiffen, Tuncelli

9.33: Ai 300 Paltrinieri, Tuncelli, Wiffen

9.32: Paltrinieri, Garach Benito, Tuncelli

9.30: Ai 100 Paltrinieri, Tuncelli, Garach Benito

9.27: Il tedesco Wellbrock si aggiudica la terza batteria dei 1500 con 14’48″43, secondo Aubry con 14’49″03, terzo Betlehem con 15’51″48, quarto Romanchuk con 15’51″83. Ora Paltrinieri e De Tullio con Hafnaoui e Wiffen. Serve una prova di sostanza per gli azzurri

9.24: Ai 1200 Wellbrock, Betlehem, Aubry

9.21: Ai 900 Wellbrock, Betlehem, Aubry

9.18: Ai 600 Betlehem, Wellbrock, Fei

9.15: Betlehem in testa ai 300, poi Wellbrock e Fei

9.12: Wellbrock, Romanchuk, Rasovszky e Schwarz al via della penultima batteria dei 1500 sl

9.11: Lo svedese Johansson si aggiudica la seconda batteria dei 1500 sl con 14’58″73, secondo il giapponese Takeda con 15’04″50

9.06: Ai 1000 Johansson, Takeda, Nguyen

9.01: Ai 500 Johansson, Takeda, Akaram

8.53: La prima batteria dei 1500 sl va al macedone Gjuretanovikj con 16’04″07. Ora Johansson e Takeda nella seconda. Non parte il brasiliano Costa

8.38: Al via la prima di quattro batterie dei 1500 stile libero con tre atleti. Nella quarta Paltrinieri e De Tullio

8.37: Queste le Nazionali in finale nella 4×100 stile libero: Cina, Canada, Australia, Italia, Usa, Olanda, Slovacchia, Hong Kong

8.35. La Cina vince con il nuovo record asiatico di 3’24″47, secondo posto per il Canada con 3’25″30, terzo posto per l’Australia con 3’25″80

8.34: Ai 300 Cina, Canada, Australia

8.33: Ai 200 Cina, Australia, Canada

8.32. Ai 100 Cina, Australia, Canada

8.31. Australia, Olanda, Canada e Cina nell’ultima batteria. Non parte il Sudafrica

8.29: L’Italia domina la seconda batteria con il tempo di 3’26″06, secondo posto per gli Stati Uniti con 3’28″76, terza la Slovacchia con 3’31″97

8.28: Ai 300 Italia, usa, Slovacchia

8.27. Ai 200 Italia, Usa, Slovacchia

8.26: Ai 100 Usa, Italia, Slovacchia

8.25: Zazzeri, Frigo, Morini, Tarantino al via nella seconda batteria, non partono Svezia e Ungheria

8.24: Le Filippine vincono la prima batteria della 4×100 stile libero con 3’36″53

8.21: Al via la prima di tre batterie della 4×100 stile libero mista con squadre di valore minore. Nella seconda l’Italia con Zazzeri, Frigo, Morini, Tarantino

8.20: Queste le atlete qualificate per le semifinali dei 50 rana: Pilato, Tang, Meilutyte, Van Niekerk, Hulkko, Kivirinta, McSharry, Hansson, Angus, Slyngstadli, Sztandera, Bottazzo, Vermeiren, Enge, Pinho Rodrigues

8.18: Non particolarmente brillante Anita Bottazzo che chiude quinta in 30″94 e si qualifica per la semifinale, vince Meilutyte con 30″05 davanti a Hulkko con 30″36

8.15: Risponde da par suo Benedetta Pilato che domina la penultima batteria con 28″89, seconda McSherry a 30″72. Ora Bottazzo

8.14: La cinese Tang con 29″93, nuovo record asiatico, vince la terza batteria e si pone come favorita anche in questa gara, precedendo Van Niekerk in 30″28 e Yang in 31″02. Ora Pilato

