LIVE Giro delle Fiandre 2021 in DIRETTA: ordine d’arrivo, trionfa Asgreen. 28° Bettiol, Italia comparsa

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DEL GIRO DELLE FIANDRE

L’ORDINE D’ARRIVO DEL GIRO DELLE FIANDRE

KASPER ASGREEN: “MI SENTIVO BENE E MI SONO FIDATO DEL MIO SPRINT”

VIDEO GIRO DELLE FIANDRE: L’ARRIVO ALLO SPRINT TRA ASGREEN E VAN DER POEL

QUANTI SOLDI HA GUADAGNATO KASPER ASGREEN?

VIDEO SPALLATA VERGAERDE A FEDOROV: SQUALIFICATI COL VAR!

16.35 Grazie per averci seguito e buon proseguimento di serata. Un saluto sportivo e buona Pasqua.

16.32 Miglior italiano Alberto Bettiol 28°. Al momento l’Italia è questa, c’è poco da fare.

16.31 L’ordine d’arrivo del Giro delle Fiandre:

1 12 DEN 100 097 437 33 ASGREEN Kasper DQT DECEUNINCK – QUICK-STEP 6:02:12
2 1 NED 100 079 462 03 VAN DER POEL Mathieu AFC ALPECIN-FENIX 0:00:00
3 21 BEL 100 044 513 71 VAN AVERMAET Greg ACT AG2R CITROEN TEAM 0:00:32
4 51 BEL 100 068 235 28 STUYVEN Jasper TFS TREK – SEGAFREDO 0:00:33
5 81 BEL 100 053 912 61 VANMARCKE Sep ISN ISRAEL START-UP NATION 0:00:47
6 31 BEL 100 075 859 86 VAN AERT Wout TJV JUMBO-VISMA 0:00:47
7 6 BEL 100 066 562 04 VERMEERSCH Gianni AFC ALPECIN-FENIX 0:00:47
8 246 FRA 100 075 920 50 TURGIS Anthony TDE TOTAL DIRECT ENERGIE 0:00:47
9 15 FRA 100 075 167 73 SENECHAL Florian DQT DECEUNINCK – QUICK-STEP 0:00:47
10 177 NED 100 068 844 55 VAN BAARLE Dylan IGD INEOS GRENADIERS 0:00:47
11 141 FRA 100 081 980 96 LAPORTE Christophe COF COFIDIS 0:00:47
12 91 BEL 100 077 502 80 BENOOT Tiesj DSM TEAM DSM 0:00:49
13 122 BEL 100 044 976 49 CLAEYS Dimitri TQA TEAM QHUBEKA ASSOS 0:02:15
14 63 GER100 024 164 92 BURGHARDT Marcus BOH BORA – HANSGROHE 0:02:15
15 61 SVK 100 054 603 73 SAGAN Peter BOH BORA – HANSGROHE 0:02:15
16 182 NED 100 069 149 69 VAN POPPEL Danny IWG INTERMARCHÉ – WANTY – GOBERT MATÉRIAUX 0:02:15
17 16 BEL 100 086 228 76 LAMPAERT Yves DQT DECEUNINCK – QUICK-STEP 0:02:15
18 111 NOR100 032 691 83 KRISTOFF Alexander UAD UAE TEAM EMIRATES 0:02:15
19 86 BEL 100 079 141 70 VAN ASBROECK Tom ISN ISRAEL START-UP NATION 0:02:15
20 155 AUS 100 027 114 35 HAUSSLER Heinrich TBV BAHRAIN VICTORIOUS 0:02:15
21 101 AUS 100 062 919 47 MATTHEWS Michael BEX TEAM BIKEEXCHANGE 0:02:15
22 65 GER100 087 226 07 POLITT Nils BOH BORA – HANSGROHE 0:02:15
23 191 ESP 100 086 585 45 GARCIA CORTINA Ivan MOV MOVISTAR TEAM 0:02:15
24 83 FRA 100 098 505 34 HOFSTETTER Hugo ISN ISRAEL START-UP NATION 0:02:15
25 47 BEL 100 064 531 10 WELLENS Tim LTS LOTTO SOUDAL 0:02:15
26 82 BEL 100 086 633 93 BIERMANS Jenthe ISN ISRAEL START-UP NATION 0:02:15
27 126 GER100 454 633 75 WALSCHEID Maximilian Richard TQA TEAM QHUBEKA ASSOS 0:02:15
28 71 ITA 100 086 630 90 BETTIOL Alberto EFN EF EDUCATION – NIPPO 0:02:15

16.30 Gli italiani, purtroppo, non sono mai stati protagonisti. E’ uno dei momenti più difficili della storia del nostro ciclismo. La speranza è che prima o poi il sole possa tornare ad irradiare dopo una lunga e scura notte.

16.29 La top10 del Giro delle Fiandre:

1 ASGREEN Kasper Deceuninck – Quick Step 500 275 0:00:00
2 VAN DER POEL Mathieu Alpecin-Fenix 400 200 ,,
3 VAN AVERMAET Greg AG2R Citroën Team 325 150 ,,
4 STUYVEN Jasper Trek – Segafredo 275 120 ,,
5 VANMARCKE Sep Israel Start-Up Nation 225 100 ,,
6 VAN AERT Wout Team Jumbo-Visma 175 90 ,,
7 VERMEERSCH Gianni Alpecin-Fenix 150 80 ,,
8 SÉNÉCHAL Florian Deceuninck – Quick Step 125 70 ,,
9 TURGIS Anthony Team Total Direct Energie 100 60 ,,
10 VAN BAARLE Dylan INEOS Grenadiers 85 50 ,,

16.28 Asgreen ha regalato alla Danimarca il secondo Giro delle Fiandre della storia. L’ultimo (e fino ad oggi l’unico) a vincerlo era stato Rolf Sorensen nel 1997.

16.27 Non è riuscito a Van der Poel il bis dopo l’edizione 2020.

16.26 Da rimarcare il podio di Van Avermaet a 35 anni. Ha attaccato insieme a Stuyven nel finale, battendo poi allo sprint il connazionale. Un terzo posto prezioso per il campione olimpico.

