Show Player

Pagelle Inter-Milan 4-2, i voti del derby: Vecino spacca la partita, Ibrahimovic super, ma non basta



LE PAGELLE DI INTER-MILAN 4-2

INTER

Padelli: 4,5 Uscita totalmente sbagliata sul goal che porta in vantaggio il Milan, sul raddoppio rossonero si lascia passare tra le mani il colpo di testa di Ibrahimovic.

Godin: 5,5 La catena di destra dell’Inter stasera funziona, bruciato da Ibrahimovic sul primo goal, sul secondo tiene in gioco lo svedese. Dà una volta di più a vedere di non trovarsi a proprio agio sulla nella difesa a 3 di Conte.

Loading...
Loading...

De Vrij: 7 Al 70′ fa un capolavoro di testa e permette all’Inter di completare la rimonta del secondo tempo. Serata da eroe del derby per il difensore olandese.

Skriniar: 6 Tiene bene la posizione e libera due volte l’area, ma sul secondo goal si perde Ibrahimovic che colpisce di testa indisturbato. Nel complesso la prova è sufficiente per lo slovacco.

Candreva: 5,5 Corsa continua sulla destra, ma è troppo impreciso sui traversoni, da rivedere in fase difensiva.

Dall’80’ Moses: 6,5 Effettua l’assist per il goal che scrive la parola fine sul derby.

Vecino: 7 Trova il goal del pareggio che carica la San Siro nerazzurra, cresce in maniera esponenziale nel secondo tempo. Spacca la partita con delle progressioni impressionanti, da trascinatore.

Brozovic: 7 Riporta in partita l’Inter con un euro-goal di sinistro da fuori area al 51′. A centrocampo è la solita certezza.

Barella: 6,5 Dà il suo contributo, con la sua solita grinta, ammonito per proteste al 55′. E’ un motorino inesauribile, cresce alla distanza e nella ripresa è ovunque. Insostituibile.

Young: 6 Prova senza sbavature per il neo-arrivato, ormai è già una pedina fissa dell’undici di Conte. Garantisce esperienza, sa sempre cosa fare.

Sanchez: 6 Si sbraccia dal 1′ al 71′ (minuto della sua sostituzione) e si crea spazio tra le maglie dei difensori del Milan, con un’inserimento al 53′ taglia fuori Conti e Kjaer ed effettua l’assist per il goal del pareggio di Vecino.

Dal 71′ Eriksen: 6,5  Colpisce una traversa con una punizione dai 35 metri che rischia di far venire giù San Siro. Il suo impatto a partita in corso è rilevante. Grandissima personalità per il danese.

Lukaku: 7 Non pervenuto fino al 25′ quando con uno strappo manda in porta Vecino, nel secondo tempo fa reparto da solo e scrive la parola ‘fine’ sul match in pieno recupero.

Conte: 7 L’Inter del primo tempo non è nemmeno una lontana parente di quella vista nel secondo, negli spogliatoi deve aver fatto qualcosa di importante. E’ una partita che può cambiare l’inerzia del Campionato.

I GOL DI INTER-MILAN

LA CRONACA DEL DERBY

MILAN

Donnarumma: 6 Chiude bene la porta all’11’ in uscita, salva su Vecino al 25′. Sul primo e sul terzo gol è incolpevole, sul secondo non è posizionato benissimo.

Conti: 5 Si perde Sanchez sul goal del pareggio dell’Inter che cambia completamente la partita. Non spinge come dovrebbe e sbaglia quasi tutti i cross.

Kjaer: 6 Meglio nel primo tempo, nel secondo perde di sicurezza andando in difficoltà su Sanchez, salva su Lukaku al 70′.

Romagnoli: 6,5 Con il progressivo calare del compagno di reparto prende in mano la leadership della difesa.

Theo Hernandez: 6,5 Spinge come al solito sulla sinistra, in fase difensiva sembra coprire meglio del solito.

Castillejo: 6 Spinge molto sulla corsia di sua competenza ma non riesce ad essere incisivo, a poco meno di dieci minuti dal termine Pioli lo sacrifica per Leao. Cala fisicamente alla distanza.

Dal 79′ Rafael Leao: senza voto. Non ha tempo per incidere.

Kessiè: 5,5 Meglio nel primo tempo rispetto alla ripresa dove si vede poco e male e si fa ammonire, sostituito da Pioli.

Dall’81’ Paquetà: 6 Dai suoi piedi nasce il cross che porta Ibrahimovic a sfiorare il 3-3.

Bennacer: 5,5 Si vede sempre di meno con il passare dei minuti. Regia troppo blanda in mediana, anche se ordinata.

Rebic: 6,5 Quando si accende è sempre pericoloso, nel posto giusto al momento giusto per approfittare dell’errore di Padelli e portare avanti il Milan. Scompare però nella ripresa.

Dall’84’ Bonaventura: senza voto. 

Calhanoglu: 7 colpisce un palo con un rasoterra velenoso al 9′, oggi sembra essere particolarmente ispirato. Anche lui, come quasi tutti i compagni, si spegne nella seconda frazione.

Ibrahimovic: 7 Sovrasta Godin ed effettua la sponda per il goal di Rebic, raddoppia di testa sul finale di tempo grazie anche ad un Padelli imperfetto. A 38 anni fa ancora la differenza, da vero fenomeno. Leader carismatico del Milan, sfiora anche il pari nel finale con un palo clamoroso. Imprescindibile.

Pioli: 6,5 Milan ordinato, con le idee chiare, ben posizionato tatticamente. Primo tempo dominato, nella ripresa gli episodi hanno girato la partita.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top