Volley, Coppa del Mondo – Italia, un anno durissimo: tra cacciate, cambi CT e di ruolo. Ora il sogno Olimpiadi

Italycelebrateapoint.jpg

È stata una stagione difficilissima per la Nazionale Italiana di volley maschile. Dai Mondiali in Polonia alla Coppa del Mondo, in meno di un anno, è stato tutto rivoluzionato. Riviviamo i momenti cruciali di quanto successo, in vista del torneo che dall’8 al 23 settembre assegnerà due pass olimpici.

 

TRE ANNI DI SUCCESSI – Un bronzo olimpico, due argenti agli Europei, due bronzi in World League, un bronzo alla Grand Champions Cup, un quarto posto in Coppa del Mondo. Tutti i podi dell’Italia dal 2011 al 2014. Poi…

MONDIALE DISASTROSO – In Polonia il giocattolo si rompe. Litigi interni, atteggiamento tecnico pessimo, squadra inguardabile e sfilacciata. La rassegna iridata assume i contorni dell’incubo, il tredicesimo posto finale è il peggior risultato degli ultimi 30 anni per l’Italia. In mezzo anche l’autentica umiliazione subita contro Porto Rico: l’anno zero della nostra storia.

FIDUCIA A BERRUTO – Nonostante il pessimo Mondiale e i sentori di una squadra disunita, Magri dà nuovamente fiducia al coach torinese a fine 2014.

 

PRIMAVERA E MILLE CAMBI – Fascia di capitano affidata a Dragan Travica, spodestando Emanuele Birarelli quasi senza dirlo. Ivan Zaytsev diventa schiacciatore. Michele Baranowicz viene lasciato a casa per non creare concorrenza in cabina di regia. Nonostante tutto gli animi sembrano ben felici e si incomincia bene la stagione…

ITALIA VS AUSTRALIA 0-3 – A Jesolo gli azzurri vengono travolti dai volleyroos di Santilli: un’autentica figuraccia, in casa, davanti a un pubblico festante. Travica pessimo, attaccanti inesistenti, errori a valanga. Sono i primi segnali che qualcosa si è rotto… Il patatrac è vicino.

“LA CACCIATA DEI 4” – Un titolo da film western per un film che non si è mai visto nella storia di qualsiasi Nazionale Italiana. Quattro uomini vengono cacciati dal ritiro per motivi disciplinari, a due giorni dall’inizio delle Final Six di World League. Zaytsev, Travica, Sabbi e Randazzo vengono pizzicati tra le vie di Rio in piena notte, nonostante il coprifuoco imposto da Berruto. Verranno spediti in Italia senza troppi complimenti. I quattro si scuseranno poi sui social. In seguito le dichiarazioni si sprecheranno con Travica che cercherà scuse su scuse: non avrebbe più rivestito l’azzurro.

WORLD LEAGUE E CUORE – Nonostante quell’episodio che ha scaldato l’estate azzurra e dato un’immagine poco limpida del nostro volley, la nuova Nazionale plasmata da Berruto fa una bella figura alle Final Six: sconfigge la Serbia, perde contro i Campioni del Mondo e manca le semifinali solo per il biscotto tra la Polonia e gli slavi.

 

LE DIMISSIONI DI BERRUTO – Mauro Berruto è tra mille fuochi, attaccato da tutti, sfiduciato da ogni lato. Magri finge di metterci una pezza ma la situazione è incandescente e il CT dà (o viene costretto a dare) le proprie dimissioni. Finisce un’era di podi internazionali sottovalutati da tutti. “L’onesta prima di tutto” sarà una delle frasi più sincere da lui scritte nella lettera d’addio.

BLENGINI NUOVO CT – Nonostante tanti nomi fatti e una bella volata tirata a Stoytchev, Magri impone il nome di Blengini, già vice di Berruto e attuale coach di Macerata. Il mantra del doppio incarico è andato a farsi benedire. Sarà un altro torinese a guidare la Nazionale Italiana di volley maschile.

 

ESTATE DI NOVITÀ – Si va in ritiro a Cavalese con: un nuovo CT, il debuttante di lusso Osmany Juantorena, Zaytsev che torna opposto, i rientri di Buti e Piano al centro, Travica depennato definitivamente insieme a Giovi (passato inosservato) e il reintegro di Rossini da libero. Il capitano è Emanuele Birarelli ma arriverà un infortunio, ultima tegola di una stagione durissima.

VERSO IL GIAPPONE – L’Italia atterra a Tokyo, prepara il debutto in Coppa del Mondo per una settimana, poi si trasferisce a Hiroshima dove l’8 settembre debutterà contro il Canada. Si va a caccia del pass per le Olimpiadi 2016.

 

Articoli correlati:

Coppa del Mondo 2015 – Programma, orari e tv: Italia a caccia delle Olimpiadi 2016

Coppa del Mondo 2015 – Tutto il regolamento e come ci si qualifica alle Olimpiadi 2016

Coppa del Mondo 2015 – Italia e le 4 big: stelle e punti di forza. Per il trofeo e le Olimpiadi 2016

Coppa del Mondo 2015 – Le 12 Nazionali ai raggi X: obiettivi, punti di forza, tutte le stelle e…

Coppa del Mondo 2015 – Quanta Italia! C’è azzurro su tutte le panchine, tra coach e assistenti: da Blengini a Velasco

Coppa del Mondo 2015 – Italia, i 14 azzurri per il Giappone: a caccia di Rio 2016

Coppa del Mondo 2015 – Italia, i 14 azzurri ai raggi X. Per volare alle Olimpiadi 2016

Coppa del Mondo 2015 – Italia, un anno durissimo: tra cacciate, dimissioni, cambi CT e di ruolo

Coppa del Mondo 2015 – Calendario, orari e programma dell’Italia

Coppa del Mondo 2015 – Italia, quante novità. Tanti debuttanti in Coppa, solo Zaytsev ha già giocato!

Coppa del Mondo 2015 – Italia, la tua storia: un trionfo, questo è il settimo assalto, (quasi) sempre alle Olimpiadi

Coppa del Mondo 2015 – Italia, la forza del sestetto titolare: da Zaytsev a Juantorena, squadra invidiabile

Coppa del Mondo 2015 – Italia, l’importanza della panchina: le seconde linee azzurre per tour de force e turn over

Coppa del Mondo 2015 – Italia, i momenti cruciali del calendario: dove stare attenti e tutte le svolte decisive

Coppa del Mondo 2015 – Italia, 4 difficoltà fuori campo tra fusorario, sfide a pranzo, tour de force

Lascia un commento

Top