Coppa Sabatini 2021, Sonny Colbrelli va a caccia del tris a Peccioli

Domani si terrà la Coppa Sabatini 2021, una delle gare che, da tradizione, contraddistinguono il settembre ciclistico italiano. Si tratta di una corsa adatta ai passisti veloci, la quale prevede un arrivo che tira all’insù a Peccioli. Il grande favorito per il successo è un corridore che ha un certo feeling con questa manifestazione, vale a dire il neo campione d’Europa Sonny Colbrelli, il quale vi prenderà parte con la sua Bahrain Victorious.

Su questo traguardo, infatti, Colbrelli ha alzato le braccia al cielo sia nel 2014 che nel 2016.
Successivamente, però, il Cobra è giunto secondo in tre edizioni consecutive tra il 2017 e il 2019. Il bresciano, dunque, ha un conto in sospeso con la Coppa Sabatini e vorrà assolutamente centrare il tris ora che gode di quella che potremmo a tutti gli effetti definire la forma della carriera.

Tra i rivali principali di Colbrelli troviamo Andrea Pasqualon (Intermarché-Wanty), un altro specialista di questo traguardo che qua ha esultato nel 2017, il giovane Samuele Battistella (Astana), Vincenzo Albanese (EOLO-Kometa), il quale, a sua volta, ha le caratteristiche ideali per primeggiare qui, la coppia dell’EF Education-Nippo composta dal re del Giro di Toscana Michael Valgren e dal colombiano Sergio Higuita, Diego Ulissi (UAE Team Emirates), già trionfatore della Coppa Sabatini nel 2013, e i suoi compagni Alessandro Covi e Alexander Riabushenko, i portacolori della nazionale italiana Kristian Sbaragli e Filippo Baroncini, Davide Villella (Movistar) e Gianni Moscon (Ineos).

Nella startlist, peraltro, troviamo altri due corridori che qua si sono imposti in passato, vale a dire il vincitore dell’edizione 2011 Enrico Battaglin (Bardiani) e il trionfatore del 2018 Juan José Lobato (Euskaltel-Euskadi). Ambedue, però, arrivano da un periodo senza risultati di spicco, per cui non è detto che riescano a essere competitivi a Peccioli come in passato.

Foto: LPS

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, Fefé De Giorgi: “L’Italia ha qualità. Mancavamo dalle semifinali, stiamo crescendo come gioco”

Vela, Europei 49er: sprofondano gli azzurri. Ferrarese-Chisté al 35° posto