Seguici su

Live Sport

LIVE Sci alpino, Discesa Cortina 2024 in DIRETTA: podio con 5 atlete! Goggia terza, ansia per la caduta di Shiffrin, fuori Brignone

Pubblicato

il

Sofia Goggia

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

13.33 La nostra DIRETTA LIVE termina qui! Grazie mille per averci seguito, a tutti gli amici di OA Sport un saluto e un buon proseguimento di giornata!

13.32 La tappa di Cortina prosegue domani con un’altra discesa (10.30), e poi si concluderà domenica (10.30) con il superG.

13.31 La classifica generale di Coppa del Mondo, da capire se Shiffrin potrà proseguire o meno la stagione:

  1. Mikaela Shiffrin (USA) 1209
    2. Lara Gut-Behrami (Svizzera) 869
    3. Petra Vlhova (Slovacchia) 802
    4. Federica Brignone (Italia) 787
    5. Sara Hector (Svezia) 458
    6. Sofia Goggia (Italia) 642
    7. Michelle Gisin (Svizzera) 530
    8. Cornelia Huetter (Austria) 467
    9. Lena Duerr (Germania) 404
    10. Valerie Grenier (Canada) 369

13.30 La classifica di Coppa del Mondo di discesa dopo quattro appuntamenti, Goggia mantiene e rafforza il pettorale rosso:

  1. Sofia Goggia (Italia) 290
  2. Stephanie Venier (Austria) 216
  3. Lara Gut Behrami (Svizzera) 164
  4. Mirjam Puchner (Austria) 160
  5. Jasmine Flury (Svizzera) 159
  6. Cornelia Huetter (Austria) 157
  7. Joana Haehlen (Svizzera) 125
  8. Federica Brignone (ITALIA ) 110
  9. Kira Widle (Germania) 109
  10. Mikaela Shiffrin (USA) 100

13.29 Ovviamente siamo tutti in apprensione per capire cosa si è fatta Mikaela Shiffrin, con l’americana che è stata una delle tantissime uscite di questa gara, purtroppo una delle più pesanti. La statunitense sta venendo trasportata in elicottero verso l’ospedale più vicino, preoccupa il ginocchio sinistro. Si è fatta male anche Corinne Suter, campionessa olimpica di specialità.

13.28 Marta Bassino ha fatto sognare per tre quarti di gara. La piemontese chiude 11ma a ridosso delle prime dieci, con 1.12 di ritardo dalla testa. Non è arrivata al traguardo Federica Brignone, uscita alla curva Delta senza conseguenze, un punto oggi che è stato assai critico. I piazzamenti finali di tutte le italiane: 19ma Nicol Delago (+1.92), 23ma Nadia Delago (+2.15), 24ma Roberta Melesi (+2.26), 26ma Teresa Runggaldier (+2.29).

13.26 Le altre italiane non si sono comportate male, soprattutto Laura Pirovano. L’azzurra è scusa con il due, si è messa davanti a Lie e ha sognato il podio per lunghi tratti. Top-3 che per Pirovano, se continuerà a sciare come oggi, non tarderà ad arrivare.

13.24 Ha fatto tremare tutti Haaser, che ha sbagliato completamente l’ingresso al Rumerlo. Hanno preso paura soprattutto le tre a pari merito al terzo posto, con l’austriaca che alla fine è 25ma.

13.23 Occhio a Haaser, l’austriaca con il pettorale 53 ha appena 15 centesimi di ritardo allo Scarpadon!

13.20 Possiamo dare per ufficiale la vittoria di Venier, come detto la seconda in carriera. Seconda piazza per l’elvetica Lara Gut-Behrami, a 0.59 dall’austrica, mentre sono in tre al terzo posto a pari merito: Sofia Goggia, Christina Ager e Valerie Grenier. Sarà una premiazione a cinque molto affollata.

13.18 Brava Melesi! L’azzurra è 24ma a 2.26, appena davanti a Runggaldier. Anche per lei in arrivo buoni punti, con la posizione attuale che eguaglia il miglior risultato in carriera in discesa.

13.17 25 centesimi di ritardo per l’italiana all’intermedio del Duca d’Aosta.

13.17 Partita ora l’ultima italiana, Roberta Melesi.

13.16 Runggaldier è 24ma al traguardo a 2.29! Buona la prova della discesista italiana, che va a punti in discesa per la prima volta in stagione ottenendo il miglior risultato in discesa.

