LIVE Gand-Wevelgem 2021 in DIRETTA: Wout Van Aert domina la volata! 2° Nizzolo, 3° Trentin e 4° Colbrelli

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DELLA GAND-WEVELGEM

LE DICHIARAZIONI DI WOUT VAN AERT

LE DICHIARAZIONI DI GIACOMO NIZZOLO

LE DICHIARAZIONI DI MATTEO TRENTIN

IL VIDEO DEGLI HIGHLIGHTS DELLA GAND-WEVELGEM

IL VIDEO DEL MALORE DI SAM BENNETT

POSITIVITA’ AL COVID: ASSENTE LA TREK-SEGAFREDO DI PEDERSEN

15.10 La nostra DIRETTA LIVE finisce qui, grazie per essere rimasti con noi, alla prossima!

15.08 E, dunque, al termine di una gara bellissima condizionata dal vento sin dalla partenza, Wout Van Aert ha conquistato la sua prima classica del Nord della carriera davanti a Nizzolo, Trentin e Colbrelli.

15.06 LA TOP-9 Odierna:
01 Wout Van Aert Jumbo-Visma
02 Giacomo Nizzolo Qhubeka ASSOS
03 Matteo Trentin UAE Team Emirates
04 Sonny Colbrelli Bahrain Victorious
05 Michael Matthews Team BikeExchange
06 Stefan Küng Groupama-FDJ
07 Nathan Van Hooydonck Jumbo-Visma
08 Dylan Van Baarle INEOS Grenadiers
09 Anthony Turgis Total Direct Energie

15.04 Terzo posto per Matteo Trentin e quarto Sonny Colbrelli.

15.00 Un successo netto quello di Van Aert, il quale ha battuto nettamente gli azzurri.

14.59 WOUT VAN AERT! Secondo Nizzolo.

14.58 Si va verso la volata. Parte lungo Kung!

14.58 ULTIMO CHILOMETRO!

14.57 Ha provato Kung, ma Nizzolo ha chiuso. Tira Van Hooydonck per portare Van Aert in volata.

15.56 ULTIMI DUE CHILOMETRI!

15.54 Siamo entrati negli ultimi tre chilometri.

15.51 Intanto dietro Turgis è stato ripreso da Van Baarle.

15.50 Iniziano a guardarsi i battistrada.

15.49 Stiamo entrando negli ultimi cinque chilometri.

14.47 Turgis sta facendo un bel numero, ha ripreso anche Van Poppel

15.46 Se la giocano Van Aert, Van Hooydonck, Trentin, Colbrelli, Nizzolo, Kung e Matthews.

15.45 8 chilometri alla fine.

15.43 Turgis salta Sam Bennett che è in grande difficoltà.

15.42 C’è ancora accordo tra i primi.

15.41 12 chilometri all’arrivo.

15.40 Bennett fatica anche a tenere la ruota di Van Poppel. L’irlandese aveva avuto problemi di stomaco pochi chilometri fa.

15.38 Sembra finita per Bennett e van Poppel, mentre Michael Matthews si è salvato per un soffio. Sette al comando.

15.37 Iniziano i primi scatti nel gruppo di testa. Si muove Van Hooydonck, ma rintuzza Kung. Soffre Bennett, e fatica anche Van Poppel.

15.36 Alle spalle dei primi Anthony Turgis sta provando l’inseguimento solitaria.

15.35 17 chilometri al traguardo.

15.33 I primi mantengono 50″ di vantaggio.

15.31 20 chilometri all’arrivo.

15.29 Scende a 50″ il vantaggio dei primi.

15.27 23 chilometri all’arrivo.

15.25 Ricordiamo i nomi dei corridori in testa: Wout Van Aert, Sam Bennett, Sonny Colbrelli, Matteo Trentin, Stefan Kung, Nathan Van Hooydonck, Michael Matthews, Danny van Poppel e Giacomo Nizzolo.

15.22 Arriva a un minuto il vantaggio del gruppo con Van Aert, Trentin, Colbrelli e Nizzolo.

15.20 Nel gruppo inseguitore lavorano Ag2r e Ineos.

15.19 Bennett ora torna tirare. L’irlandese ne ha ancora.

15.17 Sam Bennett sembra avere qualche problema.

15.16 Van Hooydonck rientra sui primi. Inseguitori a 50″, 35 chilometri al traguardo, se ci sarà poco accordo quelli dietro potranno rientrare.