16.24 L’azione decisiva sul Vecchio Kwaremont. Una progressione allucinante di Van der Poel ha messo fuori gioco Van Aert, ma non un combattivo Asgreen

16.21 Van der Poel, sulla carta, era nettamente più veloce di Asgreen. Ma ha perso! Dopo 254 km contano le energie rimaste nelle gambe. L’olandese sembrava molto sicuro di sé, ma il danese ha rimontato negli ultimi metri. Van der Poel ha scosso la testa e si è praticamente rialzato nel finale.

16.19 Van Avermaet batte Stuyven per il terzo posto a 33″. A 48″ il gruppetto con Van Aert. Finale imprevedibile!

16.19 PAZZESCOOOOOOO!!! Vince Asgreen! Volata di 300 metri, Van der Poel è rimasto avanti fino ai -30 metri, poi si è piantato ed il danese è passato!

16.18 I due contendenti rallentano e fanno un po’ di melina. 500 metri all’arrivo, sempre Van der Poel davanti.

16.18 ULTIMO KM! Van der Poel in testa, Asgreen a ruota. Il danese deve inventarsi qualcosa, perché l’olandese è più veloce.

16.17 37″ di vantaggio per la coppia di testa, ormai è fatta. 1500 metri all’arrivo!

16.16 2 km all’arrivo, ormai Van der Poel si sta già preparando per la volata!

16.16 Attacca Van Avermaet per la terza posizione! Stuyven risponde al connazionale belga!

16.15 Per come si sono messe le cose, Van der Poel è il grande favorito per la vittoria, mentre Van Aert dovrebbe vincere la volata dei battuti e chiudere terzo.

16.14 E’ fatta ormai per la coppia di testa. 27″ di vantaggio a 4 km dall’arrivo.

16.13 Mancano perà appena 5 km all’arrivo, è durissima andare a riprendere Van der Poel ed Asgreen.

16.12 Stuyven e Van Aert si parlano nel gruppetto degli inseguitori.

16.12 Quando è Van der Poel a tirare, i due davanti guadagnano. Se invece è Asgreen a menare le danze, allora da dietro recuperano.

16.11 Attenzione perché non è finita. Recuperano da dietro, solo 20″ di vantaggio per i due di testa!

16.10 7 km al traguardo e 25″ di vantaggio per Asgreen e Van der Poel. Non ci sono più muri da affrontare, è tutta pianura sino all’arrivo.

16.09 Non si può dire che a Van Aert manchi il carattere…Il belga, dopo essere stato ripreso, riparte al contrattacco! Ma è palesemente stanco.

16.08 Ripreso Van Aert! Restano davanti Van der Poel e Asgreen con 27″ sul primo gruppetto inseguitore.

16.07 Il gruppetto di Alaphilippe si sta avvicinando a Van Aert. 10 km al traguardo in questo istante.

16.06 11 km all’arrivo, Asgreen e Van der Poel non possono commettere l’errore di guardarsi…

16.05 Van Aert si è arresto. 21″ di ritardo da Asgreen e Van der Poel. Potrebbe venire ripreso dal gruppetto con Alaphilippe e Turgis, che viaggia a 34″ dalla vetta.

16.05 Non ci sono italiani nelle posizioni di testa. Matteo Trentin ha pagato dazio ad una foratura nel momento decisivo.

16.04 13 km all’arrivo, ormai saranno Asgreen e Van der Poel a giocarsi il Giro delle Fiandre. L’olandese, sulla carta, è più veloce allo sprint.

16.03 Van Aert non ce la fa più, va avanti a zigzag!

16.02 Van der Poel è più brillante, ma Asgreen non perde un metro! Il danese sta superando se stesso pur di rimanere incollato all’olandese!

16.02 Inizia il Paterberg!

16.01 Non si arrende Van Aert, torna a 10″ dalla coppia di testa. Ma c’è ancora il temibile Paterberg da affrontare. 360 metri al 12,9% di pendenza media e massima del 20%!

16.00 15 km all’arrivo. Asgreen e Van der Poel hanno 14″ su Van Aert e 30″ sul gruppetto di cui fanno parte anche Benoot, Van Baarle e Turgis

15.59 CHE CUORE ASGREEN! Il danese ha fatto sfogare Van der Poel, poi è rientrato con il suo passo! Non ce la fa invece Van Aert, staccato ormai di 14″ dalla coppia di testa.

15.58 Anche Alaphilippe in difficoltà.

15.58 Mostruoso Van der Poel! Asgreen prova a reagire, Van Aert è sulle gambe, non va avanti!

15.57 RASOIATA FOLLE DI VAN DER POEL! Li lascia sul posto, pazzesco!

15.56 Dietro si muove ancora uno scatenato Turgis, che si porta a 14″ dal trio di testa. Il francese è la grande rivelazione di giornata. Pidcock non ne ha più e si stacca, così come Teuns.

15.56 Apparentemente Van der Poel pedala quasi senza faticare.

15.55 Van der Poel in testa, sembra una locomotiva. Van Aert se ne sta in terza posizione.

15.53 Momento decisivo, siamo sul Vecchio Kwaremont. 2,2 km al 4% di pendenza media e massima dell’11,6%.

15.52 Alaphilippe, Turgis, Haller e Teuns sono stati ripresi dal gruppetto con Wellens, Picock e Van Baarle. Questi corridori viaggiano a 24″ dal terzetto di testa.

15.50 Il gruppetto Pidcock si trova a 10″ da quello di Alaphilippe, potrebbe avvenire il ricongiungimento. Davanti invece i primi tre sono indiavolati.

15.48 23 km all’arrivo! Prepariamoci ad un finale rovente…

15.47 Questa potrebbe davvero essere la fuga buona. Già 20″ di vantaggio per Van Aert, Van der Poel e Asgreen. Davanti si trovano i due grandissimi favoriti ed un corridore molto in forma come il danese Agreen.

