Seguici su

Basket

Basket, Olimpiadi Tokyo: i convocati e le rose di tutte le Nazionali. Folta la truppa NBA

Pubblicato

il

Dalle stelle NBA a quelle dei campionati nazionali, da quelle dell’Eurolega a quelle delle altre coppe, passando per mondi di cui si parla poco, ma che offrono tanti spunti per riflettere sullo stato della pallacanestro mondiale. 12 squadre, un solo trono, quello detenuto dagli Stati Uniti, anche se le star NBA finora (per varie ragioni) hanno faticato nell’avvicinamento.  Si cambia formula: ora ci sono quattro gironi da tre in cui passano le prime due e le due migliori terze. Le Olimpiadi sono qui, e il teatro è quello della Saitama Super Arena già vista ai Mondiali 2006, quando la Grecia (qui assente) fece la partita perfetta per battere gli USA in semifinale mondiale.

Prima di andare a vedere i vari roster, alcune note: le squadre di fianco ai giocatori stessi si riferiscono alla stagione passata. P sta per play, G per guardia, A per ala (AP ala piccola, AG ala grande), C per centro. Ove disponibili, ci sono anche i numeri di maglia.

GRUPPO A
Repubblica Ceca
La sorpresa delle sorprese tra tutti e quattro i Preolimpici. Molto si regge sulla coppia Satoransky-Vesely, ma a Victoria decisivo è stato anche il naturalizzato Blake Schilb. Sono diversi i giocatori con buona esperienza internazionale; in Italia si ricorda Patrik Auda. Al terzo posto dovrebbe arrivarci, poi varrà la questione delle migliori terze.

A/C 1 Patrik Auda 29 Agosto 1989 2.06 m Yokohama B-Corsairs
P 4 Tomáš Vyoral 28 Settembre 1992 1.88 m Pardubice
G 6 Patrick Samoura 15 Novembre 2000 1.98 m Cochise College
P 8 Tomáš Satoranský 30 Ottobre 1991 2.01 m Chicago Bulls
A 11 Blake Schilb 23 Dicembre 1983 1.99 m Châlons-Reims
C 12 Ondřej Balvín 20 Settembre 1992 2.17 m Bilbao
P 13 Jakub Šiřina 21 Novembre 1987 1.86 m Opava
C 15 Martin Peterka 12 Gennaio 1995 2.06 m Braunschweig
G 17 Jaromír Bohačík 26 Maggio 1992 1.97 m Strasburgo
G 19 Ondřej Sehnal 10 Ottobre 1997 1.90 m Praha
A 23 Lukáš Palyza 10 Novembre 1989 2.03 m Nymburk
C 24 Jan Veselý 24 Agosto 1990 2.13 m Fenerbahçe
Allenatore Ronen Ginzburg (Israele)

Francia
Vincent Collet si affida ai suoi principali uomini di NBA ed Eurolega. Da Rudy Gobert a Nando De Colo, da Thomas Heurtel (protagonista di una vicenda paradossale nella scorsa stagione, ma che dalla prossima sarà al Real Madrid) a Evan Fournier, vedremo potenzialmente una squadra in grado di ripetere le grandissime cose fatte vedere ai Mondiali di Cina.

P Andrew Albicy 21 Marzo 1990 1.78 m CB Gran Canaria
G/A Nicolas Batum 14 Dicembre 1988 2.03 m Los Angeles Clippers
AG Petr Cornelie 26 Luglio 1995 2.11 m Elan Béarnais Pau-Lacq Orthez
G Nando de Colo 23 Giugno 1987 1.96 m Fenerbahçe
C Moustapha Fall 23 Febbraio 1992 2.18 m ASVEL Villeurbanne
G/A Evan Fournier 29 Ottobre 1992 2.01 m Boston Celtics
C Rudy Gobert 26 Giugno 1992 2.16 m Utah Jazz
P Thomas Heurtel 10 Aprile 1989 1.89 m ASVEL Villeurbanne
G/A Timothé Luwawu-Cabarrot 9 Maggio 1995 2.01 m Brooklyn Nets
P Frank Ntilikina 28 Luglio 1998 1.93 m New York Knicks
A/C Vincent Poirier 17 Ottobre 1993 2.13 m Real Madrid
AG Guerschon Yabusele 17 Dicembre 1995 2.03 m ASVEL Basket
Allenatore Vincent Collet (Francia)

Iran
18 anni di differenza tra gli estremi di gioventù della squadra che vanta ancora il talento dell’ex NBA Hamed Haddadi, ottimo esempio di tecnica. Per il resto, si tratta in maniera netta della squadra più debole del girone, con un paio di elementi di scena in Germania, uno in Gran Bretagna e il resto dalle proprie parti.

