Ginnastica, Mondiali 2015 – Tutti gli obiettivi dell’Italia: conta solo l’Olimpiade, ma…

12167780_10208118839957873_2085564926_n.jpg

L’Italia è pronta per scendere in pedana ai Mondiali 2015 di ginnastica artistica, in programma a Glasgow (Gran Bretagna) dal 23 ottobre al 1° novembre. Analizziamo quali sono gli obiettivi della nostra Nazionale.

 

C’è solo un obiettivo: la qualificazione diretta alle Olimpiadi 2016. Conta esclusivamente quel dannato pass, da strappare con le unghie e con i denti, racimolando ogni singolo decimo necessario per la missione Rio.

L’Italia femminile non può e non vuole ripetere l’incubo di Tokyo 2011 (nono posto e qualificazione sfumata per un soffio) quando le azzurre furono costrette a disputare il Test Event per regalarsi la partecipazione a Londra 2012. Tra l’altro, complice il Carnevale carioca, il ripescaggio si disputerà nella primavera 2016, tre mesi prima dei Giochi Olimpici: trovare due picchi di forma sarà tutto tranne che semplice.

Dunque le ragazze di Enrico Casella devono provare a sbrigare la pratica subito a Glasgow. Servirà entrare tra le migliori otto squadre e, tolti i tre colossi (USA, Cina e Russia), si apre la battaglia.

 

Si gareggerà sul formato 6-5-4, quello che misura la profondità del movimento e che potrebbe mettere in difficoltà alcune Nazionali. Purtroppo non ci presentiamo in ottime condizioni: l’assenza di Martina Rizzelli, i problemi al tendine d’Achille di Vanessa Ferrari, la frattura da stress alle tibie di Erika Fasana. L’Italia dovrà fare il suo, sbagliare il meno possibile e a quel punto il più sarà fatto.

La Novara Cup ci ha restituito un gruppo confortante che può tranquillamente adempiere alla missione. Un po’ di lucidità e di pulizia, ma soprattutto tanto calma, per prenotare subito l’aereo per la vera Rio (non quella del Test Event). Potremmo e dovremmo conservare un corpo libero di squadra sontuoso (a Nanning il secondo al Mondo dopo gli USA), pagheremo sicuramente al volteggio (mancano tanti dty) e alle parallele (nostro attrezzo più problematico), la trave si dovrebbe confermare buon fortino di squadra.

 

Le avversarie si conoscono molto bene. La Gran Bretagna delle sorelle Downie e di Fragapane gareggerà in casa e ne trarrà sicuro beneficio, la Romania di Iordache e Bulimar sulla carta è superiore ma le seconde linee potrebbero tradire, il Giappone promette bene al pari della Germania di Seitz, Scheder e Schaefer. Non trascuriamo l’Australia molto compatta a livello di squadra e il Canada di Black/Onyshko. Insomma gli equilibri sono quelli che ben conosciamo ma le squadre sono davvero racchiuse in un fazzoletto e parlerà poi il campo.

A Nanning 2014 le azzurre conquistarono un quinto posto nel turno di qualificazione, replicato poi in finale (secondo miglior piazzamento della storia contemporanea). Ripetere quella performance sarebbe qualcosa di davvero straordinario: arrivate poi eventualmente in finale (ed  l’unica cosa che conta), sfruttando il format 3+3 e senza pressione, ci potremmo eventualmente divertire.

L’ultima qualificazione diretta alle Olimpiadi risale al 2007: Vanessa Ferrari e compagne, Campionesse d’Europa a Volos 2006, conquistarono il quarto posto (miglior risultato della storia contemporanea) e il pass per Pechino.

