Seguici su

Ciclismo

Tour de France 2020: Marc Hirschi vince da fenomeno a Sarran, Roglic sempre leader

Pubblicato

il

Secondo a Nizza, terzo a Larus, finalmente arriva la vittoria. Marc Hirschi agguanta il primo successo in carriera al Tour de France: è esploso definitivamente un fenomeno alla Grande Boucle. L’elvetico sfrutta il lavoro della squadra e poi si mette in proprio: arrivo in solitaria per l’ex campione del mondo under 23 sul traguardo di Sarran, posto 218 chilometri dopo la partenza di Chauvigny. Nessun problema per la Maglia Gialla di Primoz Roglic.

Giornata adatta alle fughe e infatti tanta tensione nella prima ora. Sono riusciti ad andare via quattro uomini in prima battuta, due tedeschi e due spagnoli: Imanol Erviti (Movistar), Max Walscheid (NTT), Luis Leon Sanchez (Astana) e Nils Politt (Israel Start-Up Nation). Il gruppo però non si è rialzato e all’inseguimento si sono portati Mathieu Burgaudeau (Total Direct Energie) e Kasper Asgreen (Deceuninck – Quick Step), che in un secondo momento sono riusciti a riportarsi sul quartetto. Nel plotone principale a dettare l’andatura è stata la Bora-hansgrohe, che non ha lasciato troppo spazio: al massimo 3′ per gli attaccanti.

La corsa è andata ad infiammarsi sulla Côte de la Croix du Pey: raggiunti i fuggitivi, con Asgreen ultimo ad arrendersi. Sono iniziati gli scatti nel gruppo: a dar spettacolo la Sunweb che ha attaccato addirittura con tre uomini. A scollinare davanti un drappello di sei corridori: Marc Hirschi, Soren Kragh Andersen e Tiesj Benoot, Maximilian Schachmann della Bora, Marc Soler della Movistar e Quentin Pacher della B&B Hotels-Vital Concept. Nel successivo GPM, Suc au May, Hirschi è andato via in solitaria, mentre dal gruppo si è mosso Julian Alaphilippe. 

Stupenda l’azione di Hirschi che ha staccato tutti, continuando a guadagnare anche in discesa, con delle curve gestite alla perfezione. L’elvetico nel finale è andato a incrementare il margine sul gruppo inseguitore che si è ricompattato: per lui trionfo solitaria a braccia alzate. Alle sue spalle Pierre Rolland (B&B Hotels-Vital Concept), poi un altro Sunweb, Kragh Andersen.

Il gruppo dei migliori è giunto senza patemi a 2’30”.

LA CLASSIFICA GENERALE DEL TOUR DE FRANCE

[sc name=”banner-article”]

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *