Seguici su

Basket

Basket femminile: Reyer Venezia corsara a Gdynia nell’andata degli ottavi di EuroCup

Pubblicato

il

Matilde Villa

Prova di forza dell’Umana Reyer Venezia in Polonia nell’andata degli ottavi di finale di EuroCup femminile 2023-2024. La squadra allenata da Andrea Mazzon non conosce sosta né sconfitta: battuto l’Arka Gdynia per 68-77. Gran performance di Francesca Pan, 15 punti e 5/6 da tre; in doppia cifra anche Jessica Shepard (17, miglior realizzatrice), Matilde Villa (12) e Lisa Berkani (11). Per le polacche 17 di Barbara Wrzesinski come miglior dato di punti. Ritorno tra una settimana al Taliercio.

Nel primo quarto si capisce subito che, se la Reyer c’è, Gdynia vuole dare (parecchia) battaglia. Anzi, nelle primissime fasi sono proprio le polacche ad avere qualcosa in più sfruttando parecchio le doti vicino a canestro della 2002 Borkowska. Dal 7-4 è pronto il parziale di 2-8 veneziano con Villa e Makurat prime protagoniste (ma anche Kuier in difesa). Si va avanti a parziali: 6-0 Arka con Wrzesinski protagonista, poi ci pensano Berkani, Pan e Shepard a ribaltare tutto per il 15-19 dopo 10′.

In uno dei suoi rari momenti positivi di stasera, Davis, che di solito colpisce assai da tre, porta Gdynia sul 22-22. Il trio Shepard-Villa-Pan procura all’Umana un vantaggio di 7 punti a metà periodo, solo per assistere al pronto rientro delle polacche che trovano una mano anche da Cowling per il -1 (33-34). Due triple di Fassina e un’iniziativa di Villa rimettono le cose su buoni binari per Venezia, avanti 37-42 all’intervallo.

Basket, Trento cede nel finale in EuroCup e perde ad Ankara

Al rientro in campo altro recupero dell’Arka, con Davis e Borkowska che riportano la situazione sul 43-44. Segue un momento di scarsa vena realizzativa per entrambe le squadre, con Villa unica a segnare. Le padrone di casa ci provano avvicinandosi a canestro e con i liberi, le ospiti rispondono spesso dall’arco (Berkani e Pan); l’ultima parola è di Cubaj con il jumper del 50-54 quando restano 10′ da giocare.

Venezia preme sull’acceleratore quando torna sul parquet: Kuier diventa un fattore su ambo i lati del campo, Berkani, Cubaj e Pan trovano sempre ottimi spazi per realizzare, Shepard ribadisce ed è +14 (53-67). Lodevoli i tentativi di Gdynia di rientrare (Kastanek, Wrzesinski e Borkowska le protagoniste), ma il controllo dell’Umana è fondamentalmente buono. Si torna in Laguna con un 68-77 da conservare.

VBW ARKA GDYNIA-UMANA REYER VENEZIA 68-77

GDYNIA – Davis* 12, Bazan, Cowling, Szymkiewicz ne, Podgorna 6,Borkowska* 12, Puter, Miskiniene* 4, Kastanek* 6, Zytkowska ne, Wrzesinski* 17, Szulc ne. All. P. Mestdagh

VENEZIA – Logoh ne, Berkani 11, Gorini, Villa* 12, Nicolodi, Pan 15, Meldere ne, Makurat* 4, Cubaj 6, Fassina* 8, Shepard* 17, Kuier* 4. All. Mazzon

Credit: Ciamillo

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online