DIRETTA MotoGP, GP Mugello LIVE: Quartararo scappa in classifica, fuori Bagnaia. 10° Valentino Rossi

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DELLA GARA

CLASSIFICA MONDIALE MOTOGP

ORDINE D’ARRIVO GP ITALIA 2021 MOTOGP AL MUGELLO

LE PAGELLE DEL GP D’ITALIA 2021

VALENTINO ROSSI: “GARA DIFFICILE PER TUTTI”

FABIO QUARTARARO: “NON POSSO FESTEGGIARE, PENSAVO SEMPRE A DUPASQUIER”

14.55 Grazie per averci seguito e buon proseguimento di giornata. Un saluto sportivo.

14.49 In classifica generale Quartararo sale a 105 punti, seguito da Zarco a -24 e da Bagnaia a -26. 4° Miller a -31. Il Mondiale è fortemente orientato verso la Francia, anche perché il transalpino può contare su una Yamaha competitiva su tutti i circuiti.

14.47 Gli altri italiani: 13° Pirro, 15° Savadori, 16° Morbidelli, 17° Marini. Bagnaia era caduto al 2° giro.

14.44 Dunque Quartararo vince davanti a Mir, Oliveira, Zarco, Binder, Miller, Aleix Espargarò, Vinales e Petrucci. 10° Valentino Rossi a 25″1: per il Dottore è il miglior risultato stagionale.

14.43 Oliveira, secondo all’arrivo, perde una posizione a tavolino per aver ecceduto i limiti della pista.

14.42 Fabio Quartararo vince il GP d’Italia al Mugello e va in fuga nel Mondiale. La Francia non ha mai vinto un titolo nella classe regina.

-1 ULTIMO GIRO!

-2 VALENTINO ROSSI SUPERA LECUONA ED E’ DECIMO!

-2 Ora Valentino Rossi è 11° e si gioca la top10! Deve superare Lecuona.

-2 Errore di Pirro, che è in crisi con le gomme e scivola in 13ma piazza.

-2 Quartararo sta gestendo le gomme e conserva 3″6 su Oliveira.

-3 Valentino Rossi, 12°, ha ripreso Lecuona.

-3 CADE NAKAGAMi! Era 9° il giapponese.

-3 Mir per ora non riesce a superare Oliveira.

-4 Rossi a 7 decimi da Lecuona per il 12° posto.

-4 CADE RINS! Lo spagnolo fatica a terminare le gare quest’anno. Valentino Rossi in questo modo guadagna una posizione ed è 13°.

-5 Valentino Rossi supera Pol Espargarò ed è 14°. Per lui 2 punticini al momento.

-5 Al momento Quartararo è in fuga nel Mondiale con 26 punti di vantaggio su Bagnaia e Zarco e 32 su Miller.

-5 Quartararo guida in solitudine con 3″8 su Oliveria, 4″1 su Mir, 4″7 su Rins. Seguono Zarco, Binder e Miller.

-6 Rins attacca e supera Zarco.

-6 Valentino Rossi a 3 decimi da Pol Espargarò, si sta giocando il 14° posto.

-6 Intanto Quartararo è al comando con 4″1 su Oliveira. Il francese non ha concorrenza.

-7 Mir supera Zarco ed è terzo.

-7 Oliveira ha già guadagnato mezzo secondo su Zarco.

-8 E’ facile pensare che ora anche Mir e Rins supereranno Zarco. A tutto vantaggio di Quartararo in ottica iridata…

-8 Oliveira supera Zarco ed è 2°. La Ducati proprio non ne ha in questa fase.

-9 Mir e Rins hanno ripreso Oliveira e Zarco, ora sono in quattro a giocarsi la seconda piazza.

-9 Quartararo sta amministrando: 3″5 su Zarco, ma il pilot della Yamaha potrebbe andare anche più forte.

-9 Valentino Rossi si sta avvicinando ad Espargarò.

-10 Valentino Rossi è sempre 15°, deve recuperare un secondo a Pol Espargarò, che lo precede.

-10 Vinales supera Pirro ed è decimo. Nessun italiano in top10.

-10 Mir si sta riportando su Zarco e Oliveira. La Suzuki, come di consueto, è molto incisiva nelle fasi finali di gara.

-11 Gara oggettivamente molto noiosa, amici di OA Sport. L’uscita immediata di Bagnaia ci ha privato di un grande spettacolo.

