Seguici su

Live Sport

LIVE Nuoto, Mondiali 2024 in DIRETTA: argento luccicante di Alessandro Miressi nei 100 stile! Alberto Razzetti bronzo nei 200 misti

Pubblicato

il

Alberto Razzetti

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

IL MEDAGLIERE DEI MONDIALI DI NUOTO

PROGRAMMA BATTERIE, SEMIFINALI E FINALI DEL 15 FEBBRAIO: GLI AZZURRI IN GARA

19.05. Per oggi è tutto, l’appuntamento è per domattina alle 7.30 per la sesta sessione di batterie. Grazie per averci seguito e buona serata

19.02: Discreta la prova di Chiara Tarantino che è uscita dalla finale dei 100 per un paio di decimi. Occasioni gettate al vento da Francesca Fangio che ha fallito l’ingresso nella finale dei 200 rana che si otteneva con tempi alla sua portata e da Lorenzo Mora, fuori addirittura in batteria nei 200 dorso, gara di cui è campione europeo in vasca corta

19.00: Podio bis per Alberto Razzetti che, in un 200 misto molto complicato, va a prendersi un bel bronzo all’indomani dell’argento nei 200 farfalla. Per il ligure non un tempo stratosferico ma va comunque bene così. la terza buona notizia di giornata è la qualificazione ai Giochi olimpici della 4×200 femminile che però ha ottenuto un riscontro cronometrico mediocre, non riuscendo a qualificarsi per la finale.

18.58: Ancora una giornata di ottimi risultati per l’Italia che porta a otto il bottino di medaglie conquistate al Mondiale di Doha quando mancano ancora 3 giornate e alcune gare che potrebbero vedere gli azzurri protagonisti. Alessandro Miressi conquista la sua prima medaglia iridata chiudendo al secondo posto i 100 stile libero. Italia che torna sul podio della gara più attesa a 17 anni dall’oro di Filippo Magnini a Montreal

18.57: Bagarre fino a metà gara, poi la Cina ha preso il sopravvento dopo la sparata di Wood per la Gran Bretagna a non ha lasciato spazio alle altre squadre. Le cinesi vincono in 7’47″28, secondo posto per la Gran Bretagna con 7’50″90, terza piazza per l’Australia con 7’51″41

18.56: E’ oro per la Cina con il crono di 7’47″28, argento per la Gran Bretagna, bronzo per l’Australia

18.55: Ai 700 Cina, Gbr, Australia

18.54: Ai 600 Cina, Gbr, Australia

18.53: Ai 500 Gbr, Australia, Cina

18.52: A metà gara Gbr, Australia, Nuova Zelanda

18.51: Ai 300 Australia, Nuova Zelanda, Brasile

18.50. Ai 200 Nuova Zelanda, Australia, Ungheria

18.49: Ai 100 Nuova Zelanda, Cina, Canada

18.47. Queste le protagoniste della finale della 4×200 stile libero:

1 AUS – Australia THROSSELL Brianna 10 FEB 1996 7:58.19
JACK Shayna 6 NOV 1998
HARKIN Abbey 6 MAY 1998
MELVERTON Kiah 5 NOV 1996
2 HUN – Hungary PADAR Nikolett 30 MAR 2006 7:57.46
ABRAHAM Lilla Minna 23 MAR 2006
MOLNAR Dora 29 JUN 2006
KESELY Ajna 10 SEP 2001
3 CAN – Canada SMITH Rebecca 14 MAR 2000 7:56.07
O’CROININ Emma 22 MAY 2003
ANGOVE Sienna 15 DEC 2006
RUCK Taylor 28 MAY 2000
4 CHN – People’s Republic of China AI Yanhan 7 FEB 2002 7:54.38
GONG Zhenqi 2 NOV 2009
LI Bingjie 3 MAR 2002
YANG Peiqi 10 MAY 2007
5 NZL – New Zealand FAIRWEATHER Erika 31 DEC 2003 7:54.97
TRANSOM Laticia-Leigh 10 APR 2001
THOMAS Eve 9 FEB 2001
DEANS Caitlin 5 DEC 1999
6 BRA – Brazil de OLIVEIRA da SILVA COSTA MF 5 SEP 2002 7:57.12
BALDUCCINI Stephanie 20 SEP 2004
RODRIGUES Aline 7 APR 1995
RONCATTO Gabrielle 19 JUL 1998
7 GBR – Great Britain COLBERT Freya Constance 8 MAR 2004 7:58.18
WOOD Abbie 2 MAR 1999
HOPE Lucy 30 JAN 1997
HARRIS Medi Eira 15 SEP 2002
8 NED – Netherlands de JONG Imani 28 MAY 2002 7:58.63
HOLKENBORG Silke 31 AUG 2001
STEENBERGEN Marrit 11 JAN 2000
van KOOTEN Janna 14 AUG 2004

18.46: Questi i finalisti dei 200 dorso uomini: Aikins, Gonzalez, Lee, Telegdy, Mityukov, Siskos, Westering, Coetze

18.44: Aikins vince la seconda semifinale con 1’56″32 e sarà in corsia 4, davanti a Leeo con 1’56″40 e a Telegdy con 1’56″65

18.43: Ai 100 Aikins, Coetze, Lee

18.39: Questi i protagonisti della seconda semifinale dei 200 dorso donne:

