Seguici su

Atletica

LIVE Atletica, Mondiali 2023 in DIRETTA: miglior tempo per la 4×100, Jacobs e Tortu scatenati! Staffetta donne da sogno, Lyles distante da Bolt

Pubblicato

il

Marcell Jacobs

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

IL MEDAGLIERE DEI MONDIALI DI ATLETICA

LE PAGELLE DI FEDERICO MILITELLO

LA CRONACA DELLA 4X100 MASCHILE

IL VIDEO DELLA 4X100 MASCHILE

LA CRONACA DELLA 4X100 FEMMINILE

A CHE ORA LA FINALE DELLA 4X100 MASCHILE

22.01: L’appuntamento è per domattina alle 7.00 per la maratona femminile e dalle 10.05 un’altra giornata di grandissime gare in pista e pedana con tanto azzurro. Grazie per averci seguito e buona serata!

22.00: Oggi titoli alla colombiana Rojas nel triplo, non senza qualche patema, alla giapponese Kitaguchi nel giavellotto, anche lei all’ultimo lancio, a Lyles nei 200 uomini, alla giamaicana Shericka Jackson nei 200 donne

21.57: Ripescata la Germania nella finale della 4×100 maschile e dunque saranno 9 le squadre al via. l’Italia comunque c’è ed è in lotta per una medaglia, domani sera attorno alle 21.30! Anche la 4×100 femminile sarà al via della finale di domani sera dopo la splendida prova di oggi. A proposito di splendide prove bene Dariya Derkach ha chiuso ottava la finale del triplo, decima Cestonaro. bene anche Coiro nella semifinale degli 800 chiusa con il personale non lontana dal tempo per la finale

21.56: Il record del mondo di Bolt è lontano 4 decimi! Lyles è il re della velocità, una doppietta leggendaria 100-200 come solo i grandissimi hanno fatto in passato, i record del mondo sono lontani per ora. Secondo posto per il giovanissimo Erriyon Knighton con 19″75, bronzo per Letslie Tebogo del Botwana con 19″81, poi Hughes lontano dal record europeo con 20″02, Bednarek e De Grasse

21.55: NOAH LYLES!!!! SI DISTENDE ALLA GRANDE NEL RETTILINEO FINALE E VINCE I 200 CON 19″52

21.52: Ruggito del leone di Noah Lyles all’ingresso in pista, gli atleti si stanno sistemando ai blocchi

21.49. Sono in nove i partenti per il ripescaggio di Hudson. Questi i protagonisti della finale dei 200 che stanno entrando in pista:

1 2545 JAM Andrew HUDSON 20.25 20.25 11
2 2644 LBR Joseph FAHNBULLEH 19.83 20.14 8
3 2140 CAN Andre DE GRASSE 19.62 20.01 13
4 2350 GBR Zharnel HUGHES 19.73 19.73 7
5 2221 DOM Alexander OGANDO 19.91 19.99 4
6 3007 USA Noah LYLES 19.31 19.47 1
7 2969 USA Kenneth BEDNAREK 19.68 19.82 12
8 3003 USA Erriyon KNIGHTON 19.49 19.72 2
9 2102 BOT Letsile TEBOGO 19.50 19.50 3

21.48: Tebogo può provare ad impensierire Lyles, mentre l’impressione è che gli altri debbano lottare per il bronzo

21.46: Ci prepariamo a seguire l’ultima finale di serata con i fari puntati su Noah Lyles che, lui sì, ha la possibilità di fare doppietta 100-200 e magari anche di avvicinare il record mondiale di Usain Bolt

21.45: Nei 200 è nettissimo il dominio della giamaicana che si conferma più forte di tutte

21.44: Argento per la statunitense Thomas con 21″81 e bronzo per Sha-Carri Richardson che torna sul podio con 21″92 che è comunque il record personale. Alfred quarta, poi Neita, Strachan, Asher-Smith e una Ta Lou deludente

21.43: SHERICKA JACKSOOOOOOOON!! DOMINIO ASSOLUTO NEI 200 PER LA GIAMAICANA CON 21″41 A 7 CENTESIMI DA FLORENCE GRIFFITH, RECORD DEI CAMPIONATI

21.42: Atlete sui blocchi di partenza

21.38: Queste le protagoniste dei 200 donne:

2 657 CIV Marie-Josée TA LOU 22.08 22.26 19
3 547 BAH Anthonique STRACHAN 22.15 22.15 6
4 839 GBR Dina ASHER-SMITH 21.88 22.23 4
5 856 GBR Daryll NEITA 22.21 22.21 7
6 1017 JAM Shericka JACKSON 21.45 21.71 1
7 1104 LCA Julien ALFRED 21.91 21.91 5
8 1442 USA Gabrielle THOMAS 21.60 21.60 2
9 1434 USA Sha’Carri RICHARDSON 21.94 21.94 10

21.36: Ancora una battaglia tra le protagoniste dei 100 metri, in particolare Richardson e Jackson (che si trova ancora nella corsia laterale) nei 200 femminili. Attenzione a Alfred e Asher-Smith

21.34: Restano ancora due gare molto spettacolari! I 200 femminili e maschili. Alle 21.40 i primi, alle 21.50 i secondi

21.32: E’ oro per il Giappone con Kitaguchi che all’ultimo lancio vince con 66.73, argento per la colombiana Ruiz Hurtado con 65.47, bronzo per l’Australia con Little con 63.38, anche lei all’ultimo lancio

21.31: Si ferma di poco sotto al podio la lettone Kocina

21.30. KITAGUCHIIIIIIIII!!! LANCIO FINALE CHE VALE L’ORO! LA GIAPPONESE RAGGIUNGE 66.73 ED E’ PRIMA

21.27: Balzo in avanti dell’australiana Little nel giavellotto! Lancia a 63.38 e si inserisce in seconda posizione

21.26: Questa la classifica del decathlon dopo la prima giornata di gare:

1 Leo NEUGEBAUER GER 4640
2 Pierce LEPAGE CAN 4610
3 Damian WARNER CAN 4578
4 Lindon VICTOR GRN 4476
5 Johannes ERM EST 4430
6 Ayden OWENS-DELERME PUR 4429
7 Karel TILGA EST 4419
8 Kyle GARLAND USA 4382
9 Harrison WILLIAMS USA 4380
10 Sander SKOTHEIM NOR 4376

21.24: Gran tempo di Owens Delerme che vince in 46″44, secondo Williams in 46″52, terzo Erm in 47″05. Warner chiude in 47″86, Neugebauer in 47″99 che gli permettono di difendere il primo posto

21.20: Questi i protagonisti della terza e ultima serie dei 400 del decathlon:

2 2739 NOR Sander SKOTHEIM 47.64 47.64 11
3 2156 CAN Damian WARNER 46.54 47.76 3
4 2384 GER Leo NEUGEBAUER 47.08 47.08 13
5 2260 EST Johannes ERM 46.97 46.97 17
6 3039 USA Harrison WILLIAMS 46.35 46.35 14
7 2807 PUR Ayden OWENS-DELERME 45.07 46.97 6
9 2712 NED Rik TAAM 47.18 47.18 23

21.19: Non si migliorano Kocina e Kitaguchi, Ruiz Hurtado in testa quando manca l’ultima rotazione di lanci

21.17. Grande prestazione del canadese Lepage che chiude con 47″21 che è il personale davanti a Victor in 48″05 e Eitel in 48″47

21.13: Questi i protagonisti della seconda serie dei 400 del decathlon:

2 2415 GRN Lindon VICTOR 48.20 48.33 5
3 2041 AUS Daniel GOLUBOVIC 48.58 48.63 24
4 2369 GER Manuel EITEL 48.21 48.21 18
5 2988 USA Kyle GARLAND 47.78 47.78 9
7 2148 CAN Pierce LEPAGE 46.84 48.01 1
9 2264 EST Karel TILGA 48.49 48.49 15

21.12: Barber con 61.29 sale al settimo posto

21.11: Buona prova di Rooth che chiude i 400 con il personale sbriciolato di 48″27 davanti a Oiglane e Ferreira

21.09: Al via la prima serie dei 400 del decathlon. Non partono Ziemek, Kaul e Dubler:

2 2263 EST Janek ÕIGLANE 48.80 – 22
3 2899 SWE Marcus NILSSON 49.54 – 19
5 2579 JPN Yuma MARUYAMA 48.96 49.47 40
6 2116 BRA Jose Fernando FERREIRA SANTANA 49.13 49.13 29
7 2738 NOR Markus ROOTH 49.05 49.05 16

21.07: E’ oro, il più sofferto, nel salto triplo per Yulimar Rojas con 15.08, secondo posto per l’ucraina Bekh-Romanchuk con 15.00, bronzo per Perez Hernandez, Cuba con 14.96

21.06: perez Hernandez regala un’altra medaglia nel triplo a Cuba, è terza. Ora Bekh-Romanchuk a chiudere la gara

21.05: Gran lancio della lettone Kocina che raggiunge 63.18 e si inserisce al secondo posto in avvio di quarta rotazione del giavellotto

21.04: Lafond non si migliora ed è quarta. Podio deciso

21.02: Povea con 14.88 si migliora ma non abbastanza per il podio e niente medaglie anche per Ricketts che si migliora a 14.92 ed è quarta

20.58: Ancora un nullo, il quinto per Dariya Derkach che chiude con 14.36 all’ottavo posto, risultato nettamente al di sopra delle aspettative

20.57: YULIMAR ROJAS!!! La zampata della campionessa che, tra mille difficoltà, atterra a 15.08 e va al comando come da programma

20.56: Kitaguchi con 63.00 sale al secondo posto alle spalle della sorprendente Ruiz Hurtado che continua a lanciare lontano, terza Hudson, siamo verso la fine della terza rotazione

20.52: Lafond con 14.90 scavalca Ricketts e si porta al terzo posto nel triplo

20.49: Vince la keniana Moraa con 1’58″48, secondo posto per Mu, che era stata disturbata dalla caduta di Sekgodiso, con 1’58″78, terza e ripescata Nakaayi con 1’58″89, quarta e ripescata per Tracey con 1’58″99, Coiro chiude con 1’59″61 e migliora il personale

20.48: E’ sesta Eloisa Coiro con il primato personale al termine di una batteria velocissima

20.47: Continua a litigare con l’asse di battuta Derkach, terzo nullo per lei

20.26: Ancora un nullo per Rojas che resta ottava. Bekh-Romanchuk prima, Perez Hernandez seconda, Ricketts terza quando mancano due rotazioni di salti

20.41: Eloisa Coiro è al via della terza e ultima semifinale degli 800. Queste le protagoniste:

2 981 ITA Eloisa COIRO 1:59.96 1:59.96 28
3 625 CAN Jazz SHUKLA 2:00.30 2:00.30 49
4 1263 RSA Prudence SEKGODISO 1:58.41 1:58.87 16
5 1430 USA Athing MU 1:55.04 1:58.73 –
6 1355 UGA Halimah NAKAAYI 1:57.62 1:57.62 4
7 1082 KEN Mary MORAA 1:56.71 1:56.85 1
8 509 AUS Abbey CALDWELL 1:58.48 1:58.48 17
9 1032 JAM Adelle TRACEY 1:59.20 1:59.82 18

20.40: Kitaguchi si migliora a 61.99 ma non basta per il secondo posto, resta terza

20.39. Sale al quarto posto Povea con 14.87 nel triplo

20.37: Ancora Gran Bretagna con Jemma Reekie che si ritrova al momento giusto e vince in 2’00″28 davanti a Roberts con 2’00″47

20.36: Hudson sale al secondo posto nel giavellotto con 62.14

20.35: Ancora un salto lungo per Derkach ma arriva il terzo nullo per l’azzurra

20.34: Ancora un nullo per Rojas

20.31: Ruiz Hurtado è in testa nel giavellotto con 65.47 che è anche il record dell’America del Sud, seconda Kitaguchi con 61.78, terza Liu con 61.66. Non c’è Mitchell

20.30: Queste le protagoniste della seconda semifinale degli 800:

2 880 GER Christina HERING 1:59.41 2:00.06 42
3 1299 SUI Lore HOFFMANN 1:58.50 2:00.14 14
4 1436 USA Raevyn ROGERS 1:56.81 1:58.98 27
5 864 GBR Jemma REEKIE 1:56.90 1:57.30 7
6 817 FRA Rénelle LAMOTE 1:57.84 1:58.64 9
7 1014 JAM Natoya GOULE-TOPPIN 1:56.15 1:57.61 2
8 756 ETH Habitam ALEMU 1:56.71 1:58.59 –
9 928 HUN Bianka KÉRI 1:59.80 1:59.80 38

20.29: Cestonaro avrebbe potuto eliminare Rojas ma 13.69 non basta. L’azzurra è decima, finisce qui la sua gara, prosegue Derkach che è settima davanti a Rojas. prosegue anche la venezuelana, finora irriconoscibile

20.28: Ancora Rojas in difficoltà, fa la stessa misura di Orji con 14.33 grazie alla migliore seconda misura. E’ ottava. Le campionesse a volte hanno anche lo stellone che le aiuta

20.27: Ottima impressione destata da Hodgkinson che fa volata di testa e vince in 1’58″48, secondo posto per Akins in 1’58″61. ripescabili Yarigo con 1’59″43 e Mesele con 1’59″54

20.27: Ancora un nullo per Derkach

20.26: Ci sarà sicuramente almeno una finalista italiana nel triplo. Derkach è settima prima del terzo salto e mancano solo Rojas e Cestonaro

20.24: E’ tutto pronto per la prima semifinale degli 800, c’è Eloisa Coiro nella terza. Prime due in finale e migliori 2 tempi:

2 579 BRA Flavia Maria DE LIMA 2:00.40 2:00.92 73
3 791 FIN Eveliina MÄÄTTÄNEN 1:59.96 1:59.96 31
4 1370 USA Nia AKINS 1:58.78 1:59.09 22
5 507 AUS Catriona BISSET 1:57.78 1:57.78 8
6 1278 SLO Anita HORVAT 1:58.73 1:58.73 10
7 846 GBR Keely HODGKINSON 1:55.77 1:55.77 3
8 565 BEN Noélie YARIGO 1:58.48 1:58.48 12
9 767 ETH Worknesh MESELE 1:58.71 1:58.75 36

20.21: Questa la classifica del decathlon dopo la quarta prova:

1 Leo NEUGEBAUER GER 3730
2 Damian WARNER CAN 3662
2 Pierce LEPAGE CAN 3662
4 Lindon VICTOR GRN 3569
5 Karel TILGA EST 3538
6 Kyle GARLAND USA 3532
7 Zachery ZIEMEK USA 3529
8 Sander SKOTHEIM NOR 3490
9 Johannes ERM EST 3474
10 Ayden OWENS-DELERME PUR 3443

20.20. Williams con 14.38 scavalca Derkach al sesto posto, l’azzurra è settima al termine della seconda rotazione. Secondo salto nullo per Cestonaro, Rojas al secondo salto si ferma a 14.33

20.19. Sta per iniziare la finale del giavellotto femminile, non ci sono azzurre in gara. Queste le protagoniste:

1 539 AUT Victoria HUDSON 64.68 64.05 11
2 1267 RSA Jo-Ane VAN DYK 61.61 61.06 20
3 527 AUS Mackenzie LITTLE 65.70 65.70 2
4 1099 LAT Anete KOCINA 64.47 62.75 25
5 505 AUS Kelsey-Lee BARBER 67.70 62.54 4
6 580 BRA Jucilene Sales DE LIMA 62.89 61.57 13
7 1048 JPN Haruka KITAGUCHI 67.04 67.04 1
8 666 COL Flor Denis RUIZ HURTADO 63.84 62.05 9
9 645 CHN Shiying LIU 67.29 61.63 16
10 529 AUS Kathryn MITCHELL 68.92 62.10 27
11 1101 LAT Lina MUZE-SIRMA 64.87 64.78 6
12 665 COL Maria Lucelly MURILLO 62.72 62.72 28

20.18. Questi i tempi delle azzurre nella staffetta:

Zaynab DOSSO 11.48
Dalia KADDARI 10.03
Anna BONGIORNI 10.65
Alessia PAVESE 9.98

20.16: le ripescate sono entrambe dalla seconda batterie e sono l’Olanda con 42″53 e la Polonia con 42″65

20.15: Gli Stati Uniti con rischio hanno vinto in 41″59, seconda la Costa d’Avorio in 41″90, terza Italia

20.14: Incredule le azzurre che hanno sbriciolato il record nazionale. Tutte fantastiche, bene anche i cambi, difficilmente si poteva sperare meglio. Molto bene Pavese in chiusura.

20.13: E’ FINALEEEEEEEEEEEEE ITALIAAAAAAAAAAAAAAAA! TERZE LE AZZURRE E DOMANI CI SARANNO ANCHE LORO! E’ RECORD ITALIANO 42″14

20.12 Ammonizione per la Polonia, si riparte

20.10: partenza falsa

20.08: C’è l’Italia nella seconda semifinale della 4×100 femminile con Dosso, Kaddari, Bongiorni e Pavese

20.07: Nullo il secondo salto di derkach che è al limite per disputare i tre salti di finale. Rojas la supererà

20.05: 14.52 per Povea che scavalca Derkach al quinto posto

20.02: Vince la Giamaica con il tempo di 41″70, secondo posto per la Gran Bretagna con 42″33, terzo posto per la Svizzera con 42″64. Ripescabili: quarta la Germania con 42″78, quinta Trinidad e Tobago con 42″35

20.01: Dominio della Giamaica, che vince in 41″70

19.57: Queste le protagoniste della prima semifinale della 4×100 femminile. Prime 3 e migliori due tempi in finale, Italia nella seconda:

2 Jamaica 41.02 42.80 –
3 France 41.78 43.39 –
4 Switzerland 42.05 43.22 –
5 Great Britain & NI 41.55 42.59 –
6 Australia 42.99 43.25 –
7 Germany 41.37 43.24 –
8 Trinidad and Tobago 42.03 43.43 –
9 Spain 42.58 42.99 –

19.53: Nullo il salto di Royas, primo salto di Cestonaro a 14.05, serve di più per i tre salti di finale

19.52: Derkach è quinta, la cubana Perez atterra a 14.96, si ritira Tori Franklin

19.50: Ottimo il primo salto di Derkach che raggiunge 14.36

19.47: Bekh-Romanchuk raggiunge quota 15.00 e va al comando nel triplo

19.44: Secondo posto per il Sudafrica con 37″72, terzo posto per la Gran Bretagna con 38″01, quarto e ripescato il Brasile con 38″19 che sopravanza di un centesimo la Nigeria. ripescata anche la Francia

19.43: E’ stata una grande Italia! Benissimo Rigali in partenza, primo cambio un po’ schiacciato con Jacobs che ha fatto una frazione delle sue, benissimo il cambio con Patta che poi ha fatto un cambio un po’ schiacciato con Tortu che ha chiuso forte tenendo indietro il Sud Africa. E’ la miglior prestazione mondiale stagionale, la seconda miglior prestazione italiana di sempre

19.42. ITALIAAAAAAAAAAAAAAA!!! VINCE LA SECONDA BATTERIA CON 37″65! Nonostante qualche imprecisioni nei cambi

19.41: 4×100 ai blocchi

19.40: In apertura 14.84 per Ricketts nel triplo

19.39: Neugebauer sbaglia tre volte a 2.05, misura superata da Warner

19.37. Ci sono gli azzurri Rigali-Jacobs-Patta-Tortu al via della seconda batteria della 4×100. Queste le Nazionali in gara:

2 South Africa 37.65 38.73 –
3 Nigeria 37.94 38.26 –
4 Brazil 37.72 38.70 –
5 Italy 37.50 38.04 –
6 Switzerland 38.36 38.53 –
7 Great Britain & NI 37.36 38.00 –
8 Poland 38.15 38.74 –
9 Canada 37.48 37.80 –

19.36: E’ il momento della finale del triplo con due azzurre in pedana, Dariya Derkach e Ottavia Cestonaro. Queste le protagoniste:

1 1025 JAM Shanieka RICKETTS 14.98 14.67 3
2 682 CUB Liadagmis POVEA 14.93 14.85 5
3 1432 USA Keturah ORJI 14.92 14.43 8
4 1037 JAM Kimberly WILLIAMS 14.69 14.30 33
5 1357 UKR Maryna BEKH-ROMANCHUK 15.02 14.75 2
6 681 CUB Leyanis PÉREZ HERNÁNDEZ 14.98 14.98 4
7 1428 USA Jasmine MOORE 15.12 15.12 12
8 708 OMA Thea LAFOND 14.62 14.62 7
9 983 ITA Dariya DERKACH 14.47 14.25 13
10 1457 VEN Yulimar ROJAS 15.74 15.18 1
11 1399 USA Tori FRANKLIN 14.86 14.44 6
12 980 ITA Ottavia CESTONARO 14.22 14.20 14

19.34: Gli Usa vincono con 37″67, che è il miglior tempo stagionale mondiale, Giamaica seconda in 37″68, terzo il Giappone con 37″71. Ripescabili: quarta la Francia con 37″98, quinta Trinidad e Tobago con 38″89

19.33: Cambi tutt’altro che perfetti ma quanto vanno forte gli Usa che vincono nonostante la rimonta da dietro di Giamaica e Giappone, secondi e terzi

19.30: Skotheim e Garland superano 2.05 al primo tentativo

19.28: Tilga e Lepage superano 2.05, Oiglane 2.02

19.26: Tra pochi minuti al via la prima batteria della staffetta 4×100 maschile. Le prime 3 squadre più i migliori due tempi vanno in finale. Queste le Nazionali al via:

2 Netherlands 37.91 38.77 –
3 France 37.79 38.22 –
4 Trinidad and Tobago 37.62 38.30 –
5 Japan 37.43 37.80 –
6 Hungary 38.67 39.60 –
7 Jamaica 36.84 38.61 –
8 United States 37.10 37.93 –
9 Germany 37.97 38.21 –

19.23: Kaul che sembrava in grande condizione si ritira, Victor supera 1.99

19.22: Neugebauer supera 2.02, Warner supera 1.99

19.16: Neugebauer supera 1.99, Kaul, Tilga e Rooth superano 2.02

19.13: Jacobs c’è. Fortunatamente è solo un errore di comunicazione della formazione ma nel documento ufficiale Jacobs è presente. Sarà lui in seconda frazione

19.10: Nel form ufficiale Jacobs non appare e al suo posto c’è Ceccarelli in seconda frazione. Attendiamo l’ufficialità

19.09: ATTENZIONE! Sembra che Jacobs non parta

19.07: Manca mezz’ora alle semifinali della 4×100! Ricordiamo che la formazione azzurra sarà Rigali-Jacobs-Patta-Tortu. Coleman-Kerley-Carles-Smith per gli Usa

19.04: 1.99 superato da Kaul al primo tentativo

18.59: Kaul, Rooth, Tilga, Eitel e Neugebauer superano 1.96, 1.93 superato da Warner, Golubovic e Williams

18.56: 1.90 superato da Victor

18.54: Al secondo tentativo Neugebauer supera 1.93

18.48: Neugebauer supera 1.90 al primo tentativo, Warner entrerà in gara a 1.93

18.45: Dosso, Kaddari, Bongiorni e Pavese le quattro azzurre che cercheranno l’accesso in finale nella 4×100

18.44: Rooth supera 1.90 al primo tentativo

18.37: Si ritira Moloney, bronzo olimpico, e l’algerino Bourrada

18.35: Leggermente in ritardo l’inizio della gara dell’alto del decathlon

18.30: Questi i protagonisti del gruppo B:

1 2041 AUS Daniel GOLUBOVIC 2.00 1.97 24
2 3039 USA Harrison WILLIAMS 2.03 1.99 14
4 2156 CAN Damian WARNER 2.09 2.00 3
5 2051 AUS Ashley MOLONEY 2.11 1.94 21
6 2899 SWE Marcus NILSSON 2.02 1.95 19
7 2712 NED Rik TAAM 2.09 1.94 23
8 2005 ALG Larbi BOURRADA 2.10 1.93 76
9 2116 BRA Jose Fernando FERREIRA SANTANA 2.00 1.97 29
10 2263 EST Janek ÕIGLANE 2.05 – 22
11 2579 JPN Yuma MARUYAMA 2.02 1.97 40
12 2415 GRN Lindon VICTOR 2.09 2.00 5

18.29: Inizia il salto in alto del decathlon. Questi i componenti del gruppo A:

1 2378 GER Niklas KAUL 2.11 2.04 7
2 2738 NOR Markus ROOTH 2.03 2.03 16
3 2264 EST Karel TILGA 2.10 2.07 15
4 2148 CAN Pierce LEPAGE 2.09 2.03 1
5 2260 EST Johannes ERM 2.04 2.04 17
6 2988 USA Kyle GARLAND 2.19 2.19 9
7 2369 GER Manuel EITEL 2.01 2.01 18
8 2739 NOR Sander SKOTHEIM 2.20 2.20 11
9 2807 PUR Ayden OWENS-DELERME 2.04 2.03 6
10 2384 GER Leo NEUGEBAUER 2.07 2.04 13
11 2039 AUS Cedric DUBLER 2.15 2.03 12
12 3046 USA Zachery ZIEMEK 2.14 2.05 4

18.28: In campo maschile Noah Lyles non va in cerca solo del terzo titolo consecutivo in questa specialità ma stavolta può fare doppietta 100-200 come solo i grandissimi sprinter sono riusciti. Il campione dei 100 dovrà fare i conti ancora una volta con ill 20enne Tebogo, che sui 200 riesce ad esprimersi ancora meglio rispetto alla distanza breve e con il giovane connazionale Erriyon Knighton. Tra i papabili per il podio c’è il bronzo dei 100 Zharnel Hughes, i canadesi Aaron Brown, l’oro olimpico Andre DeGrasse e Brendon Rodney.

18.26: Si chiude con la doppia finale dei 200 senza azzurri in gara. Tra le donne Sha’carri Richardson vuole la doppietta dopo l’exploit nei 100 ma non sarà facile per la statunitense che se la dovrà vedere più o meno con le stesse rivali della gara più veloce. A Eugene con 21”45 la giamaicana Shericka Jackson, argento a Budapest nei 100, fu la prima ad avvicinare davvero il record del mondo di Florence Griffith (21”34). Può dire la sua la britannica Dina Asher-Smith, oro a Doha. Gli Usa puntano anche su Gabrielle Thomas. Le outsider sono la bahamense Anthonique Strachan, l’ivoriana Ta Lou, che ha tanto rabbia in corpo per il quarto posto dei 100 ,e la quinta della gara più breve, la rappresentante di Santa Lucia Alfred.

18.24: C’è Eloisa Coiro al via delle semifinali degli 800 donne. La campionessa mondiale e olimpica Athing Mu, che ha gareggiato pochissimo nel 2023, è apparsa in condizione più che accettabile in batteria. Tra le grandi favorite la 21enne britannica e primatista europea U23 Keely Hodgkinson (argento mondiale e olimpico) e la keniana Mary Moraa (bronzo in Oregon). Attenzione anche alla statunitense Raevyn Rogers, alla connazionale Akins, all’ugandese Halima Nakaayi, all’australiana Bisset, alla giamaicana Goule-Toppin e alle etiopi Mesele e Alemu.

18.22: A seguire una finale senza italiane, quella del giavellotto donne. Stagione intensa, quella che si va a chiudere perché la specialità era inserita in Diamond League e ha visto come grande protagonista la giapponese Haruka Kitaguchi, bronzo a Eugene ma in forte ascesa e dunque in grado di mettersi alle spalle l’australiana Kelsey-Lee Barber, mai vincente nel 2023 e qualificata per il rotto della cuffia ieri, a differenza della connazionale Mackenzie Little, la più in forma delle settimane passate assieme alla Kitaguchi. Fuori alcune delle più attese, la neozelandese Peeters, la giovane campionessa europea, la 20enne greca Elina Tzengko, e la 19enne croata Adriana Vilagos., da Usa e Colombia potrebbe arrivare qualche sorpresa.

18.20: Italia a caccia di una difficile ma non impossibile finale nella 4×100 femminile. Al via presumibilmente Dosso, Fontana, Kaddari e Bongiorni, ma Siragusa e Pavesi sono a disposizione. Dal Mondiale di Helsinki 2005, Usa e Giamaica si giocano il titolo e anche a questo giro difficile pensare a qualche inserimento da dietro, dove però scalpitano Gran Bretagna (tre argenti), Germania, Olanda, Svizzera Spagna, Polonia e una Costa d’Avorio, mai così forte, per la finale.

18.18: Dariya Derkach e Ottavia Cestonaro saranno protagoniste, a sorpresa ma fino a un certo punto, della finale del salto triplo. La venezuelana Yulimar Rojas va per il poker di ori consecutivo (con in mezzo un titolo olimpico): è la dominatrice della specialità e la favorita incontrastata. Le cubane Leyanis Perez e Liadagmis Povea proveranno a imitare i colleghi maschi (Napoles argento, Martinez bronzo) ma attenzione all’argento di Eugene, la giamaicana Shanieka Ricketts e alla statunitense Tori Franklin, oltre alle connazionali Moore e Orji. Maryna Bekh-Romanchuk ha il dente avvelenato per l’eliminazione nel lungo.

18.16: Nella 4×100 maschile gli Stati Uniti sono i favoriti per definizione ma anche i “pasticcioni” honoris causa. La Gran Bretagna non scende dal podio da un po’ e il Canada è campione uscente e punta a un difficile bis, mentre occhio al Giappone che ha già fatto bene in stagione e ha un quartetto solidissimo e alla Giamaica con una squadra giovane ma compatta. Alla Nigeria mancano due pezzi importanti, il Brasile e il Sud Africa possono dire la loro per la finale così come  Francia e Germania hanno le chances.

18.14. Questa la classifica del decathlon dopo 3 prova. Ritirato il campione francese Kevin Mayer:

1 Leo NEUGEBAUER GER 2908
2 Damian WARNER CAN 2812
3 Pierce LEPAGE CAN 2784
4 Lindon VICTOR GRN 2747
5 Zachery ZIEMEK USA 2735
6 Johannes ERM EST 2734
7 Ayden OWENS-DELERME PUR 2729
8 Karel TILGA EST 2688
9 Harrison WILLIAMS USA 2658
10 Kyle GARLAND USA 2654

18.11: In attesa delle due batterie della 4×100 maschile si riparte dal decathlon con la quarta prova, il salto in alto che potrebbe rivelarsi molto importante nell’economia della gara

18.08 Definito poco fa il quartetto dell’Italia per la 4×100. A sorpresa i grandi esclusi sono due: Fausto Desalu e Samuele Ceccarelli! Roberto Rigali sarà schierato a sorpresa in prima frazione, poi Marcell Jacobs in seconda, Lorenzo Patta in terza e Filippo Tortu in quarta.

