Seguici su

Atletica

LIVE Atletica, Diamond League Doha 2023 in DIRETTA: strabiliante 17.80 ventoso per Andy Diaz nel triplo: terzo! Bruni supera 4.55, Kerley impressiona

Pubblicato

il

Emmanuel Ihemeje

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

19.59: L’appuntamento con la Diamond League è per fine maggio con la tappa di Rabat in Marocco. Grazie per averci seguito e buona serata

19.56: Due risultati di prestigio per l’Italia con Andy Diaz terzo con un promettentissimo 17.80 ventoso al debutto stagionale nel triplo e con Roberta Bruni quarta con 4.55 nell’asta. Rimandato Ihemeje che ha litigato con il vento nel triplo

19.55: Spettacolo a Doha, anche nel finale, prima con la volata di Kerley e poi con la cavalcata di Kipyegon nei 1500. Moon nell’asta con 4.81, Pichardo nel triplo con 17.91 ventoso di pochissimo gli altri grandi protagonisti dell’appuntamento di Doha

19.54: La keniana Faith Kipyegon fa gara di testa, una volata di 400 metri praticamente, stacca tutte le rivali e vince in 3’58″57, secondo posto per l’etiope Welteji con 3’59″34, terzo posto perr la etiope Hailu con 4’00″29

19.52: Kipyegon fa l’andatura dopo il lavoro della lepre Billings

19.48: Si chiude il meeting di Doha con un’altra gara piena di campionesse, i 1500 femminili. Al via:

POL CICHOCKA Angelika
KEN CHEBET Winny
ETH HAILU Lemlem
USA McGEE Cory Ann
ETH MESHESHA Hirut
AUS CALDWELL Abbey
ETH EMBAYE Axumawit
ETH HAYLOM Birke
AUS HULL Jessica
ETH HAILU Freweyni
AUS GRIFFITH Georgia
ETH WELTEJI Diribe
GER KLOSTERHALFEN Konstanze
KEN KIPYEGON Faith
AUS BILLINGS Sarah

19.47: L’indiano Chopra vince la gara del giavellotto con 88.67, secondo posto per il ceco Vadlejch con 88.63, terza piazza per il rappresentante di Grenada Pieters con 85.88

19.46: Vadlejch si ferma a 84.76 ed è secondo, terzo Peters che non si migliora

19.45: Chopra non si migliora a 86.52 nell’ultimo lancio del giavellotto

19.42: FANTASTICO FINALE DI KERLEY! 19″92 per lo statunitense che ha fatto fatica a mettersi in moto ma nel finale si è disteso andando a vincere nettamente. Secondo posto per lo statunitense Bednarek con 20″11, terzo il canadese Brown con 20″20. De Grasse sesto in 20″35, Norman ultimo in 20″65

19.38: E’ il momento della gara del giorno, i 200 maschili con:

USA KING Kyree
LBR FAHNBULLEH Joseph
DOM OGANDO Alexander
CAN BROWN Aaron
USA NORMAN Michael
USA BEDNAREK Kenneth
USA KERLEY Fred
CAN de GRASSE Andre

19.34: Vadlejch ancora una volta vicino al primo posto con 88.47

19.31: Sale di ritmo l’etiope Girma che vince i 3000 con 7’26″18, secondo per l’etiope Barega con 7’27″16, terzo per l’etiope Aregawi con 7’27″61. Record svedese per Almgren con 7’37″05, record tunisino per Jhinaoui con 7’37″56

19.30: All’ultimo Aregawi, Girma e Barega in testa quando manca un giro alla fine dei 3000

19.27: Un errore per Harrison a 2.35, lo statunitense viene eliminato

19.22: Lo statunitense con 2.32, superato ancora al primo tentativo, vince la gara dell’alto, tre errori a 2.32 per il coreano Woo che è secondo con 2.27, terzo Barshim con 2.24

19.20: E’ il momento dei 3000 uomini, una delle gare più attese di giornata. Al via:

TUN JHINAOUI Mohamed Amin
SWE ALMGREN Andreas
QAT MUSAB Adam Ali
KEN KIPKURUI Ishmael
ETH WALE Getnet
ETH BEKELE Telahun Haile
AUS McSWEYN Stewart
AUS RAMSDEN Matthew
ETH AREGAWI Berihu
ESP MECHAAL Adel
MAR EL BAKKALI Soufiane
ETH GIRMA Lamecha
ETH BAREGA Selemon
KEN CHERUIYOT Timothy
AUS DAVIES Callum
KEN MUNGUTI Kyumbe

