LIVE Giro d’Italia 2019, Commezzadura-Anterselva in DIRETTA: Nibali soffre, perde secondi da Landa e Carapaz. Tappa a Peters

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE DELLA DICIASSETTESIMA TAPPA

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

LA FAGIANATA DI MAGRINI: “I GIOVANI ITALIANI NON SI SACRIFICANO COME NIBALI”

LA CRONACA DELLA TAPPA

LE PAGELLE DELLA TAPPA DI OGGI

LA CLASSIFICA GENERALE DEL GIRO D’ITALIA 2019

LE ALTRE CLASSIFICHE: MAGLIA CICLAMINO, MAGLIA AZZURRA, MAGLIA BIANCA

RISULTATO E CLASSIFICA DELLA TAPPA DI OGGI

LE DICHIARAZIONI VINCENZO NIBALI: “OGGI NON ERO IN GIORNATA”

LE DICHIARAZIONI DI RICHARD CARAPAZ: “HO GUADAGNATO SECONDI SU NIBALI MA LA STRADA E’ LUNGA”

LE DICHIARAZIONI DI PETERS, VINCITORE DI TAPPA

VIDEO HIGHLIGHTS 17^ TAPPA: L’ATTACCO DI CARAPAZ E LANDA, NIBALI SOFFRE E SI STACCA

VINCENZO NIBALI HA SOFFERTO LE FATICHE DEL MORTIROLO, SI STACCA MA NON E’ ANCORA FINITA!

 

17.16 Grazie a tutti per averci seguito. Rimanete su OA Sport per cronaca, classifiche, dichiarazioni, approfondimenti, Fagianata di Magrini e tanto altro ancora.

17.14 CLASSIFICA GENERALE GIRO D’ITALIA:

1 ECU CARAPAZ Richard MOVISTAR TEAM 74h 48’ 18” 0’ 00”
2 ITA NIBALI Vincenzo BAHRAIN – MERIDA 74h 50’ 12” 01’ 54”
3 SLO ROGLIC Primoz TEAM JUMBO – VISMA 74h 50’ 34” 02’ 16”
4 ESP LANDA MEANA Mikel MOVISTAR TEAM 74h 51’ 21” 03’ 03”
5 NED MOLLEMA Bauke TREK – SEGAFREDO 74h 53’ 25” 05’ 07”
6 COL LOPEZ Miguel Angel ASTANA PRO TEAM 74h 54’ 35” 06’ 17”
7 POL MAJKA Rafal BORA – HANSGROHE 74h 55’ 06” 06’ 48”
8 GBR YATES Simon Philip MITCHELTON – SCOTT 74h 55’ 31” 07’ 13”
9 RUS SIVAKOV Pavel TEAM INEOS 74h 56’ 39” 08’ 21”
10 ITA FORMOLO Davide BORA – HANSGROHE 74h 57’ 17” 08’ 59”

17.13 Vincenzo Nibali conserva la seconda posizione in classifica generale ma ormai è a 2 minuti da Carapaz, servirà una magia. A breve la classifica generale.

17.12 Vincenzo Nibali ha purtroppo pagato sulle pendenze verso Anterselva, lo Squalo non era al top della forma e non è riuscito ad attaccare. Ha sofferto l’affondo di Landa e Carapaz che sono riusciti a guadagnare dei secondi al siciliano.

17.10 Landa ha guadagnato 12” su Richard Carapaz. La maglia rosa ha rifilato una decina di secondi a Nibali e Roglic.

17.10 Mikel Landa arriva sul traguardo.

17.09 Carapaz è scappato via. Pozzovivo lavora per Nibali che purtroppo è in difficoltà. Entriamo nell’ultimo chilometro.

17.08 NOOOOOOOOOOOOOO! NIBALI IN DIFFICOLTA’! Lopez attacca, Carapaz lo segue e lo Squalo non ne ha.

17.07 Formolo terzo davanti a Masnada e Neilands. LANDA SHOW, ne ha nettamente di più rispetto agli avversari: Roglic ora deve dettare l’inseguimento perché rischia di perdere il terzo posto.

