LIVE Atletica, Golden Gala 2021 in DIRETTA. Leonardo Fabbri 21.71. Tamberi vola a 2.33! Record europeo di Ingebrigtsen

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DEL GOLDEN GALA: TUTTI I RISULTATI. CADONO RECORD, MONDIALI STAGIONALI E PRIMATI

JAKOB INGEBRIGTSEN, STORICO RECORD EUROPEO SUI 5000 METRI

GIANMARCO TAMBERI RIEMERGE E SALTA 2.33

LARISSA IAPICHINO NON DECOLLA, TESTA ALLA MATURITA’. VINCE SPANOVIC

LEONARDO FABBRI BEFFATO DAL REGOLAMENTO: 3° NEL PESO DOPO 21.71

GAIA SABBATINI IN LACRIME, A TRE CENTESIMI DAL MINIMO OLIMPICO

LE DICHIARAZIONI DI GIANMARCO TAMBERI

LE DICHIARAZIONI DI LARISSA IAPICHINO

LE DICHIARAZIONI DI DAVIDE RE

LE DICHIARAZIONI DI GAIA SABBATINI

21.56: La nostra diretta si chiude qui, appuntamento ai prossimi eventi di atletica leggera. Grazie per averci seguito e buona serata!

21.55: Meeting impreziosito da un record. Lo scorso fu Duplantis a centrare il mondiale dell’asta, quest’anno è stato Jakob Ingrebrigsten a far segnare il record europeo dei 5000

21.52: Il risultato sicuramente più importante per l’Italia è il 21.71 di Leonardo Fabbri, tornato ai livelli dello scorso anno e in rampa di lancio verso i Giochi. Bene Tamberi a 2.33, ottimo il secondo posto di Davide Re nei 400. Risultati di grande rilievo per Gaia Sabbatini nei 1500, Dalia Kaddari nei 200, per Abdelwahed e Zoghlami nei 3000 siepi

21.50: Vittoria in rimonta per il sudafricano Simbine con 10″08, secondo posto per il britannico Ujah con 10″10, terzo posto per il liberiano Matadi in 10″16

21.48: Si chiude con i 100 metri piani uomini senza azzurri al via. Questi i protagonisti: Mudiyanselage (Sri), Greene (Ant), Ijjah (Gbr), Rodgers (Usa), Simbine (Rsa), Cissè (Civ), Matadi (Lbr), Harvey (Tur)

21.46: La vittoria del lungo va a Spanovic con 6.56, secondo posto per la tedesca Mihambo con 6.33, nullo e terzo posto per Bekh-Romanchuk

21.42: Bekh-Romanchuk conquista la finale con 6.79, assieme a Mihambo e Spanovic

21.40: Crippa l’ha presa tranquilla ed ha chiuso in 13’17″96, nono, Aouani 14mo in 13’28″09, personale per lui

21.37: RECORD EUROPEOOOOOOO JACOB INGEBRIGTSEEEEEEEEEN: 12’48″45, secoindo posto per Gerbrhiwet in 12’49″02, terzo il canadese Ahmed in 12’50″12

21.35: Ahmed va davanti, poi Gebrhiwet, Ingebrigtsen, Cheptegei

21.34: Cheptegei continua a fare l’andatura, Crippa è decimo, staccato dai primi

21.33: Si chiude la gara dell’alto con Ivanyuk che vince con 2.33, secondo posto per Starc e terza piazza per Gianmarco Tamberi

21.33: 6.24 Iapichino all’ultimo salto. Sarà sesta con 6.45

21.32: Gruppo di 5 atleti in testa nei 5000

21.30: Ritmo altissimo nei 5000, dieci davanti, gruppo allungato, Crippa sta perdendo il contatto con i primi

21.29: Errore di pochissimo per Gianmarco Tamberi che chiude al terzo posto la gara dell’alto. Starc ha passato a 2.36

21.27: Secondo errore anche per Ivanyuk che è al comando della gara dell’alto. Ultimo tentativo a 2.36 per i primi tre

21.27: Secondo errore anche per Tamberi a 2.26, peccato!

