Giro d’Italia 2016, diciottesima tappa: Muggiò-Pinerolo. La lunghezza può far male

18esima-tappa-Giro-2016.jpg

La 18esima tappa del Giro d’Italia 2016, 240 chilometri da Muggiò a Pinerolo, sarà la frazione più lunga dell’edizione di quest’anno. Posta a soli tre giorni dalla conclusione della Corsa Rosa rischia anche di risultare decisiva per la classifica finale. Perché, oltre alla distanza, le difficoltà dovrebbero provenire anche e soprattutto dal percorso.

Non all’inizio, comunque: per 215 chilometri sarà una tappa per lo più pianeggiante, con strade larghe e anche qualche grosso centro abitato come Novara, Vercelli e Torino. Attenzione anche al fattore noia che potrebbe creare ostacoli artificiali e cadute. Poi, le salite: il Pramartino, che scollina ai -20 e sale con una media del 10%, e la tremenda via Principia d’Acaja ai -2: 450 metri al 14% con punte del 20%, su pavé e carreggiata stretta.

Il finale tornerà asfaltato, ma sarà tutt’altro che semplice. Pinerolo abbraccerà il traguardo del Giro d’Italia per la sesta volta nella storia. Nella prima, datata 1949, a imporsi fu Fausto Coppi.

Le tappe precedenti:

Prima tappa: Apeldoorn-Apeldoorn
Seconda tappa: Arnhem-Nijmegen
Terza tappa: Nijmegen-Arnhem
Quarta Tappa: Catanzaro-Praia a Mare
Quinta tappa: Praia a Mare-Benevento
Sesta tappa: Ponte-Roccaraso
Settima tappa: Sulmona-Foligno
Ottava tappa: Foligno-Arezzo
Nona tappa: Chianti-Chianti
Decima tappa: Campi Bisenzio-Sestola
Undicesima tappa: Modena-Asolo
Dodicesima tappa: Noale-Bibione
Tredicesima tappa: Palmanova-Cividale del Friuli
Quattordicesima tappa: Alpago-Corvara
Quindicesima tappa: cronoscalata Castelrotto-Alpe di Siusi
Sedicesima tappa: Bressanone-Andalo
Diciassettesima tappa: Molveno-Cassano d’Adda

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top