LIVE Giro d’Italia 2019, Sesta tappa in DIRETTA: fuga bidone! Trionfa Masnada, Valerio Conti maglia rosa!

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE DELLA SESTA TAPPA

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

LA CRONACA DELLA VITTORIA DI FAUSTO MASNADA

LA CLASSIFICA GENERALE COMPLETAMENTE STRAVOLTA: VALERIO CONTI MAGLIA ROSA

VALERIO CONTI IN TESTA: ITALIA IN MAGLIA ROSA 3 ANNI DOPO NIBALI

17.24 Grazie per averci seguito. Continuate a leggere OA Sport: troverete cronache, classifiche, approfondimenti, pagelle, dichiarazioni, la “Fagianata” di Riccardo Magrini e tanto altro! Un saluto sportivo!

17.23 Ecco la nuova classifica generale!

1 ITA CONTI Valerio UAE TEAM EMIRATES 25h 22’ 00” 0’ 00”
2 ITA CARBONI Giovanni BARDIANI CSF 25h 23’ 41” 01’ 41”
3 FRA PETERS Nans AG2R LA MONDIALE 25h 24’ 09” 02’ 09”
4 ESP ROJAS José MOVISTAR TEAM 25h 24’ 12” 02’ 12”
5 FRA MADOUAS Valentin GROUPAMA – FDJ 25h 24’ 19” 02’ 19”
6 POR ANTUNES Amaro CCC TEAM 25h 24’ 45” 02’ 45”
7 ITA MASNADA Fausto ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC 25h 25’ 14” 03’ 14”
8 BEL SERRY Pieter DECEUNINCK – QUICK-STEP 25h 25’ 25” 03’ 25”
9 CRC AMADOR Andrey MOVISTAR TEAM 25h 25’ 27” 03’ 27”
10 NED OOMEN Sam TEAM SUNWEB 25h 26’ 57” 04’ 57”
11 SLO ROGLIC Primoz TEAM JUMBO – VISMA 25h 27’ 24” 05’ 24”
12 ITA CONCI Nicola TREK – SEGAFREDO 25h 27’ 49” 05’ 49”
13 GBR YATES Simon Philip MITCHELTON – SCOTT 25h 27’ 59” 05’ 59”
14 ITA NIBALI Vincenzo BAHRAIN – MERIDA 25h 28’ 03” 06’ 03”
15 COL LOPEZ Miguel Angel ASTANA PRO TEAM 25h 28’ 08” 06’ 08”
16 ITA ULISSI Diego UAE TEAM EMIRATES 25h 28’ 08” 06’ 08”
17 POL MAJKA Rafal BORA – HANSGROHE 25h 28’ 13” 06’ 13”
18 NED MOLLEMA Bauke TREK – SEGAFREDO 25h 28’ 19” 06’ 19”
19 ITA CARUSO Damiano BAHRAIN – MERIDA 25h 28’ 20” 06’ 20”
20 LUX JUNGELS Bob DECEUNINCK – QUICK-STEP 25h 28’ 26” 06’ 26”
21 ITA FORMOLO Davide BORA – HANSGROHE 25h 28’ 30” 06’ 30”

17.21 L’ordine d’arrivo della tappa odierna:

1 ITA MASNADA Fausto ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC 5h 45’ 01” 0’ 12” 0’ 00”
2 ITA CONTI Valerio UAE TEAM EMIRATES 5h 45’ 06” 0’ 09” 0’ 05”
3 ESP ROJAS José MOVISTAR TEAM 5h 45’ 39” 0’ 04” 0’ 38”
4 ESP PLAZA Ruben ISRAEL CYCLING ACADEMY 5h 45’ 39” 0’ 01” 0’ 38”
5 ITA CARBONI Giovanni BARDIANI CSF 5h 45’ 44” 0’ 43”
6 BEL SERRY Pieter DECEUNINCK – QUICK-STEP 5h 45’ 55” 0’ 54”
7 FRA MADOUAS Valentin GROUPAMA – FDJ 5h 45’ 55” 0’ 54”
8 FRA PETERS Nans AG2R LA MONDIALE 5h 45’ 58” 0’ 57”
9 CRC AMADOR Andrey MOVISTAR TEAM 5h 45’ 58” 0’ 57”
10 POR ANTUNES Amaro CCC TEAM 5h 45’ 58” 0’ 57”
11 NED OOMEN Sam TEAM SUNWEB 5h 46’ 04” 01’ 03”
12 ITA CONCI Nicola TREK – SEGAFREDO 5h 47’ 19” 02’ 18”
13 CAN BOIVIN Guillaume ISRAEL CYCLING ACADEMY 5h 52’ 18” 07’ 17”
14 NED BOUWMAN Koen TEAM JUMBO – VISMA 5h 52’ 20” 07’ 19”
15 ITA ROTA Lorenzo BARDIANI CSF 5h 52’ 20” 07’ 19”

17.18 Attendiamo per l’ufficializzazione della classifica generale. Valerio Conti è destinato a tenere la maglia rosa fino all’inizio delle Alpi…

17.15 Arriva ora il gruppo maglia rosa con un ritardo di 7’18” da Masnada!

17.12 La sensazione è che Valerio Conti non si sia neppure impegnato a fare lo sprint: il romano ha tirato fino alla fine per guadagnare più secondi possibili. Masnada ha vinto in scioltezza. D’altronde l’esito finale va bene ad entrambi…

17.11 Conti indossa la maglia rosa! L’ultimo italiano a riuscirci era stato Vincenzo Nibali nel 2016!

17.08 Lo spagnolo Rojas chiude terzo a 37″ davanti a Plaza. 5° Carboni, che diventa secondo nella generale e maglia bianca! A 53″ il gruppetto Peters. Ora attendiamo il gruppo della ex-maglia rosa.

17.07 MASNADA STACCA CONTI E VA A VINCEREEEEEEEE!! CONTI IN MAGLIA ROSAAAAAAAAAAA!!!

17.07 ULTIMO CHILOMETRO! Conti è davanti, Masnada e ruota! Sarà sprint a due!

17.06 Non c’è più niente da fare per gli inseguitori! Saranno Masnada e Conti a giocarsi questa sesta tappa del Giro d’Italia 2019!

17.05 Ultimi 2000 metri. L’ultimo km sarà in leggera salita.

17.04 Prosegue l’accordo tra Masnada e Conti, davvero straordinari oggi.

17.03 Il belga Serry attacca nel secondo gruppetto di inseguitori.

17.02 3,5 km all’arrivo, Masnada e Conti devono gestire 31″ su Rojas, Carboni e Plaza. Si giocheranno la tappa, mentre Conti è già certo di andare ad indossare la MAGLIA ROSA!

17.02 Nel frattempo è salito a 7’45” il ritardo del gruppo maglia rosa dai primi due.

17.01 Ultimi 5 km. Se non si guarderanno nel finale, è fatta per Conti e Masnada.

17.00 6000 metri al traguardo, 31″ il gap di Masnada e Conti. Vanno di comune accordo.

16.58 Ora un tratto finale tra discesa e falsopiano! Non li prendono più!

16.57 8 km all’arrivo per i battistrada! Hanno 32 secondi di vantaggio su Rojas, Plaza e Carboni, 46″ sul gruppetto Oomen e 7’40” sul gruppo Nibali.

16.56 Finale incertissimo. Solo 30″ di vantaggio per la coppia di testa! Amador perde qualche metro da Antonues, Oomen, Peters, Serry e Madouas. Non sta benissimo il costaricano.

16.55 31″ per Masnada e Conti su Rojas, Carboni e Plaza. A 7’33” il gruppo. Conti certo di conquistare la maglia rosa!

16.54 Ultimi 10 km! Scatenato Masnada, sta dando spettacolo in salita. Ma ora i primi due non guadagnano più.

16.53 Sembrano fare fatica Carboni, Rojas e Plaza. Vedono avvicinarsi Amador, Antonues, Oomen, Peters, Serry e Madouas.

16.52 I primi due ne hanno di più! Guadagnano in salita, qui la pendenza si fa sentire! Sempre fra il 7 e l’8%! Uno strappo che fa male dopo quasi 230 km!

16.51 Conti e Masnada conservano 33″ su Rojas, Plaza e Carboni, 49″ sugli ex-compagni di fuga e 7’34” sul gruppo maglia rosa. 12 km all’arrivo.

16.50 Conti transita per primo al traguardo volante, 3 secondi abbuono per lui.

16.49 Cambi regolari ora tra Masnada e Conti, siamo a San Giovanni Rotondo. Tra poco un nuovo strappo in salita! Pendenza al 7-8%! Masnada ci proverà…

16.48 Ora la coppia di testa ci crede davvero! Conti finalmente dà un cambio a Masnada in discesa. Per loro 34″ sul terzetto all’inseguimento e 7’33” sul gruppo maglia rosa. Attenzione ad Amador: in classifica stamattina pagava 4’25”, ma oggi ne guadagnerà quasi 7….

16.46 15 km all’arrivo, siamo in discesa. Masnada sta dando tutto. Il bergamasco rischia però di pagare la stanchezza allo sprint e dovrà dunque provare in tutti i modi a staccare Conti.

16.45 Masnada transita per primo al GPM di Coppa Casarinelle davanti a Conti. Per loro 31″ su Rojas, Plaza e Carboni e ben 7’22” sul gruppo maglia rosa!

16.43 E’ QUASI UNA FUGA BIDONE! Il gruppo sta scherzando col fuoco. Tolto Conti che ormai ha preso la maglia rosa, guadagnerà tantissimi minuti anche il costaricano Amador…Non uno qualsiasi…

16.42 E’ Masnada che sta dando impulso all’attacco. Davvero indemoniato il generoso bergamasco. Questo ragazzo ha talento, speriamo che si specializzi per le corse a tappe per i prossimi anni. Conti non riesce a dargli cambi: il romano è al limite.

16.41 GUADAGNANOOOOOOOOO!!! Grandissimi Masnada e Conti! 35″ su Rojas, Carboni e Plaza. A 7 minuti il gruppo maglia rosa!

16.39 ASSURDO! Un cane bianco e grigio ha attraversato la strada! Per poco Masnada e Conti non lo hanno investito! Allucinante…

16.39 2 km al GPM, 31″ per Masnada e Conti sui più immediati inseguitori! 20 km all’arrivo! Devono dare tutto, poi ci sarà una discesa tecnica.

16.38 La Jumbo-Visma tira il gruppo dei migliori, ma l’andatura è davvero blanda.

16.38 Non è assolutamente fatta per Masnada e Conti. Hanno 27″ su Rojas, Carboni e Plaza, 45″ sugli altri ex-compagni di fuga e 6’33” sul gruppo maglia rosa. Conti è ormai quasi certo di diventare il nuovo leader della classifica generale!

16.37 Prova a muoversi l’olandese Oomen nel secondo gruppetto all’inseguimento dei due di testa, ma non sembra avere molte gambe.

16.36 Attenzione anche a Giovanni Carboni che si sta giocando la maglia bianca!

16.35 Bassissima l’andatura nel gruppo dei favoriti. E infatti Masnada e Conti guadagnano, ora hanno 6’20”!

16.34 Generosissimo Masnada, Conti non dà un cambio. Il ritmo del lombardo è davvero importante.

16.33 La situazione a 23 km dall’arrivo. Siamo sulla salita di Coppa Casarinelle. Masnada e Conti sono in testa con 29″ su Rojas, Plaza e Carboni. A 6’02” il gruppo maglia rosa. Conti, 27° in classifica a 1’59”, è dunque maglia rosa virtuale!

16.32 Carboni e Rojas vanno a riprendere Plaza. Sempre 25″ di vantaggio per la coppia Masnada-Conti.

16.31 Il gruppetto degli inseguitori procede a strappi. Ora il gap dal duo di testa è di soli 25″. Si stacca Bagioli, mentre Plaza parte al contrattacco.

16.29 Masnada sta spingendo tanto, Conti resta a ruota. E’ la fase cruciale della tappa.

16.27 Masnada rilancia l’azione ma Conti risponde prontamente. Fausto sembra più in forma di Valerio che però sta dando l’anima perché vuole vestire la maglia rosa al termine della tappa!

16.26 Ottimo passo dei due fuggitivi: Fausto Masnada (Androni Sidermec) e Valerio Conti (UAE Emirates) vogliono l’impresa. Mancano 26 km al traguardo: 20” di vantaggio sugli immediati inseguitori guidati da Amador, gruppo a 5’10”.

16.24 Conti e Masnada vanno via di comune accordo, hanno già guadagnato 15 secondi sugli altri fuggitivi di giornata. I due italiani provano ad andarsene via in salita.

16.23 CONTI HA RISPOSTO A MASNADA. I due italiani vanno via da soli. Conti è maglia rosa virtuale, è a 1’59” da Roglic in classifica e ora ha 5’22” di margine quando mancano 28 km.

16.22 MASNADAAAAAAAAAA! ATTACCA LUI! Si muove l’uomo dell’Androni! Rasoiata in salita di Fausto che si sente benissimo.

16.20 VALERIO CONTI MAGLIA ROSA VIRTUALE. Riuscirà a prendere il simbolo del primato? Primoz Roglic vuole perderla.

16.19 ORMAI SEMBRA FATTA: ARRIVA LA FUGA! I 13 battistrada hanno 5’22” di vantaggio quando mancano 29 km al traguardo. Qualcuno dei coraggiosi di giornata potrà festeggiare sul traguardo di San Giovanni Rotondo.

16.18 Gli uomini della Mitchelton-Scott per Simon Yates. Attenzione perché c’è vento contrario sulla salita, soprattutto negli ultimi 4-5 km.

16.16 Attenzione perché c’è anche selezione tra i fuggitivi, chi riuscirà a rimanere davanti e a giocarsi la vittoria? Ormai sembra quasi certo che qualche battistrada arriverà fino al traguardo: 31 km e 5’10” di vantaggio.

16.14 I big in gruppo si controllano, si muoverà qualche uomo di classifica nel concitato finale? Intanto è inizia la lunga salita di Casarinelle, 15 km che si faranno sentire nelle gambe. Tanti uomini si sono già staccati, si formerà un gruppetto.