15.15 Il gruppo inseguitore scollina a 1’04”.

15.14 Van Aert scollina in testa, ma gli altri gli tengono la ruota. Si stacca solo Van Hooydonck.

15.13 Trentin fa il forcing con Van Aert e Colbrelli a ruota.

15.12 Inizia il Kemmelberg.

15.11 Van Aert sembra starsi preparando per portare un attacco sul Kemmelberg.

15.10 Il gruppo tirato degli Alpecin ha guadagnato 15″ sul gruppo Van Aert.

15.08 40 chilometri all’arrivo.

15.06 1’30” il vantaggio del gruppo Van Aert su quello di Merlier e Demare.

15.05 Siamo sul Baneberg. Tira Kung.

15.03 Nel terzo gruppo, quello dei corridori che si sono fatti sorprendere dai ventagli, tira l’Alpecin.

15.02 Mancano 43 chilometri all’arrivo.

14.59 Sembra ormai impossibile per tutti rientrare sui primi nove.

14.58 Parte Van Avermaet dal terzo gruppo, intanto. Una mossa disperata.

14.57 Siamo ai piedi dello Scherpenberg.

14.55 I primi inseguitori stanno recuperando qualcosa, sono a 27″ dal gruppo di Van Aert. Non è facile, ma potrebbero rientrare.

14.51 I nove hanno 35″ di vantaggio sui primi inseguitori e 1’24” sul gruppo di Van Avermaet, Merlier e Demare. Mancano 51 chilometri al traguardo e l’ultima sequenza di muri.

14.49 C’è accordo nel gruppo di Van Aert, difficilmente qualcuno potrà rientrare.

14.46 I primi scollinano sul Kemmelberg, anche Nizzolo nel plotone con Van Aert, Trentin, Bennett e Colbrelli. Ci sono pure Matthews, Van hooydonck, van Poppel e Kung.

14.45 Van Aert fa il forcing in prima persona con Trentin e Colbrelli a ruota. Risponde bene anche Bennett.

14.44 I primi stanno scalando il Kemmelberg per la seconda volta e ora dira Van Hooydonck per Wout Van Aert.

14.42 Inizia il Monteberg e nel gruppo all’inseguimento dei primi fa il forcing Demare.

14.39 Quasi impossibile per gli inseguitori rientrare.

14.37 Ci avviciniamo al nuovo muro, quello di Monteberg.

14.34 60 chilometri all’arrivo.

14.31 Nel gruppo che insegue prova ad aumentare il ritmo nuovamente l’AG2R Citroën Team.

14.29 Foratura per Luka Mezgec nel gruppo davanti. I compagni di squadra ovviamente non si fermano ad attenderlo.

14.27 Questi gli attaccanti: Sam Bennett, Jasper De Buyst, Danny Van Poppel, Wout Van Aert, Nathan Van Hooydonck, Sonny Colbrelli, Jack Bauer, Luka Mezgec, Michael Matthews, Robert Stannard, Imanol Erviti, Lluìs Mas, Giacomo Nizzolo, Erik Bystrom, Matteo Trentin, Stefan Küng, Michal Golas, Timothy Dupont, Jèrèmy Lecroq, Cyril Lemoine, Stefan Bissegger, Jonas Rutsch, Laurenz Rex.

14.24 Sembra essersi quasi arreso il secondo gruppo, mentre prosegue davanti il lavoro del Team BikeExchange in favore di Michael Matthews.

14.22 Corridori che sono entrati nel tratto in sterrato.

14.19 Fa fatica a rimontare la Deceuninck Quick-Step. Ora margine del primo gruppo superiore ai 50”.

14.17 Arrivano novità a causa dell’incendio nella fase finale della gara. Cambia leggermente il percorso: il passaggio dal centro città di Menen non ci sarà e cambieranno gli ultimi 5 chilometri, mentre l’arrivo è confermato.

14.14 75 chilometri al traguardo.

14.11 Ricordiamo che davanti ci sono sempre Bennett, De Buyst, Van Poppel, Van Aert, Van Hooydonck, Colbrelli, Bauer, Mezgec, Matthews, Stannard, Erviti, Mas, Sütterlin, Nizzolo, Bystrom, Trentin, Küng, Golas, Dupont, Lecroq, Lemoine, Bissegger, Fedorov.