-12 Quartararo sta monopolizzando questa gara. 3″ su Zarco, in battaglia con Oliveira per il secondo posto. A 4″5 le Suzuki di Mir e Rins.

-13 Franco Morbidelli è 18°, ha compromesso la sua gara con l’escursione iniziale nella ghiaia per evitare Marquez, che è caduto.

-13 Mir supera Rins ed è 4°. L’unico italiano in top10 è Michele Pirro, 10°: che amarezza…

-14 Oliveira all’attacco di Zarco per il 2° posto. Grande fatica per la Ducati in questa fase. E dire che era una pista favorevole…

-14 Miller sprofonda: viene superato da Rins, Mir e Binder. Ora è 7°.

-15 Valentino Rossi supera Savadori ed entra in zona punti: è 15°. Vinales passa Pol Espargarò ed è 11°.

-15 In compenso la gara di Maverick Vinales è più anonima che mai, appena 12°! Lo spagnolo sta subendo psicologicamente le prestazioni di Quartararo, suo compagno di squadra.

-15 Quartararo è scappato via. 1″5 su Zarco. La Yamaha va forte su tutte le piste, è il favorito n.1 per il Mondiale.

-16 Supera il secondo il vantaggio di Quartararo su Zarco.

-16 Nuovo sorpasso e controsorpasso tra Miller e Rins. L’australiano è sempre 4°.

-17 Valentino Rossi ha superato Alex Marquez ed è 16°. Ora a 3 decimi davanti a lui c’è Savadori.

-17 Rins supera Miller, ma l’australiano torna davanti grazie alla Ducati in fondo al rettilineo.

-18 Bastianini, durante il giro di ricognizione, ha tamponato Zarco andando a posizionarsi sulla griglia di partenza. L’episodio verrà analizzato dai commissari a fine gara.

-18 Già 8 decimi di vantaggio per Quartararo su Zarco. Il francese della Yamaha è superiore, oggi darà una spallata importante al Mondiale.

-18 Rins torna davanti a Mir. Sfida tra Suzuki per il quinto posto.

-19 Francesco Bagnaia è disperato ai box, si copre il volto con l’asciugamano.

-19 Mir supera Rins ed è quinto.

-19 Rossi sta perdendo più di 2 secondi al giro da Quartararo.

-19 Quartararo prova l’allungo. Seguono Zarco, Oliveira, Miller, Rins, Mir, Binder, Aleix Espargarò. 9° Pirro, 14° Petrucci, 15° Savadori, 17° Valentino Rossi a 9″2 dalla vetta.

-20 La caduta di Marquez:

-20 La scivolata di Bagnaia:

-21 Quartararo, con Bagnaia fuori, può andare in fuga nel Mondiale. Davvero non ci voleva per l’Italia.

-21 Sorpasso e controsorpasso tra Quartararo e Zarco. Due francesi davanti.

-22 CADE FRANCESCO BAGNAIA ALL’ARRABBIATA 2. Un bruttissimo colpo per il Mondiale.

-22 CADE MARC MARQUEZ! Franco Morbidelli, per evitarlo, è costretto a finire nella ghiaia. Ora il romano è 20°, gara compromessa.

-22 Zarco supera Oliveira ed è 3°.

-23 Bagnaia in testa davanti a Quartararo, Oliveira, Zarco, Miller, Mir, Binder, Rins, Aleix Espargarò e Marc Marquez. 20° Valentino Rossi.

-23 Sia Bagnaia sia Quartararo montano una coppia di gomme medie.

-23 giri al termine. Bagnaia supera Quartararo alla prima curva ed è in testa.

INIZIATA LA GARA!

14.00 Enea Bastianini è caduto mentre andava a posizionarsi sulla griglia!

14.00 Piloti schierati sulla griglia di partenza…

13.58 Giro di ricognizione!

13.57 Saranno 23 i giri da percorrere.

13.56 La classifica del Mondiale vede Quartararo al comando con 80 punti, seguito da Bagnaia a 79, Zarco a 68 e Miller a 64. Tutto apertissimo.

13.54 Quartararo parte dalla pole per la quarta volta consecutiva!

13.53 Esiste poi il curioso caso di Mattia Pasini, che può vantare affermazioni in 125cc (2006), 250cc (2009) e Moto2 (2017). Tuttavia, questo significa che per due volte ha vinto nella classe mezzana, la quale ha nel frattempo cambiato connotati.

