LIVE Kuurne-Bruxelles-Kuurne in DIRETTA: Mads Pedersen si impone allo sprint!

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CRONACA DELLA KUURNE-BRUXELLES-KUURNE: VITTORIA DI PEDERSEN

LA CRONACA DELLA DROME CLASSIC: VITTORIA DI BAGIOLI

VIDEO HIGHLIGHTS KUURNE-BRUXELLES-KUURNE

VIDEO HIGHLIGHTS DROME CLASSIC

LE DICHIARAZIONI DI ANDREA BAGIOLI

LE DICHIARAZIONI DI MADS PEDERSEN

16.57 La nostra DIRETTA LIVE della 73° edizione della Kuurne-Bruxelles-Kuurne finisce qui. Grazie per averci seguito e a prestissimo per gli appuntamenti ciclistici su OA Sport.

16.56 Questa la top 10 di oggi:

1 PEDERSEN Mads Trek – Segafredo 0:00:00
2 TURGIS Anthony Team Total Direct Energie ,,
3 PIDCOCK Thomas INEOS Grenadiers ,,
4 TRENTIN Matteo UAE-Team Emirates ,,
5 BIERMANS Jenthe Israel Start-Up Nation ,,
6 COLBRELLI Sonny Bahrain – Victorious ,,
7 POLITT Nils BORA – hansgrohe ,,
8 VAN AVERMAET Greg AG2R Citroën Team ,,
9 VAN LERBERGHE Bert Deceuninck – Quick Step ,,
10 RESELL Erik Nordsaeter Uno-X Pro Cycling Team ,,

16.54 Corsa comandata per 80 chilometri da Mathieu van der Poel e Jhonatan Narvaez che sono andati ad un passo dal compiere l’impresa. Il ricongiungimento è arrivato proprio negli ultimi due chilometri grazie ad un lavoro eccezionale di Kasper Asgreen.

16.52 Quarta posizione per il nostro Matteo Trentin, sesto Sonny Colbrelli.

16.52 Seconda posizione per Anthony Turgis (Total Direct Energie) e terza piazza per un super Tom Pidcock (INEOS Grenadiers).

16.50 Volata tirata a lungo da Stuyven che lancia il compagno di squadra Pedersen che graffia e si porta a casa il sedicesimo successo in carriera.

16.48 MADS PEDERSEN SI PORTA A CASA LA KUURNE-BRUXELLES-KUURNE!!

16.46 Nelle prime posizioni anche Trentin. Ultimo chilometro!

16.46 RIPRESO IL GRUPPO DI VAN DER POEL!

16.45 Attenzione, l’accelerazione di Asgreen ha dimezzato il vantaggio rispetto agli uomini davanti.

16.44 Non si arrende Asgreen! Ci prova insieme a lui Haussler.

16.43 Dietro stanno dando tutto, ma non riescono a rosicchiare quasi niente sul drappello in testa.

16.42 ULTIMI CINQUE CHILOMETRI!

16.41 Cala il vento: potrebbe esserci ancora qualche possibilità per gli inseguitori.

16.39 Addirittura aumenta il vantaggio dei cinque battistrada: 20 secondi. Salgono le chance di successo per gli uomini in testa.

16.37 Meno di 10 chilometri alla conclusione! Continua incessantemente a spingere van der Poel che non si sta mai voltando indietro.

16.36 Il gruppetto all’inseguimento è sempre vicino ai fuggitivi, ma fa fatica a chiudere il buco.

16.34 Il gruppo di Colbrelli è rientrato su quello di Trentin. Il gap nei confronti dei cinque uomini al comando è di una decina di secondi.

16.32 Distacchi piuttosto risicati fra i tre gruppetti che sono racchiusi in 25 secondi.

16.29 Il gruppo Trentin si trova adesso a soli 12 secondi da van der Poel e compagnia. Si passa sul traguardo: 15 chilometri alla conclusione.

16.26 Spira il vento laterale che potrebbe creare del fastidio ai corridori.

16.24 Il gruppetto degli inseguitori nel quale è presente anche Sonny Colbrelli si trova a poche decine di metri dal drappello di Trentin e Van Avermaet.

16.21 Il gruppo di diciotto corridori che comprende Trentin sta perdendo inesorabilmente nei confronti del drappello dietro.

16.19 Ancora tutto da scrivere in questa 73° edizione della Kuurne-Bruxelles-Kuurne: almeno venticinque i corridori che possono ancora giocarsi il successo.

