Tour de France 2021, Tadej Pogacar trionfa anche in vetta a Luz Ardiden

La maglia gialla Tadej Pogacar serve il tris e, dopo il successo ottenuto ieri sul Col du Porter, si è ripetuto oggi nella Pau-Luz Ardiden, ultima tappa pirenaica di questo Tour de France 2021. Proprio come ieri, inoltre, il fuoriclasse sloveno ha preceduto il danese Jonas Vingegaard e l’ecuadoriano Richard Carapaz. Da qui a Parigi, nonostante la cronometro, sarà una lunga passerella per la maglia gialla, la quale ha un vantaggio di quasi sei minuti su Vingegaard secondo.

La tappa è stata frizzante sin dalle prime battute, con il gruppo che ha lasciato poco spazio ai vari tentativi di fuga. Sul Tourmalet David Gaudu (Groupama-FDJ) è andato all’attacco insieme al compagno Valentin Madouas (Groupama-FDJ). I due, in compagnia di Kenny Elissonde (Trek-Segafredo), Pierre Latour (Total Direct Energie), Omar Fraile, Ion Izagirre (Astana) e Ruben Guerreiro (EF Education First) hanno ripreso Matej Mohoric (Bahrain Victorious) e Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step).

Negli ultimi chilometri della salita, il gruppo di testa è esploso e davanti sono rimasti Gaudu, Latour e Guerreiro. Dietro il team Ineos non ha lasciato troppo spazio, mentre Rigoberto Uran è andato in crisi già a 38 chilometri dall’arrivo. Successivamente, Guerreiro ha perso le ruote dei primi due e Latour è passato in testa al Tourmalet. Wout Poels (Bahrain Victorious), inoltre, ha preso punti preziosi al GPM, ove è passato come quarto, e ha allungato ulteriormente nella classifica della maglia a pois.

Gaudu, sulla successiva discesa, ha staccato Latour e ha provato l’azione solitaria. All’inizio dell’erta conclusiva, però, il transalpino è stato ripreso dal gruppo tirato dal Team Ineos. A 3,2 chilometri dall’arrivo c’è stato l’attacco di Tadej Pogacar (UAE Team Emirates), al quale hanno risposto Jonas Vingegaard, Sepp Kuss (Jumbo-Visma), Richard Carapaz (Ineos) ed Enric Mas (Movistar). Kuss, dunque, si è messo a lavorare per il compagno Vingegaard.

A un chilometro dalla meta ha attaccato Mas, ma hanno risposto tutti ad eccezione di Kuss. Mas è ripartito 700 metri dall’arrivo, ma Pogacar ha chiuso e lo ha superato a doppia velocità. Carapaz con Vingegaard a ruota ha provato a chiudere, ma non c’è stato nulla da fare. La maglia gialla è arriva al traguardo a braccia alzate con Vingegaard secondo, Carapaz terzo e Mas quarto. Con questo successo, inoltre, Pogacar ha sfilato la maglia a pois a Poels.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Tennis, Tokyo 2020: Victoria Azarenka non ci sarà, la bielorussa rinuncia dopo le due medaglie di Londra 2012

Tour de France 2021, tutte le classifiche dopo la 18ma tappa: Mark Cavendish guida la graduatoria a punti