17.06 Nibali, Roglic e Carapaz sono a una ventina di secondi dall’indemoniato Landa che continua a spingere sui pedali! Esteban Chaves intanto arriva al traguardo in seconda posizione.

17.05 Prosegue l’attacco di Landa che è scatenato. Dietro Roglic collabora con Nibali, Carapaz ovviamente non lavora.

17.05 Il francese Nans Peters ha vinto la 17esima tappa del Giro d’Italia 2019. L’uomo della AG2R festeggia a braccia alzate ad Anterselva. Ha piazzato l’attacco decisivo a una decina di chilometri dal traguardo.

17.04 Mancano 2,5 km al traguardo per il gruppo maglia rosa mentre davanti Peters si lancia verso la vittoria di tappa.

17.03 Vincenzo Nibali non ha avuto la forza di inseguire uno scatenato Landa che ha fatto il vuoto, ha guadagnato una decina di secondi sugli altri big. Pozzovivo pilota Nibali, accanto allo Squalo ci sono Carapaz e Roglic.

17.03 Nibali non insegue Landa, rimane con Carapaz.

17.02 LANDA! Partito lo spagnolo, compagno di Carapaz. Sta facendo il vuoto.

17.02 Carapaz si aspetta un attacco di Nibali e gli rimane a ruota, Hirt ha alzato notevolmente il ritmo: sta lavorando per Lopez.

17.01 Hirt e Caruso si portano davanti, cambio di ritmo nel gruppo maglia rosa!

17.00 Formolo e Masnada sono rientrati su Neilands e ora inseguono Chaves ma è ormai impossibile rientrare su Peters.

17.00 Peters ha ormai in tasca la vittoria di tappa: il francese è a 2 km dal traguardo e conserva 1’05” su Chaves. Sembra fatta.

16.59 Pozzovivo e Caruso si sono messi davanti insieme agli uomini della Ineos, Nibali ben guardingo ma Carapaz è sulla sua ruota. Gruppo maglia rosa a 4 km dal traguardo.

16.58 Cosa ci dobbiamo aspettare da Vincenzo Nibali? Lo Squalo ieri ha dato spettacolo sul Mortirolo e oggi c’è il terreno per cercare di mettere in difficoltà Carapaz, deve provarci a tutti i costi.

16.57 Conti si stacca da Chaves e Neilands, Peters sembra involarsi verso la vittoria. Il francese è nel tratto più duro, INIZIA LA SALITA DI ANTERSELVA PER IL GRUPPO MAGLIA ROSA.

16.56 Masnada si è mosso insieme a Kangert, potrebbe rientrare sul terzetto all’inseguimento di Peters ma il francese ha sempre 1′ di vantaggio quando mancano 3,5 km al traguardo.

16.55 Formolo è rimasto nel gruppo alle spalle di Conti, Chaves e Neilands. Potrebbe guadagnare 4 minuti sui big e cercare di entrare in top ten ma non dovrebbe insidiare Sivakov.

16.53 I big devono incominciare a muovere le proprie pedine, Vincenzo Nibali avrà bisogno del forcing di Caruso per cercare di mettere in difficoltà la Movistar e la maglia rosa Carapaz: serve una magia dello Squalo. Peters continua a macinare un buon rapporto e ha 55” su Conti, Chaves e Neilands.

16.51 INIZIA LA SALITA VERSO ANTERSELVA: 5,5 KM, i primi 4,5 sono all’8,2% di pendenza media. Incomincia la fatica per i fuggitivi, tra 5’20” toccherà ai big.

16.50 Conti, Chaves, Neilands: questo il terzetto all’inseguimento del battistrada Peters, il distacco è di 55”.

16.49 In testa al gruppo ci sono sempre gli uomini Astana e Ineos, ma iniziano a risalire gli uomini di Movistar e Bahrain-Merida: stiamo entrando nel vivo.

16.48 Chaves si è riportato su Conti e i due cercano di proseguire di comune accordo ma non guadagnano nulla su Peters che ha sempre un minuto di vantaggio quando mancano 7 km al traguardo.