G 3 Mohammad Sina Vahedi 8 Gennaio 2001 1.87 m Shahrdari Gorgan
P 5 Philip Jalalpoor 14 Giugno 1993 1.88 m Medi Bayreuth
AG 7 Mohammad Hassanzadeh 6 Ottobre 1990 2.06 m Palayesh Naft Abadan
AP 8 Saeid Davarpanah 7 Settembre 1987 1.96 m Palayesh Naft Abadan
AP 13 Mohammad Jamshidi 30 Luglio 1991 1.98 m Shahrdari Gorgan
AP 14 Samad Nikkhah Bahrami (C) 11 Maggio 1983 1.98 m Mahram Tehran
C 15 Hamed Haddadi 19 Maggio 1985 2.18 m Sichuan Blue Whales
G 17 Navid Rezaeifar 23 Agosto 1996 1.91 m Shahrdari Gorgan
AG 20 Mike Rostampour 20 Dicembre 1991 2.11 m Shahrdari Gorgan
C 23 Aaron Geramipoor 11 Settembre 1992 2.13 m Manchester Giants
AG 41 Arsalan Kazemi 22 Aprile 1990 2.01 m Chemidor Qom
G 88 Behnam Yakhchali 12 Luglio 1995 1.96 m Rostock Seawolves
Allenatore Mehran Shahintab (Iran)

Stati Uniti
Gregg Popovich ha dovuto fare i conti prima con tre assenze da NBA Finals, poi con due sconfitte inaspettate e infine con le questione di Bradley Beal e Kevin Love, sostituiti da JaVale McGee e Keldon Johnson. La teoria dice che il pronostico per l’oro sarebbe chiuso, ma di timore verso Team USA ce n’è sempre di meno. In breve, ogni sforzo dovrà essere fatto per evitare un’altra Atene.

A/C 13 Bam Adebayo 18 Luglio 1997 (2.06 m) Miami Heat
C 4 JaVale McGee 19 Gennaio 1988 (2.13 m) Denver Nuggets
G 15 Devin Booker 30 Ottobre 1996 (1.96 m) Phoenix Suns
A 7 Kevin Durant 29 Settembre 1988 1 (2.11 m) Brooklyn Nets
A 9 Jerami Grant 12 Marzo 1994 (2.03 m) Detroit Pistons
A 14 Draymond Green 4 Marzo 1990 (1.98 m) Golden State Warriors
G 12 Jrue Holiday 12 Giugno 1990 (1.91 m) Milwaukee Bucks
G 5 Zach LaVine 10 Marzo 1995 (1.96 m) Chicago Bulls
G 6 Damian Lillard 15 Luglio 1990 (1.88 m) Portland Trail Blazers
A 11 Keldon Johnson 11 Ottobre 1999 (1.96 m) San Antonio Spurs
A 8 Khris Middleton 12 Agosto 1991 (2.01 m) Milwaukee Bucks
A 10 Jayson Tatum 3 Marzo 1998 (2.03 m) Boston Celtics
Allenatore Gregg Popovich (Stati Uniti)

GRUPPO B
Australia
Vittoriosi (di nuovo) sugli Stati Uniti, i Boomers cercano finalmente quel podio sempre sfuggito. Tanti sia gli attuali giocatori NBA che quelli con un grande passato nella massima lega professionistica americana, come Matthew Dellavedova, protagonista enorme nei Cleveland Cavaliers di anello e finali. L’uomo d’esperienza per eccellenza rimane sempre e solo uno: Patty Mills.