16.16 Nel gruppo più numeroso sono la Lotto Soudal e la Bahrain Victorious a prendere il controllo.

16.15 Si entra nel circuito finale. Ultimi 25 chilometri.

16.13 Il gruppo adesso si trova a 30 secondi dal gruppo di Matteo Trentin e a più di 50 su quello di van der Poel.

16.10 30 chilometri alla conclusione. Il vantaggio dei cinque uomini al comando si aggira intorno ai 50 secondi.

16.08 Il gruppo continua a perdere su Trentin, Pidcock, Van Avermaet, Teuns e Asgreen.

16.06 Bravissimo anche Tom Pidcock che si è riportato sugli altri quattro corridori che hanno tentato l’attacco.

16.05 L’ex vice campione del mondo si è portato dietro anche Asgreen, Teuns e Van Avermaet.

16.03 ACCELERA MATTEO TRENTIN!! L’italiano prova ad accendere la miccia in gruppo.

16.02 Continua ad essere brillante anche la pedalata di Jhonatan Navaez. L’ecuadoriano della INEOS si sta davvero mettendo in mostra in questa occasione.

15.59 C’è grande incertezza nei ventuno corridori che provano a ricucire: non sembra esserci grande organizzazione per rientrare sulla fuga.

15.58 Anche il campione olimpico Greg Van Averamaet nel gruppo all’inseguimento.

15.56 Davanti adesso è stato trovato un buon accordo: nessuno salta i cambi e la collaborazione procede nel migliore dei modi.

15.55 Situazione piuttosto statica: continua l’elastico fra i fuggitivi e il gruppo inseguitore. Il distacco balla fra i quaranta e i cinquanta secondi.

15.52 Non è riuscito a rimanere in questo gruppetto il nostro Gianni Moscon.

15.51 L’unico velocista puro nel drappello che insegue è Bryan Coquard. Situazione ancora incerta.

15.49 Gruppo piuttosto ristretto quello all’inseguimento dei battistrada: sono rimasti in una ventina.

15.47 Problemi nel gruppo per Clément Russo.

15.45 45 secondi il vantaggio dei battistrada nei confronti degli inseguitori.

15.43 Intanto da dietro rientrano Gamper e Zakharov: sono in cinque adesso al comando delle operazioni. Vedremo se ci sarà accordo fra i componenti della fuga.

15.42 Non sembrano essere tante le energie del gruppo. Non sarà banale andare a riprendere i tre uomini al comando.

15.40 Da dietro ci provano Degenkolb e Teuns!

15.39 ACCELERA ANCORA VAN DER POEL! Alla sua ruota rimangono attaccati solo Hvideberg e Narvaez.

15.38 I corridori sono adesso sull’ultimo muro di giornata: il Kluisberg.

15.37 Nel drappello all’inseguimento dei fuggitivi, oltre al nostro Matteo Trentin, ci sono anche corridori del calibro di Tiesj Benoot, Thomas Pidcock e Soren Kragh Andersen.

15.35 C’è stata una selezione notevole nel gruppo inseguitore: sono rimasti solo in diciannove.

15.34 Appena ripreso De Winter dal gruppo guidato da van der Poel.

15.32 In posizioni nobili del gruppo si fanno vedere anche Matteo Trentin ed Oliver Naesen.

15.31 Nel plotone provano ad accelerare Asgreen e Degenkolb!

15.29 Ritmo forsennato di van der Poel sul tratto di pavé! L’olandese, insieme a Narvaez, sta letteralmente sverniciando gli ormai ex battistrada.

15.27 Intanto in testa prova a forzare l’andatura De Winter.

15.25 I due inseguitori si trovano a meno di trenta secondi dai sei battistrada. Probabile che sul Vecchio Kwaremont ci sia il ricongiungimento.

15.23 Siamo a cinque chilometri dal Vecchio Kwaremont, muro storico del Giro delle Fiandre.

15.21 Con il restringimento della strada il gruppo si è spaccato in tre tronconi.

15.20 Quella di Mathieu van der Poel potrebbe essere anche un’azione finalizzata ad incrementare la condizione in vista della Strade Bianche di sabato prossimo.

15.18 Dal gruppo prova a muoversi il belga Jenthe Biermens (Israel Start-Up Nation).

15.15 Bodnar (BOH), Gamper (BOH), De Winter (IWG), Zakharov (APT), Hvideberg (UXT), Paquot (BWB) hanno 1’20” di vantaggio su van der Poel e Narvaez e 2’20” sul gruppo principale.

15.13 Si scorge tra le prime posizioni del gruppo la sagoma del vincitore uscente della corsa, Kasper Asgreen.

15.11 Fra qualche chilometro gli atleti si cimenteranno nel muro della Cote de Trieu: 1,3 chilometri al 7% di pendenza media con punte che arrivano al 13%.

