Seguici su

Ciclismo

LIVE Vuelta a España in DIRETTA: Roglic e Bernal, fuga epica. Sloveno in vetta, Aru ad oltre mezz’ora

Pubblicato

il

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

CLASSIFICA GENERALE VUELTA

https://www.oasport.it/2021/09/live-vuelta-a-espana-2021-in-diretta-146-km-al-98-sul-terribile-gamoniteiru-si-decide-tutto/

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

ORDINE D’ARRIVO TAPPA DI OGGI

VIDEO: HIGHLIGHTS E SINTESI DELL’IMPRESA DI ROGLIC

TUTTE LE CLASSIFICHE DELLA VUELTA

LE DICHIARAZIONI DI PRIMOZ ROGLIC

LE DICHIARAZIONI DI ENRIC MAS

17.46 Grazie per averci seguito e buon proseguimento di serata. Un saluto sportivo.

17.45 Fabio Aru chiude 72° a 35’13” da Roglic.

17.35 Fabio Aru non è ancora arrivato, pagherà oltre 30 minuti da Roglic.

17.27 Siamo in attesa dell’arrivo di Fabio Aru.

17.17 Per Roglic resta un ultimo, grande scoglio verso il trionfo finale: la terribile ascesa di domani al Gamoniteiru. E’ un’ascesa bestiale, 14,6 km al 9,8% di pendenza media. Sulla carta è anche più dura di Mortirolo e Zoncolan…Lo sloveno pagherà le fatiche della grande impresa odierna?

17.16 I migliori italiani all’arrivo sono stati Gianluca Brambilla e Damiano Caruso, rispettivamente 28° e 29°. Sono arrivati insieme a 11’45” da Roglic.

17.14 La classifica generale:

1 PRIMOŽ ROGLIČ 1 JUMBO – VISMA 68H 42′ 56” – B : 34” –
2 ENRIC MAS 171 MOVISTAR TEAM 68H 45′ 18” + 00H 02′ 22” B : 10” –
3 MIGUEL ANGEL LOPEZ 174 MOVISTAR TEAM 68H 46′ 07” + 00H 03′ 11” B : 8” –
4 JACK HAIG 44 BAHRAIN VICTORIOUS 68H 46′ 42” + 00H 03′ 46” – –
5 GUILLAUME MARTIN 81 COFIDIS 68H 47′ 12” + 00H 04′ 16” – –
6 EGAN ARLEY BERNAL 131 INEOS GRENADIERS 68H 47′ 25” + 00H 04′ 29” B : 3” –
7 ADAM YATES 138 INEOS GRENADIERS 68H 47′ 41” + 00H 04′ 45” – –
8 SEPP KUSS 6 JUMBO – VISMA 68H 48′ 00” + 00H 05′ 04” B : 6” –
9 FELIX GROSSSCHARTNER 51 BORA – HANSGROHE 68H 49′ 50” + 00H 06′ 54” – –
10 GINO MÄDER 45 BAHRAIN VICTORIOUS 68H 49′ 54” + 00H 06′ 58” – –
11 ODD CHRISTIAN EIKING 142 INTERMARCHE – WANTY – GOBERT MATERIAUX 68H 50′ 55” + 00H 07′ 59” – –
12 LOUIS MEINTJES 141 INTERMARCHE – WANTY – GOBERT MATERIAUX 68H 51′ 08” + 00H 08′ 12” – –
13 DAVID DE LA CRUZ 221 UAE TEAM EMIRATES 68H 51′ 30” + 00H 08′ 34” B : 1” –
14 JUAN PEDRO LOPEZ PEREZ 215 TREK – SEGAFREDO 68H 58′ 00” + 00H 15′ 04” – –
15 STEVEN KRUIJSWIJK 5 JUMBO – VISMA 68H 59′ 02” + 00H 16′ 06” B : 8” –