C Aron Baynes 9 Dicembre 1986 2.08 m Toronto Raptors
G Matthew Dellavedova 8 Settembre 1990 1.93 m Melbourne United
G Dante Exum 13 Luglio 1995 1.96 m Houston Rockets
G Chris Goulding 24 Ottobre 1988 1.92 m Melbourne United
G Josh Green 26 Novembre 2000 1.96 m Dallas Mavericks
A Joe Ingles 2 Ottobre 1987 2.03 m Utah Jazz
A Nick Kay 3 Agosto 1992 2.06 m Real Betis
A/C Jock Landale 25 Ottobre 1995 2.11 m Melbourne United
G Patty Mills 11 Agosto 1988 1.83 m San Antonio Spurs
C Duop Reath 26 Giugno 1996 2.11 m Stella Rossa Belgrado
G Nathan Sobey 14 Luglio 1990 1.88 m Brisbane Bullets
G/A Matisse Thybulle 4 Marzo 1997 1.96 m Philadelphia 76ers
Allenatore Brian Goorjian (Stati Uniti/Australia)

Germania
I tedeschi, passati dalle forche caudine di un Preolimpico con Croazia e Brasile, ci provano senza Dennis Schroder. Troppi i problemi con l’assicurazione per poter portare lo sguisciante play in Giappone, e così ci si affida a tutta una serie di giocatori di ottimo livello europeo che supportano attivamente sia Bonga che l’interessante Wagner.

P 0 Isaac Bonga 8 Novembre 1999 2.03 m Washington Wizards
G 1 Joshiko Saibou 7 Marzo 1990 1.88 m Champagne Châlons-Reims
P 4 Maodo Lô 31 Dicembre 1992 1.92 m Alba Berlin
AP 5 Niels Giffey 8 Giugno 1991 2.00 m Žalgiris Kaunas
AG 6 Jan Niklas Wimberg 11 Febbraio 1996 2.06 m Niners Chemnitz
C 7 Johannes Voigtmann 30 Settembre 1992 2.09 m CSKA Moscow
AG 12 Robin Benzing 25 Gennaio 1989 2.10 m Basket Zaragoza
AG 13 Moritz Wagner 26 Aprile 1997 2.11 m Orlando Magic
AP 19 Lukas Wank 19 Gennaio 1997 1.99 m Löwen Braunschweig
AG 22 Danilo Barthel 24 Ottobre 1991 2.07 m Fenerbahçe
AG 32 Johannes Thiemann 9 Febbraio 1994 2.05 m Alba Berlino
G 42 Andreas Obst 13 Luglio 1996 1.91 m ratiopharm Ulm
Allenatore Henrik Rödl (Germania)

Italia
Gli azzurri di coach Meo Sacchetti sono là dove era difficile sperare, vista la presenza della Serbia. Ma, visto che c’è, l’Italia se la gioca per passare il girone. E lo fa con l’aggiunta di Danilo Gallinari al posto di Awudu Abass, dopo che gli Atlanta Hawks hanno finito la stagione sostanzialmente in zona Preolimpico. Ci sono finalmente i giocatori di Eurolega di livello, ed è l’anello di congiunzione tra NBA e Serie A che mancava.

P 0 Marco Spissu 5 Febbraio 1995 1.84 m Dinamo Sassari
P 1 Nico Mannion 4 Settembre 2001 1.88 m Golden State Warriors
G 7 Stefano Tonut 7 Novembre 1993 1.94 m Reyer Venezia
AG 8 Danilo Gallinari 8 Agosto 1988 2.08 m Atlanta Hawks
AG 9 Nicolò Melli (C) 26 Gennaio 1991 2.06 m Dallas Mavericks
AP 13 Simone Fontecchio 9 Dicembre 1995 2.03 m Alba Berlino
C 16 Amedeo Tessitori 7 Ottobre 1994 2.08 m Virtus Bologna
AG 17 Giampaolo Ricci 27 Settembre 1991 2.02 m Virtus Bologna
AP 24 Riccardo Moraschini 8 Gennaio 1991 1.94 m Olimpia Milano
G 31 Michele Vitali 31 Ottobre 1991 1.96 m Brose Bamberg
AG 33 Achille Polonara 23 Novembre 1991 2.05 m Saski Baskonia
P 54 Alessandro Pajola 9 Novembre 1999 1.94 m Virtus Bologna
Allenatore Meo Sacchetti (Italia)

Nigeria
Ben più che piena di giocatori provenienti dalla NBA, ha forse la migliore chance di medaglia che sia mai capitata a una nazione africana. Battere gli Stati Uniti non è cosa da poco, così come non lo è avere un roster con gente del calibro di Okogie, Vincent, Okafor e anche di Stan Okoye ed Ekpe Udoh, con quest’ultimo che è stato ingaggiato dalla Virtus Bologna.