13.15 Partita Teresa Runggaldier, per lei 4 centesimi di ritardo nella parte alta, 26 al secondo intermedio.

13.14 La tedesca Hirtl è 34ma, al femminile questa dovrebbe essere la prima volta con una podio con cinque atlete.

13.12 Nulla di grave fortunatamente per Hoernbald, partito il pettorale n.48. Dopo le due discese delle ultime due italiane.

13.11 Ci risiamo, gara nuovamente interrotta per la caduta della svedese Lisa Hoernbald. Siamo al pettorale 47 di 53, la scandinava è già in piedi.

13.09 Laura Macuga è 16ma a 1.65! Miglior risultato di carriera per lei in discesa, con la statunitense che sta dando continuità dopo l’exploit in superG.

13.08 Sbaglia sul Delta anche la statunitense, che comunque sta portando a termine una buona gara.

13.07 Attenzione a Macuga, con l’americana in grande ascesa che dopo due intermedi ha 7 centesimi di luce verde.

13.06 24ma l’americana Tricia Mangan (+2.53).

13.04 Altre uscite e pochi inserimenti per le ultime partite, 27ma la francese Karen Clement (+2.63).

13.02 Ci avviciniamo alla discese delle ultime due azzurre, devono ancora partire Runggaldier e Melesi, rispettivamente con il pettorale 49 e il 50.

13.00 L’americana Cashman si inserisce in 23ma piazza (+2.43), la svizzera Jasmina Suter 28ma a +3.06.

12.58 24ma a 2.58 Niederweiser. L’Austria sta veramente crescendo come squadra in maniera smisurata.

12.56 La bosniaca Muzaferija è 24ma a 2.60, sono in 26 arrivate al traguardo. Grande occasione per andare a punti per tutte quest’oggi.

12.55 Stephanie Venier si avvia verso la seconda vittoria in carriera dopo quella, sempre in discesa, di Garmisch 2019. Per Valerie Grenier sarebbe il primo podio in questa specialità, invece per Ager il primo piazzamento in top-3 in Coppa del Mondo, lei che in passato era slalomista.

12.53 L’austriaca ha incrociato le punte degli sci, è entrata nei materassi ed è uscita con gli sci. Pazzesco quello che stiamo vedendo oggi, la gara può riprendere.

12.52 Ennesima caduta di giornata, Maier va giù sullo schuss delle Tofane. L’austriaca è già in piedi, ma dopo la spigolata ha fatto un numero da circo pazzesco.

12.51 E’ successo di tutto in questa prima discesa di Cortina: cadute, infortuni, sorprese e in tre a pari merito sul podio. C’è ancora qualche atleta interessante al cancelletto, ma per arrivare al pettorale 53 non ci dovrebbero essere scossoni ai vertici della classifica.

12.50 I pettorali delle altre italiane: 49 Teresa Runggaldier, 50 Roberta Melesi.

12.48 Grande gara dell’americana Jacqueline Wiles, che è 13ma a 1.46 e al miglior risultato in stagione.

12.47 Questa la top-10 dopo i primi 32 pettorali:

1) Stephanie Venier (Austria) 1’33”06

2) Lara Gut-Behrami (Svizzera) +0.39

3) Sofia Goggia (ITALIA)  +0.71

3) Christina Ager (Austria) +0.71

3) Valerie Grenier (Canada) +0.71

6) Laura Pirovano (ITALIA) +0.91

7) Kajsa Vickhoff Lie (Norvegia) +0.94

8) Cornelia Huetter (Austria) +0.98

9) Mirjam Puchner (Austria) +0.99

10) Joana Haehlen (Svizzera) +1.11

12.46 PAZZESCO QUELLO CHE STA SUCCEDENDO A CORTINA! Anche Grenier si inserisce al terzo posto a 71 centesimi dopo una gara impeccabile! Sono addirittura in tre al terzo posto, per la canadese è il primo podio in carriera in discesa libera.

12.45 La gara però non è finita, Valerie Grenier accende luce verde per 19 centesimi al terzo intermedio!

12.44 Davanti a tutte, un po’ a sorpresa, c’è Stephanie Venier, scesa quando la vittoria di Gut sembrava in cassaforte. Secondo posto per la svizzera a 39 centesimi, sul podio per ora anche Sofia Goggia e Christina Ager, a pari merito a 0.71 da Venier.

12.43 Finiscono le prime 30 atlete dopo oltre un’ora e mezza. Gara condizionata dalla pesantissima caduta di Mikaela Shiffrin e dall’infortunio di Corinne Suter. Tante poi le uscite senza apparenti conseguenze: Brignone e Gisin tra le big. Atlete messe in difficoltà da un dosso nel primo settore e dal salto prima della Delta, che ha creato davvero parecchi scompigli.