15.08 Campenaerts è già stato ripreso dal plotone.

15.07 Si aggira attorno al minuto il vantaggio di van der Poel e Narvaez sul gruppo.

15.05 Prova a sganciarsi dal gruppo Victor Campenaerts (Team Qhubeka ASSOS)!

15.03 Nel giro di cinque chilometri, la coppia all’inseguimento ha recuperato praticamente un minuto sui fuggitivi.

15.01 Ottavo muro da affrontare per i corridori: il Klusberg. Nel frattempo, Van der Poel e Narvaez hanno già accumulato una quarantina di secondi sul gruppo.

14.59 Su uno strappetto dal niente ha tentato l’attacco il fenomeno di Kapellen. Interpretazione della corsa veramente audace e coraggiosa quella del campione d’Olanda.

14.57 Insieme al fuoriclasse olandese ha allungato anche l’ecuadoriano Jhonatan Narvaez.

14.56 INCREDIBILE, PARTE VAN DER POEL!!

14.55 I sei uomini al comando hanno ora un vantaggio di 3’40” sul gruppo.

14.53 85 chilometri alla conclusione: fra poco si entrerà nelle fasi calde della gara con gli ultimi cinque muri e l’ultimo segmento sul pavé.

14.51 I battistrada hanno appena oltrepassato il settimo muro di giornata, il Kanarieberg.

14.48 Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix), grande favorito di oggi, ordina alla squadra di mettersi davanti per ricucire sulla fuga.

14.45 Continua inesorabile la rimonta del gruppo: 4’50” il ritardo.

14.43 Corsa indigesta questa per gli italiani: nessun corridore del Bel Paese ha mai vinto questa classica. Negli ultimi sei anni sono stati tre i piazzamenti sul podio: secondo Nizzolo lo scorso anno, terzi Colbrelli nel 2018 e Viviani nel 2015.

14.39 A breve i corridori affronteranno il sesto dei dodici muri previsti ossia La Houppe. 1,9 chilometri con pendenza media del 5% e punte al 10%.

14.36 Bodnar (BOH), Gamper (BOH), De Winter (IWG), Zakharov (APT), Hvideberg (UXT), Paquot (BWB) hanno adesso un margine di poco più di cinque minuti sul plotone. Il gruppo sta alzando sensibilmente il ritmo in questa fase.

14.32 Intanto segnalato il ritiro di Oliviero Troia (UAE-Emirates) che aveva lavorato a lungo in testa al gruppo.

14.28 Stanno affrontando i muri i corridori: ora il Mont Saint-Laurent.

14.24 Il margine dei sei al comando sta scendendo sotto i 6′ rispetto al plotone principale.

14.21 110 chilometri all’arrivo.

14.17 C’è stata una caduta nella zona di rifornimento fisso.

14.11 6’05” il vantaggio degli attaccanti.

14.07 Ancora immagini dalla corsa:

14.03 Arriva in vetta al gruppo a dar manforte alla UAE Emirates anche la Deceuninck-QuickStep.

13.59 Ora 130 chilometri all’arrivo.

13.54 A guidare l’inseguimento sempre la UAE Emirates.

13.51 Ricordiamo che all’attacco ci sono sempre:

Bodnar (Bora-Hansgrohe)

Gamper (Bora-Hansgrohe)

De Winter (Intermarché-Wanty-Gobert)

Zakharov (Astana-Premier Tech)

Paquot (Bingoal-Wallonie Bruxelles)

Hvideberg (Uno)

13.46 Problema meccanico per il corridore della Vini Zabù:

13.40 Gruppo che recupera qualcosa sui fuggitivi: 5’45” il ritardo.

13.34 140 chilometri all’arrivo.

13.29 Attenzione che per i prossimi chilometri di gara è previsto vento forte, potremmo assistere a dei ventagli.

13.24 Velocità media di 42 km/h nella prima ora.

13.20 Immagini dalla corsa:

13.16 Vantaggio per i sei fuggitivi che ora è superiore ai 7′.

13.10 A gestire la situazione nel plotone c’è la UAE Emirates.

13.05 Gruppo ad oltre 6′ di ritardo.

13.03 Ricapitoliamo chi sono i sei fuggitivi:

– Bodnar (BOH) – Gamper (BOH) – De Winter (IWG) – Zakharov (APT) – Hvideberg (UXT) – Paquot (BWB)

12.57 Sono rientrati sui fuggitivi anche Hvideberg e Paquot. I sei attaccanti hanno portato a 7′ il vantaggio sul plotone.

12.53 I quattro al comando sono: Artyom Zakharov (APT), Patrick Gamper (BOH), Maciej Bodnar (BOH) e Ludwig De Winter (IWG). I fuggitivi hanno allungato in maniera sensibile.

12.48 I due gruppetti si sono ricongiunti sono quindi quattro gli uomini all’attacco. Alle loro spalle Hvideberg e Paquot a 40”. Il gruppo a oltre 4′.

12.43 Il gruppo si rialza e i fuggitivi prendono il largo.

12.37 Alle spalle della coppia di testa Artyom Zakharov (APT) e Patrick Gamper (BOH) a 20”.

12.31 Maciej Bodnar (BOH) e Ludwig De Winter (IWG) sono riusciti a evadere dal gruppo anche se al momento hanno solo 6” di vantaggio.

12.27 Complessivamente il percorso prevede 4 tratti di pavé e ben 12 muri.

12.21 Avvio di gara estremamente nervoso ma nonostante la grande voglia di evadere nessuno è riuscito, almeno sin qui, a prendere il largo.

12.15 Scatti e controscatti ma dopo 7 km di corsa il gruppo è ancora compatto.

12.10 E’ iniziata la gara! Il gruppo ha raggiunto il km 0.

12.05 I ciclisti sono partiti per i 3 km di trasferimento vero il km 0.

11.59 La gara inizierà tra pochi minuti.

11.53 Il podio dell’edizione 2020.

11.47 Le speranze azzurre di far bene sono soprattutto legate elle prestazioni di Gianni Moscon e Matteo Trentin.

11.40 Molti i ciclisti che puntano al successo alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne.

11.35 Percorso molto impegnativo che potrebbe prestarsi a molte interpretazioni tattiche.

11.30 Buongiorno e benvenuti alla diretta live della Kuurne-Bruxelles-Kuurne.

Il percorso e i favoriti della Kuurne-Bruxelles-Kuurne

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della Kuurne-Bruxelles-Kuurne, seconda classica del Nord dopo la Omloop Het Nieuwsblad.

Il percorso cambia radicalmente rispetto a quello della passata edizione: tolto il muro dell’Eikenmolen per introdurre il Tiegemberg e il Boembeek. Dodici saranno quindi i muri, e quattro i tratti di pavé nei 197 chilometri previsti. Risulteranno decisivi probabilmente i muri dell’Oude Kwaremont e del Kluisberg: l’ultimo strappo è posizionato a 54 chilometri dalla conclusione, di conseguenza è difficile immaginarsi azioni da lontano. Si partirà alle ore 12.00 e l’arrivo è previsto in quel di Kuurne per le 16.30.

Mathieu Van der Poel è il favorito numero uno per il successo in questa classica. Il belga, ritiratosi dall’UAE Tour dopo aver vinto la prima tappa per una positività di un membro dello staff della Alpecin-Fenix, avrà sicuramente la volontà di cominciare con un successo la campagna delle Classiche del Nord. In caso di arrivo con gruppo compatto, il corridore più veloce è senza dubbio Arnaud Demare: il francese non ha ancora vinto in questa stagione e vorrà sicuramente cominciare a mettere in cascina risultati di prestigio. Due formazioni particolarmente attrezzate sono la Deceunick Quick-Step e la Trek-Segafredo. La formazione belga, malgrado l’assenza del campione del mondo Julian Alaphilippe e del trionfatore della Omloop Davide Ballerini, potrà contare sulla presenza del vincitore uscente Kasper Asgreen e del ceco Zdenek Stybar. La squadra americana può basarsi su due pezzi da novanta del calibro di Jasper Stuyven e dell’ex campione iridato Mads Pedersen.

Anche l’Italia può cullare ambizioni prestigiose: Matteo Trentin è apparso in discrete condizioni nella gara di ieri e proverà a dire la sua in caso di arrivo allo sprint. Anche Sonny Colbrelli cercherà di essere protagonista dopo la caduta di ieri, stesso discorso per Andrea Pasqualon. Sarà interessante testare anche Gianni Moscon: il corridore della Ineos ha una buona gamba e l’ha dimostrato partendo ieri sul Kapelmuur.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della Kuurne-Bruxelles-Kuurne, seconda classica del Nord della stagione ciclistica 2021. La cronaca live testuale inizierà intorno alle 11.30 per introdurre al meglio la corsa. Buon divertimento!

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mads Pedersen conquista la Kuurne-Bruxelles-Kuurne: “Felice della vittoria, ieri avevamo fatto schifo”

LIVE Olimpia Milano-Fortitudo Bologna 98-72, Serie A basket in DIRETTA: l’Armani domina in lungo e in largo con la Effe