17.11 La top-20 odierna
01 Primoz Roglic Jumbo-Visma 04:34:45
02 Sepp Kuss Jumbo-Visma + 01:35
03 Miguel Ángel López Movistar Team + 01:35
04 Adam Yates INEOS Grenadiers + 01:35
05 Jack Haig Bahrain Victorious + 01:35
06 Enric Mas Movistar Team + 01:35
07 Egan Bernal INEOS Grenadiers + 01:35
08 Gino Mäder Bahrain Victorious + 01:35
09 Louis Meintjes Intermarché-Wanty-Gobert + 02:29
10 Clément Champoussin AG2R Citroën Team + 02:44
11 Steven Kruijswijk Jumbo-Visma + 02:44
12 Felix Großschartner BORA-hansgrohe + 02:47
13 David De La Cruz UAE Team Emirates + 02:47
14 Jan Hirt Intermarché-Wanty-Gobert + 03:43
15 Guillaume Martin Cofidis + 04:46
16 Floris De Tier Alpecin-Fenix + 05:03
17 Juan Pedro Lopez Trek-Segafredo + 05:20
18 Wout Poels Bahrain Victorious + 05:25
19 Geoffrey Bouchard AG2R Citroën Team + 05:52
20 Rémy Rochas Cofidis + 05:57

17.07 La tappa odierna resterà nella storia della Vuelta. Egan Bernal ha attaccato, sul penultimo GPM, a oltre 60 chilometri dal traguardo. Solo Roglic è riuscito a seguire il vincitore del Giro d’Italia. I due, poi, sono andati di comune accordo fino alla salita finale, ma a 7 chilometri dalla vetta Roglic si è levato di ruota Bernal ed è andato a trionfare in cima ai Lagos de Covadonga. Lo sloveno ha rifilato ben 1’35” a tutti gli altri uomini di classifica.

17.06 Doppeitta Jumbo-Visma con Kuss che vince la volata per il secondo posto. Roglic guadagna 1’35” sui primi inseguitori.

17.06 Tappa e maglia per Roglic, comunque.

17.05 Entrano ora nell’ultimo chilometri i corridori del gruppo Mas.

17.04 PRIMOZ ROGLIC TRIONFA IN VETTA AI LAGOS DE COVAGONDA CON UN’IMPRESA STRAORDINARIA! IL RE DI SPAGNA VINCE SULLA VETTA PIU’ ICONICA DELLA VUELTA

17.03 Ripreso Bernal.

17.02 Ultimo chilometro per Roglic. Bernal ormai ha il gruppo Mas alle spalle.

17.01 2 chilometri al traguardo per Roglic, il cui vantaggio è tornato a 1’40”.

17.00 Haig e Mader rientrano sul gruppo Mas. Vedono Bernal che ha ancora 10″ a 2,5 chilometri dalla meta.

16.59 A 2,5 dal traguardo Roglic ha 1’34” sul gruppo Mas e 1’22” su Bernal.

16.58 Per Roglic c’è ancora un chilometro duro. Bernal ha 22″ sul primi inseguitori. Ora è in un tratto in cui spiana.

16.57 Yates e Kuss provano a riprendere Mas. Lopez li segue, Haig e Mader soffrono. Tra chilometri al traguardo per Roglic.

16.57 Nessuno risponde a Mas. Intanto Roglic, a quattro chilometri dall’arrivo, ha 1’07” su Bernal e 1’39” su Mas.

16.56 C0è l’attacco di Enric Mas a 5 chilometri dall’arrivo.

16.54 Haig, Mader, Mas, Lopez, Kuss e Yates sono il quintetto all’inseguimento di Bernal. Ma non guadagnano granché sul colombiano e perdono qualcosina da Roglic. 4,4 chilometri alla meta.

16.52 Il vantaggio di Roglic su Bernal supera il minuto. Mancano 4,8 chilometri alla vetta.

16.51 Tra poco la salita spiana. Bernal ha ancora un minuto sugli inseguitori e 5,5 chilometri dall’arrivo. Deve tenere duro e salvare la seconda piazza. Tra poco spiana.

16.50 Roglic ha 40″ su Bernal. Lopez è a 1’45” dallo sloveno e su di lui stanno rientrando Haig e Mas.

16.48 In difficoltà Mas, mentre Yates e Kuss sono tornati su Lopez. Roglic a 6 chilometri dalla vetta.

16.47 Il vantaggio di Roglic sul gruppo Mas sale a 1’50”. Dietro, intanto, si muove Lopez. 6,5 chilometri alla vetta per lo sloveno. Bernal si trova a 27″ da Roglic.

16.45 RINFORZA ROGLIC! 7 chilometri alla vetta. Lo sloveno sale che è una meraviglia.

16.45 Roglic sale regolare, ma Bernal non riesce a tenere il suo passo ora. Deve stringere i denti in questo momento.

16.44 BERNAL FATICA A TENERE IL RITMO DI ROGLIC!

16.43 Dietro continua a lavorare Poels. Ricordiamo che nel finale la salita spiana diverse volte, per cui a Mas e Lopez converrebbe attaccare ora

16.42 Otto chilometri alla vetta per i primi due. Roglic continua a lavorare e il vantaggio sugli inseguitori è di 1’37”.

16.40 Ora è Roglic che si sta sobbarcando grande parte del lavoro e guadagna sul gruppo di Mas.

16.39 A 9 chilometri dalla vetta il vantaggio di Roglic e Berna è di 1’30”.

16.38 1’27” il vantaggio dei battistrada a 9,4 chilometri dalla vetta.

16.36 Dieci chilometri alla vetta per Roglic e Bernal.

16.35 Si stacca Guillaume Martin ora.

16.34 Hanno riguardagnato qualcosina i battistrada: 1’25”, ora, per Roglic e Bernal sugli inseguitori.

16.33 Lentamente, ma da dietro continuano a recuperare grazie al grande forcing della Bahrain.

16.31 1’25” il vantagio dei battistrada a 11,5 chilometri dalla vetta.

16.29 Roglic sembra voler collaborare anche in salita. 12 chilometri al traguardo.

16.28 Roglic e Bernal iniziano la salita finale con 1’30” sugli inseguitori

16.26 1,5 chilometri all’inizio dell’erta dei Lagos de Covadonga.

16.25 15 chilometri all’arrivo, tra 2,5 chilometri inizia la salita. 1’40” il vantaggio dei battistrada, dietro Damiano Caruso sta facendo un lavoro eccellente.

16.23 In gruppo lavora anche Rochas per Martin. La Movistar, che ha i suoi due capitani isolati, per sua fortuna ha trovato molti alleati lungo la strada.

16.22 La Bahrain, ora, dietro è a blocco e sta facendo un grande forcing.

16.20 Il vantaggio di Roglic e Bernal ora è sceso a 2’02”. Alla salita mancano circa 6 chilometri.

16.18 Caduta in gruppo per Grossschartner. Nel frattempo stiamo entrando negli ultimi 20 chilometri, -8 alla salita finale.

16.15 2’20” il vantaggio di Roglic e Bernal.

16.12 Roglic, peraltro, ha ben quattro compagni nel gruppo inseguitore.

16.10 La maglia roja, ora, si trova a 4’00” dalla testa della corsa.

16.07 2’08” il vantaggio di Roglic e Bernal ora.

16.06 Mancano trenta chilometri al traguardo.

16.03 Il vantaggio di Roglic e Bernal supera i due minuti. Mancano 20 chilometri all’inizio della salita finale.

16.02 Guillaume Martin prova un allungo, senza grosso senso, al termine della discesa.

16.00 La Bahrain Victorious sta trovando un po’ di aiuto, nell’inseguimento dei due fuoriclasse al comando, da parte di Ben Zwiehoff della Bora-Hansgrohe.

15.58 La pioggia si fa sempre più copiosa sulla corsa! 38 km al traguardo e 1’40” di vantaggio per Bernal e Roglic! La Movistar deve necessariamente smuovere la situazione.

15.57 3’20” di ritardo invece per Eiking e Vlasov che rischiano così di perdere numerose posizioni in classifica generale.