15.46 Sono andati via! Asgreen, Van Aert e Van der Poel. Hanno guadagnato 7″ su Turgis, Alaphilippe, Haller e Teuns. A 36″ il terzo gruppetto di cui fanno parte Pidcock, Wellens e Van Baarle.

15.44 PARTE IN CONTROPIEDE ASGREEN! Rientrano Van Aert e Van der Poel, gli altri non rispondono!

15.44 Pazzesca azione di Turgis! Il francese della Direct Energie si è riportato sui fuggitivi!

15.43 SFORTUNA NERA, NON E’ POSSIBILE! Foratura per Matteo Trentin. Il Giro delle Fiandre dell’italiano finisce qui. Ha anche bestemmiato.

15.41 SCATTA ALAPHILIPPE! Ma non è un attacco deciso, Van Aert chiude con estrema facilità. Si stacca ancora Haller. Da dietro il francese Turgis prova ad evadere dal secondo gruppetto ed a riportarsi sui fuggitivi.

15.41 Si stacca Haller dal gruppetto di testa, poi rientra.

15.40 Siamo sul Kruisberg, 2,5 km al 5% di pendenza media e punta del 9%.

15.39 Torna a salire a 10″ il vantaggio. Van Aert e Van der Poel si stanno spendendo in prima persona, non saltano un cambio. Ma lo stesso va detto anche di Alaphilippe.

15.38 Attenzione perché scende a soli 8″ il vantaggio dei primi sei. Il secondo gruppetto di inseguitori è composto da una ventina di corridori ed è tirato da due uomini della Ineos, uno di questi è Pidcock, l’altro Van Baarle, recente vincitore dell’Attraverso le Fiandre. .

15.37 Davanti abbiamo due belgi (Teuns e Van Aert), un danese (Asgreen), un francese (Alaphilippe), un olandese (Van der Poel) ed un austriaco (Haller). Vantaggio di 15″ sul gruppetto Trentin.

15.36 Alaphilippe sta digrignando i denti. Il campione del mondo non si sta risparmiando con i cambi.

15.35 Sono già stati percorsi 222 km. Ne mancano 32.

15.34 Van der Poel si qui è apparso il più brillante tra gli uomini davanti.

15.33 35 km all’arrivo. Alaphilippe, Van Aert, Van der Poel, Teuns, Haller e Asgreen hanno già 16″ di vantaggio sul gruppetto degli inseguitori, di cui fa parte anche Matteo Trentin. Saranno questi sei a giocarsi il Giro delle Fiandre?

15.32 Sono in sei davanti: due uomini della Deceuninck (Asgreen ed Alaphilippe), due della Bahrain (Haller e Teuns), oltre a Van der Poel e Van Aert che non hanno compagni di squadra.

15.32 Riesce a rientrare anche il belga Teuns.

15.31 Ormai irrimediabilmente staccato Peter Sagan.

15.30 E’ bastata una sgasata da parte dei migliori per andare a riprendere subito Haller.

15.29 ATTACCA ASGREEN! Rispondono benissimo Van der Poel, Van Aert ed Alaphilippe. Vanno via questi quattro!

15.28 Nuovo muro, siamo sul Taaienberg, 6,6% di pendenza media e massima del 15,8%!

15.28 Grandissima azione dell’italiano Trentin, ha dato davvero tutto per chiudere il gap. Intanto Hassler ha già guadagnato 25″ sugli inseguitori.

La startlistI favoritiGli italiani al viaIl percorso

15.27 IL GRUPPETTO DI MATTEO TRENTIN RIENTRA SU QUELLO DI VAN DER POEL, ALAPHILIPPE E VAN AERT!

15.27 Azione potente quella di Haller, sta guadagnando!

15.26 HALLER CI PROVA IN SOLITARIA! L’austriaco della Bahrain Victorious all’attacco!

15.25 TRENTIN EVADE DAL SECONDO GRUPPO E PROVA A RIPORTARSI SUI PRIMI!

15.23 Haller, Turgis, Pidcock, Van Aert, Van der Poel, Alaphilippe, Bissiger e Wellens nel gruppo di testa.

15.21 Fase molto incerta. Sono in nove al comando, tra cui Alaphilippe, Van Aert, Pidcock e Van der Poel. A 8″ un secondo gruppetto di inseguitori con Matteo Trentin.

15.20 RIENTRANO! Sotto la spinta di uno scatenato Van der Poel, sette corridori raggiungono Bissiger ed Alaphilippe! 42 km all’arrivo!

15.20 Alaphilippe riprende Bisseger. Difficoltà per van Aert che non tiene la ruota di van der Poel.

15.19 Sembra essersi ripreso Matteo Trentin che ora segue van der Poel e van Aert!

15.18 Alaphilippe all’attacco!

15.17 Koppenberg per Bisseger che è in solitaria.

15.16 Alpecin-Fenix costretta a tirare il gruppo per van der Poel.

15.15 Alaphilippe e Pidcock con il suo drappello hanno raggiunto i fuggitivi della prima ora.

15.14 van Aert e van der Poel sono stati raggiunti dal gruppone nel quale ci sono anche gli italiani.

15.12 Attacco importante in testa al gruppo: si muove Pidcock. Dietro di lui Senechal, Wellens e Laporte. Arriva anche Alaphilippe, mentre Stuyven, van der Poel e van Aert si guardano.

15.11 Nuovamente van Aert in prima persona a chiudere.

15.10 In difficoltà Bettiol e Trentin che non sembrano averne per giocarsi la vittoria.

15.09 Sempre il campione danese Kasper Asgreen con il campione olandese.

15.08 ANCORA VAN DER POEL!!! SUL PATERERG!

15.07 50 chilometri all’arrivo.

15.06 Stefan Bisseger è rimasto solo al comando, l’elvetico approccia il Paterberg. Attesa per il plotone.

15.05 Velocità altissime: il gruppo si è spezzato, sono circa 30 corridori.

15.04 Van Aert si è accorto del pericolo: si mette in prima persona a tirare il gruppo! Devastante l’azione del belga che recupera van der Poel!

