Kuurne-Bruxelles-Kuurne 2021: Mads Pedersen vince una corsa scoppiettante. 4° Trentin, 6° Colbrelli

Il danese Mads Pedersen (Trek-Segafredo) vince la Kuurne-Bruxelles-Kuurne 2021 con una volata delle sue. Al secondo posto si è piazzato il francese Anthony Turgis (Total Direct Energie), mentre sul gradino più basso del podio è salito il britannico Tom Pidcock (Ineos). Il migliore degli italiani è stato Matteo Trentin (UAE Team Emirates), il quale è giunto quarto. Sonny Colbrelli (Bahrain Victorious), invece, ha concluso la gara al sesto posto.

A ottanta chilometri dal traguardo la corsa è entrata nel vivo con uno scatto di Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix). L’ecuadoriano Jhonatan Narvaez è stato l’unico a seguire il fuoriclasse neerlandese e i due in dieci chilometri hanno guadagnato un minuto sul gruppo. Narvaez e van der Poel hanno continuato nella loro azione e sull’Oude Kwaremont sono andati a riprende tutti i fuggitivi del mattino, tranne Ludwig De Winter (Intermarché-Wanty-Gobert), il quale, comunque, è stato riacciuffato poco più avanti.

Sull’Oude Kwaremont, inoltre, sotto il forcing del vincitore uscente Kasper Asgreen (Deceuninck-Quick Step), il gruppo si è spezzato in tre tronconi. Sul Kruisberg van der Poel ha forzato ancora e alla sua ruota, oltre a Narvaez, è rimasto solo il norvegese Jonas Iversby Hvideberg (Uno-X Pro Cycling Team), campione del Mondo in carica degli U23 che era in fuga dal mattino.

Successivamente, sui tre di testa sono rientrati anche Patrick Gamper (Bora-Hansgrohe) e Artyom Zakharov (Astana). E’ iniziato, così, un lungo braccio di ferro tra i cinque di testa e il gruppo alle loro spalle che comprendeva, tra gli altri, oltre al già citato Asgreen, anche John Degenkolb (Lotto-Soudal), Dylan Teuns (Bahrain Victorious), Matteo Trentin (UAE Team Emirates), Bryan Coquard (B&B Hotels), Soren Kragh Andersen (DSM), Tom Pidcock (Team Ineos), Greg Van Avermaet e Oliver Naesen (Ag2r).

Sull’ultimo tratto di pavé di giornata, dal gruppo inseguitore, è scattato Matteo Trentin, il quale ha provato a portare via un drappello comprendente anche Van Avermaet, Asgreen e Teuns. Pidcock, con una grande accelerazione, però, ha riportato sotto il resto del plotoncino nel successivo segmento pianeggiante. L’azione dell’azzurro, ad ogni modo, ha permesso agli inseguitori di tornare a venti secondi dai battistrada.

Pian piano, al gruppo degli inseguitori, si è riavvicinato un plotoncino tirato dalla Bahrain Victorious di Sonny Colbrelli, del quale faceva parte anche Mads Pedersen. A undici chilometri dall’arrivo, c’è stato il ricongiungimento tra le due truppe di corridori all’inseguimento di van der Poel. A 1,5 chilometri dalla meta, invece, sono stati riacciuffati i cinque di testa. Si è così andati, dunque, verso lo sprint a dir poco dominato da Mads Pedersen.

Foto: Comunicato stampa Trek-Segafredo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Royal Bernard Drome Classic: fantastico numero di Andrea Bagioli. L’azzurro trionfa in solitaria

VIDEO Pedersen vince la Kuurne-Bruxelles-Kuurne: highlights e sintesi. Trentin 4°, attacco di van der Poel