14.09 Il drappello di Stybar e Lampaert è a 35” dalla vetta della corsa.

14.07 La Deceuninck Quick-Step vuole assolutamente riaprire la corsa quando mancano 80 chilometri all’arrivo.

14.05 A tutta Stybar, si stacca Ballerini: il ceco prova lo sforzo massimo per rientrare.

14.03 Ora il Kemmelberg.

14.01 A dettare il ritmo nel primo gruppo è il Team BikeExchange.

13.59 Da affrontare ora il Baneberg.

13.57 Il quartetto all’attacco guadagna: 40” di ritardo dai migliori.

13.55 Dal gruppo vanno via in quattro sotto la spinta della Deceuninck Quick-Step: Davide Ballerini con Stybar all’attacco.

13.53 Corridori che stanno per affrontare il Baneberg (0.3 km al 5.7%).

13.49 Il secondo drappello, quello che vede la Quick-Step in superiorità numerica, è formato da una trentina di corridori. Per loro 1’20” di ritardo.

13.47 Ora nel gruppo attacca la Deceuninck Quick-Step!

13.45 Si stacca dal plotoncino dei migliori Yevgeniy Fedorov (Astana – Premier Tech).

13.43 Ancora immagini dalla corsa con il primo gruppo:

13.41 Sempre 1’30” tra il primo e il secondo gruppo.

13.37 110 chilometri all’arrivo.

13.34 Il gruppo dei migliori:

13.32 Tre ore di corsa, meno di venti chilometri al primo muro, lo Scherpenberg.

13.29 Si sta spezzando anche il secondo gruppo.

13.27 Immagini dell’incendio nella zona del traguardo:

13.24 Ci avviciniamo alla zona dei muri.

13.21 Le compagini più attive nel plotone sono AG2R Citroën Team e Alpecin-Fenix.

13.17 Plotone che insegue a 1’30” di ritardo.

13.15 Ricordiamo che davanti c’è un gruppo di una ventina di corridori: Bennett, De Buyst, Van Poppel, Van Aert, Van Hooydonck, Colbrelli, Bauer, Mezgec, Matthews, Stannard, Erviti, Mas, Sütterlin, Nizzolo, Bystrom, Trentin, Küng, Golas, Dupont, Lecroq, Lemoine, Bissegger, Fedorov.

13.11 Ritiro per uno dei possibili protagonisti: Sep Vanmarcke.

13.07 Immagini dei ventagli in corsa:

13.04 Attenzione perché c’è notizia di un incendio nei pressi della zona del traguardo:

12.59 Ricordiamo la composizione del gruppo al comando: Bennett, De Buyst, D. Van Poppel, Van Aert, Van Hooydonck, Colbrelli, Bauer, Edmondson, Jansen, Erviti, Mas Bonet, Sütterlin, G. Nizzolo, Bistrom, Trentin, Küng, Golas, Dupont, Lecroq, Lemoine, Bissegger, Arroyave, Fedorov.

12.57 Nuovo passaggio dall’ex palude di De Moeren: il gruppo continua la rimonta e si trova a 1’35” dalla fuga.

12.55 La sensazione è che questa Gand-Wevelgem stia entrando nel vivo: già questo primo tratto di pavé può essere importante per lo sviluppo della corsa.

12.52 Ancora ventagli in gruppo! Nuovamente grande sbriciolio e selezione nel plotone. Non si può stare un attimo tranquilli in territorio fiammingo, le insidie sono sempre dietro l’angolo.

12.50 Fra circa cinque chilometri la corsa affronterà il primo degli otto tratti di lastricato.

12.48 Ecco che il plotone ha accelerato di colpo le operazioni di inseguimento: quaranta secondi recuperati nei confronti del gruppo al comando.

12.45 Adesso c’è quindi un gruppo di oltre venti unità al comando con un vantaggio di 2’30” sul primo plotone che insegue.

12.42 Velocità altissima in questa fase! Presente un forte vento a favore.

12.41 Il gruppo inseguitore ha raggiunto i fuggitivi! Non fa più parte di questo drappello il belga Laurenz Rex, protagonista della fuga iniziale.

