LIVE Sci alpino, SuperG uomini Mondiali in DIRETTA: gara pazza, 5° Paris. “Peccato, ci ho creduto”

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

DOMANI SI SVOLGERANNO DUE PROVE DI DISCESA FEMMINILE!

LA CRONACA DEL SUPERG MASCHILE

LA CRONACA DEL SUPERG FEMMINILE

IL MEDAGLIERE DEI MONDIALI DI SCI ALPINO

LE DICHIARAZIONI DELLE AZZURRE

VIDEO: DOMINIK PARIS CHIUDE QUINTO

VIDEO: IL TRIONFO DI KRIECHMAYR

DICHIARAZIONI INNERHOFER E BUZZI

DICHIARAZIONI KRIECHMAYR

MEDAGLIERE MONDIALI DI SCI ALPINO

14.23 Grazie per averci seguito e buon proseguimento di pomeriggio. Un saluto sportivo.

14.21 Medaglia d’oro per l’austriaco Vincent Kriechmayr: era il favorito e non ha tradito le attesa. Argento a sorpresa per il tedesco Baumann, che ha 35 anni ha mancato il successo per soli 7 centesimi! Bronzo per il francese Alexis Pinturault a 0.38: il transalpino si candida a diventare il personaggio di questi Mondiali e partirà come uomo da battere in gigante, combinata e parallelo. 4° il semi-sconosciuto canadese Brodie Seger a 0.42, 5° Dominik Paris a 0.55. L’azzurro può recriminare per non aver fatto la differenza nella parte finale a lui più congeniale. Ci riproverà domenica in discesa. Completano la top10 Mayer, Bailet, Ganong, Sander e Feuz. 11° Odermatt, 12° Jansrud. Gli altri italiani: 13° Buzzi, 18° Marsaglia, 20° Innerhofer.

14.20 Bennett è 23° a 2″52.

14.18 L’ultimo che può sorprendere è l’americano Bennett con il n.33, poi la classifica sarà sostanzialmente definitiva perché mancheranno solo atleti di seconda e terza fascia.

14.17 Fuori il canadese Thompson.

14.15 L’americano Goldberg è 15° a 1″44.

14.13 21° a 2″49 lo sloveno Cater.

14.10 Pensate che Seger, 25 anni, non è mai entrato in top10 in Coppa del Mondo. Il suo miglior risultato era un 13° posto nella discesa di Beaver Creek 2019. I Mondiali sono sempre una gara a parte…

14.09 INCREDIBILE! E’ la gara delle sorprese. Il semi-sconosciuto Brodie Seger è quarto a 0.42 da Kriechmayr. Paris scivola in quinta posizione, ma cambia poco.

14.08 Pazzesco, appena 23 centesimi di ritardo per il canadese Seger al secondo intermedio!

14.06 Fuori lo svedese Monsen.

14.04 Grande prestazione del francese Bailet, sesto a 72 centesimi.

14.03 Quinta medaglia in carriera per Pinturault ai Mondiali. Prima di oggi vantava due ori (combinata alpina e prova a squadre) e 2 bronzi in gigante. Il francese non saliva sul podio in superG dalla terza posizione di Beaver Creek 2014! Insomma, oggi a Paris non è girata bene.

14.02 Intanto è ripresa la gara, fuori lo sloveno Hrobat.

14.01 Romed Baumann fu bronzo in combinata ai Mondiali 2013, quando ancora gareggiava per l’Austria. Pensate che in Coppa del Mondo non saliva sul podio dal 2015 (2° nella discesa di Garmisch), mentre l’unica top3 in superG risaliva addirittura al 2010, quando fu terzo a Lake Louise. Insomma, oggi ha fatto la gara della vita. E questo aumenta i rimpianti per Dominik Paris.

14.00 La gara è sempre ferma, ma si ripartirà tra un minuto.

13.56 Dominik Paris alla RAI: “Ci credevo nel podio, ma si sapeva che c’era ancora spazio per inserirsi. Il passaggio dopo il salto Vertigine non era per niente facile. Quando arrivi non sai quanto frenare e io ho frenato troppo. Il 4° posto ai Mondiali non conta niente. L’importante è che la sciata sia di nuovo giusta. Per la discesa voglio aspettare la prova“.

