LIVE Tour de France 2021, tappa di oggi in DIRETTA: Pogacar cannibale, 3 maglie! Uran alla deriva. Nuova classifica

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

17.37 La nostra DIRETTA LIVE della 18° tappa del Tour de France finisce qui. Grazie per averci seguito, ma rimanete su OA Sport per cronache, dichiarazioni, analisi e approfondimenti sulla Grande Boucle. Un caro saluto e a presto.

17.36 Domani torneranno in scena invece le ruote veloci, come nell’ultima tappa di domenica sugli Champs-Elysées.

17.35 Sette minuti da recuperare per il decimo posto per Mattia Cattaneo: questo obiettivo appare difficile, in ogni caso l’azzurro sta disputando un Tour de France di grande costanza e chissà che a cronometro sabato non possa arrivare un altro grande piazzamento.

LA CLASSIFICA GENERALE DEL TOUR DE FRANCE

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI

ORDINE DI ARRIVO TAPPA DI OGGI

VIDEO HIGHLIGHTS TAPPA DI OGGI TOUR DE FRANCE

TUTTE LE CLASSIFICHE DEL TOUR DE FRANCE

TADEJ POGACAR: “IL TOUR E’ MIO AL 50%, MA NON SI SA MAI”

17.33 Questa la classifica generale aggiornata, crolla Rigoberto Uran:

1 TADEJ POGACAR 1 UAE TEAM EMIRATES 75h 00′ 02” – B : 36” –
2 JONAS VINGEGAARD 18 JUMBO – VISMA 75h 05′ 47” + 00h 05′ 45” B : 12” –
3 RICHARD CARAPAZ 22 INEOS GRENADIERS 75h 05′ 53” + 00h 05′ 51” B : 8” –
4 BEN O’CONNOR 124 AG2R CITROEN TEAM 75h 08′ 20” + 00h 08′ 18” B : 10” –
5 WILCO KELDERMAN 73 BORA – HANSGROHE 75h 08′ 52” + 00h 08′ 50” – –
6 ENRIC MAS 65 MOVISTAR TEAM 75h 10′ 13” + 00h 10′ 11” – –
7 ALEXEY LUTSENKO 188 ASTANA – PREMIER TECH 75h 11′ 24” + 00h 11′ 22” – –
8 GUILLAUME MARTIN 91 COFIDIS 75h 12′ 48” + 00h 12′ 46” – –
9 PEIO BILBAO 162 BAHRAIN VICTORIOUS 75h 13′ 50” + 00h 13′ 48” – –
10 RIGOBERTO URAN 111 EF EDUCATION – NIPPO 75h 16′ 27” + 00h 16′ 25” – –
11 DAVID GAUDU 81 GROUPAMA – FDJ 75h 18′ 44” + 00h 18′ 42” – –
12 MATTIA CATTANEO 54 DECEUNINCK – QUICK – STEP 75h 23′ 38” + 00h 23′ 36” B : 6” –
13 JHOAN ESTEBAN CHAVES 172 TEAM BIKEEXCHANGE 75h 32′ 09” + 00h 32′ 07” – –
14 LOUIS MEINTJES 211 INTERMARCHE – WANTY – GOBERT MATERIAUX 75h 35′ 57” + 00h 35′ 55” – –
15 AURÉLIEN PARET PEINTRE 125 AG2R CITROEN TEAM 75h 37′ 23” + 00h 37′ 21” – –
16 WOUTER POELS 166 BAHRAIN VICTORIOUS 75h 47′ 02” + 00h 47′ 00” B : 6” –
17 DYLAN TEUNS 167 BAHRAIN VICTORIOUS 75h 49′ 35” + 00h 49′ 33” B : 18” –
18 RUBEN GUERREIRO 113 EF EDUCATION – NIPPO 75h 52′ 28” + 00h 52′ 26” – –
19 WOUT VAN AERT 12 JUMBO – VISMA 75h 58′ 11” + 00h 58′ 09” B : 24” –
20 SERGIO LUIS HENAO 191 TEAM QHUBEKA NEXTHASH 75h 58′ 28” + 00h 58′ 26” – –