13.52 Solamente due centauri sono stati capaci di imporsi in tre classi diverse. Si tratta di Valentino Rossi e Marc Marquez. Il Dottore – oltre alle sette affermazioni in MotoGP – è passato per primo sotto la bandiera a scacchi anche nella 125cc (1997) e nella 250cc (1999). Lo spagnolo, invece, ha vinto una volta per classe (2010 in 125cc, 2011 in Moto2, 2014 in MotoGP). In linea puramente teorica, Miguel Oliveira potrebbe unirsi alla compagnia, poiché si è già imposto in Moto3 (2015) e in Moto2 (2018).

13.51 Chiaramente, sono numerosissimi i successi di piloti italiani. I padroni di casa sono passati per primi sotto la bandiera a scacchi ben 26 volte, metà delle quali grazie a Valentino Rossi (7) e Giacomo Agostini (6). Cionondimeno, non vanno dimenticate le 2 affermazioni Alberto Pagani (1969, 1971), mentre si sono imposti in 1 occasione anche Nello Pagani (1949), Alfredo Milani (1951), Umberto Masetti (1955), Libero Liberati (1957), Franco Bonera (1974), Franco Uncini (1982), Pier-Francesco Chili (1989), Luca Cadalora (1993), Loris Capirossi (2000), Andrea Dovizioso (2017) e Danilo Petrucci (2019).

13.46 A proposito di Case, nella lunghissima storia del GP d’Italia hanno primeggiato otto diversi marchi. Si contano 19 successi per la Yamaha, recentemente guadagnatasi il ruolo di top winner a discapito della Honda, issatasi a 18. Le due storiche aziende giapponesi hanno però scavalcato solo nel XXI secolo la MV Agusta, che tra gli anni ’50 e i ’70 ha collezionato ben 16 affermazioni. Abbiamo poi 6 vittorie per la Gilera, 4 a testa per Suzuki e Ducati, 2 per la Linto e 1 per la Norton.

13.41 Dodici piloti sono stati in grado di vincere più di un’edizione, ma solo quattro di loro sono stati capaci di imporsi con due moto diverse. Si tratta di Geoff Duke (Norton e Gilera), Giacomo Agostini (MV Agusta e Yamaha), Valentino Rossi (Honda e Yamaha) e Jorge Lorenzo (Yamaha e Ducati).

13.36 GP ITALIA – VITTORIE TOP CLASS
7 – ROSSI Valentino [ITA] (2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2008)
6 – AGOSTINI Giacomo [ITA] (1966, 1967, 1968, 1970, 1972, 1975)
6 – DOOHAN Mick [AUS] (1991, 1994, 1995, 1996, 1997, 1998)
6 – LORENZO Jorge [ESP] (2011, 2012, 2013, 2015, 2016, 2018)
5 – HAILWOOD Mike [GBR] (1961, 1962, 1963, 1964, 1965)
4 – DUKE Geoff [GBR] (1950, 1953, 1954, 1956)
4 – ROBERTS Kenny Sr. [USA] (1978, 1979, 1980, 1981)
3 – SURTEES John [GBR] (1958, 1959, 1960)
3 – SPENCER Freddie [USA] (1983, 1984, 1985)
2 – PAGANI Alberto [ITA] (1969, 1971)
2 – SHEENE Barry [GBR] (1976, 1977)
2 – LAWSON Eddie [USA] (1986, 1988)

13.32 Successivamente, anche Jorge Lorenzo è riuscito a issarsi a quota 6, senza tuttavia riuscire poi a eguagliare il record di Rossi. Oltre a quest’ultimo, ci sono solamente altri due centauri in attività ad aver già vinto il Gran Premio d’Italia. Si tratta di Marc Marquez (2014) e Danilo Petrucci (2019).

13.27 Il pilota più vincente in assoluto nella top class è Valentino Rossi, capace di imporsi ben 7 volte, peraltro consecutive! Il Dottore ha primeggiato in ogni Gran Premio disputato dal 2002 al 2008. In questo modo il fuoriclasse di Tavullia ha superato l’annoso primato di 6 affermazioni che era detenuto da Giacomo Agostini e Mick Doohan.