16.48 La salita verso Anterselva diventa seria solo nel finale: 4,5 km all’8,2% di pendenza media, poi spiana nell’ultimo chilometro. Vincenzo Nibali sa che deve osare per avvicinarsi a Carapaz in classifica generale, stiamo entrando nel vivo della tappa.

16.47 CONTIIIIIIII! Altra progressione, lascia sul posto gli altri uomini del gruppetto: deve recuperare 55” su Peters, non sarà facile in salita.

16.46 Jungels si riporta subito su Conti e dietro di lui ci sono anche gli altri fuggitivi, tutto in favore di Peters che conserva un minuto di vantaggio. Il gruppo maglia rosa è a 5’30”.

16.45 Valerio Conti cerca subito l’allungo, non vuole lasciare nulla di intentato e si getta all’inseguimento solitario di Peters. Mancano 9 km al traguardo.

16.44 Peters prosegue nel proprio assolo, l’uomo della AG2R assapora la vittoria di tappa ma manca ancora la salita finale: il francese ha 1′ su tutti i fuggitivi.

16.42 Vincenzo Nibali cercherà un’azione sui 5 km finali molto impegnativi? Lo Squalo ha dichiarato che deve inventarsi qualcosa per attaccare Carapaz e recuperare 1’47”, si deve incominciare già oggi.

16.41 Bellissima azione di Peters, siamo entrati negli ultimi 10 km e il francese ha già 50” di vantaggio sugli altri fuggitivi di giornata che non riescono a trovare l’accordo per inseguire. Gruppo a 5’20” sempre guidato da Ineos e Astana.

16.39 Sivakov ha 4 minuti di vantaggio su Formolo in classifica generale, ora il margine dell’italiano è di 4’40” sul gruppo: il Team Ineos è vicino al raggiungimento del proprio obiettivo, preservare la nona posizione del proprio capitano. Peters è letteralmente indemoniato e ora ha già 40” sui più immediati inseguitori.

16.38 I 17 inseguitori di Peters non riescono ad accordarsi e rimangono piantati. Il transalpino continua a guadagnare: 35” di vantaggio! Dietro sempre Ineos e Astana in testa al gruppo attardato di 5’20” dall’attaccante quando mancano 13 km al traguardo.

16.37 Che fucilata di Peters! Il francese ha già guadagnato 25” sugli altri fuggitivi che non trovano l’accordo per inseguire!

16.36 Attacco di Peters che ha lasciato sul posto tutti i fuggitivi. Bell’azione dell’uomo della AG2R.

16.35 Diamo uno sguardo all’altimetria della salita finale verso Anterselva quando mancano 16 km al traguardo.

16.33 La presenza di Formolo tra i fuggitivi può davvero essere un aiuto per la Movistar di Carapaz che non ha dovuto tirare nulla visto che ci pensano Astana e Ineos per conservare il piazzamento in classifica di Lopez e Sivakov.

16.32 Astana e Ineos si danno cambi regolari in questo tratto in leggera salita, davanti i 18 fuggitivi con 5’50” di vantaggio. Abbiamo dunque due corse quando mancano 17 km: una per la vittoria di tappa e una per la classifica generale.

16.30 La Ineos sta svolgendo bene il proprio lavoro, il vantaggio di Davide Formolo potrebbe essere sotto i 5 minuti e dunque Sivakov potrebbe difendere la nona posizione in classifica generale.

16.28 Ripreso Valerio Conti, ricordiamo la composizione della fuga. Mancano 20 km al traguardo, 5’45” sul plotone maglia rosa sempre guidato dall’Astana con Villella e dal Team Ineos. Gli ultimi 5 km dell’ascesa verso Anterselva saranno molto impegnativi.

16.26 Il gruppo maglia rosa procede a ritmi relativamente tranquilli, accordo tra Astana e Ineos in questo frangente. La Movistar non sembra dovere lavorare più di tanto, la Bahrain-Merida dovrà inventarsi qualcosa.

16.25 Valerio Conti rimane solo davanti, dietro si è ricompattato il gruppo degli inseguitori: sono sempre in 17.

16.24 Scatti e controscatti davanti, la situazione deve ancora delinearsi. Davanti al gruppo gli uomini della Ineos e dell’Astana.