17.31 Questo l’ordine d’arrivo di questa 18° tappa ed ultima frazione di montagna:

1 TADEJ POGACAR 1 UAE TEAM EMIRATES 03h 33′ 45” – B : 10” –
2 JONAS VINGEGAARD 18 JUMBO – VISMA 03h 33′ 47” + 00h 00′ 02” B : 6” –
3 RICHARD CARAPAZ 22 INEOS GRENADIERS 03h 33′ 47” + 00h 00′ 02” B : 4” –
4 ENRIC MAS 65 MOVISTAR TEAM 03h 33′ 58” + 00h 00′ 13” – –
5 DANIEL MARTIN 36 ISRAEL START-UP NATION 03h 34′ 09” + 00h 00′ 24” – –
6 SEPP KUSS 15 JUMBO – VISMA 03h 34′ 15” + 00h 00′ 30” – –
7 SERGIO ANDRES HIGUITA 114 EF EDUCATION – NIPPO 03h 34′ 18” + 00h 00′ 33” – –
8 BEN O’CONNOR 124 AG2R CITROEN TEAM 03h 34′ 19” + 00h 00′ 34” – –
9 WILCO KELDERMAN 73 BORA – HANSGROHE 03h 34′ 19” + 00h 00′ 34” – –
10 ALEJANDRO VALVERDE 67 MOVISTAR TEAM 03h 34′ 25” + 00h 00′ 40” – –
11 PEIO BILBAO 162 BAHRAIN VICTORIOUS 03h 34′ 30” + 00h 00′ 45” – –
12 GUILLAUME MARTIN 91 COFIDIS 03h 34′ 30” + 00h 00′ 45” – –
13 ALEXEY LUTSENKO 188 ASTANA – PREMIER TECH 03h 34′ 53” + 00h 01′ 08” – –
14 EMANUEL BUCHMANN 72 BORA – HANSGROHE 03h 35′ 00” + 00h 01′ 15” – –
15 LOUIS MEINTJES 211 INTERMARCHE – WANTY – GOBERT MATERIAUX 03h 35′ 28” + 00h 01′ 43” – –
16 RAFAL MAJKA 7 UAE TEAM EMIRATES 03h 35′ 31” + 00h 01′ 46” – –
17 JONATHAN CASTROVIEJO 23 INEOS GRENADIERS 03h 35′ 41” + 00h 01′ 56” – –
18 WOUTER POELS 166 BAHRAIN VICTORIOUS 03h 36′ 17” + 00h 02′ 32” – –
19 DAVID GAUDU 81 GROUPAMA – FDJ 03h 36′ 35” + 00h 02′ 50” – –
20 XANDRO MEURISSE 104 ALPECIN – FENIX 03h 36′ 52” + 00h 03′ 07” – –
24 MATTIA CATTANEO 54 DECEUNINCK – QUICK – STEP 03h 37′ 30” + 00h 03′ 45” – –

17.29 Rimangono zero le vittorie di tappe della INEOS Grenadiers in questo Tour: probabilmente Carapaz salirà sul podio a Parigi, ma per una corazzata che era abituata a monopolizzare la Grande Boucle, il bottino non può essere soddisfacente.

17.28 Sempre più secondo in classifica generale Jonas Vingegaard che dimostra di essere un corridore assolutamente già credibile per una grande corsa a tappe e solido nelle tre settimane.

17.27 Con questa vittoria Tadej Pogacar è matematicamente maglia a pois: a Parigi sarà per la seconda volta consecutiva tris. Maglia gialla, maglia a pois, maglia bianca.

17.26 Arriva adesso al traguardo Mattia Cattaneo a 3’45” da Pogacar: il bergamasco si è difeso andando del suo passo in questa salita, anche se difficilmente riuscirà a riagguantare la top 10 in questo Tour de France.

17.25 Manca ancora all’appello Rigoberto Uran che esce definitivamente dalla lotta per le prime cinque posizioni.

17.24 Sempre più leader Tadej Pogacar che vestirà a Parigi con tutta probabilità anche la maglia a pois, come lo scorso anno.