 

Conta solo la gara a squadre, tutto quello che salterà fuori a livello individuale sarà un di più ben gradito. Carlotta Ferlito può puntare alla finale alla trave, Erika Fasana e Vanessa Ferrari (pur in non perfette condizioni fisiche) non sono da dimenticare al corpo libero e saranno sempre temibili per le dirette rivali. Nel concorso generale vedremo quali saranno le ragazze che si esibiranno su tutti gli attrezzi (sulla carta Ferlito): lì entrare in finale è semplice e si assisterà da vicino all’incoronazione della Reginetta dell’artistica.

 

Al maschile ci presentiamo con meno velleità. La squadra dovrà almeno ottenere un posto tra il nono e il sedicesimo per guadagnarsi quantomeno il diritto di partecipare al Test Event, poi ne riparleremo in primavera dove verranno assegnati gli ultimi quattro pass di squadra per Rio 2016.

Agguantare la Finale sembra alquanto complicato per gli azzurri, considerando soprattutto il livello elevatissimo di chi ci precede nelle gerarchie della Polvere di Magnesio.

Matteo Morandi si è dovuto operare al menisco, Alberto Busnari è rimasto a casa insieme a Enrico Pozzo, ci si presenta con una formazione giovane e costruita pensando ai vari incastri. Staremo a vedere cosa riusciranno a fare Cingolani e compagni.

A livello individuale Ludovico Edalli proverà ad agguantare l’atto conclusivo del concorso generale proprio come a Nanning. Poi se arriveranno altri regali di finale accoglieremo con immenso piacere.

 

Articoli correlati:

Mondiali 2015 – Programma, orari, tv e streaming: spettacolo a Glasgow

Mondiali 2015 – FOTO: la mascotte di Glasgow. Impazza il toto nome

Mondiali 2015 – FOTO: le medaglie di Glasgow 2015!

 

Mondiali 2015 – Aumenta il montepremi! Quanto guadagnano le ginnaste?

Mondiali 2015 – Tutto il regolamento: come si arriva in finale (e si vince)

Mondiali 2015 – Come ci si qualifica alle Olimpiadi? Tutto il regolamento a caccia di Rio

Mondiali 2015 – Tutte le suddivisioni e gli ordini di rotazione: ci si giocano le Olimpiadi

 

Mondiali 2015 – Tutte le partecipanti: quasi 300 atlete, spettacolo a Glasgow

Mondiali 2015 – Quante stelle a Glasgow: da Biles a Ferrari, da Iordache a Shunsong (prima parte)

Mondiali 2015 – Quante stelle a Glasgow: da Douglas a Fasana, da Raisman a Chusovitina (seconda parte)

Mondiali 2015 – Quante stelle a Glasgow: da Skinner al trio russo, da Ferlito alle british (terza parte)

Mondiali 2015 – Tutte le grandi assenti: da Mustafina a Ponor, Jinnan e i crociati

 

Mondiali 2015 – Preview Gara a Squadre: USA favoriti, chi volerà alle Olimpiadi? Obiettivo Italia…

Mondiali 2015 – Preview All-Around: Biles per la leggenda del tris, Iordache e Gabby a caccia

Mondiali 2015 – Preview Volteggio: chi vincerà? Biles contro Hong, show Produnova?

Mondiali 2015 – Preview Parallele: Cina contro Kocian, Komova per il miracolo, Downie per i 7000

Mondiali 2015 – Preview Trave: equilibrio sovrano. Biles favorita, Iordache per far pace

Mondiali 2015 – Preview Corpo Libero: Biles imbattibile, Iordache/Douglas, l’Italia spera

 

Mondiali 2015 – Italia, buon viaggio! Le 7 azzurre verso Glasgow, sognando Rio

Mondiali 2015 – Tutti gli obiettivi dell’Italia: conta solo l’Olimpiade, ma…

Mondiali 2015 – Italia, le azzurre ai raggi X: un gruppo per sognare le Olimpiadi

Mondiali 2015 – FOTO: Italia in partenza. Le 7 azzurre all’aeroporto per Glasgow

Mondiali 2015 – Italia sbarcata a Glasgow: il primo simpatico contatto scozzese

Lascia un commento

Top