15.03 Primi attacchi davanti! Lampaert si muove, poi è il momento di van der Poel che si trascina dietro Kasper Asgreen!

15.01 Caduta per Kung sul Kwaremont. Davanti ci sono tutti i migliori: in casa Italia Colbrelli, Trentin e Bettiol.

14.59 Davanti Bisseger attacca. In difficoltà tanti tra gli attaccanti della prima ora.

14.58 A breve dovrebbe terminare la fuga iniziale. Siamo sul Kwaremont!

14.57 Altra caduta: a terra circa cinque corridori. Si sono dovuti fermare tutti in coda al gruppo.

14.56 Velocità mostruosa in gruppo, ora inizia il vero spettacolo.

14.55 Posizioni nella coda del gruppo per Kristoff e Alaphilippe.

14.53 Ora momento fondamentale: Vecchio Kwaremont e Paterberg.

14.51 Sempre nelle prime posizioni del gruppo il nostro Sonny Colbrelli.

14.49 Rientra in gruppo Alaphilippe. Tante energie sprecate per il campione del mondo.

14.48 Kristoff è rimasto staccato dopo la caduta.

14.46 Due uomini della Alpecin-Fenix sono rimasti a terra.

14.44 Caduta generale in gruppo, si è distrutto il plotone. Anche Julian Alaphilippe dietro.

14.41 Prosegue l’azione dei fuggitivi. Da dietro Kragh Andersen è sotto i 2′ di ritardo, invece il gruppo a 2’30”.

14.39 Ora si muovono corridori di livello: attacca Soren Kragh Andersen!

14.37 Ora velocità altissima per la Jumbo-Visma, gruppo allungato. Oltre 60km/h.

14.35 Il prossimo è l’undicesimo muro: Kanarieberg.

14.33 Ora è una fase di stallo in gruppo, ma è la quiete prima della tempesta.

14.31 Sempre molto attivo in testa al gruppo Matteo Trentin: l’Italia punta sul capitano della UAE Emirates.

14.29 Bruttissima caduta per Nils Eekhoff (Team DSM).

14.28 Al comando restano Jelle Wallays (Cofidis), Stefan Bissegger (Ef Education Nippo), Fabio Van den Bossche (Sport Vlaanderen), Mathijs Paaschens (Bingoal WB), Mathias Jorgensen (Team Movistar), Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana Premier Tech).

14.26 Nel frattempo è scattato anche il Giro delle Fiandre a livello femminile.

14.24 Scende ancora il vantaggio dei fuggitivi: 3′ a 80 km dall’arrivo.

14.22 Prossimo muro il Berg Ten Houte.

14.20 Scatenato Davide Ballerini: una volta ripreso va nuovamente all’attacco il lombardo.

14.19 Il drappello di Ballerini è stato raggiunto.

14.18 4′ di vantaggio per i fuggitivi sul gruppo a 85 chilometri dal traguardo.

14.17 Davanti ci sono sempre Jelle Wallays (Cofidis), Stefan Bissegger (Ef Education Nippo), Fabio Van den Bossche (Sport Vlaanderen), Mathijs Paaschens (Bingoal WB), Mathias Jorgensen (Team Movistar), Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana Premier Tech).

14.16 Gruppo allungatissimo, in tanti in difficoltà. Rientra Barguil.

14.14 Crisi per Mads Pedersen che si arrende.

14.13 Si è formato un drappello di una decina di uomini che è uscito dal gruppo: c’è Ballerini.

14.12 Difficoltà per l’ex campione del mondo Mads Pedersen.

14.11 Attacchi in gruppo! Si muovono Geniets e Ballerini!

14.09 Deceuninck Quick-Step che sembra essere intenzionata ad attaccare.

14.08 Problema meccanico per Warren Barguil (Team Arkéa Samsic).

14.07 Velocità altissima per il plotone: 5′ di vantaggio per i fuggitivi.

14.05 Il gruppo sta affrontando il Marlbouroughstraat, mentre i fuggitivi sono sul Berendries.

14.03 Davide Ballerini ad aumentare il ritmo per la Deceuninck Quick-Step.

14.02 Velocità altissima nel plotone: c’è anche Kung davanti.

14.00 Asgreen accelera in testa al gruppo, ma i favoriti rispondono presente. Anche Trentin tra i primissimi.

13.59 I favoriti, ora, sono tutti in testa al gruppo. Tira la Deceuninck-Quick Step.

13.58 I fuggitivi stanno iniziano Marlboroughstraat.

13.56 Colbrelli e Laporte stanno ambedue rientrando in gruppo.

13.54 Il vantaggio dei battistrada è prossimo a scendere sotto i sette minuti quando stiamo per entrare negli ultimi 100 chilometri.

13.51 Foratura anche per Sonny Colbrelli. Intanto i fuggitivi iniziano il Molenberg.

13.50 Ricordiamo i nomi dei sette fuggitivi: Stefan Bissegger (EF Education-Nippo), Jelle Wallays (Cofidis), Mathias Norsgaard (Movistar), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwls Sauces), Fabio Van Den Bossche (Sport Vlaanderen-Baloise), Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana Pro Team).