13.22 TOP CLASS (500cc/MOTOGP)
Nonostante si siano disputate 71 edizioni del GP, la classe regina ha mandato in scena 70 gare. Infatti la prova del 1973 venne annullata a causa del famigerato incidente in cui persero la vita Renzo Pasolini e Jarno Saarinen, verificatosi nella classe 250cc, che nel programma precedeva la 500cc.

13.16 EDIZIONI GP D’ITALIA/GP DELLE NAZIONI
30 Mugello (1976, 1978, 1985, 1992, dal 1994 in poi)
27 Monza (Dal 1949 al 1968; 1970-1971; 1973; 1981; 1983; 1986-1987)
7 Imola (1969, 1972, 1974-1975, 1977, 1979, 1988)
7 Misano (1980, 1982, 1984, 1989-1990-1991, 1993)

13.12 Ovviamente, nel corso degli anni la prova ha più volte cambiato sede. Dal 1949 sino al 1968 si disputa sempre a Monza. Dopodiché, dal 1969 diventa de facto itinerante, poiché non va in scena mai nella stessa sede per più di tre anni di fila. Oltre all’autodromo brianzolo, il Gran Premio si tiene anche a Imola, a Misano e al Mugello. La situazione cambia radicalmente dal 1994, quando il GP d’Italia si stanzia definitivamente in Toscana.

13.07 Il Motomondiale ritrova il Gran Premio d’Italia, che dopo un anno di assenza fa il proprio ritorno in scena. Questa competizione è un autentico monumento del campionato iridato, poiché è stata inserita nel calendario di tutte le stagioni della storia, mancando all’appello solo ed esclusivamente nel 2020 a causa della pandemia di Covid-19. Dunque, quella del weekend sarà la 72ma edizione di un appuntamento che, per la verità, fino al 1990 aveva un altro nome. Infatti la gara vede la luce addirittura nel 1922 come Gran Premio delle Nazioni. Nonostante venga identificato in tutto e per tutto come il GP d’Italia, assume tale denominazione solamente a partire dal 1991.

13.02 Purtroppo vi abbiamo dato già in precedenza la notizia peggiore: il pilota svizzero Jason Dupasquier è morto dopo l’incidente di ieri.

13.00 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla Diretta Live del GP d’Italia di MotoGP al Mugello. La gara inizierà alle 14.00.

12.10 Arriva purtroppo la notizia che non avremmo mai voluto darvi. Jason Dupasquier è morto.

MOTOGP SU TV8: ORARIO GARA GP ITALIA IN CHIARO

GRIGLIA DI PARTENZA GP ITALIA 2021 MOTOGP

RISULTATI E CLASSIFICA WARM-UP

10.18: Appuntamento quindi alle 14.00 per la gara del Mugello. Un saluto dalla redazione di OA Sport.

10.16 Risultati e classifica warm-up:

1 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 349.5 1’46.746
2 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing Ducati 358.8 1’46.832 0.086 / 0.086
3 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 352.9 1’46.989 0.243 / 0.157
4 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 349.5 1’46.994 0.248 / 0.005
5 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 342.8 1’47.032 0.286 / 0.038
6 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 348.3 1’47.095 0.349 / 0.063
7 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL Honda 350.6 1’47.172 0.426 / 0.077
8 9 Danilo PETRUCCI ITA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 345.0 1’47.180 0.434 / 0.008
9 23 Enea BASTIANINI ITA Avintia Esponsorama Ducati 355.2 1’47.213 0.467 / 0.033
10 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 349.5 1’47.216 0.470 / 0.003
11 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 348.3 1’47.224 0.478 / 0.008
12 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team Ducati 355.2 1’47.353 0.607 / 0.129
13 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 345.0 1’47.424 0.678 / 0.071
14 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 351.7 1’47.557 0.811 / 0.133
15 51 Michele PIRRO ITA Pramac Racing Ducati 355.2 1’47.578 0.832 / 0.021
16 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 337.5 1’47.611 0.865 / 0.033
17 46 Valentino ROSSI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 348.3 1’47.650 0.904 / 0.039
18 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team Honda 349.5 1’47.700 0.954 / 0.050
19 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team Ducati 357.6 1’47.702 0.956 / 0.002
20 27 Iker LECUONA SPA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 349.5 1’47.785 1.039 / 0.083
21 10 Luca MARINI ITA SKY VR46 Avintia Ducati 346.1 1’48.629 1.883 / 0.844
22 32 Lorenzo SAVADORI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 345.0 1’49.060 2.314 / 0.431

10.15: Temperature alte sono previste in vista del via della gara alle ore 14.00. La gestione delle gomme sarà fondamentale, considerando il grande equilibrio tra i competitors.

10.12: Per Valentino Rossi i problemi si sono confermati anche in questo warm-up, visto il 17° posto. Forse un po’ meglio la prestazione del “Dottore” rispetto al 19° crono delle qualifiche, ma poca roba. Purtroppo il nove volte iridato deve fare i conti con un contesto agonistico notevole.

10.10: Una gara che potrebbe vivere nel confronto diretto tra “Pecco” e Quartararo, ma attenzione alla Suzuki che con il serbatoio pieno è molto pericolosa, senza escludere dalla lotta soprattutto nei primi giri l’Aprilia di Aleix Espargaró.

10.07: Si prospetta quindi una gara interessante in cui il piano tattico di Bagnaia, in vista della corsa, sarà quello di rompere il ritmo a Quartararo. La Ducati ha un chiaro vantaggio in termini di potenza, ma paga nel confronto con la Yamaha in termini di guidabilità.

10.05: Turno dunque da valutare fino a un certo punto quello di questo warm-up: Nakagami il migliore con la Honda LCR con il crono di 1’46″746 a precedere la Ducati Pramac del francese Johann Zarco di 0″086 e di 0″243 il sudafricano della KTM Brad Binder. Marc Marquez ha concluso in sesta posizione, sfruttando anche la sciadi altri piloti a 0″359. Hanno un po’ giocato a nascondino Quartararo e Bagnaia uno vicino all’altro, visto che i due hanno chiuso in undicesima e dodicesima posizione girando con gomme usate medie. Valentino Rossi è 17° con 0″904, vicinissimo a Morbidelli 16° a 0″865.

10.02: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP
1
30
T. NAKAGAMI
1:46.746
2
5
J. ZARCO
+0.086
3
33
B. BINDER
+0.243
4
42
A. RINS
+0.248
5
12
M. VIÑALES
+0.286
6
93
M. MARQUEZ
+0.349
7
73
A. MARQUEZ
+0.426
8
9
D. PETRUCCI
+0.434
9
23
E. BASTIANINI
+0.467
10
41
A. ESPARGARO
+0.470

 

10.00: BANDIERA A SCACCHI!!!

09.59: Scala la classifica Binder con la KTM: terzo il sudafricano è a 0″243 dalla vetta di Nakagami. Valentino Rossi è 15° a 0″904, che continua a faticare con la gomma posteriore.

09.58: Un turno quindi abbastanza interlocutorio con i due principali favoriti Quartararo (10°) e Bagnaia 12° hanno girato con gomme usate, per cui hanno effettuato un lavoro diverso.

09.56: Marc Marquez si porta in quinta posizione a 0″349, mentre Valentino Rossi è 14° a 0″904 preceduto da Morbidelli. Bagnaia è 11° ed è rientrato ai box.

09.54: Di seguito l’ordine dei tempi aggiornato:

POS # RIDER GAP
1
30
T. NAKAGAMI
1:46.746
2
5
J. ZARCO
+0.086
3
42
A. RINS
+0.248
4
12
M. VIÑALES
+0.286
5
93
M. MARQUEZ
+0.349
6
73
A. MARQUEZ
+0.426
7
41
A. ESPARGARO
+0.470
8
20
F. QUARTARARO
+0.478
9
63
F. BAGNAIA
+0.607
10
23
E. BASTIANINI
+0.631

 

09.51: Nakagami si porta davanti a tutti con il crono di 1’46″746 a precedere di 0″086 Zarco e di 0″286 Vinales. Quartararo è sesto a 0″478 davanti a Bagnaia (+0″607) e a Marc Marquez (+0″622). Valentino Rossi 11° a 0″904, immediatamente alle spalle di Franco Morbidelli 10° a 0″865.

09.49: La graduatoria in pochissimo cambia tutto. Johann Zarco si porta davanti a tutti con il crono di 1’46″832 a precedere Aleix Espargaro di 0″384 e Bagnaia di 0″512. Marc Marquez marca stretto “Pecco” ed è quarto a 0″536 e Quartararo quinto a 0″690. Valentin Rossi è 15° a 1″015. Tutti stanno girando con gomme medie usate.