1 KATO Osamu JPN 8 MAY 1995 1:58.82
2 LEE Juho KOR 23 JAN 1995 1:58.29
3 TELEGDY Adam HUN 1 NOV 1995 1:58.07
4 SISKOS Apostolos GRE 24 JUN 2005 1:56.64
5 COETZE Pieter RSA 13 MAY 2004 1:57.90
6 GREENBANK Luke GBR 17 SEP 1997 1:58.23
7 AIKINS Jack USA 11 OCT 2002 1:58.50
8 DOMMANN Raben Severin CAN 9 FEB 2001 1:59.10

18.38: Il “cavallo pazzo” Gonzalez vince la prima semifinale con il crono di 1’56″38 davanti a Mityukov con 1’56″72 e Van Westering con 1’56″91

18.36: Ai 100 Mityukov, Martens, Van Westering

18.34: Questi i protagonista della prima semifinale dei 200 dorso uomini. Lorenzo Mora non si è qualificato e quindi non ci sono azzurri:

1 GONZALEZ Hugo ESP 19 FEB 1999 1:59.00
2 MARTENS Lukas GER 27 DEC 2001 1:58.45
3 MASIUK Ksawery POL 17 DEC 2004 1:58.20
4 van WESTERING Kai NED 11 OCT 2003 1:57.29
5 MITYUKOV Roman SUI 30 JUL 2000 1:58.03
6 WOODWARD Bradley AUS 5 JUL 1998 1:58.26
7 WILLIAMS Brodie Paul GBR 18 MAR 1999 1:58.72
8 SHORTT John IRL 7 FEB 2007 1:59.27

18.33: Queste le finaliste dei 200 rana donne: Schouten, Douglass, Pickrem, Zmushka, Mamie, Teterevkova, McSharry, Horska

18.32: E’ fuori dalla finale Francesca Fangio. Serviva un secondo in meno per entrare in finale, occasione enorme persa dalla toscana che ha sbagliato la gara e non mancheranno i rimpianti per questa prestqazione. Vince Schouten con 2’21″50 davanti a Douglass con 2’23″17, terza Mamie con 2’24″62

18.30: Ai 100 Schouten, Douglass, Mamie

18.27: Queste le protagoniste della seconda semifinale dei 200 rana:

1 BLAZEVIC Ana CRO 24 JUN 2003 2:27.51
2 HORSKA Kristyna CZE 30 SEP 1997 2:26.71
3 SCHOUTEN Tes NED 31 DEC 2000 2:25.90
4 DOUGLASS Kate USA 17 NOV 2001 2:24.15
5 TETEREVKOVA Kotryna LTU 23 JAN 2002 2:25.09
6 SILVA Gabrielle BRA 5 MAY 1999 2:26.28
7 MAMIE Lisa SUI 27 OCT 1998 2:27.42
8 KONTOGEORGOU Eleni GRE 9 JUL 2000 2:28.53

18.25: Tempo alto per Francesca Fangio, quarta con 2’26″39, peggio rispetto a questa mattina. Ha faticato anche nel finale l’azzurra. Vince Pickrem con 2’23″77, seconda Zmushka con 2’24″14, terza McSharry con 2’25″13

18.24: Ai 100 Zmushka, Pickrem, Sim, Fangio quinta

18.21. C’è ancora Italia in vasca. Francesca Fangio punta alla finale dei 200 rana. L’azzurra è al via della prima semifinale dei 200 rana, queste le protagoniste:

1 MOON Sua KOR 22 NOV 2008 2:27.53
2 SIM En Yi Letitia SGP 3 MAR 2003 2:27.08
3 FANGIO Francesca ITA 17 AUG 1995 2:26.01
4 Mc SHARRY Mona IRL 21 AUG 2000 2:24.82
5 PICKREM Sydney CAN 21 MAY 1997 2:25.18
6 ZMUSHKA Alina NIA 5 JAN 1997 2:26.31
7 PINEDA Nayara ESP 30 JAN 2008 2:27.45
8 RODRIGUEZ VILLANUE MEX 13 SEP 1994 2:28.90

18.15: Le dichiarazioni di Razzetti a caldo: “Sono contento, non era scontata la medaglia. Era una gara difficile, ero più rilassato rispetto a ieri. Ho cercato di dare il massimo. Non ho il dorso che avevo a Riccione a novembre ma non sempre la forma è uguale. Sto meglio di come pensavo”

18.10: Splendida gara di Alberto Razzetti che era rimasto un po’ indietro nella prima metà di gara, ha recuperato nella rana come da schema di gara, poi ha chiuso fortissimo lasciandosi alle spalle non uno qualsiasi, Duncan Scott, tanto per fare un nome. Oro per il Canada con Knox con 1’56″64, argento per lo statunitense Foster con 1’56″97, razzetti terzo con 1’57″42

18.08: BRONZOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO RAZZETTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII! CHE GARA DELL’AZZURRO CHE VA A PRENDERSI UN TERZO POSTO DI ALTISSIMO SPESSORE!

