Show Player

LIVE Vuelta a España 2019, Ibi-Alicante in DIRETTA: Bennett domina la volata! Roche mantiene la maglia rossa



CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE DELLA TERZA TAPPA

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Loading...
Loading...

GLI HIGHLIGHTS DELLA TAPPA ODIERNA

PRIMOZ ROGLIC E LA SUA TENACIA, LO SLOVENO SFRUTTA OGNI OCCASIONE

LE PAROLE DI NICHOLAS ROCHE

SAM BENNETT, IL VELOCISTA DI RIFERIMENTO DELLA VUELTA

L’ANALISI SUI VELOCISTI ITALIANI

LE PAGELLE DELLA TAPPA ODIERNA

LA CRONACA DELLA TERZA TAPPA DELLA VUELTA

LA CLASSIFICA GENERALE DOPO LA TERZA TAPPA

LA CLASSIFICA DEI FAVORITI

TUTTE LE CLASSIFICHE DOPO LA TERZA TAPPA

SAM BENNETT: ” DEVO RINGRAZIARE LA SQUADRA”

Grazie per averci seguito, restate su OA Sport per tutti gli approfondimenti sulla Vuelta a España.

17.25 Questa la top 10 della terza tappa della Vuelta a España 2019.

17.22 Non cambia quindi la classifica generale nelle prime posizioni, con Nicolas Roche che mantiene la maglia rossa.

17.21 VINCE BENNETT!!! Vittoria nettissima dell’irlandese della Bora-Hansgrohe, che parte ai 100 metri e domina la volata, battendo Theuns e Mezgec.

17.20 Ultimo chilometro! Si organizzano i treni per lo sprint.

17.18 Si entra negli ultimi tre chilometri, quindi scatta la neutralizzazione in caso di cadute o incidenti meccanici.

17.16 -5 km, gruppo in lunga fila indiana, ora anche le squadre dei velocisti iniziano ad organizzzarsi.

17.12 8 km al traguardo, c’è grande tensione in gruppo, velocità molto elevata.

17.08 La Jumbo-Visma si mette a fare il forcing in testa al gruppo, vista la presenza del vento.

17.04 15 km al traguardo, orami fuori dai giochi Gaviria, che è ad 1′ di ritardo.

17.02 Sprint tra i big per guadagnare secondi al traguardo volante di Bussot, vince Higuita e si prende 3″.

16.59 In questo tratto in salita fatica però il colombiano, che ha ancora 40″ da recuperare.

16.55 Si è fermato anche Marcato ad aiutare Gaviria, che è entrato nella scia delle ammiraglie.

16.53 Ora i corridori affronteranno un breve strappo per raggiungere il traguardo volante di Bussot.

16.48 Jakobsen è rientrato in gruppo, mentre Gaviria ha 50″ di ritardo con solo Henao al suo fianco.

16.43 Viene segnalata a 30″ la seconda parte del gruppo.

16.39 Ripreso anche Guerreiro.

16.36 Madrazo ha preso i punti al GPM e si è rialzato, ora al comando c’è Ruben Guerreiro (Katusha-Alpecin).

16.35 Attenzione! In difficoltà Fernando Gaviria (UAE Team Emirates) e Fabio Jakobsen (Deceuninck-Quick Step), due tra i grandi favoriti odierni.

16.33 Nulla da fare, tentativo già annullato e vengono ripresi anche Diego Rubio (Burgos-BH) e Hector Saez (Euskadi-Murias). Resta al comando quindi solo Angel Madrazo.

16.31 I cinque attaccanti sono: Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Marc Soler (Movistar), Damien Howson (Mitchelton-Scott), Sepp Kuss e Neilson Powless (Jumbo-Visma).

16.28 Allungo in salita da parte di cinque uomini che stanno andando a riprendere i tre fuggitivi di giornata.

16.26 Probabilmente il gruppo cercherà di mantenere questo vantaggio che pare ottimale. Mancano ancora diversi chilometri all’arrivo, non vale la pena tornare troppo a ridosso dei fuggitivi.

16.21 La situazione in gruppo:

16.16 Ricordiamo i nomi dei tre battistrada: Angel Madrazo, Diego Rubio (Burgos-BH) e Hector Saez (Euskadi-Murias).

16.11 Siamo a 50 km dal traguardo e i tre fuggitivi Madrazo, Rubio e Saez hanno solamente 1’30” di vantaggio: il gruppo li ha nel mirino.

16.08 Questa sarà la sesta volta che una tappa della Vuelta termina ad Alicante. La prima volta risale al 1936 con la vittoria di Mariano Cañardo. L’ultima volta nel 1994 con l’italiano Simone Biasci, dominatore di un intenso duello contro Antonio Miguel Díaz.

16.03 Il distacco sta nuovamente scendendo in maniera significativa, con i tre attaccanti ridotti a 2’10”.

15.58 Questi sono i passaggi al GPM di Puerto de Biar (cat 3, km 116)
1. Ángel Madrazo (Burgos-BH), 3 pts
2. Héctor Sáez (Euskadi-Murias), 2 pts
3. Diego Rubio (Burgos BH), 1 pt

15.54 Torna ad alzarsi il ritmo in gruppo, con le squadre dei velocisti che non demordono.

15.49 I tre battistrada sono intanto riusciti a recuperare terreno dopo il GPM, con un vantaggio ora di 3’15”.

15.44 Tim Declercq (Deceuninck-Quick Step), Pawel Poljanski (Bora-Hansgrohe) e Oliverio Troia (Emirati Arabi Uniti) hanno svolto un lavoro formidabile in testa al gruppo. Se Fabio Jakobsen, Sam Bennett o Fernando Gaviria vinceranno la tappa, sapranno chi ringraziare.

15.40 Siamo ai piedi del GPM di Puerto de Biar.

15.36 Grande controllo anche da parte del Team Movistar di Nairo Quintana e Alejandro Valverde:

15.31 Grande forcing da parte della Deceuninck-Quick Step e UAE Team Emirates che si sono portate a soli 2’20” dai fuggitivi.

15.27 Attenzione alla presenza di un forte vento che spira da sud e che potrebbe creare problemi in gruppo.

15.22 Grande collaborazione fra i tre fuggitivi della tappa odierna:

15.18 Briefing pregara sul pullman della Jumbo-Visma:

15.15 La situazione in corsa:

15.12 Quasi 4′ di vantaggio per i tre battistrada quando mancano 91 km al traguardo.

15.09 42,3 km/h è la media dopo due ore di gara.

15.06 Il vantaggio di Madrazo, Rubio e Saez sembra essersi stabilizzato.

15.02 Di sicuro sono rimasti coinvolti nella caduta Luka Mezgec (Mitchelton-Scott), Wilco Kelderman (Team Sunweb) e Dani Navarro (Katusha-Alpecin).

14.58 Nel mentre i battistrada sono riusciti a recuperare qualche secondo di vantaggio.

14.54 Attualmente non si conoscono i loro nomi e non vi sono ulteriori informazioni in merito a quanto accaduto.

14.50 Caduta in gruppo!!! Coinvolti corridori della Sunweb, Euskadi-Murias e Katusha-Alpecin.

14.46 Il Team Sunweb e il leader della classifica generale Nicholas Roche in testa al gruppo:

14.42 Ottima tattica da parte delle squadre dei velocisti nel tenere i tre battistrada ad un distanza più che rassicurante.

14.38 Nel mentre ricordiamo l’altimetria di questa terza tappa della Vuelta a España 2019:

14.34 Scende nuovamente il vantaggio di Angel Madrazo, Diego Rubio (Burgos-BH) e Hector Saez (Euskadi-Murias), che adesso hanno un margine di 3’50”.

14.31 BORA-Hansgrohe, Deceuninck-Quick-Step, UAE Team Emirates e Team Sunweb sono ora in testa a tirare il gruppo.

14.28 Prosegue la rimonta del gruppo, 4’18” di margine per il terzetto spagnolo. Fondamentale non rientrare troppo presto per dare opportunità di nuovi attacchi da lontano, specialmente sulle due salite di terza categoria.