17.23 Vingegaard ancora secondo, terzo Carapaz. Mas aveva provato il colpaccio, ma la maglia gialla non concede niente.

17.22 ANCORA POGACAR!!!!! SECONDA VITTORIA DI FILA!!! IL RE IN GIALLO E’ SUPERIORE ALLA COMPAGNIA!!!

17.21 POGACARRRRRRRRRRR!!!!!!!!!!!!!!!!! IN CONTROPIEDE!!!!! CHE MENATA!!!!

17.21 ANCORA MAS!!! RISPONDE POGACAR DOPO UNA DISTRAZIONE!

17.20 E INVECE ORA CI PROVA MAS! SUBITO DIETRO GLI ALTRI!

17.20 Perde contatto Enric Mas!! Lo spagnolo sta pagando la fatica.

17.19 Da dietro ci prova Daniel Martin che sta cercando di rientrare sui primi della classe.

17.18 Poco più indietro si sta difendendo alla grandissima O’Connor che potrebbe raggiungere un’insperata quarta posizione in generale.

17.17 DUE CHILOMETRI AL TERMINE!! CONTINUA A TIRARE UN SUPER KUSS!

17.16 Davvero ottima l’andatura di Kuss: questi cinque corridori hanno già incrementato rispetto al resto della compagnia.

17.15 Ha reagito bene anche Carapaz insieme a Mas, Vingegaard e Sepp Kuss che adesso sta facendo il ritmo.

17.15 POGACARRRRRRR!!!!!!! ECCOLA LA STOCCATA DELLA MAGLIA GIALLA!!! A RUOTA MAS E CASTROVIEJO!

17.14 Nelle prime posizioni anche Castroviejo che anche nella giornata odierna è piuttosto brillante al servizio di Richard Carapaz.

17.13 Sembra fremere Pogacar che dopo aver controllato vuole fare la differenza anche oggi per rimarcare il suo dominio incontrastabile.

17.12 Pogacar evidentemente vuole bissare il successo di ieri: ha visto troppa compagnia nel gruppo e quindi ha deciso di imporre questo ritmo esigente che sta facendo diversi danni.

17.10 Si stacca anche Wout Van Aert insieme a David Gaudu: le prime vittime dell’andatura di Majka.

7.09 Pogacar decide di mandare Majka a comandare nel gruppo per cercare di fare una scrematura più consistente.

17.08 Riperde contatto anche la maglia a pois, Wout Poels che va avanti insieme a Daniel Martin.

17.07 Perde le ruote Alexey Lutsenko che sta pagando le fatiche delle prime due settimane di corsa.

17.06 C’è ancora un certo attendismo nel gruppo: vedremo se fra qualche chilometro qualcuno prenderà l’iniziativa.

17.05 4’15” il ritardo dal plotone di Rigoberto Uran che dice addio anche ad un possibile piazzamento nei primi cinque in questa Grande Boucle.

17.04 Non sta facendo un grande ritmo Geoghegan Hart: qualche corridore da dietro tra cui Wout Poels si sta riportando sulla coda del gruppo.

17.02 David Gaudu è stato nominato combattivo del giorno e domani indosserà il numerino rosso.

17.01 Per ora sta amministrando Tadej Pogacar che giustamente sta gestendo l’ampio margine di vantaggio in classifica generale.

17.00 Ottimo anche oggi Wout Van Aert! Il campione belga sta proteggendo Jonas Vingegaard e continua ad andare forte in salita.

16.59 Tira anche Geoghegan Hart! Prova anche lui a ritagliarsi un ruolo primario in questa tappa!

16.58 Si stacca dal plotone anche il nostro Mattia Cattaneo insieme a Patrick Konrad e Aurelien Paret-Peintre.

16.57 Ripreso David Gaudu! Il gruppo è senza pietà ed ha neutralizzato il tentativo lodevole del corridore bretone.

16.56 10 CHILOMETRI AL TRAGUARDO! C’è ancora tanta salita da affrontare, la fatica comincia ad affiorare.

16.55 Pogacar invece è protetto da Rafal Majka. Per il corridore sloveno c’è anche Marc Hirschi che è stato bravissimo a tenere botta quest’oggi.