09.48: Valentino Rossi migliora il proprio riscontro e scala la classifica con 0″205. E’ terzo il “Dottore”.

09.46: Fabio Quartararo si porta davanti a tutti con il tempo di 1’47″792 a precedere Nakagami di 0″194 e Petrucci di 0″289. Francesco Bagnaia è 13° a 1″790 e Valentino Rossi 19° a 4″891.

09.45: Caduta senza conseguenze, nel frattempo, del campione del mondo in carica Joan Mir in curva-11.

09.44: Arrivano i primi crono con Nakagami che svetta con il crono di 1’47″986 a precedere di 0″095 Petrucci e di 0″356 Vinales.

09.41: Tutti in pista dunque per girare e testare le moto in configurazione da gara.

09.40: VIA AL WARM-UP!!!

09.37: Si prospetta dunque una sessione molto interessante in questo warm-up.

09.34: Fine settimana molto positivo fino a questo momento per il team ufficiale KTM, con Brad Binder 6° e Miguel Oliveira 7° in prova che andranno a caccia del miglior risultato della stagione, ma attenzione alla probabile furiosa rimonta delle Suzuki di Alex Rins e Joan Mir dalla terza fila grazie ad una gestione ottimale degli pneumatici sulla lunga distanza.

09.31: Alla vigilia del weekend sembrava apparecchiata la tavola per una sfida Yamaha-Ducati, ma i valori in campo si sono rivelati più equilibrati con almeno altre tre case che possono ambire alle posizioni di vertice. Aleix Espargarò ha portato l’Aprilia in quarta piazza in griglia grazie ad una qualifica straordinaria, tuttavia potrebbe soffrire in gara anche dal punto di vista fisico.

09.28: Un Rossi, dunque, in cerca di soluzioni in un momento molto difficile della sua carriera.

09.25: Indubbiamente, un sabato influenzato dal brutto incidente allo svizzero Jason Dupasquier, centauro svizzero della classe Moto3, che versa in condizioni critiche all’ospedale di Firenze: “Quando succedono queste cose hai due opzioni: o ti spogli, sali in auto e te ne torni a casa. Oppure ti concentri sul tuo lavoro, vai in pista e cerchi di fare tutto al meglio e al massimo. Immagini brutte, questo è il modo più pericoloso di farsi male quando si corre in moto. Poi vedere l’elicottero che arriva in pista, che si ferma, che riparte, è tutto molto difficile. Spero solo stia bene e arrivino presto buone notizie”.

09.21: Risultati che saranno determinanti in questa fase per capire se Valentino proseguirà la sua avventura nella top-class o deciderà di attaccare il casco al chiodo: “I risultati sono cruciali per lo sport e quando non arrivano tutto diventa difficile. Perché non ti diverti, devi lavorare di più per risalire, rischiare e tutto è più pesante. Mi aspettavo di soffrire qui, ma dobbiamo provarci e migliorare. Certo è tutto più difficile“.

09.18: “Giornata difficile perché non sono abbastanza veloce, ho migliorato feeling e passo, il problema è la lentezza, al pomeriggio ho cercato di migliorare e il passo è costante, ma non abbastanza veloce. Cercheremo di stare con quelli davanti e vedremo”, ha ammesso il nove volte iridato (parole riportate da gazzetta.it).

09.15: 16° Michele Pirro con la Ducati Pramac, 17° Luca Marini, 18° Danilo Petrucci con la KTM e solo 19° Valentino Rossi, che non è riuscito a mettere assieme un giro pulito per avvicinare la zona qualificazione, mentre Lorenzo Savadori si è classificato 21° con l’Aprilia.

09.11. Clamorosamente eliminato in Q1 lo spagnolo Maverick Vinales (beffato da Marc Marquez ed Aleix Espargarò), costretto così a partire domani in 13ma posizione per una gara che si preannuncia complicatissima. Buona prestazione del rookie azzurro Enea Bastianini, 14°, mentre gli altri italiani hanno fatto più fatica.

09.08: Completano la top10 nell’ordine Miguel Oliveira (KTM), le Suzuki di Alex Rins e Joan Mir e la Yamaha Petronas di Franco Morbidelli. Discreta qualifica in casa Honda con Marc Marquez 11° (bravo a sfruttare i traini giusti in Q1 e Q2) e Pol Espargarò 12°.