12.42 Ne combina un po’ di tutti i colori nella parte bassa Raedler che è 17ma a 1.98, nella zona di tutte le ultime scese.

12.41 Salto del Duca d’Aosta con 38 centesimi di ritardo per l’austriaca.

12.41 E’ il momento di Raedler, in crescita costante.

12.40 Christine Scheyer è 18ma a 2.03, discesa senza infamia e senza lode per lei.

12.39 Un’altra austriaca al cancelletto, Scheyer.

12.38 Brivido per la svizzera che rischia di farsi malissimo, spigolata in uscita dal Delta e brutto movimento. Jenal fortunatamente sembra star bene e torna con le sue gambe al traguardo.

12.37 Stephanie Jenal al cancelletto con il pettorale 28, ci avviciniamo alla fine delle prime 30.

12.36 Nadia Delago ci ha fatto sognare nella prima metà, poi tanti errori in basso e distacco che aumenta fino a 2.15, che si traduce in diciottesima posizione.

12.35 Piccola rotazione per Nadia prima dello Scarpadon e velocità persa completamente.

12.35 Partenza sublime dell’azzurra, che ha 24 centesimi di vantaggio al primo intermedio che diventano 8 al secondo.

12.34 Ultima azzurra tra le prime 30, è il momento di Nadia Delago.

12.33 Anche lei non riesce mai ad entrare in gara, la transalpina è 19ma a 2.69.

12.32 In pista ora la transalpina Miradoli.

12.31 Gara anonima quella della svizzera Durrer, 18ma e ultima al momento a 2.54 dalla testa.

12.29 PODIO  PER AGER EX-AEQO CON GOGGIA! L’austriaca ha sbagliato pesantemente sul Rumerlo, ha sbagliato l’uscita ma e riuscita a mantenere la velocità e ad arrivare al traguardo con 71 centesimi di ritardo da Venier. Scala in quinta posizione Pirovano, pista che sembra velocizzarsi con il passare dei minuti.

12.28 Luce verde per 4 centesimi per Ager, ma ora i riferimenti sono di Venier e la differenza l’austriaca l’ha fatta in basso.

12.27 Non sembrano esserci infortuni per Aicher, può partire Christina Ager.

12.26 Stessa uscita di Brignone e Gisin per la tedesca, Delta affrontata troppo diretta e forza nelle gambe non sufficiente per completare la curva.

12.25 In pista ora Emma Aicher.

12.25 L’americana, dopo una prima parte positiva, sbaglia tanto sul tecnico ed è 14ma a 1.86.

12.24 Sul Delta nessuna ha fatto la linea stretta tanto quando Bassino, che a tecnica ha pochissimo da invidiare a tutte. Ora in pista Isabelle Wright.

12.23 NOOOOOOOOO! Grave errore per Bassino dopo il Rumerlo che finisce lunghissima sul piano e perde tutta la velocità. Per tre quarti di Tofane l’azzurra ha pennellato, può far sognare sia domani sia domenica. All’arrivo Marta è momentaneamente 9a a 1.12.

12.22 Nove centesimi davanti Bassino dopo la Grande Curva! FORZA MARTA!

12.21 Dodici centesimi di ritardo al primo intermedio per la piemontese, 18 al secondo e curva Delta fatta meravigliosamente.

12.21 Riparte subito la gara, è il momento di Marta Bassino!

12.20 Tante uscite e tante cadute quest’oggi, per fortuna quest’ultima probabilmente senza conseguenze. Si rimette gli sci Gisin e gara che però è interrotta.

12.19 CADUTA GISIN! Sempre il salto prima della Delta, la svizzera entra troppo stretta, cambia in volo e non ha abbastanza potenza per fare la curva. Scivola via l’elvetica, che sbatte contro i materassi di protezione e poi fortunatamente si rialza.

12.18 Ora attenzione alle discese di Gisin e Bassino.

12.17 Buona prova per la svizzera che è ottava al traguardo a 1.11 da Venier. Sorpresa relativa l’austriaca, sempre competitiva in stagione. Peccato perché scivola al quarto posto Pirovano, mentre rimane aggrappata al podio Goggia.

12.16 E’ il momento dell’elvetica Joana Haehlen.

12.15 VENIER VA DAVANTI A TUTTE! L’austriaca spiazza tutte e accende luce verde per 39 centesimi! Venier è uscita con 63 centesimi dopo la Grande Curva, ha pennellato Scarpadon e Pale di Rumerlo guadagnando un’eternità su Gut e bruciandola all’arrivo!