16.54 Ormai il gruppo incombe su Gaudu, essendo tornato ad appena dieci secondi.

16.53 Termina il lavoro di uno straordinario Dylan Van Baarle, adesso tocca a Michael Kwiatkowski.

16.52 Gaudu sta tenendo duro all’inizio di salita: il francese ha guadagnato qualche secondo sul plotone arrivando a 20″ di margine.

16.51 Tanti corridori nel gruppo stanno pagando l’andatura folle di Dylan Van Baarle.

16.50 39.329 km/h la velocità media dopo quasi tre ore di corsa e l’ascesa al Mostro dei Pirenei: il Col du Tourmalet.

16.49 Come tira la INEOS! Non lascia neanche le briciole quest’oggi la squadra britannica.

16.48 Alla deriva Rigoberto Uran, a ben 1’40” dal gruppo all’inizio della salita.

16.46 COMINCIA L’ULTIMA SALITA ODIERNA! Gruppo a 10 secondi da Gaudu.

16.45 Si sta rialzando David Gaudu, consapevole che le chance di vittoria di tappa sono ridotte all’osso.

16.44 Il gruppo non vuole lasciare nulla! Recuperati 20 secondi su Gaudu, il ritardo è dimezzato. Vedremo se la maglia gialla andrà a caccia di un altro successo di tappa.

16.43 E’ arrivato in cima al Tourmalet la maglia verde Mark Cavendish con un ritardo di poco più di 15 minuti rispetto alla testa della corsa.

16.42 Si meriterebbe il successo David Gaudu dopo l’ottimo Tour de France della sua squadra e l’eccellente terza settimana che fin qua sta disputandoò

16.41 45 secondi il ritardo del gruppo nei confronti di Gaudu.

16.39 Corridori che si avvicinano all’ultima vera salita di questo Tour de France, Luz Ardiden. Gran premio della montagna fuori categoria: 13,5 km al 7,5% di pendenza media. Non ci sono grandi picchi, ma questa ascesa è davvero costante.

16.37 Sta pennellando la discesa David Gaudu che sfrutta tutta la sede stradale prendendo delle traiettorie perfette. Davvero notevole il corridore della Bretagna.

16.36 1’05” il ritardo del gruppo di Uran nei confronti del plotone che contiene la maglia gialla di Tadej Pogacar.

16.35 Sempre più salda la maglia a pois di Wouter Poels:

1 – POELS Wout 88 10
2 ▲2 WOODS Michael 72 6
3 ▲2 VAN AERT Wout 68 4
4 ▼2 POGAČAR Tadej 67 –
5 ▼2 QUINTANA Nairo 66 –

16.34 Questi i punti raccolti in cima al Col du Tourmalet:

1 LATOUR Pierre 20
2 GAUDU David 15
3 GUERREIRO Ruben 12
4 POELS Wout 10
5 FRAILE Omar 8
6 WOODS Michael 6
7 VAN AERT Wout 4
8 VINGEGAARD Jonas 2

16.33 Condizione davvero splendida per il corridore bretone che ieri era arrivato in quarta posizione dietro solo a Pogacar, Vingegaard e Carapaz. Chissà che oggi non possa coronare l’impresa.

16.31 Perde più di 40 secondi Latour da Gaudu: sul corridore della Total Energie sono arrivati Woods, Poels, Guerreiro e Fraile.

16.30 Uran in classifica generale è già superato virtualmente da O’Connor e Kelderman ed è attualmente sesto, ma probabilmente perderà altre posizioni.

16.29 Un minuto di vantaggio dei due fuggitivi sul gruppo, mentre Uran è già a due minuti e potrebbe pagare ancora tanto sulla salita di Luz Ardiden.

16.28 Che discesa sta facendo David Gaudu! Il francese si è preso già 200 metri di vantaggio su Latour e vuole arrivare con il massimo vantaggio all’inizio della salita finale.

16.27 Il gruppo si è già involato in discesa, mentre Uran passa adesso dal GPM, dimostrando di essere piuttosto sofferente.

16.25 Quarto passaggio per Wouter Poels che ha sverniciato Omar Fraile negli ultimi metri e per poco non ha ripreso anche Ruben Guerreiro.

