Tour de France 2017, quattordicesima tappa: Blagnac – Rodez. Finale spettacolare e insidioso

Schermata-2017-06-18-alle-19.31.04.png

181 chilometri per la quattordicesima tappa del Tour de France: una giornata che non dovrebbe produrre scossoni importanti in classifica generale ma che può risultare tra le più appassionanti dell’intera Grande Boucle dato il percorso che condurrà il gruppo da Blagnac a Rodez.

Partenza soft: la prima parte di gara non presenta alcun tipo di difficoltà altimetrica ma potrebbe essere lo scenario ideale per un’autentica battaglia ai fini di cercare la fuga. Dai sobborghi di Tolosa il plotone si dirigerà verso nord-est e al chilometro 55 ci sarà il primo traguardo volante a Rabasten. Dall’80esimo chilometro si abbandonerà la pianura per entrare in una zona più mossa che potrebbe creare fatica e acido lattico nelle gambe degli atleti. La prima salita di giornata sarà la Côte du viaduc du Viaur, 2 chilometri e 300 metri al 7% di pendenza media dopo 131 chilometri. Poco dopo si arriverà alla Côte de Centrès, stessa distanza ma una pendenza leggermente superiore. In cima, a circa 35 chilometri dalla conclusione, non ci sarà discesa ma una decina di chilometri in falsopiano ascendente prima di una breve picchiata su Bonnecombe, dove inizierà la terza vera salita di giornata, anche se non è segnalata come Gpm, a 15 dall’arrivo.

Tre chilometri e mezzo circa al 5% di pendenza media. Non abbastanza ripida per fare la differenza, ma sufficiente per scremare il gruppo in vista dell‘arrivo, posto sulla Côte de Saint-Pierre. Gli ultimi 570 metri hanno una pendenza del 9,6%: i velocisti puri potrebbero faticare ma gli scattisti e gli sprinter più resistenti potrebbero trovare pane per i loro denti. Sull’attenti anche gli uomini di classifica, dato che in queste situazioni il gruppo potrebbe spezzarsi molto facilmente e creare distacchi in classifica generale.

TUTTE LE TAPPE

 

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Lascia un commento

Top