13.54 Kriechmayr era il grande favorito di questa gara e ha vinto. Si tratta del primo oro in carriera. Nel 2019 fu argento in superG (dietro Paris) e bronzo in discesa.

13.53 Gara interrotta. Un membro dell’organizzazione è caduto in pista e si è fatto male. Sta venendo soccorso.

13.51 Marsaglia è 15° a 1″83. Niente medaglia oggi per l’Italia. Dovremo riprovarci domenica nella discesa maschile. Sabato le chance saranno quasi nulle nella discesa femminile.

13.50 1″26 di ritardo per Marsaglia a metà gara, ha sbagliato tanto.

13.49 17° Kline a 2″33. Ora l’ultima cartuccia azzurra, Matteo Marsaglia.

13.47 Il tedesco Jocher è 13° a 1″63. Ora lo sloveno Kline, poi Matteo Marsaglia.

13.45 Il canadese Read è 13° a 1″79. Il prossimo italiano sarà Marsaglia con il n.24.

13.43 Sono scesi i primi 20. Al comando Kriechmayr con 0.07 su Baumann e 0.38 su Pinturault. 4° Paris a 0.55, 5° Mayer a 0.60. Grandissima amarezza per l’Italia.

13.42 Sembrava davvero ad un passo la medaglia per l’Italia, ma è arrivato Baumann ad infrangere il sogno. L’austriaco, che da anni gareggia per la Germania, ha persino rischiato di vincere, chiudendo ad appena 0.07 da Kriechmayr. Oggi il secondo ed il terzo rappresentano delle assolute sorprese.

13.41 Medaglia di legno per l’Italia. Baumann fa la gara della vita ed è secondo ad appena 7 centesimi da Kriechmayr. Allucinante. Grandissima amarezza.

13.40 Fa tanta paura il tedesco, 0.62 di ritardo al secondo parziale.

13.40 Pazzesco Baumann, 3 centesimi di vantaggio al primo intermedio. Si rischia la beffa.

13.39 Allegre è 12° a 1″93. Ora il tedesco Baumann.

13.38 1″56 di ritardo per il francese al secondo rilevamento.

13.38 Grave errore per Allegre, che aveva solo 0.13 di ritardo al primo intermedio.

13.37 Feuz recupera tantissimo ed è settimo a 0.93. Lo svizzero sarà l’uomo da battere in discesa.

13.36 Feuz non è un pericolo, 1″28 di ritardo al secondo intermedio.

13.36 Ora due brutti clienti: lo svizzero Feuz ed il francese Allegre.

13.35 L’americano Ganong fa tremare Paris ed è quinto a 0.75. Bisogna ancora stringere i denti.

13.34 Attenzione a Ganong, solo 0.69 di ritardo al secondo parziale. 0.89 al terzo.

13.33 Ora l’americano Ganong, pettorale n.17.

13.32 Fuori il francese Clarey. Diciamolo sotto voce: si avvicina la prima medaglia per l’Italia in questi Mondiali.

13.31 Decimo a 2″22 Innerhofer, che scuote la testa. Forse si è messo addosso troppa pressione, non ha sciato bene. Ha rischiato anche di cadere in una curva verso sinistra. Deve sperare che la neve si ghiacci da qui a domenica: è possibile, visto che sono in arrivo temperature polari.

13.30 Niente da fare, distacco di 1″37 dopo il secondo intermedio.

13.30 Inner perde l’appoggio in partenza e paga subito 22 centesimi.

13.29 Inner si fa il segno della croce e parte.

13.28 Franz salta una porta e finisce fuori nello stesso punto di Casse. Sospiro di sollievo per Paris. Ora incrociamo le dita, c’è Christof Innerhofer.

13.28 Attenzione a Franz, 7 centesimi di vantaggio al primo intermedio.

13.27 Sander recupera nel finale ed è quinto a 0.88. Ora l’austriaco Franz.

13.26 Già un secondo di ritardo per il tedesco Sander al secondo intermedio. La pista inizia a rovinarsi?

13.25 Pinturault non sale sul podio in superG da Beaver Creek 2014…

13.24 Mattia Casse salta una porta ed è fuori. Al primo intermedio era dietro di 17 centesimi. Ora Sander, Franz ed Innerhofer.