13.49 Problema meccanico per il secondo classificato della Dwars door Vlaanderen Cristophe Laporte.

13.48 Giacomo Nizzolo è in coda al gruppo.

13.47 Niente rientro per Schaer che viene squalificato per aver lanciato una borraccia.

13.45 Intanto Schaer sta facendo un grande numero e si sta avvicinando alla coda del gruppo.

13.44 Il gruppo è sul Wolvenberg. Nelle prime posizioni vediamo anche Peter Sagan.

13.43 Siamo entrati negli ultimi 110 chilometri. Grande lavoro, in testa al gruppo, della Deceuninck-Quick Step ora.

13.42 Burghardt sta cambiando la ruota. Per lui la corsa rischia di finire qua.

13.41 Problemi meccanici per Politt e Burghardt sull’Eikenberg. Il primo sta rientrando in gruppo senza problemi.

13.40 Problemino per Tom Pidcock che, sul muro, era finito sul prato.

13.39 Anche il gruppo è sull’Eikenberg. Il vantaggio dei fuggitivi scende sotto gli otto minuti.

13.36 I fuggitivi stanno iniziano il Wolvenberg.

13.34 Foratura per il decimo classificato dell’E3 di Harelbeke Marco Haller.

13.33 Scende a 8’45” il vantaggio dei fuggitivi. 115 chilometri al traguardo.

13.32 Problema al cambio per Schaer dell’Ag2r sul Kortekeer.

13.31 Intanto i fuggitivi hanno iniziato l’Eikenberg.

13.29 Inizia il Kortekeer per il gruppo. Alpecin-Fenix, Jumbo-Visma e Deceuninck-Quick Step in testa al gruppo.

13.27 Scende sotto i nove minuti il vantaggio dei sette al comando. Ricordiamo i nomi dei fuggitivi: Stefan Bissegger (EF Education-Nippo), Jelle Wallays (Cofidis), Mathias Norsgaard (Movistar), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwls Sauces), Fabio Van Den Bossche (Sport Vlaanderen-Baloise), Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana Pro Team).

13.25 La strada, suk Kortekeer, è strettissima, per cui nessuno può permettersi di rimanere nelle posizioni di coda.

13.23 C’è nuovamente bagarre in gruppo, tutti vogliono prendere i muri davanti. Per la prima volta, ora, si fa vedere nelle prime posizioni anche Mathieu van der Poel.

13.21 I fuggitivi stanno per iniziare il Kortekeer. Il Fiandre entra nel vivo.

13.20 Mancano 124 chilometri al traguardo.

13.17 Il gruppo ha superato l’Oude Kwaremont. 9’50” il vantaggio dei fuggitivi.

13.15 Lavora la UAE Team Emirates sul Kwaremont e il vantaggio dei battistrada scende sotto i 10′.

13.12 Scende a 10’12” il vantaggio dei fuggitivi. Il gruppo inizia l’Oude Kwaremont.

13.09 C’è lotta per le posizioni in gruppo in vista dell’Oude Kwaremont.

13.06 I fuggitivi hanno completato ora la scalata del Oude Kwaremont, 10’55” di margine per loro sul gruppo.

13.02 I fuggitivi stanno affrontando l’Oude Kwaremont per la prima volta.

13.00 Piccolo problema per il vincitore della Milano-Sanremo Jasper Stuyven, il quale sta rientrando, ora, in gruppo.

12.56 Ricordiamo i nomi dei sette corridori in fuga: Stefan Bissegger (EF Education-Nippo), Jelle Wallays (Cofidis), Mathias Norsgaard (Movistar), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwls Sauces), Fabio Van Den Bossche (Sport Vlaanderen-Baloise), Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana Pro Team).

12.52 In gruppo lavorano Edoardo Affini (Jumbo-Visma) e Tim Declercq (Deceuninck-Quick Step).

12.49 Il gruppo prosegue ad andatura tranquilla.

12.44 I fuggitivi hanno 12′ sul gruppo.

12.40 Siamo entrati negli ultimi 150 chilometri.

12.37 Peter Sagan e Julian Alaphilippe chiacchierano in testa al gruppo. Gli altri favoriti, invece, resta più coperti.

12.34 Ricordiamo i nomi dei sette corridori in fuga: Stefan Bissegger (EF Education-Nippo), Jelle Wallays (Cofidis), Mathias Norsgaard (Movistar), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwls Sauces), Fabio Van Den Bossche (Sport Vlaanderen-Baloise), Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana Pro Team).

12.30 C’è fermento nel plotone: è bastato un tratto di pavé a trascinare squadre di rilievo in testa al gruppo per fare l’andatura.

12.28 Foratura per Sep Vanmarke (Israel Start-Up Nation) che sta attendendo l’arrivo dell’ammiraglia.

12.26 Attiva adesso la Deceunick Quick-Step con Tim Declerq, Kasper Asgreen e Davide Ballerini. Anche la Bora-Hansgrohe di Peter Sagan si fa vedere.

12.24 Alaphilippe, per non correre rischi nel tratto di pavé, si mette nelle prime posizioni del gruppo, coperto dai compagni di squadra.

12.22 Situazione ancora tranquilla in corsa quando lo spettro dei muri comincia ad avvicinarsi.

12.19 Aumentano gli uomini della Jumbo-Visma in testa al gruppo per cominciare seriamente l’inseguimento nei confronti della fuga.

12.16 Sfortunato Laengen (UAE Team Emirates). Al norvegese è saltata la sella insieme al misuratore di potenza nel tratto di pavé.

12.12 I fuggitivi sono ormai ad un passo dai primi due settori di lastricato.

12.10 Ricordiamo i sette uomini che dal chilometro 20 comandano la corsa: Stefan Bissegger (EF Education-Nippo), Jelle Wallays (Cofidis), Mathias Norsgaard (Movistar), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwls Sauces), Fabio Van Den Bossche (Sport Vlaanderen-Baloise), Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana Pro Team).

12.08 Continua il torpore nel gruppo: addirittura il ritardo dai sette battistrada sfiora i 12 minuti.

12.06 Questi i campioni nazionali alla partenza quest’oggi:

1 VAN DER POEL Mathieu Olanda
2 DE BONDT Dries Belgio
3 KÜNG Stefan Svizzera
4 ASGREEN Kasper Danimarca
5 NIZZOLO Giacomo Italia
6 GENIETS Kevin Lussemburgo
7 BYSTRØM Sven Erik Norvegia

12.04 Termina il lavoro di Edoardo Affini e torna ad esserci anarchia nel gruppo: 11’10” il vantaggio dei fuggitivi che ricomincia ad impennarsi.

12.02 75 chilometri percorsi fino a questo momento. Ne mancano 175 al termine.

12.00 Sonny Colbrelli si trova nelle prime posizioni del gruppo ben coperto dai suoi compagni di squadra. Il corridore lombardo è in grado di tenere botta anche sui muri ed è dotato di uno spunto veloce. La condizione sembra buona e oggi proverà a candidarsi come uno dei protagonisti.

