Ginnastica, Mondiali 2015 – Italia, le azzurre ai raggi X: un gruppo per sognare le Olimpiadi

IMG_0140.jpg

L’Italia è carica per i Mondiali 2015 di ginnastica artistica, in programma a Glasgow (Gran Bretagna) dal 23 ottobre al 1° novembre.

Le azzurre scenderanno in pedana venerdì 23, alle ore 19.45 italiane, per il turno di qualificazione che mette in palio i pass per le Olimpiadi 2016: è l’unica cosa che conta. Enrico Casella deve ancora rendere nota la formazione titolare che salirà sui quattro attrezzi: la riserva, tra le 7 ragazze che ieri hanno assaggiato l’SSE Hydro durante la prova podio, sarà svelata a ridosso della gara.

Conosciamo meglio le nostre ginnaste, analizzandole ai raggi X. Prima una carta d’identità con dati essenziali, migliori risultati, precedenti ai Mondiali e una presentazione con obiettivi e analisi dello stato di forma.

 

ERIKA FASANA:

Luogo e data di nascita: Como, 17 febbraio 1996

Società: Centro Sportivo Esercito Italiano (società civile: Brixia Brescia)

Ai Mondiali: 1 volta (2014)

Miglior risultato ai Mondiali: Finalista al corpo libero e all-around nel 2014; quinta con la squadra nel 2014

Miglior risultato in carriera: oltre ai già citati, bronzo con la squadra agli Europei 2012, finalista con la squadra alle Olimpiadi 2012 quarto posto all-around e corpo libero agli Europei 2015, terzo posto in American Cup 2015

Body azzurri nel 2015: Europei di Montpellier, Trofeo di Jesolo, Novara Cup

Body azzurri più importanti: Olimpiadi 2012, Mondiali 2014

Attrezzi preferiti: corpo libero, volteggio

 

La frattura da stress alle tibie ci consegna una Fasana purtroppo non al top della forma, costretta anche a saltare la trave. Il suo contributo per la squadra però è fondamentale: parte da un corpo libero dove è atteso lo Tsukahara avvitato e dove potrebbe dire la sua anche in termini individuali (è reduce dalla finale di Nanning), passa da un cruciale doppio avvitamento al volteggio che assume un’importanza capitale per le dinamiche di squadra dopo il crac di Rizzelli e termina con delle parallele incrementate in maniera importante durante l’anno.

La stagione è stata positiva per l’olimpica di Londra, partita già in pieno inverno con uno storico terzo posto all’American Cup (la tappa più prestigiosa di Coppa del Mondo alle spalle di Biles e Skinner) e proseguita con degli ottimi Europei dove le medaglie sono sfuggite per un soffio.

 

CARLOTTA FERLITO:

Luogo e data di nascita: Catania, 15 febbraio 1995

Società: Centro Sportivo Esercito Italiano (società civile: Gal Lissone)

Ai Mondiali: 2 volte (2011, 2013)

Miglior risultato ai Mondiali: finalista alla trave nel 2013, nona con la squadra nel 2011

Miglior risultato in carriera: oltre ai già citati, argento alla trave agli Europei 2011, bronzo con la squadra agli Europei 2012, finalista con la squadra e all-around alle Olimpiadi 2012

Body azzurri nel 2015: Europei di Montpellier, Trofeo di Jesolo, Novara Cup

Body azzurri più importanti: Olimpiadi 2012, Mondiali 2011-2013

Attrezzi preferiti: trave

 

Ritorna ai Mondiali dopo la forzata assenza del 2014 ed è tra le azzurre più in forma del momento. Fondamentale la sua trave che è la migliore della nostra Nazionale (può puntare anche un importante traguardo individuale) e che sarà uno dei 16 punteggi più importanti che dovranno trascinare l’Italia alle Olimpiadi 2016.

Ha lavorato molto, soprattutto nell’ultimo periodo, e infatti si sono visti i frutti alla Novara Cup. L’avvitamento e mezzo al volteggio è un tassello importante per la squadra come un buon corpo libero e si è molto sacrificata anche alle poco amate parallele per dare il proprio contributo alla trave.

Due anni fa fu protagonista della tanto discussa finale alla trave, quattro anni fa sfiorò la qualificazione alle Olimpiadi ma a Glasgow si spera che si riesca a compiere la missione.

