MotoGP, pagelle GP Italia: Bagnaia, errore grave. Quartararo domina senza avversari, Valentino Rossi rimonta

Fabio Quartararo domina il Gran Premio d’Italia 2021 al Mugello e va in fuga nel Mondiale MotoGP, portandosi a +24 sul primo inseguitore Johann Zarco e a +26 sul suo grande rivale Francesco Bagnaia, che mette a referto uno zero sanguinoso per il suo campionato. Di seguito le pagelle del GP d’Italia 2021 di MotoGP:

PAGELLE GRAN PREMIO ITALIA 2021 – MOTOGP

Fabio Quartararo (Yamaha) 9 Dominio incontrastato. Era il grande favorito della vigilia e non ha tradito le aspettative, approfittando della caduta dell’unico avversario potenzialmente in grado di metterlo in difficoltà oggi sul passo al Mugello.

Miguel Oliveira (KTM) 8,5 Nelle prime cinque gare stagionali vantava un 11° posto come miglior risultato. Il portoghese sfrutta al meglio il potenziale della sua KTM aggiornata al Mugello ed è praticamente perfetto dalla partenza all’ultimo giro, dove commette un’ingenuità violando i track limits. Graziato a sua volta da Mir, conserva una meritata seconda piazza.

Joan Mir (Suzuki) 8 Ci si aspettava una grande rimonta delle Suzuki dalla terza fila in griglia ed infatti il campione iridato in carica riesce a strappare un bel podio, anche grazie alla caduta di Bagnaia. Seconda top3 stagionale e buoni segnali sul passo, ma la sbavatura dell’ultimo giro (in cui supera i limiti della pista) gli costa 4 punti importanti in campionato.

Johann Zarco (Ducati) 7 Soffre il caldo per tutto il weekend toscano e si vede anche in gara, ma il francese del Team Pramac limita i danni grazie ad uno start fantastico e porta a casa un buonissimo piazzamento (4° posto) che gli vale la seconda posizione nel Mondiale.

Brad Binder (KTM) 7 Fine settimana estremamente solido per il sudafricano, sia sul giro secco che sul passo, ma il suo compagno di squadra è più lesto in partenza e prende il treno giusto per lottare per il podio. Brad arriva comunque 5° ed eguaglia il miglior piazzamento stagionale di Portimao.

Maverick Vinales (Yamaha) 5,5 Il risultato finale non è nemmeno così malvagio dal punto di vista del piazzamento, alla luce della pessima qualifica di ieri (13°) e delle difficoltà in partenza della sua M1, ma i 17″ di ritardo dal compagno di squadra sono davvero troppi.

Valentino Rossi (Yamaha) 6 20° alla fine del primo giro, 10° all’arrivo. Miglior risultato stagionale per il Dottore, che sfrutta le disavventure altrui ed un discreto passo nella seconda fase del Gran Premio per effettuare una buona rimonta, considerando le difficoltà evidenziate in prova.

Alex Rins (Suzuki) 3 Avvio di Mondiale a dir poco sconcertante, per un pilota sempre rapido su ogni tracciato e in grado di lottare stabilmente per la top5 tutte le domeniche. Il potenziale è sotto gli occhi di tutti, ma quattro zeri consecutivi sono davvero inspiegabili e troppo pesanti per il suo campionato.

Francesco Bagnaia (Ducati) 5 Doveva essere la sua giornata, invece potrebbe rivelarsi il momento decisivo (in negativo) del suo Mondiale. Partenza impeccabile e approccio corretto per provare ad impensierire Quartararo, ma commette un errore all’Arrabbiata 2 che gli costa come minimo 20 punti in classifica generale.

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
GP Italia MotoGP 2021 Mondiale MotoGP 2021 Motomondiale 2021

ultimo aggiornamento: 30-05-2021


Lascia un commento

MotoGP, Joan Mir: “Difficile correre dopo la morte di Dupasquier, podio per lui. Ora arrivano piste favorevoli”

Ordine d’arrivo Superbike, GP Portogallo 2021: risultati e classifica gara-2. Rea vince davanti a Davies