LIVE Ciclismo, Mondiali 2020 in DIRETTA: l’Italia ci ha provato. Cassani: “Non rimprovero nulla”. Le pagelle degli azzurri


CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DELLA GARA

Loading...
Loading...

ORDINE D’ARRIVO MONDIALI CICLISMO 2020: VINCE ALAPHILIPPE, CARUSO 10°, NIBALI 15°

IL MEDAGLIERE FINALE DEI MONDIALI: ITALIA SECONDA

L’ALBO D’ORO DEI MONDIALI

LE PAGELLE DEL MONDIALE: ALAPHILIPPE DA 10 E LODE

VIDEO HIGHLIGHTS MONDIALI CICLISMO

VIDEO VINCENZO NIBALI: “SALITA FINALE TROPPA ASPRA PER ME. BUONE INDICAZIONI PER IL GIRO D’ITALIA”

VIDEO DIEGO ULISSI: “CHI E’ USCITO DAL TOUR AVEVA QUALCOSA IN PIU’, NON ERO AL 100%”

VIDEO ALBERTO BETTIOL: “PERCORSO TROPPO DURO PER ME”

VIDEO FAUSTA MASNADA: “ALAPHILIPPE HA MERITATO”

JULIAN ALAPHILIPPE: “SI E’ AVVERATO IL SOGNO DELLA MIA VITA”

CHI E’ JULIAN ALAPHILIPPE? IL MOSCHETTIERE CHE RIPORTA LA FRANCIA SUL SOGNO. CARRIERA, VITA, LA SUA STORIA

LE PAGELLE DELL’ITALIA: TUTTI I VOTI AGLI AZZURRI

COME HA CORSO L’ITALIA? VINCENZO NIBALI CI HA PROVATO, MA NIENTE DA FARE. SI POTEVA FARE DI PIU’?

L’ITALIA MANCA ANCORA IL MONDIALE, E’ IL DIGIUNO PIU’ LUNGO DELLA STORIA. MANCA L’UOMO GIUSTO. E L’ANNO PROSSIMO…

VINCENZO NIBALI E UNO STATO DI FORMA IN CRESCITA VERSO IL GIRO D’ITALIA

DAVIDE CASSANI: “NON RIMPROVERO NULLA AGLI AZZURRI, NIBALI CI HA PROVATO”

VINCENZO NIBALI: “CI HO PROVATO SULLA PENULTIMA SALITA, POI SONO SALTATI FUORI CORRIDORI PIU’ ESPLOSIVI”

DAMIANO CARUSO: “ABBIAMO DATO TUTTI, NON HO RIMPIANTI”

DAMIANO CARUSO, IL MIGLIORE ITALIANO AL TRAGUARDO DOPO LA TOP-10 AL TOUR DE FRANCE

QUANTI SOLDI HA GUADAGNATO JULIAN ALAPHILIPPE? MONTEPREMI IRRISORIO

CHI E’ LA FIDANZATA DI JULIAN ALAPHILIPPE? LA GIORNALISTA EX CICLISTA MARION ROUSSE, EX DI GALLOPIN

DOVE INDOSSERA’ LA MAGLIA ARCOBALENO JULIAN ALAPHILIPPE? LE PROSSIME GARE

Grazie a tutti per averci seguito in questa lunga diretta dei Mondiali 2020 di ciclismo. Sabato 3 ottobre incomincerà il Giro d’Italia. L’appuntamento con i Mondiali è al prossimo anno, sempre a fine settembre, con la rassegna iridata nelle Fiandre. Ora rimanete con noi per cronaca, classifiche, pagelle, dichiarazioni, video, approfondimenti.

16.37 L’Italia ci ha provato nell’ultimo giro con una serie di attacchi, Vincenzo Nibali ha provato il forcing sulla salita di Mazzolano e ha portato via un gruppetto, ma poi tutto si è rimescolato e sul Gallisterna Alaphilippe ha piazzato la sua rasoiata è andato via da solo. Lo scatto del francese ha messo in ginocchio lo Squalo, incapace di tenere il ritmo dei migliori e 15mo al traguardo.