18.08: Ai 150 Foster, Casas, Knox, Razzetti quinto

18.08: Ai 100 Foster, Casa, Knox

18.07: Ai 50 Casa, Knox, Foster

18.07: Atleti sui blocchi

18.04: Questi i protagonisti della finale dei 200 misti:

1 CLAREBURT Lewis NZL 4 JUL 1999 1:58.59
2 RAZZETTI Alberto ITA 2 JUN 1999 1:58.21
3 SCOTT Duncan GBR 6 MAY 1997 1:57.83
4 FOSTER Carson USA 26 OCT 2001 1:57.13
5 CASAS Shaine USA 25 DEC 1999 1:57.62
6 SETO Daiya JPN 24 MAY 1994 1:57.85
7 KNOX Finlay CAN 8 JAN 2001 1:58.50
8 ZHANG Zhanshuo CHN 14 MAY 2007 1:58.98

18.03: Altra gara attesissima, la prossima, in casa Italia! Alberto Razzetti ci prova in un 200 misto complicato ma dove nessuno sembra poter dominare la gara. L’azzurro dovrà superare con meno danni possibili i primi 100, poi scatenarsi nella seconda parte, a caccia di un podio

17.58: Questi i finalisti dei 200 rana uomini: Foster, Dong, Corbeau, Mattsson, Hiroshima, Fink, Persson,. Kamminga

17.56: Foster, che fra poco affronterà Razzetti nei 400 misti, vince la seconda semifinale dei 200 con 2’08″78, resistendo alla rimonta furibonda del cinese Dong che chiude in 2’09″16, terzi Mattsson e Hiroshima in 2’09″43

17.54: Ai 100 Foster, Mattsson, Hiroshima

17.51: Questi i protagonisti della seconda semifinale dei 200 rana:

1 DERGOUSOFF James CAN 28 OCT 1996 2:12.34
2 FOSTER Jake USA 6 SEP 2000 2:11.27
3 PERSSON Erik SWE 12 JAN 1994 2:10.94
4 MATTSSON Matti FIN 5 OCT 1993 2:09.15
5 HIROSHIMA Ikuru JPN 2 AUG 2002 2:10.73
6 DONG Zhihao CHN 31 MAR 2005 2:11.13
7 CHILLINGWORTH Adam John HKG 23 SEP 1997 2:11.98
8 de LARA OJEDA Miguel Alejandro MEX 9 AUG 1994 2:12.50

17.49: L’olandese Corbeau vince la prima semifinale con 2’09″34, precedendo lo statunitense Fink con 2’09″87, terzo Kamminga in 2’10″30

17.48: Ai 100 Corbeau, Kamminga, Fink

17.44: E’ il momento tra poco delle due semifinali dei 200 rana uomini. Non ci sono azzurri al via, ma tra poco ci sarà ancora Italia. Questi i protagonisti della prima semifinale:

1 LEE Sanghoon KOR 28 APR 2000 2:12.43
2 OVCHINNIKOV Maksym UKR 18 MAY 2003 2:11.55
3 FINK Nic USA 3 JUL 1993 2:11.00
4 EPITROPOV Lyubomir BUL 27 APR 1999 2:10.57
5 CORBEAU Caspar NED 3 APR 2001 2:10.85
6 KAMMINGA Arno NED 22 OCT 1995 2:11.22
7 PETRASHOV Denis KGZ 1 FEB 2000 2:12.23
8 COLL MARTI Carles ESP 15 OCT 2001 2:12.72

17.41: Doppietta per la statunitense Claire Curzan che vince anche i 50 dorso con 27″43, sopravanzando la australiana Anderson con 27″45 e terza la canadese Wilm con 27″61, poi Cox, Drakou, Piskorska. Stesso podio dei 100

17.33: Stanno entrando le protagoniste della terza finale di giornata, i 50 dorso donne. Queste le protagoniste:

1 HANSSON Louise SWE 24 NOV 1996 28.13
2 DRAKOU Theodora GRE 6 FEB 1992 28.00
3 CURZAN Claire USA 30 JUN 2004 27.65
4 ANDERSON Iona AUS 3 OCT 2005 27.51
5 COX Lauren GBR 27 NOV 2001 27.55
6 WILM Ingrid CAN 8 JUN 1998 27.68
7 PISKORSKA Adela POL 16 NOV 2003 28.06
8 TOUSSAINT Kira NED 22 MAY 1994 28.13

17.30: “Sono felicissimo, è la mia prima al Mondiale. Sono molto contento, guardando il tempo non sono soddisfatto ma siamo a febbraio. Sempre sotto il 48″, vuol dire che sto bene, ho visto che Pan non riusciva a scappare, ho cercato di salire in progressione, bravo lui nel finale” Le prime dichiarazioni di Miressi

17.27: Miressi era davanti ai 75, poi l’accelerazione finale di Pan è stata micidiale. Miressi ora vale questo ed è riuscito a fare il meglio possibile. E’ la prima medaglia iridata per Miressi in carriera a livello individuale

17.26: Non è stato il Pan esplosivo del primo giorno dei Mondiali, non ha avuto la vasca di andata devastante della staffetta e dunque c’è stata partita con Pan che è riuscito ad avere la meglio con 47″53 e Miressi che ha chiuso al secondo posto con 47″72, terzo posto per l’ungherese Nemeth con 47″78, poi Richards e Hwang

17.25: ARGENTOOOOOOOOOOOOOOOOO MIRESSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!! A UN SOFFIO DALL’ORO L’AZZURRO CHE RIPORTA L’ITALIA SUL PODIO DEI 100 STILE 17 ANNI DOPO MAGNINI

17.24: Ai 50 Pan, Nemeth, King, Miressi

17.22. CI SIAMO! E’ il momento della finale dei 100 stile libero uomini con Alessandro Miressi. Questi i protagonisti:

1 KING Matt USA 19 FEB 2002 48.17
2 BARNA Andrej SRB 6 MAR 1998 48.05
3 HWANG Sunwoo KOR 21 MAY 2003 47.93
4 PAN Zhanle CHN 4 AUG 2004 47.73
5 MIRESSI Alessandro ITA 2 OCT 1998 47.88
6 NEMETH Nandor HUN 19 NOV 1999 47.96
7 WANG Haoyu CHN 27 JUL 2005 48.11
8 RICHARDS Matthew GBR 17 DEC 2002 48.22