G 5 Stan Okoye 10 Aprile 1991 1.97 m Gran Canaria
C 8 Ekpe Udoh 20 Maggio 1987 2.08 m Free agent
AG 10 Chimezie Metu 22 Marzo 1997 2.08 m Sacramento Kings
G 20 Josh Okogie 1 Settembre 1998 1.93 m Minnesota Timberwolves
P 22 Gabe Vincent 14 Giugno 1996 1.91 m Miami Heat
AP 33 Jordan Nwora 9 Settembre 1998 2.03 m Milwaukee Bucks
A/C Precious Achiuwa 19 Settembre 1999 2.03 m Miami Heat
P Caleb Agada 31 Agosto 1994 1.91 m Hapoel Be’er Sheva
G Obi Emegano 29 Aprile 1993 1.90 m Fuenlabrada
C Jahlil Okafor 15 Dicembre 1995 2.08 m Detroit Pistons
G/A KZ Okpala 28 Aprile 1999 2.03 m Miami Heat
G/A Miye Oni 4 Agosto 1997 1.96 m Utah Jazz
Allenatore Mike Brown (Stati Uniti)

GRUPPO C
Argentina
Della Generacion Dorada è rimasto uno. Solo lui, sempre lui: l’immortale Luis Scola. Ma la stella vera oggi è Facundo Campazzo, l’uomo che accende le fantasie con i suoi mirabolanti assist e che anche in NBA si è saputo far accettare benissimo ai Denver Nuggets. Buona parte del gruppo è la stessa della cavalcata d’argento in Cina.

P 3 Luca Vildoza 11 Agosto 1995 1.89 m New York Knicks
A/C 4 Luis Scola 30 Aprile 1980 2.07 m Pallacanestro Varese
P 7 Facundo Campazzo 23 Marzo 1991 1.80 m Denver Nuggets
P 8 Nicolás Laprovíttola 31 Gennaio 1990 1.88 m Real Madrid
AP 9 Nicolás Brussino 2 Marzo 1993 2.05 m Basket Zaragoza
C 12 Marcos Delía 8 Aprile 1992 2.09 m Pallacanestro Trieste
A 14 Gabriel Deck 8 Febbraio 1995 1.98 m Oklahoma City Thunder
AP 22 Juan Pablo Vaulet 22 Marzo 1996 1.99 m Manresa
G/A 29 Patricio Garino 17 Maggio 1993 1.98 m Žalgiris Kaunas
C 86 Tayavek Gallizzi 8 Febbraio 1993 2.04 m Instituto
G Leandro Bolmaro 11 Settembre 2000 2.00 m Barcellona
C Francisco Cáffaro 19 Maggio 2000 2.14 m Virginia Cavaliers
Allenatore Sergio Hernández (Argentina)

Giappone
Premessa: Rui Hachimura è forte. Molto forte. Resta da capire se lui e Yuta Watanabe avranno una squadra a poterli supportare, specie in questo girone. L’impressione iniziale è di no, anche giudicando quanto capitato ai Mondiali di Cina, dove i nipponici sono stati travolti da una versione di Team USA che ha poi mostrato molte e palesi crepe.