16.24 Passa per primo al GPM Pierre Latour, secondo David Gaudu.

16.23 Appena 500 metri alla cima del Col du Tourmalet!

16.22 CHE FORCING DI WOODS! GLI VA DIETRO POELS! Si accende la lotta per la maglia a pois.

16.21 Si stacca Ruben Guerreiro! Rimangono davanti solo Gaudu e Latour.

16.20 Sembra poter dare un contributo più consistente rispetto alle ultime giornate Tao Geoghegan Hart, deludente fino a questo momento.

16.19 Niente da fare anche per Geraint Thomas: non è il Tour del corridore gallese che non riesce a tirare neanche qualche metro. La caduta ha compromesso la sua Grande Boucle.

16.18 Crisi nerissima per Rigoberto Uran che già ieri si era staccato, ma si era tenuto a galla grazie a Sergio Higuita. Oggi il capitano della Education First rischia di uscire dai primi dieci.

16.17 AHI AHI AHI!! SI STACCA RIGOBERTO URAN!! RISCHIA DI PAGARE TANTISSIMO IL COLOMBIANO!

16.16 Bravo Omar Fraile che con un passo regolare sta ritornando su Guerreiro, Latour e Gaudu.

16.15 Esaurisce le energie Julian Alaphilippe che si stacca dal drappello di testa e molla l’obiettivo di vincere questa tappa.

16.14 Il ritardo del gruppo sui battistrada adesso si aggira intorno ai 40 secondi.

16.13 Ripreso anche Matej Mohoric, in testa adesso ci sono Guerreiro, Alaphilippe, Gaudu e Latour.

16.12 Lavoro davvero notevole in testa al plotone da parte di Dylan Van Baarle: comincia ad essere esigente questo ritmo, di conseguenza la selezione è palpabile.

16.10 Madouas è stato ripreso dal gruppo, chi invece non molla è Julian Alaphilippe che addirittura rilancia l’azione. Davvero straordinario il fuoriclasse francese.

16.08 Accelera il ritmo David Gaudu! Rimangono attaccati solo Omar Fraile, Ruben Guerreiro e il campione del mondo Julian Alaphilippe.

16.07 Con lo sguardo si sono salutati Alaphilippe e Mohoric: i due hanno capito che i loro sogni di gloria sono stati interrotti dall’andatura folle del gruppo.

16.06 Continua a spingere il team Ineos: intanto Alaphilippe e Mohoric sono stati raggiunti dal drappello degli inseguitori.

16.04 I corridori sono nella parte più dura del Tourmalet: pendenze che arrivano al 12/13%.

16.03 Il gruppo non lascia respirare la fuga: 40 secondi il ritardo da Alaphilippe e Mohoric che difficilmente avranno vita facile quest’oggi.

16.01 Sta guadagnando il gruppetto formato da Kenny Elissonde (Trek-Segafredo), Valentin Madouas (Groupama FDJ), Pierre Latour (Total Direct Energie), Omar Fraile e Ion Izagirre (Astana), Ruben Guerreiro (EF Education First), David Gaudu (Groupama FDJ). Il ritardo dai due fuggitivi ammonta a 25 secondi.

15.59 Difficoltà per Davide Formolo che si è piantato: evidentemente il corridore italiano non si sente benissimo nella giornata odierna dopo che ieri ha assistito al meglio Pogacar.

15.58 Niente da fare neanche per Pierre Rolland che viene riassorbito dal gruppo. Si stacca più indietro Richie Porte, lontano dalla condizione ideale.

15.56 Raggiunti dal plotone Miguel Angel Lopez e Nairo Quintana: continua un Tour de France piuttosto negativo per i due colombiani.

15.55 INEOS che adesso è allineata in testa al gruppo: evidentemente la condizione di Richard Carapaz è buona per recitare un ruolo da protagonista.

15.54 Prova a staccare i corridori del suo drappello il transalpino Kenny Elissonde (Trek-Segafredo).

15.53 Si avvantaggiano in sei dal plotone: Miguel Angel Lopez (Movistar), Omar Fraile e Ion Izagirre (Astana), Ruben Guerreiro (EF Education First), Nairo Quintana (Arkea Samsic), David Gaudu (Groupama FDJ).

15.51 Si muove la INEOS in testa al gruppo! La formazione britannica vuole prendersi un successo di tappa con Richard Carapaz in questa ultima frazione sui Pirenei.

