Seguici su

Sci Alpino

Chi è Pietro Zazzi: 6° a Kvitfjell con il n.50! Uno ‘specialista’ della Stelvio…

Pubblicato

il

Pietro Zazzi
Zazzi / FISI/Pentaphoto

Pietro Zazzi si è distinto in maniera splendida in occasione del superG di Kvitfjell, prova valida per la Coppa del Mondo 2023-2024 di sci alpino. L’italiano è infatti sceso con il pettorale numero 50 e ha arpionato uno splendido sesto posto sul podio norvegese, chiudendo a pari merito con Guglielmo Bosca con un ritardo di 31 centesimi dall’austriaco Vincent Kriechmayr. Il 29enne è stato il secondo azzurro di giornata, visto che Dominik Paris ha arpionato il terzo gradino del podio a 19 centesimi dal vincitore.

Nato il 22 luglio 1994, originario di Bormio, Pietro Zazzi ha agguantato il miglior risultato della carriera nel massimo circuito internazionale itinerante: prima di oggi non era mai entrato in top-10 e aveva guadagnato punti soltanto in otto occasioni (il miglior riscontro era il 18mo posto nella discesa di Bormio il 28 dicembre 2023). In effetti stiamo parlando di uno “specialista” della mitica pista Stelvio, visto che sull’esigente tracciato in Valtellina era stato 26mo nella discesa libera del 2022 e 29mo nel superG del 2023. Da annotare anche la doppia top-30 in due Classiche per eccellenza della velocità: 29mo a Wengen e 30mo a Kitzbuehel lo scorso gennaio.

Mai presente a Olimpiadi e Mondiali, Pietro Zazzi vanta un paio di podi in Coppa Europa, ottenuti entrambi a Sella Nevea lo scorso anno: secondo e terzo posto, naturalmente sempre in discesa. L’esordio in Coppa del Mondo era avvenuto il 29 dicembre 2020 nel superG di Bormio: è davvero la sua pista di casa. L’atleta è ormai prossimo alle trenta primavere, ma il sesto posto odierno potrebbe rappresentare una svolta e potrebbe fargli svoltare la carriera.

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online