18.07 Ben ritrovati amici di OA Sport.

13.00. per il momento è tutto, appuntamento a questa sera alle 18.30 per la settima sessione serale di gare ai Mondiali di Budapest. Buon pomeriggio, a più tardi!

12.58: Conclusa anche l’ultima prova della sessione mattutina, il peso del decathlon che ha perso uno dei suoi grandi protagonisti, il francese Mayer, ritirato per infortunio. In testa c’è a sorpresa il tedesco Negebauer che ha vinto le prove sia del lungo che del peso. Questa la classifica dopo tre prove:

1 Leo NEUGEBAUER GER 2908
2 Damian WARNER CAN 2812
3 Pierce LEPAGE CAN 2784
4 Lindon VICTOR GRN 2747
5 Zachery ZIEMEK USA 2735
6 Johannes ERM EST 2734
7 Ayden OWENS-DELERME PUR 2729
8 Karel TILGA EST 2688
9 Harrison WILLIAMS USA 2658
10 Kyle GARLAND USA 2654

12.52: Buon 15.94 di Victor al terzo tentativo, nullo di Warner

12.42. In corso di svolgimento il peso del decathlon e in testa c’è ancora una volta il tedesco Neugebauer con 17.04 che è il personale. Personale anche per Erm con 15.38 e stagionale per Warner con 15.03 che al momento non gli permette di difendere il primo posto

12.40: Notizia importante! Si ritira Mayer

12.38: Chiuso senza ulteriori acuti la qualificazione del giavellotto maschile. Questi i qualificati:

1 A Neeraj CHOPRA IND 88.77 Q SB
2 B Arshad NADEEM PAK 86.79 Q SB
3 B Jakub VADLEJCH CZE 83.50 Q
4 A Julian WEBER GER 82.39 q
5 B Edis MATUSEVIČIUS LTU 82.35 q
6 A D.P MANU IND 81.31 q
7 A Dawid WEGNER POL 81.25 q
8 B Ihab ABDELRAHMAN EGY 80.75 q
9 B Kishore JENA IND 80.55 q
10 B Oliver HELANDER FIN 80.19 q
11 B Timothy HERMAN BEL 80.11 q
12 B Andrian MARDARE MDA 79.78 q

12.27: Il pakistano Nadeem sistema le cose con 86.79, seconda misura alle spalle di quella di Chopra

12.21. Questi i protagonisti del gruppo B:

1 2579 JPN Yuma MARUYAMA 13.70 13.70 40
2 2005 ALG Larbi BOURRADA 14.00 12.34 76
3 2263 EST Janek ÕIGLANE 15.50 14.34 22
4 2041 AUS Daniel GOLUBOVIC 15.60 14.94 24
5 2156 CAN Damian WARNER 15.59 14.92 3
6 2051 AUS Ashley MOLONEY 15.20 15.20 21
7 2260 EST Johannes ERM 15.04 15.04 17
8 2116 BRA Jose Fernando FERREIRA SANTANA 14.31 14.31 29
9 2712 NED Rik TAAM 14.84 14.63 23
10 2739 NOR Sander SKOTHEIM 14.48 14.48 11
11 2039 AUS Cedric DUBLER 13.35 12.67 12
12 2378 GER Niklas KAUL 15.19 14.66 7

12.20: Prende il via la prova del peso del decathlon. Questi i protagonisti del gruppo A:

1 2369 GER Manuel EITEL 15.28 15.28 18
2 2148 CAN Pierce LEPAGE 15.99 15.99 1
3 3046 USA Zachery ZIEMEK 15.72 15.72 4
4 2264 EST Karel TILGA 16.19 16.19 15
5 2807 PUR Ayden OWENS-DELERME 15.27 15.27 6
6 3039 USA Harrison WILLIAMS 15.33 15.33 14
7 2415 GRN Lindon VICTOR 16.55 16.13 5
8 2317 FRA Kevin MAYER 17.08 16.08 2
9 2384 GER Leo NEUGEBAUER 16.66 16.66 13
10 2988 USA Kyle GARLAND 16.77 16.77 9
11 2899 SWE Marcus NILSSON 16.05 15.23 19
12 2738 NOR Markus ROOTH 15.31 15.31 16

12.05: C’è il secondo qualificato nel giavellotto con 83.50 è il ceco Vadlejch, per Matusevicius 82.65, per Nadeem 81.53. Già eliminati due grandi del passato, Peeters (campione in carica, a questo punto uscente) e Yego, che non avevano raggiunto gli 80 metri nel gruppo precedente

12.01: Abdelrahman si avvicina alla finale del giavellotto con 80.75

12.00: Finale a 15 quella dell’alto donne con 4 atletet a pari merito al 12mo posto:

1 A Yaroslava MAHUCHIKH UKR 1.92
1 A Eleanor PATTERSON AUS 1.92
3 A Lamara DISTIN JAM 1.92
4 A Morgan LAKE GBR 1.92
5 B Vashti CUNNINGHAM USA 1.92
6 B Nicola OLYSLAGERS AUS 1.92
7 A Angelina TOPIĆ SRB 1.92
8 A Elena KULICHENKO CYP 1.92 =PB
9 B Iryna GERASHCHENKO UKR 1.89
9 B Lia APOSTOLOVSKI SLO 1.89
11 B Nadezhda DUBOVITSKAYA KAZ 1.89
12 B Christina HONSEL GER 1.89 q
12 B Solène GICQUEL FRA 1.89 q
12 A Nawal MENIKER FRA 1.89 q
12 A Ella JUNNILA FIN 1.89 q

11.57: Tre errori per Gicquel, Gusin e Apostolovski a 1.92. Si chiude la qualificazione dell’alto

11.55: Lancio di Vadlejch a 81.34, che significa qualificazione visto il livello generale del giavellotto

11.54: Geraschchenko, Dubovitskaya, Pihela e Maes tre errori a 1.92. Da capire chi si salverà dal taglio

11.50: Junnila, Levchenko, Meniker non superano 1.92 e sono a rischio eliminazione

11.49. Anche Topic supera 1.92 al terzo tentativo

11.48: Kulichenko supera 1.92 al terzo tentativo

11.47: Questa la classifica del decathlon dopo due prove:

1 Damian WARNER CAN 2020
2 Leo NEUGEBAUER GER 1992
3 Ayden OWENS-DELERME PUR 1982
4 Pierce LEPAGE CAN 1944
5 Johannes ERM EST 1921
5 Zachery ZIEMEK USA 1921
7 Lindon VICTOR GRN 1899
7 Kyle GARLAND USA 1899
9 Sander SKOTHEIM NOR 1895
10 Markus ROOTH NOR 1862

11.45: Attenzione perchè Topic commette il secondo errore a 1.92, Olyslagers superas 1.92 al secondo tentativo

11.42: Patterson supera 1.92 al primo tentativo

11.41: Tra poco il secondo gruppo di qualificazione del giavellotto maschile. 83.00 da superare ma potrebbe bastare molto meno:

1 2426 HUN György HERCZEG 84.98 84.98 37
2 2110 BRA Luiz Mauricio DA SILVA 82.21 82.21 26
3 2778 POL Cyprian MRZYGŁÓD 84.97 82.04 20
4 2754 PAK Arshad NADEEM 90.18 – –
5 2818 ROU Alexandru Mihaita NOVAC 86.37 84.75 19
6 2453 IND Kishore JENA 84.38 84.38 33
7 2671 MDA Andrian MARDARE 86.66 83.04 12
8 2651 LTU Edis MATUSEVIČIUS 89.17 84.22 17
9 2214 CZE Jakub VADLEJCH 90.88 89.51 1
10 2981 USA Ethan DABBS 82.92 80.82 32
11 2287 FIN Lassi ETELÄTALO 86.44 79.93 10
12 2225 EGY Ihab ABDELRAHMAN 89.21 83.71 15
13 2641 LAT Rolands ŠTROBINDERS 85.07 82.55 23
14 2288 FIN Oliver HELANDER 89.83 87.32 6
15 2951 UKR Artur FELFNER 84.32 83.04 14
16 2901 SWE Jakob SAMUELSSON 80.26 80.26 36
17 2586 JPN Yuta SAKIYAMA 83.54 83.54 28
18 2047 AUS Cameron MCENTYRE 81.96 81.41 18
19 2081 BEL Timothy HERMAN 87.35 87.35 9

