Show Player

LIVE Giro d’Italia 2019, Valdaora-Santa Maria di Sala in DIRETTA: doccia fredda per gli sprinter, Damiano Cima trionfa dopo una fuga infinita!



CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLA DICIANNOVESIMA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA 2019 TREVISO-SAN MARTINO DI CASTROZZA DALLE 12.00

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE DELLA DICIOTTESIMA TAPPA

Loading...
Loading...

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

LA CLASSIFICA GENERALE DOPO LA DICIOTTESIMA TAPPA

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

TUTTE LE CLASSIFICHE AGGIORNATE: PUNTI, GPM E MIGLIOR GIOVANE

LE DICHIARAZIONI DI DAMIANO CIMA: “IL SOGNO DI OGNI ITALIANO”

17.18 Invariata la classifica generale. Richard Carapaz resta in maglia rosa con 1’54” su Vincenzo Nibali. Da domani a domenica si deciderà tutto: non è finita, amici di OA Sport. Noi ci crediamo ancora: e voi? Grazie per averci seguito, appuntamento nelle prossime ore con approfondimenti, analisi, dichiarazioni, pagelle, la Fagianata di Riccardo Magrini e tanto altro! Un saluto sportivo!

17.16 Gibbons e Senechal nella top-5. Démare è addirittura ottavo, tantissimi punti persi.

17.14 Non dovrebbe essere ovviamente cambiato nulla in classifica generale.

17.11 Dietro a Cima dovrebbero essere arrivati Ackermann e Consonni, con Démare lontano. Per il francese scappa via al momento la Maglia Ciclamino.

17.09 Che gioia per la Nippo Vini Fantini che da Wild Card si prende un successo di spessore incredibile in questa Corsa Rosa!!!

17.08 È successo l’incredibile nell’ultimo chilometro: i fuggitivi sembravano essere preda del gruppo, Denz ha provato ad anticipare con Maestri alla ruota, il contrattacco di Cima è stato però splendido. Il corridore azzurro ha dato tutto negli ultimi 300 metri beffando Ackermann che rimontava a tripla velocità.

17.08 Clamoroso!!!! DAMIANO CIMAAAA!!!! Denz ha provato ad anticipare Maestri, Cima è riuscito a gestirsi beffando il gruppo in rimonta a velocità supersonica!!!

17.07 Ultimo chilometro: il plotone sta rimontando.

17.06 Ci credono i fuggitivi!! 25” all’arrivo, siamo quasi all’ultimo chilometro.

17.05 Il plotone però sembra essersi rialzato, 2 km e 30”. Dovrebbero arrivare i fuggitivi.

17.04 A 3 chilometri dall’arrivo prova a muoversi Denz, raggiunto da Maestri. Finito l’accordo tra i fuggitivi.

17.03 Fa tantissima fatica Damiano Cima, sulla carta sarebbe il più veloce tra gli uomini al comando, ma la gamba ora non è al top.

17.02 Denz è colui che sembra essere davvero in formissima davanti, 5 chilometri al traguardo.

17.01 6 chilometri all’arrivo, solo due uomini a dettare l’andatura. 50” di vantaggio.

17.00 7 chilometri all’arrivo per i fuggitivi che ci credono sicuramente. Si può sognare in grande.

16.59 Il gruppo sembra addirittura rialzarsi. Vantaggio che ora è sceso sotto il minuto.

16.58 8 chilometri all’arrivo, fanno fatica i due italiani. Il vantaggio comunque è superiore al minuto. Dovrebbero arrivare.

16.56 Qualcuno dei corridori al comando dell’inseguimento si rialza, 9 chilometri all’arrivo. Sarà difficilissimo per il gruppo rientrare.

16.55 10 chilometri all’arrivo, 1’10” il vantaggio dei fuggitivi.

16.54 11 chilometri al traguardo, 1’20” di vantaggio per i fuggitivi. Si possono permettere di perdere 10” al chilometro. Sarà difficilissimo andarli a riprendere.

16.53 Ora sta scendendo nettamente il margine, il plotone ha guadagnato una trentina di secondi in un paio di chilometri.

16.52 Denz sembra essere il più in forma tra i tre fuggitivi, l’Italia ovviamente spera in Maestri e Cima.

16.51 Prosegue l’accordo tra i tre: stanno andando davvero fortissimo e potrebbero beffare il plotone.

16.50 15 chilometri al traguardo, 2′ di vantaggio. La battaglia continua, gruppo ora in rimonta a velocità altissime.