09.06: Terza posizione per la Ducati Pramac del francese Johann Zarco, staccato di 245 millesimi dalla vetta grazie ad un ultimo time-attack di alto profilo, mentre la seconda fila è composta dall’Aprilia di Aleix Espargarò (4° a 0.351), dalla Ducati di Jack Miller (5° a 0.411) e dalla KTM di Brad Binder (6° a 0.556).

09.03: Un Quartararo straordinario nelle qualifiche, capace di fermare i cronometri sul tempo di 1’45″187, guadagnando la 14ma partenza al palo della carriera nella classe regina grazie ad una sessione davvero impressionante in termini di velocità e costanza. Il Diablo ha rifilato 230 millesimi al primo degli inseguitori, Francesco Bagnaia, capace di strappare un fondamentale posto in prima fila proprio all’ultimo tentativo del Q2 in sella alla Ducati ufficiale.

09.00: Discorso diverso per Yamaha Petronas e Honda. La squadra malese paga dazio con Franco Morbidelli per un evidente deficit tecnico rispetto alla concorrenza, mentre con Valentino Rossi si fa fatica a trovare velocità. Lo stesso problema dello spagnolo Marc Marquez in grande difficoltà nei cambi di direzione del Mugello.

08.57: Possibili inserimenti potrebbero arrivare dall’altra Rossa di Jack Miller, nonché dalle due Suzuki di Alex Rins e di Joan Mir che con il serbatoio pieno sono sempre da temere. Discorso diverso per Yamaha Petronas e Honda.

08.54: Tuttavia, “Pecco” è lì in seconda piazza, pronto per fare gara di testa con lui. Potrebbe essere uno scontro a due dal momento che il ritmo messo in mostra nel corso delle prove libere porta a queste conclusioni.

08.51: Osservati speciali il francese della Yamaha Fabio Quartararo e il ducatista Francesco Bagnaia. Il transalpino è stato protagonista nella giornata di ieri di una grandissima prestazione che gli ha permesso di conquistare la quarta pole-position stagionale.

08.48: Sul tracciato del Mugello si terrà un turno importante per definire gli ultimi dettagli prima del via della corsa domenicale previsto alle ore 14.00

08.45: Buongiorno e bentrovati alla DIRETTA LIVE del warm-up del GP d’Italia, sesto round del Mondiale 2021 di MotoGP.

Come guardare il GP Italia in tvLa griglia di partenzaLa cronaca delle qualificheLa presentazione del GP Italia

Buongiorno e bentrovati alla DIRETTA LIVE del warm-up del GP d’Italia, sesto round del Mondiale 2021 di MotoGP. Sul tracciato del Mugello si terrà un turno importante per definire gli ultimi dettagli prima del via della corsa domenicale previsto alle ore 14.00

Osservati speciali il francese della Yamaha Fabio Quartararo e il ducatista Francesco Bagnaia. Il transalpino è stato protagonista nella giornata di ieri di una grandissima prestazione che gli ha permesso di conquistare la quarta pole-position stagionale. Tuttavia, “Pecco” è lì in seconda piazza, pronto per fare gara di testa con lui. Potrebbe essere uno scontro a due dal momento che il ritmo messo in mostra nel corso delle prove libere porta a queste conclusioni.

Possibili inserimenti potrebbero arrivare dall’altra Rossa di Jack Miller, nonché dalle due Suzuki di Alex Rins e di Joan Mir che con il serbatoio pieno sono sempre da temere. Discorso diverso per Yamaha Petronas e Honda. La squadra malese paga dazio con Franco Morbidelli per un evidente deficit tecnico rispetto alla concorrenza, mentre con Valentino Rossi si fa fatica a trovare velocità. Lo stesso problema dello spagnolo Marc Marquez in grande difficoltà nei cambi di direzione del Mugello.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE del warm-up del GP d’Italia, sesto round del Mondiale 2021 di MotoGP: cronaca in tempo reale e aggiornamenti costanti. Si comincia alle ore 09.40, mentre il via della gara è previsto alle ore 14.00. Buon divertimento!

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGP, Francesco Bagnaia: “Non mi interessa essere caduto: non dovevamo correre”

LIVE MotoGP, GP Italia DIRETTA: Bagnaia cade, Valentino Rossi rimonta ed è 10°. Quartararo in fuga