16.23 Dietro però gli altri fuggitivi non si fanno sorprendere e tengono Conti nel mirino. Tutto tace nel gruppo maglia rosa che è attardato di 6 minuti.

16.22 Valerio Conti e Nicola Conci all’attacco! I due fuggitivi hanno lasciato i compagni di fuga e provano ad andare via verso il traguardo.

16.20 Ora incomincia la salita verso Anterselva ma solo gli ultimi 5,5 km saranno molto duri con pendenze sempre tra 7-8% prima delle ultime centinaia di metri pianeggianti nello stadio del biathlon. Si muoveranno i big?

16.18 Masnada transita per primo al traguardo volante di Brunico davanti a De Gendt.

16.17 Si è ricompattato il gruppo dei fuggitivi: 18 uomini all’attacco, hanno 6’20” sul gruppo maglia rosa quando mancano 26 km al traguardo.

16.16 Davanti al gruppo si intravedono anche gli uomini dell’Astana per Miguel Angel Lopez, il colombiano potrebbe provare qualcosa oggi per cercare di recuperare in classifica generale.

16.15 Bob Jungels è rientrato sul gruppo dei battistrada, ora sono in 11 là davanti ma hanno 15” su altri 7 corridori.

16.14 Vincenzo Nibali ben protetto dai suoi uomini, lo stesso discorso vale per Richard Carapaz visto che la Movistar si muove benissimo. Assisteremo a un duello nel finale? Oggi attenzione a Primoz Roglic.

16.12 Prima abbiamo visto anche Babbo Natale. Fa freddo per essere a maggio ma è un po’ in anticipo…

16.10 Riepiloghiamo la situazione: i 10 battistrada hanno 25” sugli immediati inseguitori (sono gli altri fuggitivi di giornata) e 6’40” sul gruppo maglia rosa quando mancano 32 km al traguardo. Siamo sempre in discesa verso Brunico.

16.08 Il gruppo maglia rosa si è ormai arreso, non si lotterà per la vittoria di tappa che è un discorso per i fuggitivi. Gli uomini di classifica potrebbero pensare a un attacco negli ultimi 5 km in salita verso Anterselva.

16.07 Attenzione perché c’è un secondo gruppo all’inseguimento dei dieci battistrada, sono a 35”.


16.06 Intanto ricordiamo il passaggio sul GPM di Terento: Masnada, De Gendt, Neilands, Bakelants. Si è concluso il primo troncone della discesa.

16.05 La situazione in gruppo, gli uomini della Movistar si stanno ovviamente ben comportando a protezione di Carapaz. Intanto Conci è rientrato sugli otto fuggitivi sfruttando la discesa.

16.03 Siamo in discesa verso Brunico dove è posto un traguardo volante e dove inizierà la salita conclusiva, mancano 43 km al traguardo.

16.01 Il gruppo principale è guidato da Antonio Nibali, Vincenzo ha messo davanti il fratello a dettare il ritmo e il gruppo si è già ridotto sensibilmente.

15.59 Ricordiamo che Davide Formolo sta cercando di tornare in top ten, l’uomo della Bora-hansgrohe è dodicesimo in generale e prova a scavalcare Zakarin, Polanc e Sivakov.

15.57 Questa la composizione del gruppo di testa: Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo), Davide Formolo (Bora-hansgrohe), Jan Bakelants, Chris Hamilton (Team Sunweb). Il loro vantaggio è di 6’30” sul gruppo principale dopo il GPM di Terento.

15.55 Reazione di Formolo che torna a contatto con Peters ed Hamilton, si forma un gruppo di otto corridori al comando.

15.53 Masnada si riporta sulla coppia formata da De Gendt e Neilands, prossimo il ricongiungimento con Bakelants. Nel quartetto all’inseguimento anche un brillante Brambilla.

15.52 Antunes perde contatto, situazione in continua evoluzione nel gruppo di testa, mentre diminuisce il vantaggio di Bakelants.

15.50 Si forma un terzetto all’inseguimento di Bakelants con De Gendt, Antunes e Neilands.

15.49 Il gruppo principale transita sotto il cartello dei 50 km all’arrivo con 6’20” dalla testa della corsa.

15.47 Antunes (CCC) esce dal drappello degli attaccanti e si lancia all’inseguimento di Bakelants!

15.46 Arriva anche la Movistar, tutte davanti nel gruppo principale le formazioni degli uomini di classifica.

15.44 BAHRAIN MERIDA IN TESTA AL GRUPPO! Decisa accelerazione in vista della salita, Nibali potrebbe inventarsi qualcosa!

15.42 50 km all’arrivo per il belga in testa alla corsa che ha già cominciato la salita di Terento.

15.40 Il vantaggio di Bakelants torna di poco al di sotto del minuto, recupera invece il gruppo principale che si porta a 6’00” dagli attaccanti.

15.38 Ecco l’altimetria della salita di Terento, GPM di terza categoria.

15.35 55 KM ALL’ARRIVO! Bakelants sempre al comando con 1’01” sugli inseguitori.

15.32 Ricordiamo che la situazione attuale è particolarmente favorevole a Davide Formolo (BORA-hansgrohe), che potrebbe guadagnare diverse posizioni in classifica generale grazie all’inserimento nella fuga.

15.30 Sempre compatta la Movistar intorno al proprio capitano Richard Carapaz. Per l’eventuale battaglia tra gli uomini di classifica si dovrà attendere verosimilmente la salita conclusiva verso Anterselva.

15.26 La situazione vede al momento la corsa suddivisa in tre blocchi: Bakelants in testa da solo con 58” sui diciassette corridori all’inseguimento e con 7’45” sul gruppo Maglia Rosa.

15.24 55” PER BAKELANTS! Cominciano gli scatti nel gruppetto degli attaccanti, mentre nel gruppo principale prosegue il lavoro del Team INEOS.

15.22 La situazione potrebbe esplodere nel gruppo di testa sulla salita di Terento, GPM di terza categoria che presenta pendenze impegnative nella parte finale.

15.20 Bakelants transita per primo in cima al GPM con 40”, alle sue spalle Fausto Masnada (Androni-Sidermec) sembra al momento il più brillante.

15.19 Ecco alcuni dati della prestazione di Thomas De Gendt (Lotto Soudal).

15.16 Aumenta il vantaggio di Bakelants che prosegue nella propria azione solitaria: 36” sugli inseguitori.

15.15 Team INEOS nelle posizioni di testa del gruppo principale. La formazione britannica al lavoro per impedire a Formolo di superare il giovane russo Pavel Sivakov nella classifica generale.

15.12 Dopo il traguardo volante Bakelants ha proseguito in solitaria avvantaggiandosi sulle prime rampe della salita di Elvas, GPM di quarta categoria. Il suo vantaggio è di 25” sul resto degli attaccanti.

15.10 Ricordiamo la composizione della fuga: Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Fausto Masnada, Andrea Vendrame (Androni-Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Amaro Antunes, Victor De La Parte (CCC Team), Tanel Kangert (Education First), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Esteban Chaves (Mitchelton-Scott), Gianluca Brambilla, Nicola Conci (Trek-Segafredo), Bob Jungels (Deceuninck-QuickStep), Koen Bouwman (Jumbo-Visma), Valerio Conti (UAE Team Emirates), Davide Formolo (Bora-hansgrohe), Jan Bakelants, Chris Hamilton (Team Sunweb).

15.08 Tra coloro che andranno seguiti con maggiore attenzione in ottica successo di tappa c’è anche il corridore estone Tanel Kangert (EF Education First). Ecco le sue parole alla partenza di questa mattina.

15.05 Mirco Maestri (Bardiani-CSF) transita per primo al traguardo volante di Bressasone davanti a Fausto Masnada (Androni-Sidermec).

15.03 Il migliore in classifica generale tra gli attaccanti è Davide Formolo (BORA-hansgrohe) che ha un distacco di 11’51” da Carapaz.

15.00 Sembra ormai inevitabile che la lotta per il successo di tappa riguarderà soltanto gli uomini nel gruppo di testa.

14.57 Distacco che sale ancora: siamo a 7′.

14.55 Oggi è il compleanno della Maglia Rosa: tanti auguri a Richard Carapaz.

14.52 Bellissime immagini della carovana.

14.50 Vantaggio dei fuggitivi che si assesta sui 6’30”.

14.47 Dalla testa del gruppo si è spostata la Bahrain-Merida, ora però è arrivato il Team INEOS.

14.44 Problema meccanico per Giulio Ciccone: una foratura per il vincitore di ieri che ora può rientrare in gruppo.

14.41 Tra poco la corsa andrà verso gli altri due GPM di giornata, oltre a quello al traguardo: non ci saranno ovviamente differenze.

14.38 Andiamo a ricordare l’elenco degli attaccanti: Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Fausto Masnada, Andrea Vendrame (Androni-Sidermec), Amaro Antunes, Victor De La Parte (CCC Team), Tanel Kangert (Education First), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Esteban Chaves (Mitchelton-Scott), Gianluca Brambilla, Nicola Conci (Trek-Segafredo), Bob Jungels (Deceuninck-QuickStep), Valerio Conti (UAE Team Emirates), Davide Formolo (Bora-hansgrohe), Jan Bakelants, Chris Hamilton (Team Sunweb).

14.36 Fuggitivi che sono giunti nella zona di rifornimento fisso.

14.34 Sempre Movistar e Bahrain-Merida a dettare il ritmo in gruppo.

14.32 Immagini dalla corsa.

14.30 Margine che, quando mancano 90 chilometri al traguardo, sta ancora salendo oltre i 6′.

14.27 Media molto alta dopo due ore di gara: 42,5 km/h.

14.25 Dovesse terminare qui la tappa, Formolo sfiorerebbe addirittura la sesta posizione in classifica generale.

14.22 Distacco che ora si avvicina ai 6′.

14.20 Ricordiamo i componenti della fuga: Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Fausto Masnada, Andrea Vendrame (Androni-Sidermec), Amaro Antunes, Victor De La Parte (CCC Team), Tanel Kangert (Education First), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Esteban Chaves (Mitchelton-Scott), Gianluca Brambilla, Nicola Conci (Trek-Segafredo), Bob Jungels (Deceuninck-QuickStep), Diego Ulissi, Valerio Conti (UAE Team Emirates), Davide Formolo (Bora-hansgrohe), Jan Bakelants, Chris Hamilton (Team Sunweb).

14.18 Vedremo le intenzioni della squadra di Nibali: lo Squalo vuole tenere la corsa chiusa per provare a giocarsi il successo e gli abbuoni?

14.17 Mancano 100 chilometri al traguardo.

14.14 Attenzione, adesso la Bahrain – Merida schiera due uomini in testa al gruppo: potrebbero cambiare le cose.

14.12 Occhio a Davide Formolo, se il plotone dovesse continuare a lasciare spazio l’azzurro potrebbe entrare di gran lunga nella top-10.

14.10 Ora il gruppo si è completamente rialzato, vantaggio che lievita oltre i 5′.

14.07 Mancano 110 chilometri al traguardo.

14.03 Ecco la composizione esatta del gruppo al comando: Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Fausto Masnada, Andrea Vendrame (Androni-Sidermec), Amaro Antunes, Victor De La Parte (CCC Team), Tanel Kangert (Education First), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Esteban Chaves (Mitchelton-Scott), Gianluca Brambilla, Nicola Conci (Trek-Segafredo), Bob Jungels (Deceuninck-QuickStep), Valerio Conti (UAE Team Emirates), Davide Formolo (Bora-hansgrohe), Jan Bakelants, Chris Hamilton (Team Sunweb).

14.01 Il gruppo si è rialzato, animi piuttosto tranquilli nel plotone.

13.58 Da segnalare il ritiro di Viacheslav Kuznetsov (Katusha-Alpecin).

13.56 La fuga riesce ad andare: il corridore più pericoloso è Davide Formolo, 12° a 11’51”.

13.54 Si rialza il gruppo, fuga che arriva già sui 2′.

13.51 La lista degli attaccanti: Peters, Masnada, Antunes, De La Parte, Kangert, Neilands, De Gendt, Chaves, Conci, Jungels, Ulissi, Conti, Formolo, Brambilla, Bakelants, Hamilton.