17.21: Queste le finaliste dei 100 stile libero donne: Steenbergen, Haughey, Hopkin, Jack, Douglass, Seemanova, Fiedkiewicz, Balduccini

17.20: E’ fuori Chiara Tarantino dalla finale come atteso. Vince Haughey che è partita forte ed ha gestito nella vasca di ritorno, in 52″92, poi Jack con 53″16 e Douglass con 53″31

17.16: Queste le protagoniste della seconda semifinale dei 100 stile libero donne:

1 SANCHEZ Kayla PHI 7 APR 2001 54.88
2 FIEDKIEWICZ Kornelia POL 5 AUG 2001 54.58
3 DOUGLASS Kate USA 17 NOV 2001 54.12
4 JACK Shayna AUS 6 NOV 1998 53.50
5 HAUGHEY Siobhan Bernadette HKG 31 OCT 1997 53.70
6 ANTONIOU Kalia CYP 6 APR 2000 54.49
7 COLEMAN Michelle SWE 31 OCT 1993 54.72
8 DAZA GARCIA Maria ESP 28 AUG 2007 55.34

17.15: Chiara Tarantino con 54″51 è quinta e farà fatica a qualificarsi per la finale ma è piaciuto il suo atteggiamento, seppur non con la condizione migliore possibile. Vince Steenbergen con 52″53 davanti a Hopkin con 53″12 e Seemanova con 53″76

17.11: Tra poco Chiara Tarantino nella prima semifinale dei 100 stile libero. Queste le protagoniste:

1 BONNET Charlotte FRA 14 FEB 1995 55.12
2 IKEMOTO Nagisa JPN 25 AUG 2002 54.70
3 BALDUCCINI Stephanie BRA 20 SEP 2004 54.25
4 STEENBERGEN Marrit NED 11 JAN 2000 53.66
5 SEEMANOVA Barbora CZE 1 APR 2000 53.97
6 HOPKIN Anna GBR 24 APR 1996 54.49
7 TARANTINO Chiara ITA 14 AUG 2003 54.87
8 GALLAGHER Erin RSA 18 DEC 1998 55.36

17.07: Oro alla Gran Bretagna con Laura Stephens che è partita davanti ed ha chiuso forte in 2’07″35, argento per la danese Bach, un po’ deludente con 2’07″44, bronzo per la giovanissima bosniaca Pudar che si ritrova dopo la vittoria europea e chiude con 2’07″92, bruciando la statunitense Klinker, quarta

17.06: Ai 100 Stephens, Bach, Klinker

17.03: Queste le protagoniste della prima finale di oggi, i 200 farfalla donne:

1 PARK Sujin KOR 4 JUN 1999 2:09.22
2 MA Yonghui CHN 7 AUG 2006 2:08.73
3 STEPHENS Laura GBR 2 JUN 1999 2:07.97
4 BACH Helena Rosendahl DEN 12 JUN 2000 2:07.45
5 KLINKER Rachel USA 8 OCT 2000 2:07.70
6 KAPAS Boglarka HUN 22 APR 1993 2:08.48
7 SEBESTYEN Dalma HUN 23 JAN 1997 2:09.14
8 PUDAR Lana BIH 19 JAN 2006 2:09.42

17.01: Australia in corsia 1 e Usa fuori dalla finale: questa situazione spiega bene il valore della 4×200 stile libero donne, una gara dove può accadere qualsiasi cosa. Non c’è l’Italia che si consola con la qualificazione ai Giochi Olimpici

16.59: manca solo Lorenzo Mora nelle semifinali dei 200 dorso. L’azzurro ha deluso non poco questa mattina, uscendo in batteria con un tempo davvero inspiegabile. Gara apertissima con tanti protagonisti e nessuno che spicchi in modo particolare

16.57: C’è Francesca Fangio a caccia di un posto in finale nei 200 rana donne. L’azzurra è entrata col sesto tempo in semifinale e può farcela con una gara magari meno all’arrembaggio di quella nuotata questa mattina. Douglass super favorita, poi un lotto di atlete che puntano alla medaglia

16.55: Alberto Razzetti prova a giocarsi qualcosa di importante nella finale dei 200 misti uomini. Non è il favorito ma la condizione è ottima e oggi potrebbe ritrovare la brillantezza dopo le fatiche ripetute dei giorni scorsi. Da battere Casas, Foster e Scott: forti ma non imbattibili

16.53: Non ci sono azzurri nelle semifinali dei 200 rana uomini, dove può succedere di tutto con Fink, Corbeau, Mattsson e Dong che si fanno preferire tra i favoriti

16.51: A seguire la finale dei 50 dorso donne: le pretendenti al trono sono Curzan, Anderson, Cox e Wilm: quattro atlete per tre posti sul podio, gara spettacolare e divertente anche se mancano alcune delle migliori interpreti planetarie

16.49. Alessandro Miressi si gioca qualcosa di importante nella finale dei 100 stile libero che assegna la seconda medaglia di giornata. L’azzurro è entrato in semifinale con il secondo miglior tempo, il favorito è il nuovo primatista mondiale Pan Zhanle. l’azzurro va a caccia della prima medaglia iridata in carriera che potrebbe lanciare al meglio l’operazione Parigi 2024

16.47: C’è Chiara Tarantino al via delle semifinali dei 100 stile libero. Serve un cambio di passo per lei per centrare l’accesso in finale, Siobhan Haughey è l’atleta da battere in questa gara

16.45: Si parte con la finale dei 200 farfalla donne, gara di livello non eccelso nella quale potrebbe prevalere la campionessa europea danese Bach che si dovrà guardare da Stephens e Klinker

16.43: Due azzurri in finale e due in semifinale in questa quinta giornata di gare all’Aspire Dome di Doha con l’Italia che prova ad aumentare il suo bottino di medaglie nella rassegna iridata

16.40: Buon pomeriggio e benvenuti alla diretta live della quinta giornata di gare dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar.

9.10. Gli unici due sorrisi della mattinata azzurra portano la firma di Francesca Fangio, in semifinale con il sesto tempo nei 200 rana e di Chiara Tarantino, in semifinale con il 12mo tempo nei 100 stile libero

9.08: Si chiude una mattinata senza troppi squilli per l’Italia che perde per strada due carte importanti, Lorenzo Mora, eliminato clamorosamente in batteria nei 200 dorso e la 4×200 stile libero donne. Eliminata anche Sara Franceschi nei 200 rana

9.06: In finale nella staffetta 4×200 stile libero Cina, Nuova Zelanda, Canada, Brasile, Ungheria, Gran Bretagna, Australia, Olanda. L’Italia è decima ed è qualificata er i Giochi olimpici ma servirà un cambio di passo di tutte le azzurre per essere competitivi a Parigi

9.04: L’Italia è fuori dalla finale della 4×200 stile libero. Vince la Cina in 7’54″38, secondo posto per il Canada con 7’56″07, terza l’Ungheria con 7’57″46

9.02: Ai 600 Cina, Canada, Francia

9.00: Ai 400 Cina, Canada, Francia

8.59: Ai 200 Cina, Canada Ungheria

8.54: Italia quinta nella prima batteria della 4×200 sl con 8’00″59. Tempo alto, finale compromessa ma qualificazione olimpica che dovrebbe essere in ghiaccio. Vince la Nuova Zelanda con 7’54″97, poi il Brasile con 7’57″12 e la Gbr con 7’58″18

8.53: Ai 700 Nuova Zelanda, Brasile, Gbr

8.52: Ai 600 Nuova Zelanda, Brasile, Gbr, Italia quinta

8.51: Ai 500 Nuova Zelanda, Gbr, Usa, Italia quinta

8.50: Ai 400 Nuova Zelanda, Gbr, Brasile, Italia quinta, ora Menicucci

8.49: Ai 300 Nuova Zelanda, Usa, Gbr, Italia quinta

8.48: Ai 200 Nuova Zelanda, Italia, Usa

8.46: Ai 100 Italia, Brasile, Olanda

8.45: Ci sono Morini, Ramatelli, Menicucci e D’Innocenzo al via della prima semifinale della 4×200 stile libero

8.44: Questi i semifinalisti dei 200 rana: Mattsson, Epitropov, Hiroshima, Corbeau, Persson, Fink, Dong, Kamminga, Foster, Ovchinnikova, Chillingworth, Petrashov, Dergousoff, Lee, Lara Ojeda, Coll Marti

8.42: Il bulgaro Epitropov con 2’10″57 vinc ein rimonta l’ultima batteria dei 200 rana precedendo l’olandese Corbeau con 2’10″85, terzo Kamminga con 2’11″22

8.39: Il giapponese Hoiroshima con 2’10″73 vince la terza batteria precedendo lo statunitense Fink in 2’11″00 e il cinese Dong in 2’11″13

8.35: Il finlandese Mattsson domina con 2’09″15 la seconda batteria, secondo lo svedese Persson con 2’10″94, terzo lo statunitense Foster in 2’11″27

8.32. Il sudanese Abass si aggiudica la prima batteria dei 200 rana con 2’20″80

8.28. Queste le qualificate per la semifinale dei 200 rana: Douglass, McSharry, Teterevkova, Pickrem, Schouten, Fangio, Silva, Zmushka , Horska, Sim, Mamie, Pineda, Blazevic, Moon, Kontogeorgou, Rodriguez Villanueva

8.27. Francesca Fangio è in semifinale, Sara Franceschi no. Fangio resta a pari con la favoritissima Douglass fino ai 150 metri, poi nel finale cala, chiude con il crono di 1’26″01, è terza. Prima la statunitense Douglass con 2’24″15, seconda la canadese Pickrem con 2’25″18

8.23: Quarto posto per Sara Franceschi con 2’30″01, tempo molto alto che potrebbe non fruttarle la qualificazione in semifinale. E’ undicesima al momento. Vince Schouten con 2’25″90 davanti a Horska con 2’26″71, terza Mon con 2’27″53. Ora Fangio

8.19: Vince la seconda batteria la irlandese McSharry con il crono di 2’24″82, seconda Teterevkova con 2’25″09, terza Sim con 2’27″08. Ora Franceschi

8.16: La bielorussa Zmushka vince la prima batteria dei 200 rana con 2’26″31

8.12: In semifinale nei 200 dorso vanno Siskos, Van Westering, Coetze, Mityukov, Telegdy, Masiuk, Greenbank, Woodward, Lee, Martens, Aikins, Williams, Kato, Gonzalez, Shortt, Morales

8.10. Lorenzo Mora non entra in semifinale. Ancora una volta l’emiliano paga cara la sua incapacità di affrontare le gare importanti soprattutto in vasca lunga. Tempo altissimo il suo, superato da troppi avversari. Vince Van Westering l’ultima batteria con 1’57″29, secondo Mityukov con 1’58″03, terzo Greenbank con 1’58″23