21.25: Errore di Starc, il secondo a 2.36

21.25: Spettacolare gara dei 5000 con tanti protagonisti mondiali al via. Ecco i protagonisti, c’è Crippa: H. Ingebrigtsen (Nor), Iguider (Mar), Aouani (Ita), Kimeli (Bel), Ramsden (Aus), Knight (Can), Balew (Brn), Crippa (Ita), Ahmed (Can), Katir (Esp), Gebrhiwet (Eth), Edris (Eth), Bekele (Eth), McSweyn (Aus), J. Ingebrigtsen (Nor), Cheptegei (Uga). Lepri: Koech (Ken), Gregson (Nzl)

21.24: Errori anche per Starc e Ivanyuk a 2.36

21.23: Iapichino non riesce a migliorarsi: 6.14 al quarto salto

21.23: Errore di Tamberi a 2.36

21.21: Tamberi è tra i primi tre perchè esce di scena a 2.33 Barshim. Restano in gara Ivanyuk, Starc e Tamberi che attualmente è terzo e si sale a 2.36

21.20: Mihambo trova i meccanismi giusti e va al comando del lungo con 6.82 dopo tre rotazioni

21.19: GIMBOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO TAMBERIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!! 2.33 SUPERATO AL TERZO TENTATIVOOOOOOOOOOOO

21.17: Gran tempo per la statunitense Asher-Smith che trionfa in 22″06, secondo posto per l’icoriana Ta Lou in 22″58, terza piazza per Kambundji in 22″60, ottimo quarto posto per Dalia Kaddari in 22″86, settima Hooper in 23″25

21.16: Allunga Spanovic in testa al lungo: 6.74

21.16: Tre errori per Protsenko a 2.33 nell’alto

21.15: Ci sono i 200 piani donne con Hooper e Kaddari al via. Protagoniste: Atcho (Sui), Dobbin (Gbr), Ta Lou (Civ), Schippers (Ned), Asher-Smith (Usa), Kambundji (Sui), Kaddari (Ita), Hooper (Ita)

21.15: Non si migliora Larissa Iapichino: 6.37

21.14: 6.65 per l’australiana Malone che si porta al secondo posto nel lungo

21.12: Ancora un errore per Tamberi a 2.33 ma ci è andato vicino. Misura superata da Starc al secondo tentativo, Nedasekau è eliminato

21.11: Spanovic in testa al lungo con 6.68, seconda Bekh-Rpmanchuk in 6’64, terzo posto per Mironchyk-Ivanova in 6.50

21.10: Gaia Sabbatini chiude 11ma in 4’04″23, ottimo tempo il suo, personal best, Del Buono 15ma in 4’08″58

21.10: errore di Tamberi a 2.33, misura superata solo da Ivanyuk

21.09: Non si ferma la russa Sidorova nell’asta: superato 4.91

21.08: Che volataaaaaaaaaaaa!!! Hassan con 3’53″62, migliore prestazione mondiale stagionale, secondo posto per Kipyegon con 3’53″92, terzo posto per la britannica Muir in 3’55″59

21.07: Hassan, Muir e Kipyegon davanti all’ultimo giro

21.06: Sei atlete davanti con due lepri dopo 800 metri nei 1500 donne. c’è Hassan e c’è Muir

21.05: Non si migliora Larissa Iapichino: 6.35 al secondo tentativo

21.03: Tamberi, Protsenko (che si era tenuto un solo tentativo) superano 2.30 al primo tentativo, Barshim, Ivanyuk al secondo, Starc al terzo, Nedaseau si tiene due tentativi per il 2.33

21.02: Sidorova supera 4.86 al secondo tentativo. C’è rimasta solo lei in gara

21.01: Ci sono Del Buono e Sabbatini al via dei 1500 femminile e c’è anche Sifan Hassan, reduce dal record del mondo (poi battuto) dei 10.000. Queste le protagoniste: Del Buono (Ita), Guerrero (Esp), Vanderelst (Bel), Sabbatini (Ita), Hailu (Eth), Mageean (Irl), McColgan (Gbr), Snowden (Gbr), Nanyondo (Uga), Arafi (Mar), Debues-Stafford (Can), Kipyegon (Ken), Muir (Gbr), Hassan (Ned). Lepri: Pereira (Esp), Lemiesz (Pol)

20.59: Va in testa nel lungo la ucraina Bekh-Romanchuk con 6.51

20.59: Va al comando della gara del lungo Larissa Iapichino con 6.45

20.58: TAMBERIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!! Supera 2.30 al primo tentativo!! Sfiora l’asticella che resta su!