12.40 Nelle ultime venti edizioni della corsa sono stati molto frequenti arrivi in volata. Succederà anche quest’oggi? Questi i distacchi tra il primo e il secondo classificato delle ultime edizioni:

2020 PEDERSEN SÉNÉCHAL 0:00
2019 KRISTOFF DEGENKOLB 0:00
2018 SAGAN VIVIANI 0:00
2017 VAN AVERMAET KEUKELEIRE 0:00
2016 SAGAN VANMARCKE 0:00
2015 PAOLINI TERPSTRA 0:11
2014 DEGENKOLB DÉMARE 0:00
2013 SAGAN BOŽIČ 0:23
2012 BOONEN SAGAN 0:00
2011 BOONEN BENNATI 0:00
2010 EISEL VANMARCKE 0:00
2009 BOASSON HAGEN KUSCHYNSKI 0:00
2008 FREIRE CLERC 0:00
2007 BURGHARDT HAMMOND 0:04
2006 HUSHOVD KOPP 0:00
2005 MATTAN FLECHA 0:00
2004 BOONEN BÄCKSTEDT 0:00
2003 KLIER VOGELS 0:00
2002 CIPOLLINI RODRIGUEZ 0:00
2001 HINCAPIE VAN BON 0:00

12.37 Questa la situazione attuale della corsa:

12.35 Il gruppo principale si era a sua volta frammentato in due parti: queste adesso si sono ricongiunte e potrebbero dare nuova linfa all’inseguimento.

12.33 150 chilometri al termine!

12.32 Non sembra esserci accordo invece nel plotone per andare a recuperare terreno sui 21 corridori che si sono sganciati grazie ai ventagli.

12.30 Gli inseguitori si trovano ad appena un minuto dalla fuga: gap che è crollato in poche decine di chilometri.

12.27 Fra il gruppo inseguitore e il plotone si è aperta una forbice non da poco: un minuto il divario.

12.26 In corso adesso la dritta di De Moeren, percorsa anche nella Brugge-De Panne, che presenta tante raffiche di vento.

12.24 Qualche istantanea suggestiva dalla corsa:

12.22 Il primo gruppo inseguitore si trova ad appena due minuti dai quattro fuggitivi che sono Laurenz Rex (Bingoal Pauwels Sauces WB), Stefan Bissegger e Daniel Arroyave (EF Education – Nippo), Yevgeniy Fedorov (Astana – Premier Tech).

12.20 Sembrerebbe che nel drappello degli inseguitori siano presenti anche Mezgec, Matthews e Robert Stannard.

12.17 Superate le due ore di corsa.

12.14 Ritmo folle imposto dai 21 corridori all’inseguimento! Il ritardo dalla fuga è sceso a 2’30”.

12.12 Molto scaltri a rimanere attaccati ai migliori Matteo Trentin, Sonny Colbrelli e Giacomo Nizzolo. Non si rilevano invece le presenze di Davide Ballerini e di Alberto Bettiol.

12.10 Ecco i nomi del gruppetto che si è venuto a formare:

12.08 Sappiamo che in questo drappello sono presenti Dylan Van Baarle (INEOS Grenadiers) e Sam Bennett (Deceunick Quick-Step).

12.07 Ancora non conosciamo i nomi delle 25 unità che compongono il primo ventaglio. Il ritardo rispetto ai fuggitivi è sceso addirittura a 4’30”.

12.04 I venticinque corridori che si sono sganciati dal plotone hanno un ritardo di 6’50” nei confronti della fuga e un vantaggio di una trentina di secondi rispetto al gruppo principale.

12.02 Sono rimasti in 25 i corridori nel primo ventaglio grazie al grande forcing imposto dalla INEOS Grenadiers.

12.01 Il gruppo sta cominciando a sbriciolarsi a causa di qualche ventaglio!

12.00 Oggi allo start sono presenti ben sei campioni nazionali:

1 NIZZOLO Giacomo Italia
2 BYSTRØM Sven Erik Norvegia
3 RICHEZE Maximiliano Argentina
4 DÉMARE Arnaud Francia
5 GENIETS Kevin Lussemburgo
6 KÜNG Stefan Svizzera

11.57 Giunge la notizia di un altro ritiro: quello del belga Kenneth Vanbilsen (Cofidis).

11.54 Si respira un’aria di nervosismo nel gruppo, probabilmente legata alle condizioni del vento. Non a caso l’andatura è salita in maniera esponenziale e la lotta per le posizioni è serrata.

