Seguici su

Scherma

Scherma: completate le qualificazioni del Gran Prix di sciabola femminile a Tunisi, saranno 7 le italiane in pedana domenica

Pubblicato

il

Chiara Mormile

Si è aperto con la lunga giornata del tabellone di qualificazione della sciabola femminile il Gran Prix FIE di Tunisi 2024. Martina Criscio e Rossella Gregorio sono già qualificate per la giornata clou di domenica, in quanto entrambe nella top16 del ranking mondiale di arma, mentre erano dieci le azzurre che oggi sono dovute scendere in pedana per strappare il pass per la giornata finale.

Due italiane riescono ad avanzare a domenica subito dopo la fase a gironi senza dover passare dalla forche caudine degli incontri preliminari. Chiara Mormile vince cinque dei suoi sei match del girone, stesso parziale per Irene Vecchi. Grazie a questa prestazione le due sciabolatrici azzurre staccano il pass per il tabellone a 64 di domenica, mentre a questo step della giornata deve già dire addio alla competizione Claudia Rotili. Tutte le altre italiane invece avanzano ai due assalti preliminari.

Si qualificano al tabellone altre tre sciabolatrici italiane, che fa salire così il conto totale a sette delle nostre rappresentanti che saranno in pedana domenica. Dopo due assalti passano il turno Manuela Spica (la più giovane delle italiane qualificate, ancora Under 20) , che si sbarazza senza particolari patemi (15-10) della magiara Dorottya Beviz; Giulia Arpino, che vince 15-13 il suo ultimo incontro con l’indiana Chadavalada; e Michela Battiston, abile a spuntarla in volata (15-13) contro la tedesca Julina Funke. Si fermano invece ad una vittoria dal passaggio del turno Michela Landi, Mariella Viale ed Eloisa Passaro, quest’ultima fuori con tanti rimpianti.

Eliminata al primo assalto preliminare Alessia di Carlo, che si arrende alla francese Faustine Clapier. Il programma prosegue domani con il tabellone di qualificazione maschile. Le ragazze torneranno in pedana domenica, nella giornata conclusiva in cui si andranno ad eleggere i nuovi vincitori del Gran Prix di Tunisi 2024.

Foto: BIZZI/Federscherma