 

VANESSA FERRARI:

Luogo e data di nascita: Orzinuovi (Brescia), 10 novembre 1990

Società: Centro Sportivo Esercito Italiano (società civile: Brixia Brescia)

Ai Mondiali: 6 volte (2006, 2007, 2010, 2011, 2013, 2014)

Miglior risultato ai Mondiali: Campionessa del Mondo all-around 2006; bronzo al corpo libero e alle parallele nel 2006; bronzo all-around nel 2007; quarta con la squadra e qualificazione olimpica nel 2007; argento al corpo libero nel 2014

Miglior risultato in carriera: oltre ai già citati, Campionessa d’Europa all-around 2007 e Campionessa d’Europa a squadra 2006, Campionessa d’Europa al corpo libero 2007 e 2014, quarto posto al corpo libero e finalista con la squadra alle Olimpiadi 2012

Body azzurri nel 2015: Europei di Montpellier, American Cup, Novara Cup

Body azzurri più importanti: Olimpiadi 2008 e 2012; Mondiali 2006-2007, Mondiali 2010-2011, Mondiali 2013-2014

Attrezzo preferito: corpo libero

 

Che fatica con quel tendine d’Achille! Vanessa, nei giorni del nono anniversario del suo trionfo iridato, non sta attraversando il miglior momento della carriera e il dolore fisico si è fatto sentire anche in prova podio.

Nostra imprescindibile capitana, da cui sono sempre dipese le nostre più belle soddisfazioni, ha dovuto affrontare una stagione da incubo caratterizzata prima dalla mononucleosi e poi dai fastidi importanti al tendine (fortunatamente non quello già operato) che le hanno impedito di figurare in maniera consona al suo talento (solo un piazzamento all’American Cup e degli Europei complessi).

Certo il suo corpo libero è sempre eccellente anche se semplificato, al volteggio non ha mai eseguito il doppio avvitamento nel 2015, sugli staggi ha lavorato bene. Questo sarebbe il suo settimo Mondiale, una carriera infinita, nel novero delle più lunghe di tutto il circuito: ha conquistato la qualificazione olimpica nel 2007 (Italia quarta, migliori risultato nella storia contemporanea) e l’ha sfiorata nel 2011, proverà a guidare la sua Nazionale al 2 su 3.

 

ENUS MARIANI:

Luogo e data di nascita: Cantù (Como), 23 marzo 1998

Società: Pro Lissone

Ai Mondiali: debutto assoluto

Miglior risultato in carriera: Campionessa d’Europa all-around juniores 2012

Body azzurri nel 2015: Novara Cup

Body azzurri più importanti: prima convocazione da senior in una rassegna di prima fascia

Attrezzo preferito: parallele asimmetriche

 

Dopo una rincorsa infinita, dopo due anni durissimi, finalmente il primo agognato Mondiale della carriera. La 17enne sarà la numero 1 alle parallele dove è dotata del miglior esercizio (nonostante la cancellazione del giro iniziale), performance cruciale sull’attrezzo meno congeniale alla nostra Nazionale. La brianzola sarà importante anche alla trave dove è molto precisa.

La stagione, funestata dal ko di Milano che le ha impedito di volare agli Europei, si è ripresa in maniera importante durante il duro lavoro estivo che ha portato ai buoni risultati delle ultime uscite. La Campionessa d’Europa juniores 2012 torna nel circuito che conta.

 

ELISA MENEGHINI:

Luogo e data di nascita: Como, 24 luglio 1997

Società: Gal Lissone

Ai Mondiali: debutto assoluto (2014 da riserva)

Miglior risultato in carriera: Campionessa Italiana Assoluta 2014, finalista alla trave agli Europei 2013, bronzo a trave e argento a squadre agli Europei juniores 2012

Body azzurri nel 2015: Trofeo di Jesolo, Novara Cup

Body azzurri più importanti: Mondiali 2014, Europei 2013-2014

Attrezzo preferito: trave

 

Primo Mondiale da titolare per la comasca dopo la spedizione da riserva a Nanning causa infortunio dell’ultimo minuto. La stagione è stata in crescendo, iniziata in maniera difficile e poi recuperata nelle uscite prima della rassegna iridata.

La trave ha faticato a entrare ma, filata dall’inizio alla fine, è davvero eccellente e altra base importante per il nostro punteggio di squadra, proprio come il suo avvitamento e mezzo al volteggio senza dimenticare l’esercizio al quadrato che può fare la differenza nelle serrate dinamiche della battaglia olimpica.

