Seguici su

Biathlon

Biathlon, Italia 2a nella staffetta di Anterselva. Vittozzi: “Mi sono riscattata”; Wierer: “Le gambe non andavano”

Pubblicato

il

Lisa Vittozzi

L’Italia ha conquistato uno splendido secondo posto nella staffetta mista di Anterselva, prova valida per la Coppa del Mondo 2023-2024 di biathlon. Il quartetto azzurro ha regalato grande spettacolo di fronte al proprio pubblico ed è riuscito a conquistare il piazzamento di lusso, inchinandosi soltanto alla superba Norvegia di Arnekleiv, Knotten e dei fratelli Boe. La nostra Nazionale, che ha preceduto Svezia, Svizzera, Francia e Repubblica Ceca, ha utilizzato soltanto cinque ricariche. I nostri portacolori hanno espresso tutta la propria soddisfazione attraverso i canali federali.

Dorothea Wierer:Oggi ho sofferto moltissimo sugli sci, però ho sparato bene almeno, mi sentivo molto sicura al poligono. Il ritmo all’inizio non era altissimo, però avevo le gambe che non andavano oggi. Spero di riprendermi in vista della mass start perché altrimenti non so come arrivare al traguardo. Sono soddisfatta perché al momento non sono al livello degli altri e avevo paura di essere più indietro. Con il tiro ho cercato di compensare, ma spero davvero che pian pianino arrivi anche sugli sci la condizione perché così non è tanto bello. Intanto cercheremo di fare un programma personalizzato in vista dei Mondiali, vediamo cosa succede”.

Lisa Vittozzi:È stato bello gasarsi davanti a tutti questi tifosi, mi sono riscattata. Dopo la gara di venerdì, avevo una specie di frustrazione che ho voluto tirare fuori. Sono orgogliosa del nostro team e ci godiamo questa giornata. Mi hanno detto che ho sparato velocissima in piedi, tanto che la telecamera non è riuscita a seguirmi, in realtà non mi sentivo neanche esageratamente veloce, anche se avevo buone sensazioni. Ho cercato di fare il mio e purtroppo ne ho mancato uno, ma con la ricarica sono andata abbastanza veloce e non ho perso poi così tanto tempo. Sono reduce da due mesi di gare in cui ho sempre dimostrato di esserci, nonostante qualche volta mancasse qualcosa, però sono sempre riuscita a chiudere tra i primi quindici e quindi quello mi dà fiducia. Ovviamente le gare bisogna farle, mi giocherò le mie carte anche domani”.

Didier Bionaz:Non è stato facile tenere i nervi saldi nel confronto con Tarjei Boe, ma è stata una grande soddisfazione correre da protagonista ad Anterselva. Gareggiare in casa è molto più emozionante. Nel poligono a terra ho preferito prendermi alcuni secondi per non incorrere in errori e credo sia stata la scelta corretta”.

Tommaso Giacomel:Ho concluso il lavoro cominciato dai miei compagni che sono stati molto bravi, davanti Boe era troppo veloce per provare a raggiungerlo. Mi concentro per la mass start di domenica, sarebbe bello chiuderla bene prima di concentrarsi sui Mondiali”.

Foto: Sven Hoppe/IPA Sport