20.57: Personale stagionale per Perini con 13″63, sesto, Dal Molin settimo con 13″64

20.56;: Che tempo del giamaicano McLeod!!! 13″01, miglior tempo mondiale stagionale! Secondo posto per il britannico Pozzi con 13″25, terza piazza per il francese Belocian in 13″31

20.55: Atleti dei 110 ostacoli sui blocchi

20.54: La russa Sidforova vince la gara dell’asta con 5.76, secondo posto per la bielorussa Zhuk, terzo per la greca Stefanidi

20.53: Tra poco i 110 ostacoli con al via Brathwaite (Bar), Dal Molin (Ita), Pozzi (Gbr), McLeod (Jam), Allen (Usa), Belocian (Fra), Martinot-Lagarde (Fra), Perini (Ita)

20.51: Nedasekau supera 2.27 al secondo tentativo

20.51: Inizia il lungo donne con 6.29 di Laura strati

20.50: Zhuk esce di scena nell’asta

20.50: Anche Barshim supera 2.27

20.49. Ultimo tentativo a 4.76 per Zhuk, Stefanidi e Bradshaw

20.48. Anche Ivanyuk supera 2.27

20.48: TAMBERIIIIIIIIIIIIIIIII!!! 2.27, E’ IL PRIMO A SUPERARE QUESTA MISURA!

20.47: Errori per Nedasekau, Protsenko e Starc a 2.27

20.46: Sidorova supera 4.76 al primo tentativo. Errori per Zhuk, Stefanidi e Bradshaw

20.45: Tra poco in pedana le atlete del lungo donne con Larissa Iapichino e Laura Strati. Le protagoniste: Strati (Ita), Ibarguen (Col), Malone (Ivb), Iapichino (Ita), Mironchy-Ivanov (Blr), Spanovic (Srb), Bekh-Romanchuk (Ukr), Mihambo (Ger)

20.44: Starc supera 2.24 al terzo tentativo, eliminati Thomas e Gasch

20.43: Che tempo della portoricana Camacho-Quinn che, con vento contrario, fa segnare uno splendido 12″38, secondo posto per la bahamense Charloon con 12″80, terzo posto per la bielorussa Herman in 12″85, quinta Luminosa Bogliolo con 12″99, caduta al quinto ostacolo per l’altra azzurra Elisa Di Lazzaro

20.42: Sui blocchi le protagoniste dei 100 ostacoli

20.41: Tamberi c’è!!! Superato 2.24 al secondo tentativo. Già meglio rispetto ad Hengelo

20.41: Ivanyuk e Barshim superano 2-24 al primo tentativo, tra poco il secondo di Tamberi

20.40: nell’asta donne fuori Bengtsson e Peinado, Sidorova e Zhuk superano 4.71 al primo tentativo

20.38: Nel peso Leonardo Fabbri chiude al terzo posto perchè sbaglia l’ultimo lancio. Vince il neozelandese Walsh con 21.47, secondo il serbo Sinancevic con 20.93, terzo posto per Fabbri con 19.82. Fabbri però è il detentore del miglior lancio di serata

20.38: Tra poco i 100 ostacoli donne con Seymour (Bah), Charlton (Bah), Herman (Blr), Tapper (Jam), Camacho-Quinn (Pur), Bogliolo (Ita), Skrzyszowka (Pol), Di Lazzaro (Ita)

20.37: Errore a 2.24 per un Tamberi poco esplosivo

20.35: Esce di scena Sottile a 2.20, 2.24 superato da Nedasekau e Protsenko

20.33: Vittoria per il marocchino El Bakkali che fa segnare il primo tempo mondiale dell’anno con 8’08″54, secondo posto per l’etiope Takele in 8’10″56, terzo il marocchino Tindouft che fa segnare in 8’11″65, grande quarto posto per Abdelwahed con 8’12″04, quarto risultato all time in Italia e personal best, sesto Zoghlami in 8’14″29, 12mo Chiappinelli in 8’27″86

20.32: Grande gara di Abdelwahed e Zoghlami, rispettivamente quarto e sesto!!!

20.31. Ultimo giro dei 3000 siepi. Zoghlami e Abdelwahed nel gruppo di testa

20.31: Tamberi supera i 2.20 al secondo tentativo assieme a Protsenko

20.30: Gasch e Thomas superano 2.20 al secondo tentativo

20.30: Zoghlami e Chiappinelli nel gruppo di testa nei 3000 siepi

20.28: 20.89 per Fabbri al quinto tentativo. L’azzurro affronterà l’ultimo lancio “pigliatutto” da primo in classifica. Assieme a lui il neozelandese Walsh e il serbo Sinancevic

20.28: Barshim e Ivaniuk superano 2.20, secondo errore per Sottile

20.27: Nell’asta donne fuori Sutej e Moser, Zhuk supera 4.66 al terzo tentativo

20.26: Tamberi sbaglia il primo tentativo a 2.20, misura superata al primo tentativo da Nedasekau e Starc

20.25: Nel peso Mihaljevic si migliora ulteriormente con 21.39 ma resta quarto

20.24: Al via i 3000 siepi maschili con tanti campioni. I protagonisti: Gilavert (Fra), Chiappinelli (Ita), Desgagnes (Can), Zoghlami (Ita), Chemutai (Uga), Haileselassie (Eri), Abdelwahed (Ita), Tindouft (Mar), Beto (Eth), Bedrani (Fra), Takele (Eth), El Bakkali (Mar), Kipruto (Ken). Lepri: Zerrifi (Fra), Kones (Ken)

20.23: Un errore di Sottile a 2.20, Tamberi deve ancora entrare in gara

20.22: Peinado supera 4.66 al secondo tentativo

20.21: Sinancevic si riprende il secondo posto con 21.60, a 11 centimetri da Leonardo Fabbri che nel quarto lancio arriva a 20.60

20.19. Dominio del colombiano Zambrano nei 400, molto bene Davide Re nel rettilineo finale: 45″80 il suo tempo, terzo posto per Hudson-Smith in 45″93. Meno bene gli altri azzurri, Scotti sesto in 46″28, Aceti settimo in 46″55

20.18: Cresce anche il croato Mihaljevic nel peso: 21.28, quarto posto

20.17: Nell’asta Bradshaw e Stefanidi superano 4.66 al primo tentativo

20.16: Lancio da 19.93 per Weir che non si migliora ed è sempre settimo

20.16: Partenza falsa nei 400

20.15: Nel peso cresce Walsh ma non riesce a superare Fabbri: 21.43, secondo posto per il neozelandese

20.14: Gara molto interessante in arrivo: i 400 piani con tre azzurri al via. I protagonisti: Petrucciani (Sui), Aceti (Ita), Cedenio (Tto), Hudson-Smith (Gbr), Zambrano (Col), Re (Ita), Scotti (Ita), Nene (Rsa)

20.13: Bengtsson supera 4.66 nell’asta

20.11: Nullo per Weir al terzo lancio

20.10: Tra poco inizia l’altop maschile con due azzurri al via. C’è Tamberi! I protagonisti: Sottile (Ita), Thomas (Bah), Protsenko (Ukr), Starc (Aus), Gasch (Sui), Nedasekau (Blr), Tamberi (Ita), Ivanyuk (Rus), Barshim (Qat)

20.09: Sidorova, Stefanidi, Sutej, Bradshaw e Moser superano 4.56

20.09. Ancora un grande Leonardo Fabbri con 21.09 al terzo lancio

20.06: Buone notizie per Linda Olivieri che chiude sesta con 55″63, personale e tempo che dovrebbe valere la qualificazione per Tokyo, settima Folorunso con 56″92

20.05: Personale e record olandese con 53″44 per Femke Bol che si aggiudica i 400 ostacoli, secondo posto per l’ucraina Ryzhykova con 54″19, terzo posto per la britannica Turner con 54″79

20.04: Partiti i 400 ostacoli

20.04: Secondo posto per il serbo Sinancevic con 21.30, terza piazza per il neozelandese Wansh con 21.05, Weir 20.06, settimo al momento

20.03: LEONARDOOOOOOOOOOOOOOOOO FABBRIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII: 21.71!!!! UN LANCIO FANTASTICO DELL’AZZURRO!!!!

20.01: Nell’asta Peinado e Bengtsson superano 4.56 al primo tentativo

20.00: Tra pochi minuti il via dei 400 ostacoli donne. Queste le protagoniste: Belle (Bar), Petersen (Den), Folorunso (Ita), Bol (Ned), Ryzhykova (Ukr), Turner (Gbr), Olivieri (Ita), Nel (Rsa)

19.59: Fabbri c’è!!! 20.97 al primo lancio per l’azzurro che inizia benissimo la gara del peso. E’ in testa!

19.57: Zhuk, Bengtsson e Sutej superano 4.46

19.52: Moser e Peinado superano 4.46 al primo tentativo

19.47: Purtroppo Roberta Bruni non riesce a superare la misura di 4.31 ed esce di scena senza misura. Peccato per la primatista italiana

19.42: Un errore per Bruni a 4.31, superati da Peinado, Sutej e Moser

19.36: Fra una decina di minuti il via del getto del peso maschile, altra gara interessante per l’Italia. I protagonisti: il neozelandese Tom Walsh ha le migliori credenziali ma se la possono giocare anche il polacco Michal Haratyk, il ceco Tomas Stanek, il serbo Armin Sinancevic, l’azzurro in crescita Leonardo Fabbri e padrone di casa e l’ultimo arrivato in casa Italia Zane Weir. Questi gli atleti in gara: Fabbri (Ita), Sinancevic (Srb), Weir (Ita), Bukowiecki (Pol), Stanek (Cze), Mihaljevic (Cro), Haratyk (Pol), Walsh (Nzl)

19.33: La vince Sandra Perkovic!!! La croata raggiunge la misura di 66.90, inferiore a quella trovata in precedenza ma porta comunque a casa il successo nel lancio del disco

19.32. La cubana Perez si porta al comando con 65.37. Ora Perkovic

19.32: Il lancio a 61.70 di Pudenz, difficilmente basterà

19.29: Tra poco i tre lanci di finale del disco e l’avvio della gara dell’asta donne, si parte da 4.31

19.23: Stanno terminando il riscaldamento, nel frattempo, le protagoniste del salto con l’asta femminile: Moser (Sui), Bruni (Ita), Peinado (Ven), Bengtsson (Swe), Zhuk (Blr), Sutej (Slo), Bradshaw (Gbr), Stefanidi (Gre), Sidorova (Rus)

19.22. Nessuna si migliora e dunque saranno la tedesca Pudenz, la cubana Perez e la croata Perkovic ad effettuare il sesto lancio “pigliatutto”: chi fa meglio vince, a prescindere dai lanci precedenti

19.19: Piccolo miglioramento per l’azzurra Osakue ma non basta per lasciare l’ultima posizione: 56.20

19.17: Nessuna si migliora. Resta tutto invariato dopo la quarta rotazione di lanci. Vediamo se Osakue riesce a migliorarsi con il quinto lancio

19.12: Terzo nullo consecutivo per l’azzurra Osakue che scivola in ultima posizione dopo il 60.58 della cubana Caballero che la scavalca

19.07: La tedesca Pudenz con 64.42 si porta al terzo posto

19.02: Ancora un nullo per l’azzurra Osakue che resta penultima

19.01: Allunga Sandra Perkovic che lancia a 68.31 e consolida il primo posto

18.55: Perkovic lancia a 67.70 e va in testa, seguita dalla cubana Perez con 66.82, terza Vita con 62.72, Osakue trova un nullo

18.47: 56.14 il primo lancio per l’azzurra Osakue, La tedesca Vita raggiunge 60.05. nulli per Ca, Tolj e Pudenz

18.45: Tra pochi istanti il via della gara del disco. Con l’azzurra Daisy Osakue, al via la due volte campionessa olimpica Sandra Perkovic (Croazia), le quotate cubane Yaime Perez (oro mondiale a Doha) e Denia Caballero. Queste le protagoniste: Osakue (Ita), Cà (Por), Vita (Ger), Tolj (Cro), Pudenz (Ger), Caballero (Cub), Perkovic (Cro), Perez (Cub)

18.44: Nei 400 ostacoli la 21enne astro nascente olandese Femke Bol, già vittoriosa domenica a Hengelo. Le sue rivali sono la danese argento olimpico Sara Slott Petersen, l’ucraina Anna Ryzhykova e le azzurre Ayomide Folorunso e Linda Olivieri.

18.43: Tra le donne, nei 100hs, la più attesa è la portoricana Jasmine Camacho-Quinn, ma attenzione anche alla bahamense Devynne Charlton, alla bielorussa Elvira Herman alla polacca Pia Skrzyszowska e anche le azzurre Luminosa Bogliolo ed Elisa Di Lazzaro possono dire la loro.

18.42: Nei 110hs il favorito è il campione olimpico giamaicano Omar McLeod ma attenzione anche al bronzo mondiale Pascal Martinot-Lagarde, all’altro francese Wilhem Belocian, al britannico Andrew Pozzi e agli azzurri Paolo Dal Molin (bronzo agli Euroindoor di Torun nei 60hs) e Lorenzo Perini.

18.41: Attesa anche per i 400 maschili con il vicecampione del mondo Anthony Zambrano (Colombia) che affronta Isaac Makwala (Botswana), Machel Cedenio (Trinidad e Tobago), il britannico Matthew Hudson-Smith e il trio azzurro formato dal primatista italiano Davide Re, dal vincitore della scorsa edizione del Golden Gala Edoardo Scotti e da Vladimir Aceti.

18.40: Nei 200 metri al femminile, fari puntati sulla campionessa del mondo Dina Asher-Smith, che se la vedrà con l’ivoriana Marie-Josée Ta Lou, l’olandese oro mondiale 2017 Dafne Schippers, apparsa non in gran forma a Hengelo e la svizzera bronzo iridato Mujinga Kambundji. Ai blocchi anche le azzurre Dalia Kaddari e Gloria Hooper.

18.39: Nei 100 metri, nonostante le assenze pesanti di Jacobs e Tortu, i due portacolori azzurri più attesi, si preannuncia spettacolo con il sudafricano Akani Simbine, l’ivoriano Arthur Cissé e il britannico Chijindu Ujah.

18.38: Nei 3000 siepi al via il campione olimpico e mondiale in carica Conseslus Kipruto, che se la vedrà con il marocchino Soufiane El Bakkali e con l’etiope Getnet Wale. Gli azzurri al via saranno Osama Zoghlami e Ahmed Abdelwahed.

18.37: Grandissimo anche il parterre dei 1500, dove sarà al via una delle donne del momento, Sifan Hassan il cui record del mondo dei 10 mila, stabilito domenica a Hengelo, è durato solo due giorni, opposta alla keniana campionessa olimpica Faith Kipyegon, fino alla britannica Laura Muir. Al via per l’Italia Gaia Sabbatini, reduce dal trionfo di Chorzow e Federica Del Buono.