8-12: La rappresentante di Macau Chen vince la seconda batteria con 31″56

8.10: Kok Shun delle Mauritius si aggiudica la prima batteria dei 50 rana donne con 33″19

8.08: Questi i qualificati per le semifinali dei 50 dorso maschili: Masiuk, Armstrong, Gonzalez, Cooper, Coetze, Andrew, Lamberti, Brauschweig, Yoon, Saravia, Christou, Seelinger, Knedla, Santos, Jeffcoat, Makrygiannis

8.07: Buon terzo posto per Lamberti che chiude terzo con 24″88 nell’ultima batteria e si qualifica per la semifinale. Vince Masiuk con 24″58, secondo Armstrong con 24″66

8.04: Coetze vince con 24″75 la quarta batteria sopravanzando Andrew con 24″82, terzo Seelinger con 25″10. Ora Lamberti nell’ultima batteria

8.03: Gonzalez is on fire. Lo spagnolo, oro ieri nei 200 dorso, vince la terza batteria con 24″72 davanti a Cooper con 24″75, terzo Saravia con 25″02

8.00: L’ungherese Janszo vince la seconda batteria con 25″83 ed è in testa alla graduatoria provvisoria

7.58: Montero di Costarica si aggiudica la prima batteria dei 50 dorso con 27″71

7.56: Queste le atlete qualificate per le semifinali dei 50 stile: Sjoestroem, Douglass, Jack, Wasick, Hopkin, Coleman, Ruck, Fiedkiewicz, Henique, Steenbergen, Jensen, Osman, Klancar, Busch, Lyu, Antoniou

7.55: La svedese Sjoestroem con 23″91 domina l’ultima batteria, davanti a Douglass con 24″19, terza Hopkin con 27″70

7.52: Jack vince la penultima batteria con 24″30, davanti a Steenbergen con 24″86 e Klancar con 25″05

7.51: Gara da dimenticare per Chiara Tarantino che chiude in 26″09, penultima, è già fuori. Vince Wasick con 24″36, davanti a Coleman in 24″75, terza Fiedkiewicz con 24″85

7.48: Janickova vince la nona batteria con il tempo di 25″97, ora le migliori. Subito Tarantino

7.47: Harvey si aggiudica la ottava batteria con il tempo di 25″93 che è il miglior crono finora

7.45: Egner del Botswana si aggiudica la settima batteria con 26″58 che significa primo posto provvisorio

7.42: La boliviana Giles vince la sesta batteria in 26″60 e va al comando della classifica generale

7.41: la rappresentante del Kirghizistan Pecherskikh si impone nella quinta batteria con il tempo di 27″00

7.38: Illis si aggiudica la quarta batteria con 29″26

7.36: Schofield di Dominica si impone nella terza batteria con 30″08

7.34: Nelspon di Saint Vincent e Grenadine vince la seconda batteria dei 50 sl con n27″62

7.33: Con il crono di 27″04 la rappresentante delle Mauritius Kok Shun vince la prima batteria dei 50 sl

7.31: Inizia la lunga serie di batterie dei 50 stile libero donne

7.29: L’avventura dei 1500 metri stile libero maschili inizia con le batterie mattutine, con Gregorio Paltrinieri e Luca De Tullio tra i protagonisti. Il nuotatore italiano, Gregorio, cercherà di limitare le sofferenze durante l’ingresso in finale e poi giocherà le sue carte nella speranza di conquistare la decima medaglia in vasca mondiale della sua carriera. I favoriti rimangono sempre gli stessi: Wiffen, Schwarz, Wellbrock e Romanchuk. Tuttavia, non sarà presente al via l’australiano Winnington, che aveva battuto Paltrinieri sul traguardo nella caccia all’argento nei 800 metri stile libero.