12.14 Attenzione ora a Stephanie Venier, in palla nell’ultimo periodo.

12.13 All’arrivo l’Italia sogna il doppio podio: davanti c’è Lara Gut Behrami, dietro di lei una splendida Sofia Goggia e un’eccezionale Laura Pirovano.

12.12 Recupera 7 centesimi in fondo Nicol Delago ma non basta. Prova infarcita di piccole sbavature sempre a rincorrere la linea ideale per l’azzurra, che è 11ma a 1.53.

12.12 Imprecisa e sbavature nel tratto più difficile per Nicol, che arriva allo Scarpadon con 1 secondo e 52 centesimi di ritardo.

12.11 In pista Nicol Delago, che al primo intermedio accusa 34 centesimi.

12.11 La transalpina è ottava a 1.09, prende subito i classici quattro decimi in alto e non riesce a fare la differenza nel settore tecnico centrale.

12.10 Ora attenzione a Laura Gauche, la transalpina ha fatto il miglior tempo in prova.

12.10 Sofia Goggia ha fatto la gara perfetta dal punto di vista tattico, non rischiando inutilmente nelle zone più difficili.

12.09 SECONDA SOFIA GOGGIA!!!! GARA ENORME DELL’AZZURRA IN QUESTE CONDIZIONI! La bergamasca guadagna parecchio in fondo e chiude ad appena 0.32 da Gut, con la parte alta a fare la differenza.

12.08 Grandi pieghe e una Delta affrontata bene per l’azzurra, che esce dal gigantone con 65 centesimi di ritardo e ora può iniziare la rimonta.

12.08 29 centesimi di ritardo nel primo settore per la bergamasca, ormai tassa da pagare per tutte.

12.07 Goggia al cancelletto, forza Sofia! Testa e attenzione nei punti chiave!

12.06 Gara in cui Stuhec sbaglia in tutti i punti decisivi, è 9° (+1.62) e ultima delle atlete al traguardo.

12.05 La slovena esce dallo schuss delle Tofane con bassa velocità, 47 centesimi di ritardo al secondo intermedio.

12.05 E’ il momento di Ilka Stuhec, poi sarà il turno di Sofia Goggia.

12.04 Puchner è quinta a 6 decimi esatti, esce dal settore tecnico con 87 centesimi di ritardo e poi rosicchia qualcosa a Gut nella seconda parte di pista. Resiste il secondo posto di Pirovano, che sogna ad occhi aperti il podio.

12.03 Anche lei guardinga prima del dosso dove si sono fatte male sia Shiffrin sia Suter. L’austriaca ha 33 centesimi di ritardo e sbaglia anche l’ingresso alla Delta.

12.02 Proseguono le discese delle migliori con l’austriaca Mirjam Puchner.

12.01 Frena vistosamente Flury prima del salto che precede la curva Delta, azione che vedremo fare da tante d’ora in poi. Non perde troppo in quel parziale dalla connazionale, poi sbaglia però prima del piano finale ed è quinta a 75 centesimi.

12.00 Si prende tanti spazi l’elvetica in alto, con il ritardo che sale a 53 centesimi.

11.59 Partita in questo momento Jasmine Flury.

11.58 Apripista che sta completando la sua discesa, tra poco si riparte, sperando di non doverci più fermare fino alla fine. Questa la classifica al traguardo dopo 11 pettorali:

  1. Lara Gut-Behrami (Svizzera) 1’33″45
  2. Laura Pirovano (ITALIA) +0.52
  3. Kajsa Vickhoff Lie (Norvegia) +0.55
  4. Cornelia Huetter (Austria) +0.59
  5. Ragnhild Mowinckel (Norvegia) +1.20
  6. Kira Weidle (Germania) 1.26

11.56 Si prepara a partire, dopo l’ennesima interruzione, nuovamente un’apripista.

11.55 Sofia Goggia deve essere intelligente e non correre rischi eccessivi. L’azzurra sembra tranquilla, canticchia con Nicol Delago e parla molto con i tecnici, che non le dicono esplicitamente quello che succede, ma cercano solo di concentrarla sulla sua prova.

11.53 In partenza bisogna essere capaci di isolarsi, provando ad estraniarsi da tutto quello che accade intorno. Certo, sentire arrivare l’elicottero per la seconda volta non deve essere una buona situazione.

