LIVE Tirreno-Adriatico 2020, Terni-Cascia in DIRETTA: Masnada fa sognare. Vincenzo Nibali ancora staccato



CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

LA CLASSIFICA GENERALE: VINCENZO NIBALI A 2’02” DA WOODS

Loading...
Loading...

LA CRONACA DELLA TAPPA

LUCAS HAMILTON: “SENZA MASNADA NON CE L’AVREI FATTA”

LA CLASSIFICA GENERALE DEL TOUR DE FRANCE

LA CRONACA DELLA TAPPA DI OGGI DEL TOUR

16.07 Termina qui la nostra DIRETTA LIVE della quarta tappa della Tirreno-Adriatico 2020. Vi diamo appuntamento a domani con un’altra frazione dedicata a coloro che si stanno giocando la vittoria finale di questa Corsa dei due mari. Buon proseguimento di serata!

16.05 E questa l’attuale classifica generale:

1 WOODS Michael EF Pro Cycling 18:05:52
2 MAJKA Rafał BORA – hansgrohe 0:09
3 MASNADA Fausto Deceuninck – Quick Step 0:18
4 HAMILTON Lucas Mitchelton-Scott 0:27
5 KELDERMAN Wilco Team Sunweb 0:30
6 THOMAS Geraint INEOS Grenadiers 0:34
7 YATES Simon Mitchelton-Scott ,,
8 VLASOV Aleksandr Astana Pro Team ,,
9 HAIG Jack Mitchelton-Scott 0:47
10 KNOX James Deceuninck – Quick Step ,,

16.04 Questa è la top ten di giornata:

1 HAMILTON Lucas Mitchelton-Scott 60 50 4:46:22
2 MASNADA Fausto Deceuninck – Quick Step 25 30 0:06
3 WOODS Michael EF Pro Cycling 10 18 4:10
4 VLASOV Aleksandr Astana Pro Team 13 ,,
5 THOMAS Geraint INEOS Grenadiers 10 ,,
6 KELDERMAN Wilco Team Sunweb 7 ,,
7 HAIG Jack Mitchelton-Scott 4 ,,
8 MAJKA Rafał BORA – hansgrohe 3 ,,
9 KNOX James Deceuninck – Quick Step 2 ,,
10 YATES Simon Mitchelton-Scott 1

16.01 Purtroppo Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) ha tagliato il traguardo 35° a 1’25” da Hamilton. Giornata negativa per il siciliano, che sull’ascesa di Ospedaletto ha perso subito la ruota dei migliori con una pedalata veramente legnosa. Lo Squalo dello Stretto non è ancora in forma, ma auspichiamo in una ripresa in vista del Giro d’Italia.

16.00 Fausto Masnada rimane il migliore degli azzurri. Adesso è terzo in classifica generale a soli 18″ da Woods.

15.56 Giornata decisamente positiva per il canadese, ma anche per Alexandr Vlasov (Astana), Geraint Thomas (Ineos Grenadiers), Rafal Majka (Bora-hansgrohe) e Simon Yates (Mitchelton-Scott).

15.53 Woods resta ancora leader della classifica generale dopo aver tagliato il traguardo al terzo posto con tutti gli altri big.

15.51 Nulla da fare per il bergamasco Masnada che ha tirato molto nel finale. Hamilton aveva tutt’altro passo.

15.50 VITTORIA PER LUCAS HAMILTON!

15.48 Woods accelera per avvicinarsi ai due battistrada che sono appena passati sotto l’arco dell’ultimo chilometro. Finale in leggera ascesa.

15.46 I due attaccanti hanno fatto il vuoto! A 3 km dalla fine hanno 15″ di vantaggio sul gruppo di Woods.

15.43 Attacco dello stesso Masnada e di Luca Hamilton (Mitchelton Scott). Adesso sono loro i due battistrada. 5 km al traguardo.

15.42 Rientra sulla testa della corsa un gruppetto comandato da Fausto Masnada!

15.39 Si è formato un quintetto in testa alla corsa con il leader della corsa Michael Woods (EF), Geraint Thomas (Ineos), Simon Yates (Mitchelton-Scott), Alexandr Vlasov (Astana) e Rafal Majka (Bora Hansgrohe).

15.37 Pedalata legnosa ed espressione di fatica sul volto di Vincenzo Nibali, che non riesce proprio a reggere il ritmo degli altri favoriti.

15.36 Alexandr Vlasov (Astana) e Rafal Majka (Bora Hansgrohe) al loro inseguimento.

15.35 Scatto di Simon Yates! Lo raggiungono Geraint Thomas e Michael Woods. Vincenzo Nibali un po’ in difficoltà.

15.34 Gruppo di testa ridotto ad una sola trentina di uomini. Ci sono tutti i favoriti del giorno.

15.32 Ineos Grenadiers in testa al gruppo. Alla loro ruota il leader della corsa Michael Woods e Vincenzo Nibali.

15.30 GRUPPO COMPATTO!

15.28 Si staccano Chris Froome e Mathieu Van der Poel, mentre Bruno Armirail (Groupama-FDJ) e Antonio Nibali (Trek-Segafredo) son evasi dal gruppo.

15.27 Siamo in salita, e il gruppo vede i sei battistrada, a soli 19″ di vantaggio.

15.25 Ai piedi dell’ascesa di Ospedaletto i fuggitivi hanno soltanto 35″ di vantaggio sul gruppo. – 17 al traguardo.

15.22 Si forma un sestetto al comando della corsa. Rui Costa e Meintjes sono riusciti a riportarsi sui quattro attaccanti.

15.20 Navarro è rimasto vittima di una foratura ed è stato ripreso dal gruppo. Rimangono soltanto Rui Costa e Meintjes all’inseguimento di Frank, Tonelli, Matthews e Carretero.

15.16 Tra poco avrà inizio l’ultima ascesa di giornata di Ospedaletto, che terminerà a soli 15 km dal traguardo di Cascia:

15.14 Matthews è stato prontamente ripreso da Tonelli, Frank e Carretero.

15.11 Grande movimento nel gruppo di big con Vincenzo Nibali e Gianluca Brambilla molto attivi in discesa!

15.08 Michael Matthews allunga in discesa e resta tutto solo al comando!

15.06 Attenzione perchè Rui Costa, Navarro e Meintjes sono a soli 20″ dai quattro battistrada.

15.05 Scatto di Michael Matthews che va a prendersi il primato al GPM di Rifugio Perugia.

15.02 Sono rimasti solamente in tre gli inseguitori, e sono Alberto Rui Costa (UAE Team Emirates), Louis Meintjes (NTT) e Daniel Navarro (Israel Start Up Nation). Tutti gli altri corridori sono stati ripresi dal gruppo.

15.00 Siamo a 2 km dallo scollinamento al Rifugio Perugia.

14.59 I battistrada hanno solamente 1′ di vantaggio sugli inseguitori, mentre il gruppo, comandato dalla EF di Michael Woods, è a 1’40”.

14.55 La prossima ascesa sarà quella del Rifugio Perugia, sul quale si toccherà il massimo punto d’altezza di questa Tirreno-Adriatico, 1521 metri.

14.50 Manuele Boaro (Astana) è segnalato a 1′ dai battistrada. Il gruppetto di Rui Costa si trova a 2′. Pioggia sulla corsa.

14.48 Bravissimo Alesandro Tonelli (Bardiani CSF Faizanè) che è riuscito a sfruttare al meglio il tratto in discesa per riportarsi sulla testa della corsa. Quattro uomini al comando.

14.45 Dietro Alberto Rui Costa (UAE Team Emirates), Louis Meintjes (NTT) e Daniel Navarro (Israel Start Up Nation) si sono riportati su Davide Ballerini (Deceuninck-Quick Step), Davide Gabburo (Androni Sidermec) e Kobe Goosens (Lotto Soudal).

14.40 Carretero passa per primo al GPM di Forca di Gualdo.

14.37 Anche Jan Tratnik è stato ripreso dal gruppo della maglia azzurra Michael Woods.

14.36 Marco Canola e Daniel Navarro sono stati ripresi dal gruppo dei big.

14.35 Ricapitoliamo la situazione in corsa:

Michael Matthews, Mathias Frank e Hector Carretero al comando
Alessandro Tonelli a 15″
Manuele Boaro e Kobe Goosens a 27″
Più indietro Davide Ballerini e Davide Gabburo
Gruppo a 2’35”

14.30 Scatto dello spagnolo Daniel Navarro (Israel Start Up Nation) in testa al gruppo dei big.

14.27 Bravissimo Michael Matthews che si è appena riportato sui battistrada Frank e Carretero. Dietro Tonelli sta cercando di avanzare per riprenderli.

14.26 Davide Ballerini, Marco Canola e Jan Tratnik si staccano dal gruppetto dei fuggitivi.

14.23 Da segnalare la caduta, senza gravi conseguenze, di Imerio Cima (Gazprom Rusvelo).

14.20 Gruppo tirato dall’Alpecin Fenix.

14.17 Mathias Frank ed Hector Carretero hanno preso un certo margine di vantaggio sugli altri attaccanti.

14.15 I fuggitivi sono sul GPM di Forca di Gualdo (10,4 km con una pendenza media del 7.7%).

14.12 Ecco l’intervista pretappa al leader della corsa Michael Woods:

14.05 Sempre gli uomini della EF Pro Cycling in testa al gruppo.

14.00 Media dopo la terza ora di corsa: 42.9 Km/h.

13:55 Netto cambio di andatura intanto nel gruppo maglia azzurra, con l’Education First che ha messo cinque uomini davanti a fare un forcing ed ha allungato rapidamente il gruppo.