13.50 La Movistar ora potrebbe lasciare spazio a questo tentativo, che è a 45” di vantaggio.

13.48 Davanti si sono riportati Jungels, Ulissi, Conti, Formolo, Brambilla, Bakelants, Hamilton e Maestri. Si è formato un gruppo di una ventina di corridori.

13.46 Sono andati a raggrupparsi i due gruppi, Jungels ha riportato sotto i contrattaccanti.

13.43 Sta gestendo al meglio la situazione, come di consueto, la Movistar.

13.41 Al momento troviamo davanti Peters, Masnada, Antunes, De La Parte, Kangert, Neilands, De Gendt, Chaves, Conci. All’inseguimento Jungels scatenato in discesa.

13.39 Il gruppo di Jungels è andato a riprendere Mirco Maestri.

13.37 Tanti corridori sparsi nella discesa del Passo della Mendola. La situazione andrà a delinearsi a fine discesa.

13.35 È terminata la salita per gli attaccanti: ora una lunghissima discesa, anche insidiosa a causa della pioggia.

13.33 Prova a muoversi anche Davide Formolo. Situazione in costante evoluzione.

13.31 Jungels, Ulissi, Conti e Brambilla provano a riportarsi sulla fuga, il gruppo però non sta lasciando spazio.

13.30 Dal gruppo si muove Bob Jungels che sta per raggiungere con Brambilla Valerio Conti, continuano però gli scatti.

13.28 Sembra essere l’azione giusta, visto che il loro vantaggio supera ora il minuto.

13.25 Sono nove gli uomini al comando: Nans Peters (AG2R La Mondiale), Fausto Masnada (Androni Giocattoli – Sidermec), Amaro Antunes e Víctor De La Parte (CCC), Tanel Kangert (EF Education First), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Esteban Chaves (Mitchelton-Scott) e Nicola Conci (Trek – Segafredo).

13.20 20″ il vantaggio dei fuggitivi, ma continuano ad uscire corridori dal gruppo.

13.17 Neilands ora fa una nuova accelerazione e si forma un gruppetto di una decina di corridori.

13.14 La corsa è a Fondo ed inizia ora la salita del Passo della Mendola.

13.10 Valerio Conti è il più attivo in testa al gruppo in questa fase.

13.05 Il gruppo però reagisce subito e anche loro vengono riassorbiti.

13.01 Continuano gli attacchi, ora si è formata una coppia al comando con Matteo Montaguti (Androni Giocattoli – Sidermec) ed Enrico Battaglin (Katusha Alpecin).

12.56 Il gruppo maglia rosa è composto da 60 corridori, distanziati di un ventina di secondi gli altri.

12.52 Andatura elevatissima in gruppo, che si è già spezzato in più parti.

12.47 Nulla da fare, viene annullato anche questo tentativo.

12.44 Cinque corridori riescono a uscire dal gruppo, si tratta di Marco Frapporti (Androni Giocattoli – Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani – CSF), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Danilo Wyss (Dimension Data), Nicola Conci (Trek – Segafredo).

12.40 Temperature molto basse oggi, sopratutto all’arrivo, dove attualmente ci sono 6°, mentre per ora non sta piovendo sulla corsa.

12.35 Nessuno riesce a fare la differenza, gruppo compatto dopo 10 km.

12.29 Subiti primi attacchi in testa al gruppo.

12.25 KM 0! Comincia ufficialmente la corsa!

12.23 Ora i corridori stanno percorrendo il tratto di trasferimento di 2.200 metri prima del via ufficiale.

12.20 Partiti! Inizia la diciassettesima tappa del Giro d’Italia.

12.17 Pochi minuti alla partenza da Commezzadura.

12.13 Oggi è il compleanno della maglia rosa Richard Carapaz, che fino ad ora ha difeso nel migliore dei modi il simbolo del primato.

12.09 Ieri Miguel Angel Lopez è tornato padrone della maglia bianca, ma deve ancora recuperare molto tempo in classifica per sperare nel podio.