8.06: Masiuk vince la terza batteria con 1’58″20, Woodward secondo con 1’58″26, terzo Lee con 1’58″29. Mora è undicesimo quando manca l’ultima batteria. Se sei atleti faranno meglio del suo 1’59″80 sarà fuori

8.02: Fatica tanto Lorenzo Mora, non riesce a sviluppare la gara in base alle sue caratteristiche ma nel finale soffre, come in avvio. Vince Siskos con 1’56″64, secondo Coetze con 1’57″90, terzo Telegdy con 1’58″07, sesto Mora con 1’59″80. Qualificazione a forte rischio per l’azzurro

7.58: Popov vince la prima batteria dei 200 dorso con 2’01″61. nella seconda Mora, Zheltiakov, Coetze

7.54: Queste le semifinaliste dei 100 stile libero: Jack, Steenbergen, Haughey, Seemanova, Douglass, Balduccini, Antoniou, Hopkin, Fiedkiewicz, Ikemoto, Coleman, Tarantino, Sanchez, Bonnet, Ai, Padar

7.53: Chiara Tarantino è in semifinale con 54″87. Vince Haughey con 53″70, davanti a Seemanova con 53″79

7.51: Dominio dell’olandese Steenbergen nella penultima batteria con 53″66, seconda Balduccini con 54″25, terza Ikemoto con 54″70. Ora Tarantino

7.50: Non c’è Sjoestroem come da annuncio

7.49: L’australiana Jack vince con 53″50 la terz’ultima batteria, sopravanzando Antoniou con 54″49, terza Clemano con 54″2, quarta Sanchez con 54″88

7.47: L’ugandese Muzito con 56″55 va al comando della generale vincendo la sesta batteria

7.45: La keniana Brunlehner si aggiudica la quinta batteria con 57″84 e va in testa alla graduatoria generale

7.42 La dominicana Fernandez si aggiudica la quarta batteria dei 100 stile con 1’01″03

7.40: La albanese Dermishi vince la terza batteria con 1’01″23 ma non è in testa alla graduatoria

7.37: La thailandese Boonamphai con 59″36 vince la seconda batteria dei 100 stile

7.34: Charlemagne di Santa Lucia vince la prima batteria dei 100 stile libero donne con 1’00″05

7.31: Saranno Morini, Ramatelli, Menicucci e D’Innocenzo a cercare di condurre l’Italia verso i Giochi di Parigi 2024. Sono 18 le squadre al via, 3 (Australia, usa, Cina) sono già qualificate, occorre entrare fra le prime 16, quindi lasciarsene alle spalle un paio, per qualificarsi ai Giochi

7.29: Gli azzurri saranno assenti dai 200 rana, una costante nelle competizioni iridate da tempo. Il campione del mondo in carica, Qin, non sarà presente, ma la Cina può comunque contare su uno dei favoriti, Dong Zhihao, quarto a Fukuoka e primatista mondiale juniores con un tempo di 2’08″04. Gli olandesi Arno Kamminga, non al massimo della forma, e Caspar Corbeau, potrebbero comunque incidere sulle posizioni di testa. Tra gli altri contendenti di rilievo, lo statunitense Nic Fink è in grande forma, insieme a Erik Persson, svedese, e Denis Petrashov, del Kirghizistan. Da tenere d’occhio anche il debuttante ai Mondiali Jake Foster degli Stati Uniti, il finlandese Matti Mattson, il messicano Miguel De Lara Ojeda e il giapponese Ikuru Hiroshima, tutti con tempi competitivi.

7.27: La tanto attesa sfida tra la campionessa mondiale Tatjana Schoenmaker e la leader mondiale Kate Douglass è saltata a causa della rinuncia della sudafricana, rendendo ora Douglass la grande favorita. Tuttavia, la gara vedrà comunque la partecipazione di altre nuotatrici di alto livello, tra cui la forte olandese Tes Schouten, Kotryna Teterevkova (quarta nei 100 rana), Abbey Harkin e Sydney Pickrem, tutte con tempi competitivi e capacità dimostrate nelle competizioni precedenti. Inoltre, Lisa Mamie della Svizzera è da tenere d’occhio, con un tempo migliore che la rende una possibile minaccia per il podio.

7.25: Sono due le azzurre al via nei 200 rana. Francesca Fangio, dopo una stagione non semplice, si è ritrovata tra novembre e dicembre e ha conquistato la carta per i Mondiale  e Sara Franceschi, anche lei reduce da un periodo non semplice, che affronta una gara di cui non è specialista ma se la cava piuttosto bene. L’obiettivo semifinale è plausibile per entrambe, per la finale si dovranno superare, anche perchè il campo gara è piuttosto ben frequentato.

7.23: Roman Mityukov emerge come il principale favorito dopo aver ottenuto la medaglia di bronzo a Fukuoka e aver stabilito il record svizzero in finale con un tempo di 1’55″34. Bradley Woodward e Oleksandr Zheltyakov si preparano ad affrontarlo come contendenti agguerriti. Luke Greenbank è sicuramente un nuotatore da tenere d’occhio, insieme ad Aikins, Lee e Gonzalez, i quali hanno registrato tempi sotto l’1’56” l’anno scorso. Inoltre, ci sono giovani talenti come Coetze, Masiuk e Apostolos Siskos che potrebbero sorprendere durante la competizione.

7.21: Lorenzo Mora ha la prima possibilità per dare l’assalto alla qualificazione olimpica. Il modenese, forte del trionfo europeo ad Otopeni e della buona prova di Riccione che gli ha permesso di essere ai Mondiali, si presenta in fiducia a Doha e proverà ad ottenere l’1’56″39 che servirà per la qualificazione a Parigi e potrebbe bastare anche per ottenere un risultato di prestigio al Mondiale di Doha.