13:51 Riesce a rientrare agevolmente l’azzurro, quando mancano 75 chilometri alla conclusione.

13:48 Foratura per Davide Ballerini in testa! L’uomo della Deceuninck, che monta freni a disco, ha perso più del dovuto nell’operazione di cambio ruota. Vediamo se riuscirà a rientrare.

13:44 Rammentiamo a chi ci segue che, tra gli uomini all’attacco, il più “pericoloso” in classifica generale è lo svizzero Mathias Frank, che si trova a 4’04” da Woods.

13:40 Vantaggio che si è ora stabilizzato sui 3’30”. Fase abbastanza bloccata della corsa.

13:36 Louis Meintjes che potrebbe risultare uno dei possibili outsiders per il finale odierno. Ecco le dichiarazioni dello scalatore sudafricano della NTT Cycling ad inizio tappa.

13.32 Meteo che fino ad ora è stato abbastanza clemente con i corridori. Le condizioni meteorologiche sembrano pressochè ottimali.

13:27 Pressing del gruppo che è ulteriormente diminuito da quando si è staccato Bouchard. Margine ora di 3’30” da amministrare per i dieci al comando mentre il transalpino è stato ormai riassorbito nella carovana.

13:23 Da vedere quale sarà il ruolo di Manuele Boaro quest’oggi. L’azzurro si è infilato nella fuga giornaliera e potrebbe fungere da supporto ad un eventuale tentativo di Vlasov o Fuglsang.

13:19 Viene segnalato intanto che, dopo essere stato a lungo maglia azzurra virtuale con 55″ di vantaggio su Woods, Bouchard si è rialzato e ha perso contatto con gli uomini al comando.

13:15 Mentre i fuggitivi entrano ufficialmente negli ultimi 100 km di corsa, giungono i dati ufficiali sulla seconda ora di gara, percorsa ad una media di 45.712 km/h.

13:11 Team Bahrain-McLaren che anche oggi è riuscito a piazzare un uomo nella fuga di giornata. Vediamo quale sarà la loro strategia per il finale di tappa.

13:07 Margine che intanto è tornato ad aumentare, con l’Education First di Woods che ha alzato un po’ il piede in questo tratto di pianura. Gap di 2’35”.

13:03 Carovana che si trova in questo frangente a 60 chilometri dal primo GPM di giornata, a Forca di Gualdo.

12:59 Prima ora di corsa che intanto, stando alle informazioni di Radio Corsa, è stata affrontata a quasi 50 chilometri orari di media.

12:55 C’è sempre l’Education First del leader della generale Mike Woods intanto a fare l’andatura in gruppo.

12:51 Cliente pericolosissimo per tutti i suoi compagni di fuga l’australiano Michael Matthews, sicuramente il corridore più adatto, con Davide Ballerini, a colpire su un finale come quello odierno.

12:47 Bora Hansgrohe che, dopo aver tenuto la maglia per due tappe sulle spalle del teutonico Pascal Ackermann, sogna di reimpossessarsene già quest’oggi, tramite le gesta del polacco Rafa Majka.

12:43 Il francese Bouchard sembra l’unico uomo al comando in grado di dar noie alla maglia azzurra Woods, che lo precede di 1’40” in classifica generale. Più attardati invece tutti gli altri attaccanti, che non rappresentano in alcun modo una minaccia.

12:39 Da segnalare la confortante presenza nel drappello all’attacco del giovane Samuele Battistella, una delle promesse con più potenzialità dell’intero ciclismo azzurro.

12:35 Ecco intanto le splendide immagini dei corridori in fuga che stanno transitando nella zona delle cascate.

12:31 Gruppo che continua a non fidarsi troppo della fuga. Il distacco resta immobile sul 1’30.

12.27 A 134 km dall’arrivo il vantaggio dei fuggitivi è di 1’34”.

12.20 Finalmente vanno via in undici: M. Frank (ALM), G. Bouchard (ALM), D. Gabburo (ANS), M. Boaro (AST), J. Tratnik (TBM), A. Tonelli (BCF), D. Ballerini (DQT), M. Canola (GAZ), K. Goossens (LTS), S. Battistella (NTT), M. Matthews (SUN). Il gruppo si rialza: 1’10” il ritardo del plotone.