11.57 Un’istantanea dei sette uomini che comandano la corsa:

11.54 Ormai è da una mezz’oretta che Edoardo Affini si trova in testa il gruppo. Da quando il giovane azzurro si è messo in testa al plotone, il distacco dalla fuga è rimasto nell’ordine dei dieci minuti.

11.52 Mancano invece 30 chilometri all’attacco del primo muro di giornata, il Katteberg.

11.49 Tra una ventina di chilometri verranno affrontati i primi due settori di pavé.

11.46 Questi i muri di giornata e il punto della corsa in cui verranno affrontati:

102 Katteberg
121 Oude Kwaremont
132 Kortekeer
140 Eikenberg
142 Wolvenberg
152 Molenberg
156 Marlboroughstraat
160 Berendries
166 Valkenberg
178 Berg Ten Houte
184 Kanarieberg
200 Oude Kwaremont
203 Paterberg
210 Koppenberg
218 Taaienberg
218 Steenbeekdries
228 Kruisberg/Hotond
238 Oude Kwaremont
241 Paterberg

11.41 Mathieu Van der Poel si è sfilato dal gruppo per un bisogno fisiologico ed è assistito da un compagno di squadra per rientrare velocemente nel plotone.

11.38 Ricordiamo la composizione del drappello al comando: Stefan Bissegger (EF Education-Nippo), Jelle Wallays (Cofidis), Mathias Norsgaard (Movistar), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwls Sauces), Fabio Van Den Bossche (Sport Vlaanderen-Baloise), Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana Pro Team).

11.36 Il gruppo è guidato da diversi chilometri da Edoardo Affini (Jumbo-Visma) che sta tenendo il distacco dai fuggitivi stabile sui 10’15”.

11.31 Questi i corridori al via che hanno vinto il 4 aprile nella loro carriera:

2015 KÜNG Stefan Volta Limburg Classic
2014 COQUARD Bryan Route Adélie de Vitré
2014 GOGL Michael Grand Prix of Sochi – Stage 4
2012 DURBRIDGE Luke Circuit cycliste Sarthe – Pays de la Loire – Stage 3 (ITT)
2010 THEUNS Edward Le Triptyque des Monts et Châteaux – Stage 4

11.29 200 chilometri al termine dell’edizione 2021 del Giro delle Fiandre. Ancora il primo muro dista una cinquantina di chilometri.

11.26 47,5 chilometri percorsi dai battistrada nella prima ora di corsa.

11.23 Otto Vergaerde (Alpecin-Fenix) e Yevgeniy Fedorov (Astana Pro Team) sono stati entrambi squalificati per la bruttissima scena che abbiamo citato in precedenza. Il belga continua a non capacitarsi della sua scorrettezza continuando a protestare nei confronti del direttore sportivo dell’Astana e della direzione corsa.

11.19 Questi i corridori al via che hanno raccolto più vittorie in stagione:

1 VAN DER POEL Mathieu 4
2 GIBBONS Ryan 3
3 BALLERINI Davide 3
4 VAN AERT Wout 3
5 WELLENS Tim 2
6 NIZZOLO Giacomo 1
7 VAN BAARLE Dylan 1
8 BISSEGGER Stefan 1
9 DUPONT Timothy 1
10 LAPORTE Christophe 1
11 HAYTER Ethan 1
12 ALAPHILIPPE Julian 1
13 STUYVEN Jasper 1
14 PEDERSEN Mads 1
15 SAGAN Peter 1

11.16 Ancora non ci sono notizie su possibili sanzioni al corridore della Alpecin-Fenix che aveva in precedenza volontariamente sbandato verso un corridore dell’Astana.

11.13 Dopo le tensioni iniziali, il clima è molto disteso nel plotone. I corridori scambiano diverse chiacchiere fra di loro e il ritmo è piuttosto blando.

11.10 Bella immagine per Greg Van Avermaet che si avvantaggia dal gruppo per accostarsi a bordo strada a salutare la famiglia. Segnale evidente di quanto il belga tenga a questa corsa, sotto gli occhi della moglie e dei figli.

11.05 Superati i primi 35 chilometri di corsa. Ne mancano 215 alla conclusione.

11.01 Rientrano anche Denz e Houle sui cinque iniziali battistrada. Questi i corridori che compongono quindi la fuga: Stefan Bissegger (EF Education-Nippo), Jelle Wallays (Cofidis), Mathias Norsgaard (Movistar), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwls Sauces), Fabio Van Den Bossche (Sport Vlaanderen-Baloise), Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana Pro Team).

10.59 Il gruppo sta andando a spasso: ormai il plotone perde un minuto al chilometro. 5’30” il ritardo.

10.56 I fuggitivi, vedendo il vantaggio costantemente aumentare, stanno rallentando l’andatura per far rientrare Houle e Denz. Sicuramente meglio procedere in sette piuttosto che in cinque per aumentare il rapporto di collaborazione.

10.53 Il plotone adesso se la sta prendendo comoda e si è fermato per una pausa fisiologica.

10.50 Il vantaggio del gruppo sui più immediati inseguitori si aggira ai 45 secondi, 1’45” invece il margine sul gruppo.

10.48 Qualche problema per Laengen (UAE Team Emirates) e Michael Schar (AG2R Citroen Team). Entrambi costretti al cambio di bici.

10.46 Correzione da parte di radio corsa: gli inseguitori sono Nico Denz (Team DSM) e Hugo Houle (Astana Pro Team).

10.44 Due corridori si sono lanciati all’inseguimento dei cinque al comando: si tratta di Nils Eekhoff (Team DSM) e Yevgeniy Gidich (Astana Pro Team).

10.42 Ancora una volta in fuga lo svizzero Bissegger, già protagonista domenica scorsa alla Gand-Wevelgem. L’elvetico è partito bene quest’anno vincendo una cronometro alla Parigi-Nizza e giungendo secondo dietro a Filippo Ganna all’UAE Tour sempre contro il tempo.