11.51 Gli atterraggi in piano dopo un salto sono solitamente pericolosi, e oggi questa situazione si presenta un paio di volte, soprattutto prima del Delta.

11.49 Birgnone è arrivata al parterre e parla fitta con Gut, con anche partecipazione. Visto quello che sta succedendo, che Federica non si sia fatta male è già una buonissima notizia.

11.47 Portata fuori dalla pista anche Suter, il primo dosso oggi ha già mietuto due vittime illustri.

11.46 Fino ad adesso è stata una mattinata maledetta, la peggio sembra averla subita sicuramente Suter, che non è caduta ma dopo il salto ha sentito dolore. Anche a Shiffrin potrebbe non essere andata bene, con l’americana che nello stesso punto è finita nelle reti e mentre usciva dal tracciato era visibilmente sofferente con il ginocchio sinistro che non riusciva a poggiare a terra.

11.44 Gara nuovamente interrotta, sono passati quasi 45 minuti e sono partite appena 11 atlete: 6 al traguardo e 5 uscite, tutte di atlete top.

11.43 Si stende a terra Suter, anche lei dovrà essere portata fuori dalla pista dalla stessa uscita di Shiffrin.

11.42 E’ UNA MATTANZA! Suter atterra dopo il salto Shiffrin e si ferma cacciando due urla, probabilmente l’elvetica ha sentito qualcosa nell’atterraggio.

11.41 Gara che non riesce a prendere ritmo, dopo la breve interruzione ora è il momento di Corinne Suter.

11.40 Fuori anche Brignone! Incredibile a Cortina! Nessuna conseguenza per l’azzurra, che alza il braccio e torna verso il traguardo con gli sci. Brignone salta tanto sul Delta e commette lo stesso errore di Nufer, è troppo interna e non riesce a completare la curva verso sinistra.

11.39 La valdostana ha 9 centesimi di ritardo al primo intermedio, sbavatura sul salto e tre decimi all’intermedio successivo.

11.38 Torniamo in casa Italia, Federica Brignone ha appena aperto il cancelletto.

11.37 Lara Gut passa al comando con 52 centesimi su Laura Pirovano! Esulta l’elvetica al traguardo, cosa rarissima e sintomo di una grande gara. Oggi sarà difficile da battere.

11.37 Lascia qualcosa sullo Scarpadon la svizzera che si fa scaricare leggermente, perfetto il passaggio sulle pale di Rumerlo.

11.36 Perfetta l’interpretazione di Gut nel primo tratto, l’elvetica ha 15 centesimi di vantaggio su Pirovano.

11.35 Massima attenzione dal primo all’ultimo metro, è il momento di Lara Gut-Behrami.

11.35 Torniamo a concentrarci sulla gara, su una Olympia delle Tofane che è decisamente più complicata e insidiosa rispetto agli ultimi anni.

11.34 Partita l’apripista, a breve si dovrebbe poter ripartire dopo la brutta caduta di Shiffrin.

11.33 Subito un’interruzione lunga quando la gara doveva ancora entrare nel vivo. Certo la prova di Pirovano può far sognare, intanto si prepara a partire un’apripista, ormai da prassi quando ci sono interruzioni così lunghe.

11.31 Pirovano al traguardo si dice contenta della sua gara, con buoni tratti alternati ad altri non perfetti. L’azzurra prosegue: “sono felice di essere al traguardo, sono però anche un po’ in apprensione per Mikaela“.

11.28 Si aspetterà ancora un po’ prima di ripartire, bisogna attendere che l’elicottero completi le operazioni per portare Shiffrin all’ospedale più vicino.

11.26 Si alza l’elicottero per venire a recuperare Shiffrin, che non è fisicamente in pista ma non riesce ad arrivare al traguardo. Gara che rimane interrotta.

11.24 Perde aderenza in uno dei dossi del primo intermedio la statunitense, atterra pesantemente e poi ha anche una torsione non troppo naturale entrando nelle reti.

11.23 Riesce ad uscire dalla pista Mikaela Shiffrin, ma la campionessa statunitense è assai sofferente. Speriamo veramente di non perdere l’ennesima grande fuoriclasse di questa stagione. In una settimana perdere sia Shiffrin che Vlhova sarebbe un colpo durissimo.

11.22 Shiffrin si rialza in piedi, ma zoppica vistosamente e fatica ad appoggiare il ginocchio sinistro. Grande applauso dal parterre quando viene mostrata l’immagine dell’americana che prova a camminare.

11.21 Al traguardo davanti c’è una Laura Pirovano assai convincente, con i centesimi che hanno giocato a suo favore. Dietro di appena 0.03 c’è la norvegese Lie, mentre a 0.07 l’austriaca Huetter, una delle velociste più in forma del momento.

11.19 Gara interrotta, soccorsi che arrivano da Shiffrin. La caduta è stata sicuramente pesante e brutta, incrociamo le dita perché non sia successo nulla di grave.

11.18 Shiffrin non si rialza, brutte immagini.

11.17 NO! CLAMOROSO! BRUTTISSIMA CADUTA DI MIKAELA SHIFFRIN! L’americana sul dosso prima dello schuss si fa scaricare, scivola e sbatte violentemente contro le reti.

11.16 Al cancelletto Mikaela Shiffrin, solitamente impeccabile tatticamente.

11.15 Kira Weidle è quinta a 74 centesimi, sia lei che Huetter hanno guadagnato parecchio in fondo, sintomo di una neve che si sta anche velocizzando.

11.14 Anche Weidle sbaglia la Delta, è sicuramente il punto chiave di oggi. Si salta molto prima della curva, quindi bisogna saperlo e prepararla prima.

11.13 La prova di Pirovano assume ancora importanza, chissà cosa potrà sognare l’azzurra. Ora Kira Weidle.

11.12 Huetter perde ben 7 decimi dalla Delta alla Grande Curva, poi si riprende e fa benissimo le pale del Rumerlo. L’austriaca rimonta su Pirovano ma non riesce ad andarle davanti, è terza a 7 centesimi e dietro anche alla Lie.

11.12 26 centesimi di vantaggio per l’austriaca al primo intermedio, diventano 17 al secondo.

11.11 Ora capiremo subito la bontà della prova di Pirovano, è il momento di Cornelia Huetter.

11.10 Guadagna nel tratto tecnico la scandinava, ma poi lascia un’eternità in fondo ed è terza a 68 centesimi da Pirovano. Quella dell’azzurra è sicuramente una buonissima prova, su una Cortina molto più difficile degli altri anni con tanti dossi e tante insidie.

11.09 Ritardo che sale a 49 centesimi per la norvegese.

11.08 La pista però è libera e quindi la gara non si interrompe, parte Mowinckel.

11.08 Nufer è in piedi ma dolorante, si è aperto l’airbag e sembra sofferente al braccio.

11.08 Brutta caduta di Nufer! L’elvetica salta tantissimo sul dosso che precede la Delta, è lunga di linea e non riesce a far la curva in tempo. Nufer si sbilancia sull’interno e svicola a terra, si appoggia alle reti ma non ci entra dentro.

11.07 La svizzera ha 13 centesimi di ritardo dopo il primo rilevamento, che diventano 22 subito dopo il Duca d’Aosta.

11.06 Non parte Ester Ledecka, passiamo subito al pettorale 4 con Priska Nufer.

11.05 Pirovano accende luce verde! L’azzurra arriva al traguardo con 3 centesimi di vantaggio, tanta velocità portata fuori per il piano finale.

11.04 Ingresso alle Pale di Rumerlo con 26 centesimi di ritardo per Laura.

11.03 Subito la prima italiana in pista, Pirovano ha 12 centesimi di ritardo al primo intermedio. Una primissima parte dove si salta parecchio e bisogna essere attenti a tutti i dossi molto accentuati.

11.02 Sbavatura dopo il salto del Duca d’Aosta per la norvegese, che poi allunga tutte le linee nel settore più difficile. Buona la sua prova in fondo ma questo non dovrebbe essere un tempo da podio, il primo riferimento di Lie è di 1’34″00.

11.00 INIZIATA LA DISCESA FEMMINILE! Buon divertimento e buono sci a tutti!

10.59 La norvegese Kajsa Vickhoff Lie è al cancelletto, sarà lei ad inaugurare l’Olympia delle Tofane. Una tracciatura che quest’anno nel settore tecnico tra la Delta e la Grande Curva gira di più rispetto agli anni passati, sarà quindi fondamentale riuscire a tenere la giusta linea.

10.57 Oggi a Cortina c’è una giornata meravigliosa, splende il sole e non c’è il vento. Il fattore da tenere d’occhio è la temperatura, ci sono ben 5°C e il manto non è ghiacciato e aggressivo come al solito.

10.55 Saranno tante le frecce dell’arco azzurro, e una importantissima sarà quella di Nicol Delago. La gardenese sembra esser tornata quella di qualche anno fa, è reduce dal podio nell’ultima discesa e in prova è andata fortissimo. I presupposti per una gara a forti tinte azzurre ci sono tutti.