7.19: Siobhan Haughey emerge come una delle favorite a Doha, grazie al suo impressionante personale di 52″02 nei 100 stile libero e alle sue prestazioni convincenti nei 200 sl e nei 100 rana. La sua costanza e la combinazione di velocità e chiusura rapida la pongono come una seria minaccia per le altre concorrenti. Va notato che la svedese Sarah Sjostrom, attuale detentrice del record mondiale, non parteciperà a questa gara nonostante l’iscrizione. Shayna Jack rappresenta un’altra sfidante forte, grazie alla sua consistenza e alla combinazione di velocità e resistenza. Anche Kate Douglass e Marrit Steenbergen meritano attenzione, ma Haughey sembra essere la favorita principale. Per quanto riguarda Chiara Tarantino, l’obiettivo è raggiungere un tempo di qualità e superare il primo turno; tuttavia, per ambire alla finale, potrebbe essere necessario un ulteriore miglioramento, elemento che al momento sembra mancare alla nuotatrice pugliese nelle staffette.

7.17: Importante la prova in batteria della 4×200 stile libero donne: la finale è complicata da ottenere ma basterà tenere alle spalle tre squadre per qualificarsi per Parigi, impresa tutt’altro che impossibile per le azzurre.

7.15: Nella sessione di batterie che inaugura la quinta giornata di competizioni al Mondiale di Doha, quattro nuotatori azzurri sono pronti a scendere in vasca insieme alla squadra femminile 4×200 stile libero. Tutti gli occhi sono puntati sul campione europeo dei 200 dorso in vasca corta, Lorenzo Mora, che cerca di qualificarsi per la sua prima finale iridata in vasca lunga. Francesca Fangio e Sara Franceschi hanno buone probabilità di avanzare nelle batterie dei 200 rana e potrebbero aspirare alla finale. Nel frattempo, Chiara Tarantino ha l’opportunità di accedere alle semifinali nei 100 stile libero femminili.

7.13: Prosegue la prima grande manifestazione di un anno, il 2024, dove non mancheranno certo gli appuntamenti per il grande nuoto internazionale, con il clou a luglio quando si disputeranno i Giochi olimpici a Parigi. Ancora una volta la squadra italiana si è già confermata fra le grandi protagoniste di una kermesse iridata snobbata da molti big del nuoto mondiale, che non vogliono distogliere la loro attenzione dalla preparazione olimpica. Nonostante questo a Doha diversi campioni sono in acqua e si sta assistendo ad un bello spettacolo da seguire molto attentamente. Gli azzurri hanno conquistato finora sei medaglie, una d’oro, quattro d’argento e una di bronzo

7.10: Buongiorno e benvenuti alla diretta live della quinta giornata di gare dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar.

Programma, Orari, Tv e streaming del 15 febbraio ai Mondiali di nuoto di Doha I favoriti gara per garaLe favorite gara per garaIl programma dei Mondiali di DohaLe speranze di medaglia dell’Italia a DohaLa presentazione della terza giornataIl medagliere dei Mondiali di DohaLa cronaca della prima giornataLa cronaca della seconda giornataLa cronaca delle terza giornataLe pagelle della terza giornataLa cronaca della quarta giornataLe pagelle della quarta giornata

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della quinta giornata di gare dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar. Prosegue la prima grande manifestazione di un anno, il 2024, dove non mancheranno certo gli appuntamenti per il grande nuoto internazionale, con il clou a luglio quando si disputeranno i Giochi olimpici a Parigi. Ancora una volta la squadra italiana si è già confermata fra le grandi protagoniste di una kermesse iridata snobbata da molti big del nuoto mondiale, che non vogliono distogliere la loro attenzione dalla preparazione olimpica. Nonostante questo a Doha diversi campioni sono in acqua e si sta assistendo ad un bello spettacolo da seguire molto attentamente. Gli azzurri hanno conquistato finora sei medaglie, una d’oro, quattro d’argento e una di bronzo.

Sono quattro gli azzurri in vasca più la 4×200 stile libero donne nella sessione di batterie che apre la quinta giornata di gare al Mondiale di Doha. L’attesa è per il campione europeo dei 200 dorso in vasca corta Lorenzo Mora che proverà a prendersi la prima finale iridata in vasca lunga della carriera. Buone possibilità di superare il turno e magari puntare alla finale per Francesca Fangio e Sara Franceschi nei 200 rana e possibilità di entrare in semifinale anche per Chiara Tarantino nei 100 stile libero donne. Importante la prova in batteria della 4×200 stile libero donne: la finale è complicata da ottenere ma basterà tenere alle spalle tre squadre per qualificarsi per Parigi, impresa tutt’altro che impossibile per le azzurre. Si parte con le batterie dei 100 stile libero donne. Siobhan Haughey, con il suo personale di 52″02 nei 100 stile libero, si presenta come una delle favorite a Doha dopo le belle prove sui 200 sl e sui 100 rana. La sua costanza e la combinazione di velocità pura e chiusura rapida la rendono una minaccia. La svedese Sarah Sjostrom, detentrice del record mondiale, pur essendo iscritta, non parteciperà a questa gara. Shayna Jack è un’altra contendente forte, con la sua consistenza e la combinazione di velocità e resistenza. Anche Kate Douglass e Marrit Steenbergen sono da tenere d’occhio, ma Haughey sembra essere la favorita principale. Chiara Tarantino punta a un tempo di qualità e a superare il primo turno, poi per la finale servirà qualcosa in più che nelle staffette la nuotatrice pugliese ha dimostrato di non avere al momento.