19.18: Chopra, Vadeljch, Peters ai primi tre posti dopo le prime tre rotazioni di lanci nel giavellotto

19.17: Harrison supera 2.30 al primo tentativo, passa Woo

19.16: Nell’alto Woo supera 2.27 al terzo tentativo e Barshim commette il terzo errore, è terzo il padrone di casa, non ancora al meglio della condizione

19.15: Katie Moon (ex Nageotte) vince una grande gara dell’asta con 4.81, secondo posto per Sutej che ha eguagliato il suo personale e il record sloveno con 4.76, terza la statunitense Morris con 4.71. Quarta Roberta Bruni con 4.55

19.12: CHE SORPRESA NEI 100!!! LA PIN UP TATUATISSIMA SHA’CARRI RICHARDSON VINCE IN 10″77 CON UN GRANDE FINALE! Secondo posto per la giamaicana Jackson con 10″85, terzo posto per la britannica Asher-Smith che era partita benissimo, con 10″98

19.12: Moon supera 4.81 al secondo tentativo!

19.10: Due errori per Woo e Barshim a 2.27

19.08: Tra poco i 100 metri donne. Al via alcune delle protagoniste mondiali della specialità:

USA DANIELS Teahna
USA JEFFERSON Melissa
USA TERRY Twanisha
GBR ASHER-SMITH Dina
JAM JACKSON Shericka
USA RICHARDSON Sha’Carri
NZL HOBBS Zoe
USA STEINER Abby

19.06: Errore per tutte e tre le protagoniste a 4.81 nell’asta

19.06: Harrison prosegue il suo percorso netto: 2.27 superato al primo tentativo,. un errore per Woo

19.05: Nell’asta record sloveno per Sutej con 4.76 al secondo tentativo. Morris dopo l’errore passa a 4.76 e si tiene due tentativi per 4.81

19.04: 2.24 superato da Woo al primo tentativo, da Barshim al secondo nell’alto

19.03: Il ceco Vadlejch va vicinissimo al primo posto nel giavellotto con 88.63, è secondo

19.02: Negli 800 l’algerino Slimane Moula, il meno atteso, vince con 1’46″06, secondo posto per il keniano Kisasi con 1’46″61, terzo l’algerino Sedjati con 1’46″97

18.59: 83.68 sia per Peters che per Chopra al secondot entativo nel giavellotto. Entrambi non si migliorano

18.58: Nell’alto Harrison supera 2.24 al primo tentativo

18.58: Al via tra poco gli 800 maschili con al via:

QAT BALLA Musaeb Abdulrahman
USA MURPHY Clayton
MAR ZAHAFI Moad
KEN KIBET Noah
ALG SEDJATI Djamel
ALG MOULA Slimane
IRL ENGLISH Mark
KEN KISASY Wyclife Kinyamal
QAT HASSAN Abdirahman Saeed
SWE KRAMER Andres
USA SOWINSKI Erik

18.57: Moon supera 4.76 al primo tentativo e va di nuovo al comando dell’asta

18.56: Barshim supera 2.21 al terzo tentativo e resta in gara

18.55: Eliminati Kobielski, McEwen e Rivera nell’alto. Ultimo tentativo per Barshim

18.54: Lancio a 85.51 di Vadlejch nel giavellotto, terzo posto per lui

18.53: Anche Sutej supera 4.71 al terzo tentativo, Salgono in tre a 4.76

18.52: Harrison e Woo superano al primo tentativo 2.21. Doppio errore per Barshim

18.50: Impioega qualche metro di troppo per mettersi in modo la portoricana Camacho Quinn che nel finale si distende e vince i 100 ostacoli in 12″48, secondo posto per la statunitense Johnson con 12″66, perde terrenmo Ali che era partita benissimo, chiudendo terza con abbattimento dell’ultimo ostacolo in 12″69

18.49: Subito 88.67 per Chopra che va al comando della gara del giavellotto, secondo per Peters con 85.88

18.48: Morris supera 4.71 al primo tentativo e va in testa alla gara dell’asta

18.47: E’ il momento dei 100 ostacoli donne con al via:

AUS JENNEKE Michelle
USA MARSHALL Tonea
USA ALI Nia
PUR CAMACHO-QUINN Jasmine
USA JOHNSON Alaysha
FIN HURSKE Reetta
IRL LAVIN Sarah
JAM TAPPER Megan

18.46: Al via la gara del giavellotto maschile con grandi protagonisti:

GRN PETERS Anderson
IND CHOPRA Neeraj
CZE VADLEJCH Jakub
GER WEBER Julian
TTO WALCOTT Keshorn
USA THOMPSON Curtis
FIN HELANDER Oliver
MDA MARDARE Andrian
JPN DEAN Roderick Genki
KEN YEGO Julius

18.45: La campionessa olimpica Moon supera 4.71 al primo tentativo e va al comando della graduatoria dell’asta

18.44: Fantastico salto di Zango! Con 17.81 supera il 17.80 di Diaz. Salto valido anche per il miglior risultato mondiale stagionale visto che il vento era +1.5. Primo Pichardo con 17.91, secondo Zango con 18.81, terzo Diaz Hernandez con 18.80

18.43: Nell’alto 2.18 superato al primo tentativo da Barshim, Harrison, Kobielski, Woo, McEwen, al secondo da Rivera. Eliminato Carmoy

18.42: Nullo anche il salto di Diaz Hernandez

18.41: Nullo per Pichardo l’ultimo salto

18.40: Terzo errore per Roberta Bruni che sarà quarta nell’asta assieme a Stefanidi. La statunitense Moon supera 4.63 al secondo tentativo. Resta in tre con Sutej e Moses

18.36: Che battaglia nei 400 ostacoli! Lo statunitense Benjamin, partito fortissimo riesce a strappare il successo con 47″78, battendo di poco il connazionale Allen con 47″93, terzo il francese Happio con 49″12

18.35: Nell’alto Kobielski supera 2.18 al primo tentativo

18.34: Secondo errore per Roberta Bruni a 4.63, Morris supera la misura al primo tentativo

18.33: Questi i protagonisti dei 400 ostacoli maschili:

RSA ZAZINI Sokwakhana
TUR NEZIR Ismail
USA ALLEN CJ
USA ROSSER Khallifah
FRA HAPPIO Wilfried
USA BENJAMIN Rai
USA BASSITT Trevor
IRL BARR Thomas

18.32: Pichardo, Zango e Diaz faranno il salto di finale nel triplo. Arriva dunque il primo podio per l’Italia in Diamond League, anche se non è ancora ufficiale.

18.31: Nell’alto 2.15 superato da Carmoy, Harrison, Kobielski e Rivera al primo turno, da McEwen al terzo tentativo, passano Barshim e Woo, eliminati Shinno e Lovett

18.29. Ancora un nullo per Ihemeje che dunque chiude al settimo posto

18.28: Errore per Bruni a 4.63, Sutej invece supera la misura e va in testa

18.27: La rappresentante del Bahrein Yavi vince con il miglior tempo stagionale di 9’04″38 i 3000 siepi, secondo posto per l’etiope Almayew che stabilisce il personale di 9’05″83, terza la keniana Cherotich con 9’06″43. Quinto posto e record sloveno per Mismas con 9’13″61

18.26. Resta in gara anche Williams che supera 4.55 al terzo tentativo nell’asta. Sono in sei a salire a 4.63

18.25: Sono in quattro davanti nei 3000 siepi a due terzi di gara: Chepkoech, Yavi, Almayew e Cherotich

18.24: Ancora una rinuncia per Diaz e Pichardo che si preparano per il salto di finale

18.22: Inizia la gara del salto in alto con l’idolo di casa Barshim. Questi i protagonisti:

BEL CARMOY Thomas
MEX RIVERA Edgar
POL KOBIELSKI Norbert
JPN SHINNO Tomohiro
USA McEWEN Shelby
USA HARRISON JuVaughn
CAN LOVETT Django
KOR Sanghyeok WOO
QAT BARSHIM Mutaz Essa

18.21: Cade la statunitense Constien nei 3000 siepi, terzo nullo per Ihemeje nel triplo

18.20: Sutej supera 4.55 al secondo tentativo nell’asta

18.19: Caduta per la Coburn nei 3000 siepi

18.16. A breve il via dei 3000 siepi donne con tante protagoniste del mezzofondo mondiale:

USA CONSTIEN Valerie
KEN CHEPKOECH Beatrice
ETH WONDEMAGEGN Zerfe
KEN CHEROTICH Faith
SLO MISMAS ZRIMSEK MaruSa
KEN CHEPKOECH Jackline
UGA CHEMUTAI Peruth
USA COBURN Emma
ETH ALMAYEW Sembo
TUN BOUZAYANI Marwa
BRN YAVI Winfred Mutile
ETH ABEBE Mekides
KEN CHEROP Doris Lengole