13.23 Jansrud chiude sesto a 1″04. Tocca a Mattia Casse, alla prima gara stagionale. Bentornato.

13.22 Già 1″01 di ritardo per Jansrud al secondo intermedio.

13.21 Parte il norvegese Jansrud, mina vagante.

13.21 Purtroppo la prestazione di Pinturault ci ha gelato. Con Odermatt e Mayer alle spalle, la medaglia sembrava ad un passo per Paris. Ora invece bisognerà sudare. Se proprio qualcuno dovrà passargli davanti, speriamo che sia Innerhofer…

13.19 Pazzesca gara di Alexis Pinturault. Il francese è secondo a soli 38 centesimi da Kriechmayr. Il miglior superG della carriera per il fuoriclasse transalpino, anche se in questa specialità vinse nel 2014 a Lenzerheide. Dominik Paris è terzo a 0.55, a questo punto è dura salire sul podio. Sono scesi appena 10 atleti.

13.18 Attenzione al francese Pinturault, solo 0.03 di ritardo al primo intermedio, 0.22 al secondo. Paris trema.

13.17 DIETRO! Mayer è terzo a 0.60 dal connazionale Kriechmayr! A questo punto Paris spera concretamente in una medaglia!

13.15 Paris aveva 8 centesimi di vantaggio al primo intermedio, 0.31 di ritardo al secondo, 0.34 al terzo, 0.55 all’arrivo. E’ stato tatticamente molto accorto. Ora dopo Matthias Mayer capiremo se l’azzurro potrà salire davvero sul podio.

13.15 SECONDO! Ottimo Dominik Paris, è una gara da medaglia! E’ secondo a 55 centesimi da Kriechmayr.

13.13 Lo svizzero Marco Odermatt è secondo a 96 centesimi da Kriechmayr. Ora Dominik Paris.

13.12 0.44 di ritardo per l’elvetico al secondo rilevamento.

13.12 Subito 0.25 di vantaggio per Odermatt al primo intermedio, sta pennellando.

13.11 Buzzi recupera nel finale ed è secondo a 1″30. Questo fa capire che Kriechmayr è attaccabile nella parte bassa. Adesso lo svizzero Marco Odermatt, poi Dominik Paris.

13.10 Brutto errore per Buzzi dopo il salto Vertigine. 1″51 di ritardo al secondo intermedio. Gara da dimenticare. Ma quest’anno non è mai stato competitivo.

13.09 Bellissima gara di Kriechmayr, vola in testa con 1″35. Dove tutti hanno sbagliato, l’austriaco ha pennellato. Pone come minimo la candidatura per una medaglia. Ora Emanuele Buzzi.

13.08 La pista è difficile nella parte alta, dopo occorre grande scorrevolezza. Paris deve limitare i danni all’inizio, poi può scatenarsi. Ora attenzione all’austriaco Kriechmayr, il favorito n.1!

13.07 1’20″76 per Crawford, ha commesso tanti errori. Ma sarà dura oggi per chiunque disputare una prova perfetta.

13.06 Crawford riesce a stare dentro grazie ad una frenata brusca.

13.06 Ora il talentuoso canadese James Crawford: riuscirà a finire questo superG?

13.05 INCREDIBILE, FUORI ANCHE CAVIEZEL! Stesso punto di Meillard e Walder, nessuno riesce a fare quella curva! Un superG allucinante!

13.04 Subito un grave errore per Caviezel, che non gareggia da dicembre.

13.03 Ora lo svizzero Mauro Caviezel, grande specialista del superG.

13.02 PAZZESCO, FUORI ANCHE LOIC MEILLARD! Nello stesso punto di Walder. Al ‘salto Vertigine’ si finisce lunghissimi, poi c’è pochissimo tempo per impostare la curva successiva verso sinistra. Due atleti su due sono fuori!