16.36 Arriva anche il terzo gruppetto a 53”: settimo l’australiano Michael Matthews, ottavo lo spagnolo Alejandro Valverde, nono il tedesco Maximilian Schachmann, decimo il nostro Damiano Caruso.

16.35 Quarto il polacco Michal Kwiatkowski, quinto il danese Jakob Fuglsang, sesto lo sloveno Primoz Roglic.

16.34 Medaglia d’argento per il belga Wout Van Aert, bronzo allo svizzero Marc Hirschi. Sono arrivati a 24”.

16.34 Julian Alaphilippe si è laureato Campione del Mondo 2020. Il francese si è imposto nella prova in linea sul circuito di Imola. Il transalpino ha attaccato sull’ultima salita di Gallisterna e ha fatto la differenza in solitaria. La Francia torna a conquistare la maglia arcobaleno dopo 23 anni di digiuno.

16.33 Julian Alaphilippe sotto lo striscione dell’ultimo chilometro. Fiamma rossa per il francese che conserva il margine sugli inseguitori, la maglia arcobaleno è dietro l’angolo.

16.32 Wout Van Aert si spreme in un inseguimento quasi impossibile, mancano 2 km e ci sono sempre 10” di ritardo.

16.31 Alaphilippe si alza ancora sui pedali e rilancia l’andatura, il trionfo è vicinissimo. E’ nell’Autodromo di Imola.

16.30 Il francese ha ormai in tasca la maglia arcobaleno, dietro è saltato completamente l’arccordo.

16.29 Alaphilippe costeggia il circuito di Imola e conserva il margine sui cinque inseguitori. Mancano 4 km.

16.28 ATTENZIONE! I cinque inseguitori hanno un contatto visivo con Alaphilippe! Ora lo vedono! Una decina di secondi di distacco a 5 km all’arrivo!

16.27 Julian Alaphilippe scatenato anche nella discesa dei Sabbioni. Ha 13” sugli inseguitori, Van Aert prova ad alzarsi sui pedali ma il belga non ne ha.

16.26 La Francia non vince il Mondiale addirittura dal 1997, ora Julian Alaphilippe è vicinissimo all’impresa. I cinque all’inseguimento si stanno guardando, sembrano avere mollato. Mancano 7 km all’arrivo.

16.25 Ovviamente l’Italia è fuori dai giochi, Vincenzo Nibali non riuscirà a rientrare in questo tratto in discesa. Il Mondiale ci sfugge anche quest’anno, ma non eravamo favoriti.

16.24 Julian Alaphilippe ha trovato il tempo giusto sulla salita di Gallisterna e ora sta facendo la differenza. I cinque all’inseguimento sono a una decina di secondi, Fuglsang e Hirschi si danno i cambi.

16.23 Julian Alaphilippe ha addirittura 13” sul quintetto all’inseguimento, dietro non trovano l’accordo. Mancano 10 km all’arrivo, a questo punto il francese potrebbe davvero arrivare al traguardo.

16.22 Finita la salita, iniziano i 3 km in falsopiano. Julian Alaphilippe all’attacco solitario, ha 5” su cinque uomini: Van Aert, Fuglsang, Kwiatkowski, Roglic, Hirschi. Vincenzo Nibali è più attardato, deve inventarsi qualcosa in discesa.

16.21 JULIAN ALAPHILIPPE. Il francese fa l’azione nel finale della salita! Ha già guadagnato 4-5 secondi su Fuglsang e Kwiatkowski. Niente da fare per Vincenzo Nibali.

16.20 Michal Kwiatkowski fa il forcing, Alphilippe e Van Aert sulla sua scia. Vincenzo Nibali si è staccato, deve tenere duro e provare a rientare in discesa.