11.39: Lake, Distin e Cunningham superano 1.92 al primo tentativo

11.38: Warner raggiunge 7.77 nel lungo del decathlon, Neugebauer consolida il primo posto con un salto da 8.00 metri

11.37: Mahuchikh supera 1.92 al primo tentativo, sbaglia Olyslagers

11.34: Maes si salva al terzo tentativo a 1.89, eliminate Williamson e Chumachenko. Restano in 19, si sale a 1.92

11.32: 7.62 per Rooth nel lungo del decathlon, 7.55 per Victor nel gruppo B. Erm nel gruppo A trova un buon 7.72 e supera Warner

11.30: Eliminate Vukovic, Stanciu e Hruba nell’alto

11.29: Cunningham supera 1.89 al terzo tentativo

11.26: Gicquel supera 1.89 al secondo tentativo, Levchenko e Kulichenko superano 1.89 al terzo tentativo. Eliminate Palsyte, Ovchinnikova, Martins e Goring

11.25: Pihela e Honsel superano 1.89 al secondo tentativo, possibile una grande scrematura a questa misura

11.18: Meniker, Junnila e Distin superano 1.89 al secondo tentativo

11.17: Apostolovski e Dubovitskaya superano 1.89 al primo tentativo, tanti errori

11.16: Salto da 7.80 per Skotheim nel lungo del decathlon

11.15: Patterson e Gerashchenko superano 1.89 al primo tentativo

11.13: Topic supera 1.89 al primo tentativo

11.09: Lake e Olyslagers superano 1.89 al primo tentativo

11.08: 7.83 per Neugebauer nel lungo del decathlon

11.07: Warner subito 7.62 nel lungo del decathlon, Mayer si ferma a 7.12

11.06: Mahuchikh supera 1.89 al primo tentativo

11.04: Martins e Williamson si salvano al terzo tentativo a 1.85

11.03: Questa la classifica del gruppo A del giavellotto:

1 A Neeraj CHOPRA IND 88.77 QSB
2 A Julian WEBER GER 82.39
3 A D.P MANU IND 81.31
4 A Dawid WEGNER POL 81.25
5 A Toni KUUSELA FIN 79.27
6 A Roderick Genki DEAN JPN 79.21
7 A Anderson PETERS GRN 78.49
8 A Julius YEGO KEN 78.42
9 A Patriks GAILUMS LAT 77.43
10 A Kenji OGURA JPN 76.65

11.01: Questi i protagonisti inseriti nel gruppo B:

1 2415 GRN Lindon VICTOR 7.56 7.24 5
2 2005 ALG Larbi BOURRADA 7.69 7.14 76
3 2263 EST Janek ÕIGLANE 7.42 – 22
4 2712 NED Rik TAAM 7.33 7.33 23
5 2317 FRA Kevin MAYER 7.80 7.41 2
6 2738 NOR Markus ROOTH 7.53 7.30 16
7 2041 AUS Daniel GOLUBOVIC 7.22 7.12 24
8 2369 GER Manuel EITEL 7.61 7.40 18
9 2116 BRA Jose Fernando FERREIRA SANTANA 7.50 7.28 29
10 2579 JPN Yuma MARUYAMA 7.48 7.30 40
11 2378 GER Niklas KAUL 7.36 7.34 7
12 2899 SWE Marcus NILSSON 7.30 6.82 19

11.00: Inizia il salto in lungo del decathlon. Questi i protagonisti del gruppo A:

1 2988 USA Kyle GARLAND 7.96 7.96 9
2 2148 CAN Pierce LEPAGE 7.80 7.64 1
3 2264 EST Karel TILGA 7.69 7.66 15
4 2039 AUS Cedric DUBLER 7.74 7.65 12
5 3039 USA Harrison WILLIAMS 7.70 7.63 14
6 2156 CAN Damian WARNER 8.28 7.75 3
7 2384 GER Leo NEUGEBAUER 7.87 7.76 13
8 2051 AUS Ashley MOLONEY 7.82 7.60 21
9 2807 PUR Ayden OWENS-DELERME 7.82 7.82 6
10 2260 EST Johannes ERM 7.98 7.54 17
11 3046 USA Zachery ZIEMEK 7.73 7.51 4
12 2739 NOR Sander SKOTHEIM 7.74 7.74 11

10.56: Gusin supera 1.85 al primo tentativo, misura superata al secondo da Guling, Ovchinnikova, Kulichenko, Cunningham, Pihela, Vukovic, al terzo da Lake

10.54: Apostolovski supera 1.85 al primo tentativo

10.52: 1.85 al primo tentativo anche per Levchenko, Patterson, Maes, Gicquel, Dubovitskaya

10.50: Junnila, Topic e Geraschchenko superano 1.85 al primo tentativo

10.48: Palsyte, Meniker e Distin superano 1.85 al primo tentativo

10.47: Stanciu, Olyslagers, Hruba e Honsel superano 1.85 al primo tentativo

10.45: L’indiano Manu lancia a 81.31, Wegner a 81.25

10.42: Nell’alto tutte le atlete superano 1.80

10.38: Si avvicina ulteriormente alla qualificazione Weber con 82.39, il terzo è il finlandese Kuusela con 79.27

10.31: Super lancio dell’indiano Chopra che raggiunge 88.77 ed è il primo qualificato per la finale del giavellotto

10.26: Iniziata la qualificazione dell’alto donne alla quota di 1.75, un solo errore di Williamson. Non c’è Koscak

10.25: Nessuno dei protagonisti del giavellotto è riuscito a superare il limite di qualificazione quando sta per chiudersi la prima rotazione del gruppo A

10.23. Questa la classifica del decathlon dopo la prima prova:

1 Damian WARNER CAN 1018
2 Ayden OWENS-DELERME PUR 992
3 Manuel EITEL GER 989
4 Pierce LEPAGE CAN 987
5 Zachery ZIEMEK USA 956
6 Kyle GARLAND USA 954
7 Lindon VICTOR GRN 952
7 Ashley MOLONEY AUS 952
9 Rik TAAM NED 942
10 Johannes ERM EST 931

10.21: Inizia bene il cammino Warner che vionce la terza serie in 10″32 e balza in testa alla classifica generale, secondo Owens-Delerme con 10″43, terzo Eitel con 10″44

10.20: Questi invece i protagonisti della terza serie dei 100 del decathlon:

2 2988 USA Kyle GARLAND 10.56 10.56 9
3 2148 CAN Pierce LEPAGE 10.28 10.28 1
4 2807 PUR Ayden OWENS-DELERME 10.27 10.36 6
5 2369 GER Manuel EITEL 10.31 10.41 18
6 2156 CAN Damian WARNER 10.12 10.29 3
7 3039 USA Harrison WILLIAMS 10.54 10.54 14
8 2051 AUS Ashley MOLONEY 10.34 10.39 21
9 2384 GER Leo NEUGEBAUER 10.61 10.61 13

10.19: Queste le protagoniste del gruppo B:

1 1257 ROU Daniela STANCIU 1.96 1.96 11
2 531 AUS Nicola OLYSLAGERS 2.02 2.02 2
3 1385 USA Vashti CUNNINGHAM 2.02 2.00 4
4 689 CZE Michaela HRUBÁ 1.95 1.90 29
5 1134 MNE Marija VUKOVIĆ 1.97 1.95 12
6 881 GER Christina HONSEL 1.98 1.98 27
7 1039 JAM Kimberly WILLIAMSON 1.93 1.85 58
8 752 EST Elisabeth PIHELA 1.92 1.92 33
9 1067 KAZ Yelizaveta MATVEYEVA 1.92 1.89 26
10 1359 UKR Iryna GERASHCHENKO 2.00 2.00 3
11 1450 UZB Safina SADULLAYEVA 1.97 1.85 19
12 555 BEL Merel MAES 1.93 1.93 24
13 1063 KAZ Nadezhda DUBOVITSKAYA 2.00 1.94 8
14 811 FRA Solène GICQUEL 1.92 1.92 25
15 1275 SLO Lia APOSTOLOVSKI 1.92 1.90 23
16 1358 UKR Yuliya CHUMACHENKO 1.94 1.92 20
17 915 GRE Tatiana GUSIN 1.94 1.92 36
18 801 FIN Heta TUURI 1.90 1.90 38

10.18: Sta per iniziare la qualificazione dell’alto femminile. Non ci sono azzurre al via, quota di qualificazione a 1.94. Queste le protagoniste del gruppo A:

1 1365 UKR Yaroslava MAHUCHIKH 2.06 2.02 1
2 912 GRE Panagiota DOSI 1.91 1.91 31
3 876 GER Johanna GÖRING 1.92 1.91 39
4 1068 KAZ Kristina OVCHINNIKOVA 1.96 1.95 14
5 687 CYP Elena KULICHENKO 1.92 1.92 21
6 669 CRO Jana KOŠČAK 1.92 1.92 40
7 851 GBR Morgan LAKE 1.99 1.99 6
8 536 AUS Erin SHAW 1.90 1.90 30
9 1113 LTU Airinė PALŠYTĖ 2.01 1.91 37
10 823 FRA Nawal MENIKER 1.93 1.93 16
11 1011 JAM Lamara DISTIN 1.97 1.97 17
12 924 HUN Fédra FEKETE 1.87 1.87 60
13 1288 SRB Angelina TOPIĆ 1.97 1.97 5
14 784 FIN Ella JUNNILA 1.96 1.92 28
15 1363 UKR Yuliia LEVCHENKO 2.02 1.98 7
16 532 AUS Eleanor PATTERSON 2.02 1.96 9
17 589 BRA Valdileia MARTINS 1.88 1.86 34

10.17: Il tedesco Weber avvicina la qualificazione con 81.05

10.15: Ziemek vince la seconda serie dei 100 con 10″58, secondo Victor con 10″60,terzo Taam con 10″64

10.12: Al via nella seconda serie dei 100 del decathlon:

2 2579 JPN Yuma MARUYAMA 10.80 10.90 40
3 2739 NOR Sander SKOTHEIM 10.76 10.76 11
4 2712 NED Rik TAAM 10.62 10.73 23
5 2039 AUS Cedric DUBLER 10.63 10.87 3
6 2116 BRA Jose Fernando FERREIRA SANTANA 10.77 10.83 29
7 3046 USA Zachery ZIEMEK 10.55 10.75 4
8 2738 NOR Markus ROOTH 10.81 10.81 16
9 2415 GRN Lindon VICTOR 10.56 10.69 5

10.09: Al via i lanci del gruppo A del giavellotto maschile. Non ci sono azzurri al via. 83.00 metri la misura di qualificazione diretta. Queste le protagoniste:

1 2584 JPN Kenji OGURA 81.63 80.13 34
2 2123 BRA Pedro Henrique RODRIGUES 83.89 83.89 13
3 2291 FIN Toni KUUSELA 85.03 84.37 11
4 2630 KEN Julius YEGO 92.72 81.84 25
5 2639 LAT Gatis ČAKŠS 87.57 80.44 41
6 2394 GER Julian WEBER 89.54 88.72 2
7 2564 JPN Roderick Genki DEAN 84.28 83.15 7
8 3032 USA Curtis THOMPSON 87.70 80.92 5
9 2330 FRA Felise VAHAI SOSAIA 82.04 82.04 22
10 2414 GRN Anderson PETERS 93.07 85.88 3
11 2804 POR Leandro RAMOS 84.78 81.62 30
12 3042 USA Capers WILLIAMSON 80.49 79.95 27
13 2840 RSA Douw SMIT 83.29 83.29 24
14 2457 IND D.P MANU 84.35 84.33 21
15 2640 LAT Patriks GAILUMS 84.05 84.05 8
16 2922 TTO Keshorn WALCOTT 90.16 85.85 4
17 2789 POL Dawid WEGNER 82.21 82.21 31
18 2451 IND Neeraj CHOPRA 89.94 88.67 –

10.08: La prima serie dei 100 va all’estone Erm con 10″69 che è record personale, secondo Mayer con 10″79, terzo Tilga con 10″84

10.04: Ci sono già grandi interpreti della specialità nella prima serie dei 100 del decathlon che apre la giornata:

2 2260 EST Johannes ERM 10.72 – 17
3 2899 SWE Marcus NILSSON 11.20 11.20 19
4 2263 EST Janek ÕIGLANE 10.89 – 22
5 2264 EST Karel TILGA 10.91 10.91 15
6 2041 AUS Daniel GOLUBOVIC 10.91 10.98 24
7 2378 GER Niklas KAUL 11.16 11.50 7
8 2317 FRA Kevin MAYER 10.50 – 2
9 2005 ALG Larbi BOURRADA 10.67 11.18 76

10.02: La migliore finora in stagione è stata la australiana Nicola Olyslagers ma per l’oro non si può prescindere dalla ucraina Yaroslava Mahuchikh, meno brillante in qualche frangente quest’anno e dalla ritrovata campionessa del mondo, l’australiana Eleanor Patterson, reduce da una frattura a un piede. La terza ucraina, Iryna Gerashchenko, può dire la sua così come la statunitense Vashti Cunninghame e la giovane figlia d’arte  Angelina Topic.

10.00: Non ci sarà e dunque non potrà difendere il bronzo conquistato lo scorso anno, Elena Vallortigara nelle qualificazioni dell’alto femminile. Non ci sono dunque azzurre al via e la gara si preannuncia tiratissima.

9.57: In programma la qualificazione del giavellotto maschile senza azzurri al via. Il grenadino Anderson Peters, va a caccia del terzo successo di fila. Le alternativa sono il world leader Jakub Vadlejch, il tedesco campione europeo Julian Weber, l’indiano oro olimpico Neeraj Chopra e il finlandese Helander.

9.54: Il suo rivale numero uno è il francese primatista mondiale e iridato uscente Kevin Mayer. Da medaglia anche l’altro canadese argento lo scorso anno Pierce LePage, l’australiano Ashley Moloney, i tedeschi Niklas Kaul (oro a Doha e Monaco) e il campione NCAA Leo Neugebauer, gli statunitensi  Zach Ziemek, bronzo un anno fa, Harrison Williams e Kyle Garland, il norvegese Rooth e Skotheim, i forti estoni Erm, Oiglane e Tilga. In mattinata 100, salto in lungo e getto del peso. Nel pomeriggio salto in alto e 400 metri.

9.51: Inizia in mattinata il cammino dei protagonisti del decathlon, ancora una volta senza azzurri, nella speranza che questo sia l’ultimo anno di digiuno. L’attesa è per il campione olimpico Damian Warner il canadese che non ha mai vinto un Mondiale.

9.48: Si torna alla doppia sessione in pista e in pedana in questa settima giornata di gare della rassegna iridata senza Italia nelle gare del mattino ma con tanti azzurri impegnati nell’appuntamento serale, in particolare le due staffette veloci e Ottavia Cestonato e Dariya Derkach nella finale del triplo.

9.45: Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla diretta live della settima giornata di gare del Mondiale di atletica leggera 2023 di Budapest in Ungheria.

Programma, orari, Tv e streaming della settima giornata dei Mondiali di Budapest 2023La presentazione della settima giornata di Budapest 2023Le speranze di medaglia dell’ItaliaTutti gli italiani in gara giorno per giornoI favoriti gara per gara tra gli uominiLe favorite gara per gara tra le donneIl calendario dei Mondiali di BudapestTutti gli orari degli azzurri in gara giorno per giornoLe misure di qualificazioneLe nuove regole introdotte a Budapest 2023 – La cronaca della quinta giornata dei Mondiali di Budapest

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della settima giornata di gare del Mondiale di atletica leggera 2023 di Budapest in Ungheria. Si torna alla doppia sessione in pista e in pedana in questa settima giornata di gare della rassegna iridata senza Italia nelle gare del mattino ma con tanti azzurri impegnati nell’appuntamento serale, in particolare le due staffette veloci e Ottavia Cestonato e Dariya Derkach nella finale del triplo.

Inizia in mattinata il cammino dei protagonisti del decathlon, ancora una volta senza azzurri, nella speranza che questo sia l’ultimo anno di digiuno. L’attesa è per il campione olimpico Damian Warner il canadese che non ha mai vinto un Mondiale. Il suo rivale numero uno è il francese primatista mondiale e iridato uscente Kevin Mayer. Da medaglia anche l’altro canadese argento lo scorso anno Pierce LePage, l’australiano Ashley Moloney, i tedeschi Niklas Kaul (oro a Doha e Monaco) e il campione NCAA Leo Neugebauer, gli statunitensi  Zach Ziemek, bronzo un anno fa, Harrison Williams e Kyle Garland, il norvegese Rooth e Skotheim, i forti estoni Erm, Oiglane e Tilga. In mattinata 100, salto in lungo e getto del peso. Nel pomeriggio salto in alto e 400 metri. In programma la qualificazione del giavellotto maschile senza azzurri al via. Il grenadino Anderson Peters, va a caccia del terzo successo di fila. Le alternativa sono il world leader Jakub Vadlejch, il tedesco campione europeo Julian Weber, l’indiano oro olimpico Neeraj Chopra e il finlandese Helander.

Non ci sarà e dunque non potrà difendere il bronzo conquistato lo scorso anno, Elena Vallortigara nelle qualificazioni dell’alto femminile. Non ci sono dunque azzurre al via e la gara si preannuncia tiratissima. La migliore finora in stagione è stata la australiana Nicola Olyslagers ma per l’oro non si può prescindere dalla ucraina Yaroslava Mahuchikh, meno brillante in qualche frangente quest’anno e dalla ritrovata campionessa del mondo, l’australiana Eleanor Patterson, reduce da una frattura a un piede. La terza ucraina, Iryna Gerashchenko, può dire la sua così come la statunitense Vashti Cunninghame e la giovane figlia d’arte  Angelina Topic. In apertura della sessione pomeridiana in programma le batterie della 4×100 maschile. Ancora da definire la composizione del quartetto azzurro anche se è ipotizzabile un Ceccarelli, Jacobs, Patta e Tortu. Gli Stati Uniti sono i favoriti per definizione ma anche i “pasticcioni” honoris causa. La Gran Bretagna non scende dal podio da un po’ e il Canada è campione uscente e punta a un difficile bis, mentre occhio al Giappone che ha già fatto bene in stagione e ha un quartetto solidissimo e alla Giamaica con una squadra giovane ma compatta. Alla Nigeria mancano due pezzi importanti, il Brasile e il Sud Africa possono dire la loro per la finale così come  Francia e Germania hanno le chances per accedere alla finale.

Dariya Derkach e Ottavia Cestonaro saranno protagoniste, a sorpresa ma fino a un certo punto, della finale del salto triplo. La venezuelana Yulimar Rojas va per il poker di ori consecutivo (con in mezzo un titolo olimpico): è la dominatrice della specialità e la favorita incontrastata. Le cubane Leyanis Perez e Liadagmis Povea proveranno a imitare i colleghi maschi (Napoles argento, Martinez bronzo) ma attenzione all’argento di Eugene, la giamaicana Shanieka Ricketts e alla statunitense Tori Franklin, oltre alle connazionali Moore e Orji. Maryna Bekh-Romanchuk ha il dente avvelenato per l’eliminazione nel lungo. Italia a caccia di una difficile ma non impossibile finale nella 4×100 femminile. Al via presumibilmente Dosso, Fontana, Kaddari e Bongiorni ma Siragusa e Pavesi sono a disposizione. Dal Mondiale di Helsinki 2005, Usa e Giamaica si giocano il titolo e anche a questo giro difficile pensare a qualche inserimento da diettro, dove però scalpitano Gran Bretagna (tre argenti), Germania, Olanda, Svizzera Spagna, Polonia e una Costa d’Avorio mai così forte, per la finale.

A seguire una finale senza italiane, quella del giavellotto donne. Stagione intensa, quella che si va a chiudere perché la specialità era inserita in Diamond League e ha visto come grande protagonista la giapponese Haruka Kitaguchi, bronzo a Eugene ma in forte ascesa e dunque in grado di mettersi alle spalle l’australiana Kelsey-Lee Barber, mai vincente nel 2023 e qualificata per il rotto della cuffia ieri, a differenza della connazionale Mackenzie Little, la più in forma delle settimane passate assieme alla Kitaguchi. Fuori alcune delle più attese, la neozelandese Peeters, la giovane campionessa europea, la 20enne greca Elina Tzengko e la 19enne croata Adriana Vilagos., da Usa e Colombia potrebbe arrivare qualche sorpresa. C’è Eloisa Coiro al via delle semifinali degli 800 donne. La campionessa mondiale e olimpica Athing Mu, che ha gareggiato pochissimo nel 2023, è apparsa in condizione più che accettabile in batteria. Tra le grandi favorite la 21enne britannica e primatista europea U23 Keely Hodgkinson (argento mondiale e olimpico) e la keniana Mary Moraa (bronzo in Oregon). Attenzione anche alla statunitense Raevyn Rogers, alla connazionale Akins, all’ugandese Halima Nakaayi, all’australiana Bisset, alla giamaicana Goule-Toppin e alle etiopi Mesele e Alemu.

Si chiude con la doppia finale dei 200 senza azzurri in gara. Tra le donne Sha’carri Richardson vuole la doppietta dopo l’exploit nei 100 ma non sarà facile per la statunitense che se la dovrà vedere più o meno con le stesse rivali della gara più veloce. A Eugene con 21”45 la giamaicana Shericka Jackson, argento a Budapest nei 100, fu la prima ad avvicinare davvero il record del mondo di Florence Griffith (21”34). Può dire la sua la britannica Dina Asher-Smith, oro a Doha. Gli Usa puntano anche su Gabrielle Thomas. Le outsider sono la bahamense Anthonique Strachan, l’ivoriana Ta Lou che ha tanto rabbia in corpo per il quarto posto dei 100 e la quinta della gara più breve, la rappresentante di Santa Lucia Alfred. In campo maschile Noah Lyles non va in cerca solo del terzo titolo consecutivo in questa specialità ma stavolta può fare doppietta 100-200 come solo i grandissimi sprinter sono riusciti. Il campione dei 100 dovrà fare i conti ancora una volta con ill 20enne Tebogo, che sui 200 riesce ad esprimersi ancora meglio rispetto alla distanza breve e con il giovane connazionale Erriyon Knighton. Tra i papabili per il podio c’è il bronzo dei 100 Zharnel Hughes, i canadesi Aaron Brown, l’oro olimpico Andre DeGrasse e Brendon Rodney.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della settima giornata di gare del Mondiale di atletica leggera 2023 di Budapest in Ungheria. Appuntamento dalle 10.05 per la sessione mattutina e dalle 18.30 per la sessione serale, buon divertimento!

Photo Lapresse