15.55 Da segnalare il ritardo consistente di Romain Bardet che si trova a ben 6’50” dalla coppia al comando.

15.53 Ben 1’23” di vantaggio per Primoz Roglic ed Egan Bernal!

15.50 Fortunatamente sia Vlasov che Verona ed Eiking sono riusciti a ripartire!

15.47 1’15” di vantaggio per Roglic e Bernal!

15.45 CADUTA! Coinvolti lo stesso Odd Christian Eiking, poi Aleksandr Vlasov, Jan Hirt e Carlos Verona! Brutta butta alla clavicola per Vlasov!

15.42 Il gruppo inseguitore di Roglic e Bernal è transitato in vetta con 42″ di ritardo, mentre Eiking accusa un ritardo di 1’50”.

15.40 Attualmente Primoz Roglic è la nuova maglia roja virtuale con 1″ di vantaggio su Guillaume Martin!

15.37 Egan Bernal transita per primo in vetta a La Collada Llomena. Continua a piovere in maniera copiosa! Attenzione alla discesa!

15.36 Tra poco avverrò il secondo scollinamento a La Collada Llomena.

15.34 45″ di vantaggio per i due battistrada, ossia Egan Bernal e Primoz Roglic.

15.31 1’42” di ritardo per il gruppo comprendente Eiking, Caruso e Vlasov.

15.29 Lopez non riesce ad avvicinarsi alla coppia di testa.

15.28 Gruppo guidato dalla Bahrain Victorius di Jack Haig.

15.26 Prova ad avvicinarsi Miguel Angel Lopez!

15.23 Intanto attacca Egan Bernal! Subito alla sua ruota Primoz Roglic!

15.21 Perdono contatto la maglia roja Odd Christian Eiking, l’azzurro Damiano Caruso e Aleksandr Vlasov!

15.20 Continua a piovere sulla corsa!

15.18 Le Gac viene ripreso dal gruppo che torna dunque ad essere compatto!

15.15 Sia il francese che il gruppo si trovano su La Collada Llomena.

15.12 Ineos Grenadiers in testa al gruppo per Bernal e Yates.

15.09 Il gruppo dei velocisti comprendente la maglia verde di Fabio Jakobsen accusa un ritardo di 4’50”.

15.05 A breve Le Gac affronterà la seconda scalata al GPM de La Collada Llomena.

15.02 Ripresi gli inseguitori di Le Gac! Il francese mantiene 44″ di vantaggio sul gruppo dei big.

14.49 L’azione dei 25 inseguitori di Le gah sta iniziando a perdere forza.

14.56 Jumbo-Visma costantemente in testa al gruppo maglia roja in favore di Primoz Roglic.

14.53 Pericolo scongiurato per la maglia roja Odd Christian Eiking che è prontamente rientrato nel gruppo dei big.

14.50 Soltanto 20″ di vantaggio invece per Olivier Le Gac (Groupama-FDJ).

14.47 81 km al traguardo e 1’39” di vantaggio per i fuggitivi.

14.44 Ricapitoliamo il gruppo degli inseguitori di Le Gac che è composto da: Sergio Henao e Dimitri Claeys (Qhubeka), Jefferson Cepeda, Julen Amezqueta e Jonathan Lastra (Caja Rural), Mikel Nieve e Lucas Hamilton (BikeExchange), Mikel Bizkarra (Euskaltel Euskadi), Diego Andres Camargo (EF), Angel Madrazo, Oscar Cabedo e Ander Okamika (Burgos), Dylan Van Baarle (Ineos), Jay Vine e Sacha Modolo (Alpecin Fenix), Jan Tratnik (Bahrain Victorious), Sylvain Moniquet (Lotto Soudal), Lennard Hofstede (Jumbo Visma), Michael Storer e Martijn Tusveld (DSM), Mikael Cherel (Ag2r Citroen), Ion Izaguirre (Astana), David De La Cruz e Matteo Trentin (UAE Emirates) e Jesus Herrada (Cofidis)