16.12 Questi i fuggitivi di giornata, c’è accordo tra i battistrada che vogliono arrivare al traguardo! Ora ce la possono davvero fare: mancano 33 km e hanno 5 minuti di vantaggio.

16.10 Diamo uno sguardo all’altimetria della salita che sta per incominciare, potrebbe essere decisiva in ottica vittoria di tappa.

16.08 Sta per iniziare la salita di Coppa Casarinelle, sono 15 km con pendenze al 4,4% di media ma con delle punte al 9% nella fase centrale. Dislivello di 655 metri.

16.06 Primoz Roglic sta pedalando bene in gruppo, la maglia rosa è caduto nelle prime battuta di corsa ma non sembra averne risentito. I suoi compagni sono là davanti insieme a lui.

16.04 Mancano 40 km al traguardo e i battistrada hanno sempre 5′ di vantaggio! Attenzione perché la fuga può davvero arrivare!

16.03 Ricordiamo la composizione della fuga, ci sono tredici uomini: José Rojas, Andrey Amador (Movistar), Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Pieter Serry (Deceuninck-QuickStep), Ruben Plaza (Israel Cycling Academy), Nicola Bagioli (Nippo-Fantini-Faizanè), Valerio Conti (UAE Team Emirates), Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Giovanni Carboni (Bardiani-CSF), Valentin Madouas (Groupama-FDJ), Sam Oomen (Team Sunweb), Amaro Antunes (CCC Team), Nicola Conci (Trek-Segafredo).

16.01 Diamo uno sguardo al gruppo che si sta lanciando all’inseguimento della fuga.

15.58 Giovanni Carboni (Bardiani-CSF) perde contatto dalla testa della corsa.

15.55 Tranquillità in gruppo quando siamo a 45 km al traguardo.

15.52 Attenzione perchè a breve il gruppo incontrerà un tratto in cui il vento soffierà lateralmente. Occhio ai ventagli.

15.48 50 km all’arrivo e ancora 5′ di vantaggio per i fuggitivi. Grandi chance per i tredici battistrada.

15.43 Se la fuga riuscirà ad arrivare fino alla fine, l’Italia potrà contare sulle condizioni eccelse di Conti e Masnada. Il primo si è già fatto ben vedere nella tappa di Frascati, mentre Masnada è stato assoluto protagonista del recente Tour of the Alps dove ha conquistato ben due tappe.

15.39 Prosegue ancora il sogno di Valerio Conti di poter vestire la maglia rosa.

15.35 Il gruppo è sempre allungatissimo, ma non sembra ancora intenzionato a riprendere gli attaccanti che al momento hanno 5’25” di vantaggio.

15.31 Grande collaborazione tra i fuggitivi che continuano ad alternarsi a vicenda in testa al loro plotoncino.

15.28 Gruppo allungatissimo. Ancora la Jumbo-Visma a fare l’andatura.

15.24 Il gruppo sembra essersi rialzato. Non sarà affatto semplice riprendere i fuggitivi che hanno ancora 5′ di vantaggio.

15.21 La fuga dei tredici battistrada:

15.17 Lungo tratto in pianura per la fuga, mentre il gruppo maglia rosa è ben allargato in una fase in leggera ascesa.

15.12 Ecco la situazione attuale. Ventagli in gruppo:

15.10 Vento sulla corsa! Il gruppo della maglia rosa si spezza in due!

15.07 La Jumbo-Visma continua a rilanciare l’andatura rosicchiando dei secondi ai fuggitivi.

15.03 84 km all’arrivo e 5’32” di vantaggio per la fuga.

14.57 Sempre davanti la squadra di Roglic, che evidentemente non vuole sottovalutare corridori del calibro di Amador e Masnada.

14.54 Primoz Roglic non ha affatto paura di farsi sfilare di dosso la maglia rosa da Valerio Conti che è a soli 1’59” dallo sloveno nella generale. Un corridore che non può impensierirlo per il prosieguo della Corsa Rosa.

14.51 Sicuramente i grandi favoriti per un possibile arrivo della fuga sono Andrey Amador, Valerio Conti, Fausto Masnada e Sam Oomen.

14.47 La situazione in corsa:

14.42 Cielo uggioso sulla corsa con qualche possibilità di piovaschi in prossimità dell’arrivo di San Giovanni Rotondo.

14.37 Ormai siamo a circa metà gara.

14.33 Ricordiamo la composizione della fuga con: José Rojas, Andrey Amador (Movistar), Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Pieter Serry (Deceuninck-QuickStep), Ruben Plaza (Israel Cycling Academy), Nicola Bagioli (Nippo-Fantini-Faizanè), Valerio Conti (UAE Team Emirates), Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Giovanni Carboni (Bardiani-CSF), Valentin Madouas (Groupama-FDJ), Sam Oomen (Team Sunweb), Amaro Antunes (CCC Team), Nicola Conci (Trek-Segafredo).

14.30 I tredici attaccanti superano i 6′ di vantaggio sul gruppo. Mancano ancora tanti chilometri all’arrivo, ma vista la consistenza del gruppetto potrebbe rivelarsi come una tipica “fuga bidone” desinata ad arrivare al traguardo.

14.28 41,7 km/h la media delle prime tre ore di gara.

14.23 Ricordiamo il profilo della tappa odierna:

 

14.18 Cielo uggioso sulla corsa. I fuggitivi sono entrati nel territorio pugliese.

14.13 Il gruppo prosegue molto allungato, mentre davanti c’è grande collaborazione tra i fuggitivi. Attualmente Valerio Conti è la maglia rosa virtuale.

14.10 La Jumbo-Visma della maglia rosa Primoz Roglic in testa al gruppo.

14.07 Siamo a 123 km all’arrivo e i fuggitivi hanno 4’52” di vantaggio.

14.03 Ecco una foto della caduta che in precedenza ha coinvolto diversi corridori in gruppo:

13.58 Ecco l’ammiraglia della Lotto Soudal pronta per rifornire a dovere tutti i propri corridori. L’alimentazione durante la corsa è un aspetto fondamentale considerata la distanza da percorrere nella giornata: ben 238 km!

?Feed zone @giroditalia ?
Time to restore the energy levels with @SanasEurope bars and gels for the 140 kilometres still to come! #Giro #Giro102 pic.twitter.com/Cd2NCOp6vC
— Lotto Soudal (@Lotto_Soudal) 16 maggio 2019

13.56 Cielo nuvoloso e piuttosto scuro sulla corsa in questo momento. Il vantaggio dei battistrada scende leggermente e si assesta intorno ai 4’15” quando mancano 135 km al traguardo di San Giovanni Rotondo.

13.52 Ecco alcuni dati relativi alla prestazione di Nicola Conci (Trek-Segafredo), l’ultimo corridore ad essere riuscito ad aggiungersi alla fuga.

Nicola Conci’s first 2 hours in the break on Stage 6:
Avg Speed: 39.7km/h
Max Speed: 75.9km/h
Avg Power: 290W
Max Power: 1110W
Avg Cadence: 85rpm
His colleague Bauke Mollema in bunch averaged 205W in first 2 hours.
VelonLive at the #Giro – race centre: https://t.co/7TXvhdmhsC pic.twitter.com/AuAmDcM4M5
— Velon CC (@VelonCC) 16 maggio 2019

13.48 Ricapitoliamo la composizione del gruppo al comando: José Rojas, Andrey Amador (Movistar), Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Pieter Serry (Deceuninck-QuickStep), Ruben Plaza (Israel Cycling Academy), Nicola Bagioli (Nippo-Fantini-Faizanè), Valerio Conti (UAE Team Emirates), Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Giovanni Carboni (Bardiani-CSF), Valentin Madouas (Groupama-FDJ), Sam Oomen (Team Sunweb), Amaro Antunes (CCC Team), Nicola Conci (Trek-Segafredo).

13.46 Sembra essersi stabilizzato intorno ai 4’30” il vantaggio degli uomini di testa. Sino a questo momento soltanto la squadra della Maglia Rosa ha lavorato in testa al gruppo principale.

13.42 Il pericolo principale nel gruppo di testa è sicuramente Andrey Amador (Movistar). La formazione iberica di Richard Carapaz e Mikel Landa potrebbe trovare un terzo capitano se il corridore costaricense dovesse rientrare in classifica.

13.40 La presenza di corridori comunque capaci di difendersi in salita sta spingendo la squadra della Maglia Rosa a tenere sotto controllo il distacco. L’intenzione della Jumbo-Visma sembra quella di cedere la maglia ma non concedere troppo margine.

13.36 Continua a salire in maniera costante il margine degli attaccanti: 4’15” entrando negli ultimi 150 km di questa sesta tappa del Giro d’Italia 2019!

13.32 Presente in gruppo anche Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida) che sembra aver superato l’infortunio al polso rimediato nel finale della tappa di Frascati in seguito ad una delle tante cadute.

?? #Giro
??‍⚕️ @pozzovivod is feeling better too. Yesterday, at the start, he had still pain in his wrist, after the crash of the previous stage. But he could finish without any problem.
?? Go Pozzo! #StageMotivation
? @bettiniphoto pic.twitter.com/Va9LZXi5Qa
— Team Bahrain Merida (@Bahrain_Merida) 16 maggio 2019

13.30 Aumenta leggermente il vantaggio della fuga, al momento intorno ai 3’50”. Considerata la composizione del gruppo di testa e il numero piuttosto elevato di corridori che lo compongono non sarà semplice ricompattare la corsa.

13.27 Prosegue la sfortuna per il Team Sunweb in questo Giro d’Italia 2019! Caduta e ritiro per l’australiano Robert Power.

13.25 Partenza soleggiata per il gruppo questa mattina da Cassino, qualche goccia di pioggia invece in questo momento sulla corsa. Le temperatura sono ancora decisamente basse per la stagione, anche se non siamo ai livelli della freddissima giornata di ieri.

Sunny conditions in Cassino this morning to greet the riders ☀️?@valerioconti93 has made it into a strong 13 rider move than has just over 1min on the pack with 155km to go. ??#giro #giro102 pic.twitter.com/EBhbLcADjv
— @UAE-TeamEmirates (@TeamUAEAbuDhabi) 16 maggio 2019

13.22 Molto pericoloso anche il costaricense Andrey Amador (Movistar), già vincitore di una tappa al Giro d’Italia nel 2012, che potrà contare anche sul compagno di squadra Jose Joaquin Rojas.

13.20 Tra gli uomini nel gruppo di testa da seguire con grande attenzione l’azzurro Fausto Masnada (Androni Giocattoli-Sidermec) che ha vinto due tappe al Tour of the Alps dimostrando una condizione eccellente.

13.16 Sale ancora il vantaggio dei battistrada che viaggiano in doppia fila e si portano a 3’30”.

13.14 La Jumbo-Visma si è portata in testa al gruppo ma il passo sembra decisamente controllato, non sarà sicuramente la squadra di Roglic ad incaricarsi dell’inseguimento nei confronti dei tredici attaccanti di giornata.

13.10 Valerio Conti (UAE Emirates) è l’uomo messo meglio in classifica tra quelli all’attacco, il suo distacco è di 1’59” rispetto a Roglic. Attenzione però all’olandese Sam Oomen (Sunweb) che dopo il ritiro di Tom Dumoulin potrebbe diventare il capitano della formazione tedesca e approfittare dell’occasione per rientrare in classifica dopo il ritardo accumulato aspettando il compagno nella tappa di Frascati.

13.08 Ricordiamo che nei giorni scorsi Primoz Roglic (Jumbo-Visma) si è più volte detto intenzionato a cedere la Maglia Rosa per evitare di dover perdere tempo al termine di ogni tappa con premiazioni ed interviste. La situazione al momento sembra suggerire questa eventualità per la giornata di oggi.

13.05 Di seguito la composizione definitiva della fuga di giornata. Sono presenti diversi corridori di assoluto valore e le loro possibilità sembrano decisamente elevate dato che nessuna delle squadre dei velocisti avrà interesse a ricucire lo strappo.

13.02 Nicola Conci (Trek-Segafredo) è riuscita a raggiungere il gruppo al comando, il loro vantaggio è al momento di 2’00”.

12.58 Valerio Conti è l’uomo meglio posizionato in classifica: meno di 2′ dalla Maglia Rosa.

12.56 Sono tredici gli uomini al comando: José Rojas, Andrey Amador (Movistar), Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Pieter Serry (Deceuninck-QuickStep), Ruben Plaza (Israel Cycling Academy), Nicola Bagioli (Nippo-Fantini-Faizanè), Valerio Conti (UAE Team Emirates), FaustoMasnada (Androni-Sidermec), Giovanni Carboni (Bardiani-CSF), Valentin Madouas (Groupama-FDJ), Sam Oomen (Team Sunweb), Amaro Antunes (CCC Team).

12.54 Ecco il ricongiungimento: si forma un gruppetto molto numeroso e con nomi interessanti al comando. Gruppo ad oltre 1′.

12.52 Il gruppetto di inseguitori si sta riportando sulla testa della corsa. A breve si potranno ricompattare.

12.51 Il gruppo ora sembra poter lasciare andare questo tentativo.

12.49 Arriva da dietro anche Amaro Antunes (CCC Team).

12.48 Dal gruppo si muovono Amador, Masnada, Carboni, Madouas, Wyss ed Oomen.

12.47 Al momento all’attacco troviamo José Rojas (Movistar), Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Pieter Serry (Deceuninck-QuickStep), Ruben Plaza (Israel Cycling Academy), Nicola Bagioli (Nippo-Fantini-Faizanè), Valerio Conti (UAE Team Emirates).

12.45 Ancora da delineare la situazione al comando.

12.43 Percorsi al momento 50 chilometri dal gruppo.

12.41 Gruppo che comunque è molto vicino: 20” di ritardo.

12.39 Rojas, Peters, Serry, Plaza, Bagioli, Wyss e Conti all’attacco.

12.37 Si sta formando un tentativo di fuga al comando della corsa: sette uomini davanti.

12.34 Il gruppo ora è allungatissimo. Occhio ad altre eventuali cadute.

12.32 Bruttissima botta presa da Primoz Roglic: tutto il pantalone strappato. Da vedere come reagirà il fisico alla caduta. La Maglia Rosa è rientrata prontamente in gruppo.

12.30 Ora infatti sono ricominciati gli scatti.

12.28 Gruppo che ora è compatto, sono rientrati tutti coloro che sono caduti in precedenza: dovrebbe ripartire la battaglia per la fuga.

12.26 Si chiude la prima ora di corsa: 39,6 km/h la velocità media.

12.23 Anche Yates tra coloro che erano stati coinvolti nella caduta. Rientrato anche il britannico.

12.21 Quando mancano 200 chilometri all’arrivo sono rientrati i big in gruppo: la Maglia Rosa è di nuovo davanti dopo lo spavento per la caduta.

12.20 Nella seconda parte del gruppo c’erano anche Landa e Zakarin, ma ora stanno tutti rientrando.

12.18 Fair Play in gruppo: il plotone si rialza e attende coloro che sono rimasti coinvolti nella caduta. Primoz Roglic potrà rientrare a breve.

12.17 A terra anche Rafal Majka.

12.15 PRIMOZ ROGLIC COINVOLTO NELLA CADUTA! Lo sloveno, in Maglia Rosa, ha perso una trentina di secondi ed è costretto a recuperare sul gruppo.

12.13 Attenzione, brutta caduta nel gruppo.

12.12 Ricominciano gli scatti!

12.10 Gruppo ufficialmente compatto.

12.07 Davanti Marcato e Masnada provano a rilanciare l’andatura. 30 chilometri percorsi.

12.05 Gli attaccanti: Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Lorenzo Rota (Bardiani-CSF), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Marco Marcato (UAE Team Emirates), William Clarke (EF Education First) e Jasha Sutterlin (Movistar). Gruppo a 15”.

12.02 Sutterlin si riporta sui fuggitivi, ma il gruppo è veramente ad un passo. Come previsto l’inizio di oggi è davvero entusiasmante e tesissimo.

12.00 Dal gruppo si muove anche Nicola Conci.

11.59 Brutta caduta in gruppo, a terra Grega Bole, compagno di squadra di Nibali.

11.57 Nel frattempo arriva la notizia del ritiro di Laurens Ten Dam (CCC Team).

11.55 Al momento davanti troviamo Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Lorenzo Rota (Bardiani-CSF), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Marco Marcato (UAE Team Emirates). Per loro 20” sul gruppo.

11.53 Il plotone non sta lasciando spazio, è praticamente ad una manciata di secondi dai fuggitivi.

11.49 Davvero poco vantaggio per i fuggitivi, 10” sul gruppo.

11.47 Alle loro spalle anche Gastauer e Rota provano a rientrare, il gruppo però è vicinissimo.

11.46 Gruppo compatto, provano a scattare Masnada e Neilands.

11.43 Dalla Bahrain-Merida arriva la notizia di uno stato febbrile per Damiano Caruso ieri. Il siciliano è il più importante gregario per Nibali ed è anche in classifica generale.

11.41 Il gruppo ovviamente non lascia spazio: Gavazzi e Conti si muovono, ma ora si riequilibrerà la situazione.

11.39 Arrivano da dietro anche Gehereihzabher e Gogl.

11.39 Dopo dieci chilometri a tutta sono riusciti ad evadere in quattro: Senni, Boivin, Nishimura e Haller.

11.37 Immagini dalla partenza del gruppo.

11.35 Si muovono in tanti: gruppo allungatissimo, non ci sono però tentativi ancora decisi.

11.32 Oggi arriverà la tanto attesa vittoria di tappa per i colori italiani? Il Bel Paese è ancora fermo a zero.

11.30 Come previsto, subito scatti e controscatti davanti: il gruppo procede ad altissima velocità.

11.24 Iniziata ora la tappa! Ci saranno sicuramente subito scatti.

11.22 Partita la marcia dei corridori che sono nel tratto di trasferimento. Tra due chilometri si apriranno le danze.

11.19 Corridori che si stanno incolonnando sulla linea di partenza. A brevissimo il via.

11.16 Ecco la Maglia Rosa!

11.14 Pochi minuti al via: oggi dovrebbe esserci battaglia per andare a caccia della fuga. Potremmo assistere ad una prima ora a grandi velocità.

11.10 Occhio a Simon Yates: potrebbe muoversi sul finale.

11.08 Oggi una frazione piuttosto particolare. Non ci sono grandi salite, ma il percorso non sorride assolutamente ai velocisti. Da capire quale sarà lo schema tattico: Primoz Roglic ha dichiarato ieri di non voler difendere alla morte la Maglia Rosa, potrebbe andar via una fuga corposa.

11.05 Il saluto di un Elia Viviani sorridente, nonostante le cose non stiano andando come previsto.

11.04 La tappa di oggi.

11.02 L’amore infinito del Giro d’Italia.

11.00 Corridori che sono nella cittadina laziale: tra poco più di 20′ inizierà questa lunghissima frazione.

10.58 Buongiorno e ben ritrovati con il Giro d’Italia numero 102. Oggi è in programma la sesta tappa: da Cassino e arrivo a San Giovanni Rotondo per un totale di 238 km.

LA PRESENTAZIONE DELLA TAPPA DI OGGI: PERCORSO, ALTIMETRIA, FAVORITI

GLI ORARI ED I PAESI ATTRAVERSATI NELLA CASSINO-SAN GIOVANNI ROTONDO

LA POLEMICA DI MARCO FRAPPORTI CON GLI ORGANIZZATORI

I POSSIBILI SCENARI TATTICI DELLA CASSINO-SAN GIOVANNI ROTONDO

IL PROGRAMMA, GLI ORARI E L’ALTIMETRIA DELLA SESTA TAPPA CASSINO-SAN GIOVANNI ROTONDO

LA FAGIANATA DI RICCARDO MAGRINI: “NIBALI IN CRESCITA, SIMON YATES TEMIBILE”

LA CLASSIFICA GENERALE AGGIORNATA DOPO LA QUINTA TAPPA

LA CRONACA DELLA TAPPA VINTA DA ACKERMANN

L’ANALISI DELLA QUINTA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA 2019

LE PAGELLE DELLA QUINTA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA 2019

VIDEO: GLI HIGHLIGHTS DELLA QUINTA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA

VIDEO: GARZELLI SOSTITUISCE PETACCHI COME COMMENTATORE TECNICO IN RAI

TUTTE LE CLASSIFICHE DEL GIRO D’ITALIA 2019 (PUNTI, GIOVANI E GPM)

LE DICHIARAZIONI DI PRIMOZ ROGLIC: “DOMANI POTREMMO LASCIARE LA MAGLIA ROSA”

LE DICHIARAZIONI DI VINCENZO NIBALI: “UNA BUONA GIORNATA, DOMANI TAPPA SIMILE AD OGGI”

RISULTATO E ORDINE D’ARRIVO DELLA TAPPA

LA CLASSIFICA GENERALE DEI FAVORITI

LE DICHIARAZIONI DI ELIA VIVIANI: “QUANDO PIOVE, FACCIO FATICA”

LE DICHIARAZIONI DI PASCAL ACKERMANN

TOM DUMOULIN: “FA MALE, AVEVO LAVORATO PER MESI PER IL GIRO”

17.50 Chiudiamo qui la nostra DIRETTA LIVE, appuntamento a domani con la sesta frazione e con l’arrivo a San Giovanni Rotondo che potrebbe vedere protagonisti gli uomini di classifica. Grazie per averci seguito e buon proseguimento di giornata!