16.49 Cima passa in testa al traguardo intermedio davanti a Denz e Maestri. 16 chilometri all’arrivo.

16.47 Ricordiamo i nomi dei tre coraggiosi che oggi possono provare ad arrivare: Nico Denz (Ag2r La Mondiale), Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Damiano Cima (Nippo-Fantini-Faizanè).

16.46 18 chilometri all’arrivo, guadagna altri 10” il gruppo. Sarà davvero una gran bella sfida quella tra il plotone e gli attaccanti.

16.44 Doppia fila per il plotone: ora velocità altissima, tantissima fatica per i fuggitivi che devono gestire un margine di 2’30”.

16.42 20 chilometri all’arrivo, 2’40” di vantaggio. Non sarà facile per il plotone rimontare.

16.40 Bora-hansgrohe a tutta in testa al gruppo. Dimension Data e Deceunick che provano a dare il proprio apporto.

16.39 Da segnalare che la FDJ non è davanti a tirare perché l’obiettivo di Arnaud Démare è quello di conservare la Maglia Ciclamino, dunque fondamentale sarebbe ridurre i possibili punti da guadagnare in volata.

16.37 A questo punto da tifosi italiani si potrebbe sperare nell’arrivo della fuga: due giovani attaccanti come Mirco Maestri e Damiano Cima meriterebbero di giocarsi il successo di tappa.

16.35 Vantaggio che è sceso a 3’20”, ma i tre passistoni davanti stanno continuando ad andare fortissimo.

16.33 C’è bisogno del supporto di qualche altra squadra per poter riprendere gli attaccanti, al momento il trend è favorevole alla fuga.

16.31 30 chilometri all’arrivo, vantaggio di 3’40” per i fuggitivi.

16.30 Che rischio per Maestri: in una curva il corridore della Bardiani ha dovuto frenare all’ultimo secondo per evitare di colpire Denz.

16.28 A tutta il gruppo: scende sotto i 4′ il margine dei tre attaccanti.

16.26 Da sottolineare però l’ottimo impegno dei tre fuggitivi che al momento stanno viaggiando ad una velocità simile a quella del gruppo, oltre i 50 km/h.

16.24 Ora arriva anche un uomo della Deceunick Quick-Step ad aiutare in testa al gruppo, 35 chilometri all’arrivo.

16.22 Stanno aumentando le possibilità da parte dei fuggitivi di arrivare. Vantaggio che comunque resta sui 4′.

16.20 È davvero aumentata molto l’andatura anche in gruppo.

16.18 40 chilometri all’arrivo e vantaggio per i tre attaccanti di 4’30”. Non sarà facile rimontare, serve un’accelerata decisa del plotone.

16.16 Plotone allungato con Bora-hansgrohe, Dimension Data ed Israel Cycling Academy a dettare il ritmo.

16.14 Uno degli uomini più attesi, soprattutto in casa Italia, è Davide Cimolai.

16.12 Al momento situazione ancora tranquilla, ma tra poco dovrebbe accendersi la corsa.

16.10 Immagini dalla corsa.

16.07 Ora l’andatura sembra essere nettamente aumentata, soprattutto per quanto riguarda i fuggitivi.

16.05 Visita a parenti per Andrea Vendrame che si ferma a fare dei saluti e riparte.

16.03 Il gruppo ora si è leggermente rialzato e, quando mancano 50 chilometri all’arrivo, il ritardo è salito a 4′. C’è comunque spazio per recuperare.

16.01 Ricordiamo che al comando ci sono Mirco Maestri, Nico Denz e Damiano Cima.

15.59 Mancano 55 chilometri al traguardo: 3’10” di ritardo per il plotone dai tre al comando.

15.57 Démare è riuscito a guadagnare 5 punti, mentre Ackermann 4. Attualmente il francese comanda la classifica della maglia ciclamino con 14 punti di vantaggio sul tedesco.

15.53 Nello sprint per il traguardo volante di Conegliano, Démare supera senza problemi Ackermann aumentando così il suo vantaggio nella classifica a punti.