11.51 Foratura per Brent Van Moer (Lotto Soudal).

11.48 Questo il batti e ribatti fra l’organizzazione e la BORA-Hansgrohe spiegato in precedenza:

11.45 Il gruppo sembra essersi risvegliato improvvisamente dal torpore: il vantaggio dei quattro battistrada scende a 7’45”.

11.42 Benjamin Declercq (Arkéa Samsic) si è appena ritirato per motivi ignoti.

11.39 I corridori si stanno dirigendo verso Veurne, località vicina alla costa. Di conseguenza il vento potrebbe cambiare direzione.

11.36 Il vantaggio di Laurenz Rex (Bingoal Pauwels Sauces WB), Stefan Bissegger e Daniel Arroyave (EF Education – Nippo), Yevgeniy Fedorov (Astana – Premier Tech) continua a crescere: nove minuti e mezzo.

11.33 L’organizzazione della corsa ha risposto prontamente, ritenendo di non avere l’autorità per scavalcare la quarantena in corso dovuta alla positività di Matthew Walls.

11.30 Comunicato molto polemico della Bora-Hansgrohe relativo all’esclusione dalla corsa di oggi: la formazione tedesca ha accusato l’organizzazione ed ha annunciato che non sarà presente neanche alla Dwars Door Vlaanderen.

11.25 Meno di 200 chilometri alla conclusione.

11.22 I quattro uomini al comando hanno un vantaggio di 8’35” sul plotone.

11.19 Nella prima ora di corsa i battistrada hanno coperto la bellezza di 45,2 chilometri.

11.16 Ecco qualche immagine dei quattro fuggitivi:

11.12 Giacomo Nizzolo si era avvicinato all’automedica per ricevere accertamenti dopo la caduta riportata in precedenza. Non sembrano esserci conseguenze per il campione nazionale italiano.

11.09 Dall’organizzazione sono arrivate indicazioni discordanti, ma quella iniziale sembrerebbe essere quella corretta: non c’è Jonas Rutsch in fuga, ma appunto il colombiano Daniel Arroyave.

11.06 Questi invece sono i vincitori più anziani di questa classica:

1 PAOLINI Luca 38y + 71d 2015
2 SCHOTTE Briek 35y + 208d 1955
3 CIPOLLINI Mario 35y + 19d 2002
4 KINT Marcel 34y + 196d 1949
5 HOBAN Barry 34y + 64d 1974
6 MATTAN Nico 33y + 264d 2005
7 FREIRE Óscar 32y + 54d 2008
8 KELLY Sean 31y + 331d 1988
9 VAN AVERMAET Greg 31y + 313d 2017
10 KRISTOFF Alexander 31y + 269d 2019
11 BOONEN Tom 31y + 161d 2012
12 SCHOTTE Briek 30y + 201d 1950
13 BOONEN Tom 30y + 163d 2011
14 ANQUETIL Jacques 30y + 73d 1964
15 PEETERS Wilfried 29y + 270d 1994
16 VAN BONDT Geert 29y + 141d 2000
17 SWERTS Roger 29y + 106d 1972
18 EISEL Bernhard 29y + 39d 2010
19 FRISON Herman 28y + 363d 1990
20 VAN EENAEME Robert 28y + 336d 1945

11.02 Qualche problema per Giacomo Nizzolo che chiede l’intervento del medico ufficiale della gara.

10.58 Percorsi i primi 30 chilometri: cinque minuti di vantaggio per Laurenz Rex (Bingoal Pauwels Sauces WB), Stefan Bissegger e Jonas Rutsch (EF Education – Nippo), Yevgeniy Fedorov (Astana – Premier Tech).

10.54 Ecco i più giovani vincitori della storia della corsa:

1 DEPREITERE Albert 19y + 261d 1935
2 DECLERCK André 19y + 270d 1939
3 VAN EENAEME Robert 19y + 274d 1936
4 VAN EENAEME Robert 20y + 259d 1937
5 GRAF Rolf 21y + 221d 1954
6 MERCKX Eddy 21y + 285d 1967
7 BOASSON HAGEN Edvald 21y + 327d 2009
8 VAN LOOY Rik 22y + 96d 1956
9 HINAULT Bernard 22y + 157d 1977
10 VAN BELLE Gustave 22y + 177d 1934
11 BEHEYT Benoni 22y + 178d 1963
12 VAN SPRINGEL Herman 22y + 222d 1966
13 DE PAUW Noël 22y + 240d 1965
14 AERENHOUTS Frans 22y + 288d 1960
15 MAERTENS Freddy 23y + 55d 1975
16 SAGAN Peter 23y + 57d 2013
17 VANDERAERDEN Eric 23y + 58d 1985
18 VAN LOOY Rik 23y + 93d 1957
19 VANDENBROUCKE Frank 23y + 153d 1998
20 BOONEN Tom 23y + 175d 2004

