MotoGP, Fabio Quartararo domina il GP d’Italia al Mugello davanti a Oliveira e Mir. Out Bagnaia, 10° Valentino Rossi

Fabio Quartararo sfrutta al meglio il passo falso di Francesco Bagnaia (caduto al 2° giro mentre guidava la gara) e vince con grande autorità il Gran Premio d’Italia 2021, sesto round stagionale del Mondiale MotoGP. Per il Diablo si tratta della terza affermazione dell’anno, la sesta della carriera nella classe regina del Motomondiale.

Il nizzardo della Yamaha Factory ha tagliato il traguardo con 3″ di margine sui primi inseguitori, con Miguel Oliveira che ha strappato la piazza d’onore grazie ad una prestazione molto solida in sella alla KTM. Terza piazza e bellissima rimonta di Joan Mir con la Suzuki, autore di una progressione impressionante.

Delusione Ducati, anche a causa della pesantissima caduta di “Pecco” Bagnaia, con il francese Johann Zarco capace di resistere in quarta piazza e l’australiano Jack Miller relegato al sesto posto dopo una gara molto difficile. Miglior risultato dell’anno per Brad Binder, 5° con la seconda KTM ufficiale, mentre va registrato il crollo delle altre Yamaha con Maverick Vinales 8° e Valentino Rossi 10°.

LA GARA

Primo colpo di scena ancor prima del via, con Bastianini che cade prima di schierarsi in griglia per evitare Zarco ed è costretto ad abbandonare anzitempo il GP di casa. Super partenza di Bagnaia, che sfrutta l’ottima accelerazione della sua Desmosedici per attaccare Quartararo alla San Donato e per prendersi la prima posizione davanti al francese della Yamaha e alla KTM di Oliveira.

Secondo giro decisivo per l’andamento della corsa, con il contatto Marquez-Morbidelli (lo spagnolo è caduto, il romano è finito sulla ghiaia) e la scivolata di “Pecco” Bagnaia all’Arrabbiata 2 mentre si trovava davanti a tutti. Zarco risale e prova a tamponare il tentativo di fuga di Quartararo, attaccandolo sul dritto per poi difendersi nel resto della pista, ma il transalpino ne ha di più e riesce ad allungare dopo poche tornate.

Si forma così una coppia di inseguitori composta da Zarco e Oliveira, con un paio di secondi di margine su un quintetto formato da Miller, Rins, Mir, Binder e Aleix Espargarò. Molto più attardato il resto della griglia, con Rossi che rimonta lentamente dalla ventesima piazza (del primo giro) alla quindicesima.

Le Suzuki riescono a sbarazzarsi di Miller e si lanciano all’inseguimento del tandem Zarco-Oliveira per il podio, lontano meno di 2″. Quartararo nel frattempo impone un ritmo indiavolato alla gara e si invola verso un agevole successo grazie ad una superiorità schiacciante rispetto alla concorrenza, dopo l’uscita di scena del suo rivale più temibile.

Oliveira rompe gli indugi a 8 giri dalla fine e mette Zarco tra sé e le due Suzuki, autrici di una rimonta impressionante rispetto alla coppia franco-lusitana. Mir e Rins si sbarazzano agevolmente della Ducati e sembrano in grado di attaccare Oliveira per un possibile doppio podio.

Ennesimo errore di questo avvio di stagione a quattro tornate dalla fine per Alex Rins, che perde l’anteriore alla Bucine ed è costretto al quarto ritiro consecutivo, promuovendo Zarco e Binder rispettivamente in quarta e quinta piazza. Nel frattempo Valentino Rossi, anche grazie alla caduta di Nakagami e ad un lungo di Pirro, torna in extremis nella top10 regolando Lecuona in volata.

Epilogo bizzarro nella lotta per il secondo posto, con Oliveira e Mir che violano i track limits all’ultimo giro conservando rispettivamente la piazza d’onore e la terza posizione. Top5 completata da Zarco e Binder, con Miller 6° e un opaco Vinales solo 8°.

CLASSIFICA MOTOGP GP ITALIA 2021

1
20
F. QUARTARARO
41:16.344
2
88
M. OLIVEIRA
+2.592
3
36
J. MIR
+3.000
4
5
J. ZARCO
+3.535
5
33
B. BINDER
+4.903
6
43
J. MILLER
+6.233
7
41
A. ESPARGARO
+8.030
8
12
M. VIÑALES
+17.239
9
9
D. PETRUCCI
+23.296
10
46
V. ROSSI
+25.146

 

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

MotoGP, GP Catalogna 2021: programma, orari e tv. Si corre di nuovo a Barcellona fra 7 giorni

Ordine d’arrivo MotoGP, GP Italia: vince Fabio Quartararo, decimo Valentino Rossi