14.41 Non risulta esser più presente tra i fuggitivi l’azzurro Fabio Aru.

14.38 Prova ad allungare Olivier Le Gac (Groupama-FDJ)!

14.37 I corridori si trovano in un tratto di discesa molto tecnica ed insidiosa. Bisognerà fare attenzione.

14.34 Intanto inizia a piovere, e alcuni fuggitivi faticano a tenere la testa della corsa.

14.31 La maglia roja Odd Christian Eiking si trova in netta difficoltà! Cerca di resistere Guillaume Martin!

14.30 Intanto Michael Storer (Team DSM) si aggiudica il primo posto al GPM de La Collada Llomena.

14.29 Mikel Landa si riporta sui battistrada! Che gran bell’azione da parte del basco!

14.28 Matteo Trentin in testa al gruppo dei battistrada che ha già perso alcuni elementi. Bene Fabio Aru.

14.27 Ma Landa contrattacca e lascia il gruppetto con Petilli, Bouwman e Vanhoucke!

14.26 Ripreso il gruppo Madrazo. Abbiamo 16 uomini al comando seguiti dal nuovo gruppo Landa!

14.24 Il portacolori della Bahrain Victorius si è subito riportato sul gruppo di Petilli. Intanto i battistrada hanno 1’30” di vantaggio sul gruppo maglia roja.

14.23 Mikel Landa prova a scattare a 1900 metri dalla vetta de La Collada Llomena!!! Il basco è rinato!

14.21 Ineos Grenadiers in testa al gruppo con Pavel Sivakov. Egan Bernal alla sua ruota.

14.20 Provano ad avvicinarsi Christopher Hamilton (Team DSM), Simone Petilli (Intermarché Wanty Gobert), Koen Bouwman (Jumbo-Visma) ed Harm Vanhoucke (Lotto Soudal).

14.17 Dietro di loro: Fabio Aru, Sergio Henao (Qhubeka NextHash), Jefferson Cepeda, Julen Amezqueta, Jonathan Lastra (Caja Rural), Mikel Nieve (Team BikeExchange), Mikel Bizkarra (Euskaltel Euskadi), Jay Vine (Alpecin-Fenix), Matteo Trentin, David De la Cruz (UAE Team Emirates), Jan Tratnik (Bahrain Victorius), Ion Izagirre (Astana-Premier Tech), Jesus Herrada (Cofidis), Mikael Cherel (AG2R Citroen Team), Michael Storer (Team DSM), Olivier Le Gac (Groupama-FDJ) e Lennard Hofstede (Jumbo-Visma).

14.15 Assieme a lui Dylan van Baarle (Ineos Grenadiers), Diego Andres Camargo (EF Education Nippo) e Sylvain Moniquet (Lotto Soudal).

14.13 Mentre tra di loro prova ad allungare Angel Madrazo (Burgos BH).

14.12 Presenti altri due azzurri, si tratta di Matteo Trentin (UAE Team Emirates) e Sacha Modolo (Alpecin-Fenix).

14.10 Il loro vantaggio è di 30″!

14.08 Sono ben 29 i corridori che hanno preso il largo! Presente Aru!

14.05 Intanto prova a formarsi un gruppetto pronto ad andare in avanscoperta.

14.02 Allungo in discesa da parte di Fabio Aru (Qhubeka-NextHash)!

14.01 Segnalato l’abbandono di Luis Leon Sanchez (Astana-Premier Tech).

13.58 Gruppo allungatissimo con altri scatti in testa al plotone.

13.55 Andiamo nel dettaglio del GPM di prima categoria de La Collada Llomena (km 87,9) con i suoi 7,6 chilometri al 9,3%. Sarà una vera e propria rampa che verrà ripetuta una seconda volta al chilometro 129,6, con tanto di punti bonus. Questo GPM presenta picchi del 14% a metà ascesa.