Lorenzo Mora ha la prima possibilità per dare l’assalto alla qualificazione olimpica. Il modenese, forte del trionfo europeo ad Otopeni e della buona prova di Riccione che gli ha permesso di essere ai Mondiali, si presenta in fiducia a Doha e proverà ad ottenere l’1’56″39 che servirà per la qualificazione a Parigi e potrebbe bastare anche per ottenere un risultato di prestigio al Mondiale di Doha. Roman Mityukov si presenta come il favorito principale dopo aver conquistato il bronzo a Fukuoka e stabilito il record svizzero in finale con un tempo di 1’55″34. Due altri contendenti, Bradley Woodward e Oleksandr Zheltyakov, si preparano a dargli battaglia. Luke Greenbank è uomo da tenere d’occhio, così come Aikins, Lee e Gonzalez, con tempi sotto l’1’56” l’anno scorso, insieme ai giovani Coetze, Masiuk e Apostolos Siskos. Sono due le azzurre al via nei 200 rana. Francesca Fangio, dopo una stagione non semplice, si è ritrovata tra novembre e dicembre e ha conquistato la carta per i Mondiale  e Sara Franceschi, anche lei reduce da un periodo non semplice, che affronta una gara di cui non è specialista ma se la cava piuttosto bene. L’obiettivo semifinale è plausibile per entrambe, per la finale si dovranno superare, anche perchè il campo gara è piuttosto ben frequentato. Ci sarebbe dovuta essere la sfida tra la campionessa mondiale Tatjana Schoenmaker e la leader mondiale Kate Douglass ma la sudafricana ha rinunciato e Douglass è ora la grande favorita. La gara vedrà comunque la partecipazione della forte olandese Tes Schouten, Kotryna Teterevkova (quarta nei 100), Abbey Harkin e Sydney Pickrem, tutte con tempi competitivi e capacità dimostrate nelle gare precedenti. Lisa Mamie della Svizzera è anche da tenere d’occhio, con un miglior tempo che la rende una minaccia per il podio.

Non ci saranno azzurri al via dei 200 rana, come accade già da tempo nelle competizioni iridate. Manca all’appello il campione del mondo in carica Qin la la Cina può comunque contare su uno dei favoriti, Dong Zhihao, quarto a Fukuoka e primatista mondiale juniores con  2’08″04. Gli olandesi Arno Kamminga, non al meglio della condizione, e Caspar Corbeau, possono dire la loro. Tra gli altri contendenti, lo statunitense Nic Fink, lui sì in grande forma, Erik Persson, svedese, e Denis Petrashov, del Kirghizistan, il debuttante ai Mondiali Jake Foster degli Stati Uniti, il finlandese Matti Mattson, il messicano Miguel De Lara Ojeda e il giapponese Ikuru Hiroshima, tutti con tempi competitivi. La staffetta 4×200 è molto importante perchè qualifica le prime 13 squadre classificate nelle batterie (escluse Australia, usa e Cina, già qualificate a Fukuoka) per i Giochi di Parigi. L’Italia con D’Innocenzo, Morini, oltre a due fra Franceschi, Tarantino, Ramatelli e Menicucci, ha come obiettivo lasciarsi alle spalle tre squadre e oggettivamente si può fare, per la finale è più dura. La sfida potrebbe risolversi con la solita battaglia tra Usa e Australia ma non mancano le outsider.

Al pomeriggio due le finali che interessano l’Italia, entrambe molto attese. Alessandro Miressi è tra i grandi favoriti dei 100 stile libero. Ai Mondiali non è mai riuscito a salire sul podio e questa potrebbe essere l’occasione giusta anche se la condizione, dopo aver toccato il picco tra novembre e dicembre (dove ha strappato il pass per i Giochi Olimpici ed ha ben figurato agli Europei in corta) probabilmente non è ideale. Il favorito numero uno, neanche a dirlo, è il cinese Pan Zhanle, per il momento (ma sarà dura fare meglio) l’uomo dei campionati con il record mondiale dei 100 stile libero stabilito nella prima frazione della staffetta veloce (ieri miglior tempo per lui in semifinale). Poi un gruppo di atleti di buon livello che è in cerca della zampata sub 48″ che avvicinerebbe non poco al podio. Attenzione al britannico Matt Richards a cui la staffetta britannica deve la qualificazione olimpica: non è al meglio della condizione ma se la può giocare. Gli altri pretendenti al podio: il coreano Hwang Sun-Woo, che ha nuotato un eccezionale 47″56 a Tokyo nel 2021, l’australiano Kai Taylor, il’ungherese Nandor Nemeth e lo statunitense Matt King. C’è Alberto Razzetti al via della finale dei 200 misti. Tanti i protagonisti annunciati di ottimo livello che si giocheranno un posto sul podio. Con Marchand fuori e Dean non iscritto, i favoriti sono il britannico Duncan Scott e gli statunitensi Shaine Casas e Carson Foster. Il giapponese Daiya Seto l’outsider di esperienza da tenere d’occhio. 

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della quinta giornata di gare dei Campionati del Mondo 2024 di nuoto in vasca lunga all’Aspire Dome di Doha in Qatar: cronaca in tempo reale e aggiornamenti costanti. Si comincia alle 7.30 con le batterie e si prosegue alle 17.00 con la sessione dedicata a semifinali e finali. Buon divertimento!