15.49 Questa la situazione in corsa quando mancano 45 chilometri alla conclusione della tappa e 10 chilometri alla cima del Tourmalet: Julian Alaphilippe (Deceunick Quick-Step) e Matej Mohoric (Bahrain Victorious) al comando, quattro transalpini all’inseguimento con 55″ di ritardo, Kenny Elissonde (Trek-Segafredo), Pierre Rolland (B&B Hotels), Valentin Madouas (Groupama FDJ) e Pierre Latour (Total Direct Energie).

15.47 Rimane stabile a 1’40” il ritardo del gruppo dei big nei confronti di Alaphilippe e Mohoric.

15.45 Ben sette compagni di squadra a scortare Tadej Pogacar che si potrà giocare anche oggi cartucce preziose come Rafal Majka, Brandon McNulty e Davide Formolo.

15.43 Latour ed Elissonde si sono riportati su Rolland: dietro si muove anche Valentin Madouas (Groupama-FDJ).

15.41 Meno di 50 chilometri alla conclusione: tanti corridori provano a partire per regalarsi una giornata di gloria a tre tappe dalla fine della Grande Boucle.

15.40 Insieme a Latour è uscito dal gruppo anche Kenny Elissonde (Trek-Segafredo).

15.39 Anche oggi è scatenato Pierre Latour (Total Direct Energie). Il francese prova a sganciarsi dal plotone in questo inizio di salita, cercando di rendersi protagonista.

15.37 Rolland ha ripreso Juul-Jensen: questa coppia si trova a 45 secondi dal duetto di testa. Nel gruppo intanto si stacca Mark Cavendish, assistito da due compagni di squadra.

15.35 I corridori stanno affrontando le prime rampe del Gigante dei Pirenei: il Col du Tourmalet. L’inizio presenterà pendenze abbordabili che diventeranno man mano sempre più impegnative.

15.33 Sta aumentando il vantaggio di Alaphilippe e Mohoric: adesso il margine è di 1’20” sul gruppo, nel quale riesce a tenere botta fino a questo momento uno stoico Mark Cavendish.

15.31 Sembrerebbe certo anche oggi l’arrivo dei big che tarperà le ali alla fuga. La squadra della maglia gialla sta controllando la corsa.

15.28 Restano al comando soltanto Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step) e Matej Mohoric (Bahrain Victorious). Si stacca anche Sean Bennett (Qhubeka) oltre a Pierre-Luc Perichon (Cofidis). A 33″ troviamo Christopher Juul-Jensen (BikeExchange). Mentre il gruppo ha un ritardo di 53″.

15.25 Intanto davanti si stacca Pierre-Luc Perichon (Cofidis).

15.23 Nulla da fare per i contrattaccanti. Ci prova nuovamente Christopher Juul-Jensen (BikeExchange).

15.20 Soltanto 38″ di vantaggio per i quattro battistrada, ossia Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), Pierre-Luc Perichon (Cofidis), Matej Mohoric (Bahrain Victorious) e Sean Bennett (Qhubeka).

15.19 Intanto cinque uomini hanno attaccato in testa al gruppo. Tra di loro tre uomini della Trek-Segafredo, Kenny Elissonde, Jasper Stuyven e Edward Theuns insieme a Dan Marin (Israel StartUp Nation) e Davide Ballerini (Deceuninck QuickStep).

15.16 Mark Cavendish intensifica il proprio vantaggio nella classifica a punti conquistando la volata del gruppo maglia gialla al traguardo volante di Pouzac.

15.13 Alaphilippe transita per primo al traguardo volante di Pouzac.

15.10 Mohoric, Alaphilippe, Perichon e Bennett hanno 1’09” di vantaggio sul gruppo.

15.07 Difatti il traguardo volante di Pouzac è posizionato al chilometro 62.

15.05 Mentre si stacca Juul-Jensen per andare a supportare Michael Matthews in vista del traguardo volante.

15.02 Alaphilippe passa per primo alla Côte de Loucrup.

14.59 Ricordiamo che la Côte de Loucrup è uno strappo di 2 chilometri al 7%.

14.56 Bahrain Victorius e Deceuninck-Quick Step in testa al gruppo maglia gialla.

14.53 Ci troviamo in prossimità del GPM di quarta categoria della Côte de Loucrup.

14.49 45,3 chilometri percorsi nella prima ora di gara.