14.27 ARRIVA LA BORA! La formazione del principale favorito Sam Bennett si aggiunge alle altre in testa al gruppo e il vantaggio degli attaccanti scende rapidamente a 4’46” dopo 60 km!

14.24 Le parole di Eros Capecchi prima della partenza sembrano delineare in maniera chiara le gerarchie in casa Deceuninck-QuickStep: “Fabio Jakobsen è in grado di battere qualsiasi avversario in un arrivo in volata”.

14.20 La UAE Emirates si è portata al comando. La formazione di Fabio Aru lavorerà naturalmente per il colombiano Fernando Gaviria in vista della probabile volata di Alicante.

14.17 Le squadre dei velocisti cominciano ad organizzarsi per condurre l’inseguimento e il margine del terzetto spagnolo scende a 5’46”.

14.14 Il margine di Angel Madrazo, Diego Rubio (Burgos BH) e Hector Saez (Euskadi-Murias) rimane stabile intorno ai 6’10” quando anche il gruppo principale ha completato 50 km in questa terza tappa.

14.10 Le parole di Nicolas Roche prima della partenza da Ibi. L’irlandese si è preso la Maglia Rossa grazie al secondo posto sul traguardo di Calpe.

14.06 Piccolo problema meccanico per Nairo Quintana (Movistar), già rientrato nel gruppo principale dopo una breve sosta.

14.02 La media oraria tenuta dai fuggitivi nella prima ora di corsa è di 45.9 km/h, diverse però le sezioni in discesa lungo il percorso.

14.00 Giornata per il momento di assoluta tranquillità per gli uomini di classifica e per Fabio Aru (UAE Emirates).

13.57 Per la prima volta dall’inizio della tappa, il gruppo guadagna sugli attaccanti: il distacco scende a 6’12” grazie al contributo della Deceuninck-QuickStep che in volata può contare sul giovane olandese Fabio Jakobsen e sull’argentino Maximiliano Richeze.

13.54 Ecco la prima immagine degli attaccanti di giornata.

13.50 La situazione sembra essersi al momento stabilizzata con il terzetto composto dagli spagnoli Angel Madrazo, Diego Rubio (Burgos BH) e Hector Saez (Euskadi-Murias) in fuga con un vantaggio di 6’20” sul gruppo. Le squadre dei velocisti sono in pieno controllo della situazione.

13.46 Sunweb e Deceuninck-QuickStep sono le due formazioni impegnate in questo momento in testa al gruppo principale, con l’arrivo della formazione belga l’andatura potrebbe cominciare ad aumentare.

13.43 “Difficile immagine cosa possa accadere nella tappa di oggi dopo quanto visto nella giornata di ieri”, l’opinione di Joaquim Purito Rodríguez, ex corridore iberico capace di vincere nove tappe alla Vuelta e anche due volte il Giro di Lombardia.

13.39 Il margine del terzetto iberico all’attacco arriva a 6’00” dopo quasi 30 km.

13.36 Foratura anche per Steven Kruijswijk (Jumbo-Visma), rientrato immediatamente in gruppo complice l’andatura decisamente tranquilla.

13.32 Aumenta ulteriormente il margine degli attaccanti: 5’42” per Madrazo, Rubio e Saez.

13.30 Non è certamente un caso che le uniche due formazioni rappresentate in fuga siano Burgos BH e Euskadi-Murias, entrambe invitate dagli organizzatori attraverso le wild card e alla ricerca di visibilità in tappe di questo genere.

13.27 Cielo prevalentemente sereno con qualche nuvola e temperatura intorno ai 27° le condizioni atmosferiche in questa terza frazione.

13.23 Dopo 20 km il vantaggio dei fuggitivi sembra essersi stabilizzato intorno ai 4’15”, mentre Saez è rientrato prontamente sulla testa della corsa.

