Tour de France 2017, diciottesima tappa: Briancon-Izoard, ultime salite della Grande Boucle

Schermata-2017-06-19-alle-18.14.15.png

L’ultima opportunità prima della crono conclusiva e due frazioni facili: la diciottesima tappa del Tour de France 2017, 179 chilometri con partenza da Briançon e arrivo sull’Izoard rappresenta l’ultima possibilità per gli scalatori di fare la differenza in salita. Andiamo ad analizzarla nel dettaglio.

Nei primi 120 chilometri, onestamente, poco da segnalare. L’altitudine si mantiene tra gli 800 e i 100 metri, con l’unica salita rappresentata dalla Côte des Demoiselles Coiffées, 4 chilometri ad una pendenza media del 5% che non dovrebbe incidere sul risultato finale, né della tappa né tantomeno della lotta per la maglia gialla. Da Saint-Paul-Sur-Ubaye, però, la musica cambia con il Col du Vars. Si tratta di nove chilometri di salita, la pendenza media sul 7,5%. Ingannevole, però, perché la prima parte è facile per poi impennarsi in quella centrale con due chilometri che si attestano costantemente al 10%, per poi tornare sull’8% nel finale.

Dalla vetta ci saranno circa 19 chilometri di discesa verso Guillestre, dove inizierà un lungo falsopiano ascendente fino ai piedi dell’Izoard, salita ufficialmente di 14 chilometri. Anche in questo caso le pendenze sono piuttosto facili nella prima parte, ma dal settimo chilometro in poi sono costantemente tra l’8 e il 10% di media, nonostante un breve tratto in discesa a poco più di due chilometri dall’arrivo. In cima all’Izoard si concluderà la tappa, ultimo arrivo in salita del Tour de France 2017.

TUTTE LE TAPPE

 

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Lascia un commento

Top