10.50 Il vantaggio dei quattro fuggitivi è cresciuto diametralmente negli ultimi minuti: ben 3′ adesso il margine.

10.47 Da parte di radio corsa era arrivata una segnalazione sbagliata: insieme a Stefan Bissegger, l’altro corridore della EF presente nella fuga non è Daniel Arroyave, bensì il lungagnone tedesco Jonas Rutsch, protagonista di diverse fughe nell’ultima Parigi-Nizza.

10.44 L’ultimo italiano a trionfare in questa classica fu Luca Paolini nel 2015. Nelle ultime dieci edizioni sono stati quattro i podi conquistati: oltre al corridore milanese, Matteo Trentin è giunto terzo lo scorso anno, Elia Viviani secondo nel 2018 e Daniele Bennati ha raggiunto la piazza d’onore dieci anni fa.

10.39 Christophe Noppe (Arkéa Samsic) si rialza e rientra nel gruppo. Rimangono quattro uomini al comando.

10.35 Il gruppo dà l’impressione di lasciare campo libero a questo quintetto: il vantaggio cresce a 40 secondi.

10.32 Prova a sganciarsi dal gruppo anche il kazako Yevgeniy Fedorov (Astana – Premier Tech).

10.30 Ci riprova nuovamente Noppe! In compagnia del belga altri tre corridori: Laurenz Rex (Bingoal Pauwels Sauces WB), Stefan Bissegger e Daniel Arroyave (EF Education – Nippo).

10.27 Secondo le ultime indiscrezioni la Bora-Hansgrohe, a differenza della Trek, si era presentata al via, ma l’organizzazione all’ultimo ha negato la partecipazione alla corsa da parte del team teutonico a causa delle positività emerse nei giorni scorsi.

10.24 Prima fase della corsa con vento contrario alla marcia dei corridori: più avanti è previsto vento laterale che potrebbe essere propizio ad eventuali ventagli.

10.21 Il primo corridore a tentare l’attacco è stato Christophe Noppe dell’Arkéa Samsic, ma il suo tentativo è stato prontamente rintuzzato dal gruppo tirato dalla Education First.

10.18 L’UAE Team Emirates si è presentata alla partenza con sei corridori anziché sette a causa dell’assenza del danese Mikkel Bjerg per problemi di natura intestinale.

10.15 COMINCIA UFFICIALMENTE L’83° EDIZIONE DELLA GAND-WEVELGEM! Buon divertimento.

10.13 Dei vincitori delle passate edizioni, al via quest’oggi sono presenti solo Alexander Kristoff, Greg Van Avermaet e John Degenkolb.

10.08 Al via non si presenterà neanche la Bora-Hansgrohe di Pascal Ackermann e del nostro Daniel Oss. Anche per la formazione tedesca, problematiche legate a positività al Covid-19.

10.04 Iniziato il trasferimento verso la partenza ufficiale che è prevista per le 10.15.

10.01 Oltre alle difficoltà altimetriche, sul percorso sono presenti otto tratti di pavé e tre in sterrato per rendere la corsa ancor più difficile da interpretare.

9.57 Nonostante questa venga definita per eccellenza la classica dei velocisti, il percorso è tutto fuorché morbido. Si partirà da Ypres per arrivare a Wevelgem dopo 254 chilometri di fatiche. Undici saranno i muri da affrontare: il primo al km 150, il Scherpenberg e poi in rapida successione Vidaigneberg, Baneberg, Monteberg e il mitico Kemmelberg. Dopo vari sali e scendi si tornerà ad affrontare Monteberg e Kemmelberg per chiudere il cerchio con Scherpenberg, Vidaigneberg, Baneberg e il terzo passaggio sul Kemmelberg, stavolta dalla parte più dura. Dall’ultima asperità mancheranno 34 chilometri fino al traguardo di Wevelgem.