13.52 Bora-hansgrohe in testa al plotone in favore di Felix Grossschartner.

13.49 Nulla da fare, il gruppo ritorna compatto.

13.47 ATTENZIONE! IL GRUPPO SI STA SPEZZANDO IN DUE TRONCONI!

13.44 Provano a muoversi gli uomini dell’Euskaltel Euskadi.

13.41 Stiamo entrando nel circuito che porterà alla doppia scalata de La Collada Llomena.

13.38 Attenzione perchè Miguel Angel Lopez (Movistar) si trova nelle ultime posizioni del gruppo maglia roja.

13.35 Nulla da fare èer Jan Polanc (UAE Team Emirates).

13.32 Gran controllo tra Jumbo-Visma, Movistar ed Ineos Grenadiers.

13.29 Ci prova in solitaria Jan Polanc (UAE Team Emirates).

13.27 Ritiro per l’ex Maglia Rossa Kenny Elissonde (Trek-Segafredo).

13.25 I risultati sul GPM:

1. Jan Polanc (UAE Team Emirates), 3 pts
2. Damiano Caruso (Bahrain Victorious), 2 pts
3. Romain Bardet (Team DSM), 1 pt

13.22 Provano a collaborare i due per portare via la fuga.

13.20 Volata tra Caruso e Bardet sul GPM! Bella sfida per la Maglia a Pois, ora sulle spalle del transalpino.

13.18 150 chilometri all’arrivo, siamo quasi allo scollinamento del GPM.

13.15 Il plotone torna sotto ai fuggitivi.

13.13 Iniziato l’Altu de Hortigueru: 5,3 km al 4,7%.

13.11 Gli attaccanti: Alex Krieger (Alpecin-Fenix), Mark Padun (Bahrain Victorious), Kevin Geniets (Groupama-FDJ), Andreas Kron (Lotto Soudal), Damien Howson (Team BikeExchange), Michael Storer (Team DSM), Bert-Jan Lindemann (Team Qhubeka NextHash) e Joe Dombrowski (UAE Team Emirates).

13.08 Otto corridori davanti, c’è il solito Storer, già vincitore di due tappe.

13.06 La Jumbo-Visma sembra voler lasciare andare via questo tentativo, il gruppo però non ci sta.

13.04 Va via un nuovo tentativo di fuga.

13.02 Ennesima giornata con una partenza a tutta velocità.

13.00 160 chilometri al traguardo.

12.58 Raggiunto il tentativo del primo chilometro, quello di Démare. Si riscatta.

12.56 Ripartono gli scatti in gruppo.

12.54 Foratura per Mikel Nieve.

12.52 Si sono lanciati all’inseguimento in coppia Tratnik e Stannard.

12.50 A tante squadre non sta bene la fuga e vogliono provare a ricucire.

12.47 Nel frattempo prosegue l’azione del gruppetto Démare.

12.45 175 chilometri all’arrivo.

12.43 In coda al gruppo troviamo Guillaume Martin: la caduta di ieri sta presentando il conto al transalpino della Cofidis.

12.41 Proseguono gli scatti.

12.38 Una quindicina di secondi di margine per Cesare Benedetti (Bora-Hansgrohe), Pelayo Sanchez (Burgos-BH), Mauri Vansevenant (Deceuninck-Quick Step), Arnaud Démare, Olivier Le Gac (Groupama-FDJ) e Dylan Sunderland (Team Qhubeka NextHash).

12.35 Davanti anche il nostro Cesare Benedetti (Bora-hansgrohe).

12.33 Si muove anche Arnaud Démare con i suoi compagni di squadra.

12.31 Velocità subito alta, partono gli scatti.

12.29 CHILOMETRO 0! Si parte!

12.26 Praticamente terminato il tratto di trasferimento. Si va verso il chilometro 0.

12.23 Dopo la caduta di ieri molti problemi fisici per Guillaume Martin, francese della Cofidis secondo in classifica generale.

12.19 Attenzione anche al maltempo. Potrebbe essere una variante importante.

12.16 Ancora qualche chilometro di trasferimento e poi inizierà la corsa.

12.13 158 sono i corridori al via.