12.12 Si avvantaggiano ora Bouchard, Tratnik, Frankiny, Goossens e Carretero: gruppo a 16″.

12.05 Prima ora di gara, percorsi 48.9 km, siamo a 145.1 dall’arrivo. Gruppo ancora compatto.

11.55 Superati i 40 km di gara, plotone compatto a San Gemini.

11.50 Si torna a salire: ritmo elevato in gruppo, nessuno riesce ad andare in fuga.

11.44 Annullato questo tentativo di fuga: gruppo compatto dopo 30 km.

11.40 Prova ad avvantaggiarsi un gruppo di cinque uomini: Vergaerde, Gabburo, Ballerini, Velasco e Roux con 15″ sul plotone.

11.33 Dopo oltre 23 km, il gruppo risulta essere ancora compatto.

11.30 Finito il primo tratto in salita, fatica ad andare via la fuga di giornata, gruppo ancora compatto.

11.25 Il gruppo resta compatto, mancano 178 km al traguardo.

11.21 Vengono comunicate le mancate partenze di Umberto Orsini della Bardiani e di Edward Dunbar della Ineos.

11.17 Percorsi 10 km, gruppo compatto a Narni.

11.12 Gruppo ancora compatto dopo i primi km di corsa.

11.04 Dato il via alla gara: il gruppo parte da Terni.

11.00 In corso il trasferimento, lungo 5 km, dalla partenza fittizia al km 0.

10.50 Se le prime due frazioni sono state appannaggio dei velocisti e, in particolare, di Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe), ieri Michael Woods (EF Pro Cycling) ha fatto la differenza sul durissimo strappo di Poggio Murella e si è così impossessato della maglia azzurra: in classifica generale ha 5” di margine su Rafal Majka (Bora-Hansgrohe) e 30” sui vari Geraint Thomas (Ineos), Jakob Fuglsang (Astana) e Simon Yates (Mitchelton-Scott). Ancora più indietro Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo): lo Squalo dello Stretto insegue a 43” e oggi proverà a riscattarsi.

10.40 La prima parte del tracciato è composta da ondulazioni e falsopiani che tendono a salire, sebbene non vengano toccate vette alte. Superato Castelsantangelo sul Nera, la tappa comincerà a farsi davvero impegnativa: si scalerà per prima la Forca di Gualdo (10,4 km con una pendenza media del 7.7%), poi ci sarà l’ascesa al Rifugio Perugia (sul quale si tocca il massimo punto d’altezza di questa Tirreno-Adriatico, 1521 metri) e, dopo la discesa fino a Norcia, bisognerà affrontare la salita di Ospedaletto (7 km al 6.2%), dal cui scollinamento mancheranno circa quindici chilometri al traguardo, da percorrere tutti in discesa.

10.30 Buongiorno a tutti e benvenuti alla diretta live della quarta tappa della Tirreno-Adriatico 2020. La frazione odierna sarà costituita dai 194 chilometri che collegano Terni e Cascia: un percorso che dunque si articolerà interamente in Umbria e che presenterà ai corridori le prime vere montagne della corsa.

Il programma della tappa odierna (10 settembre)   –   La classifica generale

Buongiorno a tutti e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quarta tappa della Tirreno-Adriatico 2020. La frazione odierna sarà costituita dai 194 chilometri che collegano Terni e Cascia: un percorso che dunque si articolerà interamente in Umbria e che presenterà ai corridori le prime vere montagne della corsa.

La prima parte del tracciato è composta da ondulazioni e falsopiani che tendono a salire, sebbene non vengano toccate vette alte. Superato Castelsantangelo sul Nera, la tappa comincerà a farsi davvero impegnativa: si scalerà per prima la Forca di Gualdo (10,4 km con una pendenza media del 7.7%), poi ci sarà l’ascesa al Rifugio Perugia (sul quale si tocca il massimo punto d’altezza di questa Tirreno-Adriatico, 1521 metri) e, dopo la discesa fino a Norcia, bisognerà affrontare la salita di Ospedaletto (7 km al 6.2%), dal cui scollinamento mancheranno circa quindici chilometri al traguardo, da percorrere tutti in discesa. Se le prime due frazioni sono state appannaggio dei velocisti e, in particolare, di Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe), ieri Michael Woods (EF Pro Cycling) ha fatto la differenza sul durissimo strappo di Poggio Murella e si è così impossessato della maglia azzurra: in classifica generale ha 5” di margine su Rafal Majka (Bora-Hansgrohe) e 30” sui vari Geraint Thomas (Ineos), Jakob Fuglsang (Astana) e Simon Yates (Mitchelton-Scott). Ancora più indietro Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo): lo Squalo dello Stretto insegue a 43” e oggi proverà a riscattarsi.

La quarta tappa della Tirreno-Adriatico 2020 scatterà alle ore 11.00. OA Sport vi offrirà la DIRETTA LIVE testuale integrale, per non perdervi neanche un secondo della Corsa dei due mari. Buon divertimento!

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top