14.46 Ci troviamo a Lourdes, e mancano 88 chilometri al traguardo.

14.43 Il quintetto al comando ha raggiunto un vantaggio di 1’44” sul gruppo maglia gialla.

14.39 Bahrain Victorius in testa al gruppo in favore della maglia a pois Wout Poels.

14.36 Abbiamo dunque al comando Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), Pierre-Luc Perichon (Cofidis), Matej Mohoric (Bahrain Victorious), Sean Bennett (Qhubeka) e Christopher Juul-Jensen (BikeExchange).

14.33 E si forma dunque un quintetto al comando della corsa!

14.30 Alaphilippe e Perichon stanno ormai chiudendo il gap sul terzetto di testa!

14.27 Da segnalare ulteriori attacchi in testa al gruppo maglia gialla.

14.23 Sergio Henao (Qhubeka NextHash) rientra in gruppo dopo esser stato assistito dalla macchina del medico di corsa per colpa della caduta in cui è rimasto coinvolto in precedenza.

14.20 Sono trascorsi 25 chilometri di corsa. Il trio di testa ha 28” di vantaggio su Alaphilippe e Perichon. A 56” il gruppo.

14.17 Adesso la strada sarà tutta in pianura o in falsopiano sino al chilometro 54,6 dov’è presente la Côte de Loucrup.

14.14 Intanto Pierre-Luc Perichon (Cofidis) è riuscito a riportarsi su Alaphilippe. Si forma così una coppia all’inseguimento di Juul-Jensen, Bennett e Mohoric.

14.13 Juul-Jensen, Bennett e Mohoric guadagnano in discesa. Alaphilippe è segnalato con 38” di ritardo. 47” per il gruppo maglia gialla. Nulla da fare invece per Geoghegan Hart.

14.11 Intanto Juul-Jensen scollina per primo al GPM della Cote de Notre-Dame de Pietat.

14.09 Da segnalare la caduta di Quentin Pacher (B&B Hotels) e Sergio Henao (Qhubeka NextHash).

14.06 Deceuninck-Quick Step in testa al gruppo malia gialla.

14.03 All’attacco anche il campione del mondo Julian Alaphilippe e il vincitore del Giro 2020 Tao Geoghegan Hart!

14.00 Riassorbito Barthe, mentre Mohoric, Juul-Jensen e Bennett hanno già guadagnato 45″.

13.57 All’attacco anche la maglia a pois Wout Poels e Nairo Quintana!

13.54 Accelera anche Cyril Barthe della B&B Hotels.

13.52 Attacco da parte di Matej Mohoric (Bahrain Victorious), Sean Bennett (Qhubeka) e Christopher Juul-Jensen (BikeExchange).

13.50 Arrivano subito i primi attacchi!

13.49 PARTITA UFFICIALMENTE LA DICIOTTESIMA TAPPA DEL TOUR DE FRANCE 2021!

13.46 Da segnalare un problema meccanico per Jonas Vingegaard, che però riesce a riportarsi prontamente in gruppo.

13.43 144 i corridori al via.

13.40 I corridori stanno effettuando i 6 chilometri di trasferimento prima del via ufficiale.

13.37 Occhio di riguardo infine per la classifica di leader dei GPM comandata da Wout Poels (Bahrain Victorius), insidiato da Nairo Quintana (Arkea Samsic), Michael Woods (Israel Start-Up Nation) e Wout van Aert (Jumbo-Visma).

13.34 In ottica vittoria di tappa abbiamo anche i due padroni di casa David Gaudu (Groupama-FDJ) e Guillaume Martin (Cofidis), se non Alexey Lutsenko (Astana-Premier Tech), Pello Bilbao (Bahrain Victorius) e la punta azzurra Mattia Cattaneo (Deceuninck-Quick Step).

13.29 Ad insidiare il colombiano ci potrebbero essere Ben O’Connor (AG2R Citroen Team), Wilco Kelderman (BORA-hansgrohe) ed Enric Mas (Movistar).