9.52 Al via mancherà una delle formazioni di riferimento in questo periodo: la Trek-Segafredo. La squadra americana ha deciso di ritirare tutti i corridori a causa di un paio di positività nei membri dello staff. Ciò significa che Mads Pedersen non potrà difendere la vittoria dello scorso anno e si perdono grandi protagonisti come il vincitore della Milano-Sanremo Jasper Stuyven e lo statunitense Quinn Simmons.

9.48 La partenza è in programma alle ore 10.00 da Ypres, sede di partenza anche della scorsa edizione della corsa.

9.45 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della Gand-Wevelgem 2021, una delle sei classiche fiamminghe di primavera.

La presentazione della gara La startlist Gli italiani al via

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della Gand-Wevelgem 2021. La corsa belga, giunta alla sua 83° edizione, apre ufficialmente il programma delle Classiche del Nord di primavera.

Come nella scorsa edizione si parte da Ypres e si affronteranno 248 chilometri di corsa fino ad arrivare a Wevelgem. Saranno undici i muri da affrontare, il primo dei quali al km 150, ossia il Scherpenberg. Quindi i corridori affronteranno in rapida successione VidaignebergBanebergMonteberg e il mitico Kemmelberg. Dopo una trentina di chilometri di respiro, si tornerà a scalare altri strappi: dopo i secondi passaggi da Monteberg e Kemmelberg si chiuderà il cerchio con Scherpenberg, Vidaigneberg, Baneberg e il terzo passaggio sul Kemmelberg, stavolta dalla parte più impegnativa. Una volta superata l’ultima asperità, mancheranno 34 chilometri dal traguardo di Wevelgem.

Vista l’assenza di Mathieu Van der Poel, a riposo in vista del Giro delle Fiandre, il favorito più accreditato è il fenomeno belga Wout Van Aert. Il corridore della Jumbo-Visma è reduce da una E3-Harelbeke al di sotto delle aspettative e cercherà senza dubbio un pronto riscatto. La minaccia principale per l’ex crossista è rappresentata da Sam Bennett. L’irlandese, dopo un’eccellente Parigi-Nizza, in settimana ha vinto per dispersione in volata la Brugge-De Panne e se riuscirà a difendersi sui muri, potrebbe diventare prepotentemente un pretendente per la vittoria. La pattuglia della Deceunick Quick-Step può contare anche su nomi del calibro di Zdenek Stybar e Yves Lampaert, ambedue brillanti ad Harelbeke. Non può mancare fra le candidature calde quella di Mads Pedersen (Trek-Segafredo). Il campione del mondo 2019 ha trionfato in questa corsa lo scorso anno ed ha tutte le carte in regola per ripetersi. Anche il fresco vincitore della Milano-Sanremo, Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) potrà dire la sua grazie alle sue doti da finisseur.

Per quanto riguarda la pattuglia italiana, l’alfiere ad avere maggiori chance sembrerebbe essere Davide Ballerini. La trivella di Cantù è reduce da un inizio di stagione straordinario con la vittoria alla Omloop Het Nieuwsblad e di due tappe al Tour de Provence e può reggere l’urto dei muri. Matteo Trentin avrà tanta voglia di dimostrare dopo una E3-Harelbeke sfortunata: il corridore trentino ha forato nei momenti cruciali della corsa e non è riuscito a giocarsi al massimo le sue carte. Questo è un contesto di gara amico all’italiano della UAE-Emirates: l’anno scorso arrivò un bel terzo posto. Altri nomi da citare sono quelli di Sonny Colbrelli, Giacomo Nizzolo ed Alberto Bettiol. L’alfiere della Bahrain Victorious è in grado di resistere sugli strappi ed ha un ottimo spunto in velocità. Il campione europeo spera in una corsa interlocutoria, poco selettiva per giocarsi le sue carte allo sprint. Il toscano della EF, vincitore del Fiandre due anni fa, deve riscattarsi dopo una serie di appuntamenti non in linea con le aspettative.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE integrale dell’edizione 2021 della Gand-Wevelgem. La partenza è prevista alle ore 10.00, noi ci collegheremo dalle 9.45 per seguire ogni colpo di pedale, ogni metro della rinomata corsa belga. Buon divertimento!

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Ciclismo, highlights Gand-Wevelgem: trionfa van Aert. Brillano Nizzolo, Trentin e Colbrelli

Ciclismo, Cholet Pays de Loire 2021: trionfa Elia Viviani. Primo successo stagionale per il ciclista della Cofidis