13.01 Ora lo svizzero Loic Meillard. La parte alta è davvero molto tecnica.

13.00 Subito fuori Walder. Finisce lunghissimo l’austriaco dopo il “salto Vertigine”, perde la linea ideale e salta una porta.

13.00 Iniziato il superG maschile. In pista l’austriaco Christian Walder.

12.59 L’austriaco Walder è al cancelletto di partenza.

12.57 I pettorali degli azzurri: 6 Emanuele Buzzi, 8 Dominik Paris, 12 Mattia Casse (al debutto stagionale, è al rientro da un infortunio), 15 Christof Innerhofer, 24 Matteo Marsaglia. L’Italia ha diritto ad un pettorale in più perché Paris vinse nel 2019.

12.55 Da valutare la condizione dello svizzero Mauro Caviezel, al rientro da un infortunio.

12.53 Sono tre i grandi favoriti di oggi: gli austriaci Vincent Kriechmayr e Matthias Mayer e lo svizzero Marco Odermatt.

12.50 Christof Innerhofer è uomo da grandi appuntamenti. Vanta tre medaglie iridate e due olimpiche. Quest’anno non è mai salito sul podio, ma ci è andato vicino a più riprese. E se avesse atteso Cortina per il botto?

12.48 Dominik Paris non sale sul podio in superG dal secondo posto di Lake Louise 2019. In mezzo chiaramente ha vissuto un grave infortunio. Quest’anno ha ottenuto come miglior risultato l’ottava piazza a Garmisch. E’ in crescita, oggi tutti devono temere il grande fuoriclasse azzurro.

12.47 Fa caldo a Cortina, la neve potrebbe rovinarsi. Prima Lara Gut-Behrami ha vinto con il pettorale n.7, Paris partirà con l’8. Ricordiamo però che le piste sono diverse: le donne gareggiano sull’Olympia delle Tofane, gli uomini sulla Vertigine.

12.46 I pettorali di partenza di oggi:

1 54009 WALDER Christian 1991 AUT Salomon
2 512182 MEILLARD Loic 1996 SUI Rossignol
3 511513 CAVIEZEL Mauro 1988 SUI Atomic
4 104531 CRAWFORD James 1997 CAN Head
5 53980 KRIECHMAYR Vincent 1991 AUT Head
6 6290985 BUZZI Emanuele 1994 ITA Head
7 512269 ODERMATT Marco 1997 SUI Stoeckli
8 291459 PARIS Dominik 1989 ITA Nordica
9 53902 MAYER Matthias 1990 AUT Head
10 194364 PINTURAULT Alexis 1991 FRA Head
11 421483 JANSRUD Kjetil 1985 NOR Head
12 990081 CASSE Mattia 1990 ITA Head
13 200379 SANDER Andreas 1989 GER Atomic
14 53817 FRANZ Max 1989 AUT Fischer
15 293006 INNERHOFER Christof 1984 ITA Rossignol
16 191740 CLAREY Johan 1981 FRA Head
17 530874 GANONG Travis 1988 USA Atomic
18 511383 FEUZ Beat 1987 SUI Head
19 194858 ALLEGRE Nils 1994 FRA Salomon
20 51215 BAUMANN Romed 1986 GER Salomon
21 104468 READ Jeffrey 1997 CAN Atomic
22 202762 JOCHER Simon 1996 GER Head
23 561216 KLINE Bostjan 1991 SLO Nordica
24 293550 MARSAGLIA Matteo 1985 ITA Fischer
25 561310 HROBAT Miha 1995 SLO Atomic
26 6190176 BAILET Matthieu 1996 FRA Salomon
27 501987 MONSEN Felix 1994 SWE Atomic
28 104272 SEGER Brodie 1995 CAN Atomic
29 202345 SCHWAIGER Dominik 1991 GER Head
30 561255 CATER Martin 1992 SLO Stoeckli
31 934643 GOLDBERG Jared 1991 USA Head
32 104096 THOMPSON Broderick 1994 CAN Head
33 6530104 BENNETT Bryce 1992 USA Fischer
34 350095 PFIFFNER Marco 1994 LIE Fischer
35 502230 SUNDIN Olle 1997 SWE Head
36 60253 MARCHANT Armand 1997 BEL Salomon
37 561397 NARALOCNIK Nejc 1999 SLO
38 422403 ROEA Henrik 1995 NOR Nordica
39 501898 ROENNGREN Mattias 1993 SWE Head
40 492192 ORTEGA Albert 1998 ESP Rossignol
41 20398 VERDU Joan 1995 AND Head
42 151238 ZABYSTRAN Jan 1998 CZE Atomic
43 410364 FEASEY Willis 1992 NZL
44 150743 BERNDT Ondrej 1988 CZE Atomic
45 492063 ETXEZARRETA Adur 1996 ESP Head
46 700878 BENDIK Martin 1993 SVK Atomic
47 240148 SZOLLOS Barnabas 1998 ISR Kaestle
48 370031 ALESSANDRIA Arnaud 1993 MON Salomon
49 240142 SZOLLOS Benjamin 1996 ISR Kaestle
50 550078 OPMANIS Elvis 1997 LAT
51 170159 VORRE Marcus 1998 DEN Atomic
52 690694 KOVBASNYUK Ivan 1993 UKR
53 700973 BALAZ Filip 2001 SVK
54 30422 VALLECILLO Juan Pablo 1999 ARG
55 390041 LUIK Juhan 1997 EST
56 550109 OPMANIS Lauris 2001 LAT