10.40 Questa la composizione del drappello al comando: Stefan Bissegger (EF Education-Nippo), Jelle Wallays (Cofidis), Mathias Norsgaard (Movistar), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwls Sauces), Fabio Van Den Bossche (Sport Vlaanderen-Baloise).

10.37 Tensione nel plotone con un corridore della Alpecin-Fenix che collide volontariamente un uomo dell’Astana. Atmosfera vibrante sin dalle prime battute.

10.35 Ancora un po’ di fermento nel gruppo. Probabilmente qualche altra squadra voleva entrare nella fuga odierna.

10.33 Arrivano i Deceunick Quick-Step ad anestetizzare il gruppo. La fuga riesce quindi a prendere il sopravvento.

10.31 Sembrano finalmente essersi sganciati cinque uomini dal gruppo. Altri tre corridori all’inseguimento.

10.29 Adesso è un uomo della EF Education Nippo a tentare un allungo.

10.27 La fuga non riesce a decollare, il gruppo è molto allungato e l’andatura continua ad essere estremamente sostenuta.

10.25 Presente al via, insieme a Matteo Trentin, Alexander Kristoff. Il norvegese ha vinto nel 2015 e si è piazzato per sette volte nei primi cinque in questa corsa. Il feeling col il corridore italiano è ottimo, di conseguenza possono essere buone le possibilità per la UAE Team Emirates.

10.23 Andatura sostenuta fin dall’inizio: c’è tensione nel plotone, in tanti vogliono andare in fuga.

10.21 Cominciano già i primi movimenti in gruppo con un rappresentante della Sport Vlaanderen-Baloise che prova a far esplodere la miccia.

10.18 CHILOMETRO ZERO! VIA UFFICIALE DELLA 105° EDIZIONE DEL GIRO DELLE FIANDRE!

10.17 La Deceunick Quick-Step punta forte al Giro delle Fiandre. La storia ci insegna che la squadra di Patrick Lefevre in questa corsa si trasforma. Oggi la formazione belga dovrà rinunciare ad una pedina importante come Zdenek Stybar a causa di un’ablazione cardiaca.

10.14 Qualche problemino anche per Sep Vanmarke (Israel Start-Up Nation) che si è accostato alla sua ammiraglia.

10.12 Lo start ufficiale è previsto alle 10.18.

10.09 Qualche problema per Kasper Asgreen (Deceunick Quick-Step) lungo il tratto di trasferimento. Probabilmente un salto di catena per il campione nazionale danese.

10.07 Temperature tipiche fiamminghe: cinque gradi con cielo nuvoloso e possibilità di pioggia lungo il percorso.

10.04 Sarà un Fiandre diverso dal solito: per la terza volta nella storia si correrà a porte chiuse, in lockdown totale. Era successo altre due volte: nel 1915 e nel 1916, durante la Prima Guerra Mondiale.

10.02 COLPO DI PISTOLA! COMINCIA IL GIRO DELLE FIANDRE 2021! BUON DIVERTIMENTO!

10.00 I corridori sono pronti a partire da Anversa.

9.58 Percorso che sarà estremamente selettivo come di consueto: i primi 100 chilometri non presenteranno difficoltà altimetriche e saranno pressoché pianeggianti. La prima asperità di giornata sarà il Katterberg dopo 104 chilometri e poco dopo i corridori affronteranno per la prima volta il Vecchio Kwaremont. Poco dopo si comincerà a fare sul serio: sono previsti nove muri nel giro di 50 chilometri. Primo trittico con Kortekeer, Eikenberg e Wolvenberg a creare la prima sensazione di fatica, poi Moleberg, Marbourghstraat, Berendries e Valkenberg a ravvivare il Fiandre verso la zona calda. Uno degli strappi più impegnativi sarà quello di Ten Houte: un chilometro di pavé con pendenze che arrivano intorno al 20%. Seguirà il Kanarieberg prima di affrontare nuovamente il Vecchio Kwaremont a poco più di 50 chilometri dal traguardo. Poco dopo toccherà al Paterberg, 370 metri al 20% che si preannunciano scoppiettanti. Ma c’è ancora da salire e lottare perché arriverà il Koppenberg – punte del 22% – prima di un altro trittico di rispetto con Steenbeekdries, Taaienberg e Kruisberg. E se a questo punto i pretendenti saranno ancora tanti per la vittoria, a decidere la corsa sarà la coppia finale composta ancora da Kwaremont e Paterberg a circa 13 chilometri dal traguardo. Infine i corridori veleggeranno verso Oudenaarde finalmente con qualche chilometro di respiro.

9.54 Un fattore nella corsa di oggi potrebbe essere rappresentato dal ritorno della Trek-Segafredo. La formazione americana, assente domenica scorsa e presente con soli cinque uomini mercoledì, torna al completo e potrà contare su corridori del calibro di Jasper Stuyven, vincitore dell’ultima Milano-Sanremo, Mads Pedersen, campione del mondo 2019 e Quinn Simmons, brillante nelle prime uscite stagionali.

9.50 La pattuglia italiana si presenta al via con delle ambizioni: l’ottima Gand-Wevelgem di Giacomo Nizzolo, Matteo Trentin e Sonny Colbrelli fa ben sperare. Questi tre corridori possono dire la loro quest’oggi, in particolare il corridore trentino che ha puntato il mirino proprio sul Giro delle Fiandre. Vedremo se riuscirà a farsi vedere anche Alberto Bettiol: il toscano, vincitore due anni fa, non è in grandi condizioni di forma ma vuole stupire.

9.45 Quest’oggi sono al via ben cinque vincitori delle ultime sei edizioni: Mathieu Van der Poel, Alberto Bettiol, Niki Terpstra, Peter Sagan e Alexander Kristoff. Assente solo Philippe Gilbert che ancora paga la caduta patita al Tour de France dello scorso anno.

9.42 La partenza dei corridori da Anversa è prevista per le ore 10.00.

9.39 Lo scorso anno furono proprio Van Aert e Van der Poel a giocarsi il vittoria: allora fu l’olandese a spuntarla in volata. Fu messo fuori gioco invece Alaphilippe che fu vittima di una caduta innescata da una sciagurata moto dell’organizzazione.