12.05 Tanti tifosi per Vincenzo Nibali, che oggi proverà nuovamente ad attaccare.

12.01 I corridori stanno svolgendo le operazioni del foglio firma.

11.57 Questa è la presentazione video della tappa odierna.

11.53 Oggi i riflettori saranno puntati sull’arrivo in salita di Anterselva, ma prima i corridori dovranno affrontare altre tre salite: Passo della Mendola, non classificata, il GPM di quarta categoria di Elvas e quello di terza di Terento.

https://twitter.com/WhatStage/status/1133668451048927232

11.50 Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della diciassettesima tappa del Giro d’Italia 2019, 181 km da Commezzadura ad Anterselva.

La classifica generale dopo la sedicesima tappa – Percorso, altimetria e favoriti della diciassettesima frazioneL’elenco dei paesi attraversati dalla corsa – La cronaca della spettacolare tappa di ieri – Tutte le puntate de “La Fagianata di Magrini”Il programma completo della giornata di oggi

LE PREVISIONI METEO DELLA COMMEZZADURA-ANTERSELVA: TEMPERATURE RIGIDE E PIOGGIA

Buongiorno amici di OA Sport e appassionati di ciclismo, benvenuti alla DIRETTA LIVE della diciassettesima tappa del Giro d’Italia 2019! La terza settimana prosegue all’insegna delle salite e dopo lo spettacolo del Mortirolo andato in scena nella giornata di ieri, il gruppo si prepara ad un’altra frazione impegnativa: 181 km con partenza da Commezzadura e arrivo ad Anterselva, località di culto per il biathlon italiano resa ancora più celebre dalle medaglie d’oro conquistate da Dorothea Wierer e Dominik Windisch (entrambi originari della zona) nell’ultima rassegna iridata. Il percorso prevede il Passo della Mendola nella prima parte, quindi le salite di Elvas e di Terento le cui pendenze non dovrebbero fare selezione tra gli uomini di classifica. La situazione potrebbe invece cambiare sull’ascesa finale, che presenta un tratto iniziale di 4.0 km al 8.2%, seguito dagli ultimi 1500 metri meno impegnativi.

L’ultima tappa ha sicuramente rimescolato le carte nella lotta per il successo finale e gli equilibri con cui il gruppo prenderà il via questa mattina non sono gli stessi con cui si era chiusa la seconda settimana. Il grande sconfitto è stato sicuramente Primoz Roglic (Jumbo-Visma): il corridore sloveno ha dimostrato di soffrire su salite lunghe ed impegnative e ha perso la seconda posizione in classifica generale a beneficio di Vincenzo Nibali (Bahrain Merida), che ha animato la corsa con un coraggioso attacco proprio sul Mortirolo. L’italiano deve però inventarsi qualcosa per ridurre il margine di 1’47” che lo separa da Richard Carapaz (Movistar), attuale Maglia Rosa e principale favorito per la vittoria finale vista la condizione stellare esibita negli ultimi giorni. Il profilo della tappa potrebbe spingere qualche corridore costretto a recuperare terreno a tentare un’azione, ma appare improbabile che la salita conclusiva consegni grandi distacchi. Le energie nelle gambe dei protagonisti più attesi saranno ridotte al minimo e la giornata potrebbe essere adatta anche ad una fuga da lontano.

La diciassettesima tappa del Giro d’Italia 2019 prenderà il via da Commezzadura alle 12.20 e si concluderà presso lo Stadio del Biathlon di Anterselva tra le 16.55 e le 17.30. OA Sport vi proporrà la consueta DIRETTA LIVE testuale integrale, con aggiornamenti in tempo reale per non perdere neppure davvero nulla di questa importante frazione. Buon divertimento! (Foto LaPresse)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

‘La Fagianata di Magrini’: “I giovani italiani non vogliono sacrificarsi come Nibali. Questo Giro non mi entusiasma, ma occhio alla crisi”

LIVE Italia-Giappone 0-0, Mondiali calcio Under 20 in DIRETTA: gli azzurrini soffrono ma raggiungono l’obiettivo: primo posto nel girone B!