18.15: Moon e Morris superano 4.55 al primo tentativo nell’asta. Pichardo e Diaz passano il quarto salto, Ihemeje è tra gli otto finalisti

18.14: Ceh vince la gara del disco con 70.89, secondo posto per Stahl con 65.85, terzo posto per lo statunitense Matthis con 63.28

18.12: 4.55 superato al primo tentativo da Stefanidi, 65.85 per Stahl nel disco

18.11: Nullo il primo lancio di finale di Ceh

18.11: ROBERTA BRUNI SUPERA 4.55 AL PRIMO TENTATIVO! Brava l’azzurra!!!

18.10: Nel disco lo statunitense Matthis con 64.69 si qualifica per il lancio finale

18.09: Eliminata Murto nell’asta, non è al via Bradshaw

18.08: Nullo il terzo salto di Ihemeje che non è ancora qualificato per i salti di finale

18.05: Vittoria di rimonta per la dominicana Paulino che vince i 400 piani donne con il tempo di 50″51, secondo posto per la statunitense Shamier Little, partitya fortissimo, e brava a resistere nel finale, con 50″84, terzo posto per la polacca Kaczmarek con 51″64

18.04: Anche Sutej al secondo tentativo supera 4.45

18.03: Al via i 400 donne

18.02: Spettacolare salto del burundiano Zango che, con il vento di +1.8 raggiunge 17.78 e migliora il primato mondiale stagionale che apparteneva ad Ihemeje

18.02: Morris, Newman e Williams superano 4.45 nell’asta

18.01: Nullo anche il terzo salto di Diaz

18.01: Nullo il terzo salto di Pichardo

18.00: Al quinto lancio con 70.70 Ceh si avvicina al suo primo lancio e consolida il primo posto nel disco

17.59: Non fortunatissimo Ihemeje che con un vento di 1.8, l’unico nei limiti, si ferma a 16.85 ed è settimo al momento. Potrebbe non bastare per i salti di finale

17.58. Anche Moon e Kennedy superano4.45 al primo tentativo

17.58: Tra poco in pista le protagoniste di un 400 piani donne molto interessante con:

USA JEFFERSON Kyra
POL SWIETY-ERSETIC Justyna
JAM McPHERSON Stephenie Ann
BAR WILLIAMS Sada
DOM PAULINO Marileidy
USA LITTLE Shamier
JAM McLEOD Candice
POL KACZMAREK Natalia

17.57: Stefanidi supera 4.45 al primo tentativo

17.56: Gara del triplo stellare ma ventosa! Con 3.4 di vento a favore Martinez avvicina i primi due con 17.71, Zango sale a 17.26 con 2.1 di vento a favore

17.54: DIAAAAAAAAAAAAZ!!! 17.80 VENTOSO PER IL NEO-ITALIANO che si porta in scia di Pichardo che aveva appena saltato 17.91. Peccato per il 2.6 di vento a favore che di fatto non rende valido in salto ma l’azzurro c’è!

17.53: 68.46 per Ceh al quarto tentativo nel disco. Lo sloveno è sempre saldamene al comando

17.52: ROBERTA BRUNI SUPERA 4.45 AL PRIMO TENTATIVO!

17.49: Roberta Bruni supera 4.30 come Stefanidi e Williams al secondo tentativo

17.48: Nullo il primo salto di Ihemeje

17.45: Nel disco Stahl si porta al secondo posto con 67.14, terza piazza per l’australiano Denny con 64.42

17.44: Iniziata con un po’ di ritardo la finale dell’asta. Primo errore a 4.30 per Roberta Bruni

17.43: Il qatariota Osman vince i 400 piani uomini, finale B con il tempo di 47″30

17.42: L’azzurro Diaz si inserisce in seconda posizione con 17.08

17.41: E’ il momento della finale B dei 400 maschili. Questi i protagonisti:

SUD ARMADI Daoud Ismail Ibrahmin
QAT MAIZEN Ali
QAT ABDEL Youssouf
QAT OSMAN Ashraf Hussen
KAZ LITVIN Mikhail
NGR MUSA Mubarak Abdulkarim
QAT IBRAHIM ISSAKA Hussein
QAT EBED Amar Ebed