12.43 C’è un vantaggio importante per l’Italia: il tracciato è stato disegnato da Alberto Ghidoni, allenatore degli azzurri. Ha cercato ovviamente di renderlo il più veloce possibile per favorire Paris.

12.38 Nel Nuovo Millennio l’Italia ha vinto tre ori ai Mondiali di sci, tutti in superG! Paris nel 2019, Christof Innerhofer nel 2011, Patrick Staudacher nel 2007.

12.37 Solo il norvegese Atle Skardal ha vinto i Mondiali di superG per due edizioni di fila, nel 1996 e 1997.

12.35 Dominik Paris si presenta a questa gara da campione del mondo in carica. Nel 2019 vinse con 9 centesimi di vantaggio sul francese Clarey e l’austriaco Kriechmayr, che colsero l’argento a pari merito.

12.30 Ben ritrovati amici di OA Sport. Alle 13.00 scatterà il superG maschile dei Mondiali di sci alpino!

LA CRONACA DEL SUPERG FEMMINILE

Le parole di Sofia Goggia dopo l’infortunioIl nuovo programma dei Mondiali

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE del superG maschile dei Campionati Mondiali di sci alpino 2021 di Cortina d’Ampezzo. Dopo una incredibile serie di rinvii e cancellazioni per colpa del maltempo, oggi si dovrebbe finalmente iniziare a fare sul serio. Parliamo al condizionale perchè, come si è visto, nella località bellunese le condizioni del meteo rischiano sempre di rovinare i piani.

Oggi, invece, alle ore 13.00 si gareggerà per il superG maschile sulla pista Vertigine, con in palio le prime medaglie per il comparto maschile. Quali sono i favoriti? Iniziamo con il dire che l’Italia si gioca importanti chance di medagliaDominik Paris ha fatto capire a tutti di essere tornato ad ottimi livelli, tornando al successo proprio a Garmisch, anche se il superG non è propriamente il suo terreno di caccia ideale. Oggi, assieme a Christof Innerhofer, proverà a sospingere l’Italia, anche se i rivali non mancheranno. Attenzione ai soliti noti. Dagli svizzeri Marco Odermatt e Beat Feuz, passando per gli austriaci Matthias Mayer e Vincent Kriechmayr che stanno disputando una annata strepitosa.

Il superG maschile dei Campionati Mondiali di sci alpino 2021 di Cortina d’Ampezzo prenderà il via alle ore 13.00. OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE scritta della gara, per non perdere nemmeno un secondo dello spettacolo della manifestazione iridata sulla “Perla delle Dolomiti”.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

LIVE Tour de la Provence in DIRETTA: Ballerini vinse su Demare in volata! Ciccone e Moscon all’attacco!

LIVE Sci alpino, Mondiali SuperG donne in DIRETTA: domani due prove di discesa