13.26 D’altra parte quello che dovrà recuperare più di tutti sarà Rigoberto Uran (EF Education Nippo), uscito sconfitto dalla frazione di ieri.

13.23 Contestualmente Jonas Vingeegard e Richard Carapaz si contendono il secondo gradino del podio.

13.20 Tadej Pogacar è chiamato a difendere la sua netta leadership in maglia gialla.

13.17 Siamo certi che oggi vivremo una gran bella battaglia tra i big della generale.

13.13 Quella odierna sarà la giornata più attesa, probabilmente quella della resa dei conti, perchè la Pau-Luz Ardiden, di 129,7 chilometri, sarà la giornata della spettacolare ascesa alla salita regina dei Pirenei francesi, il Col du Tourmalet.

13.10 Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della diciottesima tappa del Tour de France 2021.

Buongiorno a tutti e benvenuti alla nostra DIRETTA LIVE della diciottesima tappa del Tour de France 2021. Quella odierna sarà la giornata più attesa, probabilmente quella della resa dei conti, perchè la Pau-Luz Ardiden, di 129,7 chilometri, sarà la giornata della spettacolare ascesa alla salita regina dei Pirenei francesi, il Col du Tourmalet, dove, siamo certi, che è attesa una grande battaglia tra i big di questa Grande Boucle.

Dopo una partenza soft con i due GPM di quarta categoria della Côte de Notre-Dame de Piétat (2,6 km al 5,6%) e la Côte de Loucrup (2 km al 7%), e passato il traguardo volante di Pouzac al chilometro 62, si inizierà a salire prima dolcemente, e poi in maniera decisa, verso i 17 chilometri del GPM d’Hors Categorie del mitico Col du Tourmalet. Questa ascesa che ha segnato la storia della Grande Boucle, farà delle differenze davvero importanti.

Avrà inizio precisamente da Saint-Marie-de-Campan, a quota 841 metri s.l.m, per poi inerpicarsi lungo un dislivello di ben 1274 metri sino ai 2115 metri s.l.m. della vetta del Tourmalet. La salita regina dei Pirenei francesi presenta una pendenza media del 7,3% con punte del 10% nella sua seconda parte. Al termine dei 18 chilometri di discesa si tornerà a salire verso un altro hors categorie, il GPM conclusivo di Luz Ardiden con i suoi 13,3 chilometri al 7,4%.

Dopo ciò a cui abbiamo assistito nella giornata di ieri, non è da escludere la possibilità di vedere ancora una volta in azione la maglia gialla Tadej Pogacar (UAE Team Emirates). Contestualmente lo sloveno potrebbe limitarsi a controllare e lasciare ai suoi inseguitori le ultime chance di sfida per decidere il podio di Parigi.

Proprio per questo motivo, sicuramente gli uomini apparsi più in forma sono Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma) e Richard Carapaz (Ineos Grenadiers). D’altra parte quello che dovrà recuperare più di tutti sarà Rigoberto Uran (EF Education Nippo), uscito sconfitto dalla frazione di ieri. Ad insidiare il colombiano ci potrebbero essere Ben O’Connor (AG2R Citroen Team), Wilco Kelderman (BORA-hansgrohe) ed Enric Mas (Movistar).

In ottica vittoria di tappa abbiamo anche i due padroni di casa David Gaudu (Groupama-FDJ) e Guillaume Martin (Cofidis), se non Alexey Lutsenko (Astana-Premier Tech), Pello Bilbao (Bahrain Victorius) e la punta azzurra Mattia Cattaneo (Deceuninck-Quick Step). Occhio di riguardo infine per la classifica di leader dei GPM comandata da Wout Poels (Bahrain Victorius), insidiato da Nairo Quintana (Arkea Samsic), Michael Woods (Israel Start-Up Nation) e Wout van Aert (Jumbo-Visma).

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE testuale dell’attesissima diciottesima tappa del Tour de France 2021 dalle ore 13.15. Buon divertimento!

Foto: Radu Razvan / Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tour de France 2021, Tadej Pogacar: “Il 50% della vittoria è già mio, ma non si sa mai”

Tour de France 2021, le pagelle della diciottesima tappa: Pogacar cannibale, Gaudu osa troppo