Seguici su

Basket

NBA, risultati della notte (16 gennaio): Boston espugna Toronto, show di Embiid e Irving

Pubblicato

il

Kristaps Porzingis

Tra la serata di ieri e la notte italiana di oggi si sono giocate undici partite della stagione 2023-2024 di NBA . Tante, dunque, le squadre in campo, tra le quali gli Utah Jazz di Simone Fontecchio, mentre curiosità ha voluto mettere subito di fronte Washington Wizards e Detroit Pistons, le due squadre che si sono scambiate nel trade Danilo Gallinari. Andiamo a scoprire come sono andate a finire le partite.

La lunga serata Nba è iniziata con la vittoria dei Philadelphia 76ers sugli Houston Rockets per 124-115. I texani restano in partita poco meno di un quarto, poi Philadelphia cambia marcia e già nel secondo quarto toccano i +28 di vantaggio. Poi devono solo amministrare, guidati dai 41 punti e 10 rimbalzi di Joel Embiid. La serata è continuata dalla ben più avvincente sfida che ha visto i Dallas Mavericks imporsi sui New Orleans Pelicans 125-120. Partenza migliore per i padroni di casa, che nel primo quarto toccano il +18, ma poi NOP torna in partita, passa in vantaggio e va anche sul +10 nel finale di terzo quarto. Ma alla fine gli ultimi minuti premiano i Mavericks, che con l’assenza di Luka Doncic si affidano a Kyrie Irving, che chiude con 42 punti, e a Tim Hardaway Jr., autore di 41 punti.

Come detto, ieri sera era anche la serata di Washington Wizards e Detroit Pistons, e Danilo Gallinari dalla tribuna si è goduto il successo della sua nuova squadra contro la sua ormai ex, con i Detroit Pistons che hanno battuto i Washington Wizards per 129-117. Match che si decide nell’ultimo quarto, quando i Pistons cambiano marcia, grazie anche ai 34 punti di Alec Burks. Vittoria in rimonta, invece, per gli Orlando Magic che superano i New York Knicks per 98-94. I ragazzi della Grande Mela sprecano un vantaggio di 11 punti nel terzo quarto e nell’ultimo parziale arriva il sorpasso e l’allungo di Orlando, ancora una volta con Paolo Banchero top scorer con 20 punti.

Bella vittoria in terra canadese per i Boston Celtics che superano i Toronto Raptors per 96-105. Dopo tre quarti sostanzialmente equilibrati, con entrambe le formazioni che tentavano l’allungo e venivano riprese, nell’ultimo periodo Boston passa avanti e, questa volta, ai Raptors non riesce la rimonta. E a Toronto non bastano i 24 punti di RJ Barrett, mentre per i Celtics spiccano i 22 punti e 7 assist di Jrue Holiday e i 19 punti e 14 rimbalzi (tutti difensivi) di Jayson Tatum. Vittoria per gli Utah Jazz di Simone Fontecchio che battono nettamente gli Indiana Pacers 132-105. Sesta vittoria consecutiva per Utah in un match che resta equilibrato un tempo, anche se i Pacers devono inseguire fin da subito, ma dove i Jazz nella ripresa scappano via. Con 32 punti e 10 rimbalzi di Lauri Markkanen, mentre per Simone Fontecchio il match dice 8 punti, 4 rimbalzi e 2 assist in 24 minuti di gioco.

Serve un tempo supplementare ai Miami Heat per avere la meglio dei Brooklyn Nets per 95-96. E le emozioni non mancano al Barclays Center, dove i Nets vanno anche sul +16 a inizio terzo quarto, poi riagguantano il match a 4” dalla sirena con i liberi di Bridges che manda le squadre all’overtime. E qui Brooklyn va subito sul +5, ma dopo la tripla di Herro sono ancora i liberi, questa volta di Butler, a decidere il match con i due canestri del sorpasso. Top scorer Jimmy Butler con 32 punti. Tornano alla vittoria, invece, i Los Angeles Lakers che battono gli Oklahoma City Thunder per 112-105. Dopo tre quarti in equilibrio i californiani accelerano nel quarto quarto e rivedono la zona play-in grazie ai 27 punti e 15 rimbalzi di Anthony Davis e ai 25 punti di LeBron James.

Tornando alla serata di ieri, facile vittoria per gli Atlanta Hawks contro i San Antonio Spurs per 109-99. Match a senso unico, con Atlanta che già sfiora il +20 nel primo quarto, poi scappa fino al +35 all’intervallo e, alla fine, concede agli Spurs di rientrare quasi in partita, rischiando anche qualcosa di troppo, ma alla fine vincendo agevolmente. Merito di uno scatenato Trae Young, che chiude in doppia doppia con 36 punti e 13 assist. Per gli Spurs non basta la solita doppia doppia di Victor Wembanyama con 26 punti e 13 rimbalzi (di cui 18 punti nell’ultimo quarto). Nelle ultime due sfide di giornata, infine, i Memphis Grizzlies superano i Golden State Warriors per 116-107, con i 26 punti di Stephen Curry che non bastano ai californiani per rialzare la testa in una stagione durissima; e vittoria per i Cleveland Cavaliers che battono i Chicago Bulls 109-91, con 34 punti di Donovan Mitchell.

I RISULTATI DELLA NOTTE (16 GENNAIO)

Philadelphia 76ers – Houston Rockets 124-115
Dallas Mavericks – New Orleans Pelicans 125-120
Washington Wizards – Detroit Pistons 129-117
New York Knicks – Orlando Magic 94-98
Atlanta Hawks – San Antonio Spurs 109-99
Memphis Grizzlies – Golden State Warriors 116-107
Cleveland Cavaliers – Chicago Bulls 109-91
Brooklyn Nets – Miami Heat 95-96
Toronto Raptors – Boston Celtics 96-105
Utah Jazz – Indiana Pacers 132-105
Los Angeles Lakers – Oklahoma City Thunder 112-105

Foto: LaPresse