18.36: La gara clou sono i 5000 metri che vedono al via il primatista del mondo Joshua Cheptegei, oro mondiale dei 10.000, che se la vedrà con gli etiopi Selemon Barega e Hagos Gebrhiwet, Muktar Edris, campione del mondo in carica nei 5000 e il norvegese campione europeo Jakob Ingebrigtsen. Al via ci sarà anche il primatista italiano Yeman Crippa, fresco del successo agli Europei a squadre di Chorzow su questa distanza e l’emergente azzurro Iliass Aouani.

18.34: L’Italia si affiderà in particolar modo a Gianmarco Tamberi (salto in alto) e Larissa Iapichino (salto in lungo), senza però dimenticarsi di Luminosa Bogliolo (100 ostacoli), Yeman Crippa (5000 metri), Leonardo Fabbri e Zane Weir (getto del peso), Davide Re (400 metri), Roberta Bruni (salto con l’asta) e Ayomide Folorunso (400 ostacoli).

18.32: Per l’occasione non si gareggia allo Stadio Olimpico di Roma, ormai pronto a ospitare gli Europei di calcio (si inizia domani sera con Italia-Turchia), ma i riflettori si accenderanno sull’Asics Marathon Stadium di Firenze con 1000 spettatori presenti.

18.30: Buonasera agli amici di OA Sport e benvenuti alla diretta live del Golden Gala 2021, terza tappa della Diamond League

Programma e orari Golden GalaItaliani in garaTutte le stelle presenti

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE del Golden Gala 2021, terza tappa della Diamond League. Il massimo circuito internazionale di atletica leggera sbarca in Italia per uno degli appuntamenti più tradizionali e prestigiosi. Per l’occasione non si gareggia allo Stadio Olimpico di Roma, ormai pronto a ospitare gli Europei di calcio (si inizia domani sera con Italia-Turchia), ma i riflettori si accenderanno sull’Asics Marathon Stadium di Firenze. Ci sarà anche una cornice di circa 1000 spettatori, pronti a sostenere gli atleti che si daranno battaglia in una prima serata davvero molto rovente.

LA PRESENTAZIONE DEL GOLDEN GALA

C’è tanta carne al fuoco, vista la quantità esorbitante di big che saranno protagonista in questa intensa giornata. L’Italia si affiderà in particolar modo a Gianmarco Tamberi (salto in alto) e Larissa Iapichino (salto in lungo), senza però dimenticarsi di Luminosa Bogliolo (100 ostacoli), Yeman Crippa (5000 metri), Leonardo Fabbri e Zane Weir (getto del peso), Davide Re (400 metri), Roberta Bruni (salto con l’asta) e Ayomide Folorunso (400 ostacoli). Saranno invece assenti i velocisti Filippo Tortu e Marcell Jacobs: il sardo ha scelto di gareggiare a Ginevra nel weekend, il primatista nazionale dei 100 metri è a riposo precauzionale.

Sui 5000 metri figura l’ugandese Joshua Cheptegei (primatista mondiale), i 100 metri saranno invece terreno del sudafricano Akani Simbine e dell’ivoriano Arthur Cissé, da non perdere il confronto tra la britannica Dina Asher-Smith e l’ivoriana Marie-Josée Ta Lou sui 200 metri, il qatarino Mutaz Barshim è il fenomeno dell’alto, la tedesca Malaika Mihambo e la serba Ivana Spanovic vogliono incantare nel lungo, c’è Sifan Hassan sui 1500 metri contro la keniana Faith Kipyegon, spiccano anche la portoricana Jasmine Camacho-Quinn sui 100 ostacoli e il neozelandese Tom Walsh nel peso.

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE del Golden Gala 2021, terza tappa della Diamond League: cronaca in tempo reale, minuto dopo minuto, gara dopo gara, per non perdersi davvero nulla. Si inizia alle ore 18.45 e si andrà avanti fino alle ore 22.00. Buon divertimento a tutti.

Foto: FIDAL COLOMBO/FIDAL

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golden Gala 2021, Gianmarco Tamberi: “2.33 buono per partire, sto lavorando per trasformare un sogno”

Atletica, Filippo Tortu correrà a Ginevra: domani ritorno sui 100 metri dopo Rieti. Tanti azzurri in gara