17.38: Subito un salto da 17.65 per Pichardo, secondo posto per Zango con 16.81

17.37: Terzo lancio da 68.95 per Ceh nel disco

17.33: E’ tutto pronto per l’inizio della gara più attesa per i colori azzurri il salto triplo maschile:

POR PICHARDO Pedro
CUB/ITA DÍAZ HERNÁNDEZ Andy
BUR ZANGO Hugues Fabrice
CUB MARTÍNEZ Lázaro
CHN Yaming ZHU
BRA dos SANTOS Almir
USA SCOTT Donald
ITA IHEMEJE Emmanuel
IND PAUL Eldhose
USA TAYLOR Christian
BER PERINCHIEF Jah-Nhai

17.31: Nullo il secondo lancio di Ceh

17.30: Con un buon 49″18 il qatariota Abakar si aggiudica la finale B dei 400 ostacoli

17.26:, Al via tra poco la finale B dei 400 ostacoli. I protagonisti:

SUD AL MOAEZ Mosa
MLI KOUMARE Khalifa
QAT ABDRAHMAN Mahamat Abakar
QAT ABAKAR Ismail Doudai
KAZ ZEMS Vyacheslav
BOT TISANG Kemorena
FRA KOUNTA Muhammad Abdallah
QAT MOUSSA Mahmoud

17.21: Subito un lancio da 70.79 per lo sloveno Ceh che va al comando della gara con distacco. Secondo posto per il britannico Okoye con 64.31 e per lo svedese Stahl con 64.31

17.17: Al via la gara del lancio del disco maschile. Questi i protagonisti:

SLO CEH Kristjan
SWE STÅHL Daniel
SWE PETTERSSON Simon
AUS DENNY Matthew
USA MATTIS Sam
ROU FIRFIRICA Alin Alexandru
GBR OKOYE Lawrence
GBR PERCY Nicholas
QAT IBRAHIM Moaaz Mohamed
KUW AL ZENKAWI Essa Mohamed

17.11: Il canadese Jerome Blake con il tempo di 10″11 si aggiudica la serie Nazionale dei 100 battendo Al Balushi dell’Oman in 10″28

17.09: Tra poco il via della serie “Nazionale” dei 100 metri con al via:

QAT HAMED Youssef
IRQ AL KHAFAJI Hussein Ali
OMA AL BALUSHI Ali Anwar Ali
QAT OGUNODE Femi
CAN BLAKE Jerome
QAT OGUNODE Tosin
QAT ADOUM Khalid Wadi
QAT MUHAMMAD Amir

17.04: Al via il salto con l’asta donne. Queste le protagoniste della prima gara in programma:

GBR BRADSHAW Holly
USA WILLIAMS Bridget
CAN NEWMAN Alysha
ITA BRUNI Roberta
GRE STEFANIDI Aikaterini
FIN MURTO Wilma
SLO SUTEJ Tina
USA MOON Katie
AUS KENNEDY Nina
USA MORRIS Sandi

17.01: In campo femminile la più attesa è Faith Kipyegon, oro olimpico e mondiale, al via nei 1500 dove affronterà la campionessa mondiale dei 3000 metri indoor Lemlem Hailu, oltre a quattro etiopi capaci di correre sotto i 4’ lo scorso anno: Diribe Welteji, Freweyni Hailu, Hirut Meshesha e Axumawit Embaye, la tedesca Konstanze Klosterhalfen e la coppia australiana Jessica Hull e Abbey Caldwell.

16.58: L’altra gara molto attesa sono i 3000 maschili: A tre mesi dal suo record mondiale indoor, l’etiope Lamecha Girma affronta la stessa distanza all’aperto e affronta quattro vincitori di titoli mondiali. Tra loro il marocchino olimpionico delle siepi Soufiane El Bakkali, l’etiope oro di Tokyo dei 10.000 Selemon Barega, il campione 2021 della Diamond League nei 5000 metri Berihu Aregawi, gli altri etiopi Getnet Wale e Telahun Haile Bekele e il campione del mondo dei 1500 metri nel 2019, il keniano Timothy Cheruiyot, oltre all’outsider australiano Stewart McSweyn.