7.26: Italia che parte tra le squadre favorite nella 4×100 stile libero mista. In finale Alessandro Miressi e Manuel Frigo possono dare alla gara l’impulso giusto, poi starà a Tarantino e all’ultima frazionista, da scegliere tra Morini e Cocconcelli, resistere al ritorno delle altre squadre. Ancora da comunicare la composizione della staffetta azzurra in batteria. La medaglia è possibile. Cina, Gran Bretagna, Usa, Australia, Canada le rivali più accreditate.

7.24: In cerca di riscatto, anche la campionessa del mondo Ruta Meilutyte, dopo l’eliminazione shock nelle batterie dei 100 metri rana. Lara Van Niekerk, nuotatrice sudafricana, si è affermata come una delle atlete più costanti nei 50 metri rana negli ultimi due anni, ottenendo risultati impressionanti ai Giochi del Commonwealth del 2022 e ai Campionati Mondiali di Budapest del 2022 e del 2023. Un altro nome da tenere d’occhio è Tang Qianting, proveniente dalla Cina, che ha mostrato la sua competitività con un sesto posto ai Campionati Mondiali di Fukuoka 2023 e un nuovo record nazionale di 29″92 secondi ai Giochi Asiatici. Tang è stata la prima donna cinese a scendere sotto i 30 secondi nei 50 metri rana, evidenziando un notevole potenziale per il successo a livello internazionale.

7.22: Benedetta Pilato è determinata a ottenere il riscatto nei 50 metri rana, la gara che l’ha resa famosa e che ama più di tutte le altre. A Fukuoka ha conquistato un bronzo luminoso e pieno di sorrisi; a Doha, un podio scatenerebbe un entusiasmo simile, e la nuotatrice pugliese ne avrebbe davvero bisogno dopo la delusione della scorsa settimana. In gara c’è anche Anita Bottazzo, che punta a replicare il successo della finale di Fukuoka: nel novembre scorso non era al massimo della forma, il che potrebbe giocare a suo favore questa volta.

7.20: Michele Lamberti è pronto a cimentarsi nella qualificazione alle semifinali e, magari, a conquistare un posto anche in finale nei 50 metri dorso maschili. Lo statunitense Hunter Armstrong sembra avere un chiaro vantaggio, avendo detenuto il record mondiale e ottenuto un tempo impressionante di 24″05 per vincere il titolo mondiale nel 2023. Tuttavia, altri nuotatori sono pronti a contendersi il podio: Pieter Coetze e Apostolos Christou si presentano come forti concorrenti, mentre Isaac Cooper e Ksawery Masiuk non sembrano essere al massimo della forma. Michael Andrew e Hugo Gonzalez sono nomi da tenere d’occhio, insieme a Ole Braunschweig, Miroslav Knedla e Andrew Jeffcoat, tutti potenziali contendenti per un posto nelle fasi avanzate della competizione.

7.17: Nella prima gara di giornata, l’Italia schiera Chiara Tarantino, in un momento di forma in crescita, nei 50 metri stile libero. La sfida sarà intensa, con grandi protagoniste come Sarah Sjoestroem, detentrice del record mondiale con un tempo di 23″61, che emerge come favorita indiscussa. Shayna Jack dell’Australia potrebbe rappresentare una seria minaccia per la svedese, avendo già registrato un tempo di 24″09 quest’anno. La polacca Katarzyna Wasick cercherà di competere per il podio, ma dovrà fare i conti con la presenza di Kate Douglass degli Stati Uniti, che ha già nuotato in 24″38. Anche Michelle Coleman della Svezia e Anna Hopkin della Gran Bretagna sono nuotatrici da tenere d’occhio in questa competizione impegnativa.