15.50 UNO SQUILIBRATO HA LANCIATO UNA BICICLETTA IN MEZZO ALLA STRADA!

15.47 Intanto proponiamo l’intervista di questa mattina a Davide Cimolai, la punta italiana per la volata di oggi:

15.44 Entrambi riescono a rientrare in gruppo. A breve inizierà la sfida per il traguardo volante di Conegliano.

15.40 Caduta in gruppo! A terra Luke Durbridge (Mitchelton-Scott) e Lukasz Owsian (CCC).

15.36 I fuggitivi si trovano a Vittorio Veneto; a breve ci sarà il primo traguardo volante posizionato a Conegliano.

15.33 Uno dei grandi favoriti di oggi è anche Paolo Simion della Bardiani-CSF, motivato dal fatto che il Giro arriverà sulle strade di casa.

15.28 La situazione in corsa:

15.23 Fase in discesa per il gruppo che inizia a guadagnare qualcosa sui tre battistrada. 4’13” per loro.

15.19 Ancora le squadre dei velocisti in testa al gruppo. Comandano la Bora-Hansgrohe di Ackermann e l’Israel Cycling Academy di Cimolai.

15.13 Vento sulla corsa! Ci si aspettava una giornata pressoché tranquilla vista la difficoltà altimetrica della tappa, invece la pioggia e il vento stanno rendendo più complicato del previsto l’avvicinamento a Santa Maria di Sala.

15.09 Gruppo maglia rosa diviso in due nell’affrontare la discesa dal gran premio della montagna. Complice la pioggia che si sta abbattendo sulla corsa.

15.07 I risultati al GPM di Pieve d’Alpago:

15.03 5’32” il ritardo del gruppo da Cima, Maestri e Denz. 95 km al traguardo.

14.59 Ombrelli aperti sulla corsa. Il tempo inizia a peggiorare.

14.56 Lo stesso Cima è anche il leader delle fughe; il corridore che finora ha accumulato più chilometri all’attacco.

14.52 Damiano Cima transita per primo al GPM di Pieve d’Alpago.

14.46 I tre battistrada si trovano in prossimità dell’unico GPM di giornata.

14.42 Come da pronostico la tappa odierna si sta rivelando come una semplice frazione transitoria. Però attenzione alla pioggia che potrebbe abbattersi sulla corsa.

14.38 Ricordiamo che domani il Giro tornerà a salire con la Treviso-San Martino di Castrozza. 151 km decisivi per il podio.

14.34 Tornando alla corsa, continua la fuga di Cima, Maestri e Denz. 5’54” di vantaggio per il terzetto.

14.30 Mentre Primoz Roglic non è apparso in ottima forma in queste ultimissime tappe. Il suo terzo posto continua a vacillare, ma ha dalla sua la cronometro di Verona. Nibali e Carapaz dovranno presentarsi alla prova conclusiva di domenica con un vantaggio rassicurante per evitare brutte sorprese dell’ultimo momento.

14.27 Poi c’è l’incognita Mikel Landa, il big più in forma del momento. Attualmente si trova al quarto posto della classifica generale, a ridosso del terzo gradino del podio. Ha davanti a sé due tappe disegnate a pennello per le sue caratteristiche. Si limiterà a supportare la maglia rosa Carapaz o avrà carta bianca?

14.25 Sinora Carapaz non ha dato nessun segno di cedimento. L’ecuadoriano dovrà però fronteggiare il caldo in arrivo nei prossimi giorni: non sarà semplice da gestire dopo un Giro freddo dal punto di vista del meteo.

14.22 Parlando della lotta per la maglia rosa, ieri Vincenzo Nibali ha accusato la prima “giornata-no” del suo Giro d’Italia. Secondo il preparatore atletico Paolo Slongo: “Vincenzo non è in calo di forma, è stata una parentesi”.

