Show Player

Ciclismo, la formazione e la rosa 2020 della Deceuninck-Quick Step: Alaphilippe sempre più capitano. L’Italia sogna con Ballerini e Cattaneo



Eccoci tornati all’appuntamento con la presentazione delle squadre che andranno a comporre il World Tour 2020. Quest’oggi parleremo della formazione numero uno al mondo, che in questa stagione ha ottenuto la bellezza di sessantotto vittorie, e stiamo parlando del Wolfpack, o meglio, della Deceuninck-Quick Step del patron Patrick Lefevere e del direttore sportivo italiano Davide Bramati. Un’altra stagione sul tetto del mondo per i belgi di blu vestiti, che hanno letteralmente dominato ogni tipo di corsa da gennaio a ottobre, trascorrendo l’ennesima annata contro tutto e tutti. La squadra più forte e più solida del panorama ciclistico mondiale, capace di rendersi protagonista su qualsiasi tipi di tracciato. In breve sintesi, in questo 2019, hanno conquistato, tra i risultati più significativi, sei classiche, tre tappe al Tour de France, cinque alla Vuelta a España, sei titoli nazionali, e due europei.

Le gioie più grandi sono arrivate, senza ombra di dubbio, da parte della nuova stella dello sport francese, Julian Alaphilippe. Con dodici vittorie, il Moschettiere, è anche stato premiato con il Velo d’Or, trofeo riservato al più forte corridore della stagione; anche se a livello del ranking si è piazzato sul secondo gradino del podio, battuto soltanto da Primoz Roglic. Ma passando oltre, Julian ha prima conquistato, parlando dei sigilli più significativi, la Freccia Vallone, poi la Strade Bianche, successivamente la Milano-Sanremo, per poi presentarsi al Tour de France, vincere due tappe e passare la bellezza di quattordici giorni in maglia gialla. Il sogno di conquistare la Grande Boucle è svanito a tre tappe dalla fine, ma tutto quello che ha fatto in tre settimane, e il quinto posto finale, hanno regalato una certezza assoluta ai francesi e alla Deceuninck: Alaphilippe può tentare di vincere una grande corsa a tappe; chissà, magari già dal 2020.

Loading...
Loading...

Passiamo poi alle volate, con undici vittorie per il campione europeo Elia Viviani, che però cambierà casacca per passare in Cofidis, sette per l’olandese Fabio Jakobsen, un vero osso duro, e altre sette per il giovane colombiano Alvaro Hodeg; che si è rivelato un piccolo e degno sostituto di Gaviria. Molto simili tra di loro a livello di caratteristiche sono invece Bob Jungels, con quattro vittorie, il giovane astro nascente del ciclismo belga Remco Evenpoel, andato a segno cinque volte tra cui in occasione del campionato europeo a cronometro e vicecampione mondiale di questa specialità; e infine il connazionale Philippe Gilbert, dominatore della Parigi-Roubaix al suo ultimo anno in Deceuninck, visto che nel 2020 farà ritorno alla Lotto Soudal.

Nel 2020 ci saranno diversi cambiamenti in squadra, perché oltre alla partenza di Viviani e Gilbert, c’è stata anche quella di Maximiliano Richeze, che seguirà Fernando Gaviria in UAE Team Emirates, Eros Capecchi, pronto a spalleggiare Mikel Landa in Bahrain McLaren, Enric Mas, futuro capitano per i grandi giri in Movistar dopo una stagione non al top, Davide Martinelli che passerà all’Astana, e Fabio Sabatini che supporterà Viviani nelle volate in Cofidis.

Ma ci saranno anche tanti arrivi interessanti, soprattutto a livello italiano con Davide Ballerini, che affronterà una stagione improntata sulle classiche dove verrà puntare in alto, Mattia Cattaneo, lo scalatore e attaccante perfetto per le grandi corse a tappe, e il giovane Andrea Bagioli per gli sprint. E quando si parla di volate, ecco il nuovo sostituto di Elia Viviani: Sam Bennett, uno dei velocisti più forti al mondo. Ma troviamo anche i belgi Bert Van Lerberghe, Stijn Steels, Jannik Steimle e Mauri Vansevenant. Infine il neozelandese Shane Archbold, lo statunitense Ian Garrison, e il portoghese Joao Almeida.

ROSA 2020 Deceuninck-Quick Step

    • ALAPHILIPPE Julian (Francia)
    • ALMEIDA João (Portogallo)
    • ASGREEN Kasper (Danimarca)
    • BAGIOLI Andrea (Italia)
    • BALLERINI Davide (Italia)
    • CATTANEO Mattia (Italia)
    • CAVAGNA Rémi (Francia)
    • DECLERCQ Tim (Belgio)
    • DEVENYNS Dries (Belgio)
    • EVENEPOEL Remco (Belgio)
    • GARRISON Ian (Stati Uniti)
    • HODEG Álvaro José (Colombia)
    • HONORÉ Mikkel Frølich (Danimarca)
    • JAKOBSEN Fabio (Paesi Bassi)
    • JUNGELS Bob (Lussemburgo)
    • KEISSE Iljo (Belgio)
    • KNOX James (Gran Bretagna)
    • LAMPAERT Yves (Belgio)
    • MØRKØV Michael (Danimarca)
    • SÉNÉCHAL Florian (Francia)
    • SERRY Pieter (Belgio)
    • STEELS Stijn (Belgio)
    • STEIMLE Jannik (Germania)
    • ŠTYBAR Zdeněk (Repubblica Ceca)
    • VAN LERBERGHE Bert (Belgio)
    • VANSEVENANT Mauri (Belgio)

NELLE PUNTATE PRECEDENTI…

Prima puntata: Ciclismo, la formazione e la rosa 2020 dell’AG2R La Mondiale: dal capitano Bardet alle rivelazioni Vendrame, Peters e Cosnefroy

Seconda puntata: Ciclismo, la formazione e la rosa 2020 dell’Astana: Fuglsang, Lopez e Lutsenko per continuare a puntare in alto

Terza puntata: Ciclismo, la formazione e la rosa 2020 della Bahrain-McLaren: Landa il nuovo capitano per i grandi giri con Poels, Cavendish per il riscatto in volata

Quarta puntata: Ciclismo, la formazione e la rosa 2020 della Bora-Hansgrohe: confermati Sagan e Ackermann per le volate, Buchmann la nuova stella per i grandi giri

Quinta puntata: Ciclismo, la formazione e la rosa 2020 del CCC Team: Trentin e Van Avermaet le due punte per le classiche. Masnada per crescere nei grandi giri

Sesta puntata: Ciclismo, la formazione e la rosa 2020 della Cofidis: Elia Viviani il faro con rotta sul Tour de France



Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter 

@lisa_guadagnini

Foto: Monsalve/Shutterstock.com

Loading...

Lascia un commento

scroll to top