9.36 Non c’è grande incertezza su quali saranno i protagonisti principali in questa stagione: i “big 3” Julian Alaphilippe, Wout Van Aert e Mathieu Van der Poel sembrano una spanna sopra agli altri e vorranno giocarsi questo prestigioso successo.

9.32 Buongiorno amici di OA Sport e buona Pasqua a tutti. Benvenuti alla DIRETTA LIVE della 105° edizione del Giro delle Fiandre, seconda classica monumento del 2021 dopo la Milano-Sanremo.

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della 105° edizione del Giro delle Fiandre, seconda classica monumento della stagione dopo la Milano-Sanremo. La prestigiosissima classica belga si snoda da Anversa a Oudenaarde per un totale di oltre 254 chilometri fra muri, pavé e tante insidie tipiche della conformazione del territorio fiammingo.

I primi 100 chilometri non presentano difficoltà altimetriche e saranno pianeggianti. La prima asperità di giornata sarà il Katterberg dopo 104 chilometri e poco dopo i corridori affronteranno per la prima volta il Vecchio Kwaremont. Poco dopo si comincerà a fare sul serio: sono previsti nove muri nel giro di 50 chilometri. Primo trittico con Kortekeer, Eikenberg e Wolvenberg a creare la prima sensazione di fatica, poi Moleberg, Marbourghstraat, Berendries e Valkenberg a ravvivare il Fiandre verso la zona calda. Uno degli strappi più impegnativi sarà quello di Ten Houte: un chilometro di pavé con pendenze che arrivano intorno al 20%. Seguirà il Kanarieberg prima di affrontare nuovamente il Vecchio Kwaremont a poco più di 50 chilometri dal traguardo. Poco dopo toccherà al Paterberg, 370 metri al 20% che si preannunciano scoppiettanti. Ma c’è ancora da salire e lottare perché arriverà il Koppenberg – punte del 22% – prima di un altro trittico di rispetto con Steenbeekdries, Taaienberg e Kruisberg. E se a questo punto i pretendenti saranno ancora tanti per la vittoria, a decidere la corsa sarà la coppia finale composta ancora da Kwaremont e Paterberg a circa 13 chilometri dal traguardo. Infine i corridori veleggeranno verso Oudenaarde finalmente con qualche chilometro di respiro.

Il favorito numero uno per la vittoria finale è Wout Van Aert. Il crossista belga, che l’anno scorso ha ceduto al fotofinish al rivale di sempre Mathieu Van der Poel. Il corridore della Jumbo-Visma ha graffiato domenica scorsa alla Gand-Wevelgem e, rispetto ai diretti avversari, può contare su uno spunto veloce allo sprint preziosissimo soprattutto in una corsa a lungo chilometraggio. Il vincitore della Milano-Sanremo 2020 può inoltre contare su un uomo di fiducia come Nathan Van Hooydonck, apparso estremamente brillante alla Gand-Wevelgem. Il rivale principale, neanche a dirlo, è il solito Mathieu Van der Poel. Il campione olandese, dopo una grande Tirreno-Adriatico, appare in leggero calo, accentuato dalla giornata negativa in cui è incappato mercoledì alla Dwars door Vlaanderen. La caratura di questo corridore è però indiscutibile e chissà che non possa piazzare un’altra zampata ad Oudenaarde. Il terzo grande favorito è Julian Alaphilippe. Il campione del mondo si è risparmiato mercoledì, ma quest’oggi troverà un percorso molto adatto alle sue caratteristiche. L’anno scorso finì per essere messo fuori causa per la vittoria dopo la caduta provocata da una moto dell’organizzazione, quest’anno LouLou vorrà riprendersi ciò che il destino gli ha tolto. I compagni di squadra di alto livello non mancheranno: la maglia iridata potrà contare su Yves Lampaert, Kasper Agreen e sul nostro Davide Ballerini, al quale ci auguriamo verrà lasciato un minimo di libertà d’azione. Arriva da outsider Peter Sagan. Il fuoriclasse slovacco della Bora-Hansgrohe sta salendo di colpi come dimostra il quarto posto alla Milano-Sanremo e la vittoria di tappa alla Volta a Catalunya. Il tre volte campione del mondo ha già trionfato nel 2016 e sa come si preparano questo tipo di appuntamento. Sono apparsi brillanti ultimamente il campione olimpico Greg Van Avermaet (AG2R Citroen), Dylan Van Baarle (INEOS Grenadiers), vincitore alla Dwars door Vlaanderen, Christophe Laporte (Cofidis) e Jasper Stuyven (Trek-Segafredo).

Per quanto riguarda gli italiani, occhi puntati su Matteo Trentin (UAE Team Emirates). Il corridore trentino ha puntato in maniera particolare questa corsa e ha tutte le carte in regola per fare bene. Anche Giacomo Nizzolo (Qhubeka-ASSOS) e Sonny Colbrelli (Bahrain-Victorious) puntano a far bene. Entrambi hanno tenuto bene sui muri alla Gand-Wevelgem e se la gara sarà coperta, potranno giocarsi le loro possibilità. Capitolo a parte per Alberto Bettiol: il toscano, vincitore due anni fa, si presenta lontano dalla condizione migliore. Tuttavia l’aria fiamminga potrebbe riaccendere nell’alfiere della EF le sensazioni del passato.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE integrale del Giro delle Fiandre 2021 per non perdersi neanche un respiro, neanche una pedalata della celebre classica belga. La partenza è prevista per le ore 10.00, l’arrivo intorno alle 16.30. Ci collegheremo alle 9.30 circa per introdurre al meglio la corsa.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Quanti soldi ha guadagnato Kasper Asgreen vincendo il Giro delle Fiandre 2021? Montepremi bassissimo

VIDEO Michael Schaer squalificato per lancio di boraccia! Asgreen e van der Poel non puniti al Giro delle Fiandre. Il motivo