12.10 I corridori sono pronti ad affrontare i cinque chilometri di trasferimento prima del via ufficiale.

12.08 Mancano davvero pochi istanti prima del via ufficiale della tappa odierna.

12.05 Uno dei grandi favoriti del giorno, l’attuale leader della classifica dei GPM Romain Bardet:

12.00 Ecco la maglia verde, nonché vincitore della tappa di ieri, Fabio Jakobsen:

11.55 Mentre questa è l’altimetria:

11.51 Ecco a voi la presentazione della tappa odierna:

11.48 La Unquera-Lagos de Covadonga, di 185,8 chilometri, sarà la prima delle due frazioni decisive in ottica classifica generale per quanto riguarda la lotta in salita tra i big di questa edizione della grande corsa a tappe iberica.

11.45 Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della diciassettesima tappa della Vuelta a España 2021.

LA CLASSIFICA GENERALE DELLA VUELTA 2021

GLI AZZURRI CONVOCATI PER GLI EUROPEI 2021 DI TRENTO

La presentazione della tappa odierna – La cronaca della sedicesima frazioneLa tripletta di Fabio JakobsenLe pagelleTutte le classificheIl ritiro forzato di Ciccone 

Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della diciassettesima tappa della Vuelta a España 2021. La Unquera-Lagos de Covadonga, di 185,8 chilometri, sarà la prima delle due frazioni decisive in ottica classifica generale per quanto riguarda la lotta in salita tra i big di questa edizione della grande corsa a tappe iberica.

Sarà una giornata senza un attimo di tregua, contraddistinta da quattro GPM. Il primo, al chilometro 37,3, sarà il terza categoria dell’Altu de Hortigueru con i suoi 5,3 chilometri al 4,7% di pendenza media. Una veloce discesa, seguita da un’altrettanta dolce salita, porterà il gruppo al GPM di prima categoria de La Collada Llomena (km 87,9) con i suoi 7,6 chilometri al 9,3%. Sarà una vera e propria rampa che verrà ripetuta una seconda volta al chilometro 129,6, con tanto di punti bonus. Questo GPM presenta picchi del 14% a metà ascesa.

Qui si farà un’ulteriore e decisiva differenza che verrà incrementata dalla scalata finale verso il traguardo. Quest’ultima verrà anticipata dal traguardo volante di Cangues d’Onis (km 163,5). Ed eccoci dunque arrivati all‘ascesa di Lagos de Covadonga: un GPM di categoria speciale lunga 12,5 chilometri al 6,9%. Al chilometro 6 di ascesa si toccheranno punte del 16%, mentre la parte conclusiva che porta alla vetta presenta un doppio saliscendi. Traguardo in leggera ascesa.

I primissimi candidati del giorno saranno, ovviamente, i tre uomini apparsi più in forma sino a questo momento, e stiamo parlando di Primoz Roglic (Jumbo-Visma), super favorito per una storica tripletta in maglia roja alla Vuelta a España, e la coppia della Movistar formata da Enric Mas e Miguel Angel Lopez, che quest’oggi saranno obbligati ad attaccare. Attenzione peró alla maglia roja in carica Odd Christian Eiking (Intermarché-Wanty-Gobert), la cui lucidità mostrata sinora non andrà minimamente sottovalutata; come del resto quella del secondo della generale Guillaume Martin (Cofidis).

Dietro di loro ci sono Jack Haig (Bahrain Victorius), un corridore sempre temibile, e il duo della Ineos Grenadiers formato da Adam Yates ed Egan Bernal, costretti a recuperare davvero tanto, troppo tempo sul loro terreno preferito, in salita. Tra gli uomini apparsi più in forma ci sono Aleksandr Vlasov (Astana-Premier Tech), David De La Cruz (UAE Team Emirates) e Romain Bardet (Team DSM), attuale maglia pois della classifica dei GPM. Ma attenzione ai nostri azzurri Damiano Caruso (Bahrain Victorius) e Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo).

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE della diciassettesima tappa della Vuelta a España 2021 dalle ore 11.45. Buon divertimento!

Foto: Lapresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online