7.15: L’Italia del nuoto mira a conquistare per la prima volta una doppia cifra di medaglie ai Mondiali, concentrandosi sulle sue talentuose atlete. Benedetta Pilato è determinata a ottenere il riscatto dopo la delusione per non aver raggiunto la finale, mentre Simona Quadarella si prepara per la gara degli 800 stile libero nel pomeriggio, sperando di ottenere la sua seconda vittoria dopo i 1500 stile libero. Gregorio Paltrinieri ritorna in vasca per le batterie dei 1500 stile libero, un evento che potrebbe portargli grandi soddisfazioni. Inoltre, l’Italia punta al podio nella staffetta 4×100 stile libero mista, dopo il secondo posto nella competizione maschile e il quinto posto in quella femminile. Nonostante questa gara a squadre non sia presente nel programma olimpico, l’Italia mantiene alte ambizioni per un risultato di prestigio.

7.13: Volge al termine la prima grande manifestazione di un anno, il 2024, dove non mancheranno certo gli appuntamenti per il grande nuoto internazionale, con il clou a luglio quando si disputeranno i Giochi olimpici a Parigi. Ancora una volta la squadra italiana si è già confermata fra le grandi protagoniste di una kermesse iridata snobbata da molti big del nuoto mondiale, che non vogliono distogliere la loro attenzione dalla preparazione olimpica. Nonostante questo a Doha diversi campioni sono in acqua e si sta assistendo ad un bello spettacolo da seguire molto attentamente.

7.10: Buongiorno e benvenuti alla diretta live della settima e penultima giornata di gare dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar.

Programma, Orari, Tv e streaming del 17 febbraio ai Mondiali di nuoto di Doha I favoriti gara per garaLe favorite gara per garaIl programma dei Mondiali di DohaLe speranze di medaglia dell’Italia a DohaLa presentazione della terza giornataIl medagliere dei Mondiali di DohaLa cronaca della prima giornataLa cronaca della seconda giornataLa cronaca delle terza giornataLe pagelle della terza giornataLa cronaca della quarta giornataLe pagelle della quarta giornataLa cronaca della quinta giornataLe pagelle della quinta giornataLa cronaca della sesta giornataLe pagelle della sesta giornata

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della settima e penultima giornata di gare dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar. Volge al termine la prima grande manifestazione di un anno, il 2024, dove non mancheranno certo gli appuntamenti per il grande nuoto internazionale, con il clou a luglio quando si disputeranno i Giochi olimpici a Parigi. Ancora una volta la squadra italiana si è già confermata fra le grandi protagoniste di una kermesse iridata snobbata da molti big del nuoto mondiale, che non vogliono distogliere la loro attenzione dalla preparazione olimpica. Nonostante questo a Doha diversi campioni sono in acqua e si sta assistendo ad un bello spettacolo da seguire molto attentamente

L’Italia del nuoto punta alla prima doppia cifra di medaglie ad un Mondiale e lo fa con le sue star al femminile. Benedetta Pilato vuole il riscatto dopo la delusione della mancata finale e Simona Quadarella nel pomeriggio va a caccia della seconda vittoria negli 800 dopo quella dei 1500 stile libero. Torna in vasca anche Gregorio Paltrinieri nelle batterie di un 1500 stile che potrebbe regalargli grandi soddisfazioni e punta al podio anche la 4×100 stile libero mista con l’Italia che è stata seconda nella maschile e quinta nel femminile e dunque può sognare in grande, anche se si tratta dell’unica gara a squadre che non sarà presente nel programma olimpico. C’è una Chiara Tarantino in crescita di condizione al via per l’Italia nella prima gara di giornata, i 50 stile libero che vedranno la sfida tra alcune delle grandi protagoniste della specialità, Sarah Sjoestroem su tutte. La nuotatrice svedese, con il suo record mondiale di 23″61 nei 50 stile libero, è la favorita indiscussa. L’australiana Shayna Jack potrebbe dare del filo da torcere a Sjostrom, avendo già registrato 24″09 quest’anno. La polacca Katarzyna Wasick ci riproverà per il podio ma dovrà fare attenzione a Kate Douglass degli Stati Uniti, che ha già nuotato in 24″38. Michelle Coleman della Svezia e la britannica Anna Hopkin sono da tenere d’occhio.