16.19 Vincenzo Nibali senbra pagare un pochino lo sforzo, ma resta lì con gli altri big.

16.19 Vincenzo Nibali è in grandissima forma! LO SQUALO C’E’. ORA DOBBIAMO PROVARCI. E’ lì con Hirschi, Fuglsang, Alaphilippe, Van Aert, Roglic. Si decide quasi tutto adesso…

16.18 Parte Hirschi, tallonato da Van Aert e VINCENZO NIBALIIIIIIIIIIIIIIIII!

16.17 INIZIA LA SALITA DI GALLISTERNA. 2,7 km, ma 1,9 km% centrali al 10,9% di media.

16.16 Ora mancano 13 km all’arrivo, sta per iniziare la salita di Gallisterna.

16.15 Nel gruppo dei migliori ci sono ovviamente il belga Wout Van Aert, il francese Julian Alaphilippe, lo svizzero Marc HIrschi, lo spagnolo Alejandro Valvevrde, il danese Jakob Fuglsang. I favoriti della vigilia sono tutti lì.

16.14 Vincenzo Nibali è pimpante là davanti, ci sono anche Damiano Caruso, Alberto Bettiol, Diego Ulissi, Fausto Masnada. Ora dobbiamo inventarci qualcosa sull’ultima salita…

16.13 Guillaume Martin! Il francese ha tentato un attacco in solitaria in pianura! Nessuno ha risposto… Tra poco l’ultima salita.

16.13 Il tentativo di Masnada ha rimescolato tutte le carte, il gruppo ora è allungatissimo!

16.12 MASNADAAAAAAAAA! TENTATIVO DI ATTACCO! ORA L’ITALIA STA INFIAMMANDO LA CORSA! 16 km all’arrivo, ormai Cima Gallisterna si avvicina…

16.11 Il Belgio si è sfaldato, Wout Van Aert è da solo. La Spagna ha Alejandro Valverde e Mikel Landa. L’Italia è presente con Vincenzo Nibali, Fausto Masnada Diego Ulissi. Attenzione allo svizzero Marc Hirschi, il francese Julian Alaphilippe sembra isolato.

16.10 VINCENZO NIBALI CI HA INFIAMMATO! Ha provato ad andare via con altri tre uomini, ma il resto del gruppo è subito alle loro spalle. L’ultima salita sarà decisiva, ci dobbiamo credere.

16.10 Finita la prima salita, inizia la discesa che porta alla salita conclusiva di Gallisterna. Mancano 18 km al traguardo.

16.09 Van Aert si è subito riportato sotto. Il nostro vincenzo Nibali, il colombiano Rigoberto Uran, lo spagnolo Mikel Landa, l’ecuadoriano Richard Carapaz, il belga Wout Van Aert. Provano ad andare via in quattro, ma il gruppo è lì…

16.08 VINCENZO NIBALIIIIII! MAGIAAAAAAAAAAAA!

16.08 NIBALIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII! ATTACCAAAAAAAAAAAAAAAAA! RASOIATA DELLO SQUALOOOOOOOOOOOOOO! VA VIAAAAAAAAAAAAAA!

16.07 VINCENZO NIBALI SI E’ MESSO IN SCIA A CARUSO! L’Italia cerca di fare la selezione sulla salita di Mazzolan! ANDIAMOOOO!

16.07 DAMIANO CARUSOOOOOOOOOOO! ATTACCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA! L’ITALIA CI PROVAAAAAAAAAA!

16.06 Greg van Avermaet ha lavorato benissimo per Wout Van Aert! Il gruppo è rientrato su Dumoulin e Pogacar. TUTTO DA RIFARE! MANCANO 21 KM

16.05 POGACAR SI E’ PIANTATO! Dumoulin è rientrato su di lui! INCREDIBILE! Nessun altro ha attaccato da dietro, si va avanti col ritmo del Belgio.

16.04 Parte Dumoulin da dietro! Attacco incisivo, mentre Pogacar sembra un po’ in difficoltà!

16.03 Inizia la salita di Mazzolano. Mikel Landa davanti al gruppo, lo spagnolo potrebbe lavorare per Valverde.

16.02 Tadej Pogacar sta facendo un numero stellare, l’azione nel penultio giro si sta rivelando spettacolare e potrebbe essere decisiva. Mancano 22 km all’arrivo. Belgio e Spagna inseguono, l’Italia è lì ma non sembra volere fare corsa da protagonista…

16.01 Inizia un leggero tratto di discesa, per poi arrivare a imboccare la salita di Mazzolano. Pogacar imposta benissimo le curve, lo sloveno sta facendo la differenza con una pedalata sopraffina. Il Belgio dietro lavora, ma non in maniera incisiva.

16.00 Avanzano gli spagnoli, ma il ritmo non è elevatissimo e infatti Pogacar conserva un vantaggio di 25”. Lo sloveno potrebbe davvero arrivare da solo al traguardo…

15.59 Pogacar ora è in un tratto pianeggiante e si è messo in posizione aerodinamica. Dietro Belgio e Spagna davanti, la Francia tenta di organizzarsi per Alaphilippe. L’Italia sembra restare coperta… Non è la strategia giusta per provare a riprendere l’indemoniato Pogacar.

15.58 Il vantaggio di Pogacar rimane stabile attorno ai 20” secondi. Mancano 26 km all’arrivo, tra poco inizierà la salita di Mazzolano.

15.57 La pedalata di Pogacar è ancora decisamente pimpante e convincente, dietro il Belgio a tutta per provare a rientrare. La Spagna si inizia a portare avanti, l’Italia è un po’ passiva attorno a Nibali.

15.56 Nuvole sempre più gonfie, la pioggia potrebbe arrivare a minuti…

15.55 Il Belgio è davanti al gruppo inseguitore, Wout Van Aert è consapevole che ora si potrebbe decidere la corsa e l’attacco solitario di Pogacar ha minato tantissime certezze.

15.54 Il giovane fenomeno balcanico si sta rendendo protagonista di un numero stellare e sta facendo la differenza in solitaria. Ora può seriamente cominciare a credere nell’impresa dopo aver conquistato la maglia gialla. Dietro non c’è grande accordo e le squadre sembrano sfilacciate.

15.53 INIZIA L’ULTIMO GIRO. Lo sloveno Tadej Pogacar, vincitore del Tour de France appena sette giorni fa, è transitato da solo sulla linea dell’arrivo e ha esattamente 25” di vantaggio sul gruppo!

15.52 Mancano 30 km all’arrivo. Dietro ci sono 4 belgi, 5 italiani e 3 francesi che provano a lavorare per rientrare su Pogacar: la missione non sembra più così semplice…

15.51 Sono entrati all’Autodromo, il gruppo da lontano vede la sagoma di Pogacar, ma lo sloveno sembra guadagnare ancora: ha 18”! L’Italia ha costruito un trenino di cinque uomini per Nibali, c’è anche Ulissi.

15.50 Attenzione perché da un momento all’altro potrebbe piovere… Cambierebbe tutto nell’ultimo giro.

15.49 Il Belgio sta lavorando per Wout Van Aert, il grande favorito della vigilia. La Francia si danna l’anima per Julian Alaphilippe. L’Italia spera in Vincenzo Nibali, che è parso molto tonico. Ma Pogacar là davanti sta dando tutto, ha una decina di secondi di margine.

15.47 Il Belgio sta confermando tutta la propria forza e ha ridotto a 7” il margine di Pogacar.

15.44 Pogacar sta spingendo a tutta velocità: 16” i secondi di vantaggio per il fenomeno sloveno.

15.41 Mancano 40 chilometri al traguardo.

15.39 10” di vantaggio per lo sloveno, ma il Belgio rimane vigile. L’azione del vincitore del Tour de France ha fatto comunque male a tanti corridori.