17.50 Ecco la classifica generale del Giro d’Italia 2019 dopo la quinta tappa Frascati-Terracina:

1 SLO ROGLIC Primoz TEAM JUMBO – VISMA 16h 19’ 20” 0’ 00”
2 GBR YATES Simon Philip MITCHELTON – SCOTT 16h 19’ 55” 0’ 35”
3 ITA NIBALI Vincenzo BAHRAIN – MERIDA 16h 19’ 59” 0’ 39”
4 COL LOPEZ MORENO Miguel Angel ASTANA PRO TEAM 16h 20’ 04” 0’ 44”
5 ITA ULISSI Diego UAE TEAM EMIRATES 16h 20’ 04” 0’ 44”
6 POL MAJKA Rafal BORA – HANSGROHE 16h 20’ 09” 0’ 49”
7 NED MOLLEMA Bauke TREK – SEGAFREDO 16h 20’ 15” 0’ 55”
8 ITA CARUSO Damiano BAHRAIN – MERIDA 16h 20’ 16” 0’ 56”
9 LUX JUNGELS Bob DECEUNINCK – QUICK-STEP 16h 20’ 22” 01’ 02”
10 ITA FORMOLO Davide BORA – HANSGROHE 16h 20’ 26” 01’ 06”

17.46 Nessuna modifica invece nella classifica generale che ha perso alla partenza l’olandese Tom Dumoulin (Sunweb). Lo sloveno Primoz Roglic conserva la Maglia Rosa davanti a Yates e Nibali, sicuramente condivisibile la decisione dell’organizzazione di neutralizzare gli ultimi 9 km per evitare ulteriori rischi dopo le cadute di ieri.

17.44 Da segnalare l’ennesimo piazzamento dell’australiano Caleb Ewan, il buon quinto posto di Matteo Moschetti e la presenza nella top10 di altri tre italiani: Paolo Simion, Giovanni Lonardi e Manuel Belletti.

17.43 Ecco l’ordine d’arrivo della quinta tappa del Giro d’Italia 2019.

1 ACKERMANN Pascal BORA – hansgrohe 3:27:05
2 GAVIRIA Fernando UAE-Team Emirates  ,,
3 DÉMARE Arnaud Groupama – FDJ  ,,
4 EWAN Caleb Lotto Soudal  ,,
5 MOSCHETTI Matteo Trek – Segafredo  ,,
6 GIBBONS Ryan Team Dimension Data  ,,
7 SIMION Paolo Bardiani – CSF ,,
8 BIERMANS Jenthe Team Katusha – Alpecin ,,
9 LONARDI Giovanni Nippo Vini Fantini Faizanè ,,
10 BELLETTI Manuel Androni Giocattoli – Sidermec ,,

17.42 La delusione di giornata è sicuramente Elia Viviani: sono mancate le gambe nel finale al campione italiano che non è nemmeno riuscito a disputare la volata nonostante il buon lavoro svolto dai propri compagni di squadra.

17.38 Gaviria ha provato ad anticipare gli avversari, ma il corridore tedesco della BORA-hansgrohe gli ha preso perfettamente la scia uscendo negli ultimi metri e conquistando la sua seconda vittoria in questo Giro d’Italia 2019!

17.37 Terzo posto per Démare, niente da fare invece per Viviani che non è riuscito a trovare il momento giusto per partire.

17.36 VITTORIA DI ACKERMANN! BEFFATO GAVIRIA NEGLI ULTIMI 50 METRI!

17.36 Deceuninck-QuickStep davanti a tutti! Elia Viviani in posizione perfetta!

17.35 ULTIMO CHILOMETRO! La Groupama-FDJ sembra la squadra più organizzata ma può succedere di tutto!

17.33 Elia Viviani scortato da due compagni della Deceuninck-QuickStep si porta nelle posizioni di testa, Moschetti alla sua ruota.

17.32 3 KM ALL’ARRIVO! Terminate le insidie dal punto di vista planimetrico, tutti presenti gli uomini più attesi!

17.31 Superate senza nessun problema le due curve insidiose collocate entrando negli ultimi 4 km, arriva il treno della Groupama-FDJ.

17.30 ULTIMI 5 KM! RITMO MOLTO ELEVATO! La Israel Cycling Academy di Davide Cimolai sembra molto organizzata.

17.28 Lotto Soudal a fare l’andatura in testa al gruppo per Caleb Ewan, siamo sul lungomare di Terracina!

17.27 Gruppo molto allungato a causa delle numerose curve, un po’ indietro Elia Viviani a 7 km dall’arrivo

17.26 Si riduce sensibilmente la testa del gruppo, soltanto gli uomini interessati alla vittoria di tappa stanno rischiando nel finale.

17.24 GRUPPO COMPATTO SUL TRAGUARDO! Nessun distacco in classifica generale quindi nella tappa di oggi! Si apre adesso la lotta per il successo con gli ultimi 9 km e con le squadre dei velocisti protagoniste.

17.22 AUMENTA LA PIOGGIA! DILUVIA SULLA CORSA! Nibali nelle prime posizioni del gruppo!

17.21 Si procede con relativa tranquillità verso il traguardo, verosimilmente la corsa si infiammerà soltanto dopo il passaggio quando le squadre degli uomini di classifica potranno anche staccarsi e lasciare la scena alle formazioni dei velocisti.

17.20 Ricordiamo un’ultima volta gli uomini di seguire con maggiore attenzione per la volata: oltre all’azzurro Elia Viviani (Deceuninck-QuickStep), anche il tedesco Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe), il francese Arnaud Démare (Groupama-FDJ), il colombiano Fernando Gaviria (UAE Emirates) e l’australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal), senza dimenticare gli italiani Giacomo Nizzolo (Dimension Data) e Matteo Moschetti (Trek-Segafredo).

17.18 Nella parte conclusiva della frazione saranno presenti un paio di curve piuttosto insidiose, non è del tutto da escludere che qualcuno provi ad anticipare la volata prendendosi qualche rischio sull’asfalto bagnato.

17.15 Si mantengono invece nella parte centrale del gruppo la Bahrain Merida di Vincenzo Nibali e la Mitchelton-Scott di Simon Yates. Soltanto 9 km al primo passaggio sul traguardo di Terracina dove sarà fermato il cronometro per la classifica generale.

17.12 Compatta comunque la Jumbo-Visma di Primoz Roglic che non vuole correre alcun tipo di rischio dopo aver guadagnato terreno in maniera piuttosto fortunata nella giornata di ieri grazie ad una caduta nel gruppo principale.

 

17.10 Le squadre dei velocisti si portano nelle posizioni di testa, subito dietro le formazioni degli uomini di classifica. Considerata la neutralizzazione al primo passaggio sul traguardo è sicuramente minore la necessità di rimanere davanti.