C’è Michele Lamberti a caccia della semifinale e, perchè no, anche della finale nei 50 dorso uomini. Lo statunitense Hunter Armstrong sembra avere un vantaggio evidente, avendo detenuto il record mondiale e ottenuto un impressionante tempo di 24″05 per vincere il titolo mondiale nel 2023. Tuttavia, ci sono altri nuotatori pronti a contendersi il podio: Pieter Coetze e Apostolos Christou possono giocarsela, mentre Isaac Cooper e Ksawery Masiuk non sono apparsi in forma smagliante. Michael Andrew e Hugo Gonzalez, sono da tenere d’occhio, così come Ole Braunschweig, Miroslav Knedla e Andrew Jeffcoat. Benedetta Pilato vuole il riscatto nei 50 rana, la gara che l’ha portata alla ribalta e che, in fondo, ama più di tutte le altre. A Fukuoka fu bronzo pieno di sorrisi, per come si è messa a Doha il podio scatenerebbe più o meno lo stesso entusiasmo e la pugliese ne avrebbe bisogno dopo la delusione di lunedì scorso. In gara c’è anche Anita Bottazzo che vorrebbe bissare la finale di Fukuoka: a novembre era lontana dalla migliore condizione e questo potrebbe deporre a suo favore. A caccia di riscatto c’è anche Ruta Meilutyte, campionessa del mondo della specialità e reduce dalla eliminazione shock in batteria nei 100. La nuotatrice sudafricana Lara Van Niekerk si è distinta come una delle atlete più costanti nei 50 rana negli ultimi due anni, conquistando risultati impressionanti ai Giochi del Commonwealth del 2022 e ai Campionati Mondiali di Budapest del 2022 e del 2023. Un altro nome da tenere d’occhio è quello della cinese Tang Qianting, che ha dimostrato la sua competitività con un sesto posto ai Campionati Mondiali di Fukuoka 2023 e un nuovo record nazionale di 29″92 secondi ai Giochi Asiatici. Tang è stata la prima donna cinese a scendere sotto i 30 secondi nei 50 rana, dimostrando un notevole potenziale per il successo a livello internazionale.

Italia che parte tra le squadre favorite nella 4×100 stile libero mista. In finale Alessandro Miressi e Manuel Frigo possono dare alla gara l’impulso giusto, poi starà a Tarantino e all’ultima frazionista, da scegliere tra Morini e Cocconcelli, resistere al ritorno delle altre squadre. La medaglia è possibile. Cina, Gran Bretagna, Usa, Australia, Canada le rivali più accreditate. Inizia con le batterie mattutine anche l’avventura dei 1500 stile libero uomini. con Gregorio Paltrinieri e Luca De Tullio. Il Greg nazionale cerch4erà di soffrire un po’ meno nell’ingresso in finale e poi si giocherà le sue carte a caccia della decima medaglia in vasca mondiale in carriera. I favoriti sono sempre loro: Wiffen, Schwarz, Wellbrock, Romanchuk. Non ci sarà al via l’australiano Winnington che ha beffato Paltrinieri sul traguardo nella caccia all’argento degli 800 stile. Nel pomeriggio, a proposito di 800 stile, c’è Simona Quadarella che scende in acqua in cerca della seconda medaglia di Doha, possibilmente del metallo più prezioso. Rispetto ai 1500 cambia la rivale da battere e anche qui stiamo parlando di una rivale di altissimo spessore, la neozelandese Erika Fairweather, già oro nei 400 e capace di imporre un buon ritmo anche nella gara doppia. La terza pretendente al podio è la tedesca Gose, già bronzo nei 1500.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della settima e penultima giornata di gare dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar: cronaca in tempo reale e aggiornamenti costanti. Si comincia alle 7.30 con le batterie e si prosegue alle 17.00 con la sessione dedicata a semifinali e finali. Buon divertimento!

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online