16.55: La gara più attesa è sicuramente quella dei 200 maschili a quattro stelle: l’oro mondiale dei 100 Fred Kerley (Usa), il campione mondiale dei 400, prestato ai 200, Michael Norman (Usa), l’oro olimpico dei 200 Andre De Grasse (Canada) e il vice campione mondiale e olimpico dei 200 Kenny Bednrek (Usa). Un modo anche per testare la condizione di alcuni dei potenziali avversari di Marcell Jacobs ai Mondiali di Budapest.

16.52: Emmanuel Ihemeje si presenta a Doha con la migliore misura mondiale stagionale, 17.29 e punta a migliorarsi. Al via il campione olimpico Pedro Pichardo (Portogallo), il primatista indoor e vice campione del mondo Hugues Fabrice Zango (Burkina Faso), lo statunitense Christian Taylor, il cinese bronzo iridato Zhu Yaming e il cubano oro mondiale indoor Lazaro Martinez.

16.49: Roberta Bruni dovrà vedersela con le prime sei classificate dei Mondiali di Eugene (le statunitensi Katie Moon e Sandi Morris, l’australiana Nina Kennedy, la slovena Tina Sutej, la greca Katerina Stefanidi, la finlandese Wilma Murto) e l’intero podio degli Europei di Monaco di Baviera (Murto, Stefanidi, Sutej). Nella stagione al coperto la saltatrice azzurra ha stabilito il primato italiano indoor (4,62).

16.46: Quindici i campioni olimpici e mondiali, il più atteso è il padrone di casa Mutaz Barshim nel salto in alto, senza l’azzurro Tamberi in pedana. Saranno comunque tre gli italiani presenti: la primatista dell’asta Roberta Bruni e i triplisti Emmanuel Ihemeje e Andy Diaz, alla prima uscita dopo aver acquisito la cittadinanza italiana.

16.43: Riparte da Doha con il primo di tredici appuntamenti (dovevano essere 14 ma la Cina ha rinunciato) il massimo circuito mondiale di atletica leggera. Là dove tutto è iniziato per il nuovo corso dell’atletica italiana, con un Mondiale di qualità nel 2019, di fatto scatta la nuova stagione dell’atletica mondiale che culminerà con uil Mondiale di Budapest ad agosto.

16.40: Buonasera amici di OA Sport e benvenuti alla diretta live della prima tappa della Diamond League 2023 in programma a Doha in Qatar

Programma, orari, Tv e streaming della tappa di Diamond League a DohaLa presentazione della tappa di Diamond League a DohaGli azzurri presenti a Doha

Buonasera amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della prima tappa della Diamond League 2023 in programma a Doha in Qatar. Riparte da Doha con il primo di tredici appuntamenti (dovevano essere 14 ma la Cina ha rinunciato) il massimo circuito mondiale di atletica leggera. Là dove tutto è iniziato per il nuovo corso dell’atletica italiana, con un Mondiale di qualità nel 2019, di fatto scatta la nuova stagione dell’atletica mondiale che culminerà con uil Mondiale di Budapest ad agosto.

Quindici i campioni olimpici e mondiali, il più atteso è il padrone di casa Mutaz Barshim nel salto in alto, senza l’azzurro Tamberi in pedana. Saranno comunque tre gli italiani presenti: la primatista dell’asta Roberta Bruni e i triplisti Emmanuel Ihemeje e Andy Diaz, alla prima uscita dopo aver acquisito la cittadinanza italiana. Roberta Bruni dovrà vedersela con le prime sei classificate dei Mondiali di Eugene (le statunitensi Katie Moon e Sandi Morris, l’australiana Nina Kennedy, la slovena Tina Sutej, la greca Katerina Stefanidi, la finlandese Wilma Murto) e l’intero podio degli Europei di Monaco di Baviera (Murto, Stefanidi, Sutej). Nella stagione al coperto la saltatrice azzurra ha stabilito il primato italiano indoor (4,62).

Attesa per il triplo maschile con due italiani al via. Il vincitore della Diamond League dello scorso anno Andy Diaz debutta dopo aver ottenuto la cittadinanza italiana e punta subito a piazzare una misura di alto livello che, pur in attesa della possibilità di indossare la maglia azzurra, varrebbe per la lista italiana all time. Emmanuel Ihemeje si presenta a Doha con la migliore misura mondiale stagionale, 17.29 e punta a migliorarsi. Al via il campione olimpico Pedro Pichardo (Portogallo), il primatista indoor e vice campione del mondo Hugues Fabrice Zango (Burkina Faso), lo statunitense Christian Taylor, il cinese bronzo iridato Zhu Yaming e il cubano oro mondiale indoor Lazaro Martinez.