14.19 Nel mentre ricordiamo l’attuale top ten del Giro d’Italia 2019:

1 ECU CARAPAZ Richard MOVISTAR TEAM 74h 48’ 18” 0’ 00”
2 ITA NIBALI Vincenzo BAHRAIN – MERIDA 74h 50’ 12” 01’ 54”
3 SLO ROGLIC Primoz TEAM JUMBO – VISMA 74h 50’ 34” 02’ 16”
4 ESP LANDA MEANA Mikel MOVISTAR TEAM 74h 51’ 21” 03’ 03”
5 NED MOLLEMA Bauke TREK – SEGAFREDO 74h 53’ 25” 05’ 07”
6 COL LOPEZ Miguel Angel ASTANA PRO TEAM 74h 54’ 35” 06’ 17”
7 POL MAJKA Rafal BORA – HANSGROHE 74h 55’ 06” 06’ 48”
8 GBR YATES Simon Philip MITCHELTON – SCOTT 74h 55’ 31” 07’ 13”
9 RUS SIVAKOV Pavel TEAM INEOS 74h 56’ 39” 08’ 21”
10 ITA FORMOLO Davide BORA – HANSGROHE 74h 57’ 17” 08’ 59”

14.14 Ricordiamo che non ha preso il via l’ex maglia rosa Valerio Conti.

14.11 Situazione tranquilla in corsa. Grande collaborazione tra i fuggitivi che hanno 3’35” di vantaggio a 126 km al traguardo.

14.07 Cliccando sopra questo link potrete trovare la descrizione del percorso della tappa odierna e i possibili favoriti.

14.03 Nel frattempo torna a salire il vantaggio di Cima, Maestri e Denz che adesso hanno 3’15” di vantaggio.

13.59 Ricordiamo che oltre al traguardo di Santa Maria di Sala, i contendenti alla maglia ciclamino avranno a disposizione i traguardi volanti di Conegliano e Scorzé per accumulare qualche punto fondamentale per questa speciale classifica.

13.56 Giornata decisiva per la conquista della maglia ciclamino. Chi la spunterà tra Arnaud Démare e Pascal Ackermann?

13.52 Aggiornamenti della corsa:

13.48 Gruppo allungatissimo in discesa verso Pieve d’Alpago.

13.45 Scende a 2’26” il vantaggio dei fuggitivi.

13.41 La situazione in corsa:

13.38 Ricordiamo anche le squadre dei fuggitivi: Mirco Maestri della Bardiani-CSF, Damiano Cima della Nippo Vini Fantini e Nico Denz dell’AG2R La Mondiale.

13.35 Adesso ci pensano il team Astana e la Movistar a prendere in mano le redini della corsa.

13.31 Nel mentre ricordiamo l’altimetria della tappa odierna:

13.28 Cima, Maestri e Denz continuano a guadagnare. Attualmente hanno 3’20” di vantaggio.

13.24 Israel Cycling Academy in testa al gruppo della maglia rosa, il tutto in favore dei velocisti della squadra Davide Cimolai e Kristian Sbaragli.

13.21 Al gruppo va benissimo questo attacco a tre. Infatti i battistrada hanno già guadagnato quasi 2′ di vantaggio. 162 km al traguardo.

13.19 La fuga ha preso il largo. 1’31” di vantaggio per i tre battistrada.

13.15 Ci riprovano Mirco Maestri, Nico Denz e Damiano Cima. Il gruppo sta rallentando.

13.13 Niente da fare, i fuggitivi vengono immediatamente ripresi.

13.10 Questi sono i nomi degli attaccanti: Nico Denz (AG2R La Mondiale), Matteo Montaguti (Androni Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani CSF), Michael Schwarzmann (Bora-Hansgrohe), Jack Bauer (Mitchelton-Scott), Damiano Cima (Nippo Vini Fantini), Enrico Battaglin (Katusha-Alpecin), Michael Gogl (Trek-Segafredo), Tom Bohli (UAE-Team Emirates).

13.07 Siamo a Cortina d’Ampezzo, e un gruppetto di circa dieci corridori sta cercando di prendere il largo.

13.04 Altissima andatura in gruppo. Il plotone rischia di dividersi in tre tronconi. Finora sono stati percorsi 37 km di gara.

13.02 Continuano a susseguirsi continui scatti in testa al gruppo ma la fuga tarda ad arrivare.

12.58 Il gruppo ha già superato il Passo di Cimabanche e ha iniziato la lunga discesa che caratterizzerà la parte centrale del tracciato.

12.54 Ritmo che non accenna a diminuire in questa prima parte della tappa, la partenza si sta rivelando tutt’altro che tranquilla…

12.50 Nuovo tentativo di fuga da parte di una decina di corridori, vedremo se sarà l’attacco giusto.

12.46 Dopo 25 km l’andatura si mantiene elevatissima, anche l’AG2R La Mondiale sta cercando con insistenza la fuga.

12.43 Come prevedibile tutte le formazioni stanno cercando la fuga per poi smettere di lavorare e concedersi una giornata di tranquillità.

12.40 Nuovamente compatto e molto allungato il gruppo, già superati 20 km.

12.38 La grande sfida di giornata sarà quella tra Arnaud Démare (Groupama-FDJ) e Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe) per la Maglia Ciclamino.

12.36 Tra le squadre più attive nel ricercare la fuga ci sono anche Bardiani-CSF e Androni Giocattoli-Sidermec.

12.35 Si spezza il gruppo in questo momento, potrebbe essere il momento chiave di questo avvio.

12.32 Il gruppo attraverserà Cortina d’Ampezzo, sede dei Mondiali di Sci Alpino nel 2021 e candidata ad ospitare, insieme a Milano, le Olimpiadi Invernali del 2026.

12.29 GRUPPO COMPATTO! Nulla di fatto per il primo concreto tentativo di attacco, non sarà semplice entrare nella fuga!

12.26 Dopo 10 km restano in otto all’attacco, ma nulla è ancora deciso con il gruppo che resta a distanza ravvicinata.

12.25 Salgono ad una ventina gli uomini nel drappello in testa alla corsa.

12.22 Aumenta il numero degli attaccanti, ma il gruppo rimane ad un centinaio di metri.

12.20 Provano ad evadere dal gruppo sei corridori: Denz, Frapporti, Maestri, Bakelants, Gogl e Bohli. Situazione ancora in divenire.

12.18 Continuano a susseguirsi gli attacchi, come prevedibile ritmo altissimo in questo avvio.

12.16 PARTITA UFFICIALMENTE LA DICIOTTESIMA TAPPA!

12.12 Dopo la partenza cominceranno gli attacchi per dare vita alla fuga di giornata, staremo a vedere chi riuscirà a lanciarsi all’attacco.

12.09 Valerio Conti (UAE Emirates) è stato costretto al ritiro a causa di un igroma ischiatico.

12.06 La Maglia Azzurra di Giulio Ciccone non è assolutamente in discussione nella giornata di oggi, il corridore abruzzese della Trek-Segafredo ha comunque un grande vantaggio sugli inseguitori nella classifica degli scalatori.

12.04 Diamo ancora un’occhiata all’altimetria della tappa odierna mentre il gruppo percorre il tratto di trasferimento fino al km 0.

12.02 Dopo la pioggia e il freddo che hanno caratterizzato le ultime giornata, finalmente splende il sole sul Giro d’Italia!

12.00 Il gruppo ha lasciato il Villaggio di Partenza di Valdaora e ha iniziato il tratto di trasferimento fino alla partenza ufficiale.

11.58 Anche Ackermann ha espresso le proprie perplessità riguardo ad un arrivo in volata, sembra sempre più probabile la fuga di giornata. La battaglia per evadere dal gruppo si annuncia particolarmente spettacolare.

11.56 Ecco uno scatto di Richard Carapaz (Movistar) e Miguel Angel Lopez (Astana) al Villaggio di Partenza mentre comincia la procedura di incolonnamento che precede la partenza della diciottesima frazione.

11.52 Dichiarazioni interessanti alla partenza da parte di Démare che afferma di preferire un’eventuale fuga per conservare il vantaggio rispetto ad Ackermann. La BORA-hansgrohe potrebbe quindi essere l’unica squadra a dover lavorare per la volata.

11.50 Diversi fuoriclasse dello sport azzurro al Villaggio di Partenza! Tra questi anche il campione dello sci alpino Christof Innerhofer.

11.48 Considerata la fatica fatta dalle squadre nelle ultime due giornate, potrebbe esserci anche un’altra opportunità per la fuga. Saranno BORA-hansgrohe e Groupama-FDJ a dover tenere compatta la corsa.

11.45 Prosegue nel frattempo la sfilata dei corridori nei pressi del Villaggio di Partenza di Valdaora, la partenza della tappa è in programma alle 12.00.

11.43 Nella classifica della Maglia Ciclamino Démare ha un vantaggio di 13 punti rispetto ad Ackermann, ciò significa che al tedesco basterebbe una vittoria per superare il francese nell’ultima occasione dedicata ai velocisti.

11.40 La stanchezza potrebbe comunque rimescolare le carte per il successo di tappa e diversi corridori italiani come Davide Cimolai (Israel Cycling Academy), Manuel Belletti (Androni Giocattoli-Sidermec) e Simone Consonni (UAE Emirates) proveranno ad inserirsi nella battaglia.

11.38 VALERIO CONTI SI RITIRA! Il giovane corridore laziale che ha vestito anche il simbolo del primato in questo Giro d’Italia non partirà per la diciottesima tappa dopo le fatiche di ieri quando si è inserito nella fuga di giornata.

11.37 Splendida sorpresa questa mattina per l’attuale Maglia Rosa Richard Carapaz! La Movistar ha regalato al proprio corridore una bicicletta completamente rosa, la prima posizione dell’ecuadoregno non sarà in pericolo nella giornata di oggi.

11.35 Dopo due giornate dedicate agli uomini di classifica, si accende oggi la lotta per la Maglia Ciclamino. Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe) e Arnaud Démare (Groupama-FDJ) sembrano avere qualcosa in più rispetto agli altri velocisti rimasti in corsa.

11.32 Diamo subito un’occhiata al tracciato odierno: una sola asperità dal punto di vista altimetrico (il GPM di quarta categoria di Pieve d’Alpago) e molta pianura sin sul traguardo di Santa Maria di Sala.

11.30 Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della diciottesima tappa del Giro d’Italia 2019, 220 km con partenza da Valdaora e arrivo a Santa Maria di Sala con un percorso riservato in teoria ai velocisti!

La classifica generale dopo la diciassettesima tappa – Percorso, altimetria e favoriti della diciottesima frazioneL’elenco dei paesi attraversati dalla corsa – La cronaca della tappa di ieri – Tutte le puntate de “La Fagianata di Magrini”Il programma completo della giornata di oggi

PAOLO SLONGO: “NIBALI NON E’ IN CALO DI FORMA, QUELLA DI IERI E’ STATA UNA PARENTESI”

Buongiorno amici di OA Sport e appassionati di ciclismo, benvenuti alla DIRETTA LIVE della diciottesima tappa del Giro d’Italia 2019! Dopo due tappe decisamente impegnative in apertura della terza settimana, giornata teoricamente più tranquilla per gli uomini di classifica che avranno un’ultima occasione per tirare il fiato e recuperare le energie prima delle ultime decisive frazioni. Il percorso odierno porterà il gruppo da Valdaora a Santa Maria di Sala (222 km), su un tracciato prevalentemente pianeggiante e sicuramente adatto ad un arrivo in volata. L’unica salita di giornata, il GPM di quarta categoria di Pieve d’Alpago, si trova infatti molto lontano dal traguardo e non presenta pendenze tali da fare selezione. Le squadre di coloro che vorranno giocarsi il successo di giornata dovranno lavorare per tenere sotto controllo la probabile fuga e organizzarsi al meglio per la volata.

Sospesa quindi la battaglia per la classifica generale tra Richard Carapaz (Movistar), Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) e Primoz Roglic (Jumbo-Visma) che ha caratterizzato le ultime tappe. L’attenzione sarà rivolta soprattutto al duello tra Arnaud Démare (Groupama-FDJ) e Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe), sia per la vittoria odierna, sia soprattutto per la conquista della Maglia Ciclamino, con il francese che conserva al momento soltanto tredici punti di margine sul tedesco. Tra coloro che proveranno ad inserirsi nella lotta per il successo sul traguardo di Santa Maria di Sala, approfittando della concorrenza sicuramente inferiore rispetto alle prime frazioni, ci sono anche gli italiani Davide Cimolai (Israel Cycling Academy), Manuel Belletti (Androni Giocattoli-Sidermec) e Simone Consonni (UAE Emirates). Nel caso in cui la fuga dovesse trovare ancora spazio, impossibile indicare un principale favorito anche alla luce delle tantissime energie spese nelle ultime due giornate.

La diciottesima tappa del Giro d’Italia 2019 prenderà il via alle 12.00 da Valdaora e si concluderà tra le 17.00 e le 17.30 a Santa Maria di Sala. OA Sport vi proporrà la consueta DIRETTA LIVE testuale integrale, con aggiornamenti in tempo reale per non perdere neppure davvero nulla di questa frazione dedicata alle ruote veloci. Buon divertimento! (Foto LaPresse)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Loading...

Lascia un commento

scroll to top