P 2 Yuki Togashi 30 Luglio 1993 1.67 m Chiba Jets Funabashi
G 6 Makoto Hiejima 11 Aprile 1990 1.91 m Utsunomiya Brex
AG 8 Rui Hachimura 8 Febbraio 1998 2.06 m Washington Wizards
P 9 Leo Vendrame 14 Novembre 1993 1.91 m Sun Rockers Shibuya
AP 12 Yuta Watanabe 27 Ottobre 1996 2.08 m Toronto Raptors
AP 14 Kosuke Kanamaru 8 Marzo 1989 1.98 m Shimane Susanoo Magic
AP 18 Yudai Baba 7 Novembre 1995 1.98 m Melbourne United
A/C 23 Gavin Edwards 15 Gennaio 1988 2.06 m Chiba Jets Funabashi
G 24 Daiki Tanaka 3 Settembre 1991 1.96 m Alvark Tokyo
C 32 Avi Schafer 28 Gennaio 1998 2.05 m SeaHorses Mikawa
AG 34 Hugh Watanabe 23 Dicembre 1998 2.08 m Ryukyu Golden Kings
AP 88 Tenketsu Harimoto 8 Gennaio 1992 1.97 m Nagoya Diamond Dolphins
Allenatore Julio Lamas (Argentina)

Slovenia
Non definire Luka Doncic un punto di riferimento sarebbe semplicemente compiere una bestemmia cestistica, senza se e senza ma. Detto questo, non è il solo con punti (e oltre) nel team sloveno: Prepelic è da tempo tra i più rinomati tiratori in Europa, e anche il blocco del Cedevita Olimpia Lubiana è più che valido. Non si discute nemmeno l’ex triestino Zoran Dragic: in breve, la Slovenia non è qui per far presenza.

G 5 Luka Rupnik 20 Maggio 1993 1.85 m Cedevita Olimpia Lubiana
G 6 Aleksej Nikolić 21 Febbraio 1995 1.91 m BCM Gravelines-Dunkerque
G 7 Klemen Prepelič 20 Ottobre 1992 1.88 m Valencia Basket
A 8 Edo Murić (C) 27 Novembre 1991 2.03 m Cedevita Olimpia Lubina
C 10 Mike Tobey 10 Ottobre 1994 2.11 m Valencia Basket
G 11 Jaka Blažič 30 Giugno 1990 1.96 m Cedevita Olimpia Lubiana
A 15 Gregor Hrovat 18 Agosto 1994 1.96 m Cholet
C 27 Žiga Dimec 20 Febbraio 1993 2.11 m Cedevita Olimpia Lubiana
A 30 Zoran Dragić 22 Giugno 1989 1.96 m Saski Baskonia
A 31 Vlatko Čančar 10 Aprile 1997 2.03 m Denver Nuggets
A 55 Jakob Čebašek 28 Aprile 1991 2.01 m Dinamo Bucarest
A 77 Luka Dončić 28 Febbraio 1999 2.01 m Dallas Mavericks
Allenatore Aleksander Sekulić (Slovenia)

Spagna
L’oro l’hanno visto molto da vicino in due occasioni, ma gli uomini di Sergio Scariolo hanno vissuto il brivido Juancho Hernangomez, che è riuscito a rientrare in extremis per stare al fianco del fratello e di Pau Gasol. Rimane un roster di grande forza, tra l’esperienza dei due Sergio, Rodriguez e Llull, e la vena giovane di Usman Garuba. E, va detto, anche la bella storia umana di Alex Abrines.

C 4 Pau Gasol 6 Luglio 1980 2.13 m Barcellona
G 5 Rudy Fernández 4 Aprile 1985 1.96 m Real Madrid
P 6 Sergio Rodríguez 12 Giugno 1986 1.91 m Olimpia Milano
P 9 Ricky Rubio 21 Ottobre 1990 1.93 m Minnesota Timberwolves
AP 10 Victor Claver 30 Agosto 1988 2.13 m Barcellona
C 13 Marc Gasol 29 Gennaio 1985 2.15 m Los Angeles Lakers
C 14 Willy Hernangómez 27 Maggio 1994 2.09 m New Orleans Pelicans
AG 16 Usman Garuba 9 Marzo 2002 2.03 m Real Madrid
AP 20 Alberto Abalde 15 Dicembre 1995 2.00 m Real Madrid
AP 21 Álex Abrines 1 Agosto 1993 2.01 m Barcellona
G/A 23 Sergio Llull 15 Novembre 1987 1.92 m Real Madrid
AG 44 Juancho Hernangómez 28 Settembre 1995 2.05 m Minnesota Timberwolves
Allenatore Sergio Scariolo (Italia)

Credit: Ciamillo

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online