15.37 ATTACCA TADEJ POGACAR!

15.35 I corridori stanno ora affrontando nuovamente la Cima Gallisterna.

15.32 La compagine belga avrebbe tutto l’interesse ad arrivare al traguardo con questa situazione tattica, dal momento che un finale in volata potrebbe essere un terreno ideale per Van Aert.

15.29 Continua l’azione del Belgio, che per oggi ripone grandi speranze in Wout Van Aert.

15.26 Sempre il Belgio in testa, ma anche l’Italia sta risalendo posizioni all’interno del gruppo.

15.22 Davanti si muove anche la Gran Bretagna.

15.19 Ora è il Belgio a dettare il ritmo in testa al gruppo.

15.16 La velocità media registrata fino a questo momento è di 38.4 km/h.

15.13 I corridori sono ora nell’autodromo di Imola: cominciato il penultimo giro.

15.10 Siamo entrati negli ultimi 60 chilometri di corsa.

15.07 Ricordiamo che tra le fila francesi c’è Julian Alaphilippe, uno dei grandi favoriti della gara odierna.

15.04 Ripresi il tedesco Jonas Koch e Torsten Traeen. Il gruppo avanza compatto, prosegue il forcing francese.

15.01 Meno di 70 chilometri all’arrivo.

14.58 Sulla Cima Gallisterna la Francia si è portata in testa al gruppo e sta forzando l’andatura.

14.55 Il plotone si sta riavvicinando ai battistrada: 1’04” il gap.

14.52 Vengono ripresi Kuznetsov e Arashiro: ora non c’è più alcun corridore tra i fuggitivi e il gruppo.

14.49 Il plotone si è disinteressato all’azione di Kuznetsov, che ora ha raggiunto Arashiro.

14.46 Dal gruppo parte ora il russo Vyacheslav Kuznetsov.

14.43 I fuggitivi stanno affrontando ora la salita di Mazzolano.

14.40 Meno di 80 chilometri al traguardo.

14.37 Arashiro continua nella sua azione ma il suo ritardo dai battistrada è ormai superiore al minuto.

14.34 Il gruppo è a 2’30” dai due fuggitivi.

14.31 Si avvicina ai due battistrada il giapponese Yukiya Arashiro.

14.28 Tre giri alla fine. Ora tira molto forte la Danimarca mentre siamo nell’autodromo.

14.25 Compatto nelle prime posizioni si vede anche il Belgio di Van Aert.

14.22 3’45” di vantaggio per i due di testa a 92 chilometri dalla fine.

14.18 E’ la Svizzera di Hirschi la squadra più attiva al momento.

14.13 Scende a 4’30” il vantaggio di Koch e Traeen.

14.07 100 chilometri al traguardo.

14.03 Crolla il vantaggio dei fuggitivi: 4’45” per i battistrada sul gruppo.

13.57 Koch e Traeen staccano i compagni di fuga.

13.55 Siamo sul Mazzolano.

13.52 Scende a 5’12” il vantaggio dei cinque.

13.48 Sembra alzare l’andatura in gruppo ora la Danimarca.

13.43 115 chilometri all’arrivo.

13.38 Davanti sono rimasti in cinque: Jonas Koch (Germania), Torsten Traeen (Norvegia), Daniil Fominykh (Kazakistan), Yukiya Arashiro (Giappone)e Ulises Castillo (Messico).

13.34 Svizzera e Danimarca in testa al gruppo.

13.30 126 chilometri al traguardo.

13.26 Grosu perde contatto dal gruppo di testa che, ora, ha 6′ sul plotone principale

13.22 Siamo a metà Mondiale.

13.18 Inizia a esserci un po’ di selezione da dietro in gruppo.

13.13 136 chilometri al traguardo.

13.07 Vantaggio stabile dei sette attorno ai sette minuti.

13.00 I nomi dei sette battistrada: Jonas Koch (Germania), Marco Friedrich (Austria), Torsten Traeen (Norvegia), Daniil Fominykh (Kazakistan), Yukiya Arashiro (Giappone), Eduard Grosu (Romania) e Ulises Castillo (Messico).

12.55 Sette minuti di vantaggio per i battistrada sul gruppo.

12.50 Sopra il tracciato ci sono delle nuvole nere, per il pomeriggio è prevista pioggia.

12.45 154 km alla fine.

12.41 Il danese Mikkel Frolich Honoré si trova solitario all’inseguimento dei primi.

12.36 Gruppo a 6’15” dai battistrada.

12.33 I nomi dei battistrada: Jonas Koch (Germania), Marco Friedrich (Austria), Torsten Traeen (Norvegia), Daniil Fominykh (Kazakistan), Yukiya Arashiro (Giappone), Eduard Grosu (Romania) e Ulises Castillo (Messico).

12.28 165 chilometri all’arrivo.

12.25 Sempre 5′ di margine per gli attaccanti.

12.22 Anche la Polonia in testa al plotone.

12.18 Un corridore greco a fare l’andatura nell’Autodromo in gruppo.

12.14 Nuovo passaggio sotto la linea del traguardo. Sei giri al termine.

12.12 Davanti sempre sette uomini: Jonas Koch (Germania), Marco Friedrich (Austria), Daniil Fominykh (Kazakistan), Yukiya Arashiro (Giappone), Eduard Grosu (Romania) e Ulises Castillo (Messico). Gruppo a 5′ di ritardo con Slovenia, Svizzera e Danimarca a tirare.

12.09 La Nazionale azzurra al via:

12.06 La serenità del grande favorito Wout van Aert:

12.03 180 chilometri all’arrivo.

11.59 L’Italia per ora non si è mai vista nella prima parte del gruppo.

11.56 Nuovamente i corridori a Gallisterna.

11.53 Nubi basse, c’è il rischio che la pioggia arrivi prima o poi sul percorso.

11.50 I sette al comando sono sempre Jonas Koch (Germania), Marco Friedrich (Austria), Daniil Fominykh (Kazakistan), Yukiya Arashiro (Giappone), Eduard Grosu (Romania) e Ulises Castillo (Messico).

11.47 Margine dei fuggitivi dopo Mazzolano che scende sotto i 6′.

11.45 Slovenia e Danimarca sembrano intenzionate a far corsa dura per i propri capitani.

11.42 Corridori nuovamente su Mazzolano. Non ci sono scatti.

11.37 Ora insieme a Svizzera e Danimarca anche la Slovenia mette un uomo a tirare.

11.34 Il plotone rallenta nuovamente e il margine dei fuggitivi risale oltre i 7′.

11.31 Anche il gruppo nell’Autodromo.

11.29 200 chilometri al traguardo ed altri sette giri da percorrere.

11.26 Secondo passaggio sulla linea del traguardo.

11.23 Gruppo in lunga fila indiana, sempre 6′ di ritardo.

11.20 Ricordiamo che all’attacco ci sono Jonas Koch (Germania), Marco Friedrich (Austria), Daniil Fominykh (Kazakistan), Yukiya Arashiro (Giappone), Eduard Grosu (Romania) e Ulises Castillo (Messico).

11.17 Non cambia ovviamente la situazione: almeno un altro paio di giri prima che dal gruppo possa muoversi qualcuno.

11.13 Rallentamento in gruppo, tanti corridori costretti a mettere piede a terra.

11.10 Alza il ritmo la Danimarca, cala il vantaggio dei fuggitivi che ora scende quasi sotto i 6′.

11.08 Corridori nuovamente a Gallisterna.

11.06 Ora arriva anche la Danimarca davanti al plotone: l’obiettivo dei danesi è quello di far corsa dura per Jakob Fuglsang, vincitore del Lombardia.

11.04 Sempre la Svizzera a dettare il ritmo in testa al gruppo.

11.02 Ricordiamo i nomi dei sette fuggitivi: Jonas Koch (Germania), Marco Friedrich (Austria), Daniil Fominykh (Kazakistan), Yukiya Arashiro (Giappone), Eduard Grosu (Romania) e Ulises Castillo (Messico).

10.59 Al momento il vento non è forte, nel pomeriggio dovrebbe aumentare.

10.57 Le parole di Fausto Masnada prima del via:

10.54 Immagini dal gruppo:

10.52 Fuggitivi che stanno scalando nuovamente il Mazzolano.

10.50 A 225 chilometri dal traguardo sono 6′ di margine per gli attaccanti.

10.47 Al momento è la Svizzera a prendersi l’incarico di tirare il gruppo.

10.44 Vicini in gruppo e a scambiar chiacchiere van Aert e Alaphilippe, i due grandi favoriti della corsa.

10.42 Le parole di Nibali prima del via:

10.40 Concluso ora il primo giro, ne restano otto.

10.38 Raggiunge i 5′ il vantaggio dei sette fuggitivi.

10.35 Nella prima parte del gruppo troviamo Svizzera e Slovenia.

10.32 Arrivato anche lo scollinamento a Gallisterna.

10.25 Il gruppo ovviamente resta compatto in questa fase, difficile che possano esserci scatti.

10.22 Davvero tantissima gente sul percorso a fare il tifo.

10.19 Siamo sulla salita di Gallisterna.

10.16 Lutsenko non è partito perché, come comunicato dalla propria Federazione, è risultato positivo al test per il Covid.

10.14 Aumenta il vantaggio dei fuggitivi. Jonas Koch (Germania), Marco Friedrich (Austria), Daniil Fominykh (Kazakistan), Yukiya Arashiro (Giappone), Eduard Grosu (Romania) e Ulises Castillo (Messico) hanno 3’30” sul gruppo.

10.12 3′ di margine per i fuggitivi sul plotone.

10.10 Iniziata la salita di Mazzolano.

10.08 All’attacco troviamo Koch (GER), Traeen (DEN), Friedrich (AUT), Fomynkh (KAZ), Arashiro (JAP), Grosu (ROM), Castillo (MEX).

10.06 Non sono partiti Lutsenko (Kazakistan), Behrane (Eritrea) e Arndt (Germania).

10.04 Va via la fuga: ci sono sette corridori all’attacco.

10.02 Non va via ancora la fuga giusta.

10.00 Prova in solitaria il kazako Gruzdev.

9.58 Il gruppo addirittura non lascia andare la fuga al primo attacco. Già velocità alta.

9.55 Inizia la corsa! Subito scatti.

9.52 Primo tratto di trasferimento, il chilometro 0 scatterà appena fuori dall’Autodromo.

9.50 Le parole di Andrea Bagioli, il più giovane della truppa azzurra: “L’emozione è tanta, ma il percorso sembra adatto a me”. 

9.48 Fausto Masnada prima del via: “Correre in Italia un Mondiale vale doppio, cercheremo di dare il massimo e di onorare la maglia azzurra ancora di più”. 

9.45 SI PARTE! Arriva il via ufficiale!

9.43 Vincenzo Nibali prima del via: “Davide ha cercato di mettere su una Nazionale molto compatta sia con giovani che con esperti. Un Mondiale molto duro, abbiamo visto anche le ragazze ieri, sarà molto simile. Ci saranno squadre che con la salita finale saranno favorite: Francia e Belgio. Bisognerà vedere l’evoluzione della corsa. Sono i corridori che fanno la corsa, vanno prese soluzione al momento e in base all’andamento della gara”. 

9.41 Situazione meteo: al momento non piove, ma temperatura bassa ad Imola. Nel pomeriggio sono previste precipitazioni che potrebbero sconvolgere l’andamento della gara.

9.39 Gli spagnoli pronti a correre una gara d’attacco:

9.36 Alle 9.45 verrà dato il via ufficiale.

9.34 I corridori stanno completando le operazioni al foglio firma e si stanno schierando alla partenza, a breve si parte.

9.32 Il durissimo percorso nel dettaglio:

9.30 Il giorno più atteso, da sempre la gara più appassionante e spettacolare.

9.28 Buongiorno e ben ritrovati con il grande ciclismo: oggi in programma la prova in linea maschile dei Mondiali 2020 in quel di Imola.

La presentazione della garaIl programma della gara

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della prova in linea maschile dei Mondiali di ciclismo 2020 in quel di Imola. Oggi è il grande giorno, si assegna la maglia iridata, che il vincitore della manifestazione porterà orgogliosamente in giro per il mondo per un anno. Come di consueto in una gara del genere l’equilibrio regnerà sovrano e lo spettacolo sarà di sicuro unico.

258,2 chilometri, con un dislivello di ben 5000 metri. I corridori si sfideranno su un circuito di 28,8 km da percorrere 9 volte tra le colline del bolognese e del ravennate. Dopo il primo chilometro da percorrere all’interno dell’autodromo, il gruppo si dirigerà verso la località di Bergullo, affrontando già 4 chilometri di corsa in costante ascesa. Una breve discesa porterà alla prima salita di giornata, quella di Mazzolano, che inizia al chilometro 6 del tracciato, e ne misura 2,7 con una pendenza media del 6,1%. Quest’ultima è molto difficile da gestire nel primo chilometro, dove le pendenze sono costantemente sopra il 9%, con punte del 13%. Nell’ultimo tratto però, spiana nettamente, e gli ultimi 300 metri sono pressoché pianeggianti. Dopo sei chilometri di discesa tra Riolo Terme e Isola, i corridori imboccheranno la Cima Galisterna, e i suoi 2,7 chilometri al 6,4%. Tra le due ascese, questa è sicuramente la più dura. Nel chilometro centrale le pendenze sono costantemente sopra l’11%, con punte del 14%. Una sorta di muro, a cui farà seguito un falsopiano di 300 metri prima dello scollinamento. Da qui mancheranno ancora 11 chilometri al traguardo, tutti in leggera e costante discesa fino a 3 chilometri all’arrivo, dove sono previsti un paio di brevi strappetti, e poi il lungo tratto pianeggiante che porta all’Autodromo.

Due favoriti d’obbligo: si tratta di Wout van Aert e Julian Alaphilippe. Il belga sta davvero dominando in lungo e in largo in questo 2020: si è già portato a casa successi in ogni dove, distruggendo la concorrenza tra Milano-Sanremo e Strade Bianche. Il francese ha caratteristiche da scattista adattissime a questo tracciato e proverà a cogliere l’attimo giusto. Tantissimi comunque i nomi da seguire: dal vincitore dell’ultimo Tour de France Tadej Pogacar (Slovenia), appoggiato dal rivale/compagno Primoz Roglic, passando per il danese Jakob Fuglsang (Danimarca), fino ad arrivare al polacco Michal Kwiatkowski e all’australiano Michael Matthews. 

L’Italia tenta l’assalto con otto uomini pronti a dar battaglia agli ordini di Davide Cassani. Il più atteso è ovviamente Vincenzo Nibali, che però non sta sfoggiando una condizione monstre. Capitano dunque Diego Ulissi, al contrario in un ottimo stato di forma. Tanti battitori liberi in casa azzurra: da Fausto Masnada a Damiano Caruso passando per Alberto Bettiol. L’obiettivo è provarci fino alla fine.

Appuntamento alle 9.30 per non perdervi neanche un minuto di questo Mondiale che si prospetta magnifico.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Federciclismo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top