10.52 In prova la bergamasca è stata attenta e guardinga, ha commesso un grave errore nella parte più tecnica che l’ha fatta scivolare indietro. Chi nel training ha ben impressionato è Federica Brignone, che con il terzo tempo si candida ad essere una delle grandi protagoniste, su un pendio che l’ha sempre vista in difficoltà nel passato.

10.49 Sofia Goggia ama visceralmente Cortina, e oggi vuole riuscire ad arpionare la quarta vittoria in discesa sulle Tofane. Pista che però ha dato anche dispiaceri in passato alla campionessa olimpica del 2018, ma su questa neve da sei anni o finisce la gara e vince, o non arriva al traguardo.

10.46 Sarà al via anche Mikaela Shiffrin, che adora l’Olympia delle Tofane e vuole mettere il sigillo sulla generale.

10.44 La più veloce nell’unico training disputato è stata la f rancese Laura Gauche, che ha preceduto Stephanie Venier. Le austriache sono in palla, con Cornelia Huetter  una delle donne più in forma del momento, e una squadra composta da atlete che saranno tra le principali rivali delle azzurre.

10.41 La classifica di Coppa del Mondo di discesa:

  1. Sofia Goggia (Italia) 230
  2. Jasmine Flury (Svizzera) 137
  3. Mirjam Puchner (Austria) 131
  4. Cornelia Huetter (Austria) 125
  5. Stephanie Venier (Austria) 116
  6. Federica Brignone (Italia) 110
  7. Mikaela Shiffrin (USA) 100
  8. Joana Haehlen (Svizzera) 99
  9. Kira Widle (Germania) 94
  10. Ariane Raedler (Austria) 87

10.39 La classifica generale di Coppa del Mondo:

1. Mikaela Shiffrin (USA) 1209
2. Petra Vlhova (Slovacchia) 802
3. Lara Gut-Behrami (Svizzera) 789
4. Federica Brignone (Italia) 787
5. Sara Hector (Svezia) 458
6. Sofia Goggia (Italia) 450
7. Michelle Gisin (Svizzera) 363
8. Cornelia Huetter (Austria) 435
9. Lena Duerr (Germania) 404
10. Valerie Grenier (Canada) 369

10.36 I pettorali di partenza:

1 426257 LIE Kajsa Vickhoff 1998 NOR Head
2 299624 PIROVANO Laura 1997 ITA Head
3 155763 LEDECKA Ester 1995 CZE Kaestle
4 516219 NUFER Priska 1992 SUI Dynastar
5 425929 MOWINCKEL Ragnhild 1992 NOR Head
6 56128 HUETTER Cornelia 1992 AUT Head
7 206668 WEIDLE Kira 1996 GER Rossignol
8 6535237 SHIFFRIN Mikaela 1995 USA Atomic
9 516138 GUT-BEHRAMI Lara 1991 SUI Head
10 297601 BRIGNONE Federica 1990 ITA Rossignol
11 516319 SUTER Corinne 1994 SUI Head
12 516248 FLURY Jasmine 1993 SUI Kaestle
13 56125 PUCHNER Mirjam 1992 AUT Atomic
14 565360 STUHEC Ilka 1990 SLO Kaestle
15 298323 GOGGIA Sofia 1992 ITA Atomic
16 197641 GAUCHE Laura 1995 FRA Head
17 299466 DELAGO Nicol 1996 ITA Atomic
18 56177 VENIER Stephanie 1993 AUT Head
19 516185 HAEHLEN Joana 1992 SUI Atomic
20 516284 GISIN Michelle 1993 SUI Salomon
21 299276 BASSINO Marta 1996 ITA Salomon
22 6535791 WRIGHT Isabella 1997 USA Atomic
23 507168 AICHER Emma 2003 GER Head
24 56258 AGER Christina 1995 AUT Atomic
25 516705 DURRER Delia 2002 SUI Head
26 197497 MIRADOLI Romane 1994 FRA Dynastar
27 299630 DELAGO Nadia 1997 ITA Atomic
28 516517 JENAL Stephanie 1998 SUI Atomic
29 56198 SCHEYER Christine 1994 AUT Head
30 56256 RAEDLER Ariane 1995 AUT Head
31 107613 GRENIER Valerie 1996 CAN Rossignol
32 56417 FEST Nadine 1998 AUT Salomon
33 539536 WILES Jacqueline 1992 USA Rossignol
34 6535600 MERRYWEATHER Alice 1996 USA Rossignol
35 56224 MAIER Sabrina 1994 AUT Atomic
36 715171 MUZAFERIJA Elvedina 1999 BIH Atomic
37 56519 WECHNER Lena 2000 AUT Atomic
38 56471 NIEDERWIESER Michelle 1999 AUT Head
39 6536213 CASHMAN Keely 1999 USA Head
40 516394 SUTER Jasmina 1995 SUI Stoeckli
41 198037 ERRARD Anouck 1999 FRA Salomon
42 25210 MORENO Cande 2000 AND Head
43 198029 CLEMENT Karen 1999 FRA Head
44 6535765 MANGAN Tricia 1997 USA Head
45 56268 HEIDER Michaela 1995 AUT Head
46 6536821 MACUGA Lauren 2002 USA Rossignol
47 506701 HOERNBLAD Lisa 1996 SWE Fischer
48 206759 HIRTL-STANGGASSINGER Katrin 1998 GER Kaestle
49 6295152 RUNGGALDIER Teresa 1999 ITA Head
50 299383 MELESI Roberta 1996 ITA Dynastar
51 465098 CAILL Ania Monica 1995 ROU Kaestle
52 6000000 SIMADER Sabrina 1998 KEN Head
53 56174 HAASER Ricarda 1993 AUT Fischer

10.33 L’Olympia delle Tofane è pronta ad aprire i battenti per un trittico di velocità da togliere il fiato. Sofia Goggia guida la squadra azzurra alla ricerca di un grande risultato, con la bergamasca che vuole difendere il pettorale rosso e la 25ma vittoria nel Circo Bianco.

10.30 Buongiorno amiche ed amici di OA Sport e benvenute/i alla DIRETTA LIVE della prima discesa di Cortina d’Ampezzo (Italia) valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino femminile 2023-2024.

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della prima discesa di Cortina d’Ampezzo (Italia) valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino femminile 2023-2024. L’Olympia delle Tofane è pronta ad aprire i battenti, con Sofia Goggia che guida la squadra azzurra alla ricerca di un grande risultato. 

I panorami mozzafiato, lo schuss più famoso del Circo Bianco, la Grande Curva , lo Scarpadon e tutti i passaggi mitici di Cortina sono già nella storia, e oggi si aggiungerà un nuovo capitolo. Meteo e condizioni della neve che potrebbero giocare un ruolo decisivo; il vento potrebbe costringere gli organizzatori ad abbassare la partenza, la pioggia caduto e le alte temperature che stanno tornando potrebbero aver rovinato un po’ una pista preparata perfettamente. A causa del vento è stata annullata la prova di ieri, si arriverà alle due discese quindi con un solo riferimento. La più veloce nell’unico training disputato è stata la francese Laura Gauche, che ha preceduto Stephanie Venier. Le austriache sono in palla, con Cornelia Huetter  una delle donne più in forma del momento, e una squadra composta da atlete che saranno tra le principali rivali delle azzurre. Sarà al via anche Mikaela Shiffrin, che adora l’Olympia delle Tofane e vuole mettere il sigillo sulla generale. 

Sofia Goggia ama visceralmente Cortina, e oggi vuole riuscire ad arpionare la quarta vittoria in discesa sulle Tofane. Pista che però ha dato anche dispiaceri in passato alla campionessa olimpica del 2018, ma su questa neve da sei anni o finisce la gara e vince, o non arriva al traguardo. In prova la bergamasca è stata attenta e guardinga, ha commesso un grave errore nella parte più tecnica che l’ha fatta scivolare indietro. Chi nel training ha ben impressionato è Federica Brignone, che con il terzo tempo si candida ad essere una delle grandi protagoniste, su un pendio che l’ha sempre vista in difficoltà nel passato. Saranno tante le frecce dell’arco azzurro, e una importantissima sarà quella di Nicol Delago. La gardenese sembra esser tornata quella di qualche anno fa, è reduce dal podio nell’ultima discesa e in prova è andata fortissimo. I presupposti per una gara a forti tinte azzurre ci sono tutti.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della prima discesa di Cortina d’Ampezzo (Italia) valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino femminile 2023-2024. Lo start della prima atleta è previsto per le 11.00, meteo permettendo. Goggia difende il pettorale rosso in una delle piste che più l’hanno esaltata, con l’Olympia delle Tofane che è pronta a regalare il solito immenso spettacolo. Buon divertimento e buono sci a tutti!

Foto: FISI/Pentaphoto