17.07 RIPRESO VERVAEKE (SUNWEB)! GRUPPO COMPATTO VERSO LA VOLATA!

17.05 Si aggiungono anche Groupama-FDJ e Deceuninck-QuickStep, nessuna possibilità di successo per Vervaeke vista la collaborazione tra le squadre dei velocisti. Soltanto 30” di margine per il belga a 25 km dal traguardo.

17.02 UAE Emirates e BORA-hansgrohe sono le due formazioni più attive nella testa del gruppo principale. La vera incognita riguarderà le condizioni dei protagonisti più attesi, sicuramente provati da una tappa corsa interamente sotto la pioggia e con temperature molto basse.

17.00 Scende per la prima volta al di sotto del minuto il vantaggio di Louis Vervaeke (Team Sunweb), protagonista di un coraggioso attacco in solitaria dopo aver staccato gli altri membri della fuga di giornata. Salvo clamorose sorprese sarà volata!

16.56 FORATURA PER CALEB EWAN! Momento decisamente poco opportuno per staccarsi dal gruppo principale, vedremo se il corridore australiano riuscirà a rientrare per giocarsi la volata.

16.54 Brillante comunque l’azione del corridore belga che sta cercando di risollevare la propria formazione dopo la notizia dell’abbandono di Tom Dumoulin che aperto la giornata per il Team Sunweb. Il suo vantaggio si mantiene intorno a 1’20”.

16.52 35 KM ALL’ARRIVO! Comincia ad aumentare l’andatura del gruppo principale, la neutralizzazione degli ultimi 9 km renderaà più tranquilla la situazione, ma le squadre degli uomini di classifica dovranno comunque lavorare per tenere in testa i rispettivi capitani.

16.48 Ancora uno scatto dalla corsa, la maggior parte del gruppo attende soltanto la doccia calda dopo una giornata come quella di oggi…

16.44 Ricordiamo ancora una volta che l’organizzazione ha saggiamente deciso di evitare qualsiasi rischio nel tracciato finale spostando il rilevamento cronometrico per la classifica generale al primo passaggio sul traguardo, a 9.7 km dalla conclusione della tappa.

16.42 PRIMO RICONGIUNGIMENTO! Il gruppo principale rientra su Umberto Orsini ed Enrico Barbin (Bardiani-CSF), Ivan Santaromita (Nippo Vini Fantini), e Miguel Florez (Androni Sidermec). Resta al comando il solo Vervaeke (Sunweb) con 1’22” di margine.

16.40 Ecco le parole di Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe) poco prima della partenza da Frascati. Il corridore tedesco ha vinto la seconda tappa a Fucecchio e indossa la maglia ciclamino di leader della classifica a punti.

16.36 La situazione al momento vede al comando il solo Louis Vervaeke (Team Sunweb). Il corridore belga è sicuramente un buon passista, ma le sue possibilità di arrivare all’arrivo sono davvero poche con il gruppo in pieno controllo.

16.35 Ecco le immagini della quinta tappa del Giro d’Italia 2018, davvero impietoso il confronto dal punto di vista meteorologico…

16.32 50 km all’arrivo per Vervaeke (Sunweb) che insiste nel disperato tentativo di arrivare in solitaria al traguardo, 20” il suo vantaggio sugli immediati inseguitori mentre il gruppo di trova a 1’30”.

16.30 Comincia la discesa anche per il gruppo principale, speriamo di non assistere nuovamente a cadute.

16.28 ALLUNGO DI VERVAEKE IN TESTA ALLA CORSA! Il belga transita per primo sul GPM e potrebbe proseguire nell’azione solitaria. Sicuramente il gruppo rallenterà per affrontare con prudenza il tratto in discesa.

16.26 Atmosfera decisamente rilassata nel gruppo principale con Primoz Roglic che ha il tempo di scambiare un saluto con il proprio compagno di squadra di fronte alle telecamere.

16.24 Il vantaggio degli attaccanti è al momento di 1’15”, davvero ridotte le possibilità di successo per gli uomini in fuga.

16.20 Comincia anche per il gruppo il GPM di Sezze di quarta categoria, dallo scollinamento mancheranno poco più di 50 km all’arrivo.

16.16 Suggestiva immagine della Maglia Rosa Primoz Roglic. Pioggia continua in questa quinta tappa del Giro d’Italia 2019.

16.14 Ripetiamo ancora una volta quali sono i principali favoriti della tappa di oggi. Oltre all’azzurro Elia Viviani (Deceuninck-QuickStep), da seguire anche il tedesco Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe), il francese Arnaud Démare (Groupama-FDJ), il colombiano Fernando Gaviria (UAE Emirates) e l’australiano Caleb Ewan (Lotto Soudal), senza dimenticare gli italiani Giacomo Nizzolo (Dimension Data) e Matteo Moschetti (Trek-Segafredo).

16.10 Ecco la comunicazione ufficiale della decisione annunciata poco fa da parte della giuria.

16.08 Ricapitoliamo ancora una volta la situazione della corsa. Cinque corridori in fuga: Umberto Orsini ed Enrico Barbin (Bardiani-CSF), Ivan Santaromita (Nippo Vini Fantini), il colombiano Miguel Florez (Androni Sidermec) e il belga Louis Vervaeke (Team Sunweb). Gruppo principale al momento con 1’08” di ritardo, perfettamente in controllo grazie al lavoro delle squadre dei velocisti.

16.05 Ecco un filmato dei corridori alla partenza di Frascati, le condizioni non sono cambiate nel corso della tappa.

16.02 Decisione assolutamente condivisibile da parte dell’organizzazione che ha voluto evitare situazioni analoghe a quelle che si sono verificate nella giornata di ieri con le numerose cadute.

16.00 UFFICIALE! La giuria ha deciso che per ragioni di sicurezza il tempo di arrivo della tappa sarà cronometrato al primo passaggio sul traguardo di Terracina, il circuito finale di 9 km servirà quindi solamente per decretare il vincitore di giornata.

15.56 La Jumbo-Visma si è portata al comando del gruppo, sempre costante intorno ad 1’30” il distacco dagli attaccanti.

15.54 Secondo e ultimo traguardo volante di giornata nei pressi di Latina, il primo a transitare dei fuggitivi è ancora Barbin (Bardiani-CSF).

15.52 Non è sicuramente un caso la presenza del belga Louis Vervaeke (Sunweb) nella fuga di giornata. Dopo il ritiro del capitano Tom Dumoulin, la formazione tedesca proverà ad essere protagonista con attacchi da lontano.

15.48 Situazione di stallo in corsa con il distacco tra gli attaccanti ed il gruppo che si mantiene intorno ad 1’40” quando mancano 75 km all’arrivo di Terracina. Verosimilmente l’andatura aumenterà dopo il GPM di Sezze.

15.44 Prima Enrico Gasparotto (Dimension Data), poi Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) si sono avvicinati alla macchina della giuria. Possibile che il gruppo voglia chiedere l’annullamento del tempo a 3 km dal traguardo per evitare incidenti come quelli accaduti sull’arrivo di ieri.

15.42 La Maglia Rosa di Primoz Roglic (Jumbo-Visma) si è avvicinata all’ammiraglia per cambiare la mantellina completamente inzuppata dalla pioggia. Diversi corridori stanno cercando di riscaldarsi in ogni modo possibile.

15.40 Ecco un’immagine del traguardo volante di Cisterna di Latina dove Ackermann scortato da un compagno ha conquistato altri punti per la maglia ciclamino. Ricordiamo che la penalizzazione di 50 punti inflitta ed Elia Viviani ha tagliato fuori il veronese dalla lotta per la classifica a punti.

15.36 L’interesse del gruppo sarà quello di non riprendere troppo presto gli uomini al comando per evitare ulteriori attacchi prima della volata conclusiva. Le squadre dei favoriti cercheranno di mantenere il distacco tra il 1’00” e il 1’30” in questa parte centrale della tappa.

15.34 Scelta condivisa dei cinque uomini di testa che permettono a Barbin di transitare per primo al traguardo volante di Cisterna di Latina dopo la scivolata precedente. Nel gruppo si muove soltanto Ackermann che allunga in testa alla classifica per la maglia ciclamino.

15.30 Momento di tranquillità in corsa. Ricordiamo la situazione a meno di 90 km dal traguardo: in fuga cinque uomini con Umberto Orsini ed Enrico Barbin (Bardiani-CSF), Ivan Santaromita (Nippo Vini Fantini), il colombiano Miguel Florez (Androni Sidermec) e il belga Louis Vervaeke (Team Sunweb). Il gruppo assolutamente in controllo ad appena 1’20”.

15.26 Eloquente il video che coglie il tedesco Pascal Ackermann (BORA-hansgrohe), uno dei grandi favoriti di giornata, intento a muovere le mani per evitare un principio di congelamento. Condizioni davvero estreme per il gruppo quest’oggi.

15.23 Sia la fuga sia il gruppo principale dovrebbero aver superato la parte più insidiosa della tappa: quasi esclusivamente pianura da qui alla conclusione, con l’unica eccezione del GPM di Sezze di quarta categoria.

15.20 Superata la località di Velletri, la discesa procederà fino a Cisterna di Latina dove sarà collocato il primo traguardo volante di giornata. Nel frattempo Orsini è riuscito a rientrare sulla testa della corsa, anche se pare piuttosto dolorante.

15.16 Siamo entrati negli ultimi 100 km di questa quinta tappa del Giro d’Italia 2019: 140 km da Frascati a Terracina.

15.14 Scivolata per la motocronaca RAI di Marco Saligari! Nessuna conseguenza fortunatamente, ma le condizione dell’asfalto sono davvero complicate.

15.10 Cominciano le cadute nel gruppo! Tratto di discesa successivo a Rocca di Papa decisamente pericoloso, Orsini finisce a terra e perde contatto dai compagni all’attacco, nessuno vuole correre rischi in questo frangente.

15.08 La situazione vede sempre al comando il gruppetto di cinque uomini all’attacco: Umberto Orsini ed Enrico Barbin (Bardiani-CSF), Ivan Santaromita (Nippo Vini Fantini), il colombiano Miguel Florez (Androni Sidermec) e il belga Louis Vervaeke (Team Sunweb). Il loro vantaggio è al momento di 1’42” sul gruppo principale che non sta lasciando margine alla fuga.

15.05 Ecco un’immagine della partenza da Frascati che mostra molto bene l’attrezzatura dei corridori per fronteggiare le difficoltà di giornata.

15.02 Prosegue sotto una pioggia incessante la marcia dei corridori, giornata davvero durissima per il gruppo che si trova a fare i conti anche con temperature intorno ai 10°, decisamente anomale per il periodo dell’anno.

14.54 ATTENZIONE, rallentamento in gruppo. Molti corridori sono costretti a mettere piede a terra.

14.53 Il margine di distacco tra gli attaccanti e il gruppo è sempre di circa 2′. Fuggitivi sotto controllo.

14.49 Oltre alla pioggia, anche tanto freddo. La temperatura è di circa 10°. Una giornata dal sapore autunnale.

14.44 I cinque fuggitivi hanno 2’14” di vantaggio, mentre mancano 117 km.

14.41 Si rialza Giulio Ciccone, il leader dei GPM si è reso conto che l’unica ascesa valevole per i punti è al km 88.

14.37 Tornando a parlare del povero Tom Dumoulin, il Giro ha perso uno dei suoi grandi protagonisti e favoriti. Purtroppo la caduta di ieri è stata troppo pesante per poter recuperare prontamente. Si rifarà sicuramente al Tour de France. Ma va detto che adesso Roglic ha ancora più speranze di poter ambire alla vittoria finale.

14.32 Il gruppo della maglia rosa è comandato dalla Jumbo-Visma del leader Primoz Roglic e dalla BORA-Hansgrohe di Pascal Ackermann, uno dei favoriti del giorno.

14.28 Nebbia sulla corsa, il tempo non concede tregua al gruppo del Giro.

14.23 La pioggia non da tregua e scende copiosa sulla Corsa Rosa.

14.19 I sei fuggitivi comandano con 1’03” di vantaggio.

14.14 In tutto ciò, appena la tappa ha preso il via, sono partiti all’attacco quattro italiani Umberto Orsini ed Enrico Barbin (Bardiani-CSF), Ivan Santaromita (Nippo Vini Fantini), Giulio Ciccone (Trek-Segafredo) poi il colombiano Miguel Florez (Androni Sidermec) e il belga Louis Vervaeke (Team Sunweb).

14.10 Partita la tappa ed ecco che come da pronostico alla fine Dumoulin non ce la fa. L’olandese ha provato a prendere il via ma non è più riuscito a proseguire.

14.05 Siamo in attesa del km 0.

14.02 Questa è l’altimetria della frazione odierna:

 

14.00 Nel frattempo è partita la quinta tappa del Giro d’Italia 2019 da Frascati a Terracina.

13.52 Vincenzo Nibali assieme al premier Conte:

13.46 Ecco Tom Dumoulin al foglio firma di Frascati:

13.42 Escluse fratture per Domenico Pozzovivo. Il lucano ripartirà da Frascati nonostante un polso dolorante.

13.38 Parlando della tappa di ieri rovinata nel finale da una bruttissima caduta che ha coinvolto il vincitore del Giro 2017 Tom Dumoulin, il campione olandese prenderà regolarmente il via nonostante un ginocchio visibilmente gonfio. 

13.37 Presente al villaggio di partenza il presidente del consiglio Giuseppe Conte:

13.35 Pioggia consistente alla partenza da Frascati; la tappa prenderà il via intorno alle 13.55.

13.34 140 km da Frascati a Terracina per questa tappa corta e divisa in due parti. Previste due salite nella fase iniziale, con l’ascesa di Rocca Priora e poi quella di Rocca di Papa; una partenza tutt’altro che facile. Poi una parte completamente pianeggiante tra Cisterna di Latina e Latina. Successivamente troviamo il GPM di quarta categoria di Sezze, che precede un finale completamente a favore dei velocisti.

 

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Valerio Conti schiva un cane e si salva da una caduta, poi indossa la maglia rosa al Giro d’Italia!

Giro d’Italia 2019, Valerio Conti veste la maglia rosa! Arriva la fuga bidone, un italiano in testa dopo 3 anni