13.20 Seconda giornata all’attacco per Angel Madrazo (Burgos BH), il cui obiettivo è guadagnare altri punti nella classifica degli scalatori passando per primo sulle due salite di terza categoria in programma: Puerto de Biar (2.7 km al 4.8%) e Puerto de Tibi (6.7 km al 4.1%).

13.16 Foratura in testa per Hector Saez! Lo spagnolo verrà sicuramente atteso dai compagni di fuga vista l’andatura decisamente tranquilla del gruppo in questa prima parte della terza tappa della Vuelta a España 2019.

13.14 Lotto Soudal e Sunweb si sono portate al comando del gruppo principale mentre il vantaggio degli attaccanti ha raggiunto 4’00” dopo 10 km.

13.12 Nairo Quintana (Movistar) indossa la maglia verde della classifica a punti per la prima volta in carriera grazie al successo nella giornata di ieri.

13.08 Il vantaggio del terzetto spagnolo formato da Angel Madrazo, Diego Rubio (Burgos BH) e Hector Saez (Euskadi-Murias) prende il largo e porta il proprio margine sugli inseguitori a 2’55”.

13.05 Nel frattempo qualche altra immagine poco prima della partenza, con gli uomini di classifica nelle prime posizioni del gruppo.

13.03 Il gruppo sembra subito concedere spazio al loro tentativo, una fuga composta da tre corridori non preoccupa le formazioni dei velocisti che avranno tutto il tempo per organizzare l’inseguimento nella seconda metà del percorso.

13.00 Angel Madrazo e Diego Rubio (Burgos BH) attaccano immediatamente seguiti da Hector Saez (Euskadi-Murias), 23” di margine per il terzetto spagnolo.

12.56 Subito un problema meccanico per lo spagnolo Óscar Cabedo Cardá (Burgos BH).

12.54 PARTITA LA TERZA TAPPA DELLA VUELTA A ESPANA 2019!

12.52 Tra le fila della BORA-hansgrohe anche Davide Formolo, campione italiano in linea 2019. Ecco alcune immagini della formazione tedesca prima della partenza delle terza tappa.

12.48 Sede di partenza di una tappa alla Vuelta per la prima volta nella storia, Ibi è anche la città natale di Ruben Plaza, vincitore in carriera anche di una tappa al Tour de France nel 2015 e ancora in attività con la maglia della Israel Cycling Academy nonostante 39 anni.

12.45 Il corridore italiano dotato del migliore spunto veloce presente è Enrico Battaglin (Katusha-Alpecin), ma difficilmente il vicentino potrà dire la propria in un arrivo a ranghi compatti al cospetto di specialisti di primo piano.

12.42 Il gruppo ha lasciato il villaggio di partenza per affrontare un lungo tratto di trasferimento (6.2 km) sino alla partenza ufficiale che dovrebbe avvenire tra poco più di una decina di minuti. Staremo a vedere se cominceranno subito gli attacchi per dare vita alla fuga di giornata.

12.39 Arriva il primo ritiro della Vuelta a España 2019. Il francese Mikael Delage (Groupama-FDJ) non prenderà il via a causa di una forte influenza.

12.36 Nel caso di un arrivo in volata il principale favorito è l’irlandese Sam Bennett (BORA-hansgrohe), ma anche il colombiano Fernando Gaviria (UAE Emirates), il tedesco John Degenkolb (Trek Segafredo) e lo sloveno Luka Mezgec (Mitchelton-Scott) hanno tutte le carte in regola per puntare al successo.

12.33 Lo scenario più probabile è quello di una fuga abbastanza ridotta, tenuta sotto controllo dalle squadre dei favoriti per il successo di giornata in modo da potersi giocare il successo in volata. Le salite di Puerto de Biar (2.7 km al 4.8%) e Puerto de Tibi (6.7 km al 4.1%) nella seconda parte non sembrano avere le pendenze necessarie per fare selezione.

12.30 La maglia verde della classifica a punti sarà sulle spalle di Nairo Quintana (Movistar), mentre in testa alla classifica della maglia a pois si trova lo spagnolo Angel Madrazo Ruiz (Burgos BH), che indossa anche il numero rosso di corridore più combattivo della tappa di ieri.

12.26 La situazione in classifica generale vede momentaneamente al comando l’irlandese Nicolas Roche (Sunweb) che ha strappato il simbolo del primato al colombiano Miguel Angel Lopez (Astana) nella seconda frazione.

12.24 La partenza è in programma alle 12.40 mentre l’arrivo è previsto intorno alle 17.30. La città di Ibi è nota in tutto il mondo per la propria produzione di giocattoli, mentre Alicante è una delle località marittime più celebri della costa iberica affacciata sul Mar Mediterraneo.

12.20 Si riparte dopo quanto accaduto nella seconda appassionante frazione, con la vittoria di Nairo Quintana (Movistar) e con l’attacco di Fabio Aru (UAE Emirates), splendida risposta alla sfortunata caduta della prima giornata. La tappa odierna dovrebbe essere abbastanza tranquilla per gli uomini di classifica.

12.18 Nella terza giornata il gruppo si sposterà da Ibi ad Alicante per un totale di 188 km, con un tracciato che presenta un paio di asperità altimetriche nella seconda parte ma che non dovrebbe fare particolare selezione nel plotone principale.

12.15 Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della terza tappa della Vuelta a España 2019, la prima vera opportunità per le ruote veloci dopo la cronometro a squadre inaugurale e il percorso movimentato e appassionante della seconda frazione.

Percorso, altimetria e favoriti della terza tappaLa cronaca della vittoria di Nairo Quintana nella seconda frazioneLe pagelle della seconda tappaLa classifica generale della Vuelta a España 2019L’attacco di Fabio Aru dopo la caduta e le speranze dell’italiano

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE testuale della terza tappa della Vuelta a España 2019, prima opportunità per gli specialisti delle volate in programma nelle tre settimane della corsa iberica. Dopo lo spettacolare successo di Nairo Quintana (Movistar) nella seconda frazione, e la brillante risposta di Fabio Aru (UAE Emirates) dopo la sfortunata caduta nella cronometro a squadre inaugurale, si annuncia una giornata di relativa tranquillità per gli uomini di classifica. Il percorso da Ibi ad Alicante (188 km) lascia infatti presagire un arrivo in volata, anche se la presenza di un paio di salite nella seconda metà del tracciato, Puerto de Biar (2.7 km al 4.8%) e Puerto de Tibi (6.7 km al 4.1%), potrebbe riservare qualche sorpresa.

Il principale favorito è sicuramente l’irlandese Sam Bennett (BORA-hansgrohe), reduce da tre vittorie consecutive nelle prime tre tappe del BinckBank Tour. L’avversario più accreditato è senza dubbio il colombiano Fernando Gaviria (UAE Emirates), apparentemente però non al meglio della condizione. Nel caso in cui le asperità altimetriche dovessero fare più selezione del previsto, da tenere in grande considerazione anche il tedesco John Degenkolb (Trek-Segafredo), lo sloveno Luka Mezgec (Mitchelton-Scott), il norvegese Edvald Boasson Hagen (Dimension Data) e il francese Marc Sarreu (Groupama-FDJ). Le principali speranze italiane saranno riposte nella coppia formata da Enrico Battaglin (Katusha-Alpecin) e Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo), entrambi costretti però ad inventarsi qualcosa per anticipare la volata considerate le caratteristiche piuttosto lontane da quelle degli specialisti.

La terza tappa della Vuelta a España 2019 prenderà il via alle ore 12.40 da Ibi e si concluderà intorno alle 17.30 ad Alicante. Seguite la frazione attraverso la DIRETTA LIVE testuale di OA Sport, con aggiornamenti in tempo reale per non perdere davvero nulla. Buon divertimento! (Foto: FiledIMAGE Shutterstock.com)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Loading...

Lascia un commento

scroll to top