Seguici su

Ciclismo

Ciclocross, Coppa del Mondo 2019-2020: van der Poel vince una gara epica a Namur. Aerts nuovo leader

Pubblicato

il

Non bastano due forature per fermare Mathieu van der Poel (Corendon-Circus) dal conquistare un successo a dir poco epico in quel di Namur, nella 6a tappa di Coppa del Mondo di ciclocross. L’iridato ha vinto una gara che resterà nella storia del ciclocross al termine di un duello ricco di colpi di scena con il campione del Belgio Toon Aerts (Telenet-Fidea). Terzo posto per il compagno di Aerts Corné van Kessel, il quale ha superato all’ultimo giro il giovanissimo fenomeno britannico Tom Pidcock (Trinity), autore di una prestazione quasi al livello di quella dei primi due per trenta minuti, prima di calare, come sovente gli capita, nella seconda metà di gara.

Dopo appena un giro nel mare di fango del Citadelcross di Namur, in testa si è formata una coppia composta da Mathieu van der Poel e Toon Aerts, l’unico capace di andare a riprendere il campione del Mondo dopo che questi aveva portato il suo primo attacco. Il fenomeno neerlandese è stato vittima di una foratura durante la seconda tornata e il belga ha provato ad approfittarne, guadagnando qualche metro. Mathieu, però, nella lunga salità in pavé introdotta quest’anno nel circuito è andato a riprendere il rivale.

I due sono rimasti a lungo insieme, mentre dietro il solo Pidcock riusciva a tenere la coppia al comando a vista. Van der Poel ha staccato Aerts, una prima volta, durante il sesto giro, guadagnando una decina di secondi. Tuttavia, l’iridato ha forato nuovamente e il campione del Belgio lo ha ripreso e staccato. Aerts ha dato tutto quello che aveva e, approfittando del contraccolpo psicologico subito dal Tulipano, all’inizio del penultimo giro si è trovato a guidare la gara con quasi 20″ di vantaggio.

Gli sforzi profusi per scrollarsi di ruota il rivale, però, hanno presentato il conto a Toon. Van der Poel, dopo un iniziale momento di difficoltà, ha iniziato a riguadagnargli qualcosina e in un tratto in discesa il fiammingo è caduto, permettendo a Mathieu di riprenderlo. I due sono arrivati insieme all’ultimo giro e il campione del Mondo si è lanciato giù a tomba aperta nella discesa più lunga e tecnica del circuito. Aerts, ormai totalmente privo di lucidità, nel tentativo di tenergli la ruota è scivolato di nuovo e ha perso contatto dal neerlandese in via definitiva. In questo stesso tratto, peraltro, poco dopo è piombato a terra anche Tom Pidcock, al quale quell’inconveniente è costato quello che poteva essere il primo podio in Coppa del Mondo tra i grandi.

Ad ogni modo Toon Aerts, nonostante la sconfitta nella battaglia epica con van der Poel, può sorridere dopo il secondo posto odierno. Il belga, infatti, stamattina si trovava alle spalle di Eli Iserbyt nella classifica generale di Coppa del Mondo, staccato di appena 18 punti. Eli, però, oggi è stato costretto a ritirarsi poiché quasi assiderato dal freddo glaciale che ha contraddistinto la gara. Toon, dunque, ora si trova in cima alla graduatoria con ben 52 punti di vantaggio su Iserbyt e, salvo infortuni, sembra aver ormai ipotecato il secondo successo consecutivo nella Challenge targata UCI.

[sc name=”banner-article”]

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: OA Sport

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online