 

LARA MORI:

Luogo e data di nascita: Montevarchi (Arezzo), 26 luglio 1998

Società: Ginnastica Giglio Montevarchi

Ai Mondiali: 2014

Miglior risultato ai Mondiali: finalista con la squadra nel 2014

Miglior risultato in carriera: oltre ai già citati, argento con la squadra agli Europei juniores 2012

Body azzurri nel 2015: Novara Cup

Body azzurri più importanti: Mondiali 2014

Attrezzi preferiti: trave e corpo libero

 

Gigante a Nanning dove, partita da riserva, condusse due turni di gara sbalorditivi, i migliori della propria carriera che proprio lì fece una svolta decisiva. È a Nanning che la toscana ha aumentato il livello dei propri esercizi e lo ha dimostrato anche nell’avvio della stagione, prima dell’infortunio di Firenze che non le ha però impedito di recuperare velocemente e di ritornare in piena corsa per un body azzurro.

 

TEA UGRIN:

Luogo e data di nascita: Trieste, 12 giugno 1998

Società: Artistica 81 Trieste

Ai Mondiali: debutto assoluto

Miglior risultato in carriera: Campionessa Italiana Assoluta all-around 2013 e 2015, finalista alle parallele agli European Games 2015, argento con la squadra agli Europei juniores 2012

Body azzurri nel 2015: Giochi Olimpici Europei, Trofeo di Jesolo, Novara Cup

Body azzurri più importanti: Giochi Olimpici Europei 2015

Attrezzo preferito: parallele asimmetriche, corpo libero

 

Un mese fa si è laureata Campionessa d’Italia replicando il risultato di due anni fa, ma alla gara successiva ha steccato. La giuliana fatica a trovare continuità e proprio questo è il suo grande tallone d’Achille. Non ha mai disputato un Mondiale, questo è il suo primo vero anno tra le grande che le ha già permesso di vestire il body azzurro agli importanti European Games dove la medaglia alle parallele era davvero alla portata di mano. Staggi e quadrato i suoi punti di forza.

 

Articoli correlati:

Mondiali 2015 – Programma, orari, tv e streaming: spettacolo a Glasgow

Mondiali 2015 – FOTO: la mascotte di Glasgow. Impazza il toto nome

Mondiali 2015 – FOTO: le medaglie di Glasgow 2015!

 

Mondiali 2015 – Aumenta il montepremi! Quanto guadagnano le ginnaste?

Mondiali 2015 – Tutto il regolamento: come si arriva in finale (e si vince)

Mondiali 2015 – Come ci si qualifica alle Olimpiadi? Tutto il regolamento a caccia di Rio

Mondiali 2015 – Tutte le suddivisioni e gli ordini di rotazione: ci si giocano le Olimpiadi

 

Mondiali 2015 – Tutte le partecipanti: quasi 300 atlete, spettacolo a Glasgow

Mondiali 2015 – Quante stelle a Glasgow: da Biles a Ferrari, da Iordache a Shunsong (prima parte)

Mondiali 2015 – Quante stelle a Glasgow: da Douglas a Fasana, da Raisman a Chusovitina (seconda parte)

Mondiali 2015 – Quante stelle a Glasgow: da Skinner al trio russo, da Ferlito alle british (terza parte)

Mondiali 2015 – Tutte le grandi assenti: da Mustafina a Ponor, Jinnan e i crociati

 

Mondiali 2015 – Preview Gara a Squadre: USA favoriti, chi volerà alle Olimpiadi? Obiettivo Italia…

Mondiali 2015 – Preview All-Around: Biles per la leggenda del tris, Iordache e Gabby a caccia

Mondiali 2015 – Preview Volteggio: chi vincerà? Biles contro Hong, show Produnova?

Mondiali 2015 – Preview Parallele: Cina contro Kocian, Komova per il miracolo, Downie per i 7000

Mondiali 2015 – Preview Trave: equilibrio sovrano. Biles favorita, Iordache per far pace

Mondiali 2015 – Preview Corpo Libero: Biles imbattibile, Iordache/Douglas, l’Italia spera

 

Mondiali 2015 – Italia, buon viaggio! Le 7 azzurre verso Glasgow, sognando Rio

Mondiali 2015 – Italia, le azzurre ai raggi X: un gruppo per sognare le Olimpiadi

Mondiali 2015 – FOTO: Italia in partenza. Le 7 azzurre all’aeroporto per Glasgow

Mondiali 2015 – Italia sbarcata a Glasgow: il primo simpatico contatto scozzese

Lascia un commento

Top