La gara più attesa è sicuramente quella dei 200 maschili a quattro stelle: l’oro mondiale dei 100 Fred Kerley (Usa), il campione mondiale dei 400, prestato ai 200, Michael Norman (Usa), l’oro olimpico dei 200 Andre De Grasse (Canada) e il vice campione mondiale e olimpico dei 200 Kenny Bednrek (Usa). Un modo anche per testare la condizione di alcuni dei potenziali avversari di Marcell Jacobs ai Mondiali di Budapest. L’altra gara molto attesa sono i 3000 maschili: A tre mesi dal suo record mondiale indoor, l’etiope Lamecha Girma affronta la stessa distanza all’aperto e affronta quattro vincitori di titoli mondiali. Tra loro il marocchino olimpionico delle siepi Soufiane El Bakkali, l’etiope oro di Tokyo dei 10.000 Selemon Barega, il campione 2021 della Diamond League nei 5000 metri Berihu Aregawi, gli altri etiopi Getnet Wale e Telahun Haile Bekele e il campione del mondo dei 1500 metri nel 2019, il keniano Timothy Cheruiyot, oltre all’outsider australiano Stewart McSweyn.

In campo femminile la più attesa è Faith Kipyegon, oro olimpico e mondiale, al via nei 1500 dove affronterà la campionessa mondiale dei 3000 metri indoor Lemlem Hailu, oltre a quattro etiopi capaci di correre sotto i 4’ lo scorso anno: Diribe Welteji, Freweyni Hailu, Hirut Meshesha e Axumawit Embaye, la tedesca Konstanze Klosterhalfen e la coppia australiana Jessica Hull e Abbey Caldwell.

Tante le sfide di altissimo livello: il campione olimpico del giavellotto, l’indiano Neeraj Chopra se la vedrà con il due volte campione del mondo Anderson Peters e la medaglia mondiale e olimpica Jakub Vadlejch,  il campione olimpico di Trinidad e Tobago 2012 Keshorn Walcott e il campione del mondo 2015 del Kenya Julius Yego. Duello tra Shericka Jackson, Dina Asher-Smith e Sha’Carri Richardson in un 100 metri che preannuncia grande spettacolo, la medaglia d’argento mondiale e olimpica Rai Benjamin nei 400 ostacoli maschili, la campionessa olimpica dei 100 ostacoli Jasmine Camacho-Quinn che affronta la campionessa del mondo 2019 Nia Ali, la medaglia di bronzo olimpica Megan Tapper e la campionessa europea indoor Reetta Hurske, la dominicana Marileidy Paulino nei 400 metri, medaglia d’argento mondiale e olimpica che affronta la medaglia di bronzo mondiale Sada Williams. Nell’alto il padrone di casa Mutaz Barshim sfiderà il campione del mondo indoor Woo Sanghyeok che lo superò qui lo scorso anno. Nel disco maschile, il campione del mondo Kristjan Ceh si scontra con gli svedesi medaglia d’oro e d’argento olimpica, Daniel Stahl e Simon Pettersson. Nei 3000 siepi donne l’ugandese Peruth Chemutai affronterà la detentrice del record mondiale Beatrice Chepkoech, la medaglia di bronzo mondiale Mekides Abebe, la campionessa del Commonwealth Jackline Chepkoech, Winfred Yavi del Bahrain e la campionessa mondiale 2017 Emma Coburn degli Stati Uniti. Infine l’algerino medaglia d’argento mondiale Djamel Sedjati sfida negli 800 la medaglia d’argento mondiale indoor Noah Kibet.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della prima tappa della Diamond League 2023 in programma a Doha in Qatar, minuto per minuto, gara per gara, senza perdervi neanche un attimo dell’evento. Si inizia alle 17.00. Buon divertimento!

Foto di FIDAL COLOMBO/FIDAL

 

1 Commento

1 Commento

  1. mario tosini

    6 Maggio 2023 at 15:21

    ridicolo…mo compriamo cubani, etiopi, neozelandesi, sudafricani …ma ragazzi …la capite o no che non gli frega niente a nessuno da quando hanno accettato i record dei drogati tipo Joyner Bolt Bubka ecc…l’atletica è scre di ta ta

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *